TORINO | Musei e Gallerie - Page 3 - SkyscraperCity
 

forums map | news magazine | posting guidelines

Go Back   SkyscraperCity > European Forums > Forum Italiano > Architettura ed urbanistica in Italia > Storia, Architettura, Cultura


Global Announcement

As a general reminder, please respect others and respect copyrights. Go here to familiarize yourself with our posting policy.


Reply

 
Thread Tools
Old May 16th, 2010, 02:17 PM   #41
giovannimi1976
Registered User
 
giovannimi1976's Avatar
 
Join Date: Apr 2007
Location: Bagheria
Posts: 17,926
Likes (Received): 6779

...Ma come mai non citate neppure d striscio quella che secondo me e' uno dei siti piu' belli e importanti di Torino???..La Palazzina di caccia di Stupiningi..Mi e' venuto il dubbio che non fosse citata perche' non considerata un sito museale, pero' poi vedo che gli avete incluso, Rivoli, Venaria..Stupiningi, anche se forse non e' ufficialmente un ente museale..e' secondo me annoverabile tra i musei..visto che ospita all'interno arredi, mobili e oggetti antichi di estimabile valore..Poi tutto il complesso..Secondo me e' tra i primi cinque posti..
giovannimi1976 no está en línea   Reply With Quote
Sponsored Links
Advertisement
 
Old May 16th, 2010, 03:41 PM   #42
dreaad
Torino è elettronica!!
 
dreaad's Avatar
 
Join Date: Nov 2004
Location: TORINO[X]
Posts: 26,597
Likes (Received): 3914

il prossimo anno riapre. adesso stanno restaurando gli interni. avremo così pronti i 2 maxi gioielli sabaudi
__________________
I TO
http://www.youtube.com/watch?v=sBiL2VLPmFo

«Torino è la città italiana in cui negli ultimi anni si è costruito di più, un processo che riguarda tutte le città post-industriali, destinate a diventare città del divertimento. Il modello, anche se non esplicito, è Las Vegas» (Giuseppe Culicchia)
dreaad no está en línea   Reply With Quote
Old May 16th, 2010, 05:29 PM   #43
giovannimi1976
Registered User
 
giovannimi1976's Avatar
 
Join Date: Apr 2007
Location: Bagheria
Posts: 17,926
Likes (Received): 6779

Quote:
Originally Posted by dreaad View Post
il prossimo anno riapre. adesso stanno restaurando gli interni. avremo così pronti i 2 maxi gioielli sabaudi
Ah..non sapevo che fosse chiusa..
giovannimi1976 no está en línea   Reply With Quote
Sponsored Links
Advertisement
 
Old May 16th, 2010, 06:23 PM   #44
derit
Registered User
 
derit's Avatar
 
Join Date: Jun 2007
Location: Settimo T.se / Avigliana - Euroregione Alpi-Mediterraneo
Posts: 7,237
Likes (Received): 1754

Piccola correzione a giovannimi1976...
Si chiama Stupinigi non Stupiningi
__________________
#idoneoinlotta

my flickr
derit no está en línea   Reply With Quote
Old May 26th, 2010, 09:57 AM   #45
F81
Registered User
 
F81's Avatar
 
Join Date: Jul 2009
Location: Torino
Posts: 1,080
Likes (Received): 44

Quote:
Sorprese d'Egitto

Tutti i reperti schedati, fotografati e conservati nei magazzini, sono stati ricollocati in scatole che li conservano sotto speciali veline

Tesori mai visti fra 4 mila nuovi pezzi conferiti al Museo
maurizio lupo

torino
I loro corpi non ci sono più. Ma i sarcofagi che riproducono le loro fattezze esistono ancora. Sono trenta. Appartengono a una famiglia che visse a Tebe d’Egitto più di due millenni fa.

Ricordano cinque generazioni di alti borghesi, donne e uomini, alcuni dei quali sacerdoti, specializzati nella cultura del loto. Per tre secoli riposarono insieme. Oggi giacciono in un magazzino sotterraneo del Museo Egizio di Torino.

