RIMINI | Progetti e realizzazioni - Page 137 - SkyscraperCity
 

forums map | news magazine | posting guidelines

Go Back   SkyscraperCity > European Forums > Forum Italiano > Architettura ed urbanistica in Italia > Progetti in corso


Global Announcement

As a general reminder, please respect others and respect copyrights. Go here to familiarize yourself with our posting policy.


Reply

 
Thread Tools
Old October 25th, 2019, 09:17 PM   #2721
skydrake
Registered User
 
skydrake's Avatar
 
Join Date: Nov 2010
Posts: 928
Likes (Received): 319

Quote:
Originally Posted by robom1 View Post
io non ho visto niente
Sono molto, molto critico per quel palazzone che Gnassi vorrebbe fare in quella posizione cerchiata sopra, per gli uffici comunali.
Peggiore posizione non potrebbe essere.
Oltre a rovinare la piazza della stazione dandoli un aspetto da modernismo da anni settanta, n quella zona non c'è spazio, non c'è parcheggio e, di mercoledì e sabato quando c'è mercato, non si passa.
Con la chiusura del ponte Tiberio la situazione poi peggiorerà.
skydrake no está en línea   Reply With Quote
Sponsored Links
Advertisement
 
Old October 26th, 2019, 09:31 AM   #2722
robom1
Registered User
 
Join Date: Sep 2008
Posts: 2,816
Likes (Received): 678

Quote:
Originally Posted by skydrake View Post
Sono molto, molto critico per quel palazzone che Gnassi vorrebbe fare in quella posizione cerchiata sopra, per gli uffici comunali.
Peggiore posizione non potrebbe essere.
Oltre a rovinare la piazza della stazione dandoli un aspetto da modernismo da anni settanta, n quella zona non c'è spazio, non c'è parcheggio e, di mercoledì e sabato quando c'è mercato, non si passa.
Con la chiusura del ponte Tiberio la situazione poi peggiorerà.
Io credo che se veramente si farà come previsto nella fase 2, verrà sicuramente realizzata la tangenziale marina, quindi tutta la porzione dal nuovo ponte di via roma verso la città verrebbe declassata ed il passaggio nord-sud e viceversa in quel punto della città verrebbe effettuato appunto con questa tangenziale (in zona parcheggio ferrovieri, costeggia via monfalcone dietro la ferrovia passerebbe dal ponte della ferrovia per ricongiungersi in zona cimitero alle celle).


Last edited by robom1; October 26th, 2019 at 09:57 AM.
robom1 no está en línea   Reply With Quote
Old October 26th, 2019, 09:41 AM   #2723
robom1
Registered User
 
Join Date: Sep 2008
Posts: 2,816
Likes (Received): 678

Progetto di nuova viabilità di accesso al quartiere Padulli (rotatoria Valentini ecc.)

Post precedenti:
https://www.skyscrapercity.com/showp...postcount=2655

Post cumulativo al 21 aprile 2019
https://www.skyscrapercity.com/showp...postcount=2605





Rotatoria Padulli: iniziata la posa delle otto travi del nuovo ponte sull’Ausa

Una dopo l’altra, con un’operazione spettacolare seguita da un certo pubblico, hanno iniziato ad essere poste in posizione le otto travi in cemento armato che, lunghe 30 metri circa e dal peso che sfiora le 50 tonnellate, sosterranno il nuovo ponte sul fiume Ausa destinato a collegare le due rotatorie previste dall’intervento in corso sulla SS 16 in prossimità dello stabilimento Valentini, una sulla SS16 e una su via Aldo Moro, già conclusa e attiva dall’agosto scorso.

Dopo la posa i lavori per la realizzazione della pavimentazione viaria e di completamento dell’impalcato e a seguito quelli per il completamento della rotatoria vera e propria sulla statale 16.

Come si ricorderà con la realizzazione di quest’opera non solo si metterà in sicurezza il collegamento del quartiere dei Padulli con la statale 16 e il centro della città ma anche una nuova via d’accesso alla viabilità cittadina rappresentata dall’asse Caduti di Marzabotto – Jano Planco – Euterpe.
https://www.comune.rimini.it/archivi...2gFkAA1_ffiDEg









robom1 no está en línea   Reply With Quote
Sponsored Links
Advertisement
 
Old October 26th, 2019, 09:55 AM   #2724
robom1
Registered User
 
Join Date: Sep 2008
Posts: 2,816
Likes (Received): 678

Ultimo piano DEA e casa della salute: interventi per 13 milioni di euro

Il completamento del nuovo Dea e la realizzazione della Casa della Salute. Questi i due interventi che saranno realizzati a Rimini esposti questa mattina nell’ambito della Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria. Nei 2500 metri quadri dell’ultimo piano del Dipartimento di Emergenza Accettazione (Dea), al momento grezzi, saranno concentrate le degenze chirurgiche. L’intervento consentirà di liberare spazi nel vecchio ospedale che saranno rinconvertiti ad attività a minore intensità di cura. L’intervento costerà 3.750.000 euro. Prevista anche la costruzione della nuova Casa della Salute di Rimini: si tratta di una edificazione di circa cinquemila metri quadrati suddivisi su tre/quattro piani e ospiterà attività direzionali, di cure primarie, materno infantile, Sert, Centro di salute mentale, prevenzione e promozione della salute, medicina d’iniziativa, medicina dello sport (con servizi innovativi su stili di vita salutari come ad esempio la prescrizione di esercizio fisico in ricetta per la prevenzione di malattie croniche), funzioni amministrative. Il costo dell’intervento per il nuovo edificio, che sarà realizzato con tecnologie e modalità tali da renderlo a consumo energetico pressoché zero, è di circa nove milioni di euro.

