daily menu » rate the banner | guess the city | one on oneforums map | privacy policy | DMCA | news magazine | posting guidelines

Go Back   SkyscraperCity > European Forums > Forum Italiano > Architettura e Urbanistica > Progetti in Italia



Global Announcement

As a general reminder, please respect others and respect copyrights. Go here to familiarize yourself with our posting policy.


Reply

 
Thread Tools Rating: Thread Rating: 1 votes, 2.00 average.
Old June 10th, 2010, 04:23 PM   #1
Madeco
Registered User
 
Join Date: Sep 2004
Posts: 10,917
Likes (Received): 37

NaplEST: progetti per l'area est di Napoli



L’idea di NaplEst, nata da un gruppo di imprenditori privati che, senza ricorrere a finanziamenti pubblici, vogliono valorizzare attraverso una serie di interventi mirati la zona est di Napoli.

I progetti

L’idea è quella di proporre alcuni progetti tra i più interessanti e concreti sviluppati senza risorse pubbliche, che nel complesso riguardano un investimento che supera i 2 miliardi di euro, e che rappresentano un segnale forte e concreto delle tante energie positive presenti nell’area. Si tratta, quindi, di fare comunicazione nel senso far conoscere e valorizzare, e soprattutto di costruire un’azione di marketing territoriale, che possa promuovere un prodotto comunicando un contesto ed un progetto di trasformazione, che susciti l’interesse della comunità rendendola parte attiva del progetto, che incrementi la brand reputation e la visibilità dei promotori delle singole iniziative. Le iniziative da presentare, in quello che è tradizionalmente territorio di spesa pubblica, rappresentano un’inversione di tendenza da supportare come processo, e con la loro articolazione tratteggiano uno spaccato significativo di come potrà cambiare l’area orientale della città con interventi per la residenza, i servizi, le attività commerciali e terziarie, la riqualificazione del waterfront, le attrezzature per il diportismo, le strutture per il tempo libero e per il turismo, la grande distribuzione e le infrastrutture per la logistica.


Quote:
Ecco tutti i progetti in campo:

1) Brin 69 Recupero complesso industriale ex Mecfond
Promotore: Aedifica Srl
Tempi di realizzazione: conclusione investimento anno 2011- lavori in corso

2) Completamento e riqualificazione del comparto orientale del Centro Direzionale di Napoli
Promotore: Agorà 6 Spa
Tempi di realizzazione: conclusione investimento anno 2015

3) Completamento dell'ex Isola 8 del Centro Direzionale di Napoli
Promotore: Consorzio per il comparto Cd
Tempi di realizzazione: conclusione investimento anno 2015

4) Riqualificazione delle Isole edificatorie 17 e 18 del Centro Direzionale di Napoli
Promotore: Garcos Srl
Tempi di realizzazione: conclusione investimento anno 2015

5) Programma di Recupero Urbano Rione S. Alfonso
Promotore: ATI PA.CO- Pacifico costruzioni Spa: Co.Ge.Pa Costruzioni generali Spa; Enrico Del Gaudio Spa; Credendino Costruzioni Spa
Tempi di realizzazione: da settembre 2010 a dicembre 2013

6) Metropolitana di Napoli
Promotore: Mn Metropolitana di Napoli Spa
Tempi di realizzazione: 2015

7) Recupero complesso industriale ex Interfan
Promotore: Vegagest Immobiliare Sgr spa
Tempi di realizzazione: da settembre 2008 a dicembre 2010 – lavori in corso

8) Realizzazione del Terminal di levante
Promotore: Conateco Spa
Tempi di realizzazione: 3 anni 2010-2013

9) Realizzazione di un porto turistico e infrastrutture a Vigliena (San Giovanni a Teduccio)
Promotore: Porto Fiorito S.p.A
Tempi di realizzazione : conclusione investimento 2013 – lavori in corso

10) Riqualificazione dell'area industriale dismessa Feltrinelli a Gianturco
Promotore: Gruppo Aedes Spa
Tempi di realizzazione: 5/6 anni dall’approvazione dello strumento di pianificazione esecutivo

