daily menu » rate the banner | guess the city | one on oneforums map | privacy policy (aug.2, 2013) | DMCA policy | flipboard magazine

Go Back   SkyscraperCity > European Forums > Forum Italiano > Discussioni locali > Sud e Isole

Sud e Isole Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna, Sicilia



Reply

 
Thread Tools Rating: Thread Rating: 6 votes, 5.00 average.
Old October 24th, 2009, 02:59 PM   #1
Calò
Italian User
 
Calò's Avatar
 
Join Date: Apr 2008
Location: Palermo-Novara
Posts: 14,468
Likes (Received): 291

TRAPANI




Thread relativi alla città di Trapani e alla sua provincia:

Aeroporto di Trapani-Birgi
Aeroporto di Pantelleria
Porto di Trapani

Altri thread:
Sicilia Infrasrutture I-II-III
Sicilia Ferrovie I-II- III

Link:
http://www.comune.trapani.it/
http://www.provincia.trapani.it/
http://www.regione.sicilia.it/
__________________
Claudio

Last edited by Calò; October 24th, 2009 at 03:25 PM.
Calò está en línea ahora   Reply With Quote

Sponsored Links
 
Old October 24th, 2009, 03:05 PM   #2
Calò
Italian User
 
Calò's Avatar
 
Join Date: Apr 2008
Location: Palermo-Novara
Posts: 14,468
Likes (Received): 291

Importante notizia di qualche giorno fa:

PIANO REGOLATORE. Il Cru ha approvato lo strumento urbanistico, concludendo un iter travagliato
C’è il Prg, dopo 39 anni

La prima dichiarazione è stata dell’assessore
al Territorio ed Ambiente Mario
Milone. «Dopo 39 anni - ha detto - Trapani
ha uno strumento urbanistico certo.
Sulla città pendeva la scure della decadenza
delle norme di salvaguardia e
senza una improbabile proroga sarebbe
stato necessario fare i conti con il vecchio
Programma di Fabbricazione, adottato
nel lontano 1970». Il Consiglio regionale
dell’Urbanistica ha espresso il suo
voto favorevole anche sui Prg di Agrigento
e Mussomeli. Ancora l’assessore
regionale: «Con l’approvazione degli
strumenti urbanistici delle tre città abbiamo
acclarato il principio della certezza
del diritto e soprattutto sono state riscritte
nuove regole in grado di coniugare
esigenze urbanistiche ed ambientali».
Anche il sindaco Mimmo Fazio punta
sullo stesso argomento: «Finalmente
possiamo porre delle regole, che non
vuol dire ingessare il territorio, come
qualcuno ha paventato, ma pianificarne
uno sviluppo coerente, prevedere un
uso razionale delle risorse e salvaguardare
dai rischi di abusivismo e di edificazione
selvaggia e senza criterio». Per il
primo cittadino si tratta di «un grande risultato
per la città, che dopo 39 anni ha
finalmente uno strumento urbanistico, e
per questa amministrazione che ha lottato
con grande determinazione per raggiungere
questo risultato. Abbiamo rispettato
l’impegno che avevamo preso e
che ha subito una serie di rallentamenti
a causa dei numerosi ostacoli posti. Ho
dovuto persino minacciare di rivolgermi
alla Procura della Repubblica per ottenere
l’invio del commissario straordinario
che ha adottato il piano». Fazio parla di
«risultato storico per la città». La storia
del Prg comincia con l’incarico all’ingegnere
Franco Mastrorilli il 4 aprile del
1986. Un altro passaggio decisivo è l’adozione
da parte del commissario
straordinario Rino Calderaro. Poi c’è la
doccia fredda del Consiglio regionale
dell’Urbanistica che il 14 aprile del 1999
consegna il Prg al Comune chiedendo
una rielaborazione parziale soltanto sulla
carta ma totale nel contenuto. Nel
2001 s’insedia il sindaco Fazio. È ad un
bivio. O prova ad annullare il piano o va
avanti con la rielaborazione. L’amministrazione
ritiene la prima strada non
percorribile e comincia un lungo iter
che passa dal Genio Civile (2005), dalla
nomina di un commissario che non arriva
mai fino all’adozione- sempre commissariale-
del novembre 2006. Si apre
la fase delle osservazioni ed opposizioni.
Il Prg viene inviato a Palermo per la
valutazione da parte del CRU. Ieri, il voto
favorevole che scrive l’ultimo capitolo
di una storia che rischiava di essere infinita.
VITO MANCA

21/10/2009
__________________
Claudio
Calò está en línea ahora   Reply With Quote
Old October 24th, 2009, 03:07 PM   #3
Calò
Italian User
 
Calò's Avatar
 
Join Date: Apr 2008
Location: Palermo-Novara
Posts: 14,468
Likes (Received): 291

Progamma opere pubbliche 2008/2010:
http://www.comune.trapani.it/llpp/opere.htm
__________________
Claudio
Calò está en línea ahora   Reply With Quote
Old October 24th, 2009, 03:15 PM   #4
Calò
Italian User
 
Calò's Avatar
 
Join Date: Apr 2008
Location: Palermo-Novara
Posts: 14,468
Likes (Received): 291

SICILIA/TRASPORTI: VIA LIBERA ALLA MAZARA-AEROPORTO TRAPANI BIRGI

(ASCA) - Palermo, 22 ott - Potranno partire i cantieri per la costruzione dello scorrimento veloce Mazara del Vallo-aeroporto di Trapani Birgi. L'assessorato regionale siciliano al Territorio e Ambiente ha rilasciato, infatti, parere positivo di compatibilita' ambientale (Via).

