Trasporti - Page 2 - SkyscraperCity
 

forums map | news magazine | posting guidelines

Go Back   SkyscraperCity > European Forums > Euroscrapers > Local discussions > Switzerland > Ticino


Global Announcement

As a general reminder, please respect others and respect copyrights. Go here to familiarize yourself with our posting policy.


Reply

 
Thread Tools Rating: Thread Rating: 7 votes, 5.00 average.
Old November 29th, 2009, 12:00 AM   #21
Luganese1980
Registered User
 
Join Date: Jan 2009
Posts: 309
Likes (Received): 78

Posata la prima pietra del «Periscopio»

È stata posata questa mattina a Pollegio la prima pietra del «Periscopio», la futura Centrale d’esercizio che gestirà il traffico ferroviario delle gallerie di base del San Gottardo e del Monte Ceneri. Alla cerimonia hanno partecipato, oltre ai vertici di FFS Infrastruttura e Alptransit, le autorità cantonali e comunali.

Oggi, nelle immediate vicinanze dell’Infocentro AlpTransit di Pollegio, si è svolta la cerimonia di posa della prima pietra della futura Centrale d’esercizio ferroviario CEP, definito «Periscopio» per la sua futuristica forma architettonica. Presenti alla cerimonia Philippe Gauderon, responsabile di FFS Infrastruttura, Renzo Simoni, presidente della direzione di Alptransit San Gottardo, Marco Borradori, direttore del Dipartimento del territorio e Romano Rossi, sindaco di Pollegio.

CEP una delle quattro - La futura «Centrale d’esercizio di Pollegio» (CEP) sorgerà nelle immediate vicinanze dell’attuale Infocentro sud di AlpTransit San Gottardo. Il Centro gestirà il traffico ferroviario sulla linea del San Gottardo tra Chiasso e Arth-Goldau, nelle due future gallerie di base del San Gottardo e del Monte Ceneri, oltre che le linee Bellinzona–Luino e Bellinzona–Locarno. «Oggi le FFS dispongono ancora di oltre 100 punti di gestione del traffico. Nel 2015 ne resteranno quattro: Losanna, Olten, Zurigo e per l’appunto Pollegio – ha spiegato Philippe Gauderon – In questo modo sarà possibile raggiungere la qualità e la produttività necessarie per far fronte alla futura crescita del traffico ferroviario».

Cinquanta nuovi posti di lavoro - Il direttore di FFS Infrastruttura ha inoltre ricordato che Pollegio, grazie al CEP, sarà uno dei centri di competenza ferroviaria delle FFS in Svizzera e che nel «Periscopio» lavoreranno circa 150 persone. Cento posti saranno trasferiti dall’attuale Centro dell’esercizio di Bellinzona, mentre 50 verranno creati appositamente per la nuova Centrale.

La Centrale d’esercizio di Pollegio (CEP) – «Periscopio»

Il CEP sarà operativo dalla seconda metà del 2014, tre anni prima della messa in esercizio della galleria di base del San Gottardo e cinque prima di quella del Monte Ceneri. La migrazione del personale da Bellinzona a Pollegio è prevista all’inizio del 2014.

La messa in servizio della nuova linea ferroviaria sotto le Alpi richiede un controllo del traffico innovativo. La sorveglianza e la disposizione dei treni merci e viaggiatori all’interno delle gallerie di base del San Gottardo e del Monte Ceneri saranno gestiti direttamente dal CEP di Pollegio.

Il «Periscopio» gestirà pure l’afflusso di energia elettrica ferroviaria necessaria ad alimentare le linee nelle gallerie di base e lungo tutto l’asse ferroviario del San Gottardo.

Nella futura Centrale d’esercizio di Pollegio sarà pure integrata la gestione dei sistemi di sicurezza, illuminazione e ventilazione delle gallerie di base, contribuendo così ad accrescere la rapidità e la sicurezza degli interventi in caso di perturbazioni all’interno delle gallerie di base.


