daily menu » rate the banner | guess the city | one on oneforums map | privacy policy | DMCA | news magazine

Go Back   SkyscraperCity > European Forums > Forum Italiano > Infrastrutture e Trasporti > Aviazione



Closed Thread

 
Thread Tools Rating: Thread Rating: 7 votes, 3.29 average.
Old September 28th, 2011, 12:46 PM   #20041
michyh87
Milanese Minneapolitano
 
michyh87's Avatar
 
Join Date: Aug 2007
Location: Milano
Posts: 5,211
Likes (Received): 20

Notizie in merito la riconfigurazione dei 777 che partirà dal 1° Dicembre!

da aviazionecivile:
Quote:
"A partire dal 1° Dicembre 2011 partirà il piano di riconfigurazione della flotta Boeing B777, che porterà ad una omogeneizzazione dell’offerta intercontinentale sull’intera flotta Alitalia. Secondo i piani, il primo dei 10 B777 da riconfigurare entrerà in Hangar il 1° Dicembre 2011 e uscirà dopo circa 45 giorni, il 15 Gennaio 2012 mentre l’ultimo dovrebbe essere completato per metà Giugno 2012.


La nuova configurazione permetterà di estendere l’offerta delle tre classi di servizio (anziché due) anche sui B-777, come già avviene per i nuovi A330.

L’aereo potrà quindi trasportare 293 passeggeri in 3 classi di viaggio:

_ 30 posti in classe Magnifica con poltrone-letto di ultima generazione full flat;

_ 24 posti nella nuova Classica Plus, la premium economy lanciata da Alitalia lo scorso anno;

_ 239 posti in classe Classica, la rinnovata classe economica dei voli Alitalia di lungo raggio.

Nello specifico, le poltrone di Magnifica verranno fornite da Sogerma e la lunghezza della poltrona-letto sarà persino superiore rispetto a quelle montate sul nuovo A330: dai 73.5” si passa ai 76”. Miglior comfort per i clienti deriverà anche dalla seduta della poltrona e dalla maggiore ampiezza dei corridoi.

Le poltrone della Classica Plus (Premium Economy) sulla flotta B777 sono di BE Aerospace, come quelle utilizzate da Air France, con pitch a 38”. Per la classe Classica (Economy) il fornitore delle poltrone è Geven: le file laterali (17 posti circa) avranno un pitch a 35” e verranno vendute come posti “comfort”; la larghezza della seduta è leggermente inferiore a quella delle poltrone presenti su A330 (17” vs 18”) dal momento che la configurazione passa da 9 abreast (attualmente presente su flotta B777) a 10 abreast. "
attualmente i 777 sono così configurati:

42 Business 60"
249 Economy 32" (9 posti a fila)

e saranno riconvertiti così:

30 Business 76"
24 Economy Plus 38"
239 Economy (10 posti a fila) 32" di cui 17 a 35" di pitch
michyh87 no está en línea  

Sponsored Links
 
Old September 28th, 2011, 04:05 PM   #20042
I-TIGI
BANNED
 
Join Date: Feb 2009
Location: Milan
Posts: 5,142
Likes (Received): 0

Alitalia: tutti quei sacrifici sono stati inutili?

Alitalia rinnova la flotta acquistando velivoli a corto raggio. D’altra parte, le sue destinazioni intercontinentali sono ormai soltanto sedici. Due le ipotesi: la compagnia vuole fare una difficile concorrenza alle low-cost. Oppure punta a diventare sempre più un operatore regionale e aumentare così la sua complementarietà con Air France–Klm. Un vantaggio per gli azionisti in caso di cessione ai francesi. Certo, non sembra proprio che Alitalia possa tornare a essere una grande compagnia di bandiera. Nonostante le promesse e i sacrifici chiesti nel 2008.

di Andrea Boitani* e Andrea Monticini* (Fonte Lavoce.info)

Se mai ci fossero stati dubbi, adesso è più difficile averne. Dalle notizie di questi giorni sembra si possa evincere che Alitalia potrà o meno rimanere italiana, ma non sarà più una “compagnia di bandiera”, nel senso di una compagnia area che connette il paese che rappresenta con il mondo. Alitalia ha infatti deciso, mediante l’acquisizione in leasing di venti nuovi velivoli a corto raggio, di rinnovare la flotta concentrando la sua capacità di trasporto in questo segmento di mercato. (1) La scorsa estate le sue destinazioni complessive erano 92 su 163 rotte, con 2600 frequenze settimanali (code-sharing esclusi). Di queste, solo sedici erano le destinazioni intercontinentali, su diciotto rotte e con 112 frequenze settimanali: appena il 4,3 per cento delle frequenze totali. Tanto per fare un confronto, le destinazioni di lungo raggio di Air France-Klm, nello stesso periodo, erano 130 (il 51 per cento del totale).

