daily menu » rate the banner | guess the city | one on oneforums map | privacy policy | DMCA | news magazine | posting guidelines

Go Back   SkyscraperCity > European Forums > Forum Italiano > Discussioni locali > Nord

Nord Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Liguria, Lombardia, Piemonte, Trentino-Alto Adige/Südtirol, Valle d'Aosta, Veneto



Global Announcement

As a general reminder, please respect others and respect copyrights. Go here to familiarize yourself with our posting policy.


Reply

 
Thread Tools
Old February 10th, 2011, 07:09 PM   #221
Orendus
Born in BG
 
Orendus's Avatar
 
Join Date: Aug 2009
Location: Bergamo
Posts: 38
Likes (Received): 0

Da l'Eco di Bergamo del 9/2/2011:

Il nuovo stadio parlerà inglese
Percassi sceglie i londinesi Populous


Il nuovo stadio dell'Atalanta parlerà inglese. Dopo qualche mese di trattativa Antonio Percassi e la famiglia Cividini, rispettivamente i proprietari dell'Atalanta e delle aree di Grumello del Piano dove sorgerà la nuova struttura, hanno scelto i progettisti: lo studio Populous operativi in quel di Londra. Tra le loro ultime realizzazioni il nuovissimo stadio per le Olimpiadi 2012, il nuovo Wembley ed Emirates, casa dell'Arsenal.

Populous ha avuto la meglio su altri prestigiosi studi di progettazione americani e spagnoli: negli uffici di Percassi e Cividini stanno già girando le prime ipotesi di massima che si stanno sempre più raffinando. L'obiettivo è quella di presentare un masterplan a breve, sicuramente per la primavera. Anche perché c'è un fior di scadenza: la previsione contenuta nel Piano di governo del territorio è assolutamente temporanea. Due anni dall'entrata in vigore del documento. Quindi va in qualche modo concretizzata sul piano urbanistico entro l'estate 2012.

Parallelamente, un'altra società inglese di grido sta lavorando sul progetto: si tratta della Img. A lei spetta il compito di tracciare il profilo dell'offerta commerciale di uno stadio che avrà una capienza tra i 25 e i 30 mila spettatori. A breve partirà una vera e propria ricerca di mercato per disegnare il migliore assetto possibile dell'impianto dal punto di vista dell'utenza, compresi gli spazi per la ristorazione, i box riservati e tutta quella gamma di offerta che fa la differenza tra uno stadio di nuova e vecchia concezione.
Orendus no está en línea   Reply With Quote

Sponsored Links
Old August 5th, 2011, 06:22 PM   #222
Orendus
Born in BG
 
Orendus's Avatar
 
Join Date: Aug 2009
Location: Bergamo
Posts: 38
Likes (Received): 0

Polo del lusso di Azzano San Paolo

Da Bergamonews.it:


Polo del Lusso
Azzano dà il via libera:
partono subito i lavori



[IMG]http://i54.************/zw0xts.jpg[/IMG]


