daily menu » rate the banner | guess the city | one on oneforums map | privacy policy | DMCA | news magazine

Go Back   SkyscraperCity > European Forums > Forum Italiano > Discussioni locali > Sud e Isole

Sud e Isole Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna, Sicilia



Reply

 
Thread Tools Rating: Thread Rating: 2 votes, 5.00 average.
Old December 28th, 2009, 11:57 AM   #1
girgenti
Registered User
 
girgenti's Avatar
 
Join Date: Apr 2009
Posts: 610
Likes (Received): 23

AGRIGENTO

La più bella città dei mortali








Talia macari:

Aeroporto Valle dei Templi.

Raddoppio ss 640 Agrigento Caltanissetta.

Rigassificatore Porto Empedocle.

Porto di Licata.

Sicilia infrastrutture.

Sicilia ferrovie.

Sicilia turistica.

Campi da golf in Sicilia.

Sicilia centri commerciali.


Giornali online e blog:
http://www.sicilia24h.it/
http://www.teleacras.com/
http://www.agrigentoweb.it/
http://www.agrigentoflash.it/
http://agrigentonotizie.it/
http://infoagrigento.it/
http://notizie.telepaceag.it/home/index.php
http://agrigento.blogsicilia.it/

News dalla frontiera:
http://fortresseurope.blogspot.com/


Last edited by girgenti; September 4th, 2010 at 08:32 PM.
girgenti no está en línea   Reply With Quote

Sponsored Links
 
Old December 28th, 2009, 12:26 PM   #2
Calò
Italian User
 
Calò's Avatar
 
Join Date: Apr 2008
Location: Palermo-Novara
Posts: 14,780
Likes (Received): 412

LA PROPOSTA Ferrovie Kaos: "Agrigento-Porto Empedocle in treno"

Alla luce dell'ultimo episodio, e per scongiurare ulteriori sciagure, Ferrovie Kaos lancia una proposta alle amministrazioni comunali di Agrigento e Porto Empedocle, ovvero l'istituzione di un servizio metropolitano ferroviario da espletarsi unicamente il sabato sera. Il servizio collegherebbe Porto Empedocle e Villaseta con il centro di Agrigento in appena 20 minuti.

"In tal modo - si legge in una nota del presidente Pietro Fattori - i tanti giovani che ogni fine settimana raggiungono i locali notturni della via Atenea e del viale della Vittoria non avrebbero motivo di utilizzare l'automobile, evitando dunque di immettersi nelle pericolose 'strade della morte' del circondario. Basterebbero quattro treni da espletarsi tra le 20 e le 2 del mattino con il classico esercizio a spola tra Agrigento e Porto Empedocle, con fermata a Villaseta a pochissimi metri dal popoloso quartiere denominato Cugno Vela. Per la realizzazione di detta fermata - continua Fattori - sarebbe sufficiente un piccolo basamento in legno, analogamente a quanto si è fatto con la fermata realizzata alcuni anni addietro al Tempio di Vulcano. Un doppio minuetto può trasportare fino a 204 passeggeri: 204 ragazze e ragazzi che non rischiano la vita per le strade".
__________________
Claudio
Calò no está en línea   Reply With Quote
Old December 28th, 2009, 01:11 PM   #3
Dalla contea
Italian User
 
Dalla contea's Avatar
 
Join Date: Apr 2008
Location: Ragusa
Posts: 3,857
Likes (Received): 1007

un'altra provincia si aggiunge.
Dalla contea no está en línea   Reply With Quote
Old December 28th, 2009, 01:46 PM   #4
brick84
Unknown User
 
brick84's Avatar
 
Join Date: Aug 2007
Posts: 23,242

Quote:
Originally Posted by Calò View Post
LA PROPOSTA Ferrovie Kaos: "Agrigento-Porto Empedocle in treno"

Alla luce dell'ultimo episodio, e per scongiurare ulteriori sciagure, Ferrovie Kaos lancia una proposta alle amministrazioni comunali di Agrigento e Porto Empedocle, ovvero l'istituzione di un servizio metropolitano ferroviario da espletarsi unicamente il sabato sera. Il servizio collegherebbe Porto Empedocle e Villaseta con il centro di Agrigento in appena 20 minuti.

"In tal modo - si legge in una nota del presidente Pietro Fattori - i tanti giovani che ogni fine settimana raggiungono i locali notturni della via Atenea e del viale della Vittoria non avrebbero motivo di utilizzare l'automobile, evitando dunque di immettersi nelle pericolose 'strade della morte' del circondario. Basterebbero quattro treni da espletarsi tra le 20 e le 2 del mattino con il classico esercizio a spola tra Agrigento e Porto Empedocle, con fermata a Villaseta a pochissimi metri dal popoloso quartiere denominato Cugno Vela. Per la realizzazione di detta fermata - continua Fattori - sarebbe sufficiente un piccolo basamento in legno, analogamente a quanto si è fatto con la fermata realizzata alcuni anni addietro al Tempio di Vulcano. Un doppio minuetto può trasportare fino a 204 passeggeri: 204 ragazze e ragazzi che non rischiano la vita per le strade".