In un altro si conservano le spoglie di uno sconosciuto, che visse 4 mila anni fa. Di lui non si sa nulla. Ma è certo che da noi diverrà famoso. Perché i suoi resti sono raccolti in un sarcofago forse unico al mondo. E’ fatto con fasci di giunchi, avvinti fra loro come in una cesta, fino a formare una bara vegetale.

Eleni Vassilika, la direttrice del Museo, dice «di non averne mai visto uno eguale». E’ una vera rarità. Con la famiglia di Tebe diverrà una delle nuove «star» dell’Egizio, che sarà esposta nel nuovo allestimento. Ora infine si può.

Perché i sarcofagi dei tebani e questo eccezionale feretro «verde», che pare uscito dalle fantasie di Pandora, l’immaginario pianeta di Avatar, fanno parte di 4 mila reperti che la «Fondazione Antichità Egizie», presieduta da Alain Elkann, ha appena avuto in conferimento dallo Stato. Si aggiungono ai 6500 beni già esposti. E attendono che altri 16 mila, ancora da conferire, li seguano.

Perché la Fondazione sta facendo del suo meglio per esporli come meritano. Ieri Vassilika ha presentato il lavoro già fatto nei magazzini. Ogni oggetto è stato inventariato e riposto in scatole, sotto velina.

La sua scheda, la sua storia, la sua descrizione, sono state codificate con la sua fotografia, in un archivio informatico che dal prossimo settembre permetterà a tutto il mondo di esaminare le collezioni dell’Egizio, presentate sul suo sito Internet, ancora prima che il Museo raddoppi gli spazi, come si accinge a fare.

Nel cortile d’onore lo scavo archeologico che lo ha indagato è pronto a lasciare i suoi volumi al grande padiglione sotterraneo che offrirà all’Egizio nuove aree di accoglienza e sale per mostre temporanee. Di qui, entro il 2013, si salirà ai piani superiori, ricomposti in un percorso che presenterà le collezioni in ordine cronologico, sottolineando non solo i particolari archeologici, ma anche quelli artistici, con possibilità di approfondimenti tematici, disposti lungo le sale.

La tomba dell’architetto Kha e della sua amata moglie Merit, già ricollocata in via provvisoria nella sala Drovetti, ne è un chiaro esempio. Il suo ricco corredo ha trovato respiro più ampio, in attesa della sua collocazione finale, al primo piano. Nei prossimi mesi anche lo Statuario sarà ritoccato.

La scenografia realizzata nel 2006 da Dante Ferretti, attorno alla famosa statua del faraone Ramesse II, resterà pressoché inalterata. Ma la sala attigua, senza turbare le suggestioni di Ferretti, verrà riallestita con un progetto museografico ideato dalla direzione, per ospitare parte della collezione ora sistemata nell’ala sotterranea, che verrà coinvolta da cantieri d’ampliamento.

Il Museo si rinnoverà in due tappe. La prima verrà conclusa nel 2011, in occasione dei 150 anni di unità italiana. La seconda avrà termine entro il 2013. Ma anche in futuro sarà in continuo fermento. I progettisti del suo rinnovamento prevedono un allestimento in grado di variare nel tempo, con vetrine di disegno minimalista, che permettano di valorizzare gli oggetti sotto un’illuminazione calibrata per ciascuno di loro.

Con queste linee guida verranno esposti anche i tesori appena conferiti. Oltre ai sarcofagi tebani, che verranno presentati in piedi, con altri 20, le collezioni appena aggiunte spaziano da oggetti di uso quotidiano a strumenti di lavoro. E’ il caso di alcuni gioghi per buoi o di ceste d’uso ancora da accertare.

L’inventario condotto nei magazzini ha permesso di riscoprire anche un bene di cui si era persa memoria. Si tratta di una stele di civiltà fenico- punica, proveniente dagli scavi di Tebnytis, località del medio Egitto. Gli egittologi la stanno ancora studiando. E’ molto antica, ma di difficile lettura. Documenta il legame fra l’antico Egitto e i commercianti fenici.