Due ipotesi su una strategia
Da queste notizie e da questi numeri si possono costruire due ipotesi interpretative della strategia di Alitalia. La prima è che si accinga a fare concorrenza alle low-cost nei collegamenti point-to-point di corto e medio raggio (essenzialmente i voli europei e verso il Nord Africa), avendo il vantaggio di atterrare in aeroporti pregiati, perché comodamente raggiungibili. Si tratta però di un’opzione di dubbia profittabilità: Alitalia rimane per struttura di costi e organizzazione una compagnia aerea tradizionale e difficilmente potrà essere in grado di competere con le tariffe delle low cost.

Altre notizie suggeriscono però una seconda ipotesi.

Di recente, Air France-Klm ha annunciato di voler acquistare venticinque Boeing 787 Dreamliners e venticinque Airbus A350, per complessivi 12 miliardi di dollari. Si tratta di velivoli destinati al lungo raggio, che andranno in parte a sostituire e in parte a rinforzare la già ampia flotta del gruppo destinata ai voli intercontinentali (104 aerei su 380). Sembra così di intravedere una strategia del maggiore vettore aereo europeo volta a specializzarsi ancora di più sul long haul, che già oggi rappresenta il 65 per cento dei ricavi a fronte del 32,3 per cento dei passeggeri trasportati. Alla luce di questi fatti, è ragionevole interpretare le mosse di Alitalia come il tentativo di configurarsi sempre più come un operatore “regionale” e, quindi, di aumentare il più possibile la sua complementarietà con Air France–Klm. E far crescere di conseguenza il ricavo per i soci Cai in caso di cessione ad Air France-Klm. In questo senso si può leggere anche la sparizione, da ottobre, di quattro collegamenti Air France da Malpensa e la comparsa di quattro da Linate. Dato che gli slot a Linate non sono aumentati, questi quattro voli in più non possono che provenire da quelli di Alitalia, bloccati dalla deroga antitrust generosamente elargita dal governo nell’autunno 2008 per invogliare i “capitani coraggiosi” guidati da Colaninno, e non utilizzati. Per evitare che gli slot sbloccati finiscano a chissà chi, Air France cerca di prendere ora quello che è possibile prendere e Alitalia volentieri acconsente, rinunciando a richiedere un prolungamento della deroga, in vista di prossimi legami ancora più stringenti con la compagnia transalpina.

Certo, le nostre sono solo ipotesi di lettura delle notizie, ma ci sembra abbiano una qualche coerenza coi fatti finora noti. Se le nostre ipotesi si rivelassero corrette, qualsiasi delle due sia la strategia effettivamente perseguita da Alitalia, non sembra proprio che questa possa tornare a essere una grande compagnia di bandiera, al contrario di quanto aveva voluto far credere ai cittadini italiani l’onorevole Silvio Berlusconi nella campagna elettorale del 2008. Naturalmente, bandiera o non bandiera, ad Alitalia e ai suoi azionisti non possiamo che fare i migliori auguri di tornare a essere profittevole in breve tempo. Ma si ricordino, gli azionisti, che un po’ di sacrifici per quel tricolore sulle ali i cittadini italiani li hanno fatti, volenti o nolenti.

(1) Pietro Pallini, direttore editoriale di www.manualedivolo.it, ci ha fornito alcune utili notazioni nella stesura di questo articolo. La notizia sui nuovi velivoli a corto raggio si trova qui.

*Andrea Boitani ha ottenuto l’M.Phil. alla Università di Cambridge, dove ha anche svolto attività di insegnamento. Attualmente, insegna Economia politica all’Università Cattolica di Milano ed Economia della regolazione al Master in Economia pubblica e al Dottorato in Economia e finanza delle amministrazioni pubbliche, presso la stessa università.

*Andrea Monticini è docente di economia monetaria presso l’Università Cattolica di Milano.

