search the site
 daily menu » rate the banner | guess the city | one on oneforums map | privacy policy | DMCA | news magazine | posting guidelines

Go Back   SkyscraperCity > European Forums > Forum Italiano > Discussioni locali > Sud e Isole

Sud e Isole Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna, Sicilia



Global Announcement

As a general reminder, please respect others and respect copyrights. Go here to familiarize yourself with our posting policy.


Reply

 
Thread Tools
Old June 11th, 2017, 10:05 PM   #1
Francesco23
Registered User
 
Join Date: Jan 2017
Posts: 16
Likes (Received): 1

Modelli urbanistici Nord vs Sud

Ho notato che al Nord nei piccoli comuni (intendo quelli fino a 15 mila abitanti) sono fatti da villette tutte sparpagliate tra loro, mentre al Sud case tutte attaccate tra di loro e quindi bene o male i comuni meridionali sono tutti delle scacchiere come a Belpasso (CT). Come mai? Abusivismo edilizio?
Francesco23 no está en línea   Reply With Quote

Sponsored Links
Old June 12th, 2017, 05:30 AM   #2
Lukas86
Registered User
 
Lukas86's Avatar
 
Join Date: May 2016
Posts: 474
Likes (Received): 238

Quote:
Originally Posted by Francesco23 View Post
Ho notato che al Nord nei piccoli comuni (intendo quelli fino a 15 mila abitanti) sono fatti da villette tutte sparpagliate tra loro, mentre al Sud case tutte attaccate tra di loro e quindi bene o male i comuni meridionali sono tutti delle scacchiere come a Belpasso (CT). Come mai? Abusivismo edilizio?
Nel sud solitamente ( tranne che per alcune zone nuove o di costa ) non fa propio parte della tradizione urbanistica costruire villette ma oserei dire propio costruire case nel verde in generale. Si.. si tende a costruire tutto attaccato senza lasciare spazi per vivere decentemente. Io non amo per nulla questo modello NON urbanistico, di sicuro il nord ma anche zone del centro hanno costruito meglio, diciamo più sul modello nord europeo ( anche se rimane un abisso tra il nord Italia e resto d'Europa ). Ma alcuni ti diranno meglio cosi, non amano i quartieri fatti a villetta o comunque grandi spazi dove mettere verde, arredo urbano e altro. Come si dice a ogni scarrafone è bello a mamma sua. Fosse per me sparirebbe l'80% del costruito al sud per ricostruire in modo dignitoso, ma visto che rimarrà solo un mio sogno meglio non pensarci. Comunque per quanto mi riguarda le zone più brutte d'Italia per come si è costruito da cani sono un bel pò di paesi della Sicilia e sopratutto l'hinterland di Napoli. Penso sia il posto più brutto d'Europa. Ma anche l'hinterland di Catania se la gioca bene.

Last edited by Lukas86; June 12th, 2017 at 05:52 AM.
Lukas86 está en línea ahora   Reply With Quote
Old June 12th, 2017, 03:56 PM   #3
Francesco23
Registered User
 
Join Date: Jan 2017
Posts: 16
Likes (Received): 1

Quote:
Originally Posted by Lukas86 View Post
Comunque per quanto mi riguarda le zone più brutte d'Italia per come si è costruito da cani sono un bel pò di paesi della Sicilia
Ti riferisci a città come Gela? E per quanto riguarda l'hinterland catanese parli di Paternò?


Comunque io non direi l'80% ma piuttosto un 45% di ciò che andrebbe demolito. Vediamo dal bicchiere mezzo pieno: bene o male, in questi ultimi due decenni, si sono fatti molti prospetti nelle case e moltissimi quartieri e zone del Sud Italia sono state riqualificate. Nulla a che vedere con gli anni 80 o 90.
Francesco23 no está en línea   Reply With Quote
Old June 12th, 2017, 11:03 PM   #4
Lukas86
Registered User
 
Lukas86's Avatar
 
Join Date: May 2016
Posts: 474
Likes (Received): 238

Quote:
Originally Posted by Francesco23 View Post
Ti riferisci a città come Gela? E per quanto riguarda l'hinterland catanese parli di Paternò?


