daily menu » rate the banner | guess the city | one on oneforums map | privacy policy | DMCA | news magazine | posting guidelines

Go Back   SkyscraperCity > European Forums > Forum Italiano > Infrastrutture e Trasporti > Ferrovie > Archivio



Global Announcement

As a general reminder, please respect others and respect copyrights. Go here to familiarize yourself with our posting policy.


Reply

 
Thread Tools Rate Thread
Old December 12th, 2005, 04:15 PM   #1
Turnpike
amo luce
 
Turnpike's Avatar
 
Join Date: Feb 2005
Location: Torino
Posts: 639
Likes (Received): 3

SI TAV

Ciao a tutti..avrei bisogno di una mano da parte vostra.
Sono in contatto con un assessore del comune di Giaveno il cui sindaco partecipa all'eventuale firma della proposta fatta dal governo.
Lui mi ha portato un certo quantitativo di documentazione "ufficiale" NO TAV tipo valutazione impatto ambientale fatta dall'ospedale s. luigi di orbassano + tutta una serie di analisi fatte da economisti autorevoli.
Avrei necessità che mi postaste tutto ciò che avete a favore della TAV che si possa considerare ufficiale e non semplici opinioni (so perfettamente che l'ufficialità sia piuttosto opinabile) in modo da poterglielo fornire.
Io purtroppo non ho tempo di spazzolarmi tutti i vostri post degli ultimi 12 mesi e ho creato un nuovo 3D.
Grazie in anticipo.
__________________
Personal downsizing

Last edited by Turnpike; December 12th, 2005 at 04:39 PM.
Turnpike no está en línea   Reply With Quote

Sponsored Links
 
Old December 12th, 2005, 04:43 PM   #2
dreaad
Torino è elettronica!!
 
dreaad's Avatar
 
Join Date: Nov 2004
Location: TORINO[X]
Posts: 16,915
Likes (Received): 603

bisognerebbe cercare quello che dicono i verdi francesi.

quello che diciamo noi sono le solite cose che dicono i politici in merito al futuro traffico merci del corridoio 5
__________________
I TO
http://www.youtube.com/watch?v=sBiL2VLPmFo

«Torino è la città italiana in cui negli ultimi anni si è costruito di più, un processo che riguarda tutte le città post-industriali, destinate a diventare città del divertimento. Il modello, anche se non esplicito, è Las Vegas» (Giuseppe Culicchia)
dreaad no está en línea   Reply With Quote
Old December 12th, 2005, 04:48 PM   #3
Turnpike
amo luce
 
Turnpike's Avatar
 
Join Date: Feb 2005
Location: Torino
Posts: 639
Likes (Received): 3

Quote:
Originally Posted by dreaad
bisognerebbe cercare quello che dicono i verdi francesi.

quello che diciamo noi sono le solite cose che dicono i politici in merito al futuro traffico merci del corridoio 5
esatto....
tutto ciò che dicono i politici vale come il due di picche.
Bisogna avere dati!
__________________
Personal downsizing
Turnpike no está en línea   Reply With Quote
Old December 12th, 2005, 05:45 PM   #4
Thelème
European citizen
 
Thelème's Avatar
 
Join Date: Jul 2004
Location: Roma
Posts: 4,252
Likes (Received): 57

eh ma così c'è il rischio che abbia la meglio l'assessore
Thelème no está en línea   Reply With Quote
Old December 12th, 2005, 06:36 PM   #5
dreaad
Torino è elettronica!!
 