Il resoconto dettagliato della conferenza:
La Conferenza Territoriale Sociale e Sanitaria (Ctss), presieduta dal sindaco di Ravenna Michele de Pascale, si è riunita questa mattina per discutere, di vari argomenti, e in particolare:

· Piani di monitoraggio ed ulteriore contenimento dei tempi d’attesa per le prestazioni di specialistica ambulatoriale (visite ed esami diagnostici) e per gli interventi chirurgici;

· Piano degli interventi strutturali e di acquisizione di apparecchiature diagnostiche;

· Attivazione di un percorso partecipativo denominato “Percorso di ascolto – Sanità del futuro”.

Per quel che riguarda il Piano di contenimento dei tempi d’attesa per la specialistica ambulatoriale, va in primo luogo ricordato che nel corso degli ultimi anni, in virtù delle direttive e delle risorse previste dalla Regione Emilia Romagna, su tutti i territori si è riscontrata una forte diminuzione dei tempi d’attesa. Per quanto riguarda l’Ausl Romagna è stato evidenziato come sia ormai consolidato il risultato di erogare le visite e gli esami monitorati dalla Regione, entro i tempi d’attesa previsti (30 giorni per le visite e 60 per gli esami, classificati non urgenti). Margini di miglioramento, sebbene il livello sia alto, vi sono invece per le prestazioni prioritarie, che vengono erogate, a seconda dei casi entro 24 -72 ore o entro una settimana, nonché, come sollecitato da vari sindaci, sui tempi di erogazione anche nelle sedi più periferiche.

Dai dati emerge inoltre che la popolazione romagnola utilizza le prestazioni in maniera sufficientemente appropriata, e che è estremamente limitato il ricorso a strutture situate al di fuori dell’Ausl: il 96,4 per cento degli utenti utilizza le strutture dell’Ausl Romagna.

Il piano di ulteriore contenimento dei tempi prevede, comunque, vari strumenti che si sintetizzano nel governo dell’appropriatezza (cercare cioè di evitare la prescrizione di esami e visite inutili), nel miglior utilizzo possibile di apparecchiature e professionisti, e in accordi con privati accreditati. Va inoltre evidenziato un calo molto significativo del fenomeno delle mancate presentazioni: di coloro cioè che, prenotata una prestazione, non si presentano all’erogazione, senza un giustificato motivo e senza disdire. Grazie anche alla normativa regionale che prevede sanzioni, tale comportamento ha subito nel 2108 un calo del 21,4 per cento passando a 83.036 casi contro i 105.667 del 2017.

Anche sui tempi per gli interventi chirurgici, che ogni anno in Ausl Romagna superano i centomila, le linee guida e gli investimenti regionali stanno già dando buoni frutti. Va prioritariamente chiarito che gli interventi chirurgici si suddividono in quattro classi di priorità che vanno dall’erogazione entro trenta giorni per le situazioni più urgenti (principalmente oncologiche) ai 12 mesi (la priorità minore) per interventi su disturbi che non provocano sintomi ne’ che possono portare al peggioramento della patologia.

Attualmente in Ausl Romagna le prestazioni vengono erogate nei termini previsti nel 91 per cento dei casi. Pur essendo un buon risultati, il piano prevede misure, da attivare nel triennio, per incrementare ulteriormente il livello di performance, centrate principalmente sull’informatizzazione delle pratiche legate agli interventi e sull’incremento dell’appropriatezza prescrittiva ed organizzativa.

Per quanto riguarda il secondo punto all’odg, il direttore dell’unità operativa Attività tecniche dell’Ausl Enrico Sabatini ha illustrato i seguenti interventi:

– Realizzazione della nuova sede amministrativa e direzionale dell’Ausl Romagna a Ravenna (attualmente situata in via De Gasperi, sede di cui si prevede la dismissione) in area ospedaliera (viale Randi) su una superficie di circa seimila metri quadrati su tre/quattro piani, completa delle necessarie urbanizzazioni e parcheggi. Il costo dell’intervento per il nuovo edificio, che sarà realizzato con tecnologie e modalità tali da renderlo a consumo energetico pressochè zero, è di circa sei milioni di euro.

– Completamento dell’ultimo piano, rimasto al grezzo, del Dipartimento di Emergenza Accettazione (Dea) di Rimini, per complessivi 2.500 metri quadrati, per concentrarvi le degenze chirurgiche. L’intervento consentirà di liberare spazi nel vecchio ospedale che saranno rinconvertiti ad attività a minore intensità di cura. Costo dell’intervento, 3.750.000 euro.

– Costruzione nuova Casa della Salute di Forlì: si tratta di una palazzina di circa 5.300 metri quadrati per attività ambulatoriali, di cure primarie, materno infantile, Sert, Centro di salute mentale, prevenzione e promozione della salute, medicina dello sport, funzioni amministrative (Cup, sportelli vari…). Costo previsto dell’intervento, 9,5 milioni di euro.

– Costruzione nuova Casa della Salute di Rimini: si tratta di una edificazione di circa cinquemila metri quadrati suddivisi su tre/quattro piani e ospiterà attività direzionali, di cure primarie, materno infantile, Sert, Centro di salute mentale, prevenzione e promozione della salute, medicina d’iniziativa, medicina dello sport (con servizi innovativi su stili di vita salutari come ad esempio la prescrizione di esercizio fisico in ricetta per la prevenzione di malattie croniche), funzioni amministrative (Cup, sportelli…). Il costo dell’intervento per il nuovo edificio, che sarà realizzato con tecnologie e modalità tali da renderlo a consumo energetico pressochè zero, è di circa nove milioni di euro.

– E’ in corso di progettazione ed esecuzione un robusto piano di manutenzioni di edifici di tutti gli ambiti territoriali dell’Ausl Romagna per complessivi 7.150.000 euro (al netto delle ricorrenti manutenzioni ordinarie).