Comunque io non direi l'80% ma piuttosto un 45% di ciò che andrebbe demolito. Vediamo dal bicchiere mezzo pieno: bene o male, in questi ultimi due decenni, si sono fatti molti prospetti nelle case e moltissimi quartieri e zone del Sud Italia sono state riqualificate. Nulla a che vedere con gli anni 80 o 90.
Per i miei gusti preferisco i paesi del nord! ecco due esempi, il primo un paese del nord e il secondo del sud, Gela appunto. Direi che le immagini valgono più di mille parole su cosa sia meglio e cosa sia peggio.

https:[email protected]..7i13312!8i6656

https:[email protected]..7i13312!8i6656

Last edited by Lukas86; June 12th, 2017 at 11:08 PM.
Lukas86 está en línea ahora   Reply With Quote
Old June 13th, 2017, 12:54 PM   #5
Francesco23
Registered User
 
Join Date: Jan 2017
Posts: 16
Likes (Received): 1

Beh si ma tu fai l'erba tutta di un fascio. I comuni costruiti di merda in Sicilia non mancano affatto vedi Gela, Paternò o Favara soprattutto nell'agrigentino (e lo dico da siciliano) ma non rappresentano tutta la Sicilia come dici tu. Come ho detto prima, nel Sud sono stati fatti passi da gigante soprattutto nella stessa Gela.

La Sicilia è anche questo: https:[email protected]..7i13312!8i6656

o questo: https:[email protected]..7i13312!8i6656

Riguardo a Gela c'è anche questo: https:[email protected]..7i13312!8i6656

Comunque non mi hai risposto sull'hinterland catanese...
Francesco23 no está en línea   Reply With Quote
Old June 18th, 2017, 09:15 AM   #6
-Urbicus-
Just a loser
 
Join Date: Apr 2016
Posts: 304
Likes (Received): 556

Catania è una delle poche città del sud ad avere un grande sprawl, da quel che vedo

In Puglia (almeno nella mia area) ci sono un sacco di seconde case sparse nella campagna, ma le "prime" case rimangono palazzoni densi (anche se non densi quanto certe cose che ho visto in Sicilia)

Non c'è nulla di male nel costruire denso, anzi, francamente non vorrei che fossero rifatti gli stessi errori che sono stati fatti come alcuni "paesi dormitori" come nel nord, e apprezzo il fatto che le nostre città siano rimaste "vive"; solo dovremmo prendere un altro modello di densità: la Spagna
Come unire la densità col verde sparso
-Urbicus- no está en línea   Reply With Quote
Old June 20th, 2017, 12:05 PM   #7
adslblu
Registered User
 
Join Date: Nov 2008
Posts: 225
Likes (Received): 57

Il sud e soprattutto la Sicilia, sono molto variegati. Basta spostarsi di pochi chilometri e cambia tipologia costruttiva, verde, architettura. In generale la tipologia costruttiva, storicamente, è stata dell'agglomerato urbano raccolto, con la campagna attorno, anche per difendersi dalle invasioni e dai pericoli. Il centro medievale, arroccato magari, presenta ovviamente spazi ristretti. Ma altre zone hanno stili diversi, per esempio la fascia tirrenica siciliana è ricca di verde, o città ricostruite dopo calamità naturali, come Messina, sono di ampio respiro. Le zone peggiori come costruito, credo siano l'agrigentino, il nisseno, varie parti della Calabria, specie nel reggino, il foggiano e inqualificabile l'hinterland di Napoli. Non che gli agglomerati sparsi di villette isolate, in mezzo a stradoni, capannoni, rotonde della pianura padana, siano migliori, ma la presenza di più verde e le facciate curate, mitigano l'effetto degrado, ma non l'effetto alienazione. Per quanto riguarda la zona intorno Catania, se è vero che le zone orientali dopo il capoluogo, come Paternò, spesso siano brutte e poco curate, anche se rispetto a 30 anni fa, non ci sono paragoni (però sono molto verdi a differenza dell'agrigentino ad esempio), le zone sopra la città, pedemontane, sono forse le migliori del sud a livello di servizi verde, cura di case e facciate, vivacità commerciale, ariosità ecc. (Gravina, Nicolosi, Pedara, Tracastagni, Tremestieri, Viagrande, Milo, Zafferana, Acicastello ecc.), tolte le amene località turistiche come Taormina, Erice, costiera sorrentina, Tropea e simili. Il problema però è che seppur piacevoli come può essere una Brianza (con il valore aggiunto del mare sotto e dell'Etna sopra), sono una sprawl devastante che non prenderei come esempio, meglio allora i condomini normali con verde, ma più concentrati, come può essere la zona moderna di Palermo o Messina o la stessa Catania città.
adslblu no está en línea   Reply With Quote
Old June 20th, 2017, 06:11 PM   #8
Francesco23
Registered User
 