dreaad's Avatar
 
Join Date: Nov 2004
Location: TORINO[X]
Posts: 16,915
Likes (Received): 603

qui ci può essere qualcosa di utilie http://www.skugnizzo.it/sitav.htm

ho letto anche questo articolo http://www.skugnizzo.it/2005/12/cos-...mia-locale.htm se lo mettono nel .... da soli così

e poi anche qui (dove interviene gente esperta di ferrovie con dettagli tecnici) http://www.ferrovie.it/phpBB2/viewtopic.php?t=7435

e poi qui sull'ARPA riguardo l'amianto in val susa http://www.regione.piemonte.it/torin...icati/arpa.htm


ancora qui http://www.ferrovie.it/phpBB2/viewto...=asc&start=195 , http://rebellyon.info/article1192.html e tradotto in italiano http://www.corriere.it/Primo_Piano/C...giarotti1.html

un bel pdf col progetto intero dell'alptransit (gottardo) http://www.alptransit.ch/pages/img/p...2005_STUVA.pdf e del tunnel
in val susa http://www.ltf-sas.com/upload/File/6techniques1.pdf

ancora sulla svizzera (giusto per confronto) http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=47571


più avanti ti saprò dare altri link
__________________
I TO
http://www.youtube.com/watch?v=sBiL2VLPmFo

«Torino è la città italiana in cui negli ultimi anni si è costruito di più, un processo che riguarda tutte le città post-industriali, destinate a diventare città del divertimento. Il modello, anche se non esplicito, è Las Vegas» (Giuseppe Culicchia)
dreaad no está en línea   Reply With Quote
Old December 12th, 2005, 07:14 PM   #6
Thelème
European citizen
 
Thelème's Avatar
 
Join Date: Jul 2004
Location: Roma
Posts: 4,252
Likes (Received): 57

^un consiglio: non quotate "il giornale" all'assessore perchè vi riderà in faccia
Thelème no está en línea   Reply With Quote
Old December 12th, 2005, 07:30 PM   #7
Rhoy
Registered User
 
Join Date: Aug 2005
Posts: 2,696
Likes (Received): 2

se vuoi posso postarti due articoli Pro-tav uno dell'Economy e l'altro di Repubblica..

si tratta di critiche all'opposizione dei valsusini e al partito dei verdi italiano..
in quello di repubblica fa un breve ma efficace confronto tra i partiti dei verdi in Europa e quello italiano..

intnato ti posto questo link: http://sitav.splinder.com/
in realtà sarebe un blog ma all'interno ci sono dati della LTF /Lyon Turin Ferroviare) e si chiarisce come avverrà il trasporto su rotaia con l'AV..

Last edited by Rhoy; December 12th, 2005 at 07:42 PM.
Rhoy no está en línea   Reply With Quote
Old December 12th, 2005, 11:42 PM   #8
Tre_Punte
Registered User
 
Join Date: May 2004
Posts: 127
Likes (Received): 0

Tav bloccata? E la
Francia si arrabbia



Dopo lo stop dei cantieri in Val di Susa, parte la la protesta degli enti locali Oltralpe. Preoccupati per le conseguenze economiche e ambientali delle indecisioni italiane


Di Emanuela Mastropietro - da Lione


"L'Italia rischia di farci perdere il treno". Dopo i violenti scontri di Venaus e lo stop ai lavori per l'Alta Velocità in Val di Susa, i No Tav italiani stanno seriamente innervosendo la Francia. "Se la protesta non si calma, Bruxelles non finanzierà i lavori". Bernard Soulage, vicepresidente socialista della regione Rodano-Alpi, partner del Piemonte nel progetto dell'Alta Velocità tra Lione e Torino, parla davanti a un gruppo di giornalisti italiani e francesi (riuniti in occasione di una giornata di studi promossa dall'associazione ClubMediaFrance e all'ambasciatore italiano in Francia, Ludovico Ortona): "Capisco le inquietudini della popolazione italiana che vive nella zona interessata dai lavori- ammette il vicepresidente * ma credo anche che l'ostilità alla costruzione del tunnel sia dovuta a una certa disinformazione". In Italia, sostiene Soulage, l'accento è stato erroneamente messo sui vantaggi legati all'alta velocità: "In realtà, il principale obbiettivo della nuova linea, e del tunnel, è quello di proteggere l'ambiente: grazie al treno, libereremo dai camion le strade delle valli". Ogni anno, più di due milioni di tir attraversano il confine tra l'Italia e la Francia: "Ma vi rendete conto? Le valli italiane e francesi sono al limite dell'asfissia. Quando la Tav sarà pronta, si potranno finalmente trasportare 40 milioni di tonnellate di merci, riducendo drasticamente le emissioni d'anidride carbonica. Oggi, sulla vecchia linea ferroviaria ne viaggiano appena 15: il 75 per cento delle merci circola ancora su gomma. E non bisogna dimenticare che il traffico tra la Francia e l'Italia raddoppierà nei prossimi vent'anni".