MMmm... Interessante!
Però coinvolgerei anche altri comuni (dell'entroterra).


Bravo Girgenti!
Hai fatto tesoro del mio consiglio. Ci voleva proprio un thread su Agrigento e provincia.
__________________
"Quello che facciamo per noi stessi,muore con noi
quello che facciamo per gli altri e per il mondo rimane, ed e’ immortale" - Albert Pine
.


**********************

Ponte sullo Stretto di Messina - Prima parte
Ponte sullo Stretto di Messina - Seconda parte
brick84 no está en línea   Reply With Quote
Old December 28th, 2009, 02:19 PM   #5
The Westerner
Registered User
 
The Westerner's Avatar
 
Join Date: Feb 2007
Location: Somewhere around the atlantic ocean
Posts: 457
Likes (Received): 6

ho conosciuto la provincia di agrigento quest'anno per motivi sentimentali e devo dire che l'ho trovata sorprendente, nel bene e nel male...

nel bene perchè valle a parte ho trovato molte cose meravigliose di cui ignoravo l'esistenza..
ad esempio la costa spettacolare tra licata e palma, la scala dei turchi, i vigneti e le costa sabbiose intorno a eraclea, o ancora il suggestivo paesaggio rurale dell'entroterra, la vista da castel sant'angelo a licata, e molto altro...

nel male, fondamentalmente il pietoso stato di conservazione delle spiaggie e delle città.
è una cosa che non ho capito e forse mai capirò... tutte le persone che conosco o con cui ho parlato sono (giustamente) orgogliosissime del loro mare, delle loro spiaggie, del loro territorio in generale. nonostante questo, le spiaggie sono discariche aperte, sacchetti di spazzatura lungo le statali e centri cittadini in cui devi sempre stare attento a dove cammini... è una cosa che continuerò a chiedere ai tanti amici che ormai ho ad agrigento: ma è così che si tratta ciò che si ama?

comunque quest'estate ho anche visitato la valle dei templi (in agosto, a mezzogiorno )....
semplicemente meravigliosa, anche se mi sono quasi accasciato al suolo....
devo dire che arrivando invece di notte vedere il tempio della concordia illuminato sulla cresta leva veramente il fiato...

e ora un contributo:
__________________
...there's a feeling I get
when I look to the west
and my spirit is crying for leaving...
The Westerner no está en línea   Reply With Quote
Old December 28th, 2009, 02:35 PM   #6
_lowcost_
Registered User
 
_lowcost_'s Avatar
 
Join Date: Dec 2008
Location: Trapani
Posts: 1,732
Likes (Received): 57

Sono posti splendidi. Benvenuti!!
__________________
« Nordica miscela d’acqua anice cielo mare Trapani
L’innocenza di quel sale bianco nello schifazzo
sotto la vela tesa e sporca di vita vissuta, va
Freddi astratti mulini delle saline
tetti di tegole accovacciate sul sale virginale per difenderne la pura
amarezza dal peccato dolcissimo... »

(Il porto di Trapani invernale, F.T. Marinetti, 1928)
_lowcost_ no está en línea   Reply With Quote
Old December 28th, 2009, 02:46 PM   #7
girgenti
Registered User
 
girgenti's Avatar
 
Join Date: Apr 2009
Posts: 610
Likes (Received): 23

Sono anni che si parla del servizio metropolitano di Agrigento.

Oltre al ramo ag bassa - valle dei templi - ag villaseta - porto empedocle, ci sarebbe l'asse principale, ovvero aragona caldare - ag industriale (ospedale s.giovanni di dio) - ag fontanelle - ag bassa - ag centro storico - ag centrale.
girgenti no está en línea   Reply With Quote
Old December 28th, 2009, 02:54 PM   #8
girgenti
Registered User
 
girgenti's Avatar
 
Join Date: Apr 2009
Posts: 610
Likes (Received): 23

Da ieri pomeriggio Lampedusa è completamente isolata. Tutte le comunicazioni con l’esterno sono bloccate: internet e telefoni sono ko, si dice a causa di una nave che ha tranciato i cavi telefonici. Non si sa quando si potrà risolvere il problema, c’è un alta possibilità che gli isolani restino isolati anche per tutte le vacanze. Anche i collegamenti con l’aereoporto sono difficili, funziona solo l’aereoporto militare per i casi di estrema urgenza.