Join Date: Jan 2017
Posts: 16
Likes (Received): 1

Quote:
Originally Posted by adslblu View Post
Il sud e soprattutto la Sicilia, sono molto variegati. Basta spostarsi di pochi chilometri e cambia tipologia costruttiva, verde, architettura. In generale la tipologia costruttiva, storicamente, è stata dell'agglomerato urbano raccolto, con la campagna attorno, anche per difendersi dalle invasioni e dai pericoli. Il centro medievale, arroccato magari, presenta ovviamente spazi ristretti. Ma altre zone hanno stili diversi, per esempio la fascia tirrenica siciliana è ricca di verde, o città ricostruite dopo calamità naturali, come Messina, sono di ampio respiro. Le zone peggiori come costruito, credo siano l'agrigentino, il nisseno, varie parti della Calabria, specie nel reggino, il foggiano e inqualificabile l'hinterland di Napoli. Non che gli agglomerati sparsi di villette isolate, in mezzo a stradoni, capannoni, rotonde della pianura padana, siano migliori, ma la presenza di più verde e le facciate curate, mitigano l'effetto degrado, ma non l'effetto alienazione. Per quanto riguarda la zona intorno Catania, se è vero che le zone orientali dopo il capoluogo, come Paternò, spesso siano brutte e poco curate, anche se rispetto a 30 anni fa, non ci sono paragoni (però sono molto verdi a differenza dell'agrigentino ad esempio), le zone sopra la città, pedemontane, sono forse le migliori del sud a livello di servizi verde, cura di case e facciate, vivacità commerciale, ariosità ecc. (Gravina, Nicolosi, Pedara, Tracastagni, Tremestieri, Viagrande, Milo, Zafferana, Acicastello ecc.), tolte le amene località turistiche come Taormina, Erice, costiera sorrentina, Tropea e simili. Il problema però è che seppur piacevoli come può essere una Brianza (con il valore aggiunto del mare sotto e dell'Etna sopra), sono una sprawl devastante che non prenderei come esempio, meglio allora i condomini normali con verde, ma più concentrati, come può essere la zona moderna di Palermo o Messina o la stessa Catania città.
Grazie e ancora grazie, finalmente una risposta soddisfacente. In effetti si, le zone pedemontane catanesi sono fatte davvero bene (a quei paesi aggiungo Tremestieri Etneo, San Gregorio di Catania e San Giovanni La Punta e credo che siano tutti) e penso proprio che se buona parte del Sud Italia fosse costruito così già sarebbe avanti anni luce, ma penso proprio che sia un sogno proibito. Ci vorrebbe un cambio di mentalità inimmaginabile. Già il fatto che oggi in molte cittadine come appunto Paternò o la stessa Biancavilla, sia siano fatti molti prospetti è un miracolo ma ne restano davvero tantissimi da fare. Anche se, non sempre basta fare un prospetto per "riqualificare" una zona fatta letteralmente con il culo.
Urbanisticamente i peggiori paesi della Sicilia restano Favara, Palma di Montechiaro e Niscemi. Per demolire tutte quelle schifezze di questi tre comuni, ci vorrebbe una super manovra economica da parte del governo nazionale.
Spero che nel futuro cambi qualcosa.
Francesco23 no está en línea   Reply With Quote


Reply

Thread Tools

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off

Related topics on SkyscraperCity


All times are GMT +2. The time now is 04:11 AM.


Powered by vBulletin® Version 3.8.11 Beta 4
Copyright ©2000 - 2017, vBulletin Solutions Inc.
Feedback Buttons provided by Advanced Post Thanks / Like (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2017 DragonByte Technologies Ltd.

vBulletin Optimisation provided by vB Optimise (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2017 DragonByte Technologies Ltd.

SkyscraperCity ☆ In Urbanity We trust ☆ about us | privacy policy | DMCA policy

Hosted by Blacksun, dedicated to this site too!
Forum server management by DaiTengu