MILANO | Quartiere Rogoredo Santa Giulia | U/C - Page 149 - SkyscraperCity
 

forums map | news magazine | posting guidelines

Go Back   SkyscraperCity > European Forums > Forum Italiano > Architettura ed urbanistica in Italia > Progetti in corso


Global Announcement

As a general reminder, please respect others and respect copyrights. Go here to familiarize yourself with our posting policy.


Reply

 
Thread Tools
Old September 3rd, 2019, 10:56 PM   #2961
spiff81
Registered User
 
spiff81's Avatar
 
Join Date: Jun 2011
Location: Milano
Posts: 2,933
Likes (Received): 2183

nel frattempo però pulire la stazione più volte al giorno allevierebbe un po' il disagio di residenti e viaggiatori...
__________________
spiff81 no está en línea   Reply With Quote
Sponsored Links
Advertisement
 
Old September 3rd, 2019, 11:33 PM   #2962
mi3max
Fluido
 
mi3max's Avatar
 
Join Date: Sep 2004
Posts: 5,900
Likes (Received): 7913

Quote:
Originally Posted by vittorio tauber View Post
Il che non disincentiverà l'uso ma colpirà a cazzo tantissimi consumatori socialmente non pericolosi (la STRAGRANDE maggioranza, il bosco di Rogoredo è niente, solo che sono quattro fiulott visibili) e qualche spaccino incauto cui effettivamente dentro o fuori già oggi non fa grossa differenza.

Le sostanze meno dannose andrebbero cautamente liberalizzate, sottraendo somme enormi alla disponibilità e al potere delle mafie.

E no, non sono un consumatore, nemmeno occasionale, osservo la realtà che ci circonda.
A Rogoredo vanno per farsi d'eroina, soprattutto la dose minima, da 5€, non sono ragazzini (sparuta minoranza utile per i pezzi dei giornalettai, quelli sensazionalistici) ma disperati all'ultimo stadio, ripeto passo spesso di lì, età media fra i 30 e 40, ma anche anziani (molte donne), non pochi li ho visti su carrozzelle da invalido, imho gente che il buco non è nemmeno il problema primario.
Poi anche io sono per regolamentare e liberalizzare la cannabis (non la fumo ma vorrei poterla piantare in terrazzo per scandalizzare i vicini).
Inutile evocare "felpini", sarebbe stato un suo compito ma non gli interessava preferiva abbaiare di ruspe e cazzate simili, e il grande sforzo è per beccare i ragazzini che fumano o si scambiano le canne, i sequestri ingenti del fiume di droghe che attraversano il paese sono assolutamente sporadici e riguardano quasi sempre cani sciolti; il sistema "c'è" e funziona benissimo, rodato e spalleggiato ai massimi livelli.
__________________

FabriFlorence liked this post
mi3max no está en línea   Reply With Quote
Old September 4th, 2019, 11:46 AM   #2963
le6ato
Registered User
 
le6ato's Avatar
 
Join Date: Jul 2008
Location: Milano
Posts: 4,907
Likes (Received): 1591

Quote:
Originally Posted by FabriFlorence View Post
IMO eliminare il problema da Rogoredo sarebbe assolutamente fattibile. Basterebbe eliminare il bosco di Rogoredo, sostituendolo con un parco urbano, recintato e controllato, e nel contempo aumentare la presenza delle FdO.
Diciamo che potresti farlo per la parte di bosco ad Ovest della ferrovia, allargando il parco Cassinis; dubito che la recinzione (considerata la vastità dell'area e l'adiacenza ad aree industriali e aperta campagna) funzionerebbe troppo ma contiamo di si.
Risolto il problema lato via Sant'Arialdo rimarrebbero il boschetto sul retro del deposito della M3 e l'enorme area sotto agli svincoli della tangenziale dove un parco non avrebbe alcun senso in quanto non ci andrebbe semplicemente nessuno (le abitazioni sono lontane e i punti di accesso comodi ben pochi).
Ora, sicuramente puoi recintare tutto, ma spenderesti parecchio per ritrovarti la recinzione bucata nel giro di una settimana o gli spacciatori qualche metro più in la (che so, nei boschi poco più avanti).
PS: la recinzione dovrebbe esseci anche intorno ad ognuna delle strade che passano in mezzo, c'è gente che si ferma in auto ed entra da qui.. per dire.