Fra i pezzi invece ancora da conferire si annovera il «cubito dorato», di cui si fregiò l’architetto Kha. Quello esposto nella sua tomba è una replica, che invita lo Stato a perfezionare le pratiche che permetteranno all’Egizio di stupire per la sua ricchezza.
http://www3.lastampa.it/torino/sezio...o/lstp/226812/
F81 no está en línea   Reply With Quote
Old June 5th, 2010, 10:04 AM   #46
caligola00
L'Imperatore Perverso
 
caligola00's Avatar
 
Join Date: Jan 2007
Location: Milan town
Posts: 4,100
Likes (Received): 781

La Fondazione per l'Arte Moderna e Contemporanea Crt a Torino destina 1,9 milioni di euro per le acquisizioni di GAM e Rivoli. La fondazione compie dieci anni e rilancia il proprio ruolo e quello di Torino come capitale dell'arte contemporanea, oggi messa di fronte alla s fida di Roma e del MaXXi e del Mart di Rovereto. dei fondi circa 350.000 euro sono detsinati alle acquisizioni nel corso di Artissima, di cui 60.000 per la videoteca della GAM. l Fondazione ha già investito pi di 30 mln per oltre 270 dipinti e 350 fotografie.
"Non sosteniamo mostre, non cerchiamo visibilità. Il nostro orizzonte non è il turismo, ma LA RICADUTA PERMANENTE SUL TERRITORIO. Dobbiamo tutti renderci conto che l'arte contemporanea non è eccellenza perchè fa moda o genera soldi, ma perchè comporta innovazione ed è volano di sviluppo per l'intera comunità"


stralcio da "il Giornale dell'Arte Allemandi Ed. Maggio 2010

Complimenti Torino e complimenti alla sua classe dirigente. In particolare ai vertici della Fondazione. Il virgolettato è una dichiarazione del collezionista Matteo Viglietta vicepresidente della Fondazione e lo trovo ILLUMINANTE. Una visione moderna non assoggettata a riscontri immediati ma costruttiva e protesa verso una visione di grandissimo spessore.
__________________
[Ora basta!!!!!]

...sono qui ad aspettar la Metro.......la 4!!
caligola00 no está en línea   Reply With Quote
Old June 5th, 2010, 11:03 AM   #47
snowtura
Registered User
 
snowtura's Avatar
 
Join Date: Mar 2009
Location: Augusta Taurinorum
Posts: 3,084
Likes (Received): 1456

Quote:
Originally Posted by caligola00 View Post
La Fondazione per l'Arte Moderna e Contemporanea Crt a Torino destina 1,9 milioni di euro per le acquisizioni di GAM e Rivoli. La fondazione compie dieci anni e rilancia il proprio ruolo e quello di Torino come capitale dell'arte contemporanea, oggi messa di fronte alla s fida di Roma e del MaXXi e del Mart di Rovereto. dei fondi circa 350.000 euro sono detsinati alle acquisizioni nel corso di Artissima, di cui 60.000 per la videoteca della GAM. l Fondazione ha già investito pi di 30 mln per oltre 270 dipinti e 350 fotografie.
"Non sosteniamo mostre, non cerchiamo visibilità. Il nostro orizzonte non è il turismo, ma LA RICADUTA PERMANENTE SUL TERRITORIO. Dobbiamo tutti renderci conto che l'arte contemporanea non è eccellenza perchè fa moda o genera soldi, ma perchè comporta innovazione ed è volano di sviluppo per l'intera comunità"


stralcio da "il Giornale dell'Arte Allemandi Ed. Maggio 2010

Complimenti Torino e complimenti alla sua classe dirigente. In particolare ai vertici della Fondazione. Il virgolettato è una dichiarazione del collezionista Matteo Viglietta vicepresidente della Fondazione e lo trovo ILLUMINANTE. Una visione moderna non assoggettata a riscontri immediati ma costruttiva e protesa verso una visione di grandissimo spessore.
snowtura no está en línea   Reply With Quote
Old June 12th, 2010, 08:26 PM   #48
dreaad
Torino è elettronica!!
 
