daily menu » rate the banner | guess the city | one on oneforums map | privacy policy | DMCA | news magazine | posting guidelines

Go Back   SkyscraperCity > European Forums > Forum Italiano > Estero > Reportage



Global Announcement

As a general reminder, please respect others and respect copyrights. Go here to familiarize yourself with our posting policy.


Reply

 
Thread Tools Rating: Thread Rating: 1 votes, 5.00 average.
Old February 26th, 2012, 11:13 AM   #21
Xenophon
Registered User
 
Xenophon's Avatar
 
Join Date: Aug 2006
Location: An pire du Mi-lieu
Posts: 396
Likes (Received): 1236

View My Video

Molto popolare anche il tin jian, stesso principio dello "hacky sack" (così si chiama dalle mie parti). Vietato palleggiare, però.
Xenophon no está en línea   Reply With Quote

Sponsored Links
 
Old February 29th, 2012, 05:40 AM   #22
Xenophon
Registered User
 
Xenophon's Avatar
 
Join Date: Aug 2006
Location: An pire du Mi-lieu
Posts: 396
Likes (Received): 1236







Tempio di Tai Miao e dintorni, non lontano dalla Città Proibita (non penso che metterò foto di quest'ultima perché le mie trovo che non rendono, e comunque si possono trovarne tante più belle su Internet)







Sembrerà incredibile ma il cielo a Pechino è abbastanza spesso azzurro (di più che a Parigi e Bruxelles, per dire). Poi però capitano giornate come questa, per ricordarti che ti trovi in una delle capitali più inquinate al mondo, semmai lo avessi dimenticato.

















Capitolo macchine, così questa è fatta. Sono un oceano, e prima di ottenere l'immatricolazione si può aspettare mesi (i lucky few la ricevono prima tramite una lotteria). Il traffico in città è raramente del tutto bloccato (un amico mi dice che a Sao Paulo è molto peggio), ma è costante, 7 giorni su 7. Trattandosi della capitale, girano tante auto blu dei quadri del partito. Le nuove classi medie, un tantino conformiste, comprano in massa berline nere coi vetri scuri pure quelle. Audi über alles, poi via via Volkswagen, BMW, Mercedes, Lexus...Invisibile la Fiat (tranne le supersportive, i modelli Chrysler e...la Palio). Tra le altre Europee se la cava con onore Peugeot/Citroën. Ad ogni modo quando qualcuno vuole essere originale invece di rossa o gialla la prende volentieri fushia, bi o tricolore (nel mio quartiere sgomma spesso una Audi R8 blu e verde fosforecente) o per l'appunto rosa.



Uno che guida una Mazda Kevin poteva soltanto avere la targa PDG (Président-Directeur Général)



Attualmente sembrano andare di moda queste, (le propongono anche per trasportare i turisti pigri)



Con 20 kuai (circa 2 euro e mezzo) in taxi si riesce a girare il centro o a fare un tragitto di media distanza (relativamente alle dimensioni della città). I tassisti non provano ad ingannarti, ma non di rado bisogna spiegargli la strada (il colmo per una città come Pechino dove è facile orientarsi). O se la conoscono ti chiedono quale strada preferisci prendere, tu rispondi "quella più rapida", al che loro scoppiano a ridere come se gli avessi posto un enigma. Per tutto il resto ci sono gli omnipresenti san lun che (foto qui sopra), che la mia ragazza chiama affettuosamente "pom pom".



Resiste ancora il loro antenato, il san lun zi xing che, che nel frattempo si è dotato di un motore elettrico. Anche i motorini sono in gran parte elettrici. Ne giova l'acustica ma ci perde la sicurezza, perché non si sentono arrivare.



"divieto di sosta, autobomba"?



In quanto a me provo a prendere prevalentemente il metrò. Moderno, efficente, pulito e ultra economico (2 kuai, ossia 25 eurocent per un biglietto valido per tutta la rete, senza limite di tempo). Questa è la rete ad oggi, opera della francese Alstom, che tra metrò ed alta velocità in Cina ha trovato l'America (per quanto tempo ancora non lo so). Dieci anni fa c'erano soltanto due linee, e se non erro da qui al 2015 la rete pechinese diventerà la seconda più estesa al mondo, dopo Shanghai. Una delle linee in costruzione si fermerà addirittura nella Città Proibita (sacrilegio, imo). C'è da dire però che alcune di queste finiscono praticamente in aperta campagna, sostituendosi a quello che a Parigi sarebbe RER.

