daily menu » rate the banner | guess the city | one on oneforums map | privacy policy (aug.2, 2013) | DMCA policy | flipboard magazine

Go Back   SkyscraperCity > European Forums > Forum Italiano > Discussioni locali > Nord

Nord Emilia-Romagna, Friuli-Venezia Giulia, Liguria, Lombardia, Piemonte, Trentino-Alto Adige/Südtirol, Valle d'Aosta, Veneto



Reply

 
Thread Tools
Old January 16th, 2005, 11:24 AM   #1
Sonic from Padova
Николай
 
Sonic from Padova's Avatar
 
Join Date: Nov 2004
Location: Padova oppure Berlino Est
Posts: 8,023
Likes (Received): 38

Padova archivio

Padova avrà il Net, il grattacielo di venti piani più avveniristico del Nordest. Progettista lo svizzero Aurelio Galfietti, impresa edile Edilbasso, impiantistica P4 di Resana


di Angelo Miatello

padova, 5 febbraio 2004. È un grande progetto di trasformazione urbanistica che contiene al suo interno una gemma architettonica capace di brillare nell'aria per 72 metri e di essere vista a chilometri di distanza. Stiamo parlando del net (North east tower) il grattacielo più avveniristico del Nordest che si sta costruendo vicino al casello di padova est. Il complesso che sarà pronto entro il 2005 prevede una torre di venti piani che avrà una caratteristica straordinaria, ovvero di invertire, innalzandosi nell'aria, la propria base trapezoidale fino a rovesciarla. La presenza poi di speciali "brise-soleil", ovvero pannelli frangisole metallici rossi, le daranno un tocco di eleganza in più. Dentro, nei primi dieci piani un albergo, poi uffici di rappresentanza per aziende e agli ultimi piani suites residenziali.

Il progetto prevede anche, a corona, due file di palazzi alti cinque piani.

Nella prima, chiamata Palazzo Tendenza che sarà coperta da una galleria di vetro, andranno negozi di alta moda. Nella seconda ala, denominata palazzo Economia, attività di business e uffici. L'investimento della società proprietaria dell'area, la Edilbasso, è di circa 100 milioni di euro. Ieri alla presentazione c'era anche il progettista, l'architetto svizzero Aurelio Galfetti, uno dei nomi più quotati in Europa. "È un edificio che non si è mai visto - ha detto - una sfida tecnica per noi e un segno distintivo della città". Per la società Edilbasso di Loreggia è l'impegno più importante dalla fondazione, giusto trent'anni fa: "Lavorando nell'edilizia dal 1974 ho sempre creduto che sia un preciso dovere costruire con gusto estetico, oltre che seguendo esigenze funzionali", ha spiegato ieri al Pedrocchi Bruno Basso, il titolare. E questo intervento si completerà con un progetto più vasto che si estenderà sui 250mila metri quadrati di terreno che Edilbasso ha acquistato dietro al net. Lì sorgerà un nuovo quartiere residenziale, anche questo pensato da Galfetti, con oltre 700 appartamenti.

Il net invece vivrà di connotazioni particolari. Ad esempio il grattacielo si affaccerà su una grande piazza di ventimila metri quadrati innalzata di un metro dal piano campagna e alla quale si accederà salendo pochi gradini, sarà circondato da vasche d'acqua e affiancato da un ristorante.

L'impiantistica - idraulica e termocondutture - è stata affidata alla ditta P4 dei Fratelli Perin di Resana, molto stimati per la loro impareggiabile qualità del lavoro. I fratelli Perin operano attualmente in diverse parti d'Italia e all'estero.
Sonic from Padova no está en línea   Reply With Quote

Sponsored Links
 
Old January 16th, 2005, 11:25 AM   #2
therock
Italian utent
 
Join Date: Apr 2004
Location: Torino
Posts: 1,730
Likes (Received): 4

Bella news!!! foto????
__________________
TORINO 2006
XX Winter Olympic Games
10 - 26 February 2006
therock no está en línea   Reply With Quote
Old January 16th, 2005, 11:28 AM   #3
Sonic from Padova
Николай
 
Sonic from Padova's Avatar
 
Join Date: Nov 2004
Location: Padova oppure Berlino Est
Posts: 8,023
Likes (Received): 38