Una previsione contestata dagli ecologisti italiani che si oppongono alla nuova linea ferroviaria, secondo i quali, tra il 1983 e il 2003, sulla rotta tra la Francia e l'Italia il trasporto merci è diminuito quasi del 20 per cento . Ma anche Soulage risponde con i numeri: "Riflettete solo sul fatto che la regione Rodano-Alpi è uno dei quattro grandi motori economici europei, insieme con il Baden Wurttenberg, la Catalogna e la Lombardia. Oggi sono circa 300 le filiali di aziende italiane insediate intorno a Lione e più di cento le imprese della nostra regione che hanno aperto una sede in Italia. Complessivamente, sono circa 2000 le aziende che esportano nel Nord Italia". D'accordo, ma restano i rischi ambientali gridati dai dimostranti No TavŠ"La popolazione della Val di Susa teme che durante gli scavi per la costruzione del tunnel ci si imbatta in filoni d'amianto. Si tratta di un rischio perfettamente controllabile: i nostri macchinari sono in grado d'aspirare eventuali polveri d'amianto prodotte dai lavori traforo", replica Soulage.

In Francia, il cantiere della Tav è già in piena attività e Soulage ne parla con entusiasmo: "Dovete andare a visitarlo * dice rivolgendosi ai giornalisti * è davvero impressionante. Capite, la Lione Torino ha una grande importanza strategica in Europa: è l'anello mancante dell' asse ovest- est che permetterà di collegare Lisbona a Kiev. E proprio Lione sarà uno snodo fondamentale anche sull'asse nord-sud, quello tra Londra e Napoli". Il progetto è grandioso, come i costi: la previsione per la Lione *Torino è di 12, 5 miliardi di euro. "Alla fine, Francia e Italia contribuiranno finanziariamente in ugual misura mentre l'Unione europea dovrebbe accollarsi il 50 per cento dei costi per la costruzione del tunnel"

Già, Bruxelles: "È fin troppo chiaro che solo i progetti sui quali non esiste nessuna forma di contestazione possono sperare d'ottenere un finanziamento dell'Unione europea * conclude Soulage - Se la crisi non si risolve in fretta, la Tav rischia di perdere a Bruxelles la priorità che si era guadagnata in questi anni. È un pericolo che non possiamo correre. Faremo di tutto, andremo in Italia: per proporre, per convincere, per collaborare. Non possiamo permetterci di restare tagliati fuori dall'Europa".

http://www.espressonline.it/eol/free...ontent=1213452
Tre_Punte no está en línea   Reply With Quote
Old December 13th, 2005, 09:17 AM   #9
Turnpike
amo luce
 
Turnpike's Avatar
 
Join Date: Feb 2005
Location: Torino
Posts: 639
Likes (Received): 3

Quote:
Originally Posted by Rhoy
se vuoi posso postarti due articoli Pro-tav uno dell'Economy e l'altro di Repubblica..
Yes, go ahead!
__________________
Personal downsizing
Turnpike no está en línea   Reply With Quote
Old December 14th, 2005, 04:16 PM   #10
Turnpike
amo luce
 
Turnpike's Avatar
 
Join Date: Feb 2005
Location: Torino
Posts: 639
Likes (Received): 3

Quote:
Originally Posted by Rhoy
se vuoi posso postarti due articoli Pro-tav uno dell'Economy e l'altro di Repubblica..
cu cu...per un gentiluomo ogni promessa è debito.
__________________
Personal downsizing
Turnpike no está en línea   Reply With Quote
Old December 14th, 2005, 04:33 PM   #11
Sonic from Padova
Николай
 