Soddisfatto l'assessore Mario Milone che ha comunicato la conclusione positiva dell'iter al presidente della Provincia regionale di Trapani, Mimmo Turano.

''Le opere in progetto - ha affermato l'assessore Milone - hanno tenuto conto della necessita' di rispettare l'inquinamento ambientale e la mitigazione degli impatti ambientali. La bretella contribuira' a migliorare il collegamento della Palermo-Trapani con la prevista autostrada Mazara del Vallo-Agrigento-Gela. L'obiettivo e' quello di chiudere l'anello autostradale che connettera' le grandi citta' della Sicilia. La migliore efficienza del collegamento fra Trapani e Mazara avra' influenze positive anche sullo sviluppo turistico e commerciale delle aree interessate''.

''L'opera che sara' realizzata - ha detto il presidente della Provincia di Trapani, Mimmo Turano - deve intendersi strategica e funzionale per lo sviluppo dell'area. Sottolineo che la positiva conclusione della vicenda costituisce la testimonianza della fattiva collaborazione tra l'assessorato regionale Territorio e Ambiente e la Provincia di Trapani''.

L'opera che sara' costruita, inserita dall'Anas nel cosiddetto ''progetto obiettivo'', si estende per 34,27 km.

La nuova bretella servira' un'area economicamente importante.

La spesa prevista e' di oltre 287 milioni di euro di cui oltre 201 milioni per i lavori.

dod/rg/rob

(Asca)
__________________
Claudio
Calò está en línea ahora   Reply With Quote
Old October 24th, 2009, 03:52 PM   #5
Calò
Italian User
 
Calò's Avatar
 
Join Date: Apr 2008
Location: Palermo-Novara
Posts: 14,468
Likes (Received): 291

Antiracket, Prg e trasporti
Questi i temi che impegnano l’Aula nella sessione dei lavori che continua lunedì

«Sono necessari ulteriori approfondimenti». Il
capogruppo dell’Udc Fabio Bongiovanni commenta
così il lavoro di studio che il consiglio comunale
sta definendo per approvare il regolamento
che introduce agevolazioni fiscali sui
contributi locali a favore delle vittime della criminalità
a causa di estorsioni o di usura. La
proposta in discussione è stata presentata dall’esponente
neodemocristiano che tuttavia ci
tiene a ribadire che «l’attività costruttiva e concreta
dell’aula e l’apporto che stanno dando e
che daranno i colleghi pongono il regolamento
nelle condizioni di essere un atto di tutto il
consiglio comunale. Ritengo che su temi così
importanti e delicati non possano esserci né primogeniture
sterili, né posizioni di schieramento.
Il consiglio ha l’opportunità di dare una risposta
concreta ad una parte della società che
ha estremo bisogno di sentire la vicinanza e la
solidarietà delle istituzioni. Possiamo mettere a
regime uno strumento reale per raggiungere
questo obiettivo che ritengo fondamentale».
L’assemblea consiliare ha deciso, con il via libera
ad una mozione, di aggiornare i lavori a lunedì
prossimo alle ore 19. Sul fronte politico è il
piano regolatore generale ad avere modificato
radicalmente l’agenda di gruppi e partiti. Il voto
del Consiglio regionale dell’Urbanistica è atteso
e potrebbe portare ad un confronto consiliare
ad hoc dopo averne letto il contenuto. L’attenzione
è puntata sulla delimitazione delle
zone A, quelle indicate come «centro storico».
C’è poi il confronto parallelo che si sta aprendo
sui piani di recupero. In particolare quello del
centro storico che ha una lunga storia alle sue
spalle. Ma c’è anche il piano d’iniziativa privata
che l’amministrazione ha ritirato il giorno prima
della voto del Cru. Si tratta di un intervento
che riguarda l’isolato individuato dalle vie Fardella,
Villanova, De Santis, Lampiasi, Bassi e
Messina. C’è chi, come il consigliere dell’Udc
Stefano Nola l’ha definito «uno strumento moderno
che dà la possibilità al consiglio comunale
di riappropriarsi della facoltà di pianificare il
territorio».
Sta invece per arrivare in consiglio la protesta
della Filt-Cgil che ha messo sotto accusa la gestione
dell’Atm. Tre i punti di crisi: il mancato
godimento delle ferie, la mancata pulizia e disinfestazione
degli autobus e la verifica dei
tempi di percorrenza.
VITO MANCA
__________________
Claudio
Calò está en línea ahora   Reply With Quote
Old October 24th, 2009, 08:54 PM   #6
giovannimi1976
pendolino
 
giovannimi1976's Avatar
 
Join Date: Apr 2007
Location: Palermo,Italy
Posts: 10,786
Likes (Received): 641

Quote:
Originally Posted by Calò View Post
SICILIA/TRASPORTI: VIA LIBERA ALLA MAZARA-AEROPORTO TRAPANI BIRGI