Mentre le previsioni annunciano l’arrivo di un sistema nuvoloso di origine atlantica verso le regioni più occidentali, con piogge sparse verso la serata, a causa del forte vento sono rimasti in banchina anche i traghetti da Porto Empedocle per Lampedusa e Linosa.

http://agrigento.blogsicilia.it/2009...mente-isolata/
girgenti no está en línea   Reply With Quote
Old December 29th, 2009, 10:51 AM   #9
girgenti
Registered User
 
girgenti's Avatar
 
Join Date: Apr 2009
Posts: 610
Likes (Received): 23

http://agrigento.blogsicilia.it/2009/12/agrigento-citta-invivibile-secondo-il-sole24ore/

Secondo la classifica stilata dal quotidiano il Sole24ore, ormai alla sua ventesima edizione, Trieste vince la “palma d’oro” come la città italiana più vivibile e più a misura d’uomo. Peraltro già vincitrice nel 2005, stavolta ha superato Aosta, che deteneva questo primato l’anno passato. E sempre nella parte alta della classifica troviamo Belluno e Sondrio.

Non ugualmente buoni i risultati in particolare per due province siciliane, Caltanissetta penultima e Agrigento addirittura all’ultimo posto per vivibilità. Infine le città più grandi, Roma e Milano si classificano rispettivamente al 24mo e 19mo posto. L’indagine del Sole24ore ha considerato ed esaminato sei grandi aree legate alla vita dei cittadini: il tenore di vita, gli affari e il lavoro, l’ordine pubblico, i servizi e l’ambiente, la popolazione e il tempo libero.

-----------------------------------------------------------------------------------------------

Tenore di vita: economia basata sugli stipendi statali, qui il lavoro o è statale (preferibilmente bidello) o meglio restare disoccupati.
Oppure si emigra.

Affari e lavoro: Affari?

Ordine pubblico: Come il resto della Sicilia.

Servizi e ambiente: I bus extraurbani funzionano, quelli urbani insomma.
I giardini sono inagibili e non curati.

Popolazione: ???

Tempo libero: teatri e cinema ok, abbiamo anche un palacongressi. Lo sport è impossibile da praticare per mancanza di strutture.
girgenti no está en línea   Reply With Quote
Old December 29th, 2009, 03:39 PM   #10
Calò
Italian User
 
Calò's Avatar
 
Join Date: Apr 2008
Location: Palermo-Novara
Posts: 14,780
Likes (Received): 412

IL TANTO ATTESO RADDOPPIO DELLA STRATEGICA ARTERIA REGIONALE E NAZIONALE PROCEDE A RITMI ASSAI SPEDITI
Si alzano i primi pilastri dei viadotti lungo la strada statale 640

In principio, ai primi di febbraio, fu la posa della prima pietra. Poi l’apertura dei cantieri da Gasena a Grottarossa e adesso, da alcuni giorni, a svettare nei giganteschi crateri scavati dalle pale meccanica emergono le prime maestose
basi dei pilastri che sorreggeranno gli imponenti viadotti, parti integranti del raddoppio della strada statale 640 Agrigento - Caltanissetta. Nel giro di 10 mesi appena, la ditta Cmc e le altre impegnate in sub appalto hanno bruciato
le tappe, operando a gran ritmo per recuperare i decenni perduti tra chiacchiere e morti caduti sulla strada che resta assassina. Al momento
visibili sono appena due le basi dei giganteschi piloni chiamati a sorreggere i futuri viadotti, ma è facile ipotizzare che da qui a qualche mese, le opere prenderanno sempre più forma e contenuto, dando alla gente che transita l’immediata idea di quanto veloci siano i lavori di realizzazione del raddoppio stradale. Le prime basi sorgono in territorio tra Favara e Racalmuto e sono chiaramente visibili, soprattutto a chi ovviamente non si trova al posto di guida. E d’obbligo infatti invitare chi è al volante a seguire esclusivamente l’andamento della strada e non quello dei lavori. Lungo il tracciato si avverte netta la sensazione che tutto intorno l’attività cantieristica sia in pieno fermento, sotto lo stretto controllo della Prefettura e delle forze dell’ordine che sistematicamente, sottopongono le ditte impegnate nell’opera ad accurati
controlli su tutti i fronti. I lavori riguardano il tratto che va da Agrigento
(km 9,8, appena al fuori dalla zona archeologica) a Grottarossa (km 44,4, confine con la provincia Caltanissetta). In tutto saranno realizzati venti viadotti, tre gallerie e otto svincoli. A lavori conclusi la strada, che attualmente comprende un’unica carreggiata con una corsia per ogni senso di marcia, diventerà a doppia carreggiata, con due corsie per senso di marcia separate da spartitraffico. L’investimento complessivo è di circa 500 milioni di euro, di cui 435 milioni per i lavori principali e per gli espropri e altre attività necessarie al cantiere. Una parte consistente dell’opera, pari a 365 milioni di euro, è stata finanziata dalla Regione con fondi Fas mentre la restante quota è a carico dell’Anas. I lavori, per contratto, dovrebbero concludersi nell’estate del 2012. E c’è l’impressione che questa scadenza possa essere rispettata.
F.D.M.
__________________
Claudio
Calò no está en línea   Reply With Quote
Old December 29th, 2009, 03:43 PM   #11
Calò
Italian User
 