Last edited by Xenophon; March 7th, 2012 at 08:15 AM.
Xenophon no está en línea   Reply With Quote
Old March 7th, 2012, 07:42 AM   #23
Xenophon
Registered User
 
Xenophon's Avatar
 
Join Date: Aug 2006
Location: An pire du Mi-lieu
Posts: 396
Likes (Received): 1236

image hosted on flickr

Sans titre de par Piscinin, sur Flickr

image hosted on flickr

Sans titre de par Piscinin, sur Flickr

image hosted on flickr

Sans titre de par Piscinin, sur Flickr

Chiedete a 20 pechinesi a caso il significato di questa striscia gialla, onnipresente sui marciapiedi della città, e forse uno vi saprà rispondere. Forse. Le striscie sono state introdotte per volere di Deng e servono da guida ai non vedenti. Nonché da zona di sosta (gettonatissime anche le striscie pedonali). Durante la Rivoluzione culturale il figlio di Deng era diventato paraplegico saltando da una finestra al terzo piano per sfuggire alla persecuzioni delle guardie rosse (o forse furono proprio le guardie rosse a buttarlo giù dal terzo piano, non è dato sapere con esattezza). Sta di fatto che arrivato al potere, Deng, sensibilizzato alla situazione delle persone con handicap, fece rivestire i marciapiedi delle maggiori città di Cina con queste striscie.

image hosted on flickr

Sans titre de par Piscinin, sur Flickr

image hosted on flickr

Sans titre de par Piscinin, sur Flickr

image hosted on flickr

Sans titre de par Piscinin, sur Flickr

D'estate, quando batte il sole - e qui d'estate batte eccome - agli uomini piace rialzare la maglietta fin sopra la panza per fargli prendere l'aria. Del tutto naturale anche andare semplicemente in giro senza maglietta. Purtroppo a Pechino questo spettacolo è diventato una rarità da quando, in vista delle Olimpiadi, furono distribuite gratuitamente qualche milione di magliette ai cittadini, ai quali fu spiegato che era preferibile uscire coperti davanti agli ospiti stranieri (probabilmente in nome del concetto di "società armoniosa", che viene riciclato in tutte le salse).

image hosted on flickr

Sans titre de par Piscinin, sur Flickr

image hosted on flickr

Sans titre de par Piscinin, sur Flickr

Uscire per strada in pigiama non è reato, e nemmeno fonte di imbarazzo. Sotto casa mia mi capita ogni tanto di incontrare qualche vecchietta che fa la spesa in vestaglia. Sulla foto si vedono anche due ragazze che si tengono la mano, un'abitudine anche quella consolidata. Se avviene tra persone di generazione diversa (tipo suocera e genero) viene interpretato come un segno di rispetto.

image hosted on flickr

Sans titre de par Piscinin, sur Flickr

image hosted on flickr

Sans titre de par Piscinin, sur Flickr

image hosted on flickr

Sans titre de par Piscinin, sur Flickr

Ripropongo il mio pelidiculiere.

image hosted on flickr

Sans titre de par Piscinin, sur Flickr

image hosted on flickr

Sans titre de par Piscinin, sur Flickr

image hosted on flickr

Sans titre de par Piscinin, sur Flickr

image hosted on flickr

Sans titre de par Piscinin, sur Flickr

Come si sarà intuito il pechinese stanco dorme dove capita

image hosted on flickr

Sans titre de par Piscinin, sur Flickr

image hosted on flickr

Sans titre de par Piscinin, sur Flickr

image hosted on flickr

Sans titre de par Piscinin, sur Flickr

Scorci del parco di Chaoyang. Uno dei più grandi in città e quello più vicino a casa mia, ma anche di gran lunga il più anonimo, a tratti angosciante (imo). Nonché pagante.

image hosted on flickr

Sans titre de par Piscinin, sur Flickr

Un gruppo di buddisti rilascia pesci nel laghetto. Non si sa per quanto tempo essi potranno approfittare della libertà ritrovata, dato che sono stati presi dal pescivendolo già mezzi moribondi. Oltretutto la morte naturale non è neanche assicurata, visto che ogni tanto qualche furbetto viene a ripescarli di nascosto. Quel che conta è l'intenzione.