Sonic from Padova's Avatar
 
Join Date: Nov 2004
Location: Padova oppure Berlino Est
Posts: 8,043
Likes (Received): 45

Quote:
Originally Posted by Tre_Punte
Tav bloccata? E la
Francia si arrabbia



Dopo lo stop dei cantieri in Val di Susa, parte la la protesta degli enti locali Oltralpe. Preoccupati per le conseguenze economiche e ambientali delle indecisioni italiane


Di Emanuela Mastropietro - da Lione


"L'Italia rischia di farci perdere il treno". Dopo i violenti scontri di Venaus e lo stop ai lavori per l'Alta Velocità in Val di Susa, i No Tav italiani stanno seriamente innervosendo la Francia. "Se la protesta non si calma, Bruxelles non finanzierà i lavori". Bernard Soulage, vicepresidente socialista della regione Rodano-Alpi, partner del Piemonte nel progetto dell'Alta Velocità tra Lione e Torino, parla davanti a un gruppo di giornalisti italiani e francesi (riuniti in occasione di una giornata di studi promossa dall'associazione ClubMediaFrance e all'ambasciatore italiano in Francia, Ludovico Ortona): "Capisco le inquietudini della popolazione italiana che vive nella zona interessata dai lavori- ammette il vicepresidente * ma credo anche che l'ostilità alla costruzione del tunnel sia dovuta a una certa disinformazione". In Italia, sostiene Soulage, l'accento è stato erroneamente messo sui vantaggi legati all'alta velocità: "In realtà, il principale obbiettivo della nuova linea, e del tunnel, è quello di proteggere l'ambiente: grazie al treno, libereremo dai camion le strade delle valli". Ogni anno, più di due milioni di tir attraversano il confine tra l'Italia e la Francia: "Ma vi rendete conto? Le valli italiane e francesi sono al limite dell'asfissia. Quando la Tav sarà pronta, si potranno finalmente trasportare 40 milioni di tonnellate di merci, riducendo drasticamente le emissioni d'anidride carbonica. Oggi, sulla vecchia linea ferroviaria ne viaggiano appena 15: il 75 per cento delle merci circola ancora su gomma. E non bisogna dimenticare che il traffico tra la Francia e l'Italia raddoppierà nei prossimi vent'anni".

Una previsione contestata dagli ecologisti italiani che si oppongono alla nuova linea ferroviaria, secondo i quali, tra il 1983 e il 2003, sulla rotta tra la Francia e l'Italia il trasporto merci è diminuito quasi del 20 per cento . Ma anche Soulage risponde con i numeri: "Riflettete solo sul fatto che la regione Rodano-Alpi è uno dei quattro grandi motori economici europei, insieme con il Baden Wurttenberg, la Catalogna e la Lombardia. Oggi sono circa 300 le filiali di aziende italiane insediate intorno a Lione e più di cento le imprese della nostra regione che hanno aperto una sede in Italia. Complessivamente, sono circa 2000 le aziende che esportano nel Nord Italia". D'accordo, ma restano i rischi ambientali gridati dai dimostranti No TavŠ"La popolazione della Val di Susa teme che durante gli scavi per la costruzione del tunnel ci si imbatta in filoni d'amianto. Si tratta di un rischio perfettamente controllabile: i nostri macchinari sono in grado d'aspirare eventuali polveri d'amianto prodotte dai lavori traforo", replica Soulage.

In Francia, il cantiere della Tav è già in piena attività e Soulage ne parla con entusiasmo: "Dovete andare a visitarlo * dice rivolgendosi ai giornalisti * è davvero impressionante. Capite, la Lione Torino ha una grande importanza strategica in Europa: è l'anello mancante dell' asse ovest- est che permetterà di collegare Lisbona a Kiev. E proprio Lione sarà uno snodo fondamentale anche sull'asse nord-sud, quello tra Londra e Napoli". Il progetto è grandioso, come i costi: la previsione per la Lione *Torino è di 12, 5 miliardi di euro. "Alla fine, Francia e Italia contribuiranno finanziariamente in ugual misura mentre l'Unione europea dovrebbe accollarsi il 50 per cento dei costi per la costruzione del tunnel"