11) Riqualificazione dell'Area Eni dell' Ex deposito costiero Agip
Promotore: Eni Spa
Tempi di realizzazione: completamento investimento anno 2016

12) Riqualificazione urbana delle aree deposito Q8 a Napoli est
Promotore: Kuwait Petroleum Spa
Tempi di realizzazione: completamento investimento anno 2018

13) Realizzazione di un'attrezzatura urbana e territoriale per la musica ed i grandi eventi con annesse strutture complementari di servizi
Promotore: Palaponticelli Srl
Tempi di realizzazione: 3 anni 2010-2013

14) Ristrutturazione urbanistica dell'area ex Breglia
Promotore: Consorzio per la Riqualificazione di Ponticelli
Tempi di realizzazione: in corso e fino al 2013

15) Parco urbano e attrezzature per il tempo libero ed il commercio a Ponticelli
Promotore: Mata Srl
Tempi di realizzazione: dal 2012 al 2015 – 3 anni

16) Riqualificazione di un area dismessa per il centro commerciale Auchan in via Argine
Promotore: Icn Spa Cogei costruzioni Spa
Tempi: Completato

Last edited by Madeco; June 10th, 2010 at 06:46 PM.
Madeco no está en línea   Reply With Quote

Sponsored Links
 
Old June 10th, 2010, 04:34 PM   #2
1799
BANNED
 
Join Date: Jan 2009
Location: vomero is not casacelle
Posts: 4,984
Likes (Received): 8

Napoli est, ecco le aree da trasformare
I rendering e le zone oggetto della riqualificazione
Gran concerto di Muti per il taglio del nastro


NAPOLI - La zona orientale di Napoli cambia volto. Questa la promessa di una cordata di imprenditori napoletani, tra cui Marilù Faraone Mennella D'Amato, che sotto il marchio «Naplest - viva, Napoli vive!» ha raggruppato una serie di progetti faraonici finalizzati a riqualificare un'immensa area depressa da quarant'anni. Ovvero la zona industriale di Gianturco, da alcuni ribattezzata "Gianturkistan", e poi i territori di Barra e Ponticelli, e i quartieri di Poggioreale e San Giovanni a Teduccio.

I progetti per Napoli est: le immagini

In campo la cifra iperbolica di 2 miliardi di euro per trasformare uno spazio enorme pari quasi a un terzo della città, con 120mila residenti. Un'iniziativa ambiziosa visto che Napoli est resta da dieci anni un'incognita anche più di Napoli ovest, cioè Bagnoli e area Italsider che, nei suoi immensi ritardi di bonifica, sembra ora aver imbroccato il canale giusto (a bando da alcune settimane il primo lotto da 56 milioni di euro). Una serie di progetti - diciotto in tutto, guarda la fotogallery linkata in questa pagina - la cui messa in opera dovrebbe produrre, nelle previsioni, oltre 26mila posti di lavoro. I cantieri aperti, in particolare, occuperanno per tre anni 15 mila persone e pare sia già avviato con la Prefettura un piano mirato di vigilanza e la sicurezza. Siamo sempre nel «Gianturkistan».

LA CGIL: TAVOLO DI VERIFICA - Apprezzamento per «Naplest» anche da parte della Cgil Campania: «La proposta - si legge in una nota - rappresenta un importante terreno di confronto per il recupero e lo sviluppo di un'area fondamentale per il futuro non solo della città di Napoli». La Cgil auspica l'apertura formale di un tavolo di verifica dei diversi progetti presentati, «delle ricadute occupazionali, della sicurezza e trasparenza nell'azione amministrativa».

http://corrieredelmezzogiorno.corrie...74646657.shtml


La veduta complessiva dell'area orientale di Napoli nel rendering dello studio Cisnetto