image hosted on flickr

Sans titre de par Piscinin, sur Flickr

image hosted on flickr

Sans titre de par Piscinin, sur Flickr

Il più grande schermo LED d'Asia, nel nuovo distretto finanziario di Guomao. Ogni sera tra le 9 e le 10 vienne proiettato uno spettacolo lights & sounds su un tema particolare (in questo caso la creazione del mondo). L'illuminazione LED in Cina fa furore : ne sono tapezzati negozi, ristoranti, edifici e grattacieli interi. In compenso l'illuminazione pubblica (strade e marciapiedi) è decisamente carente.

image hosted on flickr

Sans titre de par Piscinin, sur Flickr

image hosted on flickr

Sans titre de par Piscinin, sur Flickr

Last edited by Xenophon; March 7th, 2012 at 08:09 AM.
Xenophon no está en línea   Reply With Quote
Old March 7th, 2012, 07:25 PM   #24
Tanus
Registered User
 
Tanus's Avatar
 
Join Date: Apr 2007
Location: Milan
Posts: 404
Likes (Received): 11

ottimo reportage, interessanti le "chicche" di vita reale.
Tanus no está en línea   Reply With Quote
Old March 10th, 2012, 03:01 AM   #25
Sonic from Padova
Николай
 
Sonic from Padova's Avatar
 
Join Date: Nov 2004
Location: Padova oppure Berlino Est
Posts: 8,043
Likes (Received): 45

per caso hai trovato persone che si lavavano i denti per strada e sputacchiavano qua e la?

a me é capitato un episodio abbastanza orripilante in Cina.
ero sulla mia bici Graziella a correre con dietro la mia amica per una via di Shanghai.
ad un certo punto esce da una casa a schiera una ragazza con un bicchiere in mano e il dentifricio in bocca.
mi domando....ma che cazzo vuole fare? non vorrà sputare il pastone di acqua/dentifricio/lercio in strada davanti a tutti?

ebbene lo fece, poco prima che passassi in bicicletta. E fortunatamente schivai lo schifo che rigettò fuori.
uno spettacolo unico. seguirono poi una serie lunga di bestemmie in lingua veneta incomprensibili alla popolazione locale.
Sonic from Padova no está en línea   Reply With Quote
Old March 11th, 2012, 01:08 AM   #26
Xenophon
Registered User
 
Xenophon's Avatar
 
Join Date: Aug 2006
Location: An pire du Mi-lieu
Posts: 396
Likes (Received): 1236

No, quella non l'ho ancora avuta. Se era negli hutongs però è anche possibile che la ragazza non avesse il lavandino in casa.

Ricordo in particolare un episodio pieno di umanità che mi capitò nella prima comunità dove ho abitato a Pechino.

Immensa - una ventina di torri di 28 piani ognuna - e sovraffollata : spesso in un appartamento per due persone vivevano in quattro o cinque. Una sorta di crocevia di tutte le speranze, appiccicata proprio all'entrata della terza delle sei circonvallazioni della città, che sarebbe il proverbiale "glass ceiling", la linea di demarcazione tra gli haves e gli have-nots/wanna haves.

Ebbene, un giorno prendo l'ascensore nella mia torre con una madre e il figlio di 5 o 6 anni. Che, come qualsiasi cinese di età compresa fra i 5 e i 95 anni, trovandosi in quel tipo di luogo e situazione, ossia in presenza di uno straniero bianco, alto, vestito diversamente...lo fissa con lo sguardo.

Fin qui tutto normale.

Ma ecco il patatrac. Ad un tratto il bambino si gira, tira giù la brachetta del pantalone e...molla una pisciata nell'angolo dell'ascensore, che prosegue lentamenta la sua corsa verso i piani alti (abitavo al 26mo).

Io rimango interdetto, non riesco neanche a scoppiare a ridere.

Finita la pratica, si sistema i pantaloni con tutta la naturalezza del mondo e torna a fissarmi dal basso verso l'alto.

Al che la madre, accortasi della mia espressione stupefatta, richiama il figlio.

E qui arriva la ciliegia : la madre non rimprovera al figlio di aver urinato nell'ascensore, bensì di averlo fatto davanti ad un lao wai (uno straniero).

La porta si apre ed escono. Emozioni che si vivono una volta sola.