Il Fatto Quotidiano
I-TIGI no está en línea  
Old September 28th, 2011, 09:21 PM   #20043
(fabrizio)
Ciuc Drinker
 
(fabrizio)'s Avatar
 
Join Date: Jun 2007
Location: London W4
Posts: 10,509
Likes (Received): 1149

Quote:
Originally Posted by michyh87 View Post

attualmente i 777 sono così configurati:

42 Business 60"
249 Economy 32" (9 posti a fila)

e saranno riconvertiti così:

30 Business 76"
24 Economy Plus 38"
239 Economy (10 posti a fila) 32" di cui 17 a 35" di pitch
Bene. Spiace un po' la soluzione dell'economy in 3-4-3 però sembra che, ormai, un bel po' di compagnie la stiano per mettere in pratica. Molto dipenderà dal sedile, ho volato in 3-4-3 su un 744 JL e non m'è spiaciuto affatto, nonostante il pitch a 31" e il fatto che sia intorno all'1 e 87.
__________________

(fabrizio) in tour:
Hong Kong / 5 hours in Dubai / Istanbul / Montréal / Dublin / Budapest & the rest of Hungary /
_______________
(fabrizio) no está en línea  
Old September 29th, 2011, 12:11 AM   #20044
Roma-Fiumicino
Registered User
 
Roma-Fiumicino's Avatar
 
Join Date: Jan 2006
Posts: 3,909
Likes (Received): 82

Alitalia oggi ha siglato con il lessor Intrepid Aviation Group il leasing di un A-332 (fabbricato nel 2010). Il contratto è per 11 anni di utilizzo.

Al momento non si capisce da dove arrivi questo ordinativo, nel senso che non fa parte delle macchine che sono comunque in ordine e stanno arrivando e arrivano nei prossimi mesi e comunque non era nei piani flotta fin qui noti.


Quote:
Alitalia leases A330 from Intrepid

28 September 2011


The 2010-vintage widebody is on an 11-year operating lease from Intrepid Aviation.

Read more: Alitalia Intrepid Aviation Airbus A330-200 KfW IPEX-Bank

Alitalia has signed an operating lease with Intrepid Aviation for one Airbus A330-200. The 2010-vintage aircraft is on lease for 11 years.
http://www.airfinancejournal.com/Art...-Intrepid.html
__________________
In memoria di Gabriele
Roma-Fiumicino no está en línea  
Old September 29th, 2011, 07:38 AM   #20045
FlyCX
Registered User
 
Join Date: Oct 2010
Posts: 2,896
Likes (Received): 117

Quote:
Originally Posted by Roma-Fiumicino
Alitalia oggi ha siglato con il lessor Intrepid Aviation Group il leasing di un A-332 (fabbricato nel 2010). Il contratto è per 11 anni di utilizzo.

Al momento non si capisce da dove arrivi questo ordinativo, nel senso che non fa parte delle macchine che sono comunque in ordine e stanno arrivando e arrivano nei prossimi mesi e comunque non era nei piani flotta fin qui noti.

http://www.airfinancejournal.com/Art...-Intrepid.html
È probabile che si tratti solo di un cambio di lessor. Succede abbastanza spesso con gli ultimi aerei AZ.
I 330, in particolare, vengono consegnati da Airbus Financial Services che poi li gira in tempi abbastanza brevi ad altri.
__________________
#AlitaliaStaiSerena
FlyCX no está en línea  
Old September 29th, 2011, 08:26 AM   #20046
(fabrizio)
Ciuc Drinker
 
(fabrizio)'s Avatar
 
Join Date: Jun 2007
Location: London W4
Posts: 10,509
Likes (Received): 1149

Quote:
Originally Posted by FlyCX View Post
È probabile che si tratti solo di un cambio di lessor. Succede abbastanza spesso con gli ultimi aerei AZ.
I 330, in particolare, vengono consegnati da Airbus Financial Services che poi li gira in tempi abbastanza brevi ad altri.
Su AC dicono che di solito li passano ad un lessor della Cayenna dal nome improponibile...da come è impostato l'articolo sembra, invece, un aereo nuovo. Poi, per 11 anni? Non combacia con i leasing né dei 332 AP né dei nuovi 332, se non vado errato. Mah.
__________________