Detto questo, eliminare il problema da Rogoredo magari è anche fattibile facendo blitz giornalieri all'interno dell'area ma ad un costo altissimo per un'efficienza (riduzione del consumo di droga) pari a zero.
Inoltre sparpaglieresti l'attività in tutta la città perdendo il vantaggioso punto di controllo che è Rogoredo.
Comunque sono tutte speculazioni tanto per parlare, non conoscendo i fatti e le strategie in atto possiamo solo fidarci delle FdO.


Quote:
Originally Posted by FabriFlorence View Post
Per eliminare il problema alla radice comunque la legge andrebbe modificata, stabilendo che il possesso di droga, anche in modica quantità per uso personale, è sempre illegale ed è punibile con l'arresto immediato.
A parole e facile, nella reltà considera vari aspetti:
1- laddove questo è previsto il problema non è stato risolto. Chiaramente a Singapore, dove oltre al carcere sono previste percosse per il possesso di droga, lo spaccio per strada è minimo (il che non vuol dire che non c'è).
2- un terzo (dati 2015) della popolazione carceraria Italiana si trova in carcere per il reato di dentenzione o spaccio di stupefacenti, inasprire le pene significa intasare ancora di più le carceri e i tribunali.
3 - L'indotto che gira intorno alla droga va ben oltre le attività illecite.
__________________
++ più serotonina per tutti ++

ocia87, Jasper90 liked this post
le6ato no está en línea   Reply With Quote
Old September 4th, 2019, 12:21 PM   #2964
vittorio tauber
VENDO CANISTRACCI OIL!
 
vittorio tauber's Avatar
 
Join Date: Jul 2008
Posts: 14,878
Likes (Received): 21403

Quote:
Originally Posted by mi3max View Post
A Rogoredo vanno per farsi d'eroina, soprattutto la dose minima, da 5€, non sono ragazzini (sparuta minoranza utile per i pezzi dei giornalettai, quelli sensazionalistici) ma disperati all'ultimo stadio, ripeto passo spesso di lì, età media fra i 30 e 40, ma anche anziani (molte donne), non pochi li ho visti su carrozzelle da invalido, imho gente che il buco non è nemmeno il problema primario.
Poi anche io sono per regolamentare e liberalizzare la cannabis (non la fumo ma vorrei poterla piantare in terrazzo per scandalizzare i vicini).
Inutile evocare "felpini", sarebbe stato un suo compito ma non gli interessava preferiva abbaiare di ruspe e cazzate simili, e il grande sforzo è per beccare i ragazzini che fumano o si scambiano le canne, i sequestri ingenti del fiume di droghe che attraversano il paese sono assolutamente sporadici e riguardano quasi sempre cani sciolti; il sistema "c'è" e funziona benissimo, rodato e spalleggiato ai massimi livelli.
Trenta quarantenni visti anch'io, anziani e malati no, magari non ci ho fatto caso. Noto invece sempre più ventenni. Nota che passo dalla stazione o ci sosto, non dalla strada.

Posto che bonificare Rogoredo non significa (nè potrebbe) sconfiggere la droga, non mi sorprende che da un paio d'anni almeno si siano ammassati lì da tutta l'area metropolitana e da mezzo nord.
Stazione di porta da Bologna e Genova, con boschetto in campagna appena al di là del cavalcavia, in mezzo al niente.
Di più, è relativamente controllabile per le forze dell'ordine (a differenza di un centro città).
Sembra fatto apposta.

Bonificare Rogoredo significherebbe costringere l'ecosistema a riorganizzarsi altrove. Non sparirà di certo, magari si ricostituirà in un'area meno visibile o magari devasterà un'area già tranquilla e sarà meglio per Rogoredo ma non per la cittadinanza in genere.
__________________
Once I watched an american trail about drug dealing, in the end the pusher -just sentenced 2 months of jail- flipped off the judge, "come back, it's 3 months", so he flipped him off again "come back, it's 8 months".