TRASPORTI: VENETO, DA REGIONE OK A LINEA 3 METROBUS PADOVA

La Giunta veneta, su proposta dell'assessore alle politiche della mobilita' Renato Chisso, ha espresso parere favorevole sulla localizzazione urbanistica dell'intervento della linea 3 del Metrobus. ''Il Comune di Padova -ricorda Chisso- aveva approvato nel gennaio scorso lo studio di fattibilita' ed il progetto preliminare dell'intervento Linea Sir3 Stazione FS-Ospedali- Voltabarozzo (Agripolis), primo stralcio funzionale Fs Ospedale S. Antonio, per consentirne l'inserimento nell'elenco annuale dei lavori pubblici. In agosto l'amministrazione comunale ha confermato la proposta trasmettendo alla Regione il progetto in questione, in modo da attivare le procedure di legge, in particolare sulla localizzazione urbanistica dell'opera. Quest'ultima rientra nell'ambito del Sistema Intermedio a Rete derivante dal Piano comunale della Mobilita', che prevede la realizzazione di un sistema di tre linee: Sir1 (Pontevigodarzere-Guizza, in fase di realizzazione), Sir2 (Rubano-Stazione Fs-Vigonza) e appunto Sir3 (Stazione Fs Ospedali-Voltabarozzo)''. ''La Giunta veneta ha espresso parere favorevole -ha aggiunto Chisso- in quanto l'intervento, che per la sua quasi totalita' interessa aree gia' destinate alla viabilita' o comunque a servizi, promuove lo sviluppo del sistema di trasporto pubblico in alternativa al trasporto privato su gomma, e risulta strategica per una migliore integrazione del trasporto ferroviario (Sfmr e Alta Capacita') nel contesto urbano della citta'''.
Sonic from Padova no está en línea   Reply With Quote
Old January 16th, 2005, 11:40 AM   #4
Sonic from Padova
Николай
 
Sonic from Padova's Avatar
 
Join Date: Nov 2004
Location: Padova oppure Berlino Est
Posts: 8,023
Likes (Received): 38

LEGAMBIENTE: “PER CALCOLO ELETTORALE PADOVA E’ CONDANNATA ALLO SMOG ED ALLA CONGESTIONE”

“Il “Metrobus ha i fili e le rotaie come le avrebbe avute il Tram i cui lavori potevano iniziare nel 1999 con la differenza che quello avrebbe potuto garantire 100mila spostamenti al giorno, questo ne garantirà solo 20mila. Cinque anni di persi, per ottenere un mezzo che non serve a risolvere- non inizia nemmeno a risolvere - il problema strutturale della mobilità e dell’inquinamento a Padova.” A costatarlo amaramente è Lucio Passi, coordinatore di Legambiente Padova. “Credo che in questa vicenda la miseria della Politica abbia toccato livelli abissali. Per propaganda elettorale l’amministrazione Destro cavalcò il no ai fili e rotaie del “Tram di Zanonato” per poi riproporci oggi un mini tram che non ha neanche lontanamente la capienza che servirebbe per iniziare a riequilibrare il rapporto tra spostamenti su mezzi pubblici con quello sui mezzi privati. Riequilibrio che è l’unica strada per abbattere l’inquinamento atmosferico. Risultato: cinque anni persi mentre abbiamo continuato a respirare Pm10 e chissà quanti altri ne perderemo se al più presto non si varerà un sistema globale di trasporto pubblico capace di garantire complessivamente 300 spostamenti al giorno.

Insomma per calcoli elettorali hanno condannato una città a decenni di congestione, smog, rumore, peggioramento della scurezza stradale, con tutti i danni alla salute che questo comporta. Ma la Politica non dovrebbe perseguire il bene comune?”
I dati parlano chiaro. Padova registra attualmente oltre 800 mila spostamenti giorno, di cui più di 500 mila in automobile, mentre gli attuali mezzi pubblici trasportano 105 mila persone al giorno. Il Metrobus aggiungerebbe un’offerta d’altri 20mila passeggeri giorno. Valori insignificanti per il rilevantissimo investimento economico che serve per il metrobus. Un investimento così cospicuo comincia ad avere senso se l’obiettivo è di portare l’offerta del trasporto pubblico complessivamente a 200 - 250 mila spostamenti, al giorno.