Ticinonline

VIDEO

Luganese1980 no está en línea   Reply With Quote
Sponsored Links
Advertisement
 
Old December 7th, 2009, 03:11 PM   #22
Coccodrillo
Moderator
 
Join Date: Sep 2005
Location: Switzerland
Posts: 7,450
Likes (Received): 975

Buone notizie da Tunnelbuilder. C'è voluta Striscia la Notizia per sbloccare la situazione.

La galleria va da A a B in questa mappa: http://maps.google.ch/maps?f=d&sourc...76818&t=k&z=14

Quote:
Italia
Lombardia - it/138

L'ATI Icg 2 S.p.A. - Inpes Prefabbricati S.p.A. con sede in Roma si è aggiudicata il contratto da 15 milioni di Euro per i lavori di adeguamento da Cima di Porlezza (km 46,200) al Confine di Stato con la Svizzera (km 52,300) lungo la SS 340 Regina, che permetteranno di aprire al traffico una variante in galleria all'attuale viabilità nel Comune di Valsolda (CO) tra le frazioni di Cressogno e di Oria, per una lunghezza complessiva di circa 3,7 km. L'intervento riguarderà il completamento dello scavo della galleria finestra e dei rivestimenti in galleria, quindi l'esecuzione della controsoletta e lo scavo del camino di areazione della seconda centrale di ventilazione per concludersi con la realizzazione degli impianti previsti (ventilazione, illuminazione, colonnine Sos) e della segnaletica orizzontale e verticale (lotti 1 e 2). L'ultimazione dei lavori è fissata entro il 22 febbraio 2011. 50/09
__________________
1.6.2016: Basistunnel!

für Güter die Bahn ~ pour vos marchandises le rail ~ chi dice merci dice ferrovia
Coccodrillo no está en línea   Reply With Quote
Old December 8th, 2009, 03:56 PM   #23
Von Lonter
Lombard user
 
Von Lonter's Avatar
 
Join Date: Jun 2009
Location: Cantù
Posts: 1,975
Likes (Received): 21

Grazie. Ti quoto sul thread comasco delle discussioni locali (vedi il mio secondo link).
Von Lonter no está en línea   Reply With Quote
Sponsored Links
Advertisement
 
Old December 18th, 2009, 01:16 PM   #24
TohrAlkimista
Registered User
 
TohrAlkimista's Avatar
 
Join Date: Dec 2006
Location: Milano
Posts: 13,445
Likes (Received): 1150

Ho tra le mani una interessante pubblicazione ricevuta per posta, che parla dei problemi di Lugano legati al traffico e che sottolinea la bontà dell'ipotesi di introdurre linee tramviarie.

Anche sulla stampa locale si parla insistentemente riguardo questa soluzione.

Poi, se riesco, provero' a fare una scansione.
__________________
TohrFlickr
||| ||| |||
36 Hours in Milan
TohrAlkimista no está en línea   Reply With Quote
Old December 19th, 2009, 12:57 AM   #25
Luganese1980
Registered User
 
Join Date: Jan 2009
Posts: 309
Likes (Received): 78

Quote:
Originally Posted by TohrAlkimista View Post
Ho tra le mani una interessante pubblicazione ricevuta per posta, che parla dei problemi di Lugano legati al traffico e che sottolinea la bontà dell'ipotesi di introdurre linee tramviarie.
Giovedì il parlamento cantonale ha votato 2,24 milioni di franchi per la progettazione di massima del tram, che dovrebbe essere presentata alla Confederazione entro la fine del 2011.
Luganese1980 no está en línea   Reply With Quote
Old December 19th, 2009, 09:50 AM   #26
Th€@n
Registered User
 
Th€@n's Avatar
 
Join Date: Nov 2007
Location: Lugano
Posts: 226
Likes (Received): 9

Quote:
Originally Posted by Luganese1980 View Post
Giovedì il parlamento cantonale ha votato 2,24 milioni di franchi per la progettazione di massima del tram, che dovrebbe essere presentata alla Confederazione entro la fine del 2011.
http://www.cdt.ch/ticino-e-regioni/p...-si-parte.html

