NAPOLI | Recupero del Centro Storico (patrimonio mondiale UNESCO) - Page 9 - SkyscraperCity
 

forums map | news magazine | posting guidelines

Go Back   SkyscraperCity > European Forums > Forum Italiano > Architettura ed urbanistica in Italia > Storia, Architettura, Cultura


Global Announcement

As a general reminder, please respect others and respect copyrights. Go here to familiarize yourself with our posting policy.


Reply

 
Thread Tools
Old January 24th, 2010, 12:32 PM   #161
CityClass
Registered User
 
Join Date: Sep 2009
Posts: 1,211
Likes (Received): 464

Quote:
Originally Posted by CRIME View Post
ohhhh,vedo con piacere che anche gli arredi sono tornati al loro posto!
Anche se nel 1985 la chiesa subì dei furti infatti il paliotto dell'altare non è quello originale è mancano i 2 putti ai lati!
City ma tu non sei della zona???che mi dici invece di Santa Teresa degli Scalzi?Sempre chiusa?
ti do due notizie, una buona e una cattiva.
Santa Teresa degli Scalzi non è assolutamente chiusa. Tutt'altro. Viene celebrata pure la messa.
L'entrata di Sant'Agostino è sempre quella dell'Oro di Napoli. Mancano anche parti di altri altari...
CityClass no está en línea   Reply With Quote
Sponsored Links
Advertisement
 
Old January 24th, 2010, 12:56 PM   #162
CRIME
Registered User
 
CRIME's Avatar
 
Join Date: Mar 2009
Location: Caserta
Posts: 6,826
Likes (Received): 2252

azz,quindi Santa Teresa verrà aperta per la funzione religiosa,ottimo!Puttoppo le chiese chiuse da anni sono spesso oggetto di rastrellamenti da parte di gentaglia che puttroppo esiste!
Chi manca all'appello in quella zona?
Santa teresa fu restaurata,Sant'Agostino apposto,Santa Maria della purità dall'interno molto semplice pure restaurata anni fa!Bisogna indagare nella Stella adesso!
(dopo ti scannerizzo il paliotto originale dell'altare di sant'Agostino!)
CRIME no está en línea   Reply With Quote
Old January 24th, 2010, 01:29 PM   #163
CRIME
Registered User
 
CRIME's Avatar
 
Join Date: Mar 2009
Location: Caserta
Posts: 6,826
Likes (Received): 2252

fatto!
il paliotto trafugato el 1985!apparte queste cattive parentesi,la chiesa rimane ricca di opere,Luca Giordano e Massimo Stanzione giusto per citarne alcuni!
[IMG]http://i48.************/2dbqmah.jpg[/IMG]
CRIME no está en línea   Reply With Quote
Sponsored Links
Advertisement
 
Old January 24th, 2010, 01:38 PM   #164
duke983
Registered User
 
duke983's Avatar
 
Join Date: Jul 2006
Location: Napoli - Mogliano Veneto(x)
Posts: 615
Likes (Received): 0

ieri passando per il largo banchi nuovi ho notato questo palazzo ad angolo con via Santa Chiara completamente ponteggiato, immagino per restauro, non so da quanto tempo lo è ma mi sembra che l'estate scorsa non lo era
duke983 no está en línea   Reply With Quote
Old January 24th, 2010, 01:43 PM   #165
creatorVesevo
Registered User
 
creatorVesevo's Avatar
 
Join Date: Nov 2008
Location: Napoli
Posts: 743
Likes (Received): 5

Dala chiesa di S. Agostino alla Zecca nel 1977 vennero trafugati: sedia papale con lo stemma agostiniano, cinque calici, cinque patene, te pissidi (il tutto in argento dorato), reliquiario della santa croce in bronzo, due catini e due boccali in argento...e la lista continua!!!
insomma questi si fottono di tutto e di più per venderli sicuramente a nero agli antiquari di tutto il mondo.
creatorVesevo no está en línea   Reply With Quote
Old January 24th, 2010, 01:44 PM   #166
oppard
Cumana user
 
oppard's Avatar
 
Join Date: Apr 2008
Posts: 547
Likes (Received): 0

Andò in fiamme qualche mese fa, a quanto appresi dai giornali. Ora non so se provvederanno alla ristrutturazione o lo hanno solo coperto per esigenze di sicurezza, come fanno spese in centro quando non ci sono soldi...
oppard no está en línea   Reply With Quote
Old January 24th, 2010, 01:49 PM   #167
duke983
Registered User
 
duke983's Avatar
 
Join Date: Jul 2006
Location: Napoli - Mogliano Veneto(x)
Posts: 615
Likes (Received): 0

hai ragione era quello che andò a fuoco...non ci avevo pensato...
duke983 no está en línea   Reply With Quote
Old January 24th, 2010, 01:52 PM   #168
duke983
Registered User
 
duke983's Avatar
 
Join Date: Jul 2006
Location: Napoli - Mogliano Veneto(x)
Posts: 615
Likes (Received): 0



eccolo...
duke983 no está en línea   Reply With Quote
Old January 24th, 2010, 02:12 PM   #169
MAQVEDA
Registered User
 