Deposito Kuwait Petroleum vista dall'alto


Riqualificazione dell'area Kuwait




Il porto di Vigliena



Area Eni


Come sarà




Il rendering dell'Auchan


L'area Brin


Isola 17


Rione S.Alfonso




NaplEst, la città a Oriente
trova 26mila nuovi occupati
Faraone Mennella: investimenti per 2,3 miliardi


NAPOLI— I progetti cammineranno con le loro gambe; NaplEst sarà la cornice con il compito arduo di mettere tutte e 18 le iniziative private, che si stanno ultimando e che si ultimeranno, a «fattor comune». Progetti diversi per un valore di due miliardi e 300 mila euro ma che in un’ottica di rete, possono rivalorizzare quell’area, considerata - per diversi fattori: criminalità, abbandono istituzionale, sfilacciamento sociale - «figlia» di un dio minore.

NaplEst è stato presentato ieri, lunedì, a Palazzo Caracciolo, rinato ad albergo di lusso, da Enrico Cisnetto, giornalista economico e interfaccia mediatica del progetto; Marilù Faraone Mennella, costruttrice e presidente del comitato promotore; e Luca Meldolesi, ordinario di Politica economica alla Federico II. Suo uno studio economico-sociale sull’area orientale (223 le imprese censite, 82 quelle intervistate. «Ci sono segmenti di economia vitale, pur ra mille difficoltà c’è un desiderio di farcela. Molte capacità e risorse sono nascoste o utilizzate male», racconta lo studio); sua l’individuazione della delegazione napoletana che andrà, dietro borsa di studio, allo Iacocca Institute (tre studentesse partenopee: Arianna Cesareo, Jessica Faruolo e Sabrina Saporito; una calabrese, Roberta Citrigno; una ghanese). Da dove cominciare dunque? Dai numeri di NaplEst. Quattro sono i quartieri interessati dai progetti: Barra, Ponticelli, San Giovanni a Teduccio, Poggioreale. Delle risorse private investite s’è detto: un valore pari al 10% della manovra finanziaria appena varata. I cantieri aperti occuperanno per tre anni 15 mila persone (già avviato con la Prefettura un piano mirato di vigilanza); le iniziative in campo a pieno regime daranno lavoro a 26 mila individui. L’area interessata è mastodontica: 266 ettari; di questi 90 ettari saranno adibiti a parco verde (9 volte la villa comunale di Napoli). Restano i tempi del ‘‘fare’’. Su questo punto Faraone Mennella è stata chiarissima. «Un intervento è già terminato, quello della Auchan; tre saranno ultimati entro il 2011. Cinque nel 2013 gli altri entro il 2015». Quello delle scadenze certe è un punto fondante, cui richiama anche un commento politico ad opera proprio di Faraone Mennella. «La Lega chiede concretezza— afferma —. Al Nord si hanno obiettivi chiari; il Carroccio appoggia e si realizzano. E’ un giusto governare quello leghista: chapeau; ma ha un limite: mira a spaccare il Paese. Non è un disegno di ricucitura. Qui al Sud c’è molto da fare e fare in tempi certi. Questa iniziativa mira a ricucire, a proporre coesione politica».