Che dire, corsi e ricorsi storici... si ritorna al tram!
E non mi sorprenderebbe se in futuro torneranno anche i bus elettrici (la loro scomparsa non l'ho mai digerita)
Th€@n no está en línea   Reply With Quote
Old December 21st, 2009, 07:49 PM   #27
Von Lonter
Lombard user
 
Von Lonter's Avatar
 
Join Date: Jun 2009
Location: Cantù
Posts: 1,975
Likes (Received): 21

Riporto un articolo di fondo di Giò Rezzonico apparso su Il Caffè del 20/12/2009, anche se non credo che sia una delle testate più autorevoli del ticino...

ll Ticino non si divida
sul progetto del secolo


Giò Rezzonico

Nel 1992 quattro prestigiosi architetti - Aurelio Galfetti, Mario Botta, Luigi Snozzi e Livio Vacchini - scrivono al governo per spiegare che la parte ticinese di Alptransit, il progetto del secolo, manca di una visione globale. Il Consiglio di stato li prende sul serio. Li convoca, li ascolta, accetta le loro critiche e chiede loro di elaborare una proposta alternativa. Il tempo a disposizione è però di soli tre mesi. I quattro si accordano che sia Aurelio Galfetti a portare avanti il lavoro, assieme a una commissione di tecnici: due ingegneri, Aurelio Muttoni e Giuseppe Grignoli, un pianificatore, Pierino Borella, un economista, Remigio Ratti, e uno storico, Raffaello Ceschi. Il progetto alternativo viene consegnato nei tempi richiesti. Il governo lo esamina, lo fa suo e propone la variante a Berna e alla direzione delle ferrovie. Un anno dopo essere stata spedita la lettera dei quattro architetti ha portato a risultati concreti. Quali? Ne parliamo con l’architetto Aurelio Galfetti, che tiene subito a dare a Cesare quel che è di Cesare: “Se tutto questo è avvenuto in tempi così veloci - tiene ad osservare - è grazie all’allora consigliere di stato Renzo Respini”.

“Eravamo convinti - spiega - che Alptransit non fosse un male necessario, ma potesse rappresentare un’occasione per salvare il paese. Nel senso di fissare alcuni punti fermi nella pianificazione del territorio”. I quattro architetti e la commissione di studio partivano dal presupposto che la regione tra Bellinzona e Locarno nel corso del tempo si trasformerà in un’unica grande città attraversata dal fiume Ticino. Fondamentale è dunque salvare le aree verdi che costeggiano il corso d’acqua e che costituiranno uno straordinario parco della nuova città. A questa visione andava ricondotto il tracciato ticinese di Alptransit. La proposta alternativa faceva inoltre tesoro di una caratteristica essenziale del progetto Alptransit, che a differenza di quanto avviene in altri paesi europei, non è solo una linea ad alta velocità per i collegamenti nazionali e internazionali, ma vuole anche favorire la viabilità locale. Nel caso specifico, all’interno del nostro cantone, permetterà per esempio di collegare Lugano in 22 minuti con Locarno e in 12 con Bellinzona. Il progetto alternativo era giunto anche alla conclusione che si dovessero creare i presupposti affinché sul Piano di Magadino potesse sorgere la stazione Ticino di Alptransit.

Il tracciato scaturito da quella proposta e adottato dalle autorità esce dalla galleria di base del San Gottardo tra Biasca e Osogna per rientrare poco dopo in galleria e uscire a Claro dopo aver attraversato la Riviera. A questo punto rientra in galleria a Gnosca per uscire a Sementina e attraversare il Piano di Magadino in superficie. Superato il Monte Ceneri nel nuovo tunnel sbucherebbe a Vezia per superare Lugano in galleria e dirigersi verso Chiasso comparendo raramente in superficie. Il tracciato prevede collegamenti rapidi con Luino dal Piano di Magadino per dirottare parte del traffico merci, con la città di Lugano da Vezia e con Varese e l’aeroporto di Malpensa dal Mendrisiotto.