Partono i lavori per il Polo del lusso giusto in tempo per evitare la nuova norma dell’Enav (Ente Nazionale per l'Aviazione Civile) che prevede una fascia di sicurezza di un chilometro su entrambi i lati della pista.
Il 22 luglio scorso la Finser Spa, di cui è amministratore unico Antonio Percassi, ha ritirato al Comune di Azzano San Paolo la licenza per costruire. Il Polo del lusso è un’opera faraonica – 148mila metri quadrati, 90mila per il commerciale e 58mila a finalità terziarie, per un investimento di circa 250milioni di euro – che sorgerà dietro l’attuale Orio Center.
“Sì, le concessioni per costruire sono state ritirate alcuni giorni fa – afferma Simona Pergreffi (Lega), sindaco di Azzano San Paolo –. Si tratta di permessi per le prime due fasi di attuazione. Stiamo parlando di 33mila metri quadrati per la prima fase e di 76 mila per la seconda. Rimane ferma la terza fase”.
Alla domanda quando dovrebbero partire i lavori, il primo cittadino risponde puntuale: “Credo a breve, subito dopo Ferragosto”.
E la nuova normativa dell’Enac di introdurre una fascia di sicurezza di un chilometro ai lati della pista? “Si tratta di solamente di una proposta, che potrebbe essere introdotta nei prossimi mesi – aggiunge subito il sindaco Pergreffi –. Comunque influisce sul nuovo costruito e non sull’esistente”.
Quindi non sul Polo del lusso, perché sulla carta esiste già. Pare che la Finser, visto il momento di crisi, non volesse più investire su questo progetto, ma i 7milioni e mezzo di euro già versati al Comune di Azzano San Paolo erano l’oggetto di una trattazione che vedevano l’amministrazione ben decisa a non restituire neppure un centesimo. Poi la svolta con accelerazione vista la proposta dell’Enac che non permetterebbe, nella nuova fascia di rischio, edifici ad alta capacità aggregativa come centri commerciali, industrie, stadi, attività pericolose ed istituti scolastici. Il Gruppo Percassi ottiene e ritira di corsa la concessione e nel giro di poche settimane apre il cantiere della prima fase di attuazione. Anche perché il primo lotto - galleria commerciale ed una struttura cinematografica con quindici sale per 3.410 posti - è già stata ceduta alcuni mesi fa alla Commerz Real AG, società tedesca proprietaria del centro commerciale Orio Center. Il passaggio si è reso necessario perché Commerz Real Ag aveva diffidato il gruppo Percassi a costruire e collegarsi all'edificio di Orio Center per due motivi: per la differenza di proprietà e per concorrenza diretta, visto che il nuovo Polo del Lusso avrebbe ospitato negozi e supermercati. Per il secondo lotto, di 76mila metri quadri, il Gruppo Percassi vorrebbe avviare i lavori per poi terminarli in un secondo tempo, superata questa fase di crisi.
Il Polo del lusso con i suoi 109mila metri quadrati finora autorizzati sarebbe una struttura molto più grande di Orio Center (che è di circa 75mila metri quadrati) di circa 34mila metri.
La terza fase che comprende la serie di torri che ospiterebbero la clinica medica e gli uffici sarebbe ferma al palo. Il motivo è da ricercare nell'altezza degli edifici, non idonea vista la vicinanza con la torre di controllo dell'aeroporto. Insomma, il progetto originale del Polo del lusso, così come ideato dallo studio di architettura Asymptote, deve essere stato rimaneggiato per rispondere a tutte le esigenze di sicurezza e per mancanza di fondi. Se i cantieri apriranno fra pochi giorni, c'è ancora l'incognita sulle opere legate alla viabilità già congestionata in quella zona. Nell'accordo di programma siglato con la Regione la società di Percassi si impegnava a realizzare uno svincolo a due livelli sulla statale 591, una rotatoria sulla strada provinciale 115 Vecchia Cremasca e la formazione della doppia carreggiata sulla strada provinciale 116.
Orendus no está en línea   Reply With Quote
Old August 10th, 2011, 09:25 PM   #223
Orendus
Born in BG
 
Orendus's Avatar
 
Join Date: Aug 2009
Location: Bergamo
Posts: 38
Likes (Received): 0

La nuova Gamec nell'ex Dogana Anche l'auditorium e il ristorante

Da l'Eco di Bergamo 10/8/2011:

La nuova Gamec nell'ex Dogana
Anche l'auditorium e il ristorante


[IMG]http://i52.************/2dl8bdj.jpg[/IMG]

Il progetto della nuova Galleria d'arte moderna e contemporanea è sul tavolo di Palafrizzoni. Un restyling completo dei Magazzini Generali di via Rovelli per creare un nuovo polo museale in città, dono di Ubi Banca. In corso il primo passaggio tecnico, si attende la presentazione del Piano attuativo, dopo la pausa agostana. «L'iter urbanistico, variazioni al Pgt comprese, durerà almeno fino alla prossima primavera: l'obiettivo è aprire i cantieri per fine 2012» spiega l'assessore Pezzotta. Per chiuderli un anno dopo, andando a passo di carica.