Tocca a Cisnetto una piccola regressione, allorquando si era alla ricerca di un logo che desse il segno dell’iniziativa. «Ci piacque — ricorda— la parola nest, che in inglese significa ‘‘nido’’, ‘‘porto sicuro’’. Poi è diventato NaplEst, per richiamare Napoli ma lasciare intatta l’idea di una iniziativa che incuba progetti che hanno già nelle carte la loro certezza». I progetti, allora. Ben 18 (in realtà 15, ma uno si divide in tre): completamento e riqualificazione del comparto orientale del Centro direzionale (promotore Agorà 6); completamento dell'ex Isola 8 del Centro direzionale di Napoli (Consorzio per il comparto Cd); realizzazione di un'attrezzatura urbana e territoriale per la musica ed i grandi eventi con annesse strutture complementari di servizi (Palaponticelli srl); realizzazione di un porto turistico e relative infrastrutture a terra a Vigliena (Porto Fiorito Spa); ristrutturazione urbanistica dell’area ex Breglia (Consorzio per la riqualificazione di Ponticelli); Brin 69, recupero complesso industriale ex Mecfond (Aedifica); riqualificazione delle Isole edificatorie 17 e 18 del Centro direzionale di Napoli (Garcos); realizzazione del Terminal di levante (Co.na.te.co); rqualificazione dell’area Eni dell’ex deposito costiero Agip (Eni); eecupero complesso industriale ex Interfan (Vegagest immobiliare Sgr); programma di recupero rrbano rione Sant’Alfonso (Ati Pa.Co. Pacifico costruzioni; Co. Ge. Pa. Costruzioni generali; Enrico Del Gaudio; Credendino Costruzioni); Metropolitana di Napoli (Metropolitana di Napoli); riqualificazione urbana delle aree deposito K8 a Napoli Est (Kuwait Petroleum); Eco-Quartier, riqualificazione dell'area industriale dismessa Feltrinelli a Gianturco (Gruppo Aedes); parco urbano e attrezzature per il tempo libero ed il commercio a Ponticelli (Mata). Quando poi s’è pensato di trovare un volto che facesse da testimonial all’iniziativa (che sarà presentata dopodomani al cantiere Brin, ore 16) il pensiero è corso al maestro Riccardo Muti. Sarà lui a dirigere (ore 21.15) l’orchestra giovanile ‘‘ Cherubini’’ nel Teatro Grande di Pompei.

Last edited by 1799; June 10th, 2010 at 04:49 PM.
1799 no está en línea   Reply With Quote
Old June 10th, 2010, 04:36 PM   #3
Madeco
Registered User
 
Join Date: Sep 2004
Posts: 10,917
Likes (Received): 37

Più tardi inserisco tutte le schede in modo tale da mettere tutto con ordine
Madeco no está en línea   Reply With Quote
Old June 10th, 2010, 04:56 PM   #4
Madeco
Registered User
 
Join Date: Sep 2004
Posts: 10,917
Likes (Received): 37

“PUA Area Ex Breglia”

Un’area di Ponticelli, quartiere degradato nella periferia orientale di Napoli, sta per diventare un vero e proprio pezzo di città

image hosted on flickr








(Immagini dal sito del Comune)

localizzazione: Ponticelli
soggetti attuatori: Città del Libro dell’Informazione e della Comunicazione Scpa, Immobiliare Ponticelli S.r.l., Nest S.r.l., SIAD ( Gruppo Decathlon)
costo complessivo: 90 milioni di Euro
dati dimensionali: 5,5 ha di area e circa 49.000 mq di SLP
interventi previsti: Riqualificazione della zona con realizzazione di insediamenti per attività industriali leggere, attività di ricerca , strutture ricettive e commerciali, edifici residenziali.
tempi di realizzazione: in corso e fino al 2013

Decrizione del progetto

Accanto al più grande Palaeventi d’Italia, una Casa della Musica e degli Spettacoli che avrà una capienza di circa 11.000 spettatori, con annessi spazi da destinare a funzioni complementari, culturali e sociali di attrezzature di quartiere e attività di supporto a destinazione commerciale e di ristoro saranno realizzati, in un esemplare mix di funzioni, insediamenti industriali leggeri, attività di ricerca, strutture ricettive e commerciali, edifici residenziali.

Un progetto attuativo della pianificazione strategica operata dal Comune di Napoli con il PRG, nel quale i promotori locali e significativamente la IDIS srl sono riusciti, attuando un adeguato marketing territoriale, a coinvolgere multinazionali del calibro del gruppo Decathlon che realizzerà il più grande negozio d’Italia (circa 7000 mq), del gruppo Accor, che realizzerà un hotel del marchio All seasons di 150 camere, e a mettere a sistema queste iniziative con la Città del libro dell’informazione e della Comunicazione, società consortile per azioni con 25 consorziati, che realizzerà un insediamento di filiera nel settore editoriale e dei servizi.