Già, Bruxelles: "È fin troppo chiaro che solo i progetti sui quali non esiste nessuna forma di contestazione possono sperare d'ottenere un finanziamento dell'Unione europea * conclude Soulage - Se la crisi non si risolve in fretta, la Tav rischia di perdere a Bruxelles la priorità che si era guadagnata in questi anni. È un pericolo che non possiamo correre. Faremo di tutto, andremo in Italia: per proporre, per convincere, per collaborare. Non possiamo permetterci di restare tagliati fuori dall'Europa".

http://www.espressonline.it/eol/free...ontent=1213452
Un bel grazie ai no TAV, bella figura del cazzo!
Sonic from Padova no está en línea   Reply With Quote
Old December 14th, 2005, 08:18 PM   #12
Rhoy
Registered User
 
Join Date: Aug 2005
Posts: 2,696
Likes (Received): 2

Quote:
Originally Posted by Turnpike
cu cu...per un gentiluomo ogni promessa è debito.
arrivo, arrivo..

articolo di Giorgio Mulè tratto dall'Economy di questa settimana

non so a cosa possa servire un articolo del genere dato che questi rimangono fermi e immobili sulle loro convinzioni..

Progresso, competitività e valli verdi

Non si può fermare il progresso. Ce lo hanno ripetuto fin da quando eravamo bambini. Nella storia dell'uomo c'è sempre stato qlc che si è messo di traverso sui binari di una ferrovia non gradita, su strade che non si voleva che fossero tracciate. Ma ogni volta, irrimediabilmente, è finita nella stessa maniera: quelle ferrovie e quelle strade sono state realizzate.
Non sarà quindi la protesta, anche se la più esacerbata, a deviare il corso dell'alta velocità ferroviaria da realizzare in val di susa. semplicemente, si farà. E non si tratta di una prova di arroganza del potere. O, peggio, di cecità rispetto alle ricadute ambientali che l'opera avrà sulla valle. In val di susa passa, molto banalmente, un pezzo del nostro futuro. Lo stesso che dovrà unire (perchè anche lì la Storia non dà molte chance) la Sicilia alla Calabria con lo stretto di Messina.
Si può discutere su ogni cosa, quindi anche sull'opportunità o meno della realizzazione di un'infrastruttura. Una volta che la decisione è presa, però, l'opera va realizzata. Punto. Il ragionamento potrà sembrare banale, eppure il grande clamore intorno alle vicende della val susa ci dice il contrario. C'è forse qualcuno che, obbiettivamente, può affermare che il Nord Europa, dove il rispetto dell'ambiente costituisce un valore fondante, sia governato dai barbari? che opere mastodontiche (pensate all'Oresund, il ponte lungo 16 km, che collega Svezia e Danimarca) siano state realizzate stuprando la natura incontaminata di quei luoghi?
Chiunque dotato di buon senso dovrà convenire che non è così. Perchè autostrade, ferrovie ad alta velocità, ponti (e via cantierando) rientrano nello sviluppo di un Paese. E nella sua capacità di competere, di avere una rete logistica al passo con i tempi e non sorpassata dai tempi. Altrimenti corriamo seriamente di essere come i bambini della canzone, quelli che fanno "oooh..."
di meraviglia, davanti alle imprese altrui. Di questo passo, continuando cioè a sospirare comitati locali e assessori malmostosi, finiremo solo col sospirare contemplativi "Ma com'è bella la mia valle", mentre tutt'intorno sfrecciano treni, auto e aerei che portano altrove benessere e sviluppo.
E già che siamo in tema di progresso, val la pena spendere qualche riga sulla proposta di Alberto Bombassei, vicepresidente di Confindustria: ha chiesto una maggiore flessibilità del lavoro che permetta di andare in fabbrica anche il sabato. Anche in questo caso, si tratta di un'idea logica e già sperimentata con successo in alcune aziende italiane (la Ferrari del presidente Montezemolo, per esempio). Basta un'occhiata alle differenze tra l'orario di lavoro italiano e quello degli Stati Uniti per rendersi conto di quale conto paghiamo in termini di produttività.
Per Bombassei, nell'industria privata siamo indietro di oltre 300 ore l'anno rispetto agli Usa. Significa che ogni cinque anni ne perdiamo uno di produzione. Mica male. Ma noi le ferie piacciono. E infatti, tanto per restare tra i dipendenti, un italiano dispone di 7,9 settimane di vacanza l'anno contro le 7 di francesi e spagnoli e le 6,5 degli inglesi. Insomma, lavorare al sabato dovrebbe essere già un dato acquisito. Dovrebbe appunto.