Whereas here the cops are sued, criminals, killers and the worst dropouts become monuments, no wonder here Hands off Cain NGO was born, who will defend the most infamous - what about Abel? Let him die, nobody gives a fuc.k.

GENIUS LOCI, Jasper90 liked this post
vittorio tauber no está en línea   Reply With Quote
Old September 4th, 2019, 01:34 PM   #2965
skeggia65
Registered User
 
skeggia65's Avatar
 
Join Date: Jul 2012
Location: San Donato Milanese
Posts: 2,125
Likes (Received): 1566

Quote:
Originally Posted by le6ato View Post
2- un terzo (dati 2015) della popolazione carceraria Italiana si trova in carcere per il reato di dentenzione o spaccio di stupefacenti, inasprire le pene significa intasare ancora di più le carceri e i tribunali.
Pene "alternative" per i consumatori occasionali, come ho già detto.
Cure, e non pene, per i dipendenti cronici
__________________
Articolo 21
Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

Firma precedente rimossa su "invito" della moderazione
skeggia65 no está en línea   Reply With Quote
Old September 4th, 2019, 04:28 PM   #2966
GENIUS LOCI
No More Italian Mod
 
GENIUS LOCI's Avatar
 
Join Date: Nov 2004
Location: Milano
Posts: 38,380
Likes (Received): 14391

Quote:
Originally Posted by vittorio tauber View Post
Trenta quarantenni visti anch'io, anziani e malati no, magari non ci ho fatto caso. Noto invece sempre più ventenni. Nota che passo dalla stazione o ci sosto, non dalla strada.

Posto che bonificare Rogoredo non significa (nè potrebbe) sconfiggere la droga, non mi sorprende che da un paio d'anni almeno si siano ammassati lì da tutta l'area metropolitana e da mezzo nord.
Stazione di porta da Bologna e Genova, con boschetto in campagna appena al di là del cavalcavia, in mezzo al niente.
Di più, è relativamente controllabile per le forze dell'ordine (a differenza di un centro città).
Sembra fatto apposta.

Bonificare Rogoredo significherebbe costringere l'ecosistema a riorganizzarsi altrove. Non sparirà di certo, magari si ricostituirà in un'area meno visibile o magari devasterà un'area già tranquilla e sarà meglio per Rogoredo ma non per la cittadinanza in genere.
Spesso nel parlare di questi fenomeni si tende a pensare che esistano soluzioni definitive che risolvano questi problemi una volta per sempre; ed in modo rapido, per giunta.
Si tende molto meno a ragionare in termini di 'gestione'

Poiché la bacchetta magica non ce l'ha nessuno, in attesa che discenda da chissà dove una provvidenziale soluzione a tutti i problemi di marginalità sociale, tossicodipendenza e criminalità, bisogna attuare politiche di 'contenimento del danno'. Per cui, pensare che esistano posti ben definiti e ben controllabili dalle forze dell'ordine dove questo tipo di cose avvengono, tentando di arginarle lì e solo lì, non sembrerà a prima vista corretto, però è esattamente la cosa giusta da fare.
Il danno minore, se volete
__________________
URBANFILE
GENIUS LOCI no está en línea   Reply With Quote
Old September 4th, 2019, 05:48 PM   #2967
Mauz®
Utonto
 
Mauz®'s Avatar
 
Join Date: Dec 2007
Location: Milano
Posts: 10,268
Likes (Received): 967

Bah... Io sarei molto meno democratico sua con gli spacciatori che coi fruitori.
Mauz® no está en línea   Reply With Quote
Old September 4th, 2019, 05:58 PM   #2968
vittorio tauber
VENDO CANISTRACCI OIL!
 
vittorio tauber's Avatar
 
Join Date: Jul 2008
Posts: 14,878
Likes (Received): 21403

Quote:
Originally Posted by GENIUS LOCI View Post
Spesso nel parlare di questi fenomeni si tende a pensare che esistano soluzioni definitive che risolvano questi problemi una volta per sempre; ed in modo rapido, per giunta.
Si tende molto meno a ragionare in termini di 'gestione'