Promotori del Piano Urbanistico Attuativo e dell’intero progetto di riqualificazione dell’area ex Breglia sono la SIAD (gruppo Decathlon), l’Immobiliare Ponticelli srl, (franchising di Accor), la Città del libro, dell’informazione e della Comunicazione s.c.p.a., la Nest srl., per la torre residenziale.

Italo Calvino ha raccontato l’utopia di come dovrebbero essere le città e su come noi stessi, a volte, siamo portati a percepirle.
A questa utopia in divenire si ispira l’idea di città del progetto. Uno sguardo orientato a nuovi paesaggi, a possibili strade da percorrere per realizzare la contemporaneità, luoghi riconoscibili in cui la specificità e l’identità delle aree materiali e immateriali suggeriscono la via di una possibile proposta. L’idea di progetto, a partire da un giudizio di valore sull’attuale contesto, guarda ad un paesaggio più ampio a cui l’area di progetto appartiene. Legge le confluenze, le contraddizioni, la geografia, per assegnare al progetto un ruolo di “centralità” nel sistema urbano.

Una dimensione urbana che mira al ridisegno di “un pezzo di città” che come tale vive di complessità di uso e di fruizioni e nei quali i flussi e gli attraversamenti materiali e immateriali “costruiscono il nuovo assetto percettivo dei luoghi” In tale ottica, a seguito di una attenta analisi critica del contesto sono state individuate le “aspettative del luogo” ed è stata messa a punto una strategia di intervento, basata su un modello di sviluppo policentrico, in cui diversi poli collegati in rete interagiscono tra loro e con la città storica, contribuendo a ridefinirne i rapporti. Un progetto di strutturazione urbanistica che “abbatte i recinti”, che mette in relazione l’area con il contesto consentendone l’integrazione e lo scambio relazionale con le altre parti di città attraverso una rete infrastrutturale che riacquista una dimensione umana.

Funzioni polivalenti delle aree annesse si integrano a funzioni produttive, ricettive e residenziali consentendo di far vivere di giorno e di notte l’intero insediamento, luogo senza barriere, aperto e non recintato.

Parcheggi interrati, a raso e sul tetto, a servizio di tutti gli insediamenti per un totale di circa 5800 posti auto, consentono la fruibilità veicolare del complesso, mentre il ridisegno degli spazi aperti limitrofi pubblici e di uso pubblico consentirà la realizzazione di un’opera riqualificazione urbana più ampia.

L’area oggetto di intervento, che si estende per circa 60.000 mq (l’area oggetto di Pua è di circa 45.000mq), è ubicata nella periferia orientale della città di Napoli nel quartiere di Ponticelli posto ai piedi del Vesuvio. I lotti oggetto di intervento sono collocati tra via Argine, via L. Pacioli, via A. Merola e Via Faraone, in adiacenza alla S.S. 162.

Essi ricadono in zona B sottozona Bb, (zone di espansione recente).

Inoltre il progetto disegna la riqualificazione paesaggistica dell’intera area e realizza la risistemazione della viabilità al contorno.
Madeco no está en línea   Reply With Quote
Old June 10th, 2010, 05:02 PM   #5
Madeco
Registered User
 
Join Date: Sep 2004
Posts: 10,917
Likes (Received): 37

Quote:
Originally Posted by 1799 View Post
Il rendering dell'Auchan
Ma quale rendering è una foto. L'Auchan è stato aperto poche settimane fa.
Madeco no está en línea   Reply With Quote
Old June 10th, 2010, 05:04 PM   #6
1799
BANNED
 
Join Date: Jan 2009
Location: vomero is not casacelle
Posts: 4,984
Likes (Received): 8



forse al corriere del mezzogiorno pensano che rendering sia 'na cosa che se magna.
1799 no está en línea   Reply With Quote
Old June 10th, 2010, 05:22 PM   #7
Simone78
Lo scimmione
 
Simone78's Avatar
 
Join Date: Apr 2008
Location: Camerino/Milano Porta Romana
Posts: 1,794
Likes (Received): 65