– Il piano di ammodernamento e integrazione delle apparecchiature diagnostiche per le strutture di tutti gli ambiti territoriali dell’Ausl Romagna ammonta a 1.250.000 euro.

– L’architetto Sabatini ha infine annunciato che la commissione che sta valutando le offerte pervenute per la progettazione del nuovo ospedale di Cesena sta lavorando e che è obiettivo aspettarsi entro fine anno l’individuazione del soggetto che progetterà, in affiancamento all’Azienda, la nuova struttura.

Il presidente de Pascale ha evidenziato “l’importanza delle risorse aggiuntive che la Regione ha erogato per le strutture ed i progetti della Romagna, frutto anche del lavoro di pressione svolto da sindaci ed enti locali, e che ci consentiranno di mettere in cantiere importanti strutture. In particolare per quanto riguarda le case della salute – ha aggiunto il presidente – al momento è in atto la progettazione di quelle di Forlì e Rimini cui seguiranno quelle di Ravenna e di Cesena, ma una fase di progettazione di queste strutture è prevista anche per i centri più piccoli. A questo proposito sarà necessario un approfondimento sia sui ‘contenitori’, sia anche sui contenuti delle Case della Salute, sia per la parte che attiene strettamente all’Azienda, sia per quanto riguarda la partecipazione e l’accesso dei medici di famiglia. Per questo motivo l’Azienda provvederà a redigere un documento riassuntivo dello stato dell’arte delle Case della Salute della Romagna sul quale ci confronteremo nelle prossime riunioni della Ctss, in modo da condividere le linee strategiche per proseguire il lavoro”.

E collegandosi a questo aspetto, il presidente de Pascale ha infine presentato l’idea di un percorso partecipativo a supporto dell’attività complessiva della Ctss. Sarà dunque individuato un percorso che coinvolga le parti sociali, i professionisti aziendali, il terzo settore, e che possa supportare l’attività della Ctss e al tempo stesso condividerne gli indirizzi.

I sindaci presenti alla Ctss o delegati, hanno approvato entrambi i punti all’ordine del giorno con la percentuale dell’81,27 per cento della popolazione romagnola.
https://www.newsrimini.it/2019/10/ul...lioni-di-euro/
robom1 no está en línea   Reply With Quote
Old October 27th, 2019, 01:48 PM   #2725
robom1
Registered User
 
Join Date: Sep 2008
Posts: 2,816
Likes (Received): 678

X ugorn. Oggi è aperto gratuitamente il teatro x visite guidate ed anche il galli multimediale
__________________

ugorn liked this post
robom1 no está en línea   Reply With Quote
Old October 27th, 2019, 09:34 PM   #2726
ugorn
Registered User
 
Join Date: Sep 2017
Posts: 23
Likes (Received): 15

Peccato che oggi non sia in città. Qualcuno c’è stato? Impressioni? Quindi è aperto anche nei restanti giorni a pagamento?
ugorn no está en línea   Reply With Quote
Old October 29th, 2019, 04:06 PM   #2727
skydrake
Registered User
 
skydrake's Avatar
 
Join Date: Nov 2010
Posts: 928
Likes (Received): 319

Sembra che Gnassi abbia progetti grossi per la colonia Novarese:

https://i.ibb.co/6RgHH7b/Nuovo-docum...09-31-15-2.jpg
__________________

robom1 liked this post
skydrake no está en línea   Reply With Quote
Old November 1st, 2019, 10:15 AM   #2728
robom1
Registered User
 
Join Date: Sep 2008
Posts: 2,816
Likes (Received): 678

Quote:
Originally Posted by ugorn View Post
Peccato che oggi non sia in città. Qualcuno c’è stato? Impressioni? Quindi è aperto anche nei restanti giorni a pagamento?
Dico la verità non sono mai stato al teatro e neppure alla zona archeologica.
Per informazioni ho visto che qui c'è un numero di telefono e visite guidate al teatro (non so per la parte archeologica):
http://www.teatrogalli.it/it/teatro/visita-galli
robom1 no está en línea   Reply With Quote
Old November 1st, 2019, 10:23 AM   #2729
robom1
Registered User
 
Join Date: Sep 2008
Posts: 2,816
Likes (Received): 678

Bonaccini arriva con 16,5 milioni e li distribuisce per i lungomare della costa

Per Rimini il parco del mare (sud - nei post sul parco del mare sud è già presente la fonte di finanziamento), investimenti aeroporto e mobilità


Bonaccini arriva con 16,5 milioni e li distribuisce per i lungomare della costa
Mercoledì, 30 Ottobre 2019

Bonaccini arriva con 16,5 milioni e li distribuisce per i lungomare della costa
Il presidente della regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, è arrivato da Bologna carico di doni per tutti i Comuni della Riviera e, nel distribuirli, si è circondato dei sindaci, di qualunque colore essi siano, tutti uniti nel magnificare le scelte dell’amministrazione regionale per il turismo. Solo la sindaca di Riccione, Renata Tosi, ha forse pensato che si sarebbe notata di più se fosse stata assente ed ha mandato in avanscoperta l’assessore ai lavori pubblici, Lea Ermeti. La quale, comunque, ha applaudito al superamento dei confini fisici e turistici delle varie località (detta da Riccione è una notizia), in favore di un unico grande lungomare emiliano romagnolo.

Sì, perché la ragione principale del tour costiero di Bornaccini sta nel comunicare che sono stati distribuiti i fondi per gli interventi di riqualificazione del waterfront, e tutti i Comuni della riviera di Rimini sono stati premiati per i loro progetti. Inizialmente erano stati stanziati 20 milioni, poi portati a 32,5, a conferma che in questo periodo preelettorale la giunta regionale è particolarmente generosa. A Bellaria Igea Marina, Rimini, Riccione, Misano Adriatico e Cattolica ne arriveranno la metà. Più avanti vedremo il dettaglio.