dreaad's Avatar
 
Join Date: Nov 2004
Location: TORINO[X]
Posts: 26,597
Likes (Received): 3914

LE NUOVE COLLEZIONI DEL MUSEO DI RIVOLI E IL CONFRONTO COL MAXXI
http://www.ecostampa.net/Servizi/Ras...E7VQUR&video=0


OPINIONE DI MINOLI SUI DUE MUSEI
http://www.ecostampa.net/Servizi/Ras...E7VQUR&video=0
__________________
I TO
http://www.youtube.com/watch?v=sBiL2VLPmFo

«Torino è la città italiana in cui negli ultimi anni si è costruito di più, un processo che riguarda tutte le città post-industriali, destinate a diventare città del divertimento. Il modello, anche se non esplicito, è Las Vegas» (Giuseppe Culicchia)
dreaad no está en línea   Reply With Quote
Old June 16th, 2010, 03:11 AM   #49
dreaad
Torino è elettronica!!
 
dreaad's Avatar
 
Join Date: Nov 2004
Location: TORINO[X]
Posts: 26,597
Likes (Received): 3914

ne aveva bisogno...

Al via il restauro della facciata juvarriana di Palazzo Madama




Sei mesi di lavori, dal 1 luglio al 31 dicembre, restituiranno
la lucentezza del colore naturale
ai marmi delicati e porosi

torino

In occasione del 150° anniversario dell’Unità d’Italia, la facciata di Palazzo Madama tornerà al suo antico splendore grazie a un importante intervento di pulitura e manutenzione conservativa, realizzato dalla Fondazione Torino Musei e dalla Città di Torino grazie al contributo della Regione Piemonte.

Fino al 1998 in piazza Castello, cuore di Torino, circolava il traffico automobilistico. Anche per questo motivo le colonne, i capitelli, le statue, i cornicioni, le lesene e i fregi che decorano la facciata juvarriana necessitano, dopo circa 13 anni dall’ultimo restauro, delle cure di una squadra di professionisti. Saranno eseguiti lavori di ripristino di tutti gli elementi decorativi realizzati in marmo di Chianocco (cavato in Valle di Susa) e in marmo di Brossasco, materiali molto belli voluti da Filippo Juvarra nel 1718-1721, ma anche delicati e porosi, che negli anni sono stati aggrediti dagli agenti atmosferici e inquinanti e hanno perso la lucentezza del loro colore naturale.

Per sei mesi, dal 1 luglio al 31 dicembre 2010, la facciata del Palazzo che nel 1861 ospitò la prima sede del Senato del Regno d’Italia, un monumento che appartiene alle più alte creazioni del Barocco europeo e che oggi conserva le opere del Museo Civico d’Arte Antica, sarà coperta da un ponteggio per permettere a Palazzo Madama di presentarsi con una veste impeccabile all’importante appuntamento del 2011. Durante la durata dei lavori e di permanenza del cantiere sarà garantita l’apertura del museo ai visitatori, nel rispetto delle norme di sicurezza per i lavoratori e gli ospiti della struttura.

Per le celebrazioni del 2011 Palazzo Madama ha in programma un progetto di riallestimento scenografico dell’arredo dell’aula del primo Parlamento italiano, per restituire ai visitatori l’emozione e l’esperienza viva dei primi anni di attività della camera alta. Il progetto, realizzato in collaborazione con la Fondazione Teatro Regio di Torino grazie al sostegno della Fondazione CRT è finalizzato alla ricostruzione di uno spazio intimamente legato alla storia del nostro paese. Il restauro conservativo della facciata d’ingresso del palazzo costituirà un giusto e indispensabile corollario di tale iniziativa.