(fabrizio) in tour:
Hong Kong / 5 hours in Dubai / Istanbul / Montréal / Dublin / Budapest & the rest of Hungary /
_______________
(fabrizio) no está en línea  
Old September 29th, 2011, 08:39 AM   #20047
godetto
Prendete e bevetene tutti
 
godetto's Avatar
 
Join Date: Aug 2009
Location: Torino
Posts: 2,570
Likes (Received): 147

Quote:
Originally Posted by (fabrizio) View Post
Bene. Spiace un po' la soluzione dell'economy in 3-4-3 però sembra che, ormai, un bel po' di compagnie la stiano per mettere in pratica. Molto dipenderà dal sedile, ho volato in 3-4-3 su un 744 JL e non m'è spiaciuto affatto, nonostante il pitch a 31" e il fatto che sia intorno all'1 e 87.
La mia unica esperienza sul 772 è stata con Singapore Airlines, che li configura 3-3-3.
Per un volo breve come quello che ho fatto io (un'ora e mezza) va bene, avrei invece qualche perplessità su una configurazione 3-4-3 per 10 o 12 ore...
__________________
Diecimila, ventimila, nelle mani del cliente che possiede la tua finta gioia (assolo di organo Hammond)


next stop Tortona GTT dipot
godetto no está en línea  
Old September 29th, 2011, 09:16 AM   #20048
Roma-Fiumicino
Registered User
 
Roma-Fiumicino's Avatar
 
Join Date: Jan 2006
Posts: 3,909
Likes (Received): 82

Quote:
Originally Posted by FlyCX View Post
È probabile che si tratti solo di un cambio di lessor. Succede abbastanza spesso con gli ultimi aerei AZ.
I 330, in particolare, vengono consegnati da Airbus Financial Services che poi li gira in tempi abbastanza brevi ad altri.
Sì ma finora non ha mai preso aeromobili che non fossero nuovi di fabbrica (direttamente da Tolosa).

Questo è del 2010, non è vecchio ma non esce dagli stabilimenti, in questo caso non mi sembra un semplice cambio di lessor. Un cambio di lessor finora c'è stato sempre per a/m di nuova consegna.


C'è comunque qualcosa di strano, a meno che non sia un aeromobile del 2010 già in flotta anche se deve essere con contratto di leasing di n° anni diverso.
__________________
In memoria di Gabriele

Last edited by Roma-Fiumicino; September 29th, 2011 at 09:33 AM.
Roma-Fiumicino no está en línea  
Old September 29th, 2011, 10:26 AM   #20049
FlyCX
Registered User
 
Join Date: Oct 2010
Posts: 2,896
Likes (Received): 117

Quote:
Originally Posted by Roma-Fiumicino View Post
...
C'è comunque qualcosa di strano, a meno che non sia un aeromobile del 2010 già in flotta anche se deve essere con contratto di leasing di n° anni diverso.
La durata del leasing cambia al cambiare del lessor.
Tra lessor si passano la proprietà dall'aereo e la compagnia con il nuovo contratto fissa la durata che preferisce.

Se fosse un aereo in più, ci sarebbe quasi sicuramente un annuncio di AZ.
FlyCX no está en línea  
Old September 29th, 2011, 04:21 PM   #20050
Cigarette smoking ma
Cigarettes smoking man
 
Join Date: May 2009
Posts: 60
Likes (Received): 0

scusate l'intrusione, forse qualcuno mi può aiutare: è possibile trovare su internet dei dati riguardanti la diminuzione (o comunque l'andamento) delle tariffe praticate da Alitalia sulla Milano-Roma in seguito all'entrata a regime dell'alta velocità di trenitalia?
Cigarette smoking ma no está en línea  
Old September 29th, 2011, 07:23 PM   #20051
Paxromana
ad mos maiorum
 
Paxromana's Avatar
 
Join Date: Sep 2004
Location: Rome - Milan (born)
Posts: 1,801
Likes (Received): 85

Sabelli: "Praticamente certo il pareggio operativo nel 2011 e attivo nel 2012"
Paxromana no está en línea  
Old September 29th, 2011, 07:49 PM   #20052
Pagan95
Registered User
 