Queste le intenzioni, ma l’aggiramento di Bellinzona e il proseguimento da Vezia a Chiasso non fanno parte della prima tappa che si concluderà entro il 2019. Slitteranno probabilmente al 2030 se si realizzeranno due condizioni. Primo se la Confederazione troverà il modo di finanziare la continuazione dei lavori: sono previsti 7 miliardi di costi e Berna ne ha a disposizione 20 per tutta la Svizzera. Secondo: se il Ticino sarà capace di non litigare sulle priorità. Se i nostri politici troveranno cioè un compromesso per rivendicare in coro la realizzazione del tracciato accettando di rimandare a dopo il 2030 la realizzazione della stazione Ticino. Se questo compromesso non verrà raggiunto e a sud, invece, si litigherà, Berna avrà buon gioco a destinare ad altre regioni del paese i 20 miliardi a disposizione e la Svizzera italiana rimarrà con un pugno di mosche in mano.

2009-12-20
Von Lonter no está en línea   Reply With Quote
Old December 21st, 2009, 10:21 PM   #28
Coccodrillo
Moderator
 
Join Date: Sep 2005
Location: Switzerland
Posts: 7,450
Likes (Received): 975

La "Stazione Ticino" nel Piano di Magadino è la cosa trasportisticamente più stupida che si possa fare.

Le nuove tratte Bodio-Magadino, Lugano-Chiasso e Magadino-Luino serviranno principalmente per il traffico merci le prime due e unicamente per le merci la terza.
__________________
1.6.2016: Basistunnel!

für Güter die Bahn ~ pour vos marchandises le rail ~ chi dice merci dice ferrovia
Coccodrillo no está en línea   Reply With Quote
Old December 22nd, 2009, 10:55 PM   #29
Luganese1980
Registered User
 
Join Date: Jan 2009
Posts: 309
Likes (Received): 78

Quote:
Originally Posted by Coccodrillo View Post
La "Stazione Ticino" nel Piano di Magadino è la cosa trasportisticamente più stupida che si possa fare.
Concordo, ma pensa che nessuno ci creda veramente al di là degli slogan (alla sua realizzazione, intendo). La "Stazione Ticino" è Lugano.
Luganese1980 no está en línea   Reply With Quote
Old December 23rd, 2009, 10:07 AM   #30
Coccodrillo
Moderator
 
Join Date: Sep 2005
Location: Switzerland
Posts: 7,450
Likes (Received): 975

No, le "Stazioni Ticino" sono due: Lugano e Bellinzona (più Como o Chiasso). Non ha senso sopprimerne una, a meno che, a linea completata (cioè non prima di 20-30 anni) si metta qualche Milano-Zurigo diretto, che salti entrambe (ma anche questi diretti sarebbero una parte minoritaria del totale dei treni).
__________________
1.6.2016: Basistunnel!

für Güter die Bahn ~ pour vos marchandises le rail ~ chi dice merci dice ferrovia
Coccodrillo no está en línea   Reply With Quote
Old December 24th, 2009, 01:06 AM   #31
Luganese1980
Registered User
 
Join Date: Jan 2009
Posts: 309
Likes (Received): 78

Quote:
Originally Posted by Coccodrillo View Post
No, le "Stazioni Ticino" sono due: Lugano e Bellinzona (più Como o Chiasso). Non ha senso sopprimerne una
Vero, avevo completamente dimenticato/rimosso Bellinzona, d'altronde con il mio nickname...
Luganese1980 no está en línea   Reply With Quote
Old December 24th, 2009, 10:50 AM   #32
Coccodrillo
Moderator
 
Join Date: Sep 2005
Location: Switzerland
Posts: 7,450
Likes (Received): 975

I politici dalle nostre parti amano molto parlare della "Città Ticino", dimenticando che fra i suoi quartieri c'è una catena montuosa con un solo passo naturale conosciuto come Monte Ceneri.
__________________
1.6.2016: Basistunnel!