MAQVEDA's Avatar
 
Join Date: Jun 2007
Location: PALERMO
Posts: 12,625
Likes (Received): 5064

Quote:
Originally Posted by CRIME View Post
Maqueda,certo che per impressionare te ce ne vorrà!Sono stato 3 giorni a Palermo lo scorso agosto,rimasi impressionato dalle vostre chiese,San Giuseppe dei Teatini,la Casa Professa e Santa Caterina giusto per citarne alcune!Poi tutte tirate a lucido! e a proposito,il meraviglioso chiostro con tanto di chiesa di Sant'Agostino(per stare in tema)...
Ma no, nulla togliendo alla bellezza della mia città, sono certo (e lo sapete tutti a Napoli) che le carte in regola per stupire le avete, eccome (già ho adorato le foto postate sino ad ora) Veramente, non riesco a spiegare il colpo di fulmine che ho avuto quando ho visto Napoli la prima volta, forse per la sua bellezza, forse per la sua imponenza, forse perchè è così regale e contemporaneamente così popolana, forse perchè è così affine esteticamente a Palermo, girando per le strade e vicoli, mi sentivo un pò a casa E le chiese che ho avuto la fortuna di trovare aperte mi hanno lasciato senza fiato.
__________________
......Per un circuito di circa venticinque miglia (la Conca) si stende con campi larghi e pianeggianti e, a guisa di un immenso anfiteatro quale solo la natura è capace di creare, genera il massimo godimento a chi osserva dalle vicine alture. Essa si presenta non come terra reale ma come forma dipinta di esimia bellezza.
Tommaso Fazello, De Rebus Siculis (1558)
MAQVEDA no está en línea   Reply With Quote
Old January 24th, 2010, 02:14 PM   #170
MAQVEDA
Registered User
 
MAQVEDA's Avatar
 
Join Date: Jun 2007
Location: PALERMO
Posts: 12,625
Likes (Received): 5064

Quote:
Originally Posted by duke983 View Post


eccolo...
. Magari proprio per l'incendio il restauro è diventato una priorità.
__________________
......Per un circuito di circa venticinque miglia (la Conca) si stende con campi larghi e pianeggianti e, a guisa di un immenso anfiteatro quale solo la natura è capace di creare, genera il massimo godimento a chi osserva dalle vicine alture. Essa si presenta non come terra reale ma come forma dipinta di esimia bellezza.
Tommaso Fazello, De Rebus Siculis (1558)
MAQVEDA no está en línea   Reply With Quote
Old January 24th, 2010, 02:24 PM   #171
NeaCivis
Registered User
 
NeaCivis's Avatar
 
Join Date: Nov 2007
Location: Naples (IT)
Posts: 937
Likes (Received): 0

Quote:
Originally Posted by MAQVEDA View Post
Ma no, nulla togliendo alla bellezza della mia città, sono certo (e lo sapete tutti a Napoli) che le carte in regola per stupire le avete, eccome (già ho adorato le foto postate sino ad ora) Veramente, non riesco a spiegare il colpo di fulmine che ho avuto quando ho visto Napoli la prima volta, forse per la sua bellezza, forse per la sua imponenza, forse perchè è così regale e contemporaneamente così popolana, forse perchè è così affine esteticamente a Palermo, girando per le strade e vicoli, mi sentivo un pò a casa E le chiese che ho avuto la fortuna di trovare aperte mi hanno lasciato senza fiato.
E' vero Napoli e Palemo sono esteticamente simili in molte parti, posso affermarlo poichè da piccolo ho visitato palermo un paio di volte, avendo dei parenti in sicilia, e la città ha dato spesso anche a me l'impressione di trovarmi a casa.