Pagan95's Avatar
 
Join Date: Feb 2011
Location: Milan
Posts: 489
Likes (Received): 2

Ryanair: soddisfazione per sentenza Tribunale Europeo, si faccia luce

In merito alla sentenza del Tribunale Europeo emessa oggi in favore di Ryanair, Stephen McNamara, Head of Communications della compagnia low cost irlandese, ha dichiarato: “Accogliamo con piacere il riconoscimento del Tribunale Europeo, secondo il quale la Commissione Europea non può stare con le mani in mano quando Ryanair presenta un ricorso contro ripetuti esempi di aiuti di Stato alle compagnie di bandiera in difficoltà. Attendiamo con ansia che la Commissione prenda provvedimenti per esaminare queste misure, così come stabilito dal Tribunale. Ad Alitalia è stato consentito troppo a lungo di essere sovvenzionata dallo stato italiano in violazione del diritto comunitario sulla concorrenza, e ora deve essere costretta a restituire i miliardi di euro che ha ricevuto negli ultimi 15 anni.”

http://www.ilvolo.it/index.php/20110...medium=twitter

ma sta notizia?
Pagan95 no está en línea  
Old September 29th, 2011, 08:21 PM   #20053
MalboroLi
Registered User
 
Join Date: Jul 2010
Posts: 85
Likes (Received): 0

tanti auguri...AZ è fallita, che la comunità europea si accodi ai creditori...
MalboroLi no está en línea  
Old September 29th, 2011, 08:33 PM   #20054
(fabrizio)
Ciuc Drinker
 
(fabrizio)'s Avatar
 
Join Date: Jun 2007
Location: London W4
Posts: 10,509
Likes (Received): 1149

Quote:
Originally Posted by MalboroLi View Post
tanti auguri...AZ è fallita, che la comunità europea si accodi ai creditori...
Effettivamente la vecchia AZ e quella nuova sono due entità giuridiche diverse... Poi, onestamente, Ryanair che parla contro gli aiuti di Stato è un po' come Cicciolina che propone la castità per i giovani.
__________________

(fabrizio) in tour:
Hong Kong / 5 hours in Dubai / Istanbul / Montréal / Dublin / Budapest & the rest of Hungary /
_______________
(fabrizio) no está en línea  
Old September 29th, 2011, 11:40 PM   #20055
Roma-Fiumicino
Registered User
 
Roma-Fiumicino's Avatar
 
Join Date: Jan 2006
Posts: 3,909
Likes (Received): 82

Da aviazionecivile.com

Alitalia riprenderà i voli su Tripoli il 2 novembre. Inoltre successivamente potrebbe iniziare anche un inedito volo su Benghazi, capitale della Cirenaica (l'altra grande regione della Libia che si contrappone alla Tripolitania della capitale).

E' quanto è emerso in una telefonata tra Frattini e l'ambasciatore italiano in Libia.

da 2' 16'' fino a 3' 07'' si parla proprio dei voli Alitalia sulla Libia
http://www.youtube.com/watch?v=A4O4a...ayer_embedded#
__________________
In memoria di Gabriele

Last edited by Roma-Fiumicino; September 30th, 2011 at 12:27 AM.
Roma-Fiumicino no está en línea  
Old October 3rd, 2011, 06:02 PM   #20056
I-TIGI
BANNED
 
Join Date: Feb 2009
Location: Milan
Posts: 5,142
Likes (Received): 0

Intervista. Parla l’amministratore delegato della compagnia. «Settore poco liberalizzato? Non è vero, i prezzi sono scesi»
Alitalia. «Monopolio? Catricalà è fuori rotta»
Rocco Sabelli: «Il contratto sulle tariffe della Sea con l’Enac va rivisto. La vendita di Malpensa a Gamberale è una buona idea»
«Un’Authority per i trasporti cambierebbe poco». «Non chiediamo proroghe alla moratoria Antitrust perché ora c’è il treno»
Intervista. Parla l’amministratore delegato della compagnia. «Settore poco liberalizzato? Non è vero, i prezzi sono scesi»

Alitalia. «Monopolio? Catricalà è fuori rotta»

Rocco Sabelli: «Il contratto sulle tariffe della Sea con l’Enac va rivisto. La vendita di Malpensa a Gamberale è una buona idea»
«Un’Authority per i trasporti cambierebbe poco». «Non chiediamo proroghe alla moratoria Antitrust perché ora c’è il treno»

Presa di distanza da Antonio Catricalà: istituire un’Authority sui trasporti, come il presidente dell’Antitrust ha proposto sul Corriere Economia, «cambierebbe poco, serve una vera politica industriale». E braccio di ferro con Giuseppe Bonomi. Il contratto di programma che l’amministratore delegato della Sea ha appena firmato con l’Enac (essenziale per portare in Borsa la società di Malpensa) «va rivisto». Anzi, «buona idea» se Sea fosse invece venduta a Vito Gamberale, amministratore delegato del fondo F2i.