[IMG]http://i55.************/2i94hme.jpg[/IMG]

Il Piano di governo del territorio (Pgt) prevede la realizzazione di palazzi sul lato sinistro di via Rovelli (quello occupato dalla Dogana) e la completa demolizione dei magazzini ubicati su quello opposto, per fare spazio ad un parco. La proposta di Ubi Banca prevede invece la loro ristrutturazione completa: parte da destinare all'istituto di credito e parte da donare alla città, come sede della nuova Gamec. Il tutto inserito in un contesto di parco urbano.

[IMG]http://i53.************/2dqt2zk.jpg[/IMG]

Il progetto preparato dallo studio Traversi prevede difatti di destinare gli edifici più bassi (quelli finora occupati dagli archivi) a sede della Gamec: pianterreno per le esposizioni, interrato per depositi, collezioni permanenti e prestiti, primo piano per uffici. Totale, 5.455 metri quadri di superficie lorda di pavimento. Sono invece 4.188 quelli del nuovo centro polifunzionale di Ubi, da realizzare nei silos (che sul lato di via Rosa e della ferrovia conserveranno la storica facciata): al pianterreno la caffetteria, il bookshop e la collezione d'arte dell'istituto di credito, dal primo al terzo un nuovo Centro di formazione che vada ad affiancare quello di via Fratelli Calvi ormai al limite della capienza, al quarto e al quinto il ristorante con tanto di belvedere. E in più, la chicca: un auditorium da 400 posti.

[IMG]http://i56.************/2sa1d0y.jpg[/IMG]



Lo stato attuale dell'area:

[IMG]http://i56.************/nwdehl.jpg[/IMG]
Orendus no está en línea   Reply With Quote
Old August 14th, 2011, 12:28 PM   #224
_emy
Registered User
 
_emy's Avatar
 
Join Date: Dec 2008
Posts: 1,199
Likes (Received): 85

Quote:
Originally Posted by Orendus View Post

da realizzare nei silos (che sul lato di via Rosa e della ferrovia conserveranno la storica facciata)
Sarà anche storica, ma non mi sembra sta gran bellezza da conservare... comunque bene dai
_emy no está en línea   Reply With Quote
Old September 10th, 2011, 01:26 AM   #225
_emy
Registered User
 
_emy's Avatar
 
Join Date: Dec 2008
Posts: 1,199
Likes (Received): 85

Da mettersi a piangere

Via Autostrada il progetto è blindato

Monta la polemica in città per l’edificio di 6 piani per 24 metri di altezza che ha offuscato la visuale su Città Alta a chi arriva a Bergamo uscendo dall’autostrada A4. La nuova struttura commerciale e terziaria (un albergo, un supermercato e uffici), il cui cantiere è in corso d’opera in via Autostrada, sta suscitando un vivace dibattito in città e sta dividendo le forze politiche locali, mettendo in imbarazzo i precedenti amministratori di centrosinistra.

E per fare chiarezza sulle responsabilità politiche di chi ha approvato quel Piano integrato di intervento, sul ruolo del costruttore privato e su certe scelte “inopportune”, la giunta di centrodestra ha convocato ieri in municipio una conferenza stampa cui hanno preso parte il sindaco Franco Tentorio, l’assessore all’urbanistica Andrea Pezzotta, l’assessore all’edilizia privata Tommaso D’Aloja e il collega ai lavori pubblici Alessio Saltarelli.

La vicenda è iniziata tre anni fa, quando la giunta Bruni e la maggioranza di centrosinistra adottò e poi approvò il “Pii Autostrada”, con il voto contrario del centrodestra. Un intervento da 45mila metri cubi, dal valore commerciale di 40 milioni di euro stimati, a fronte di circa 4 milioni di euro che il privato dovrà realizzare in opere primarie e secondarie a favore della collettività, secondo una convenzione sottoscritta tra ente locale e privato giusto il giorno prima dell’apertura dei seggi (5 giugno 2009).