Bonaccini ha ricordato che nel programma di legislatura il turismo, insieme alla manifattura e alla cultura, era uno dei principali pilastri per lo sviluppo. I risultati, a suo parere, si sono visti perché le presenze sono salite a 60 milioni all’anno, ed il Pil del turismo è passato dall’8 al 12 per cento.

In cantiere per i prossimi due anni ci sono eventi capaci di intercettare il turismo culturale. Nel 2020 Parma capitale della cultura, con l’estensione dei programmi a tutta la regione. Sempre nel 2020 il centenario di Fellini, l’apertura del Museo a lui dedicato e tre tappe del giro d’Italia. Nel 2020 ci sarà a Rimini anche il raduno degli alpini, per il quale la Regione contribuisce con 1 milione. Nel 2021 i 700 anni dalla morte di Dante, con eventi che da Firenze a Ravenna attraverseranno tutto il territorio romagnolo.

Ma perché il turismo funzioni occorre poter arrivare facilmente in Riviera. Bonaccini ha assicurato che la Regione è pronta ad investire dai 10 ai 15 milioni sul piano di sviluppo dell’aeroporto Fellini. Saranno acquistate – questa la vera novità – 500 auto elettriche da mettere a disposizione di aeroporto, stazioni ed albergatori per i loro clienti. Si sta lavorando per aumentare le tratte ferroviarie che collegano la Riviera con il nord, a partire dall’incremento del treno Monaco-Rimini. Si sono sbloccate – annuncia il presidente regionale – la secante e la cispadana che, una volta realizzate, permetteranno di raggiungere più velocemente la Riviera. Dulcis in fundo: i tecnici sono al lavoro per un progetto di metropolitana leggera da Cattolica ai Lidi ferraresi. “Chi governerà la Regione nei prossimi anni, potrà con questo progetto chiedere finanziamenti all’Europa”.

Veniamo dunque ai progetti di rifacimento dei lungomare della costa. A Bellaria Igea Marina andranno 2,150 milioni per realizzare un nuovo percorso ciclopedonale da Bellaria Centro a Cagnona della lunghezza di un chilometro e mezzo. La somma erogata è pari al 61 per cento del costo del progetto, così come richiesto dal Comune.

A Rimini andranno 8 milioni (su un costo totale di 10) per realizzare stralci attuativi del progetto del Parco del Mare.

A Riccione sono destinati 1,1 milioni di euro di contributo, pari – come chiesto dal Comune - al 50 per cento del costo dell’intero progetto. I fondi serviranno per il rifacimento della passeggiata Goethe e Shakespeare, collegamento pedonale di circa 1300 metri fra piazzale Azzarita e il ponte sul Marano.

Per Cattolica 3,3 milioni di euro, pari al 75 per cento del costo del progetto, per riqualificare il lungomare Rasi Spinelli,dai giardini De Amicis al porto.

Misano Adriatico, grazie al contributo di 1,750 mila euro, potrà infine prolungare il proprio lungomare fino a Portoverde.



***************
.."Insieme ai #Comuni abbiamo avviato una svolta epocale per la #Romagna e la #Costa adriatica. Un maxi piano di riqualificazione dei #lungomare, da Cattolica ai lidi ferraresi, da oltre 30 milioni di euro di fondi regionali, per rendere la nostra #Riviera ancora più bella e da vivere tutto l’anno, per residenti e turisti. Aumentiamo la ricettività cambiando il modo di pensare all'#ambiente, alla #sostenibilità e allo sviluppo del #territorio, recuperando l’esistente e lavorando su #spiagge, #verde, arredo urbano e #ciclopedonalità. Un piano di investimenti pubblici che attiva quelli privati, perché sia l’intero sistema a crescere ed evolvere. Importante averlo fatto coi Comuni, con i loro progetti che abbiamo presentato a Rimini, Cesenatico, Ravenna e Lido degli Estensi.

#siamoEmiliaRomagna"

https://www.facebook.com/stebonaccin...70175/?__xts__[0]=68.ARCr5ENutZLgFn91J4ByoDx2YrHwUpu4iw9HLPGL0Oz46Bvs9EMcjuKrnTwk7nH0paF-JgbTprZnshHquMW8SWb1XoSNBVnnwPbhpt_BFN1TKy9STYwwrNQSYWI6V14xKPAxnG4lS6fDUMq8OUj61EopSoNz3sc5A5867rsnch36j8Diy-CmSFEQZiRK1ek5IG0aVaBh1m9RJZE-o1bgHnymCJjRRsAy1JMG8q9LFP7FAGNdyPXkK-8sw8bAc8PTx7I9L4wU1pNO5sbjhmxgMLLIOSpQIu5CX8PioDRPv2_zDQSFXw_ZsBvUDKY1HvS7a6Zrq-Q5I_JkHjrCfN3C1Dc5Hd1Jxz7lDELLJQ&__tn__=-R

Last edited by robom1; November 1st, 2019 at 10:29 AM.
robom1 no está en línea   Reply With Quote
Old November 1st, 2019, 10:05 PM   #2730
robom1
Registered User
 
Join Date: Sep 2008
Posts: 2,816
Likes (Received): 678

Avanzamento museo arte moderna e contemporanea

Post precedenti:
https://www.skyscrapercity.com/showp...postcount=2692

Post al 16 agosto e precedenti:
https://www.skyscrapercity.com/showp...postcount=2681





Sopralluogo del sindaco Gnassi e di Letizia Moratti al cantiere del nuovo museo d'arte moderna di Rimini
L'inaugurazione dei nuovi spazi espositivi è prevista nella primavera del 2020
AttualitàRimini | 12:59 - 01 Novembre 2019

Si è svolto questa mattina (venerdì 1 novembre) il sopralluogo nei Palazzi dell’Arengo e del Podestà per verificare l’andamento dei lavori di realizzazione del Nuovo Museo d’Arte Moderna e Contemporanea, nato dall’incontro e dalla sinergia tra il Comune di Rimini e la Fondazione San Patrignano.
Ad accompagnare la co-fondatrice della Fondazione Letizia Moratti nella visita, il Sindaco di Rimini Andrea Gnassi che, con la responsabile dei lavori Ing. Chiara Fravisini, ha illustrato le scelte progettuali effettuate e il loro stato d’avanzamento, confermando che i lavori dovranno essere completati entro l’anno per poter inaugurare i nuovi spazi espositivi nella primavera 2020.