Caspita, un bel progettone!
__________________
Respect frat matha****a e tutto quello che vi pare ma mi sembra tanto un bimbo autistico fatto di ketamina
Simone78 no está en línea   Reply With Quote
Old June 10th, 2010, 05:23 PM   #8
Simone78
Lo scimmione
 
Simone78's Avatar
 
Join Date: Apr 2008
Location: Camerino/Milano Porta Romana
Posts: 1,794
Likes (Received): 65

Mi incuriosisce parecchio quell'ufficio a forma di lucchetto. Che è?
__________________
Respect frat matha****a e tutto quello che vi pare ma mi sembra tanto un bimbo autistico fatto di ketamina
Simone78 no está en línea   Reply With Quote
Old June 10th, 2010, 05:31 PM   #9
oppard
Cumana user
 
oppard's Avatar
 
Join Date: Apr 2008
Posts: 547
Likes (Received): 0

Quello che non ho capito di NaplEst è se sia un consorzio di soggetti privati che realizzerà le opere seguendo i piani urbanistici del Comune, o se i progetti sono farina del loro sacco. Nel primo caso, un applauso ma mi sembra strano che dei privati si mettano a realizzare questi progetti senza nemmeno un soldo pubblico almeno per quelle parti non redditizie (mi riferisco soprattutto al verde urbano); nel secondo caso, ciò dimostrerebbe che non è vero che c'è sempre bisogno del controllo pubblico per realizzare opere urbanistiche sostenibili (gli slogan "colata di cemento", "matone selvaggio", "mani sulla città" ecc.).
oppard no está en línea   Reply With Quote
Old June 10th, 2010, 05:36 PM   #10
Madeco
Registered User
 
Join Date: Sep 2004
Posts: 10,917
Likes (Received): 37



I progetti sono realizzati seguendo il Piano Regolatore del Comune di Napoli (approvato nel 2004) e in accordo con l'assessorato all'urbanistica del Comune.
Ovviamente sono tutti progetti privati nel senso che tutte le opere saranno sicuramente remunerative per i privati (aziende, case, terziario). Allo stesso tempo saranno realizzate dagli stessi privati molte altre opere che resteranno in dote al Comune (piazze, scuole, strade, sottoservizi, infrastrutture)
Madeco no está en línea   Reply With Quote
Old June 10th, 2010, 05:44 PM   #11
ilovenapoli85
Free Palestine
 
ilovenapoli85's Avatar
 
Join Date: Oct 2009
Location: Another world
Posts: 5,022
Likes (Received): 450

molto interessante io abito proprio a ridosso da di gianturco
__________________
ilovenapoli85 está en línea ahora   Reply With Quote
Old June 10th, 2010, 05:51 PM   #12
Salvo84
Palla ar cazzo user
 
Salvo84's Avatar
 
Join Date: Jan 2009
Posts: 1,566
Likes (Received): 514

ma quindi, oltre all'Auchan da poco aperta, stanno già lavorando a Ponticelli per quel complesso? Al momento quali sono i cantieri già aperti?


ps: grazie Madeco per l'apertura del thread, avevo chiesto se c'erano informazioni su Napoli Est e sono stato accontentato subito
Salvo84 no está en línea   Reply With Quote
Old June 10th, 2010, 05:55 PM   #13
Madeco
Registered User
 
Join Date: Sep 2004
Posts: 10,917
Likes (Received): 37

Comunque, tralasciando i progetti, è veramente apprezzabile lo sforzo fatto, specialmente in un momento del genere, dove anche i fondi pubblici languono. In questo modo si avvieranno una serie di progetti privati in accordo con l'ente pubblico (Comune) dando non solo nuova linfa e vitalità al tessuto urbano attualmente degradato, ma dando anche la possibilità di nuove opportunità di lavoro.

Sarebbe bello poter "esportare" questo metodo (accordo privato+pubblico) per realizzare altre opere di qualità nella zona Nord di Napoli.