Calò's Avatar
 
Join Date: Apr 2008
Location: Palermo-Novara
Posts: 14,780
Likes (Received): 412

VIADOTTO AKRAGAS. Guardrail vecchi di 30 anni, l’Anas sollecita da anni finanziamenti
Tre milioni per non volare
FRANCESCO DI MARE

Servono circa tre milioni di euro per mettere davvero in sicurezza il viadotto Akragas. Da anni l’Anas si dice pronta a mettere mano alla sostituzione delle ridicole barriere e dei guardrail - vecchi di 35 anni, tanti quanti ne ha il viadotto - posizionandone altri più alti e forti. Ogni volta che qualcuno si schianta o vola da questo serpentone di cemento armato alzato dallo Stato in barba a ogni regola urbanistica e storica, ma per sacrosanti motivi di pubblica
utilità ci si ritrova al punto di partenza. Il viadotto anzi, i viadotti perché sono
due di cui uno più lungo dell’altro, è di competenza Anas, ma l’Anas non ha i soldi per metterlo in totale sicurezza come già fatto invece in altri casi. Emblematico è il viadotto Carboj, dotato di paratie e barriere di particolare qualità, in grado di contenere meglio gli urti anche più pesanti. Per l’Akragas, inteso viadotto, da sempre non ci sono i fondi per renderlo davvero sicuro, a prova di suicidi tentati e riuscito o di incidenti con varie dinamiche. Tanti
pensano che il volo di trenta metri dell’auto sulla quale viaggiava il sedicenne empedoclino Alessandro Bonamico non ci sarebbe stato, se al posto di quei risibili e vetusti guardrail interpoderali, ci fosse stato un elemento contenitivo più forte. Lo pensa chi è del mestiere, come Luigi Gangarossa la cui ditta si occupa da mesi della segnaletica e della sicurezza lungo il cantiere per il raddoppio della statale 640. «Queste barriere sono fuori legge e fuori moda, visto che risalgono a quando il ponte venne alzato. Chi di dovere deve intervenire, il tempo è scaduto da un pezzo. Ci vogliono barriere di altro livello, in grado di attutire impatti diversi da quelli che si registravano negli anni 70 e 80». A giudicare da quanto emerso nelle ultime ore, nella parte del «cattivo» ci sarebbe l’Anas, additata da tanti insieme ai politici come colpevole o complice delle morti per incidente o suicidio. Ma l’Anas non ci stà: «Da anni chiediamo ai governi di mettere mano al portafogli per finanziare
i nostri progetti di messa in sicurezza dell’opera. Ma ad oggi non abbiamo avuto risposta. Servono 3 milioni di euro, anche perché i viadotti sono due. Le barriere infatti sono tante, non solo quelle laterali. Su altri viadotti siamo intervenuti avendo le risorse». Come dire che senza un intervento sostanzioso
del governo nazionale, dal viadotto le auto continueranno a volare, causando
morti e feriti. Se a questo si aggiunge anche la velocità - come nel caso del
dramma di Santo Stefano - con la quale si affronta il tracciato, la tragedia è sempre in agguato. E intanto, c’è chi come l’associazione Ferrovie Kaos propone l’istituzione di un treno che solo il sabato sera trasporti il popolo della notte da Porto Empedocle ad Agrigento e viceversa. Purtroppo, da 35 anni circa, sul viadotto non si muore solo il sabato notte.
__________________
Claudio
Calò no está en línea   Reply With Quote
Old December 29th, 2009, 03:58 PM   #12
girgenti
Registered User
 
girgenti's Avatar
 
Join Date: Apr 2009
Posts: 610
Likes (Received): 23

http://www.teleacras.com/home_02/index.php?option=com_content&task=view&id=11902&Itemid=1

Sanita’, le news nell’agrigentino.