Un altro momento poetico fresco fresco mi è capitato appena due settimane fa, quando un dentista mi ha ruttato in faccia mentre stava eseguendo un'otturazione. Però quello mi fa sentire in colpa, perché al secondo rutto mi sono incazzato nero (non aveva capito il mio gesto di stizza dopo il primo) e temo di avergli fatto perdere la sua, di faccia, davanti alle assistenti.

Last edited by Xenophon; March 11th, 2012 at 07:03 AM.
Xenophon no está en línea   Reply With Quote
Old March 11th, 2012, 03:15 AM   #27
area00
ain't one
 
area00's Avatar
 
Join Date: Jan 2005
Location: Bologna
Posts: 1,963
Likes (Received): 12

grazie per i resoconti, sto ancora piangendo dal ridere.
__________________
When you have to kill a man, it costs nothing to be polite - W. Churchill

Here in the US they say here the "shit is hitting the fan". So duck and run for cover cause it is an awful lot of shit.
area00 no está en línea   Reply With Quote
Old March 11th, 2012, 03:24 PM   #28
TRINACRIA FELIX
Registered User
 
TRINACRIA FELIX's Avatar
 
Join Date: Jul 2009
Location: Messina
Posts: 3,980
Likes (Received): 1140

Belle foto! Di ogni paese bisogna conoscere tutti gli aspetti della vita, belli e brutti. Se dovessi raccontare quello che ho visto girando per il mondo e dopo 26 anni che frequento le Filippine potrei scrivere dei libri!
__________________
EUROLINK S.C.p.A.
IMPREGILO S.p.A. (Mandataria) SOCIETA’ ITALIANA PER CONDOTTE D’ACQUA S.p.A. (Mandante) SACYR S.A.U. (Mandante)
COOPERATIVA MURATORI E CEMENTISTI – C.M.C. di Ravenna soc. Coop. A.r.l. (Mandante)
ISHIKAWAJIMA – HARIMA HEAVY INDUSTRIES CO. Ltd. (Mandante) A.C.I. S.C.P.A. – CONSORZIO STABILE (Mandante)
Il Ponte su Facebook/The Bridge on Facebook: http://www.facebook.com/pages/STROM-...ref=ts[/B]
TRINACRIA FELIX está en línea ahora   Reply With Quote
Old March 11th, 2012, 04:49 PM   #29
TohrAlkimista
Registered User
 
TohrAlkimista's Avatar
 
Join Date: Dec 2006
Location: Milano
Posts: 12,878
Likes (Received): 479

Ti prego continua ad aggiornare questa discussione periodicamente!
Questi report di vita vissuta all'estero sono preziosissimi.

Mi com'è la vita per un italiano che si sposa una cinese e vive in Cina? A parte il racconto dell'ascensore, come sei stato accolto nella società cinese?
__________________
TohrFlickr
||| ||| |||
TohrAlkimista no está en línea   Reply With Quote
Old March 11th, 2012, 11:15 PM   #30
blaise.
amateur facial
 
Join Date: Mar 2007
Location: boh
Posts: 2,915



non credo che sia italiano..

comunque bravo xenophon
__________________
non dovevo far niente
blaise. no está en línea   Reply With Quote
Old March 12th, 2012, 12:24 PM   #31
Xenophon
Registered User
 
Xenophon's Avatar
 
Join Date: Aug 2006
Location: An pire du Mi-lieu
Posts: 396
Likes (Received): 1236

Ciao Tohr, in effetti sono francese di origini italiane, e ci sposeremo soltanto l'estate prossima (più che altro per ragioni pratiche e per far felici i suoceri).

In città come Pechino e Shanghai, dove il numero di stranieri è aumentato molto in pochi anni, le reazioni sono un po' ambivalenti. I giovani maschi stranieri (europei, americani, australiani) non godono di un'ottima fama, e visti alcuni loro comportamenti con le ragazze cinesi devo dire che la cosa non mi stupisce poi molto..

A me agli inizi capitava di avvertire una certa negatività o comunque riprovazione negli sguardi della gente che ci vedeva passare per strada, la mia ragazza ed io. Cosa peraltro mai successa "in provincia", dove la coppia mista è fonte perenne di genuina curiosità.