Last edited by Madeco; June 10th, 2010 at 06:02 PM.
Madeco no está en línea   Reply With Quote
Old June 10th, 2010, 05:58 PM   #14
ilovenapoli85
Free Palestine
 
ilovenapoli85's Avatar
 
Join Date: Oct 2009
Location: Another world
Posts: 5,022
Likes (Received): 450

ma al momento questi sono solo progetti o si sta già lavorando?
__________________
ilovenapoli85 está en línea ahora   Reply With Quote
Old June 10th, 2010, 06:01 PM   #15
Madeco
Registered User
 
Join Date: Sep 2004
Posts: 10,917
Likes (Received): 37

Quote:
Originally Posted by ilovenapoli85 View Post
ma al momento questi sono solo progetti o si sta già lavorando?
Uno è stato già completato (Auchan), altri sono già in corso e saranno completati tra quest'anno e l'anno prossimo, altri saranno realizzati nei prossimi anni. Con calma inserisco tutte le date e informazioni.
Madeco no está en línea   Reply With Quote
Old June 10th, 2010, 06:12 PM   #16
Lukewill
Registered User
 
Join Date: Dec 2009
Location: Napoli
Posts: 830
Likes (Received): 0

Ammazza oh!
Lukewill no está en línea   Reply With Quote
Old June 10th, 2010, 06:16 PM   #17
Dorocka
Registered User
 
Dorocka's Avatar
 
Join Date: Aug 2007
Location: Novara
Posts: 4,063
Likes (Received): 224

sti capperi!!!quanta roba

dai dai su col lavoro madeco :P
__________________
"Baci da Dio" "Beh si....Lui ha preso tante cose da me!!!"

Woody Allen
Dorocka no está en línea   Reply With Quote
Old June 10th, 2010, 06:27 PM   #18
ilovenapoli85
Free Palestine
 
ilovenapoli85's Avatar
 
Join Date: Oct 2009
Location: Another world
Posts: 5,022
Likes (Received): 450

Quote:
Originally Posted by Madeco View Post
Uno è stato già completato (Auchan), altri sono già in corso e saranno completati tra quest'anno e l'anno prossimo, altri saranno realizzati nei prossimi anni. Con calma inserisco tutte le date e informazioni.
si l'Auchan lo spaevo anche perchè ci vado quasi tutti i giorni a fare la spesa dato che è proprio a 5 minuti da casa mia...ma non sapevo facesse parte di questo progetto che quindi rientra in un piano di più grande portata con obiettivo dell'intera qualificazione dell'area! A pensarci bene l'Auchan di via argine in questo momento sembra un oasi nel deserto dato il vuoto che c'è intorno.
__________________
ilovenapoli85 está en línea ahora   Reply With Quote
Old June 10th, 2010, 06:48 PM   #19
Madeco
Registered User
 
Join Date: Sep 2004
Posts: 10,917
Likes (Received): 37

Ho inserito tutte le date nel primo post.
Con calma poi inserisco le altre schede.
Madeco no está en línea   Reply With Quote
Old June 10th, 2010, 06:50 PM   #20
1799
BANNED
 
Join Date: Jan 2009
Location: vomero is not casacelle
Posts: 4,984
Likes (Received): 8

madeco, secondo me sarà un altro flop.

prima ancora di cominciare, già si vede che l'area già versa in uno stato di totale abbandono!










1799 no está en línea   Reply With Quote


Reply

Tags
napoli

Thread Tools
Rate This Thread
Rate This Thread:

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off



All times are GMT +2. The time now is 11:45 AM.


Powered by vBulletin® Version 3.8.8 Beta 1
Copyright ©2000 - 2014, vBulletin Solutions, Inc.
Feedback Buttons provided by Advanced Post Thanks / Like v3.2.5 (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2014 DragonByte Technologies Ltd.

vBulletin Optimisation provided by vB Optimise (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2014 DragonByte Technologies Ltd.

SkyscraperCity ☆ In Urbanity We trust ☆ about us | privacy policy | DMCA policy

Hosted by Blacksun, dedicated to this site too!
Forum server management by DaiTengu