E’ stato un anno intenso di novita’ per la sanita’ siciliana. Il 2009 sara’ ricordato a lungo per la riforma attuata dall’assessore regionale, Massimo Russo, magistrato prestato alla politica e ingaggiato da Raffaele Lombardo per curare i mali della sanita’ siciliana. Massimo Russo ha messo su il cosiddetto piano anti deficit che prevede, tra l’altro, la mappa dei tagli dei posti letto negli ospedali, la cancellazione di 43 guardie mediche, l’abbattimento del budget per i laboratori d’analisi e le case di cura, e una stretta anche per i farmacisti. In particolare nel 2009 sono stati tagliati 2 mila posti letto negli ospedali della Sicilia e 435 nelle strutture ospedaliere private. Cambia dunque la sanita’ agrigentina. Le novita’ piu’ importanti, dopo la riforma Russo, sono l’assegnazione negli ospedali della provincia di Agrigento di 815 posti letto per acuti e 273 per riabilitazione e lungodegenze. Di quest’ultimi 43 attengono a strutture private. Questi numeri – afferma il manager dell’Asl di Agrigento, Salvatore Oliveri – sono stati emanati in base ai parametri nazionali relativi al rapporto tra popolazione e disponibilita’ di posti letto. Nel primo distretto, per quanto riguarda gli acuti, Agrigento ha avuto 311 posti, Canicatti’ 117 e Licata 107. Per lungodegenza e riabilitazione Agrigento ha avuto 64 posti letto, Canicatti’ 32 e Licata 22. Nel secondo distretto Sciacca ha avuto 224 posti e Ribera 40, ma a Ribera sono stati assegnati 64 posti di lungodegenza e riabilitazione. Sciacca ne ha avuti 48. Restano a disposizione 16 posti per acuti che non sono stati assegnati a nessun ospedale e che sono, al momento, mantenuti per potenziare eventuali settori, in qualcuna delle cinque strutture sanitarie, che durante l’anno dovessero rivelarsi insufficienti. (29.12.2009)
girgenti no está en línea   Reply With Quote
Old December 29th, 2009, 03:59 PM   #13
girgenti
Registered User
 
girgenti's Avatar
 
Join Date: Apr 2009
Posts: 610
Likes (Received): 23

http://www.teleacras.com/home_02/index.php?option=com_content&task=view&id=9221&Itemid=291

Turni di distribuzione dell'acqua:

Girgenti Acque comunica che martedì 29 dicembre ad Agrigento l’acqua sarà distribuita in Via Atenea, via Santo Stefano, parte di via Garibaldi, vicolo Finazzi, via XXV Aprile, via Giovanni XXIII, via Papa Luciani, via Cicerone (punti alti), via Manzoni, via Callicratide, via Tortorelle, via Rapisardi, via Bologna, via Dante, via Acrone Inail, piazza Metello, via Concerie, via Dinoloco, via San Giacomo, via Mazzini, via Matteo Cimarra, contrada San Michele.

Dal serbatoio di Poggio Muscello

Via Monti Peloritani, zona Portella (lato Marino), contrada Zingarello, contrada Cipolluzzo, contrada Mandrascava, zona alta di via Cavaleri Magazzeni, via dei Fiumi.

Dal serbatoio del Villaggio Peruzzo:

lungomare Falcone Borsellino, via Zanella, via Canonica, parte di via Eolo, via Nettuno.

Villaseta

Via Kennedy, secondo, terzo, quarto e dodicesimo lotto, centro commerciale, via Pelagie.

Giardina Gallotti:

via Cavour, via Montegrappa, via Cesare Battisti, via Asti, via Trieste, via Empedocle, via Trento, viale Zara, via Roma, via Fiume, piazzetta Frenna, piazzetta Farruggia, via Belvedere (secondo tratto), via Pola (secondo tratto), via Nuova Gorizia, salita Palermo.
girgenti no está en línea   Reply With Quote
Old December 29th, 2009, 04:18 PM   #14
girgenti
Registered User
 
girgenti's Avatar
 
Join Date: Apr 2009
Posts: 610
Likes (Received): 23

Video sulla nuova fabbrica di pannelli solari, moncada energy

EDIT: online il nuovo sito della Moncada ENERGY, c'è anche la sezione lavora con noi, dove potete inserire il curriculum e candidarvi:

http://www.moncadaenergy.com/

Last edited by girgenti; December 29th, 2009 at 04:27 PM.
girgenti no está en línea   Reply With Quote
Old December 29th, 2009, 08:08 PM   #15
brick84
Unknown User
 
brick84's Avatar
 
Join Date: Aug 2007
Posts: 23,242

Quote:
Originally Posted by girgenti View Post
Secondo la classifica stilata dal quotidiano il Sole24ore, ormai alla sua ventesima edizione, Trieste vince la “palma d’oro” come la città italiana più vivibile e più a misura d’uomo. Peraltro già vincitrice nel 2005, stavolta ha superato Aosta, che deteneva questo primato l’anno passato. E sempre nella parte alta della classifica troviamo Belluno e Sondrio.

Non ugualmente buoni i risultati in particolare per due province siciliane, Caltanissetta penultima e Agrigento addirittura all’ultimo posto per vivibilità. Infine le città più grandi, Roma e Milano si classificano rispettivamente al 24mo e 19mo posto. L’indagine del Sole24ore ha considerato ed esaminato sei grandi aree legate alla vita dei cittadini: il tenore di vita, gli affari e il lavoro, l’ordine pubblico, i servizi e l’ambiente, la popolazione e il tempo libero.