La facciata e lo scalone di Palazzo Madama, capolavori dell’architetto messinese Filippo Juvarra, chiamato da Vittorio Amedeo II per rinnovare Torino divenuta capitale del regno sabaudo, sono decorati con temi tradizionali degli ordini classici, cui si affiancano temi più barocchi: il bugnato rustico per il basamento che racchiude al centro i tre arconi di accesso al palazzo, l’ordine gigante di colonne e paraste composite di 17 metri di altezza tra le quali si apre una fila di monumentali finestroni ad arco, la balaustra di coronamento sulla quale si ergono i vasi, i pilastrini e le statue allegoriche delle virtù del buon governo scolpite da Giovanni Baratta, e infine i quattro bassorilievi con panoplie, scolpiti da Carlo Tantardini su disegno dello stesso Juvarra, che ornano l’ingresso. La scelta progettuale di Juvarra fa sì che la facciata assuma la funzione di una griglia trasparente, attraverso la quale si percepisce lo sviluppo decorativo interno, in una composizione d’insieme basata sul passaggio della luce. Il risultato si avvicina ad un’ariosa loggia completamente aperta, come Juvarra l’avrebbe voluta se le condizioni climatiche torinesi non l’avessero obbligato a proteggere l’interno con lo schermo di grandi serramenti vetrati.

http://www3.lastampa.it/torino/sezio...o/lstp/245202/
__________________
I TO
http://www.youtube.com/watch?v=sBiL2VLPmFo

«Torino è la città italiana in cui negli ultimi anni si è costruito di più, un processo che riguarda tutte le città post-industriali, destinate a diventare città del divertimento. Il modello, anche se non esplicito, è Las Vegas» (Giuseppe Culicchia)
dreaad no está en línea   Reply With Quote
Old June 16th, 2010, 05:53 AM   #50
dreaad
Torino è elettronica!!
 
dreaad's Avatar
 
Join Date: Nov 2004
Location: TORINO[X]
Posts: 26,597
Likes (Received): 3914

LO STATO DEI LAVORI DEL POLO REALE; INCOMINCIATO IL TRASLOCO DELLA GALLERIA SABAUDA; CONCLUSIONE NEL 2014
http://www.ecostampa.net/Servizi/Ras...E7VQUR&video=0
__________________
I TO
http://www.youtube.com/watch?v=sBiL2VLPmFo

«Torino è la città italiana in cui negli ultimi anni si è costruito di più, un processo che riguarda tutte le città post-industriali, destinate a diventare città del divertimento. Il modello, anche se non esplicito, è Las Vegas» (Giuseppe Culicchia)
dreaad no está en línea   Reply With Quote
Old June 28th, 2010, 12:51 AM   #51
dreaad
Torino è elettronica!!
 
dreaad's Avatar
 
Join Date: Nov 2004
Location: TORINO[X]
Posts: 26,597
Likes (Received): 3914

max casacci dei subsonica parla di come è nato il museo di rivoli e del suo connubbio con la musica

http://extra.mtv.it/musica/mtvdays/v...3919&id=532537
__________________
I TO
http://www.youtube.com/watch?v=sBiL2VLPmFo

«Torino è la città italiana in cui negli ultimi anni si è costruito di più, un processo che riguarda tutte le città post-industriali, destinate a diventare città del divertimento. Il modello, anche se non esplicito, è Las Vegas» (Giuseppe Culicchia)
dreaad no está en línea   Reply With Quote
Old July 8th, 2010, 04:37 AM   #52
dreaad
Torino è elettronica!!
 