Poiché la bacchetta magica non ce l'ha nessuno, in attesa che discenda da chissà dove una provvidenziale soluzione a tutti i problemi di marginalità sociale, tossicodipendenza e criminalità, bisogna attuare politiche di 'contenimento del danno'. Per cui, pensare che esistano posti ben definiti e ben controllabili dalle forze dell'ordine dove questo tipo di cose avvengono, tentando di arginarle lì e solo lì, non sembrerà a prima vista corretto, però è esattamente la cosa giusta da fare.
Il danno minore, se volete
Quote:
Originally Posted by skeggia65 View Post
Pene "alternative" per i consumatori occasionali, come ho già detto.
Cure, e non pene, per i dipendenti cronici
Però non puoi obbligare nessuno a curarsi, è vietato a livello costituzionale.

Del resto il professionista che lavora 15 ore al giorno, il creativo con un portfolio continuamente aggiornato, il professore di liceo, l'operaio con famiglia che si sballa nel weekend, il farmacodipendente da xanax o benzadiazepine con o senza ricetta, magari sono veri e propri dipendenti, ma ritengono di non avere un problema, e non ci puoi far niente, nemmeno convincerli a smettere, e del resto se rimangono socialmente non problematici come nella stragrande maggioranza dei casi non fanno del male a nessuno tranne a se stessi. (Non diversamente dagli alcolizzati, o dagli affetti da sindromi psichiche come depressione non collaborativi).

Sono questi i consumatori cronici di cannabis, coca, ketamine, psicofarmaci. Li incontriamo tutti i giorni e non lo sappiamo, non vengono certo a dircelo. Non sono meno del 10-15% della popolazione, specie nelle grandi città, compresi i farmacodipendenti sicuramente oltre il 20%. E non parlo di chi si fa una canna ogni tanto.

Poi ci sono gli eroinomani e quelli che si fanno di crack, meth, chrystal, altra merdissima. Sono zombi, specie i primi, sono visibili, ma sono una minima parte.

E' come voler sconfiggere il male, l'omicidio, la violenza, la frode, con qualche legge particolarmente repressiva. Impossibile, a volte controproducente, fruttuoso mai. Contenere il danno, diffondere consapevolezza e reiezione verso le dipendenze è una cosa, credere di poter decretare per legge un'arma letale per tutto ciò è ingenuo.
__________________
Once I watched an american trail about drug dealing, in the end the pusher -just sentenced 2 months of jail- flipped off the judge, "come back, it's 3 months", so he flipped him off again "come back, it's 8 months".

Whereas here the cops are sued, criminals, killers and the worst dropouts become monuments, no wonder here Hands off Cain NGO was born, who will defend the most infamous - what about Abel? Let him die, nobody gives a fuc.k.

le6ato, Jasper90, Franck78, caligola00 liked this post

Last edited by vittorio tauber; September 4th, 2019 at 06:03 PM.
vittorio tauber no está en línea   Reply With Quote
Old September 4th, 2019, 05:58 PM   #2969
spiff81
Registered User
 
spiff81's Avatar
 
Join Date: Jun 2011
Location: Milano
Posts: 2,933
Likes (Received): 2183

Quote:
Originally Posted by Mauz[emoji2400
;162040004]Bah... Io sarei molto meno democratico sua con gli spacciatori che coi fruitori.
dopo 5/6 anni di questo via vai giornaliero pure io però mi rendo conto che è vantaggioso per tutti aver concentrato il fenomeno lì, tranne per noi residenti... infatti quello che mi aspetterei un po' più di attenzione verso aspetti quali la pulizia della stazione e della fermata m3.
__________________

vittorio tauber, tom89 liked this post
spiff81 no está en línea   Reply With Quote
Old September 5th, 2019, 11:02 AM   #2970
mr205063
Registered User
 
mr205063's Avatar
 
Join Date: Apr 2010
Location: Milano
Posts: 2,251
Likes (Received): 1142

Pagine e pagine per un problema (problema? forse una "situazione") che 100 anni di proibizionismo non hanno neanche minimamente scalfito (in termini di volumi e giro d'affari).