Saranno in esposizione i quadri della vasta collezione di opere che oltre 50 artisti nazionali e internazionali hanno voluto donare alla Fondazione di San Patrignano. Nei prossimi mesi, una volta finito l’intervento di riqualificazione, la collezione approderà definitivamente nel nuovo museo realizzato nel cuore della città, in due monumentali edifici di grande rilevanza storica e artistica ed altamente simbolici come il Duecentesco Palazzo dell’Arengo e il Trecentesco Palazzo del Podestà.
https://www.altarimini.it/News127764...-di-rimini.php
robom1 no está en línea   Reply With Quote
Old November 3rd, 2019, 09:27 AM   #2731
robom1
Registered User
 
Join Date: Sep 2008
Posts: 2,816
Likes (Received): 678

Avanzamento "Museo internazionale Fellini"

Post precedenti:
https://www.skyscrapercity.com/showp...postcount=2690
https://www.skyscrapercity.com/showp...postcount=2685
https://www.skyscrapercity.com/showp...postcount=2652

Post cumulativo al 9 giugno
https://www.skyscrapercity.com/showp...postcount=2638



Da lunedì 4 novembre chiuse al traffico per lavori via Verdi e Vicolo Valloni da Corso d’Augusto a Piazzetta San Martino. Il collegamento mare – monte garantito dall’asse Bastioni settentrionali – circonvallazione occidentale
31 ottobre 2019
Partono i lavori della prima fase del IV stralcio del Museo Fellini e da lunedì 4 novembre con l’installazione del cantiere sarà chiusa alla circolazione via Verdi che da Corso d’Augusto a fianco del Cinema Fulgor collega arriva in via d’Azeglio e piazza Malatesta.
Ciò renderà necessario il temporaneo divieto di transito sulle strade e piazze coinvolte dagli interventi sulle reti per tutta la durata dei lavori. Ed è per questo che l’Amministrazione comunale a predisposto un piano organico di riorganizzazione della viabilità che già domenica 20 ottobre è entrato in vigore nella sua prima fase.

La chiusura di via Verdi all’altezza di Corso d’Augusto per l’apertura del cantiere rende non più praticabile il collegamento mare – monte attraverso via Giovanni XXIII che sarà garantito, da lunedì 4 novembre quando entrerà in vigore l’ordinanza predisposta dagli uffici, dall’asse dei Bastioni settentrionali – circonvallazione occidentale grazie all’inversione del senso di marcia sui bastioni programmato e divenuto operativo nella giornata di domenica 20 ottobre. Una riorganizzazione della viabilità che sta dando ottimi risultati e che, anche in previsione dei lavori su piazza Malatesta ha previsto, almeno fino alla primavera, il mantenimento di un flusso della circolazione monte – mare lungo via Ducale che sta registrando un flusso della circolazione migliore delle previsioni progettuali.

A partire da lunedì 4 novembre saranno chiuse dunque al traffico via Verdi e Vicolo Valloni da Corso d’Augusto a Piazzetta San Martino.

Da Corso d’Augusto a via Tonini sarà operante l’inversione dell’attuale senso di marcia di Corso Giovanni XXIII che diverrà percorribile a senso unico solo in direzione monte – mare. Nel tratto di Corso Giovanni XXIII da Piazza Ferrari a via Tonini sarà invece istituito un doppio senso di circolazione per consentire la svolta in via Tonini dei veicoli autorizzati provenienti dal mare.

In sintesi, dunque, i veicoli autorizzati (si ricorda che sono in vigore le limitazioni della Ztl) potranno percorrere corso d’Augusto dal Ponte di Tiberio fino all’altezza del Fulgor per poi, anziché svoltare a destra in via Verdi, svoltare a sinistra in via Giovanni XXIII in direzione mare grazie all’inversione di marcia attuata, per poi o svoltare in via Tonini a sinistra, oppure proseguire su via Giovanni XXIII per una cinquantina di metri e svoltare obbligatoriamente davanti alla sede di Credit Agricole fino a via Gambalunga. I veicoli provenienti da mare lungo via Giovanni XXIII potranno invece arrivare come ora fino a piazza Ferrari dove potranno svoltare a sinistra, mentre solo quelli autorizzati (si ricorda che sono in vigore le limitazioni della Ztl) potranno percorrere un ulteriore tratto di via Giovanni XXIII (in questo tratto divenuta a doppio senso di circolazione) per poi svoltare via Tonini.