-----------------------------------------------------------------------------------------------

Tenore di vita: economia basata sugli stipendi statali, qui il lavoro o è statale (preferibilmente bidello) o meglio restare disoccupati.
Oppure si emigra.

Affari e lavoro: Affari?

Ordine pubblico: Come il resto della Sicilia.

Servizi e ambiente: I bus extraurbani funzionano, quelli urbani insomma.
I giardini sono inagibili e non curati.

Popolazione: ???

Tempo libero: teatri e cinema ok, abbiamo anche un palacongressi. Lo sport è impossibile da praticare per mancanza di strutture.

Comunque sei stato troppo duro.

Ormai si dà poco conto alle solite classifiche del Sol24ore, a parte perchè sono le stesse da vent'anni, anche perchè hanno perso di credibilità.
Ad esempio: Enna, dico Enna! si è classificata la prima siciliana .... meglio di Messina, Ragusa e altre sicuramente più dinamiche. Da sempre la provincia di Enna (e Caltanissetta) sono state le più arretrate province siciliane.... (senza offesa), quindi mi viene un po' difficile prendere sul serio il dato de Il Sole 24 Ore!
Sorry.
__________________
"Quello che facciamo per noi stessi,muore con noi
quello che facciamo per gli altri e per il mondo rimane, ed e’ immortale" - Albert Pine
.


**********************

Ponte sullo Stretto di Messina - Prima parte
Ponte sullo Stretto di Messina - Seconda parte
brick84 no está en línea   Reply With Quote
Old December 29th, 2009, 08:56 PM   #16
The Westerner
Registered User
 
The Westerner's Avatar
 
Join Date: Feb 2007
Location: Somewhere around the atlantic ocean
Posts: 457
Likes (Received): 6

Quote:
Originally Posted by girgenti View Post
Secondo la classifica stilata dal quotidiano il Sole24ore, ormai alla sua ventesima edizione, Trieste vince la “palma d’oro” come la città italiana più vivibile e più a misura d’uomo. Peraltro già vincitrice nel 2005, stavolta ha superato Aosta, che deteneva questo primato l’anno passato. E sempre nella parte alta della classifica troviamo Belluno e Sondrio.

Non ugualmente buoni i risultati in particolare per due province siciliane, Caltanissetta penultima e Agrigento addirittura all’ultimo posto per vivibilità. Infine le città più grandi, Roma e Milano si classificano rispettivamente al 24mo e 19mo posto. L’indagine del Sole24ore ha considerato ed esaminato sei grandi aree legate alla vita dei cittadini: il tenore di vita, gli affari e il lavoro, l’ordine pubblico, i servizi e l’ambiente, la popolazione e il tempo libero.

-----------------------------------------------------------------------------------------------

Tenore di vita: economia basata sugli stipendi statali, qui il lavoro o è statale (preferibilmente bidello) o meglio restare disoccupati.
Oppure si emigra.

Affari e lavoro: Affari?

Ordine pubblico: Come il resto della Sicilia.

Servizi e ambiente: I bus extraurbani funzionano, quelli urbani insomma.
I giardini sono inagibili e non curati.

Popolazione: ???

Tempo libero: teatri e cinema ok, abbiamo anche un palacongressi. Lo sport è impossibile da praticare per mancanza di strutture.
Quote:
Originally Posted by brick84 View Post

Comunque sei stato troppo duro.

Ormai si dà poco conto alle solite classifiche del Sol24ore, a parte perchè sono le stesse da vent'anni, anche perchè hanno perso di credibilità.
Ad esempio: Enna, dico Enna! si è classificata la prima siciliana .... meglio di Messina, Ragusa e altre sicuramente più dinamiche. Da sempre la provincia di Enna (e Caltanissetta) sono state le più arretrate province siciliane.... (senza offesa), quindi mi viene un po' difficile prendere sul serio il dato de Il Sole 24 Ore!
Sorry.
citando un grande siciliano:
e a vederli... mi sembrano felici....
__________________
...there's a feeling I get
when I look to the west
and my spirit is crying for leaving...
The Westerner no está en línea   Reply With Quote
Old December 30th, 2009, 09:11 AM   #17
girgenti
Registered User
 
girgenti's Avatar
 
Join Date: Apr 2009
Posts: 610
Likes (Received): 23

Piano regolatore

E’ stato pubblicato sul supplemento ordinario n. 2 alla “Gazzetta Ufficiale della Regione siciliana” numero 60 del 24 dicembre 2009, il decreto del dirigente generale del dipartimento regionale dell’urbanistica dell’assessorato del territorio e dell’ambiente del 28 ottobre 2009, riguardante l’approvazione del Piano regolatore generale e del regolamento edilizio del comune di Agrigento.