für Güter die Bahn ~ pour vos marchandises le rail ~ chi dice merci dice ferrovia
Coccodrillo no está en línea   Reply With Quote
Old December 24th, 2009, 07:23 PM   #33
kire_06
Registered User
 
kire_06's Avatar
 
Join Date: Apr 2009
Posts: 275
Likes (Received): 2

Grazie per le informazioni

Volevo sapere, se possibile, oltre AlpTransit e la Galleria Vedeggio-Cassarate cosa c'é in serbo per il nostro Ticino? Ci sono altre proposte per migliorare la viabilità. Come saranno collegate Locarno e Bellinzona (le uniche 2 città svizzere senza un collegamento diretto...). Cosa si farà nella regione di Lugano? Si ristruttura la stazione e si rimetterà una linea tramviaria? Grazie a tutti per le risposte
kire_06 no está en línea   Reply With Quote
Old December 24th, 2009, 07:24 PM   #34
Von Lonter
Lombard user
 
Von Lonter's Avatar
 
Join Date: Jun 2009
Location: Cantù
Posts: 1,975
Likes (Received): 21

Quote:
Originally Posted by Coccodrillo View Post
I politici dalle nostre parti amano molto parlare della "Città Ticino", dimenticando che fra i suoi quartieri c'è una catena montuosa con un solo passo naturale conosciuto come Monte Ceneri.
Ho notato questa evidente tendenza a voler considerare il Ticino come una sorta di megalopoli... Qui in Brianza, dove la densità è molto maggiore, si tende ancora a considerare ogni comune come cosa a sé, idea chiaramente falsa nella realtà delle cose: entrambe le tendenze mi hanno sempre lasciato un po' perplesso...

Approfitto per fare gli auguri di buon Natale a tutti i forumer ticinesi: siamo pochi a curare quest'angolo di forum ma si riesce ugualmente a mantenerlo vivace, per quanto possibile; a tutti noi un augurio di un felice Natale, anzi a tutti voi, che in Ticino ci abitate davvero!
Von Lonter no está en línea   Reply With Quote
Old December 25th, 2009, 10:20 AM   #35
Coccodrillo
Moderator
 
Join Date: Sep 2005
Location: Switzerland
Posts: 7,450
Likes (Received): 975

AlpTransit: linea interamente nuova da Arth Goldau a Chiasso/Luino (vedi thread sul forum italiano) verso il 2030, già nel 2020 bretella per treni diretti Lugano-Locarno in 22 minuti (contro 55 attuali).

Tram Lugano: pare certo il tunnel Bioggio-Lugano Centro entro il 2015, più avanti tram Cornaredo-Centro-Grancia e Bioggio-Manno-Lamone (o dintorni)

Strada veloce da Ponte Tresa (con nuovo valico e ponte sul fiume Tresa) ad Agno, Bioggio, Lamone e galleria VedCas.

Nuova funicolare stazione-centro (più o meno fra la stazione dei bus urbani e via Cantonale), in coincidenza col tram ed in aggiunta a quella esistente che verrà riammodernata.

Autostrada Bellinzona-Locarno su percorso non meglio definito, a una o due corsie per direzione.

Nuovo svincolo a Mendrisio e completamento superstrada fino a Gaggiolo che, insieme alla tangenziale di Varese, creerebbe un collegamento quasi autostradale fra Como e Varese. Fra le stesse due città verso il 2014 ci saranno treni diretti in mezz'ora.

Completamento entro il 2011 della galleria lungo il Ceresio fra Lugano e Porlezza, in sostituzione del trafficatissimo e scomodissimo tracciato attuale (unico collegamento fra Ticino e Valtellina, una strada ad una corsia e mezzo in cui un autobus ed un'automobile faticano ad incrociarsi).

Rivoluzione viaria a Lugano con l'apertura della VedCas (quindi 2011), cambiamento dei sensi unici e delle linee di autobus.