La giostra elettorale delle prove tecniche del metrobus gira, ma i limiti del mezzo sono sempre lì. Il vero grande punto debole del metrobus è la sua scarsa capienza. Il metrobus a regime sarà a tre casse con in tutto una capacità nominale (calcolata per 4 passeggeri in piedi/mq) di 116 passeggeri ed una capacità massima (calcolata per 6 passeggeri in piedi/mq) di 164, contro rispettivamente i 230 e 290 passeggeri trasportabili da un metrotram quale quello di Strasburgo, a suo tempo ipotizzato per Padova.
Il percorso del metrobus è lungo 10,7 km. La velocità media di esercizio prevista è di 22 km/ora. Per una corsa quindi si impiegano come minimo 30 minuti. Al capolinea occorre una pausa tecnica di almeno 5 minuti per assicurare la regolarità di frequenza. Per fare un giro completo occorrono quindi 30+5+30+5 pari a 70 minuti. Considerato che le vetture in esercizio a regime saranno 12 la frequenza massima sarà di 6 minuti. Ne consegue che per ogni direzione passeranno 10 vetture/ora e quindi i passeggeri trasportati saranno al massimo 1.640 all’ora. (Il Tram avrebbe garantito invece una frequenza di 3-4 minuti.)
Al confronto la sola linea 8 tra corse di linea e corse bis nelle ore di punta ha una frequenza più alta e trasporta più passeggeri!
Sonic from Padova no está en línea   Reply With Quote
Old January 16th, 2005, 11:42 AM   #5
Sonic from Padova
Николай
 
Sonic from Padova's Avatar
 
Join Date: Nov 2004
Location: Padova oppure Berlino Est
Posts: 8,023
Likes (Received): 38

Continuano i lavori per l’abbattimento e la ricostruzione della stazione autostradale di Padova Est.
I lavori interessano l’intera linea di esazione e tutte le strutture di supporto ma la Società, sobbarcandosi un notevole impegno organizzativo ed economico, ha deciso di effettuare i lavori per fasi funzionali senza sospendere l’esercizio autostradale perché lo si ritiene di estrema importanza per la città di Padova.

Da sabato 22 maggio 2004 sono entrate in funzione n. 7 nuove piste di uscita in temporanea sostituzione delle vecchie piste in corso di demolizione.
Il traffico in uscita, proveniente da Milano, Venezia o Bologna, non subisce quindi interruzioni ma sul piazzale della stazione è soggetto ad una modesta deviazione verso le nuove piste.

La fine dei lavori è prevista nei primi mesi del 2005.

La nuova stazione di Padova Est disporrà di n. 9 porte di uscita, n. 5 porte di entrata e un Centro Servizi per l’assistenza alla clientela. Sarà dotata di moderni sistemi di pedaggio ad alta automazione (casse self-service) che prevedono un consapevole approccio da parte degli utenti muniti di denaro, tessere viacard e carte di credito. In ogni caso il personale garantirà la dovuta assistenza.

Risulterà particolarmente agevole transitare con il sistema “Telepass” al quale verranno riservate in esclusiva tre porte in uscita e due porte di entrata. Il servizio dinamico di pagamento del pedaggio “Telepass” è facilmente accessibile recandosi presso i Centri Servizi o Punti Blu dislocati lungo tutta la rete autostradale nazionale.
Sonic from Padova no está en línea   Reply With Quote
Old January 16th, 2005, 11:43 AM   #6
Sonic from Padova
Николай
 
Sonic from Padova's Avatar
 
Join Date: Nov 2004
Location: Padova oppure Berlino Est
Posts: 8,023
Likes (Received): 38

Rock, ti farò delle foto appena posso, purtroppo non c'è ne sono per il web!
Sonic from Padova no está en línea   Reply With Quote
Old January 16th, 2005, 11:49 AM   #7
Sonic from Padova
Николай
 
Sonic from Padova's Avatar
 
Join Date: Nov 2004
Location: Padova oppure Berlino Est
Posts: 8,023
Likes (Received): 38

Ecco a voi la torre ZIP (che se verrà realizzata, si chiamera Zippone!)

Nuovo Centro Servizi - ZIP Padova
All’interno del perimetro della Zona Industriale di Padova, è ubicata un’area destinata dal P.R.G. ad attrezzature di interesse generale.
All’interno di quest’area sorgerà il nuovo Centro Servizi della Zona Industriale di Padova.
Il progetto architettonico è di “Xquadra” – Padova (architetti Claudio Aldegheri e Franco Biscossa) e “Atelier Mendini” – Milano (architetti Alessandro e Francesco Mendini) con le consulenze di “Favero & Milan” (Ing. Sandro Favero), “Manens Intertecnica” (Dott. Gaetano Viero) e Studio Coretti.
E’ prevista la realizzazione di 41.616 mc con una superficie destinata ad uffici di circa 11.600 mq, con 1.277 mq di parcheggio e 1.133 mq di verde pubblico.
Il Centro Servizi, progettato con 18 piani fuori terra più uno interrato, conterrà al suo interno un auditorium, che potrà ospitare fino a 250 persone, un ristorante, che sarà collocato nel basamento e conterà oltre 100 coperti, un bar - self service e degli spazi commerciali.
Questo palazzo per uffici diventerà simbolicamente una prestigiosa sede per aziende, enti e comunità, presentandosi, di giorno e di notte, tramite i suoi volumi, le facciate e le luci.
Per quanto riguarda i volumi, il progetto ha “incastrato” fra loro una serie di grandi parallelepipedi colorati verticali o orizzantali. L’ipotesi figurativa ottenuta è quella di una certa complessità visiva all’insieme dell’organismo, con un riferimento alla vocazione del luogo industriale, anche per l’indiretto richiamo alle forme dell’assemblaggio dei container.
A contrastare la precisione geometrica dei volumi generali, lo sviluppo fluido della sua base, con zone a giardino, specchi d’acqua e ponticelli a ricordare l’Isola memmia di Prato della Valle.
Il palazzo culmina in alto con una “altana”, con cuspide e antenne. La torre sarà dotata inoltre di un innovativo sistema di “facciate dinamiche” che permetterà il riutilizzo del calore fornito dall’irraggiamento solare.
Ecco la foto della torre :
Sonic from Padova no está en línea   Reply With Quote
Old January 16th, 2005, 11:53 AM   #8
Sonic from Padova
Николай
 