Capisco che ognuno ha la sua posizione, ed è pienamente legittimo, però la negazione della realtà non ha nessun senso (anzi è proprio il motivo per cui non si trovano soluzioni).

Sento molti (permettetemi di aggiungere "matusa", almeno nel pensiero, non so all'anagrafe) parlare di pubbliche umiliazioni per i consumatori (anche occasionali), di punizioni che anche il Principe di Machiavelliana memoria troverebbe un po' esagerate.

Forse chi scrive queste cose non sa quali siano i numeri del fenomeno, per dare 3 numeri relativi alla sola cannabis:

"[...]Se andiamo a guardare agli anni precedenti, si nota un trend in crescita. La Relazione del 2016, con dati aggiornati al 2013, riportava infatti che in Italia “è stato stimato che sono 6,1 milioni gli utilizzatori di cannabis”.
Secondo la Relazione del 2015, che menzionava dati relativi al 2011, “il numero di utilizzatori di cannabis stimati dall’Istat è di 5,5 milioni”.
Dunque sembra che tra il 2011 e il 2014 il numero di consumatori stimati dall’Istat sia aumentato di 700 mila unità, cioè del 12,7% abbondante.

Lo European Monitoring Center for Drugs and Drug Addiction (Emcdda), nel suo bollettino statistico relativo al 2017 calcola su un campione di popolazione le percentuali di chi ha fatto uso di cannabis almeno una volta nella vita, nell’ultimo anno o nell’ultimo mese.
In Italia i primi sono il 31,9% della popolazione di età compresa tra i 15 e i 64 anni, corrispondenti cioè – se guardiamo a quanti abitanti ha l’Italia in quella fascia d’età secondo l’Istat – a oltre 12,4 milioni di persone. I secondi sono il 9,2%, cioè quasi 3,6 milioni e i terzi, infine, sono il 4,4%, cioè 1,7 milioni circa.
Nella fascia d’età 15-34 anni (i “giovani adulti”), secondo il report Emcdda specificamente dedicato all’Italia, la percentuale di chi ha fatto uso di cannabis nell’ultimo anno sale al 19%."


E forse conviene non indagare lo stesso tipo di statistiche in riferimento all'eroina...perché li negli ultimi 2/3 anni gli aumenti percentuali sono a 3 cifre

Non è una questione di giustificare qualcuno o qualcosa, si tratta solo di sapere di cosa si sta parlando.

Proporre certe soluzione per 6.000.000 di persone è un'assurdità da qualunque punto la si guardi.
L'unico effetto apprezzabile (nell'impatto, non nel senso che sarebbe da apprezzare) che si potrebbe ottenere è un esercito di nuovi relitti sociali, emarginati a vita per un art.75. Quelli sono proprio i soggetti che poi finiscono per ingrassare i posti come Rogoredo.

Potremmo andare avanti per anni (visto che come detto 100 anni di proibizionismo non sono bastati), la mia opinione è che la tolleranza zero (in riferimento a questi fenomeni) è esclusivamente un boomerang che peggiora la situazione
Più che un'opinione è un dato riscontrabile storicamente in realtà...
__________________

Franck78, subtel26, Jasper90, ocia87, Joshua84 liked this post
mr205063 no está en línea   Reply With Quote
Old September 11th, 2019, 10:05 AM   #2971
tom89
staceppa User
 
tom89's Avatar
 
Join Date: Mar 2011
Location: Roma[x] Pescara[] Milano[X]
Posts: 4,133
Likes (Received): 4080

Quote:
Originally Posted by mr205063 View Post
Pagine e pagine per un problema (problema? forse una "situazione") che 100 anni di proibizionismo non hanno neanche minimamente scalfito (in termini di volumi e giro d'affari).

Capisco che ognuno ha la sua posizione, ed è pienamente legittimo, però la negazione della realtà non ha nessun senso (anzi è proprio il motivo per cui non si trovano soluzioni).

Sento molti (permettetemi di aggiungere "matusa", almeno nel pensiero, non so all'anagrafe) parlare di pubbliche umiliazioni per i consumatori (anche occasionali), di punizioni che anche il Principe di Machiavelliana memoria troverebbe un po' esagerate.