dreaad's Avatar
 
Join Date: Nov 2004
Location: TORINO[X]
Posts: 26,597
Likes (Received): 3914

Giovedì sera al Mao di Torino
Venerdì 02 Luglio 2010 16:10
di Elena Romanello

Dopo il grande successo dell'anno scorso, anche quest'estate il Mao, Museo di arte orientale di Torino in via San Domenico 11, propone ogni giovedì fino al 26 agosto l'apertura fino alle 23 con attività varie in tema con la sua vocazione di punto di cultura e divulgazione delle culture e delle arti del Medio ed Estremo Oriente, dal mondo islamico al Giappone.
Giovedì 8 luglio alle 21 due documentari storici della serie Il Ponte dell'Asia su Bisanzio e La via della seta, il 15 alle 21 e 30 il concerto per la rassegna Gong 2010 del gruppo Ensemble Maraghi di musica classica ottomana, il 22 luglio alle 21 percorso tematico nelle collezioni giapponesi e il 29 alla stessa ora percorso nella cultura hindu.
In agosto giovedì 5 agosto alle 21 e 30 un altro concerto per Gong 2010 con il gruppo indiano Ustad Shujaat Husain Khan, il 12 agosto sempre Gong 2010 i due musicisti turchi Cenk Guray e Ali Fuat Aydin con danze dell'Anatolia, il 19 un percorso tra le varie religioni presenti nel Mao e il 26 per finire altro concerto di Gong con Shanbeh Zadeh e il Saied Trio, ritmi, danze, vitalità della musica dell'Iran del sud con cornamuse e percussioni.
Per le visite guidate alle collezioni del Mao biglietto ordinario, per i concerti e le proiezioni ingresso gratuito fino esaurimento posti disponibili, possibilità di prenotare allo 011.4436927.
Inoltre per l'estate c'è la possibilità di vedere all'interno del Museo la prima metà delle 53 stampe di Hiroshige de Le 53 stazioni di Tokkaido e altre opere di autori giapponesi come sei surimono (preziose stampe augurali) del tardo periodo Edo, dal 1810 al 1865 circa, e otto kakemono (dipinti in formato verticale) con una panoramica della produzione pittorica di tutto il periodo Edo (1603-1868), con raffigurazioni di persone e paesaggi.

http://www.nuovasocieta.it/spettacol...di-torino.html
__________________
I TO
http://www.youtube.com/watch?v=sBiL2VLPmFo

«Torino è la città italiana in cui negli ultimi anni si è costruito di più, un processo che riguarda tutte le città post-industriali, destinate a diventare città del divertimento. Il modello, anche se non esplicito, è Las Vegas» (Giuseppe Culicchia)
dreaad no está en línea   Reply With Quote
Old August 8th, 2010, 03:47 AM   #53
dreaad
Torino è elettronica!!
 
dreaad's Avatar
 
Join Date: Nov 2004
Location: TORINO[X]
Posts: 26,597
Likes (Received): 3914

I PROGETTI PER VALORIZZARE PALAZZO CARIGNANO
http://www.ecostampa.net/Servizi/Ras...E7VQUR&video=0
__________________
I TO
http://www.youtube.com/watch?v=sBiL2VLPmFo

«Torino è la città italiana in cui negli ultimi anni si è costruito di più, un processo che riguarda tutte le città post-industriali, destinate a diventare città del divertimento. Il modello, anche se non esplicito, è Las Vegas» (Giuseppe Culicchia)
dreaad no está en línea   Reply With Quote
Old August 29th, 2010, 10:15 PM   #54
Maurrison
Metro & Tram fan
 
Maurrison's Avatar
 
Join Date: Feb 2008
Location: Torino, M1 Dante
Posts: 1,712
Likes (Received): 0

Oggi sono passato davanti al Museo dell'Automobile, dove il cantiere sta ormai per giungere al termine, finalmente!









Uploaded with ImageShack.us
__________________
"Si può prendere in giro tanta gente per poco tempo, o poca gente per tanto tempo, ma mai tanta gente per tanto tempo" (cit.)
Maurrison no está en línea   Reply With Quote
Old August 30th, 2010, 06:18 PM   #55
BestJack
Turin Generation
 
BestJack's Avatar
 
Join Date: Aug 2008
Location: Turin
Posts: 950
Likes (Received): 345



grandeeeeeee

grazie per le foto
BestJack no está en línea   Reply With Quote
Old September 1st, 2010, 02:34 AM   #56
dreaad
Torino è elettronica!!
 
dreaad's Avatar
 
Join Date: Nov 2004
Location: TORINO[X]
Posts: 26,597
Likes (Received): 3914

CALENDARIO AGGIORNATO SUI LAVORI --> https://www.skyscrapercity.com/showpo...&postcount=435
__________________
I TO
http://www.youtube.com/watch?v=sBiL2VLPmFo

«Torino è la città italiana in cui negli ultimi anni si è costruito di più, un processo che riguarda tutte le città post-industriali, destinate a diventare città del divertimento. Il modello, anche se non esplicito, è Las Vegas» (Giuseppe Culicchia)
dreaad no está en línea   Reply With Quote
Old October 26th, 2010, 06:34 PM   #57
dreaad
Torino è elettronica!!
 