(ASCA) - Palermo, 22 ott - Potranno partire i cantieri per la costruzione dello scorrimento veloce Mazara del Vallo-aeroporto di Trapani Birgi. L'assessorato regionale siciliano al Territorio e Ambiente ha rilasciato, infatti, parere positivo di compatibilita' ambientale (Via).

Soddisfatto l'assessore Mario Milone che ha comunicato la conclusione positiva dell'iter al presidente della Provincia regionale di Trapani, Mimmo Turano.

''Le opere in progetto - ha affermato l'assessore Milone - hanno tenuto conto della necessita' di rispettare l'inquinamento ambientale e la mitigazione degli impatti ambientali. La bretella contribuira' a migliorare il collegamento della Palermo-Trapani con la prevista autostrada Mazara del Vallo-Agrigento-Gela. L'obiettivo e' quello di chiudere l'anello autostradale che connettera' le grandi citta' della Sicilia. La migliore efficienza del collegamento fra Trapani e Mazara avra' influenze positive anche sullo sviluppo turistico e commerciale delle aree interessate''.

''L'opera che sara' realizzata - ha detto il presidente della Provincia di Trapani, Mimmo Turano - deve intendersi strategica e funzionale per lo sviluppo dell'area. Sottolineo che la positiva conclusione della vicenda costituisce la testimonianza della fattiva collaborazione tra l'assessorato regionale Territorio e Ambiente e la Provincia di Trapani''.

L'opera che sara' costruita, inserita dall'Anas nel cosiddetto ''progetto obiettivo'', si estende per 34,27 km.

La nuova bretella servira' un'area economicamente importante.

La spesa prevista e' di oltre 287 milioni di euro di cui oltre 201 milioni per i lavori.

dod/rg/rob

(Asca)

Uhm,..la parola scorrimento veloce mi mette un po' paura..Che vogliono fare l'ennesima strada della morte??....Serve un'autostrada..che si ricongiunga alla Pa-tp e alla Pa-Mazara..e un domani congiunga Trapani con Agrigento e Ragusa..cosi' da chiudere l'anello autostradale..non altro..
giovannimi1976 está en línea ahora   Reply With Quote
Old October 24th, 2009, 09:07 PM   #7
Calò
Italian User
 
Calò's Avatar
 
Join Date: Apr 2008
Location: Palermo-Novara
Posts: 14,468
Likes (Received): 291

Quote:
Originally Posted by giovannimi1976 View Post
Serve un'autostrada..che si ricongiunga alla Pa-tp e alla Pa-Mazara..e un domani congiunga Trapani con Agrigento e Ragusa..cosi' da chiudere l'anello autostradale..non altro..
Beh, ma credo che sia proprio quello che vogliono fare.
__________________
Claudio
Calò está en línea ahora   Reply With Quote
Old October 24th, 2009, 09:16 PM   #8
giovannimi1976
pendolino
 
giovannimi1976's Avatar
 
Join Date: Apr 2007
Location: Palermo,Italy
Posts: 10,786
Likes (Received): 641

Quote:
Originally Posted by Calò View Post
Beh, ma credo che sia proprio quello che vogliono fare.
L'ho pensato anch'io..pero' non capisco perche' si guardino bene dal definire autostrada l'opera che vogliono fare
giovannimi1976 está en línea ahora   Reply With Quote
Old October 25th, 2009, 07:44 PM   #9
Calò
Italian User
 