Forse chi scrive queste cose non sa quali siano i numeri del fenomeno, per dare 3 numeri relativi alla sola cannabis:

"[...]Se andiamo a guardare agli anni precedenti, si nota un trend in crescita. La Relazione del 2016, con dati aggiornati al 2013, riportava infatti che in Italia “è stato stimato che sono 6,1 milioni gli utilizzatori di cannabis”.
Secondo la Relazione del 2015, che menzionava dati relativi al 2011, “il numero di utilizzatori di cannabis stimati dall’Istat è di 5,5 milioni”.
Dunque sembra che tra il 2011 e il 2014 il numero di consumatori stimati dall’Istat sia aumentato di 700 mila unità, cioè del 12,7% abbondante.

Lo European Monitoring Center for Drugs and Drug Addiction (Emcdda), nel suo bollettino statistico relativo al 2017 calcola su un campione di popolazione le percentuali di chi ha fatto uso di cannabis almeno una volta nella vita, nell’ultimo anno o nell’ultimo mese.
In Italia i primi sono il 31,9% della popolazione di età compresa tra i 15 e i 64 anni, corrispondenti cioè – se guardiamo a quanti abitanti ha l’Italia in quella fascia d’età secondo l’Istat – a oltre 12,4 milioni di persone. I secondi sono il 9,2%, cioè quasi 3,6 milioni e i terzi, infine, sono il 4,4%, cioè 1,7 milioni circa.
Nella fascia d’età 15-34 anni (i “giovani adulti”), secondo il report Emcdda specificamente dedicato all’Italia, la percentuale di chi ha fatto uso di cannabis nell’ultimo anno sale al 19%."


E forse conviene non indagare lo stesso tipo di statistiche in riferimento all'eroina...perché li negli ultimi 2/3 anni gli aumenti percentuali sono a 3 cifre

Non è una questione di giustificare qualcuno o qualcosa, si tratta solo di sapere di cosa si sta parlando.

Proporre certe soluzione per 6.000.000 di persone è un'assurdità da qualunque punto la si guardi.
L'unico effetto apprezzabile (nell'impatto, non nel senso che sarebbe da apprezzare) che si potrebbe ottenere è un esercito di nuovi relitti sociali, emarginati a vita per un art.75. Quelli sono proprio i soggetti che poi finiscono per ingrassare i posti come Rogoredo.

Potremmo andare avanti per anni (visto che come detto 100 anni di proibizionismo non sono bastati), la mia opinione è che la tolleranza zero (in riferimento a questi fenomeni) è esclusivamente un boomerang che peggiora la situazione
Più che un'opinione è un dato riscontrabile storicamente in realtà...
abbe la tolleranza zero non c'e' mai stata. Il punto e' che tollerando si ingrassa la criminalità organizzata i tossici continuano ad essere tossici. Servono politiche di aiuto per chi e' dipendente e politiche con certezza di pene per chi commette questi reati anche perché sia chiaro la facilita con cui a Milano si può comprare droga a Rogoredo e' a dir poco sconvolgente.
__________________
anonimo saggio scrisse:Attenzione che si rischia una querela continuando con questi toni.

EUR periferia
tom89 no está en línea   Reply With Quote
Old September 11th, 2019, 06:09 PM   #2972
mr205063
Registered User
 
mr205063's Avatar
 
Join Date: Apr 2010
Location: Milano
Posts: 2,251
Likes (Received): 1142

Quote:
Originally Posted by tom89 View Post
abbe la tolleranza zero non c'e' mai stata. Il punto e' che tollerando si ingrassa la criminalità organizzata i tossici continuano ad essere tossici. Servono politiche di aiuto per chi e' dipendente e politiche con certezza di pene per chi commette questi reati anche perché sia chiaro la facilita con cui a Milano si può comprare droga a Rogoredo e' a dir poco sconvolgente.
Opinabile...
La facilità di reperimento è enorme in tutte le città un minimo cosmopolite del pianeta, rogoredo non è certo un unicum.
Sulla certezza della pena...ma per chi? Per i ragazzini che si fanno una canna al parchetto? Come dicevo non ha senso sia per i numeri (cosa fai metti 2 milioni di 15enni in riformatorio per uno spinello?), sia per il fatto in se (tutti quelli che vanno ad Amstrdam e tornano positivi li mettiamo in galera?).