Queste le parti in cui si articola la premessa del decreto: vincoli, progetto del piano, idee guida, interventi, dimensionamento, standard, confronto insendiabilità teorica, verifica degli standard, effetti sul dimensionamento a seguito dell’accoglimento delle osservazioni, pianificazione commerciale, zonizzazione e norme tecniche di attuazione (ulteriori correzioni e regolamento edilizio), studio agricolo forestale, studio geologico e geotecnico, prescrizioni esecutive, demografia e dimensionamento, varianti pervenute all’assessorato, tavole di riferimento alle controdeduzioni.

Il decreto, approva lo strumento urbanistico con le osservazioni e/o opposizioni presentate decise in conformità e con le stesse motivazioni contenute nei pareri resi dal Consiglio regionale dell’urbanistica. Vengono quindi elencati 328 allegati e si onera il comune a provvedere agli adempimenti di legge conseguenti, curando che in breve tempo vengano apportate dal progettista le modifiche e le correzioni agli elaborati di piano che discendono dal decreto stesso, affinché per gli uffici e per l’utenza risulti un testo definitivo e completo.

Vengono quindi elencate 753 valutazioni, osservazioni e opposizioni allegate al primo parere, le 14 pervenute fuori termine e quindi le 170 allegate all’ultimo parere.

Il decreto è composto da 141 pagine ed è consultabile sul sito della “Gazzetta ufficiale” www.gurs.regione.sicilia.it/gazzette e sul sito del Comune di Agrigento www.comune.agrigento.it alla voce “In primo piano”, nella parte “Gestione del territorio”.

..............................................................................................................

http://www.agrigentoweb.it/pubblicat...rigento_34172/
girgenti no está en línea   Reply With Quote
Old December 30th, 2009, 09:15 AM   #18
girgenti
Registered User
 
girgenti's Avatar
 
Join Date: Apr 2009
Posts: 610
Likes (Received): 23

La Corte dei conti dà l’ok al bilancio del comune di Agrigento.

Nei giorni scorsi è pervenuta al Comune di Agrigento una nota del Presidente della Sezione di controllo per la Regione siciliana della Corte dei conti con la quale si comunica che dalla relazione concernente il bilancio revisionale 2009 non sono emerse “irregolarità contabili tali da richiedere l’adozione di specifica pronuncia” e, pertanto, l’istruttoria di controllo può considerasi conclusa.
“Il peggio è ormai alle spalle”: commenta a tal proposito il Sindaco Marco Zambuto.
Ed aggiunge: “La disastrosa situazione economico-finanziaria trovata due anni fa, che stava portando l'Amministrazione, quasi in maniera ineluttabile, alla dichiarazione del dissesto, si può considerare ormai definitivamente superata. Quali sarebbero state per i cittadini le conseguenze di un comune fallito? Imposte al massimo, licenziamenti dei dipendenti precari, ridotto pagamento di tutti i crediti, e così via. Il nostro tessuto economico non si poteva, nè si può, permettere questo "lusso". Quest’ultima comunicazione della Corte dei conti sul bilancio di previsione del 2009 suggella autorevolmente come ormai i conti del Comune siano a posto.”
“Anche i problemi di liquidità – conclude Zambuto – si vanno gradualmente superando, per cui i ritardi nei pagamenti, anche se ancora non fisiologici, sono tuttavia abbastanza ridotti. Una situazione che nel 2010 sicuramente migliorerà sensibilmente.”

29 dicembre 2009

girgenti no está en línea   Reply With Quote
Old December 31st, 2009, 09:09 AM   #19
girgenti
Registered User
 
girgenti's Avatar
 
Join Date: Apr 2009
Posts: 610
Likes (Received): 23

Prorogata fino al 30 giugno 2010 la deroga all’obbligo di chiusura festiva degli esercenti l’attività del commercio

Il sindaco di Agrigento, con propria ordinanza, ha disposto, alla luce del recente decreto dell’assessore regionale del commercio, che fino al 30 giugno 2010 gli esercizi commerciali di Agrigento possono derogare dall’obbligo della chiusura festiva, domenicale o infrasettimanale, sempre nel rispetto dei limiti di orario previsti dall’apposita legge regionale (massimo 12 ore giornaliere).
Dopo tale data eventuali analoghi provvedimenti richiedono che il consiglio comunale si esprima nel merito, in considerazione che Agrigento rientra tra i comuni ad economia prevalentemente turistica ed è una città d’arte.

...............................................................................................................
Modifiche al traffico veicolare in occasione del concerto di Capodanno in piazza Marconi


Il sindaco di Agrigento, con propria ordinanza, ha disposto, a partire dalle ore 23 del 31 dicembre 2009 e fino a cessato bisogno dell’1 gennaio 2010 alcune modifiche al traffico veicolare in piazza Marconi sede dei festeggiamenti del Capodanno.