Calò's Avatar
 
Join Date: Apr 2008
Location: Palermo-Novara
Posts: 14,468
Likes (Received): 291

Il Castello di Venere, tra turisti e archeologi

ERICE. Il Castello di Venere, luogo simbolo
della Città di Erice, importante sito
archeologico, restituito dall’amministrazione
alla collettività lo scorso agosto,
concluso il restauro, è tornato ad affermarsi
quale meta ambita e privilegiata
di interesse turistico e culturale
internazionale. Sono stati oltre 26 mila,
dall’11 agosto ai primi di ottobre i visitatori
che hanno varcato il nuovo portone
del Castello di Venere.
Di eccezionale valore scientifico, intanto,
si sono già dimostrate le prime
attività poste in essere all’interno del
Castello di Venere dal gruppo di Archeologi
della «Freie Universitat» di Berlino
che a metà settembre ha realizzato
in sito una serie di indagini, grazie ad
un finanziamento del «centro di eccellenza
» diretto dalla prof. Friederike
Fless, attualmente il più importante ed
ampio progetto in Europa inerente le
discipline archeologiche
Come ha riferito il prof. Salvatore De
Vincenzo, docente di Archeologia Punica
della medesima Università tedesca,
le indagini - effettuate in collaborazione
con la Soprintendenza di Trapani,
dalla sezione archeologica diretta dalla
dott. Rossella Giglio - hanno interessato
l’area del Castello di Erice, dove era
situato con ogni probabilità il celebre
tempio di Venere Ericina; l’ampio declivio
immediatamente sotto gli edifici
del Quartiere Spagnolo ed un’area nella
Piana delle Forche, dove sulla base
degli scavi effettuati da A.M. Bisi nel
1969 era localizzata la necropoli di Erice.
I dati sono quanto mai incoraggianti.
«Il Progetto Erice dell’ateneo berlinese
-continua il prof. De Vincenzo- è
fondato sulla comunione d’intenti di
Università, Soprintendenza, Comune di
Erice e Gruppo Archeologico Drepanon;
esso riprenderà la prossima estate,
quando si darà finalmente inizio agli
scavi, allo scopo di ricostruire finalmente
attraverso i dati archeologici la
storia di questo importante centro, osservatorio
privilegiato per la comprensione
nella diacronia dei contatti tra gli
Elimi, i Fenici, i Cartaginesi ed i Romani
».
«E’ intenzione del Comune, di concerto
con locale Soprintendenza - ha affermato
il v ice sindaco e assessore alla
Cultura avv. Laura Montanti - promuovere,
a conclusione del progetto che
proseguirà nel biennio 2010-2011, una
mostra in uno dei famosi musei di Berlino
nella quale esporre e documentare
i risultati di queste preziose indagini
archeologiche». Gli ultimi rilievi archeologici
all’interno del Castello di Venere
si devono al Cultrera e risalgono al 1931.
__________________
Claudio
Calò está en línea ahora   Reply With Quote
Old October 25th, 2009, 07:45 PM   #10
Calò
Italian User
 
Calò's Avatar
 
Join Date: Apr 2008
Location: Palermo-Novara
Posts: 14,468
Likes (Received): 291

Le frazioni si fanno sentire
Prg. Assemblea di Misiliscemi alle prese con lo «spettro» della penalizzazione. Dubbi sul centro storico

Allarme rosso. Le frazioni sono in attesa di
conoscere il voto del Consiglio regionale
dell’Urbanistica sul piano regolatore generale.
Il Prg che è stato inviato a Palermo per
l’esame finale non gli è mai piaciuto. La delimitazione
delle zone A (centro storico) è
il punto critico. L’elemento di scontro che
ha portato ad una netta opposizione alle
previsioni dello strumento urbanistico.
L’associazione «Misiliscemi» ha tenuto
una nuova assemblea a Locogrande ed ha
fatto il punto della situazione. Il dibattito
ha riproposto le critiche che hanno accompagnato
la rielaborazione parziale del
piano. Le frazioni rischiano di pagare un
prezzo altissimo di fronte alla necessità di
far quadrare i «conti», o meglio, di ridimensionare
il Prg così come richiesto dal
CRU nel voto del 14 aprile del 1999. L’associazione
ha chiamato a raccolta gli abitanti
di Fontanasalsa, Guarrato, Rilievo, Locogrande,
Marausa, Palma, Pietretagliate e
Salinagrande. Il suo presidente Salvatore
Tallarita ha definito una nuova linea d’azione.
Il consiglio sentirà il fiato sul collo dei
rappresentanti dell’associazione che hanno
deciso di presenziare a tutte le prossime
sedute dell’assemblea di Palazzo Cavarretta.
«Avvieremo- ha aggiunto Tallarita- una
serie d’incontri con i rappresentanti politici
del territorio. In aula consiliare ci sono
diverse espressioni delle frazioni, consiglieri
che saranno chiamati a schierarsi se
il voto del CRU confermerà la penalizzazione
di questa parte del territorio. Penalizzazione
che viene considerata un vero e proprio
attacco allo sviluppo delle frazioni.
Tallarita, nel suo intervento, ha ricordato
che l’associazione ha già avviato le contromisure
con l’istanza di opposizione presentata
all’assessorato regionale al Territorio
ed Ambiente. Potrebbe presto trasformarsi
in un ricorso al Tar di Palermo. Ma è
necessario prima leggere le nuove carte del
Prg, quando il piano sarà consegnato nuovamente
al Comune da parte del CRU. Le
frazioni sono comunque sul piede di guerra.
La stessa associazione non ha escluso la
necessità di accelerare i tempi per un referendum
per chiedere l’autonomia rispetto
ad un Comune che ha dimenticato le esigenze
di un’area che rappresenta una
realtà territoriale da non sottovalutare sia
sul piano economico che sociale e culturale.
L’associazione non va alla ricerca dello
scontro, ma non ha alcuna intenzione di
subire scelte non concordate con questa
parte di territorio comunale».
VITO MANCA
__________________
Claudio
Calò está en línea ahora   Reply With Quote
Old October 27th, 2009, 09:00 PM   #11
_lowcost_
Registered User
 