Sonic from Padova's Avatar
 
Join Date: Nov 2004
Location: Padova oppure Berlino Est
Posts: 8,023
Likes (Received): 38

Centro commerciale e direzionale "Tommaseo", Padova
L'edificio polifunzionale costituito da 5 piani fuori terra adibiti ad uffici e un'autorimessa interrata su due livelli, si inserisce nel quartiere fieristico padovano, accanto al polo universitario, lungo una delle principali direttrici delle città.
In questo progetto, la soluzione a getto pieno, a portanza bidirezionale, è stata preferita anche perchè è quella che permette di ottenere spessori di solaio in assoluto minimi.
Con campi che raggiungono estensioni di 8,00 x 7,90 m, lo spessore strutturale scelto di 23 cm ha permesso di contenere il pacchetto del solaio, riducendo la cubatura complessiva del manufatto.
Tutti i solai sono stati realizzati con il sistema PERI SKYDECK, che ha permesso di conseguire un'ottima industrializzazione del processo costruttivo.


Sonic from Padova no está en línea   Reply With Quote
Old January 16th, 2005, 11:57 AM   #9
Sonic from Padova
Николай
 
Sonic from Padova's Avatar
 
Join Date: Nov 2004
Location: Padova oppure Berlino Est
Posts: 8,023
Likes (Received): 38

Se vi interessa :
PadovaFiere

Il quartiere di PadovaFiere si sviluppa su una superficie totale di 155.000 mq, di cui 70.000 coperti, strutturati in modo estremamente flessibile, e suddivisi in tre aree integrate fra loro: la zona ospitalità-accoglienza, i padiglioni multifunzione e gli spazi-incontro. La recente opera di riqualificazione funzionale, che ha investito tutta l'area, ha portato tra l'altro al raddoppio delle superfici espositive e polifunzionali, al rinnovo tecnologico di tutti gli immobili e alla predisposizione di vaste aree di parcheggio esterne e sotterranee.

Oggi PadovaFiere è un grande e ospitale complesso urbanistico gestito e organizzato in modo completamente nuovo: un moderno quartiere basato su una suddivisione razionale degli spazi, progettato secondo una visione fortemente proiettata al futuro.
Un modulo logistico al servizio delle imprese e della collettività, per offrire il contesto ideale per ogni evento e per ogni interlocutore e moltiplicare le occasioni di incontro e di business.

I padiglioni multifunzione sono organizzati secondo un moderno modulo logistico adatto ad ospitare manifestazioni ed eventi per una pluralità di interlocutori.
I padiglioni storici, rinnovati e dotati di tutti servizi tecnologicinecessari, si affiancano ai nuovi padiglioni est, costruiti secondo i più moderni e razionali standard qualitativi, che ospitano le 7 nuove sale convegno e la sala stampa.
Gli spazi incontro, pensati non soltanto per l'organizzazione di eventi legati all'attività fieristica, ospitano ogni anno oltre 600 convegni per un totale di 40.000 partecipanti e oltre 1.000 relatori. Il modernissimo Club della Stampa, situato nel padiglione 7, rappresenta un punto di incontro e confronto per giornalisti eopinion leader, che trovano a disposizione le più moderne tecnologie.
Per i professionisti, per il pubblico, per il territorio. PadovaFiere si muove su questi tre livelli, promuovendo eventi fieristici specializzati e di largo interesse, ed ospitando nei propri spazi eventi speciali ludici e culturali dedicati alla città, come concerti, spettacoli, congressi e convegni.