In particolare la circolazione nella citata piazza e nelle vie limitrofe sarà regolamentata come segue: la via delle Torri e la piazza Marconi verranno chiuse al transito veicolare; gli automobilisti provenienti dalla via Empedocle e diretti in piazza Marconi, per tutta la durata della manifestazione, dovranno immettersi verso il tunnel “Piedigrotta”; gli stalli di sosta, riservati ai taxi ed ai disabili, verranno spostati all’interno del parcheggio privato delle Ferrovie dello Stato; quanti provenienti dalla via Crispi e dal Viale della Vittoria, giunti all’intersezione con piazza Marconi, dovranno obbligatoriamente proseguire per piazza Vittorio Emanuele – piazzale Moro. Gli automobilisti provenienti dalla via Acrone, giunti all’intersezione con piazza Marconi, hanno la possibilità di proseguire verso la via Crispi o svoltare per piazzale Moro – piazza Vittorio Emanuele.
girgenti no está en línea   Reply With Quote
Old December 31st, 2009, 04:05 PM   #20
brick84
Unknown User
 
brick84's Avatar
 
Join Date: Aug 2007
Posts: 23,242

Città col Pil più alto della provincia
Porto Empedocle. Le aziende sul territorio fanno aumentare il prodotto interno lordo

PORTO EMPEDOCLE. La città con il livello di emigrazione
tra i più alti della provincia ha il Pil
più alto dello stesso territorio.
Paradossi dell’economia che lasciano a dir
poco perplessi. Per Pil s’intende il cosiddetto
prodotto interno lordo, calcolato dagli osservatori
economici in base alla reale produttività
dei vari territori, generata dalla capacità
di produrre reddito e movimentare denaro.
E mentre tanti empedoclini, giovani e meno
giovani continuano a preparare la valigia
per lavorare o studiare altrove, si apprende
che nella cittadina marinara c’è un Pil da
competizione. Questo dato estremamente
discordante nasce ed è generato dalla presenza
in massa sul territorio comunale di
numerosi poli industriali. Si pensi alla Vetem,
alla Moncada Energy, all’Enel, all’Italcementi,
all’Italkali, alle ditte che operano nell’indotto,
a quelle che lavorano all’interno dell’area
portuale
e tante altre medie attività industriali
che a Porto Empedocle sopravvivono
da anni. In poche parole il prodotto interno
lordo dell’economia empedoclina non teme
paragoni con altre realtà provinciali e forse
anche regionali, a dispetto di una economia
«popolare» che rasenta in molti casi la povertà.
Quel che più lascia sorpresi è che tutto
questo movimento di denaro, sul territorio
lasci davvero poco. Eccetto i dipendenti delle
aziende che questo Pil lo fanno crescere,
nelle tasche di tutti gli altri empedoclini tutto
questo giro di soldi non suscita alcuna entrata
positiva.
I poveri restano poveri e il ceto medio resta
medio. Un paese con tante attività industriali
di così grande rilievo dovrebbe spiccare
il volo già da diverso tempo, ma ancora oggi
si attende una svolta decisiva. Una svolta
che tutti intravedono nel rilancio del porto e
nell’insediamento del rigassificatore. Con
una proiezione ai prossimi cinque o dieci
anni, questi ulteriori interventi di potenziamento
economico dovrebbero spingere Porto
Empedocle a fare lievitare ancora di più il
proprio prodotto interno lordo. Ma con l’auspicio
che la ricaduta sulle fasce medio -
basse sia positiva e concreta, soddisfacendo
la maggior parte della popolazione.
Ad oggi resta quindi almeno la soddisfazione
di essere primi in quanto a Pil, con l’auspicio
che l’anno prossimo ci sia meno Pil e più
lavoro.
FRANCESCO DI MARE

La Sicilia di oggi, cronaca di AG
__________________
"Quello che facciamo per noi stessi,muore con noi
quello che facciamo per gli altri e per il mondo rimane, ed e’ immortale" - Albert Pine
.


**********************

Ponte sullo Stretto di Messina - Prima parte
Ponte sullo Stretto di Messina - Seconda parte
brick84 no está en línea   Reply With Quote


Reply

Tags
agrigento

Thread Tools
Rate This Thread
Rate This Thread:

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off



All times are GMT +2. The time now is 07:46 AM.


Powered by vBulletin® Version 3.8.8 Beta 1
Copyright ©2000 - 2014, vBulletin Solutions, Inc.
Feedback Buttons provided by Advanced Post Thanks / Like v3.2.5 (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2014 DragonByte Technologies Ltd.

vBulletin Optimisation provided by vB Optimise (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2014 DragonByte Technologies Ltd.

SkyscraperCity ☆ In Urbanity We trust ☆ about us | privacy policy | DMCA policy

Hosted by Blacksun, dedicated to this site too!
Forum server management by DaiTengu