_lowcost_'s Avatar
 
Join Date: Dec 2008
Location: Trapani
Posts: 1,652
Likes (Received): 48

Grazie a Calò per il thread: finchè non ci saranno altri miei concittadini che si iscrivono lo aggiornerò io di tanto in tanto
__________________
« Nordica miscela d’acqua anice cielo mare Trapani
L’innocenza di quel sale bianco nello schifazzo
sotto la vela tesa e sporca di vita vissuta, va
Freddi astratti mulini delle saline
tetti di tegole accovacciate sul sale virginale per difenderne la pura
amarezza dal peccato dolcissimo... »

(Il porto di Trapani invernale, F.T. Marinetti, 1928)
_lowcost_ no está en línea   Reply With Quote
Old October 27th, 2009, 09:16 PM   #12
_lowcost_
Registered User
 
_lowcost_'s Avatar
 
Join Date: Dec 2008
Location: Trapani
Posts: 1,652
Likes (Received): 48

fonte http://www.telesud3.com/attualita/ri...cento-5851.asp

Primi risultati della raccolta differenziata ad Erice, salita al 27,50 per cento dopo 50 giorni di porta a porta.
Rifiuti, ad Erice la raccolta differenziata sale al 27 per cento

martedì 27 ottobre 2009

ATTUALITA' Il servizio è partito lo scorso settembre, con l'entrata in funzione dell'ato Tp1 Terra dei Fenici. Il servizio di raccolta differenziata porta a porta è gestito dall'Aimeri. I primi risultati vedono il raggiungimento del 27,50 di differenziata. Sta poi per partire il ritiro a domicilio dei rifiuti verdi da sfalcio potatura siepi, giardini e altri scarti da giardinaggio. È già possibile prenotarsi chiamando l'Aimeri al numero verde 800601167. Nelle prossime settimane il Comune di Erice fornirà poi altri 500 bidoni carrellati per la raccolta differenziata da 240 litri che saranno collocati dentro i condomini, come annunciato oggi dal sindaco Tranchida mentre in una seconda fase a Casa Santa saranno distribuiti 5.500 bio-pattumiere da 26 litri e mezzo lt per "indifferenziata". A novembre partiranno poi "isole ecologiche di zona" a servizio di ambiti urbani delimitati ed in favore dei cittadini che per ragioni di lavoro non potranno rispettare gli orari di esposizione - ritiro della differenziata. Il sindaco Tranchida ha poi invitato gli ericini nel segnalare direttamente al numero verde 800540354 del TELEAMICOCOMUNE eventuali disservizi e disfunzioni per poter subito intervenire e meglio vigilare sul servizio appaltato dall'Ato Terra dei Fenici.
__________________
« Nordica miscela d’acqua anice cielo mare Trapani
L’innocenza di quel sale bianco nello schifazzo
sotto la vela tesa e sporca di vita vissuta, va
Freddi astratti mulini delle saline
tetti di tegole accovacciate sul sale virginale per difenderne la pura
amarezza dal peccato dolcissimo... »

(Il porto di Trapani invernale, F.T. Marinetti, 1928)
_lowcost_ no está en línea   Reply With Quote
Old October 28th, 2009, 02:30 PM   #13
Dalla contea
Italian User
 
Dalla contea's Avatar
 
Join Date: Apr 2008
Location: Ragusa
Posts: 3,851
Likes (Received): 796

Quote:
Originally Posted by _lowcost_ View Post
Grazie a Calò per il thread: finchè non ci saranno altri miei concittadini che si iscrivono lo aggiornerò io di tanto in tanto
complimenti a Calò
Dalla contea no está en línea   Reply With Quote
Old October 28th, 2009, 04:27 PM   #14
_lowcost_
Registered User
 
_lowcost_'s Avatar
 
Join Date: Dec 2008
Location: Trapani
Posts: 1,652
Likes (Received): 48

fonte www.trapaniok.it

Via libera al contratto per la Zona Franca di Erice.