Tra le prescrizioni previste dall’ordinanza comunale anche la predisposizione delle indicazioni di percorsi alternativi da porsi in avvicinamento al cantiere di via Verdi.
https://www.comune.rimini.it/archivi...vicolo-valloni











__________________

slear liked this post
robom1 no está en línea   Reply With Quote
Old November 4th, 2019, 10:19 PM   #2732
robom1
Registered User
 
Join Date: Sep 2008
Posts: 2,816
Likes (Received): 678

Avanzamento parco del mare (sud)

Post precedenti:
https://www.skyscrapercity.com/showp...postcount=2716
https://www.skyscrapercity.com/showp...postcount=2693
https://www.skyscrapercity.com/showp...postcount=2674
https://www.skyscrapercity.com/showp...postcount=2673
https://www.skyscrapercity.com/showp...postcount=2672

Post precedenti al 13 luglio:
https://www.skyscrapercity.com/showp...postcount=2663

Post cumulativo al 21 aprile
https://www.skyscrapercity.com/showp...postcount=2603



Nuovo Parco del Mare: c'è l’accordo tra Comune di Rimini, Regione e Provincia per la riqualificazione
I lavori per il rifacimento di 16 chilometri di litorale sud fanno parte della maxi operazione della Regione

La terza commissione consiliare ha espresso parere favorevole rispetto all’accordo territoriale tra il Comune di Rimini, la Regione Emilia-Romagna e la Provincia di Rimini per la realizzazione del Parco del Mare. I lavori partiranno il 25 novembre.

Con questo accordo gli nti si impegnano a rispettare gli obiettivi condivisi, definire i passaggi graduali da spiagga a urbanizzato mediante la creazione di un’area verde attrezzata di alto livello qualitativo, accessibile e fruibile e caratterizzata da semplicità ed economicità di gestione, infine riorganizzare la mobilità a favore della pedonalità e della ciclabilità della fascia litoranea con conseguente spostamento a monte della viabilità di scorrimento e la ri-collocazione in interrato o in aree dedicate a raso (anche se esterne alla perimetrazione del Parco) dei parcheggi pubblici esistenti.

Il Parco Urbano del Mare intende trasformare il lungomare sud di Rimini, che si estende per circa 15 km, in un nuovo sistema urbano a servizio dei cittadini e dei turisti, vivo 365 giorni all'anno con spazi pubblici accoglienti e attrattivi, che diano priorità alle persone e alla mobilità attiva, con aree destinate allo svago, alla cultura, allo sport, al tempo libero e alle manifestazioni all'aperto.

Una volta terminati i lavori ci saranno meno superfici coperte in spiaggia (- 10 per cento di quanto previsto dalla strumentazione urbanistica sovraordinata) per arrivare a una funzionale riorganizzazione dei servizi di spiaggia, che per Rimini nord potrà tradursi in modesti incrementi di superficie coperta qualora per Rimini sud si persegua una diminuzione superiore a quella prevista dal Piano dell’Arenile.
Gli edifici prospicenti cambieranno molto: gli hotel ribalteranno il fronte sul lato mare, anche per armonizzarsi con i nuovi progetti in modo da costituire un tessuto continuo tra spiaggia, parco urbano e insediamenti retro costieri, prevedendo sulle aree libere a monte dell’attuale linea di demarcazione lungomare-spiaggia, la creazione di attività ricreative, sportive e culturali.
Le attività commerciali e ricreative si riorganizzeranno, garantendo permeabilità e accessibilità verso il mare e mirare alla riqualificazione dei principali attestamenti e varchi del sistema urbano (come piazzale Fellini).

Il progetto si inserisce nel più ampio progetto di riqualificazione dei litorali romagnoli su cui la Regione Emilia-Romagna vuole investire oltre 32 milioni di euro (16 milioni per 5 comuni riminesi), contestualmente al bando per la ristrutturazione degli hotel, già pubblicato in due tranche da 25 milioni complessivi.
https://www.altarimini.it/News127844...ificazione.php
__________________

skydrake liked this post
robom1 no está en línea   Reply With Quote
Old November 6th, 2019, 03:49 PM   #2733
skydrake
Registered User
 
skydrake's Avatar
 
Join Date: Nov 2010
Posts: 928
Likes (Received): 319

Molto soddisfatto, sia perché questo è uno dei due più importanti progetti per Rimini, assieme alla nuova SS16 complanare, di gran lunga più importanti di tutti gli altri, poi però, visto il costo dovrebbe drenare sufficientemente fondi da poter rimandare alle calende greche la fase 4 del progetto di "riqualificazione" della zona stazione, quella che comprende il palazzone altissimo per il comune al posto dell'attuale "bike park", ma esteso fino a ridosso di via Roma (ma il nuovo polo degli uffici comunali non possono farlo al posto della caserma Giulio Cesare?).
Così in un colpo solo si riuscirà a rilanciare la zona costa e si eviterà di sfregiare e congestionare ulteriormente la zona stazione.

Rimini vive principalmente di turismo, solo riqualificando la costa sarà possibile rilanciare la sua economia, in lento e costante declino.
__________________

Pappaconda liked this post
skydrake no está en línea   Reply With Quote
Old November 10th, 2019, 12:05 AM   #2734
Pappaconda
Registered User
 
Join Date: Feb 2018
Posts: 10
Likes (Received): 10

Non capisco più la logica della mobilità nel progetto del Museo Fellini - Piazza Malatesta. Nelle diapositive che Robom ha postato si parla di "pedonalizzazione di Via Verde". A me risultava, a meno che non abbiano cambiato idea, che tutta Piazza Malatesta sarebbe stata pedonalizzata con la scomparsa di fatto della attuale strada fra teatro e castello. Se così sarà dove passaranno le macchine? E che senso avrebbe il doppio senso di marcia in via D'Azeglio? C'è forse stata una retromarcia riguardo alla pedonalizzazione di Piazza Malatesta che qui non viene specificata?
Pappaconda no está en línea   Reply With Quote
Old November 10th, 2019, 10:21 AM   #2735
fabrik
Registered User
 
Join Date: Jan 2005
Location: Torre Poglina
Posts: 20,078
Likes (Received): 6275

__________________
.

paolorsm, slear, robom1, marz75 liked this post
fabrik no está en línea   Reply With Quote
Old November 17th, 2019, 12:16 PM   #2736
robom1
Registered User
 