Apertura verso il 2016 della galleria San Fedele in sostituzione del tratto attuale dell'A13 che attraversa Roveredo GR (guardate Google Maps, hanno proprio sventrato il paese).
__________________
1.6.2016: Basistunnel!

für Güter die Bahn ~ pour vos marchandises le rail ~ chi dice merci dice ferrovia
Coccodrillo no está en línea   Reply With Quote
Old December 25th, 2009, 06:34 PM   #36
Luganese1980
Registered User
 
Join Date: Jan 2009
Posts: 309
Likes (Received): 78

Quote:
Originally Posted by Coccodrillo
POST
Grazie per l'ottimo post riassuntivo: ci aspetta un decennio che cambierà radicalmente il cantone, perlomeno dal punto di vista della mobilità (spero).

Mi associo agli auguri di Buon Natale e Felice 2010.
Luganese1980 no está en línea   Reply With Quote
Old December 27th, 2009, 10:35 AM   #37
Coccodrillo
Moderator
 
Join Date: Sep 2005
Location: Switzerland
Posts: 7,450
Likes (Received): 975

Secondo altre fonti: inizio lavori tram Bioggio-Centro nel 2015.
__________________
1.6.2016: Basistunnel!

für Güter die Bahn ~ pour vos marchandises le rail ~ chi dice merci dice ferrovia
Coccodrillo no está en línea   Reply With Quote
Old January 3rd, 2010, 02:06 PM   #38
kire_06
Registered User
 
kire_06's Avatar
 
Join Date: Apr 2009
Posts: 275
Likes (Received): 2

Quote:
Originally Posted by Luganese1980 View Post
Grazie per l'ottimo post riassuntivo: ci aspetta un decennio che cambierà radicalmente il cantone, perlomeno dal punto di vista della mobilità (spero).

Mi associo agli auguri di Buon Natale e Felice 2010.
Me lo auguro davvero con tutto il cuore... In TI ci sono quasi 330K abitanti e una situazione delle vie di comunicazione da inizio '900... Lugano, da questo punti di vista, é diventata una città invivibile Io vado a scuola a Trevano, e l'omonima via é trafficata 24h su 24h. Stessa cosa dicasi per andare in centro e per la strada che passa sotto al Civico -.- Se poi pensiamo al resto del TI, bhe meglio lasciare perdere... per chi come me abita sul piano di Magadino andare da Locarno a Bellinzona é un vero dramma. Fortuna che ai tempi fecero la galleria della Mappomorettina, che diminuisce di molto il traffico a Locarno, sennò non ci salveremmo più
kire_06 no está en línea   Reply With Quote
Old January 6th, 2010, 12:16 AM   #39
Coccodrillo
Moderator
 
Join Date: Sep 2005
Location: Switzerland
Posts: 7,450
Likes (Received): 975

Andare in treno o a piedi è impossibile? A Lugano c'è poco da fare, ci sono troppe automobili, non puoi mica demolire la città per ingrandire le strade.
__________________
1.6.2016: Basistunnel!

für Güter die Bahn ~ pour vos marchandises le rail ~ chi dice merci dice ferrovia
Coccodrillo no está en línea   Reply With Quote
Old February 14th, 2010, 07:20 PM   #40
Luganese1980
Registered User
 
Join Date: Jan 2009
Posts: 309
Likes (Received): 78

Riflessione del professor Remigio Ratti sul futuro del Ticino dal punto di vista dei trasporti (Il Caffé, domenica 14.02.2010).

Luganese1980 no está en línea   Reply With Quote
Sponsored Links
Advertisement
 


Reply

Thread Tools
Rate This Thread
Rate This Thread:

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off



All times are GMT +2. The time now is 01:06 AM.


Powered by vBulletin® Version 3.8.11 Beta 4
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions Inc.
vBulletin Security provided by vBSecurity v2.2.2 (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2019 DragonByte Technologies Ltd.
Feedback Buttons provided by Advanced Post Thanks / Like (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2019 DragonByte Technologies Ltd.

SkyscraperCity ☆ In Urbanity We trust ☆ about us