Quote:
Originally Posted by MAQVEDA View Post
. Magari proprio per l'incendio il restauro è diventato una priorità.
Mah speriamo, purtroppo molti palazzi a Napoli sopratutto nel centro storico sono fatiscenti e sono solo messi in sicurezza con i ponteggi montati da anni.
NeaCivis no está en línea   Reply With Quote
Old January 24th, 2010, 03:46 PM   #172
MAQVEDA
Registered User
 
MAQVEDA's Avatar
 
Join Date: Jun 2007
Location: PALERMO
Posts: 12,625
Likes (Received): 5064

Quote:
Originally Posted by NeaCivis View Post
E' vero Napoli e Palemo sono esteticamente simili in molte parti, posso affermarlo poichè da piccolo ho visitato palermo un paio di volte, avendo dei parenti in sicilia, e la città ha dato spesso anche a me l'impressione di trovarmi a casa.


Mah speriamo, purtroppo molti palazzi a Napoli sopratutto nel centro storico sono fatiscenti e sono solo messi in sicurezza con i ponteggi montati da anni.
Mamma mia sembra la stessa situazione di Palermo sino a prima dell'approvazione del piano particolareggiato del centro storico, quando non si aveva la sicurezza di un restauro, o meglio si era sicuri che non si sarebbe fatto proprio nulla di nulla sino al crollo finale dell'edificio (anche di pregio artistico).
Prima del 1993 tutto crollava impietosamente a pezzi (non esagero) senza che a nessuno importasse nulla del fatto che una delle più belle città d'Italia si stesse letteralmente sbriciolando sotto gli occhi dei suoi stessi cittadini. Ponteggi e contrafforti ovunque per garantire un minimo di sicurezza e proteggere la cittadinanza da crolli e distacchi. Ovunque finestre murate, portoni sprangari, vetri rotti, balconi caduti, tetti e solai crollati. Ora ovviamente queste scene non sono sparite di botto, ma almeno qualcosa si muove, e il tutto lascia ben sperare.
__________________
......Per un circuito di circa venticinque miglia (la Conca) si stende con campi larghi e pianeggianti e, a guisa di un immenso anfiteatro quale solo la natura è capace di creare, genera il massimo godimento a chi osserva dalle vicine alture. Essa si presenta non come terra reale ma come forma dipinta di esimia bellezza.
Tommaso Fazello, De Rebus Siculis (1558)
MAQVEDA no está en línea   Reply With Quote
Old January 24th, 2010, 05:39 PM   #173
duke983
Registered User
 
duke983's Avatar
 
Join Date: Jul 2006
Location: Napoli - Mogliano Veneto(x)
Posts: 615
Likes (Received): 0

Ecco un altra chiesa importante che avrebbe bisogno di un grosso intervento di ristrutturazione viste le condizioni in cui versa

http://www.ilmattino.it/articolo.php...29&sez=NAPOLI#



Chiesa di San Giuseppe delle Scalze a Pontecorvo
duke983 no está en línea   Reply With Quote
Old January 24th, 2010, 06:42 PM   #174
CRIME
Registered User
 
CRIME's Avatar
 
Join Date: Mar 2009
Location: Caserta
Posts: 6,826
Likes (Received): 2252

maròòò,che tristezza!
da quel maledetto teremmoto dell'80 non sono mai stati cazzi di metterci una mano vicino!
la buona notizia è che rientra nel recupero del centro storico!
ecco la sceda

scheda intervento: 150
driver: Accoglienza

categoria_intervento: RECUPERO/ADEGUAMENTO SCUOLE

tipologia_finanziamento: PIU

proprietà: Comune di Napoli

ente_proponente: Comune di Napoli

ex convento di s.Giuseppe delle scalze a Pontecorvo chiesa e complesso scolastico e vivaio comunale
Ripristino tipologico, adeguamento e manutenzione

importo_finanziato: 1400000
CRIME no está en línea   Reply With Quote
Old January 24th, 2010, 08:22 PM   #175
tubtube
Registered User
 
tubtube's Avatar
 
Join Date: Apr 2008
Posts: 1,299
Likes (Received): 96

Quote:
Originally Posted by creatorVesevo View Post
Dala chiesa di S. Agostino alla Zecca nel 1977 vennero trafugati: sedia papale con lo stemma agostiniano, cinque calici, cinque patene, te pissidi (il tutto in argento dorato), reliquiario della santa croce in bronzo, due catini e due boccali in argento...e la lista continua!!!
insomma questi si fottono di tutto e di più per venderli sicuramente a nero agli antiquari di tutto il mondo.
sempre alla martoriata e maestosa s. Agostino pochi anni fa una notte di san lorenzo dei ragazzini annoiati non potendo fare un falò in spiaggia decisero bene di dare fuoco al portone della chiesa
tubtube no está en línea   Reply With Quote
Old January 24th, 2010, 09:50 PM   #176
CRIME
Registered User
 