Rocco Sabelli, amministratore delegato di Alitalia, non intende chiedere «nessuna proroga sulla moratoria Antitrust», la legge «salva Alitalia». Perché ritiene di non essere in monopolio. E prepara la battaglia d’autunno. Il 26 ottobre darà i dati di «un buon trimestre», dice, al consiglio d’amministrazione, nel palazzo di vetro appena inaugurato accanto a Fiumicino per sostituire la sede alla Magliana: costato 11 milioni («Lo ripaghiamo con un anno e mezzo del vecchio affitto»), vuole essere il segno della nuova Alitalia di banche e privati (ricavi 2010 a 3,4 miliardi, +17% sul 2009, e perdite dimezzate a 168 milioni), presieduta da Roberto Colaninno. Mentre l’Italia è accusata di scarsa liberalizzazione dalla Bce. E i trasporti sono sul banco degli imputati per gli economisti.

Per l’Istituto Bruno Leoni il settore aereo in Italia è poco liberalizzato: 62%, l’Irlanda è al 100%.

«È più della media italiana, ferma al 49%».

È meno del 2008, quando Alitalia era statale.

«Ma sempre più del 2010. E la concorrenza è aumentata. Siamo il quinto Paese al mondo per numero di compagnie aeree, ci sono l’alta velocità e le low cost. E se i settori più liberalizzati sono energia e gas, perché le bollette crescono? L’Istituto Bruno Leoni avrà algoritmi eccezionali, ma metta nel calcolo anche la spesa dei cittadini».

È d’accordo sull’Authority per i trasporti?

«Un po’ d’ordine sarebbe utile, abbiamo Enac, Antitrust, ministeri, Assoclearance... Ma più che un’Authority servirebbe una vera politica industriale del governo. Se non si riesce a fare diversamente, allora ok all’Authority, ma cambierebbe poco».

In gennaio scade la legge del 2008 che congela gli interventi dell’Antitrust sulla Milano-Roma. Catricalà avvierà l’istruttoria su eventuali posizioni dominanti di Alitalia-AirOne. Preoccupati?

«No. Siamo tranquilli e faremo valere le nostre ragioni. Sulle rotte nazionali abbiamo accolto le misure a tutela del consumatore. E sulla Roma-Milano la moratoria è impropria».

Perché?

«Rispetto al 2008 la concorrenza sullo scenario milanese è aumentata. Perché secondo le indicazioni Ue l’area comprende anche Malpensa e Orio al Serio, quindi EasyJet e Ryanair. E perché il treno ad alta velocità sulla Milano-Roma è considerato competitivo all’aereo da prima della fusione con AirOne. Secondo le nostre rilevazioni, abbiamo il 60-65% del mercato d’affari, 15 punti in meno del 2009».

Ma Lufthansa Italia ha chiuso, dicono i tedeschi, perché Alitalia a Linate non cede gli slot, le finestre di partenza e atterraggio.

«Quello è il decreto Bersani, che fissa il limite di 18 movimenti l’ora. Alitalia ha gli slot e l’obbligo di usarli. E li usa. L’uscita di Lufthansa non è stata una sorpresa, il piano era debole. E non escludo abbia contribuito il posizionamento di AirOne».

Che cosa pensa dell’ipotesi di vendere Sea al fondo F2i di Vito Gamberale?

«Conosco bene Gamberale ed è una buona idea. Ma la nostra strategia su Sea resta la stessa da anni: presidio su Milano fatto di investimenti, prodotti e ragionevole competizione».

Perché vi siete messi di traverso sul contratto di programma di Sea?

«C’è innanzitutto un problema di metodo. Ho scritto a Sea, Enac, ministeri dei Trasporti e dell’Economia per trovare un’altra intesa».

Ma l’accordo è chiuso.

«L’iter non ancora. Da maggio abbiamo collaborato molto con Enac e Sea, ho incontrato più volte Bonomi, poi a settembre il contatto si è interrotto. Hanno deciso senza sentirci. Non contesto le tariffe, ma il piano d’investimenti su Malpensa ci sembra eccessivo. Cercheremo con veemenza di far valere le nostre ragioni».