Il sindaco ieri ha messo le mani avanti: «Non ce la prendiamo - ha detto - con il costruttore, che ha tutte le carte in regola per operare, né con chi ha emesso il provvedimento di permesso di costruire sotto il nostro mandato: quel progetto era blindato, immodificabile, a meno che non fosse stato il diretto costruttore a fare un passo avanti. Noi stigmatizziamo soprattuto questa prassi di dare più volumetrie in cambio di maggiori entrate per le casse comunali». Gli assessori Pezzotta e D’Aloja inchiodano la maggioranza di centrosinistra alle sue responsabilità politiche: «I disegni allegati alla pratica - rivela - DìAloia - portata in consiglio comunale mostravano chiaramente che quell’edifico avrebbe offuscato Città Alta».

http://www.ilgiorno.it/bergamo/crona...blindato.shtml




http://www.ecodibergamo.it/stories/C...i_per_opporsi/
_emy no está en línea   Reply With Quote
Old September 10th, 2011, 01:28 AM   #226
_emy
Registered User
 
_emy's Avatar
 
Join Date: Dec 2008
Posts: 1,199
Likes (Received): 85

Ecomostro, la Sovrintendenza:
«Nessuno ci ha interpellato»


«Ecomostro». Anche Giuseppe Napoleone, Sovrintendente per i beni architettonici della Lombardia, va giù pesante. Senza troppi giri di parole tira fuori – a proposito dell'edificio in costruzione in via Autostrada - il termine più tosto che si possa usare in questi casi.

Napoleone si è già rivolto all'amministrazione comunale: sindaco, assessore all'Urbanistica e assessore all'Edilizia privata. Il contenuto? Cordiale, ma non proprio zuccheroso: «Ho semplicemente espresso tutto il mio stupore sul fatto che non siamo stati per nulla coinvolti in un progetto tanto delicato. Di vincoli specifici non ce n'erano, ma nell'ottica di una leale collaborazione istituzionale sarebbe stato doveroso un passaggio anche da parte della Sovrintendenza».

Quindi? Se indietro difficilmente si potrà tornare, bisogna almeno cercare di contenere i danni.

Una risposta da parte dell'amministrazione, forse, arriverà già oggi. Alle 12 infatti è stata indetta una conferenza stampa sullo stesso piano integrato di intervento.

http://www.ecodibergamo.it/stories/C...55_ecompostro/


Ecomostro, protesta senza fine
Ecco tutti i vostri commenti


http://www.ecodibergamo.it/stories/Cronaca/492598/
_emy no está en línea   Reply With Quote
Old September 22nd, 2011, 12:36 AM   #227
_emy
Registered User
 
_emy's Avatar
 
Join Date: Dec 2008
Posts: 1,199
Likes (Received): 85

Via Autostrada, la polizia locale
sequestra una parte del cantiere




La polizia locale ha sequestrato un cantiere inserito nel Piano di intervento integrato di via Autostrada, dove sono state gettate alcune nuove fondamenta, nei pressi della struttura destinata a uffici e spazi commerciali (Coop) che nelle ultime settimane è stata definita mediaticamente "muro", ben visibile dalla stessa via Autostrada. Ecco il comunicato stampa del Comune, nel quale si lamenta la mancanza di autorizzazioni per l'inizio dei lavori di fondamenta (intanto la proprietà dell'intervento sottolinea che "non si tratta di fondamenta dell'albergo" previsto nel Piano di intervento):

http://www.bergamonews.it/bergamo/articolo.php?id=47171
_emy no está en línea   Reply With Quote
Old November 17th, 2011, 12:29 PM   #228
_emy
Registered User
 
_emy's Avatar
 
Join Date: Dec 2008
Posts: 1,199
Likes (Received): 85



Al via il progetto di rilancio del borgo agricolo di Malpaga.

Recupero di tutto il borgo, da 30 anni in mano alla 'malpaga spa', con hotel, abitazioni, piccole attività artigianali e azienda agricola, visto che tutta l'area circostante è vincolata a questo uso dalla sopraintendenza.

Letto sul giornale ma non trovo la news online
_emy no está en línea   Reply With Quote
Old November 19th, 2011, 01:21 AM   #229
padus
BANNED
 
Join Date: Dec 2007
Posts: 233
Likes (Received): 0

Quote:
Originally Posted by _emy View Post


Al via il progetto di rilancio del borgo agricolo di Malpaga.

Recupero di tutto il borgo, da 30 anni in mano alla 'malpaga spa', con hotel, abitazioni, piccole attività artigianali e azienda agricola, visto che tutta l'area circostante è vincolata a questo uso dalla sopraintendenza.