E’ prevista la presenza del premier Silvio Berlusconi alla cerimonia che si terrà oggi alle 11,30 nella sede del Ministero dello Sviluppo Economico per la firma dei contratti con i sindaci interessati dalla istituzione delle zone franche nei rispettivi territori. “L’iniziativa- si legge in una nota ufficiale del Ministro Claudio Scajola- s’inserisce nell’ambito del piano straordinario del Governo per il Sud. E’, infatti, volta a rilanciare quartieri caratterizzati da degrado socio-economico ed ha l’obiettivo di stimolare la nascita di piccole e medie imprese attraverso esenzioni fiscali e previdenziali per vari anni, favorendo così la formazione di migliaia di posti di lavoro”. Si tratta di 22 zone franche. Tra queste c’è quella del Comune di Erice, che ha scelto il quartiere di San Giuliano. In Sicilia ci sono poi Catania e Gela. Il resto riguarda la Calabria (Crotone, Rossano e Lamezia Terme), la Basilicata (Matera), la Puglia (Taranto, Lecce ed Andria), la Campania (Napoli, Torre Annunziata e Mondragone), il Molise (Campobasso), la Sardegna (Cagliari, Iglesias e Quartu Sant’Elena), il Lazio (Sora e Velletri), l’Abruzzo (Pescara), la Toscana (Massa Carrara) e la Liguria (Ventimiglia). La cerimonia con la firma dei contratti sarà in diretta online visibile sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico. Soddisfatto il presidente della Regione Raffaele Lombardo: “Riteniamo che l’aver scelto tre città siciliane per l’allocazione delle zone franche sia un risultato importante che auspichiamo non resti isolato. Per sostenere il Mezzogiorno d’Italia e per la Sicilia è necessario che queste iniziative si estendano, coinvolgendo altre città”. L’amministrazione del sindaco Giacomo Tranchida fa un notevole passo avanti nella gestione del territorio.
__________________
« Nordica miscela d’acqua anice cielo mare Trapani
L’innocenza di quel sale bianco nello schifazzo
sotto la vela tesa e sporca di vita vissuta, va
Freddi astratti mulini delle saline
tetti di tegole accovacciate sul sale virginale per difenderne la pura
amarezza dal peccato dolcissimo... »

(Il porto di Trapani invernale, F.T. Marinetti, 1928)
_lowcost_ no está en línea   Reply With Quote
Old October 28th, 2009, 06:30 PM   #15
Mjrko
Registered User
 
Join Date: Aug 2009
Location: Pavia [X] - Gela []
Posts: 1,046
Likes (Received): 64

ciao, complimenti per il thread.....non sono mai stato a Trapani, anche perchè grazie ai magnifici trasporti siciliani andare da un posto come Gela a Trapani è come andare da una parte all'altra d'Italia!!! Ho sentito pareri discordanti sulla città: per questo mi attira! Per esempio mi piacerebbe visitare il centro storico, le saline, il Museo Pepoli....speriamo presto! ciao
__________________
Sulla sabbia di Gela color della paglia
mi stendevo fanciullo in riva al mare antico di Grecia
con molti sogni, nei pugni, stretti nel petto
Là Eschilo esule misurò versi e passi sconsolati
In quel golfo arso l’aquila lo vide e fu l’ultimo giorno.

Salvatore Quasimodo
Mjrko no está en línea   Reply With Quote
Old October 28th, 2009, 07:14 PM   #16
Calò
Italian User
 
Calò's Avatar
 
Join Date: Apr 2008
Location: Palermo-Novara
Posts: 14,468
Likes (Received): 291

ERICE. Il nuovo sistema di raccolta dei rifiuti: si cercano soluzioni per evitare dannosi abbandoni di immondizia
La differenziata sfiora quota 30 per cento

ERICE. L’impressione è quella che le cose
non vadano molto bene a proposito della
raccolta differenziata, ma questo non
tanto per chi è preposto al servizio, l’Ato
«Terra dei Fenici» attraverso la spa Aimeri,
ma per la marcata volontà dei cittadini
quasi a non volersi adeguare alle nuove
condizioni, che sono quelle della separazione
dei rifiuti, del loro conferimento
a secondo delle caratteristiche in
determinate giornate, e invece tolti (forse
troppo presto) i grossi cassonetti e rimasti
solo quelli, meno ingombranti,
della differenziata, è facile spesso notare
notevoli quantità di spazzatura, raccolta
nei soliti sacchetti, abbandonati
per strada o nei marciapiedi vicini ai
nuovi contenitori, cosa che finisce con il
determinare una situazione per nulla
felice per la tutela dell’ambiente.
I dati raccolti per fortuna inducono a
sperare meglio per il futuro. Li rende
noti il sindaco Giacomo Tranchida, al 20
ottobre la quota di raccolta differenziata
ha raggiunto il 27,50 per cento. «Dato
importante – dice Tranchida – raggiunto
in appena 50 giorni dall’inizio del servizio.
Di questo debbo innanzitutto ringraziare
i cittadini ericini che, seppur
con qualche iniziale difficoltà e taluni
disagi, collaborano con grande senso civico
con gli operatori della ditta Aimeri.
Agli ericini altresì rendo noto che da subito
potranno chiamare il numero verde
Aimeri 800601167 per prenotare il nuovo
servizio gratuito per il ritiro a domicilio
dei rifiuti verdi da sfalcio potatura
siepi, giardini».
Il sindaco annuncia anche provvedimenti
proprio per eliminare gli sconci
della spazzattura abbandonata per strada:
«D’intesa con Aimeri e gli amministratori
condominiali, il Comune fornirà
ulteriori 500 bidoni carrellati x "indifferenziata",
carta e plastica da 240 lt in favore
delle pluriutenze condominiali. A
seguire distribuiremo alle utenze private,
per cominciare da Casa Santa, ben
5.500 bio-pattumiere da 26,5 lt per la
frazione "indifferenziata". Detti accorgimenti,
oltre a migliorare il servizio faciliteranno
i cittadini nel collaborare per
rendere meno affollate da sacchetti le
strade della città nelle ore programmate
per il servizio di ritiro».
Si pensa anche alla creazione di «isole
ecologiche di zona» a servizio di ambiti
urbani: questo per venire incontro a quei
cittadini che non possono rispettare gli
orari di consegna della differenziata.
__________________
Claudio
Calò está en línea ahora   Reply With Quote
Old October 28th, 2009, 07:15 PM   #17
Calò
Italian User
 