È la seconda bastonata a Bonomi, dopo lo spostamento da Malpensa a Linate dei voli su Parigi di Air France, vostro primo socio al 25%.

«Nessuna bastonata, al contrario, l’abbiamo aiutato. Air France senza Alitalia se ne sarebbe andata».

Quanto vi spaventa il treno? Ormai sulla Milano-Roma le Fs hanno il 55% del mercato totale. E arriva Montezemolo con Ntv.

«Sulla Linate-Fiumicino siamo tornati a crescere: +7% di passeggeri ad agosto sui primi otto mesi 2010. E l’ingresso di Ntv ha un merito: modifica lo scenario competitivo».

Insomma, vi aiuta a dire all’Antitrust che non siete monopolisti...

«Guardi, la nostra risposta competitiva al treno è mantenere fino a 68 voli al giorno, con la maggiore efficienza dei nuovi Embraer da 90 e 100 posti. Il primo comincerà a volare questa settimana».

Tasso di riempimento?

«Sulla Roma-Milano nei primi otto mesi è del 52%. Con i nuovi Embraer arriverà al 56%. Livelli tipici di un servizio navetta».

Ma davvero chiuderete il bilancio in pareggio?

«L’obiettivo è andare in pari con l’Ebit, il margine prima di tasse e oneri finanziari. È stata una traversata nel deserto, ma non abbiamo mai smesso di investire. Nel 2012 avremo 159 aerei e nessuno uguale a quando siamo partiti, saranno del tutto nuovi o completamente rinnovati negli interni».

Aumento di capitale?

«Non c’è bisogno, ci autofinanziamo. Ma se si decidesse di tornare a un livello di proprietà della flotta più alto - ora la metà degli aerei è in leasing, ma nel 2009 era il 45% - si può pensare a un’iniezione di capitale e al finanziamento a debito per gli aerei».

Altro debito? Avete già un’indebitamento netto sulla flotta per 697 milioni.

«Che stiamo rimborsando a ritmi di 200 milioni di cassa all’anno».

Nel 2013 scadrà il vincolo dei soci sull’azionariato. Che cosa dobbiamo aspettarci?

«Si è chiusa la fase più dura e con il pareggio operativo si restituisce un asset con valore economico. Gli azionisti saranno nelle condizioni di valutare concretamente».

Insomma, realizzare. E la fusione con Air France?

«Non è all’ordine del giorno».

Corriere della Sera
Alessandra Puato
03 ottobre 2011
----

LIN-FCO con un LF del 52%....Aiutato Bonomi nel tenere Airfrance? Che presa per i fondelli, si certo come no!

«C’è innanzitutto un problema di metodo. Ho scritto a Sea, Enac, ministeri dei Trasporti e dell’Economia per trovare un’altra intesa».

Il problama a Milano sono loro, altro che metodo, che scriva e poi voglio vedere se scriverà quand osarà il turno di AdR...roba dall'altro mondo!
I-TIGI no está en línea  
Old October 4th, 2011, 12:41 PM   #20057
Roma-Fiumicino
Registered User
 
Roma-Fiumicino's Avatar
 
Join Date: Jan 2006
Posts: 3,909
Likes (Received): 82

Alitalia I-DISE (777 nuova livrea) atterraggio a LAX. E' possibile vederlo anche in HQ selezionando la risoluzione

http://www.youtube.com/watch?v=Ghy-CHG3Ru0
__________________
In memoria di Gabriele
Roma-Fiumicino no está en línea  
Old October 6th, 2011, 05:52 PM   #20058
Pagan95
Registered User
 
Pagan95's Avatar
 
Join Date: Feb 2011
Location: Milan
Posts: 489
Likes (Received): 2

Alitalia presenta il nuovo EMB190

Alitalia presenta il primo nuovo Embraer E-190.
Entro il 2012 la flotta Alitalia sarà completamente rinnovata.
Entrato in servizio “Giotto”, il 5° nuovo Airbus A330 della flotta di lungo raggio di Alitalia.

Roma, 6 ottobre 2011 – Il Presidente e l’Amministratore Delegato di Alitalia, Roberto Colaninno e Rocco Sabelli, hanno presentato oggi all’aeroporto Leonardo da Vinci il primo nuovo Embraer E-190 e i piani di sviluppo della flotta. All’evento era presente Paulo Cesar de Souza e Silva, President Commercial Aviation di Embraer.