articolo di Curzio Maltese tratto da Il Venerdì di Repubblica

Se il laeader dei verdi fosse Grillo...

Le questioni legate all'ambiente e alla salute in Italia sono state risolte una volta per tutte con il divieto di fumare nei locali pubblici. Fine della riforma, applausi, sipario. L'ambientallismo italiano esprime il peggior partito dei Verdi d'Europa, non a caso fermo al due per cento contro il dieci di francesi e tedeschi. Forse perchè non parla quasi mai di ambiente, affascinato com'è dal politichese in voga nel centrosinistra. Neppure per difendere le proprie, rare conquiste. Per esempio la raccolta differenziata dei rifiuti, voluta durante i governi dell'Ulivo dal ministro verde Ronchi. Si fa in tutta Europa, da noi è sparita di colpo e nessuno e nessuno è preoccupato dal proliferare di discariche spesso clandestine e controllate dalle ecomafie. Un condono dopo l'altro l'Italia diventa ogni anno di più il Far West ambientale. Ma la protesta si anima soltanto sulla spinta di quello che gli americani chiamano effetto Nimby (Not In My Backyard),. La montagna di scorie nucleari non interessa a meno che non si decida di concentrarle in Basilicata e allora giustamente i cittadini lucani protestano a Roma. L'alta velocità è meravigliosa ma non qui in val di susa, eccetera...

Nella placida Svizzera, che non è esattamente un Paese estremista, la settimana scorsa un referundum promosso da ambientalisti ha proibito il commercio di Ogm per i prossimi cinque anni. Sarà magari una soluzione eccessiva, ma intanto la questione è al centro del dibattito politico. In Italia non si ricorda una delle inutili serate televisive dedicate al tema degli Ogm, cioè al problema di che cosa mettiamo in tavola tutti i giorni, che forse merita un pò più di attenzione del delitto di Cogne. Sempre in Svizzera, non nella Spagna bolscevica di Zapatero, il governo ha studiato un piano per eliminare la circolazione dei Tir. Prima del 2011 nella Confederazione il 100% delle merci sarà trasportato su rotaia. I camion non potranno varcare le frontiere elvetiche e verrano probabilmente dirottati sull'Italia, dove l' 80% delle merci viaggia su gomma e a nessuno importa dell'inquinamento, dell'estinzione delle foreste e delle migliaia di morti per incidenti stradali.
Con queste storie il mio amico Beppe Grillo riempie da 20 anni i palazzetti dello sport in tutta Italia, ha aperto un blog che è fra i più visitati del Pianeta ed è stato eletto dalla stampa americana "eroe italiano". Mi domando se anche Pecoraro Scanio non potrebbe ogni tanto dedicarvi qualche frase, oltre naturalmente a occuparsi ossessivamente delle faccende interne all'alleanza elettorale. In alterntiva, propongo a Beppe Grillo di candidarsi come leader degli ambientalisti italiani. Scommettiamo che i Verdi diventerebbero il terzo partito italiano?
Rhoy no está en línea   Reply With Quote
Old December 15th, 2005, 11:18 AM   #13
Turnpike
amo luce
 
Turnpike's Avatar
 
Join Date: Feb 2005
Location: Torino
Posts: 639
Likes (Received): 3

Sei un gentiluomo.
Grazie.
__________________
Personal downsizing
Turnpike no está en línea   Reply With Quote
Old December 15th, 2005, 11:18 AM   #14
Turnpike
amo luce
 