La tolleranza zero si fa a Gioia Tauro (e simili) perché se impieghi 2000 uomini delle forze dell'ordine per trovare 20g divisi in 10 scuole sei un pirla IMHO.
Quello di cui sto sentendo parlare è più terrorismo psicologico/proibizionismo senza senso.
E non è una mia opinione, è storicamente verificabile.
Il problema Rogoredo non si risolve a Rogoredo né tantomeno facendo i fascisti tipo "ti fumi una canna? Bene vai in galera"
__________________
mr205063 no está en línea   Reply With Quote
Old September 12th, 2019, 10:02 AM   #2973
Mr_Beat
suburban bishop
 
Mr_Beat's Avatar
 
Join Date: Feb 2005
Location: Milano
Posts: 6,725

L'unico modo secondo me è informare seriamente a scuola e sui luoghi di lavoro su quanto male fa la droga e aprire le porte e ascoltare chi sta male e pensa di risolvere i suoi problemi facendosi.
__________________
We show that Shor's algorithm, the most complex quantum algorithm known to date, is realizable in a way where all you have to do is go in the lab, apply more technology, and you should be able to make a bigger quantum computer.
It might still cost an enormous amount of money to build — you won’t be building a quantum computer and putting it on your desktop anytime soon — but now it’s much more an engineering effort, and not a basic physics question.<Isaac Chuang>

le6ato liked this post
Mr_Beat no está en línea   Reply With Quote
Old September 12th, 2019, 11:50 AM   #2974
le6ato
Registered User
 
le6ato's Avatar
 
Join Date: Jul 2008
Location: Milano
Posts: 4,907
Likes (Received): 1591

Quote:
Originally Posted by tom89 View Post
abbe la tolleranza zero non c'e' mai stata. Il punto e' che tollerando si ingrassa la criminalità organizzata i tossici continuano ad essere tossici. Servono politiche di aiuto per chi e' dipendente e politiche con certezza di pene per chi commette questi reati anche perché sia chiaro la facilita con cui a Milano si può comprare droga a Rogoredo e' a dir poco sconvolgente.
Perchè comprare droga altrove è difficile? E da quando?
L'unica differenza fra Rogoredo e qualsiasi altra strada, piazza, parco, palazzo dove si spaccia sono i prezzi iperconcorrenziali, la scarsa qualità dei prodotti e la quantità che viene smazzata.
__________________
++ più serotonina per tutti ++
le6ato no está en línea   Reply With Quote
Old September 12th, 2019, 11:59 AM   #2975
le6ato
Registered User
 
le6ato's Avatar
 
Join Date: Jul 2008
Location: Milano
Posts: 4,907
Likes (Received): 1591

Quote:
Originally Posted by mr205063 View Post
La tolleranza zero si fa a Gioia Tauro (e simili) perché se impieghi 2000 uomini delle forze dell'ordine per trovare 20g divisi in 10 scuole sei un pirla IMHO.
Una nota: il problema di Gioia Tauro (e di qualsiasi altro porto TEU) è che non puoi fisicamente controllare tutti i container, ma neanche la metà e nemmeno un decimo in quanto controllarli significa doverli aprire e fare entrare uomini e cani, il che è incompatibile con le attività del porto per questioni di tempo (che si traducono in perdite milionarie).
Questo per dire che non è che "non si fa un controllo serrato sui container che sbarcano a GT perchè c'è la mafia che controlla il porto", non si fa perchè è impossibile.
I controlli nei porti sono mirati a valle di un lavoro di intelligence/antidroga che porta ad un fondato sospetto su un determinato carico.
Chiaramente poi le mafie sono bravissime a sabotare questo lavoro e imho sicuro c'è un qualche tipo di accordo più o meno tacito fra i grandi trafficanti e i governi o parte di essi
__________________
++ più serotonina per tutti ++
le6ato no está en línea   Reply With Quote
Old September 12th, 2019, 05:24 PM   #2976
JeanlucPicard
Registered User
 