Ma la situazione è totalmente cambiata da quando ad accompagnarci c'è una ranocchia paffutella di 7 mesi, sempre allegra e ridente, con gli occhi blu a forma di grossa mandorla tondeggiante. Oggi godiamo praticamente di uno statuto da star, e la cosa a volte è anche un po' imbarazzante. La gente vuole vedere, chiedere, toccare. Una volta una nonnetta mai vista prima mi ha praticamente strappato mia figlia dalle braccia e s'è messa a sbaciucchiarla. Penso che non essendoci ancora stata un'immigrazione di massa in questo paese, i figli misti siano visti come qualcosa da celebrare, non da guardare con diffidenza.
Xenophon no está en línea   Reply With Quote
Old March 12th, 2012, 04:44 PM   #32
Sonic from Padova
Николай
 
Sonic from Padova's Avatar
 
Join Date: Nov 2004
Location: Padova oppure Berlino Est
Posts: 8,043
Likes (Received): 45

Quote:
Originally Posted by Xenophon View Post
No, quella non l'ho ancora avuta. Se era negli hutongs però è anche possibile che la ragazza non avesse il lavandino in casa.

Ricordo in particolare un episodio pieno di umanità che mi capitò nella prima comunità dove ho abitato a Pechino.

Immensa - una ventina di torri di 28 piani ognuna - e sovraffollata : spesso in un appartamento per due persone vivevano in quattro o cinque. Una sorta di crocevia di tutte le speranze, appiccicata proprio all'entrata della terza delle sei circonvallazioni della città, che sarebbe il proverbiale "glass ceiling", la linea di demarcazione tra gli haves e gli have-nots/wanna haves.

Ebbene, un giorno prendo l'ascensore nella mia torre con una madre e il figlio di 5 o 6 anni. Che, come qualsiasi cinese di età compresa fra i 5 e i 95 anni, trovandosi in quel tipo di luogo e situazione, ossia in presenza di uno straniero bianco, alto, vestito diversamente...lo fissa con lo sguardo.

Fin qui tutto normale.

Ma ecco il patatrac. Ad un tratto il bambino si gira, tira giù la brachetta del pantalone e...molla una pisciata nell'angolo dell'ascensore, che prosegue lentamenta la sua corsa verso i piani alti (abitavo al 26mo).

Io rimango interdetto, non riesco neanche a scoppiare a ridere.

Finita la pratica, si sistema i pantaloni con tutta la naturalezza del mondo e torna a fissarmi dal basso verso l'alto.

Al che la madre, accortasi della mia espressione stupefatta, richiama il figlio.

E qui arriva la ciliegia : la madre non rimprovera al figlio di aver urinato nell'ascensore, bensì di averlo fatto davanti ad un lao wai (uno straniero).

La porta si apre ed escono. Emozioni che si vivono una volta sola.

Un altro momento poetico fresco fresco mi è capitato appena due settimane fa, quando un dentista mi ha ruttato in faccia mentre stava eseguendo un'otturazione. Però quello mi fa sentire in colpa, perché al secondo rutto mi sono incazzato nero (non aveva capito il mio gesto di stizza dopo il primo) e temo di avergli fatto perdere la sua, di faccia, davanti alle assistenti.
Aspetta ti racconto questa.
eravamo sempre a Shanghai, parte Pudong, nel centro direzionale.
nel 2004 c'era ancora un servizio via traghetto che attraversava il fiume per arrivare al Bund; codesto traghetto trasportava operai delle fabbriche ancora in piedi nella parte nord del Pudong (oggi credo demolite per far spazio ad uffici).
non avevamo soldi (avevo lasciato il portafoglio a casa e la mia parente non aveva cash) ed usufruimmo della gentilezza di un operaio del posto che ci pagò pure a noi un biglietto per andare dall'altra parte (il prezzo era infimo).
ovviamente ci parlò la mia parente, visto che io di cinese non sapevo un cazzo (e parlavo male pure in inglese allora).
detto questo, saliamo sul traghetto e veniamo circondati da operai stra-sporchi di olio, robaccia chimica (evidentemente avevano finito il turno in fabbrica ma non si erano cambiati). Nell'insieme c'erano anche dei contadini (non so da dove venissero visto che eravamo in centro, ma vabbe!) che si portavano dietro galline di ogni genere.
fu un viaggio esilarante, perchè eravamo circondati da cinesi che sputacchiavano in ogni dove, l'operaio che ci aveva offerto il biglietto nel frattempo ci provava con la mia parente, io intanto cercavo di evitare il contatto con operai lerci perchè ero vestito in bianco, e galline evidentemente malate (avevo una paura bestia visto che era il periodo della Sars).
il viaggio dura 5 minuti da una sponda all'altra.
smontiamo e crediamo di essere arrivati alla fine di un viaggio parto.
invece no.