Turnpike's Avatar
 
Join Date: Feb 2005
Location: Torino
Posts: 639
Likes (Received): 3

Sei un gentiluomo.
Grazie.
__________________
Personal downsizing
Turnpike no está en línea   Reply With Quote
Old December 15th, 2005, 01:39 PM   #15
Eleinad
Kunst um der Kunst willen
 
Eleinad's Avatar
 
Join Date: Sep 2005
Location: Milan
Posts: 5,081
Likes (Received): 1228


Turnpike la frase "You can fool all the people some of the time, and some of the people all the time, but you cannot fool all the people all the time" è di Abraham Lincoln, la frase completa è: "If you once forfeit the confidence of your fellow citizens, you can never regain their respect and esteem. It is true that you may fool all of the people some of the time; you can even fool some of the people all of the time; but you can’t fool all of the people all of the time."
Eleinad no está en línea   Reply With Quote
Old December 15th, 2005, 03:17 PM   #16
Turnpike
amo luce
 
Turnpike's Avatar
 
Join Date: Feb 2005
Location: Torino
Posts: 639
Likes (Received): 3

«Il massimo della stupidità si raggiunge non tanto ingannando gli altri ma se stessi, sapendolo. Si può ingannare tutti una volta, qualcuno qualche volta, mai tutti per sempre.»
J.F. Kennedy
__________________
Personal downsizing
Turnpike no está en línea   Reply With Quote
Old December 15th, 2005, 05:11 PM   #17
Eleinad
Kunst um der Kunst willen
 
Eleinad's Avatar
 
Join Date: Sep 2005
Location: Milan
Posts: 5,081
Likes (Received): 1228

Kennedy avrà citato Lincoln, dati i 100 anni che li separano
Eleinad no está en línea   Reply With Quote
Old December 15th, 2005, 05:18 PM   #18
Turnpike
amo luce
 
Turnpike's Avatar
 
Join Date: Feb 2005
Location: Torino
Posts: 639
Likes (Received): 3

Quote:
Originally Posted by Eleinad76
Kennedy avrà citato Lincoln, dati i 100 anni che li separano
Tant'è
__________________
Personal downsizing
Turnpike no está en línea   Reply With Quote
Old December 16th, 2005, 01:47 PM   #19
Paxromana
ad mos maiorum
 
Paxromana's Avatar
 
Join Date: Sep 2004
Location: Rome - Milan (born)
Posts: 1,800
Likes (Received): 129

Alta Velocità Roma-Napoli: entro Natale il viaggio inaugurale
16/12/2005

Al viaggio inaugurale sarà presente il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, con il ministro dell’Economia Giulio Tremonti, il ministro delle Infrastrutture e Trasporti Pietro Lunardi e il presidente e amministratore delegato delle Ferrovie dello Stato Elio Catania.

L’avvio della nuova linea ferroviaria sarà un momento di grande significato nel processo di ammodernamento della rete ferroviaria del Paese, iniziando a colmare quel deficit di mobilità e di logistica che ancora divide l’Italia dagli altri grandi partner dell’Unione Europea.

La linea, che consentirà ai treni di raggiungere la velocità di 300 chilometri all’ora, si affianca e potenzia il sistema di trasporto tra Roma e Napoli con ricadute immediate sul sistema di trasporto regionale e delle merci. Il traffico merci e passeggeri verrà infatti distribuito con maggiore efficienza, con notevoli benefici per i treni pendolari, in un’opera di razionalizzazione già avviata con l’entrata in vigore, domenica 11 dicembre, del nuovo orario ferroviario.

Dopo la Roma-Napoli entreranno via via in funzione altri tratti di linea veloce. La Torino-Novara sarà operativa il prossimo febbraio per le Olimpiadi invernali del 2006 e sarà seguita da un primo tratto della Milano-Bologna che entrerà gradualmente in attività e completata tra il 2007 e il 2008. Nello stesso anno verranno attivate la Bologna-Firenze e quindi la Novara-Milano. L’intero progetto Alta Velocità / Alta Capacità Torino – Milano – Napoli sarà operativo nei primi mesi 2009. Il progetto prevede anche un asse orizzontale da Torino a Venezia (con l’attivazione nel 2006 dei tratti Padova – Mestre e Treviglio – Milano) e il Terzo Valico dei Giovi sul percorso Genova – Milano.