Il quartiere in cifre :
Numero di padiglioni: 11
Superficie totale: 155.000 mq
Superficie coperta: 70.000 mq



Sonic from Padova no está en línea   Reply With Quote
Old January 16th, 2005, 12:00 PM   #10
Sonic from Padova
Николай
 
Sonic from Padova's Avatar
 
Join Date: Nov 2004
Location: Padova oppure Berlino Est
Posts: 8,023
Likes (Received): 38

PROGRAMMA INTEGRATO DI RIQUALIFICAZIONE URBANISTICA, EDILIZIA E AMBIENTALE DELL’AREA EX PIAZZALE BOSCHETTI


Nell’ambito delle procedure previste dal Programma Integrato di cui alla L.R. 23/1999 si è dato avvio al Programma Integrato di Riqualificazione urbanistica, Edilizia e Ambientale dell’Area Ex Piazzale Boschetti in variante al P.R.G. comunale, che prevede la riqualificazione urbanistica/edilizia dell’intera area mediante un complessivo intervento di ristrutturazione edilizia e del suo tessuto urbanistico con incremento di volumetria , prevedendo nel contempo la trasformazione in verde pubblico dell’ area attualmente utilizzata quale stazione dei mezzi di trasporto pubblico extraurbano, conseguente il suo spostamento nel centro intermodale previsto dal Comune di Padova.
Sonic from Padova no está en línea   Reply With Quote
Old January 16th, 2005, 01:25 PM   #11
Sonic from Padova
Николай
 
Sonic from Padova's Avatar
 
Join Date: Nov 2004
Location: Padova oppure Berlino Est
Posts: 8,023
Likes (Received): 38

Padova: Da Regione Veneto 10 Mln Per Riqualificazione Portello

Oggi la popolazione residente raggiunge i 1930 abitanti con una percentuale del 26.27% di ultrasessantacinquenni ( un indice pari al doppio della media nazionale); e una percentuale di bambini pari al 7.73%. ''La Regione - ha aggiunto Zanon - crede in questo progetto che permettera' di ampliare il patrimonio edilizio e contemporaneamente consentira' uno sviluppo di contenuti in un'area che da troppo tempo stava subendo un lento degrado. Una volta realizzato il progetto, si potranno allontanare definitivamente tutte quelle questioni legate alla malavita e alla criminalita', dando piu' sicurezza ad un quartiere che per tanti anni e' stato sottovalutato dalle Istituzioni''.
Sonic from Padova no está en línea   Reply With Quote
Old January 16th, 2005, 02:16 PM   #12
therock
Italian utent
 
Join Date: Apr 2004
Location: Torino
Posts: 1,730
Likes (Received): 4

Quote:
Originally Posted by Sonic from Padova
Rock, ti farò delle foto appena posso, purtroppo non c'è ne sono per il web!


OK !
__________________
TORINO 2006
XX Winter Olympic Games
10 - 26 February 2006
therock no está en línea   Reply With Quote
Old January 16th, 2005, 03:02 PM   #13
sts
Registered User
 
sts's Avatar
 
Join Date: Dec 2002
Location: Trieste
Posts: 2,148
Likes (Received): 12

E brava patavium!!Quanti progetti,complimenti!!!!!Hai infos sul metrobus??
sts no está en línea   Reply With Quote
Old January 16th, 2005, 09:37 PM   #14
Sonic from Padova
Николай
 
Sonic from Padova's Avatar
 
Join Date: Nov 2004
Location: Padova oppure Berlino Est
Posts: 8,023
Likes (Received): 38

Certo, ma le scrivero più avanti, c'è tanta di quella roba!
Sonic from Padova no está en línea   Reply With Quote
Old January 16th, 2005, 11:14 PM   #15
Sonic from Padova
Николай
 
Sonic from Padova's Avatar
 
Join Date: Nov 2004
Location: Padova oppure Berlino Est
Posts: 8,023
Likes (Received): 38

Atteso entra 30 giorni maxiconcorso per la stazione di Padova
A breve sarà ultimato il Piano guida di Rfi

Nei prossimi trenta giorni Rete Ferroviaria Italiana pubblicherà il concorso si progettazione internazionale per la riqualificazione della stazione ferroviaria di Padova e delle aree adiacenti. Regione, Comune e Provincia hanno recentemente firmato il protocollo d’intesa.
Il progetto, la cui spesa sarà di circa 500 milioni di euro, prevede la realizzazione di una struttura aerea al di sopra dei binari che fungerà da collegamento tra il quartiere Arcella ed il centro della città; l’apertura di nuove attività commerciali contribuirà, inoltre, al miglioramento dei servizi per i viaggiatori.
Nelle prossime settimane Rete Ferroviaria Italiana ultimerà il Piano guida funzionale per architetti ed ingegneri interessati a prender parte alla competizione. Sarà uno strumento utile per individuare gli obiettivi del progetto, l’uso cui sono destinate le singole aree, i costi di realizzazione e la fattibilità economica degli interventi.
Sonic from Padova no está en línea   Reply With Quote
Old January 16th, 2005, 11:16 PM   #16
Sonic from Padova
Николай
 