all'uscita ci imbattiamo in un viale enorme, sterrato.
ai nostri lati....terreni sterrati.
il nulla....praticamente eravamo dentro ad un cantiere e stavano demolendo un quartiere.
in fondo però intravediamo una casa ancora da demolire, con una graziosa signora che sta stendendo la biancheria.
in quel momento la mia parente va verso la suddetta casa per domandare informazioni alla signora sulla via più veloce per arrivare nel suo quartiere.
ma mentre si avvicina....la graziosa signora cala la gonna e le mutande.
poi si mette a fare la cacca.
tranquilla come non mai.

la mia parente rimane imbarazzata alla visione, e torna indietro tirando una serie di imprecazioni una dietro l'altra.
io mi stavo pisciando addosso dal ridere. Ma di scene cosi ne ho viste un'infinità.
Sonic from Padova no está en línea   Reply With Quote
Old March 12th, 2012, 09:10 PM   #33
TohrAlkimista
Registered User
 
TohrAlkimista's Avatar
 
Join Date: Dec 2006
Location: Milano
Posts: 12,878
Likes (Received): 479

Quote:
Originally Posted by Xenophon View Post
Ciao Tohr, in effetti sono francese di origini italiane, e ci sposeremo soltanto l'estate prossima (più che altro per ragioni pratiche e per far felici i suoceri).

In città come Pechino e Shanghai, dove il numero di stranieri è aumentato molto in pochi anni, le reazioni sono un po' ambivalenti. I giovani maschi stranieri (europei, americani, australiani) non godono di un'ottima fama, e visti alcuni loro comportamenti con le ragazze cinesi devo dire che la cosa non mi stupisce poi molto..

A me agli inizi capitava di avvertire una certa negatività o comunque riprovazione negli sguardi della gente che ci vedeva passare per strada, la mia ragazza ed io. Cosa peraltro mai successa "in provincia", dove la coppia mista è fonte perenne di genuina curiosità.

Ma la situazione è totalmente cambiata da quando ad accompagnarci c'è una ranocchia paffutella di 7 mesi, sempre allegra e ridente, con gli occhi blu a forma di grossa mandorla tondeggiante. Oggi godiamo praticamente di uno statuto da star, e la cosa a volte è anche un po' imbarazzante. La gente vuole vedere, chiedere, toccare. Una volta una nonnetta mai vista prima mi ha praticamente strappato mia figlia dalle braccia e s'è messa a sbaciucchiarla. Penso che non essendoci ancora stata un'immigrazione di massa in questo paese, i figli misti siano visti come qualcosa da celebrare, non da guardare con diffidenza.

Allora chapeau per l'italiano perfetto.

Comunque molto interessante!
Bisogna dire che comunque gli anglosassoni in generale non si son mai fatti molto amare in qualità di espatriati, non solo in Cina.
__________________
TohrFlickr
||| ||| |||
TohrAlkimista no está en línea   Reply With Quote
Old March 12th, 2012, 09:20 PM   #34
Pavlvs
DIABOLIKVS
 
Pavlvs's Avatar
 
Join Date: Jan 2005
Posts: 15,072

Bello ed istruttivo 'sto thread, ottimo.
Pavlvs está en línea ahora   Reply With Quote
Old March 13th, 2012, 04:29 AM   #35
Xenophon
Registered User
 
Xenophon's Avatar
 
Join Date: Aug 2006
Location: An pire du Mi-lieu
Posts: 396
Likes (Received): 1236

@sonic : si, è quello che colpisce nella Cina di oggi. Le scene da "quando eravamo povera gente" si possono vedere anche in tanti altri paesi, ma qui accadono pure in città con infrastrutture ultramoderne, ai piedi di grattacieli che sembrano usciti dal XXIIImo secolo.
Xenophon no está en línea   Reply With Quote
Old March 14th, 2012, 05:13 PM   #36
Incoming_Zena05
Registered User
 
Incoming_Zena05's Avatar
 
Join Date: Apr 2005
Location: Genova
Posts: 170
Likes (Received): 48

Di Shanghai invece sai dirci qualcosa ?

Leggevo una discussione sul forum internazionale riguardante il fatto che a Shanghai si sta costruendo con meno senno rispetto ad altre città della Cina.