Calò's Avatar
 
Join Date: Apr 2008
Location: Palermo-Novara
Posts: 14,468
Likes (Received): 291

NUOVA DESTINAZIONE ALLA TORRE DI SAN TEODORO
Allo Stagnone un centro di biologia marina

L’antica torre di San Teodoro diverrà
sede di un «Centro per la formazione e
la ricerca per la biologia marina e lagunare
». E quanto ha deciso l’amministrazione
Carini, che a tal fine ha deliberato
di richiedere alla Cassa Depositi
e Prestiti un mutuo di 105 mila euro
a titolo di «anticipazione per la redazione
del progetto definitivo relativo
all’intervento per la riqualificazione
funzionale della torre».
La decisione di accendere il mutuo è
conseguenza della delibera con cui, lo
scorso 15 maggio, la giunta municipale
aveva approvato il Piano integrato
di sviluppo urbano (Pisu). E tra le
opere previste nel «Pisu» figura anche
il «centro di ricerca», che si propone soprattutto
di studiare il complesso ecosistema
dello Stagnone. Un ambiente
naturale che ha sempre incuriosito il
mondo scientifico. Nel 1993, ad esempio,
l’istituto di Zoologia dell’Università
di Palermo promosse una «campagna
di raccolta ed analisi di campioni e di
sedimento della laguna». Altri studi
sullo Stagnone sono stati, inoltre, condotti
dal professor Sebastiano Calvo,
del Dipartimento di Scienze Botaniche
dello stesso Ateneo palermitano.
Ed hanno mirato, in particolare, ad evidenziare
alcuni degli effetti dei cambiamenti
climatici nella laguna. Un
ampio tratto di mare «vivificato - come
sottolineano altri studiosi - dalla presenza
di due ampie bocche poste a
nord e a sud dell’Isola Lunga, che consentono
una circolazione dell’acqua
marina al suo interno».
Caratteristica dell’area marina, unica
nel suo genere (acque calde e molto
dense di sale), è anche la «prateria»
di posidonia oceanica, vera «nursery»
per diverse specie ittiche in cui è presente
anche il mollusco «Pinna nobilis
», il più grande «bivalve» del Mediterraneo.
A. P.
__________________
Claudio
Calò está en línea ahora   Reply With Quote
Old October 28th, 2009, 10:34 PM   #18
_lowcost_
Registered User
 
_lowcost_'s Avatar
 
Join Date: Dec 2008
Location: Trapani
Posts: 1,652
Likes (Received): 48

Quote:
Originally Posted by Mjrko View Post
ciao, complimenti per il thread.....non sono mai stato a Trapani, anche perchè grazie ai magnifici trasporti siciliani andare da un posto come Gela a Trapani è come andare da una parte all'altra d'Italia!!! Ho sentito pareri discordanti sulla città: per questo mi attira! Per esempio mi piacerebbe visitare il centro storico, le saline, il Museo Pepoli....speriamo presto! ciao
La città pian piano cerca di (ri)trovare la sua identità marinara, vedi gli interventi che sono stati fatti per centro storico e porto di Trapani, provando nello stesso tempo ad entrare nel giro del turismo che conta facendo "sistema" con le località turistiche vicine di primo livello come Erice vetta e le Egadi.

Accanto a questo rilancio rimangono tanti problemi insoluti.

Il rischio idrogeologico che anche a Trapani purtroppo esiste e si è riproposto grazie al cielo senza vittime questo settembre.

Quartieri assai degradati come Cappuccinelli (comune di Trapani) e San Giuliano (si proprio quello della zona franca, comune di Erice).

L'assurda e onerosa (per le tasche del contribuente) divisione amministrativa di Trapani (intesa come tessuto urbano), che fa si che circa 70mila persone risiedano nel comune di Trapani, altre 30mila nel comune di Erice, pur abitando di fatto nella stessa città a pochi metri di distanza gli uni dagli altri.