Il nuovo Embraer E-190 è il primo dei 20 aerei che Alitalia riceverà dalla casa produttrice brasiliana entro il 2012. Il valore complessivo dell’ordine è di circa 400 milioni di Euro per la fornitura di cinque E-190 da 100 posti e di quindici E-175 da 88 posti.

L’evento di oggi segna l’avvio del programma di rinnovamento della flotta regional di Alitalia, che prevede la sostituzione dei 16 aerei regional attualmente in flotta (sei Embraer E-170 e dieci Bombardier CRJ-900).

I nuovi aerei permetteranno di sviluppare la capacità di Alitalia di offrire collegamenti diretti sulle destinazioni di breve-medio raggio, di razionalizzare la composizione della flotta della Compagnia, attraverso la riduzione del numero delle famiglie di aeromobili impiegati, e di aumentare i livelli di efficienza della flotta sotto i profili economico ed ambientale.

Ai nuovi E-Jets verranno dati nomi tratti dal patrimonio culturale e naturalistico dei territori italiani, in particolare parchi naturali ed oasi protette. L’E-190 presentato oggi è stato denominato “Parco Nazionale del Vesuvio”.

Contestualmente all’arrivo dei nuovi E-Jets Embraer, prosegue il rinnovamento della flotta Alitalia di medio e di lungo raggio.

Nei giorni scorsi è entrato in flotta il 5° nuovo Airbus A330, denominato “Giotto”, che porta a 22 il numero degli aerei di lungo raggio della flotta Alitalia.

Entro novembre è inoltre previsto l’ingresso in flotta di 3 nuovi Airbus A319 di medio raggio.

A dicembre prenderà avvio il piano di rinnovamento degli interni dei 10 Boeing B777 di lungo raggio, che entro maggio del prossimo anno saranno tutti allestiti con le stesse poltrone e le 3 classi di viaggio dei nuovi Airbus A330.

A fine 2012 la flotta Alitalia sarà interamente rinnovata rispetto al gennaio 2009, grazie all’ingresso di nuovi aerei per un valore complessivo di 1,7 miliardi di euro e alla completa riconfigurazione degli interni - poltrone e classi di viaggio - di tutti gli altri aerei, per un investimento di circa 600 milioni di euro.

http://flybolognairport.myblog.it/ar...medium=twitter
Pagan95 no está en línea  
Old October 6th, 2011, 07:31 PM   #20059
mariol
Registered User
 
Join Date: Jan 2009
Posts: 390
Likes (Received): 3

Quote:
Originally Posted by Roma-Fiumicino View Post
Alitalia I-DISE (777 nuova livrea) atterraggio a LAX. E' possibile vederlo anche in HQ selezionando la risoluzione

http://www.youtube.com/watch?v=Ghy-CHG3Ru0
Molto bello! Ho avuto modo di vedere l'AZ a LAX marzo scorso.

Una cosa: confermate le nuove rotte per il 2012, tra cui Nuova Delhi e Johannesburg?
mariol no está en línea  
Old October 6th, 2011, 09:07 PM   #20060
Roma-Fiumicino
Registered User
 
Roma-Fiumicino's Avatar
 
Join Date: Jan 2006
Posts: 3,909
Likes (Received): 82

Sabelli ha annunciato che nel piano 2012-2014 che verrà presentato il 26 ottobre si paleserà la necessità di incrementare la flotta di lungo raggio di altre 4-5 unità.
Ancora da decidere se 777 o 330, dipende anche dai costruttori.

Io personalmente credo che è più probabile un ordinativo americano di 777 o al limite un pò e un pò.
__________________
In memoria di Gabriele
Roma-Fiumicino no está en línea  


Closed Thread

Tags
aereo, alitalia, italia

Thread Tools
Rate This Thread
Rate This Thread:

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off



All times are GMT +2. The time now is 01:40 AM.


Powered by vBulletin® Version 3.8.8 Beta 1
Copyright ©2000 - 2014, vBulletin Solutions, Inc.
Feedback Buttons provided by Advanced Post Thanks / Like v3.2.5 (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2014 DragonByte Technologies Ltd.

vBulletin Optimisation provided by vB Optimise (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2014 DragonByte Technologies Ltd.

SkyscraperCity ☆ In Urbanity We trust ☆ about us | privacy policy | DMCA policy

Hosted by Blacksun, dedicated to this site too!
Forum server management by DaiTengu