CRIME's Avatar
 
Join Date: Mar 2009
Location: Caserta
Posts: 6,826
Likes (Received): 2252

fu in occasione della festa di San Antonio Abate,che si tiene a gennaio dove a Napoli si usa fare il falò!!Quella volta tali ragazzini stronzi fecero il loro falò sul sagrato della chiesa è ne prese fuoco il portone settecentesco!Quest'anno(sicuramente gli stessi mocciosi)hanno sdradicato ben sette alberelli di via Duomo,solo che i vigili li hanno ritrovati già accatastati in piazzetta Sant'arcangelo a Baiano è sono stati recuparati!
Puttroppo quelle bagasce vaiasse che alle sei del pomeriggio ancora stanno col pigiama, si fumano tre pacchetti di sigarette e masticano come le capre la gomma,apparte si dimenticano che hanno dei figli perennemente in strada è peggio ancora sono sempre incinte!
CRIME no está en línea   Reply With Quote
Old January 25th, 2010, 01:21 AM   #177
Skeltar
Bang!
 
Skeltar's Avatar
 
Join Date: Dec 2008
Location: Pomigliano d'Arco - Napoli
Posts: 1,207
Likes (Received): 555

Quote:
Originally Posted by creatorVesevo View Post
Dala chiesa di S. Agostino alla Zecca nel 1977 vennero trafugati: sedia papale con lo stemma agostiniano, cinque calici, cinque patene, te pissidi (il tutto in argento dorato), reliquiario della santa croce in bronzo, due catini e due boccali in argento...e la lista continua!!!
insomma questi si fottono di tutto e di più per venderli sicuramente a nero agli antiquari di tutto il mondo.
Mer*acce. Devono morire tutti.

So che alcune opere, comunque, sono custodite in altre chiese di Napoli...

Quote:
Originally Posted by duke983 View Post
Ecco un altra chiesa importante che avrebbe bisogno di un grosso intervento di ristrutturazione viste le condizioni in cui versa

http://www.ilmattino.it/articolo.php...29&sez=NAPOLI#



Chiesa di San Giuseppe delle Scalze a Pontecorvo
Non ho MAI visto questa Chiesa O__O
Eppure, guardando la facciata, sarebbe difficile non notarla...

EDIT: Ecco, si trova nei pressi di Largo Tarsia, zona di Napoli che mi è quasi completamente sconosciuta... (eresia!)
Skeltar no está en línea   Reply With Quote
Old January 25th, 2010, 03:36 PM   #178
MAQVEDA
Registered User
 
MAQVEDA's Avatar
 
Join Date: Jun 2007
Location: PALERMO
Posts: 12,625
Likes (Received): 5064

Quote:
Originally Posted by CRIME View Post
fu in occasione della festa di San Antonio Abate,che si tiene a gennaio dove a Napoli si usa fare il falò!!Quella volta tali ragazzini stronzi fecero il loro falò sul sagrato della chiesa è ne prese fuoco il portone settecentesco!Quest'anno(sicuramente gli stessi mocciosi)hanno sdradicato ben sette alberelli di via Duomo,solo che i vigili li hanno ritrovati già accatastati in piazzetta Sant'arcangelo a Baiano è sono stati recuparati!
Puttroppo quelle bagasce vaiasse che alle sei del pomeriggio ancora stanno col pigiama, si fumano tre pacchetti di sigarette e masticano come le capre la gomma,apparte si dimenticano che hanno dei figli perennemente in strada è peggio ancora sono sempre incinte!
Perchè le madri degli idioti sono sempre incinte? forse perchè i padri sono peggio dei conigli?
__________________
......Per un circuito di circa venticinque miglia (la Conca) si stende con campi larghi e pianeggianti e, a guisa di un immenso anfiteatro quale solo la natura è capace di creare, genera il massimo godimento a chi osserva dalle vicine alture. Essa si presenta non come terra reale ma come forma dipinta di esimia bellezza.
Tommaso Fazello, De Rebus Siculis (1558)
MAQVEDA no está en línea   Reply With Quote
Old January 25th, 2010, 03:43 PM   #179
CityClass
Registered User
 
Join Date: Sep 2009
Posts: 1,211
Likes (Received): 464

Quote:
Originally Posted by Skeltar View Post
Mer*acce. Devono morire tutti.