Letto sul giornale ma non trovo la news online
In questo video pubblicato da L'Eco di Bergamo un'idea generale del progetto, più che altro sugli aspetti "funzionali" dell'intervento. Positivo comunque l'intervento di restauro del castello e soprattutto degli affreschi.

http://www.ecodibergamo.it/videos/Vi...%C3%B9%20visti
padus no está en línea   Reply With Quote
Old November 21st, 2011, 09:23 PM   #230
_emy
Registered User
 
_emy's Avatar
 
Join Date: Dec 2008
Posts: 1,199
Likes (Received): 85

Grazie. Anche se sull'articolo apparso pochi giorni fa si parlava anche di azienda agricola all'avanguardia. Spero che abbiano davvero modificato il progetto in tal senso
_emy no está en línea   Reply With Quote
Old March 12th, 2012, 02:04 AM   #231
_emy
Registered User
 
_emy's Avatar
 
Join Date: Dec 2008
Posts: 1,199
Likes (Received): 85

Cannocchiali su Città Alta raddoppiati
L'obiettivo è preservare la visuale


I cannocchiali raddoppiano. Da undici a ventidue. Una fascia di rispetto che si sovrappone a quella esistente ribadendo un obiettivo preciso: tutelare quell'inconfondibile tratto di Bergamo che è la visuale di Città Alta. Un patrimonio prezioso di cui, proprio nei mesi scorsi, grazie alla vicenda del famoso «muro», si è percepita distintamente la delicatezza.

Bastano uno, due piani di troppo e puff, lo stesso patrimonio svanisce come un miraggio. E sarà anche una coincidenza, ma il provvedimento - che gli uffici tecnici stanno tuttora approntando su iniziativa di un tavolo promosso dall'assessorato all'Edilizia privata di concerto con quello all'Urbanistica e al sistema territoriale comunale - arriva all'indomani dall'animato dibattito che l'edificio di via Autostrada ha suscitato.



Cosa cambierà allora? In pratica se finora ci si era preoccupati fondamentalmente della visuale dalle zone più centrali ora si presterà attenzione anche alle aree decentrate e in particolare agli accessi alla città lungo le radiali.

Attualmente a preservare lo skyline dalle realizzazioni di edifici eccessivamente alti e ingombranti si trovavano i coni ottici istituiti con decreti ministeriali tra il 1955 e il 1965 e recepiti dall'attuale Pgt entro una cerchia compresa tra il confine con Ponteranica e la Trucca.

In mezzo altre 9 fasce di rispetto i cui vertici erano stati posti in corrispondenza di via Crocifisso, la parte bassa di via Baioni, la curva sud dello stadio, via Serassi, via Pitentino, Porta Nuova, via Brigata Lupi, piazzale della Repubblica e, infine, la rotonda di Santa Lucia.

Ora lo stesso iter sarà esteso ai nuovi cannocchiali posti, come si diceva, lungo le radiali. Il risultato sono 11 nuovi cannocchiali localizzati fondamentalmente sulle principali arterie di accesso alla città: via Autostrada, via San Bernardino, via Martin Luther King, via XIV maggio, via Santa Lucia, Via Nullo, Via Moroni, Via Grumello, via Zanica, Boccaleone e via Borgo Palazzo.

http://www.ecodibergamo.it/stories/Cronaca/606965/
_emy no está en línea   Reply With Quote
Old November 20th, 2013, 04:49 PM   #232
Ugo Fantozzi
Registered User
 
Ugo Fantozzi's Avatar
 
Join Date: Aug 2013
Posts: 4,299
Likes (Received): 504

Clusone: Palasport addio Si rifà il viale. Che ne pensi?