Sonic from Padova's Avatar
 
Join Date: Nov 2004
Location: Padova oppure Berlino Est
Posts: 8,023
Likes (Received): 38

Altro sulla STAZIONE DI PADOVA

La stazione di Padova rientra nei primi 40 complessi immobiliari oggetto di riqualificazione da
parte di Centostazioni, azienda partecipata dalla società privata Archimede 1 che ne detiene il
40%. Archimede 1 è costituita da vari azionisti privati, il maggiore dei quali è SAVE S.p.A.
(Società Aeroporti di Venezia), presieduta da Enrico Marchi. Presidente della società è l’ing.
Livio Vido, Amministratore Delegato è l’ing. Paolo Simioni.
- Flusso Annuale Viaggiatori: 18,5 milioni
- Tot. Superficie attuale: 5.200 mq
- Tot. Superficie da progetto: 8.000 mq
- Investimento totale: oltre 7 milioni di euro.

IL PROGETTO
Il progetto di ristrutturazione e riqualificazione fabbricato viaggiatori della stazione di Padova
consiste, in sintesi, nella creazione di un nuovo spazio interno, illuminato da vetrate di
copertura, che offrirà ai viaggiatori e agli accompagnatori nuove opportunità di sosta, incontro e
fruizione della rinnovata e ampliata gamma di servizi e attività commerciali. La nuova galleria
sarà realizzata all’interno dell’edificio, scavando la volumetria esistente e ricollocando alcune
funzioni sulla parte ribassata del primo marciapiede.
Lo scopo è quello di realizzare due piazze in corrispondenza del corpo centrale. Intorno a
questi luoghi, non più di mera percorrenza, ma di sosta, si sviluppano i servizi secondari ai
viaggiatori. L’accesso e l’uscita dal fabbricato vengono concentrati nel corpo di fabbrica
principale. Dalla piazza antistante la stazione, si entra in questo grande atrio a doppia altezza,
trovandosi subito di fronte alla biglietteria e, simmetricamente a destra e sinistra, ai due volumi
di vetro in cui sono ospitate alcune attività commerciali. A sinistra, prima di raggiungere la
piazza fronte binari, si ha la possibilità di camminare in una galleria commerciale che porta a
bar, ristorante e Club Eurostar. Dalla galleria, vi è la possibilità di accedere direttamente anche
al primo binario, attraverso rampe che consentono il superamento del dislivello in modo
agevole per chi ha con sé bagagli e per i portatori di handicap, sia motori sia visivi. A destra,
seguendo la filosofia di un impianto simmetrico, si apre un’altra galleria che conduce a varie
attività commerciali.

IL PROGETTO IN SINTESI
- Sistemazione della struttura edilizia esistente, al piano terra, con parziali lievi modifiche di
prospetto: chiusura del portico lato Venezia con una vetrata a tutta altezza e spostamento del
limite del fronte lato binari, in corrispondenza dell’esistente salto di quota tra banchina primo
binario e piano di calpestio dell’edificio;
- Realizzazione lato binari di due coperture vetrate, in corrispondenza delle ali est ed ovest, che
illuminano direttamente le gallerie comuni.

L’APPALTO
La progettazione esecutiva e i lavori di riqualificazione del fabbricato viaggiatori della
stazione ferroviaria di Padova sono stati affidati con gara d’appalto congiunta con
Vicenza (già esperita con procedura del pubblico incanto, pubblicazione dello stralcio sulla
stampa il 7 agosto 2003) alle società A.T.I. Mattioli spa, Eurobase srl, Sima Impianti srl per un
importo complessivo di 7.882.931,07 €, finanziato con fondi di Centostazioni e di RFI. I
lavori sono iniziati a luglio 2004 e avranno termine presumibilmente nel dicembre 2006.
Sonic from Padova no está en línea   Reply With Quote
Old January 16th, 2005, 11:19 PM   #17
Sonic from Padova
Николай
 
Sonic from Padova's Avatar
 
Join Date: Nov 2004
Location: Padova oppure Berlino Est
Posts: 8,023
Likes (Received): 38

I nuovi parcheggi a Padova :