Join Date: Sep 2008
Posts: 2,816
Likes (Received): 678

Recupero ex Palazzo Lettimi

Post precedenti:
https://www.skyscrapercity.com/showp...postcount=2582
https://www.skyscrapercity.com/showp...postcount=2050

Studentato di Rimini al Lettimi, il Rettore: “Gara e lavori speriamo nel 2021”
16 Nov 2019/Redazione

Per il primo anno l’anno accademico dell’Università di Bologna è stato inaugurato ieri in Romagna dal Magnifico Rettore Francesco Ubertini, nell’aula magna della sede di Cesena dell’Unibo. Un atto simbolico in occasione dei 30 anni dall’apertura dei corsi di Cesena e Ravenna. Ma anche un modo per ribadire la centralità del multicampus romagnolo, “un piccolo ateneo se lo si considera staccato dal resto visto che solo 1/3 degli atenei italiani supera i 20.000 studenti“. Negli ultimi anni, Unibo ha introdotto un nuovo assetto per quel che riguarda l’organizzazione dei corsi di laurea, fondato sulla diversificazione dell’offerta accademica.

La facoltà di Farmacia di Rimini tempo fa del tutto analoga a quella di Bologna, per esempio, è stata internazionalizzata, mentre ciascun territorio conserva una propria vocazione. A Rimini a farla da padrona sono le scienze per la qualità della vita, ma anche economia del turismo. Il tutto in attesa dei due nuovi corsi di laurea che saranno ospitati a Forlì e Ravenna con una serie di tirocini e opportunità post laurea come i corsi di specializzazione che i ragazzi potranno frequentare a Rimini e a Cesena.

“La Romagna è un luogo in cui c’è ancora tanto da poter fare per quel che riguarda le relazioni tra Università e territorio – ha spiegato Ubertini – Tutto si può immaginare e costruire ex novo. C’è del potenziale, è un territorio giovane. Spero che i prossimi 30 anni diano parecchia soddisfazione”.

Aumentano, in particolare, per quel che riguarda Rimini, le iscrizioni. Sempre più studenti scelgono di rimanere, mentre la “diversificazione” dei corsi di laurea sta attirando anche studenti nati a Bologna. Come è facile immaginare, l’aumento degli studenti pone anche l’annoso problema degli spazi. Studentati ma anche aule didattiche e studi per i professori.

Da Cesena ad annunciare lo stato delle cose su Palazzo Lettimi, individuato già da qualche anno come futura sede di uno studentato Unibo, è stato lo stesso rettore Ubertini.

“Per lo studentato di Palazzo Lettimi a Rimini siamo nella fase di definizione del progetto esecutivo – ha spiegato il Rettore – Palazzo Lettimi è rientrato fra gli studentati finanziabili dal ministero. E si trova nella parte di graduatoria che dovrebbe essere finanziata entro l’anno prossimo. Una volta completato il progetto e confermati i finanziamenti si andrà in gare quindi potranno partire i lavori. Se le cose vanno tutte bene la gara potrà uscire nel 2021”.
https://www.chiamamicitta.it/student...iamo-nel-2021/
robom1 no está en línea   Reply With Quote
Old November 28th, 2019, 06:38 PM   #2737
robom1
Registered User
 
Join Date: Sep 2008
Posts: 2,816
Likes (Received): 678

Avanzamento parco del mare (sud)

Post precedenti:
https://www.skyscrapercity.com/showp...postcount=2732
https://www.skyscrapercity.com/showp...postcount=2716
https://www.skyscrapercity.com/showp...postcount=2693
https://www.skyscrapercity.com/showp...postcount=2674
https://www.skyscrapercity.com/showp...postcount=2673
https://www.skyscrapercity.com/showp...postcount=2672

Post precedenti al 13 luglio:
https://www.skyscrapercity.com/showp...postcount=2663

Post cumulativo al 21 aprile
https://www.skyscrapercity.com/showp...postcount=2603

Parco del Mare, al via i lavori per il Lungomare Tintori e il Lungomare Spadazzi
28 novembre 2019
Parco del mare: questa mattina l'avvio operativo dei lavori dei tratti 1 e 8.

Con la chiusura delle strade hanno preso avvio questa mattina operativamente i due cantieri per la realizzazione, nell’ambito del progetto complessivo del Parco del Mare, del primo stralcio dei primi due tratti, quello sul lungomare Tintori a Marina Centro e sul lungomare Spadazzi a Miramare.

Un momento a cui hanno voluto essere presenti il Sindaco di Rimini Andrea Gnassi accompagnato dall’assessore ai Lavori pubblici Jamil Sadegholvaad e dall’assessore Frisoni, sul cantiere assieme ai rappresentanti degli operatori balneari riminesi.

“Una tappa – come ha detto il Sindaco di Rimini – di un grande cammino che vedrà profondamente cambiato senza più auto e con nuove funzioni il waterfront riminese in un processo rivoluzionario che da Miramare toccherà Torre Pedrera.”



In particolare da oggi giovedì 28 sarà chiuso al traffico veicolare e divieto parcheggio il tratto 1 del Parco del Mare , da piazzale Kennedy a via Beccadelli, mentre sarà con chiusura parziale quella prevista sul tratto 8 lungomare Spadazzi, dove l’organizzazione del cantiere, con l’istituzione del divieto di parcheggio sulla via, consente il mantenimento del flusso veicolare da Riccione verso Rimini.