JeanlucPicard's Avatar
 
Join Date: Feb 2007
Location: San Juan, Puerto Rico
Posts: 3,340
Likes (Received): 844

"La coca la sta usando chi è seduto accanto a te ora in treno e l’ha presa per svegliarsi stamattina o l’autista al volante dell’autobus che ti porta a casa... Fa uso di coca chi ti è più vicino. Se non è tuo padre o tua madre, se non è tuo fratello, allora è tuo figlio. Se non è tuo figlio, è il tuo capoufficio... Se non è lui, è l’infermiera che sta cambiando il catetere di tuo nonno e la coca le fa sembrare tutto più leggero, persino le notti. Se non è lei, è l’imbianchino che sta ritinteggiando la stanza della tua ragazza, che ha iniziato per curiosità e poi si è trovato a fare debiti. Chi la usa è lì con te. La usa il portiere del tuo palazzo, ma se non la usa lui allora la sta usando la professoressa che dà ripetizioni ai tuoi figli... Il sindaco da cui sei andato a cena. Il costruttore della casa in cui vivi, lo scrittore che leggi prima di dormire... Ma se, pensandoci bene, ritieni che nessuna di queste persone possa tirare cocaina, o sei incapace di vedere o stai mentendo. Oppure, semplicemente, la persona che ne fa uso sei tu"


Consiglio una lettura:
Zero Zero Zero (R.Saviano, Feltrinelli) e capirete perche' non è il mondo della droga che ruota intorno al mercato, ma è il mercato (leggi 'il capitale') che ruota intorno alla droga".

Last edited by JeanlucPicard; September 12th, 2019 at 06:22 PM.
JeanlucPicard no está en línea   Reply With Quote
Old September 12th, 2019, 07:18 PM   #2977
NOMAD€
THINK€R since 20-9-2004
 
NOMAD€'s Avatar
 
Join Date: Feb 2013
Location: Верный
Posts: 2,754
Likes (Received): 4998

NOMAD€ no está en línea   Reply With Quote
Old September 13th, 2019, 12:43 AM   #2978
- Nicko87 -
Registered User
 
- Nicko87 -'s Avatar
 
Join Date: Feb 2017
Location: Piacenza (ITA) - Tampa (USA)
Posts: 486
Likes (Received): 256

Sono venuto qua per vedere se c'erano aggiornamenti sul quartiere.

Si parla di cocaina.

Vi saluto, non voglio problemi.
__________________
- Vorrei vivere nei renderings ... Gente felice, tanta gnocca e posti fantastici! -

Lo Scaligero liked this post
- Nicko87 - no está en línea   Reply With Quote
Sponsored Links
Advertisement
 


Reply

Tags
milan, milano, rogoredo

Thread Tools

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off


Similar Threads
Thread Thread Starter Forum Replies Last Post
ACTUALIZACIONES | LISTA MAESTRA DE PROYECTOS | Información y Fotografías Melkor2004 Ciudad de México 17015 September 16th, 2019 11:05 PM
MILAN - Santa Giulia Arena (15,000) IThomas Proposed 12 June 18th, 2019 11:00 PM
Coimbra - Convento de São Francisco e Convento de Santa Clara-a-Nova daniel322 Imagens 499 May 12th, 2019 08:03 PM
Plan de Infraestructuras de Canarias jupit Canarias 852 March 16th, 2019 03:07 AM
Santa Monica: Downtown xzmattzx The West Side 1 February 23rd, 2018 08:38 AM


All times are GMT +2. The time now is 06:19 PM.


Powered by vBulletin® Version 3.8.11 Beta 4
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions Inc.
vBulletin Security provided by vBSecurity v2.2.2 (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2019 DragonByte Technologies Ltd.
Feedback Buttons provided by Advanced Post Thanks / Like (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2019 DragonByte Technologies Ltd.

SkyscraperCity ☆ In Urbanity We trust ☆ about us