Le nuove infrastrutture ferroviarie fanno tutte parte dei corridoi internazionali che permetteranno l’aggancio della rete ferroviaria italiana, attraverso i valichi transfrontalieri, con il sistema europeo dei trasporti, le cosiddette reti TEN (Trans European Network).

Il sistema Alta Velocità/Alta Capacità inciderà sensibilmente sulla qualità della mobilità degli italiani, abbreviando le distanze sul territorio nazionale. Al completamento dell’asse verticale Napoli – Roma – Milano, sarà possibile viaggiare dal centro di Roma a quello di Milano in tre ore, e da Roma a Torino in quattro ore. La linea che partirà per prima permetterà di risparmiare subito venti minuti sugli attuali tempi di percorrenza e consentirà, una volta completati i raccordi di accesso a Roma e a Napoli, di viaggiare tra le due città in poco più di un’ora.

Al viaggio seguirà una fase dimostrativa della durata di alcune settimane, durante la quale le Ferrovie dello Stato inviteranno la clientela e i rappresentanti delle istituzioni a sperimentare il servizio passeggeri Roma – Napoli AV.

Esaurita la fase dimostrativa, nel corso di gennaio 2006, la linea verrà percorsa giornalmente su base commerciale da quattro treni ETR 500 AV, in aggiunta ai treni già oggi impiegati sulle linee tradizionali. Successivamente, il servizio verrà gradualmente potenziato.

Lungo la tratta è previsto l’impiego di treni provvisti di particolari comfort e dotazioni tecnologiche. Il servizio passeggeri Alta Velocità sarà infatti un servizio di eccellenza. Gli equipaggi dei treni verranno rafforzati con squadre di assistenti di viaggio a disposizione dei passeggeri e verranno attivati a bordo collegamenti telematici. Inoltre, sono già in funzione a Roma Termini e a Napoli Centrale due esclusive sale di accoglienza per i passeggeri dei treni ad Alta Velocità.

C.S. TAV.
Paxromana no está en línea   Reply With Quote
Old December 16th, 2005, 02:12 PM   #20
damon milan
Mediolanense User
 
Join Date: Oct 2004
Location: milano
Posts: 452
Likes (Received): 0

altro punto a favore dalla tav:
se guardi tra gli articoli di tempi che ho postato c'è l'intervista al parlamentare valsusino, ex sindaco ecc ecc.
tra i vari punti a favore che elenca c'è una cosa interessante. dice chepochi anni fa è stato fatto un tunnel di 30 m per una centrale elettrica..
purtroppo non ne so altro, però se riesci ad informarti meglio è un buon punto a favore, perchè se lo scavo è stato fatto senza che nessuno protestasse, senza che nessuno parlasse di amianto e senza che nessun abitante stramazzasse al suolo soffocato da nubi tossiche significa che le obiezioni alzate ora per il tunnel della tav sono del tutto infondate..
se trovo qualos'altro te lo posta, intanto prova a cercare anche tu.
damon milan no está en línea   Reply With Quote


Reply

Tags
alta velocità

Thread Tools
Rate This Thread
Rate This Thread:

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off



All times are GMT +2. The time now is 10:48 AM.


Powered by vBulletin® Version 3.8.8 Beta 1
Copyright ©2000 - 2014, vBulletin Solutions, Inc.
Feedback Buttons provided by Advanced Post Thanks / Like v3.2.5 (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2014 DragonByte Technologies Ltd.

vBulletin Optimisation provided by vB Optimise (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2014 DragonByte Technologies Ltd.

SkyscraperCity ☆ In Urbanity We trust ☆ about us | privacy policy | DMCA policy

Hosted by Blacksun, dedicated to this site too!
Forum server management by DaiTengu