So che alcune opere, comunque, sono custodite in altre chiese di Napoli...



Non ho MAI visto questa Chiesa O__O
Eppure, guardando la facciata, sarebbe difficile non notarla...

EDIT: Ecco, si trova nei pressi di Largo Tarsia, zona di Napoli che mi è quasi completamente sconosciuta... (eresia!)
se non avete letto l'articolo, nella terrasanta della chiesa sono stati praticati culti neri...
CityClass no está en línea   Reply With Quote
Old January 25th, 2010, 08:14 PM   #180
mimì-metrò-polis
Registered User
 
mimì-metrò-polis's Avatar
 
Join Date: May 2007
Posts: 2,924
Likes (Received): 2

Teatro San Carlo

le foto di Repubblica.it: http://napoli.repubblica.it/multimed.../22687217/1/19

Presentato il San Carlo restaurato
'Lavori a tempo di record'

Antonio Bassolino ha visitato il teatro dopo la ristrutturazione effettuata a tempi di record. Un restauro che ha valorizzato le architetture originarie della struttura rendendola all'avanguardia in Europa grazie alle macchine da palcoscenico tecnologicamente all'avanguardia. Inaugurazione ufficiale il 27 gennaio alla presenza del capo dello Stato con La clemenza di Tito di Mozart



E' stato un restauro a tempi di record a restituire a Napoli il nuovo teatro San Carlo. Un lavoroche non solo ha valorizzato le architetture concepite da Antonio Nicolini nel 1816 dopo un devastante incendio che aveva distrutto il teatro inaugurato nel 1737, ma anche rendendolo tra i più moderni d'Europa con macchine da palcoscenico tecnologicamente all'avanguardia. Oggi il presidente della Regione Campania Antonio Bassolino ha visitato il teatro assieme al commissario straordinario Salvatore Nastasi e all'architetto Elisabetta Fabbri che ha gestito la ristrutturazione.
Mercoledì prossimo, in occasione della prima della "Clemenza di Tito" di Mozart con la regia di Luca Ronconi che apre il cartellone del Massimo napoletano, le nuove sale prova per orchestra e regista e quella per il corpo di ballo, ma anche i prototipi di macchinari silenziosi e calibrati per il palcoscenico sancarliano verranno mostrati al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano da Bassolino, che ha permesso i lavori con 67 milioni di euro di fondi europei, e dal commissario Nastasi, l'uomo che ha voluto questo rinnovamento e che l'ha gestito ripianando contemporaneamente un bilancio precario.

"Ringrazio le maestranze - dice Nastasi, parlando con i giornalisti - ma anche la città. Abbiamo lavorato giorno e notte per 330 giorni, due tranche di lavori tra il 2008 e il 2009, continuando a mantenere in piedi la programmazione fatta. Questo è un punto di ripartenza per il teatro. E ieri la prova generale della 'Clemenza' è andata più che bene anche perchè abbiamo visto la sala piena".

L'architetto Elisabetta Fabbri, che ha ricoperto il ruolo di direttore artistico della radicale ristrutturazione, sottolinea come per il restyling della Scala siano stati impiegati 930 giorni di lavoro e per la Fenice 630, "ed erano teatri chiusi per tutto quel periodo. Noi non abbiamo chiuso". "Rinasce il San Carlo, più moderno e quindi più competitivo - sottolinea Bassolino, che nel corso della visita non manca di stringere molte mani di operai ancora all'opera - è tornato grande e bello ed ha fatto un salto di qualità. I lavori sono stati compiuti anche con maestranze in gran parte napoletane, segno della presenza un know how di primo piano nella nostra città. C'è stata poi una grande efficienza nei tempi di realizzazione del restauro, con una perfetta coincidenza tra restauri e riammodernamenti e azione amministrativa nella programmazione dell'uso delle risorse
mimì-metrò-polis no está en línea   Reply With Quote
Sponsored Links
Advertisement
 


Reply

Tags
campania, centro storico, italia, italy, naples, napoli, unesco

Thread Tools

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off



All times are GMT +2. The time now is 09:57 PM.


Powered by vBulletin® Version 3.8.11 Beta 4
Copyright ©2000 - 2020, vBulletin Solutions Inc.
vBulletin Security provided by vBSecurity v2.2.2 (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2020 DragonByte Technologies Ltd.
Feedback Buttons provided by Advanced Post Thanks / Like (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2020 DragonByte Technologies Ltd.

SkyscraperCity ☆ In Urbanity We trust ☆ about us