Sempre in questa discussione veniva fuori l'impietoso confronto con Shenzhen, quest'ultima sta si crescendo verticalmente, però allo stesso tempo sta guardando anche alla vivibilità con ampi vialoni pedonali e parchi all'interno del centro... Io a Shanghai non sono mai stato e da esterno guardando il Pudong (che dovrebbe essere il fiore all'occhiello della città), ho come l'impressione che sia di una tristezza unica, ossia torri che si combinano male fra loro con sotto passaggio di sole autovetture, puoi confermare ciò ?

Per fare due o 3 confronti:

Tianjin
http://www.chinatraveldepot.com/Pack...s/tips(11).jpg

Shenzhen
http://www.porto.laspezia.it/notizie...shenzhen/image

Pudong dall'alto
http://www.magicalurbanism.com/wp-co...ew-540x405.jpg
Incoming_Zena05 no está en línea   Reply With Quote
Old March 16th, 2012, 12:55 AM   #37
Xenophon
Registered User
 
Xenophon's Avatar
 
Join Date: Aug 2006
Location: An pire du Mi-lieu
Posts: 396
Likes (Received): 1236

L'interesse di Pudong sta tutto nel fatto che si trova dirimpetto al Bund. Da una parte del fiume gli edifici coloniali dove una volta si costruivano e distruggevano i patrimoni europei, dall'altra la risposta della nuova Cina, un chiarissimo "ma adesso comando io". Confermo che a livello di strada è brutto e concepito male, oltre ad essere un mortorio di sera.

A Shenzhen dovrei andarci per la prima volta il mese prossimo, ti farò sapere.
Xenophon no está en línea   Reply With Quote
Old March 16th, 2012, 04:39 PM   #38
Riobasco
Balengo
 
Riobasco's Avatar
 
Join Date: Aug 2007
Location: Torino - Spina 3
Posts: 5,175
Likes (Received): 857

A proposito di Shenzhen... ieri una scolaresca di un liceo di quella città era in visita qui a Torino, li ho fotografati nella Sala Rossa del consiglio comunale



Uploaded with ImageShack.us

Quasi tutte ragazze, educatissime, abbigliamento casual e -almeno a prima vista- grande simpatia. Una curiosità: una delle studentesse che mi ha rivolto la parola per chiedere se le facevo una foto con la sua fotocamera (una bella reflex Canon) aveva l'alito di un carpentiere romeno... aglio puro al 100%
I cinesi usano molto aglio, in cucina?
Grazie di tutto
Riobasco está en línea ahora   Reply With Quote
Old March 16th, 2012, 05:22 PM   #39
mariocesare
Registered User
 
mariocesare's Avatar
 
Join Date: Jul 2006
Location: Turin, Langhe, Black Forest, Saint Screw the Boss
Posts: 7,512
Likes (Received): 511

Bevono tantissimo the, ti offrono the sempre. Potrebbe essere quello.

Gentilezza nei loro confronti e' offrirgli un bicchiere d'acqua calda bollente appena arrivano.
mariocesare está en línea ahora   Reply With Quote
Old March 16th, 2012, 06:16 PM   #40
godetto
Prendete e bevetene tutti
 
godetto's Avatar
 
Join Date: Aug 2009
Location: Torino
Posts: 2,625
Likes (Received): 171

Per quanto mi riguarda confermo che l'uso a manetta dell'aglio anche di mattina è normale...
__________________
Diecimila, ventimila, nelle mani del cliente che possiede la tua finta gioia (assolo di organo Hammond)


next stop Tortona GTT dipot
godetto está en línea ahora   Reply With Quote


Reply

Tags
it.est.asi

Thread Tools
Rate This Thread
Rate This Thread:

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off



All times are GMT +2. The time now is 04:02 PM.


Powered by vBulletin® Version 3.8.8 Beta 1
Copyright ©2000 - 2014, vBulletin Solutions, Inc.
Feedback Buttons provided by Advanced Post Thanks / Like v3.2.5 (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2014 DragonByte Technologies Ltd.

vBulletin Optimisation provided by vB Optimise (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2014 DragonByte Technologies Ltd.

SkyscraperCity ☆ In Urbanity We trust ☆ about us | privacy policy | DMCA policy

Hosted by Blacksun, dedicated to this site too!
Forum server management by DaiTengu