Pontecorvo: un autosilos sotterraneo con capienza di 380 posti auto.
E' l'opera in fase di realizzazione più avanzata in quanto il Comune ha già dato parere favorevole ad un progetto presentato da un privato tanto da bandire una gara d'appalto nel dcembre scorso.
Nel progetto della società privata italobelga si prevede la costruzione di un autosilos con 5 piani sotterranei, di 80 metri di lunghezza x 35 m di larghezza, con un'unica rampa di accesso elicoidale a doppio senso di marcia. L'accesso sarà da via Facciolati di fronte alla chiesa di S. Prosdocimo.
La dislocazione dello scavo corrisponde all'area compresa tra la Porta Liviana e l'Ospedale, a ridosso dei giardini storici Treves, realizzati nel 1835 da Jappelli, non lontano dai canali Santa Chiara e canale Alicorno. In particolare il lato sud dell'autosilos sarà distante pochi metri dalle fondamenta di Porta Liviana, costruita nel 1517 da Sebastiano da Lugano, esempio significativo dell'architettura padovana del cinquecento, e non solo di quella militare.
E' in base a questi elementi progettuali proposti da privati che è stata bandita una gara di appalto per l'individuazione dei costruttori.
Così come sono sempre stati i privati a fornire gli studi geologici sulle caratteristiche del terreno in quell'area, mentre il Comune si è limitato ad un controllo ed approvazione a posteriori sulla documentazione fornita. Un procedimento alquanto riduttivo soprattutto in una città dalle caratteristiche geologiche particolari come Padova e dove l'esempio del cedimento dei condomini di via IV novembre in fase di costruzione di un autosilos sotterraneo avrebbe dovuto imporre ben altra procedure, ispirata al principio precauzionale e alla massima cautela.

Prato della Valle: autosilos sotterraneo da 600 posti auto
Il parcheggio, pensato in un primo momento all'interno dell'area dell'ex foro boario antistante al velodromo Monti, viene oggi giorno indicato dall'assessore alla mobilità Menorello come in via di progettazione dentro Prato della Valle, nell'area sud-ovest (di fronte a palazzo Scimeni) in quanto la più lontana dal canale Alicorno e dai probabili resti dell'antico teatro Zairo.
Anche in questo caso siamo di fronte ad indicazioni generiche che diventeranno certezze nel momento in cui qualche privato presenterà uno studio preliminare di fattibilità.
Quello che è certo che su Prato della Valle e su tutta l'area circostante manca un disegno chiaro da parte dell'amministrazione che procede a colpi di singoli progetti annunciati sui massmedia.

Piazza Insurrezione: autosilos sotterraneo da 350-400 posti
In questo caso il PUM parla di "una localizzazione delicata per la quale si prevede un dimensionamento contenuto della struttura intorno ai 350-400 posti auto".
Questa piazza cittadina già soffre per la collocazione di un vasto parcheggio a raso. La costruzione di un autosilos segnerebbe definitivamente il destino di un'area da rivalutare anche in chiave turistico-culturale. Infatti su piazza Insurrezione si affiacciano cinque grandi volumi, elementi focali della riprogettazione-sventramento delle zone centrali padovane compiute nel primo dopoguerra. Ma oggi i palazzi degli architetti Peressutti, Miozzo e Mansutti testimoniano in maniera chiarissima il passaggio dell'architettura italiana dal liberty all'eclettico, dal monumentale di regime al razionalismo moderno compiuto nell'arco di un decennio.

Area ex Cledca: autosilos da 750 posti
Siamo a ridosso del Piovego, di fronte ai Giardini dell'Arena, nella area golenale detta della Porcilaia (perché qui sorge la Porcilaia, un edificio progettato dallo Jappelli nella prima metà dell'ottocento). Si tratta di una vasta area ora adibita a parcheggio provvisorio a raso, che il Piano Regolatore Generale di Luigi Piccinato aveva destinato a verde, inserita nel "sistema mura - acque - verde di Padova".
In questo caso si è abbandonata l'idea di una scavo sotterraneo ma si è optato per una costruzione che si innalzi di cinque piani dal piano campagna. Le uniche notizie al riguardo riportate dalla stampa cittadina riguardano un progetto preliminare approntato in questi termini dallo studio dell'arch. Valle.