E ce ne sono altri ancora.
La strada verso il rilancio della città (intesa come quella che va oltre il centro storico) è ancora assai lunga
__________________
« Nordica miscela d’acqua anice cielo mare Trapani
L’innocenza di quel sale bianco nello schifazzo
sotto la vela tesa e sporca di vita vissuta, va
Freddi astratti mulini delle saline
tetti di tegole accovacciate sul sale virginale per difenderne la pura
amarezza dal peccato dolcissimo... »

(Il porto di Trapani invernale, F.T. Marinetti, 1928)
_lowcost_ no está en línea   Reply With Quote
Old October 28th, 2009, 10:51 PM   #19
Calò
Italian User
 
Calò's Avatar
 
Join Date: Apr 2008
Location: Palermo-Novara
Posts: 14,468
Likes (Received): 291

Diciamo che si stanno posando le basi per il rilancio della città. Ma perchè Erice e Trapani non facevano un Prg in comune? Mi sembra che nel caso di Caltanissetta e San Cataldo è stato fatto.
__________________
Claudio
Calò está en línea ahora   Reply With Quote
Old October 28th, 2009, 11:19 PM   #20
giovannimi1976
pendolino
 
giovannimi1976's Avatar
 
Join Date: Apr 2007
Location: Palermo,Italy
Posts: 10,786
Likes (Received): 641

Quote:
Originally Posted by _lowcost_ View Post
La città pian piano cerca di (ri)trovare la sua identità marinara, vedi gli interventi che sono stati fatti per centro storico e porto di Trapani, provando nello stesso tempo ad entrare nel giro del turismo che conta facendo "sistema" con le località turistiche vicine di primo livello come Erice vetta e le Egadi.

Accanto a questo rilancio rimangono tanti problemi insoluti.

Il rischio idrogeologico che anche a Trapani purtroppo esiste e si è riproposto grazie al cielo senza vittime questo settembre.

Quartieri assai degradati come Cappuccinelli (comune di Trapani) e San Giuliano (si proprio quello della zona franca, comune di Erice).

L'assurda e onerosa (per le tasche del contribuente) divisione amministrativa di Trapani (intesa come tessuto urbano), che fa si che circa 70mila persone risiedano nel comune di Trapani, altre 30mila nel comune di Erice, pur abitando di fatto nella stessa città a pochi metri di distanza gli uni dagli altri.

E ce ne sono altri ancora.
La strada verso il rilancio della città (intesa come quella che va oltre il centro storico) è ancora assai lunga
Si chiaro che ancora c'e' tanto da fare..pero' un dato su tutti mi balza agli occhi...quello relativo al 30% di raccolta differenziata..Cavolo sono una enormita' se la paragoni alle ridicole percentuali che si riscontrano ad esempio nella vicina provincia di Palermo..Io non ho mai visto a Trapani e nel trapanese in generale..emergenze rifiuti, non ho mai visto i cassonetti stracolmi di rifiuti e questo a Trapani come a Marsala come a Mazara..per non parlare di Alcamo, paese gioiello..Per non parlare in estate delle spiagge..sempre pulitissime e curatissime..D'accordo, l'edilizia che costeggia queste spiagge fa' molto spesso schifo..pero' ci sono tante cose buone da cui si puo' partire..Ad esempio oltre a Trapani ed Erice..una localita' di primissimo piano dal punto di vista turistico e' senza dubbio Marsala, gia' adesso ha tutto per essere una citta' turistica di primo livello, anche perche' estremamente varia. A Marsala ( e un po' in tutto il trapanese in generale) possono convivere tranquillamente varie forme di turismo, turismo, balneare, culturale,termale, enogastronomico. Pochi posti possono vantare questa polivalenza e ricchezza...Trapani e Marsala dovrebbero secondo me unire le forze..e diventare un'unico polo che sicuramente inciderebbe e conterebbe di piu' di quanto non facciano adesso le due localita' prese singolarmente..Mi piace tantissimo Trapani e la sua provincia, recentemente sto' riscoprendo con occhi diversi anche le zone interne dei paesi del Belice..e notavo come anche questi nella loro sfortuna hanno adesso tanto da offrire agli occhi di un visitatore attento e colto, come quello che in genere popolera' sicuramente la provincia di Trapani..
giovannimi1976 está en línea ahora   Reply With Quote


Reply

Thread Tools
Rate This Thread
Rate This Thread:

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off



All times are GMT +2. The time now is 11:48 AM.


Powered by vBulletin® Version 3.8.8 Beta 1
Copyright ©2000 - 2014, vBulletin Solutions, Inc.
Feedback Buttons provided by Advanced Post Thanks / Like v3.2.5 (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2014 DragonByte Technologies Ltd.

vBulletin Optimisation provided by vB Optimise (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2014 DragonByte Technologies Ltd.

SkyscraperCity ☆ In Urbanity We trust ☆ about us | privacy policy | DMCA policy

Hosted by Blacksun, dedicated to this site too!
Forum server management by DaiTengu