I piani integrati Mirage, Valfresh e Collina San Giorgio erano legati da una convenzione siglata nel 2009: in cambio della capacità edificatoria i costruttori privati avrebbero dovuto realizzare un palazzetto dello sport. Un pezzo ciascuno, per un valore totale che superava i 4 milioni di euro.
http://www.ecodibergamo.it/stories/C...si_1031999_11/
Ugo Fantozzi no está en línea   Reply With Quote
Old December 6th, 2013, 11:16 AM   #233
Ugo Fantozzi
Registered User
 
Ugo Fantozzi's Avatar
 
Join Date: Aug 2013
Posts: 4,299
Likes (Received): 504

Iniziative di Atb per Natale Il trenino Gulliberg in centro

Nell’ambito delle iniziative organizzate dell’Amministrazione Comunale di Bergamo per le festività natalizie, Atb ripropone per il sesto anno consecutivo alcune agevolazioni per favorire l’accessibilità al centro cittadino con i mezzi pubblici.
http://www.ecodibergamo.it/stories/C...=box_provincia
Ugo Fantozzi no está en línea   Reply With Quote
Old January 27th, 2014, 10:38 AM   #234
Ugo Fantozzi
Registered User
 
Ugo Fantozzi's Avatar
 
Join Date: Aug 2013
Posts: 4,299
Likes (Received): 504

Metti un pomeriggio sulle Mura Bus da incubo e invasione di auto

«Accidenti, proprio io che mi schiero sempre dalla parte della mia città e resto basita di fronte ai commenti gratuitamente polemici di alcuni vostri lettori, questa volta non posso far finta di niente né voglio tacere!». Inizia così la lettera di una nostra lettrice che ci scrive raccontandoci una dmenica pomeriggio a spasso per Bergamo Alta.
http://www.ecodibergamo.it/stories/C...to_1043163_11/
Ugo Fantozzi no está en línea   Reply With Quote
Old January 27th, 2014, 08:32 PM   #235
ricpast
Ricco & Intelligente
 
ricpast's Avatar
 
Join Date: Nov 2008
Location: Patavium
Posts: 3,094
Likes (Received): 1405

Quote:
Originally Posted by Orendus View Post
Da Bergamonews.it:


Polo del Lusso
Azzano dà il via libera:
partono subito i lavori



[IMG]http://i54.************/zw0xts.jpg[/IMG]


Partono i lavori per il Polo del lusso giusto in tempo per evitare la nuova norma dell’Enav (Ente Nazionale per l'Aviazione Civile) che prevede una fascia di sicurezza di un chilometro su entrambi i lati della pista.
Il 22 luglio scorso la Finser Spa, di cui è amministratore unico Antonio Percassi, ha ritirato al Comune di Azzano San Paolo la licenza per costruire. Il Polo del lusso è un’opera faraonica – 148mila metri quadrati, 90mila per il commerciale e 58mila a finalità terziarie, per un investimento di circa 250milioni di euro – che sorgerà dietro l’attuale Orio Center.
“Sì, le concessioni per costruire sono state ritirate alcuni giorni fa – afferma Simona Pergreffi (Lega), sindaco di Azzano San Paolo –. Si tratta di permessi per le prime due fasi di attuazione. Stiamo parlando di 33mila metri quadrati per la prima fase e di 76 mila per la seconda. Rimane ferma la terza fase”.
Alla domanda quando dovrebbero partire i lavori, il primo cittadino risponde puntuale: “Credo a breve, subito dopo Ferragosto”.
E la nuova normativa dell’Enac di introdurre una fascia di sicurezza di un chilometro ai lati della pista? “Si tratta di solamente di una proposta, che potrebbe essere introdotta nei prossimi mesi – aggiunge subito il sindaco Pergreffi –. Comunque influisce sul nuovo costruito e non sull’esistente”.
Quindi non sul Polo del lusso, perché sulla carta esiste già. Pare che la Finser, visto il momento di crisi, non volesse più investire su questo progetto, ma i 7milioni e mezzo di euro già versati al Comune di Azzano San Paolo erano l’oggetto di una trattazione che vedevano l’amministrazione ben decisa a non restituire neppure un centesimo. Poi la svolta con accelerazione vista la proposta dell’Enac che non permetterebbe, nella nuova fascia di rischio, edifici ad alta capacità aggregativa come centri commerciali, industrie, stadi, attività pericolose ed istituti scolastici. Il Gruppo Percassi ottiene e ritira di corsa la concessione e nel giro di poche settimane apre il cantiere della prima fase di attuazione. Anche perché il primo lotto - galleria commerciale ed una struttura cinematografica con quindici sale per 3.410 posti - è già stata ceduta alcuni mesi fa alla Commerz Real AG, società tedesca proprietaria del centro commerciale Orio Center. Il passaggio si è reso necessario perché Commerz Real Ag aveva diffidato il gruppo Percassi a costruire e collegarsi all'edificio di Orio Center per due motivi: per la differenza di proprietà e per concorrenza diretta, visto che il nuovo Polo del Lusso avrebbe ospitato negozi e supermercati. Per il secondo lotto, di 76mila metri quadri, il Gruppo Percassi vorrebbe avviare i lavori per poi terminarli in un secondo tempo, superata questa fase di crisi.
Il Polo del lusso con i suoi 109mila metri quadrati finora autorizzati sarebbe una struttura molto più grande di Orio Center (che è di circa 75mila metri quadrati) di circa 34mila metri.
La terza fase che comprende la serie di torri che ospiterebbero la clinica medica e gli uffici sarebbe ferma al palo. Il motivo è da ricercare nell'altezza degli edifici, non idonea vista la vicinanza con la torre di controllo dell'aeroporto. Insomma, il progetto originale del Polo del lusso, così come ideato dallo studio di architettura Asymptote, deve essere stato rimaneggiato per rispondere a tutte le esigenze di sicurezza e per mancanza di fondi. Se i cantieri apriranno fra pochi giorni, c'è ancora l'incognita sulle opere legate alla viabilità già congestionata in quella zona. Nell'accordo di programma siglato con la Regione la società di Percassi si impegnava a realizzare uno svincolo a due livelli sulla statale 591, una rotatoria sulla strada provinciale 115 Vecchia Cremasca e la formazione della doppia carreggiata sulla strada provinciale 116.