dreaad's Avatar
 
Join Date: Nov 2004
Location: TORINO[X]
Posts: 26,597
Likes (Received): 3914

Due musei per Torino operaia e industriale
26-10-2010

L'ex Officina grandi motori di corso Vercelli Il dottor Lupo Jalla, fa sintesi di fronte alla commissione cultura, presieduta da Luca Cassiani, presente anche l’assessore Fiorenzo Alfieri, delle iniziative in corso per realizzare due nuovi musei.
Il primo avrà sede nei locali di via Del Carmine 14, ospiterà fondazioni culturali, come quelle intitolate a Gaetano Salvemini e a Vera Nocentini e istituzioni come la Camera di commercio e i sindacati e dovrà conservare la memoria del movimento e della cultura operaia e sindacale.
La Regione dovrebbe riconoscere la nuova Fondazione ed entrare a farne parte.
Grazie ad un finanziamento di sette milioni di euro della Compagnia di San Paolo i lavori di ristrutturazione e allestimento dei locali di via Del Carmine termineranno nel 2012.

Il secondo museo sarà dedicato all’industria alle sue tecnologie ed alle macchine e accolto nell’ex Officina grandi motori di corso Vercelli.
Le macchine sono state raccolte nel tempo da istituzioni e da privati, sulla base di iniziative spontanee e non coordinate. Sono ubicate in sistemazioni provvisorie o immagazzinate in locali di fortuna dove spesso rischiano di deteriorarsi.
Nuclei del futuro museo dovrebbero essere le raccolte del Politecnico e dell’Università, ma molti sono i contributi che arriveranno da gruppi di volontari che hanno restaurato macchine da stampa o vecchie locomotive o tram e altri veicoli storici, oppure da aziende come le officine Savigliano. Ci sono anche dei singoli appassionati che gestiscono e mantengono collezioni come il museo del cuscinetto a sfera ospitato a Villar Perosa, nell’antica sede della Riv, oggi di proprietà Skf.
Un primo centro di raccolta del patrimonio esistente in città è stato individuato in un capannone di via Medardo Rosso, ma occorrerà individuare modi e mezzi, tecnici e finanziari, per spostare dalle sedi attuali i macchinari, a volte molto pesanti.
Per la loro manutenzione nel tempo si pensa a operai e tecnici cassintegrati da remunerare con lo strumento del “salario accessorio” .
Jalla nel concludere la sua relazione ha sottolineato anche l’importanza, ai fini della ricostruzione della memoria dell’antica identità industriale della città, del lavoro realizzato con le circoscrizioni 4 e 5 e con i loro ecomusei, che ha visto il censimento di 100 siti industriali della città.


Nella foto: L'ex Officina Grandi Motori (OGM), a Torino in corso Vercelli

http://www.comune.torino.it/cittagor...cle_8844.shtml
__________________
I TO
http://www.youtube.com/watch?v=sBiL2VLPmFo

«Torino è la città italiana in cui negli ultimi anni si è costruito di più, un processo che riguarda tutte le città post-industriali, destinate a diventare città del divertimento. Il modello, anche se non esplicito, è Las Vegas» (Giuseppe Culicchia)
dreaad no está en línea   Reply With Quote
Old October 26th, 2010, 07:00 PM   #58
fabrik
Registered User
 
Join Date: Jan 2005
Posts: 18,861
Likes (Received): 5281

Il museo del movimento sindacale e operaio.. della serie non abbiamo soldi però creiamo un nuovo museo che non visiterà nessuno ma che però rappresenta un nuovo rivolo di spesa..
fabrik no está en línea   Reply With Quote
Old November 21st, 2010, 04:02 AM   #59
dreaad
Torino è elettronica!!
 
dreaad's Avatar
 
Join Date: Nov 2004
Location: TORINO[X]
Posts: 26,597
Likes (Received): 3914

Il futuro? Un polo dinamico
della contemporaneità





Dopo Esperienza Italia, saranno acquistate dalla Fondazione CRT diventando un maxi centro dedicato al "nuovo" senza uguali nel mondo
EMANUELA MINUCCI