Porta Savonarola: parcheggio da 600 posti
Non vi è alcuna indicazione se si tratta di opera in superficie o sotterranea. Quello che è certo è che la realizzazione è collegata alla dismissione della caserma Prandina. Su tale area da anni un comitato popolare di residenti chiede l'ampliamento del piccolo parco esistente che secondo questa ipotesi di autosilos diventerebbe impraticabile. Altrettanto compromesso risulterebbe l'ipotesi di parco del sistema delle Mura che pure ha ricevuto nel recente passato un finanziamento da questa amministrazione.
Invece di progettare un autosilos ci troviamo di fronte ad un'area che avrebbe bisogno di una riprogettazione complessiva che tenesse conto e valorizzasse la presenza di Porta Savonarola, edificata nel '500 dal Falconetto, attualmente ridotta ad insignificante spartitraffico.
Piazzale Savonarola costiutisce inoltre un importante nodo di traffico particolarmente pericoloso per i ciclisti. A ridosso del piazzale terminano due tratti di pista ciclabile, quella che si sviluppa lungo via Vicenza e quella di via Raggio di Sole. In entrambi i casi siamo di fronte a tratti monchi, che lasciano il ciclista in balia del traffico proprio nel punto più pericoloso. In particolare la pista ciclabile di via Raggio di Sole può essere imboccata solamente transitando su di uno stretto marciapiedi (entrando in conflitto con i pedoni) o percorrendo in contromano un tratto di corso Milano in controsenso !!.

Porta S. Giovanni: parcheggio da 600 posti
Anche in questo caso mancano indicazioni precise salvo individuare genericamente l'area della caserma attualmente operante in prossimità di via Euganea.
Sonic from Padova no está en línea   Reply With Quote
Old January 17th, 2005, 10:11 AM   #18
Sonic from Padova
Николай
 
Sonic from Padova's Avatar
 
Join Date: Nov 2004
Location: Padova oppure Berlino Est
Posts: 8,023
Likes (Received): 38

PADOVA - I lavori per il viadotto di Padova Est

Tre i cantieri del quadrante: il nodo viario, il casello dell’A4 e l’Ikea. L’assessore ai lavori Pubblici, Luisa Boldrin, promette il casello per febbraio. Sarà anche realizzato un parcheggio per 300 posti auto. La tempistica contrattuale sottoscritta con l’Ikea prevede la consegna dello stabile chiavi in mano per il 30 giugno prossimo, mentre sono previsti almeno 12 mesi per la realizzazione del viadotto (lungo 500 metri, alto 25 e con tre corsie per senso di marcia) che collegherà corso Argentina con la nuova statale del Santo. Il traffico in tangenziale non sarà mai del tutto bloccato: il traffico sarà deviato in zona industriale facendolo correre su mezza sede.
Nel frattempo il Comune incentiva le ditte alla celerità con un premio. Il sindaco di Noventa è preoccupato per l’isolamento che si prospetta, Ponte di Brenta soffre dello stesso male. E a S.Lazzaro si teme il traffico. L’assessore risponde con un’originale strategia di marketing: «Comunicazioni personalizzate raggiungeranno la gente nei vari punti della città per segnalazioni o deviazioni del traffico».
Sonic from Padova no está en línea   Reply With Quote
Old January 17th, 2005, 10:20 AM   #19
Sonic from Padova
Николай
 
Sonic from Padova's Avatar
 
Join Date: Nov 2004
Location: Padova oppure Berlino Est
Posts: 8,023
Likes (Received): 38

Ecco a voi il nuovo hotel Mantegna, che aprirà nei primi mesi del 2006


Dedicato al grande pittore ed incisore Andrea Mantegna, nato in provincia di Padova nel 1431, il Grand Hotel Mantegna sorgerà al centro Tommaseo, a breve distanza dal centro storico ed a fianco della fiera.
Quattro stelle superiore, 200 stanze, centro fitness e ristorante panoramico.
Sonic from Padova no está en línea   Reply With Quote
Old January 17th, 2005, 07:50 PM   #20
fcom1
fcom1
 
fcom1's Avatar
 
Join Date: Nov 2004
Location: Italy
Posts: 1,520
Likes (Received): 15

L'ikea la apriranno nella zona fiera? Hai foto del NET?
fcom1 no está en línea   Reply With Quote


Reply

Tags
veneto

Thread Tools

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off



All times are GMT +2. The time now is 05:07 AM.


Powered by vBulletin® Version 3.8.8 Beta 1
Copyright ©2000 - 2014, vBulletin Solutions, Inc.
Feedback Buttons provided by Advanced Post Thanks / Like v3.2.5 (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2014 DragonByte Technologies Ltd.

vBulletin Optimisation provided by vB Optimise (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2014 DragonByte Technologies Ltd.

SkyscraperCity ☆ In Urbanity We trust ☆ about us | privacy policy | DMCA policy

Hosted by Blacksun, dedicated to this site too!
Forum server management by DaiTengu