a che punto sono con questa stazione orbitale Startrek?
ricpast no está en línea   Reply With Quote
Old January 28th, 2014, 07:25 PM   #236
_emy
Registered User
 
_emy's Avatar
 
Join Date: Dec 2008
Posts: 1,199
Likes (Received): 85

A un brutto punto

http://www.ecodibergamo.it/stories/C...uspe/?attach_m
_emy no está en línea   Reply With Quote
Old January 31st, 2014, 10:50 AM   #237
Ugo Fantozzi
Registered User
 
Ugo Fantozzi's Avatar
 
Join Date: Aug 2013
Posts: 4,299
Likes (Received): 504

Corse da incubo in Val Seriana Ai conducenti minacce e insulti

http://www.ecodibergamo.it/stories/C...ti_1043788_11/
Ugo Fantozzi no está en línea   Reply With Quote
Old December 20th, 2014, 06:40 PM   #238
Beppe74
Registered User
 
Beppe74's Avatar
 
Join Date: Feb 2013
Location: Difficile Stabilirlo!!
Posts: 401
Likes (Received): 269

http://bergamo.corriere.it/foto-gall...4007228e.shtml Magica Bergamo!
__________________
AHO ATH AUH BCN BEG BOG BLQ CDG CTA DXB DUB EZE FLR IBZ IST GDN GOA LIN LCY LHR MAD MCT MUC MXP NAP PMO PSA CIA FCO STN TRS TRN VCE VRN

"Una volta che avrete conosciuto il volo, camminerete sulla terra guardando il cielo, perché là siete stati e là desidererete tornare" LdV
Beppe74 no está en línea   Reply With Quote


Reply

Tags
bergamo

Thread Tools

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off

Related topics on SkyscraperCity


All times are GMT +2. The time now is 10:33 AM.


Powered by vBulletin® Version 3.8.11 Beta 4
Copyright ©2000 - 2017, vBulletin Solutions Inc.
Feedback Buttons provided by Advanced Post Thanks / Like (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2017 DragonByte Technologies Ltd.

vBulletin Optimisation provided by vB Optimise (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2017 DragonByte Technologies Ltd.

SkyscraperCity ☆ In Urbanity We trust ☆ about us | privacy policy | DMCA policy

Hosted by Blacksun, dedicated to this site too!
Forum server management by DaiTengu