Ma che ne sarà delle Ogr dopo “Esperienza Italia”? Tra il Comune di Torino e la Fondazione Crt è stato fi rmato un protocollo d’intesa che prevede l’acquisto delle ex Offi cine Grandi Riparazioni, che sono ancora proprietà Rfi . La Fondazione le comprerà per poi restaurarle accuratamente (attraverso un intervento conservativo, rispettoso dell’architettura industriale) e realizzarvi una struttura in grado di ospitare un polo della contemporaneità. Ma non si tratterà, semplicemente, di un museo di arte dei nostri tempi, come spiega l’assessore alla Cultura Fiorenzo Alfi eri, ma un centro dinamico e creativo nel quale si produce, si distribuisce, si studia, si ricerca il nuovo in molti campi: dalle ultime tecnologie al design; dai media alla musica fino all’arte contemporanea.

A proposito di quest’ultima, nei grandi spazi delle Ogr sarà fi nalmente possibile mettere a disposizione del pubblico la straordinaria collezione che la stessa Fondazione Crt ha acquisito negli anni e che continua ad alimentare, dotando così il territorio torinese e piemontese, in particolare la Gam e il Castello di Rivoli, di un patrimonio che ha pochi rivali nel mondo. Questa metamorfosi, comunque, non avverrà secondo una logica museale tradizionale e statica, ma all’interno di processi che vedranno quegli spazi cambiare frequentemente e soprattutto produrre scambi e interazioni tra mondi e linguaggi diversi.

Un’impostazione di questo tipo permetterà anche uno stretto rapporto con il vicino Politecnico che, dell’innovazione in campo scientifi co, tecnologico e gestionale fa la sua principale missione. Sarà quindi possibile per le imprese che sono disposte a investire sul territorio (solo a condizione di poter agire insieme con il Politecnico) trovare nelle Ogr il luogo ideale. Sempre che il loro operare sia in sintonia con l’obiettivo della Fondazione Crt: trasformarle in un affascinante specchio dei cambiamenti affrontando in modo nuovo le sfi de del futuro, a partire da quelle che hanno a che fare con l’ambiente e con le risorse energetiche. La mostra che durante “Esperienza Italia” farà vivere ai visitatori le proiezioni sul futuro, in qualche modo proseguirà nelle Ogr trasformate, diventando realtà tangibile. Questo della Fondazione Crt è un progetto che probabilmente non ha altri esempi nel mondo, un progetto che forse solo a Torino poteva essere concepito.

http://www.lastampa.it/redazione/cms...0646girata.asp
__________________
I TO
http://www.youtube.com/watch?v=sBiL2VLPmFo

«Torino è la città italiana in cui negli ultimi anni si è costruito di più, un processo che riguarda tutte le città post-industriali, destinate a diventare città del divertimento. Il modello, anche se non esplicito, è Las Vegas» (Giuseppe Culicchia)
dreaad no está en línea   Reply With Quote
Old January 4th, 2011, 11:32 AM   #60
dreaad
Torino è elettronica!!
 
dreaad's Avatar
 
Join Date: Nov 2004
Location: TORINO[X]
Posts: 26,597
Likes (Received): 3914

edit
__________________
I TO
http://www.youtube.com/watch?v=sBiL2VLPmFo

«Torino è la città italiana in cui negli ultimi anni si è costruito di più, un processo che riguarda tutte le città post-industriali, destinate a diventare città del divertimento. Il modello, anche se non esplicito, è Las Vegas» (Giuseppe Culicchia)
dreaad no está en línea   Reply With Quote
Sponsored Links
Advertisement
 


Reply

Tags
torino

Thread Tools

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off



All times are GMT +2. The time now is 12:04 AM.


Powered by vBulletin® Version 3.8.11 Beta 4
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions Inc.
vBulletin Security provided by vBSecurity v2.2.2 (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2019 DragonByte Technologies Ltd.
Feedback Buttons provided by Advanced Post Thanks / Like (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2019 DragonByte Technologies Ltd.

SkyscraperCity ☆ In Urbanity We trust ☆ about us