Come noto, la realizzazione dell’infrastruttura verde urbana per il Parco del mare seguirà le linee di indirizzo progettuali elaborate per il Comune dallo studio Miralles Tagliabue che ha definito la cornice architettonica e paesaggistica dei nove lotti del lungomare sud, sia per la progettazione dell’opera pubblica, sia per gli interventi dei privati. L’obiettivo è quello di rigenerare il waterfront riminese per un lungomare senza auto e con nuove funzioni. Saranno così ridefiniti i percorsi ciclabili e pedonali, saranno realizzate passeggiate in doghe di legno, si interverrà con nuove scelte di vegetazione e nuovi materiali. Il progetto esecutivo di questo primo stralcio è stato realizzato dallo studio Dodi Moss di Genova.

L’intervento si concluderà nella sua prima fase, su entrambi i tratti, entro sei mesi a cui farà seguito una seconda che darà completamento al progetto anche nella fascia verso monte, grazie ai finanziamenti intercettati sui bandi della Regione Emilia Romagna per la rigenerazione urbana e la riqualificazione dei prodotti turistici.



La scheda degli interventi

Un lungomare senza auto, nuova vegetazione e aree verdi valorizzate e riconsegnate alla città: avanza step dopo step il percorso del Parco del Mare, il progetto di riqualificazione che darà nuovo carattere al sistema urbano costiero riminese.

L’intervento, che comporta un investimento complessivo di 2.385.386,92 euro, è parte del complessivo progetto per l’infrastruttura verde urbana per il Parco del Mare co-finanziato per 1.785.000 euro (63%) attraverso le risorse dell’Asse 5 del POR FESR Emilia Romagna 2014-2020.

Il progetto prevede la pedonalizzazione e riqualificazione del Lungomare Tintori, attraverso un nuovo disegno, nuova vegetazione e aree verdi. Sarà realizzata una passeggiata pavimentata in doghe di legno con un margine rettilineo che coinciderà con il confine demaniale ed un margine a sinusoide irregolare verso la città. Contestualmente si interverrà anche per la messa in sicurezza del tratto dal punto di vista idraulico: in base ai risultati di uno studio sull’intero Parco del mare (Lungomare sud), la nuova passeggiata sarà rialzata dal livello medio del mare di circa +2,85 cm, con una quota di circa 80 cm in più rispetto a quella attuale. Saranno inoltre realizzate 18 aiuole a forma di “sardina” per complessivi 400 mq circa, delle quali una dedicata alle attività di fitness e le restanti a verde. A bordo delle “sardine” il progetto prevede la realizzazione di panche a disegno dalla forma organica ed ergonomica, modellate in continuità dello spazio a verde.

Così come per il tratto di Lungomare Spadazzi, anche per il Tintori i lavori iniziati quest’oggi si concluderanno prima dell’estate 2020. L'intervento è la prima fase del progetto, a cui seguirà una seconda fase dei lavori che darà completamento al progetto anche nella fascia verso monte seguendo le linee guida progettuali elaborate dallo studio Miralles Tagliabue raccordandosi con gli interventi privati.



L’intervento sul lungomare Spadazzi è parte del complessivo progetto per l’infrastruttura verde urbana per il Parco del Mare finanziato per oltre 2,8 milioni di euro (circa 2/3 dei complessivi 4,5 milioni) attraverso le risorse ottenute nell’ambito dell’Asse 5 del POR FESR Emilia Romagna 2014-2020. Il progetto oltre il Lungomare Spadazzi comprende il tratto tra il Parco Fellini e Piazzale Kennedy, quindi la “testa” e la “coda” del Lungomare Sud.

Il progetto approvato dalla Giunta segue le linee di indirizzo progettuali elaborate per il Comune dallo studio Miralles Tagliabue, incaricato di definire la cornice architettonica e paesaggistica dei nove lotti del lungomare sud, sia per la progettazione dell’opera pubblica, sia per gli interventi dei privati. Nel dettaglio l’intervento sul Lungomare Spadazzi interesserà un’area di 9.700 mq suddivisi tra aree pavimentate in deck di legno e aree a verde. Attraverso l’opera si andrà a pedonalizzare il lungomare, si darà continuità ai percorsi ciclabili che sarà ridisegnato attraverso nuovi materiali e nuove scelte di vegetazione.

L’intervento – dal valore complessivo di 2,39 milioni di euro - prevede la realizzazione di una passeggiata in doghe di legno con un margine rettilineo che segue il confine demaniale ed un margine a sinusoide irregolare verso monte. All’interno di questa area pavimentata in legno saranno ritagliate delle aree a verde a forma lenticolare (che sono state ribattezzate “sardine”). Altre aree a verde saranno costituite da alcune delle attuali aiuole che saranno risagomate per ottenere un disegno complessivo armonioso. A bordo delle “Sardine” il progetto prevede la realizzazione di panche a disegno in marmo dalla forma organica ed ergonomica, modellate in continuità allo spazio verde a formare un armonico disegno integrato. Sul lato mare è prevista una elegante balaustra in acciaio in sostituzione delle attuali barriere in muratura, che si interrompe in prossimità degli ingressi agli stabilimenti balneari. Sono previste nuove aree a verde per circa 734 mq, realizzate attraverso la posa di pini olive, tamerici e arbusti. Il progetto infine accoglie con particolare attenzione la necessità di garantire l'accessibilità a tutti, eliminando ogni possibile barriera che possa limitarne l’uso. Il cronoprogramma la conclusione dei lavori prima della stagione balneare 2020. Si tratta della prima fase del progetto, che riguarda la fascia longitudinale dal confine della spiaggia al centro della carreggiata stradale, a cui seguirà una seconda fase di lavori che interesserà la restante fascia verso monte, programmata dopo la fine della stagione estiva 2020.
https://www.comune.rimini.it/archivi...e-il-lungomare











__________________

paolorsm liked this post
robom1 no está en línea   Reply With Quote
Old November 29th, 2019, 08:35 PM   #2738
robom1
Registered User
 
Join Date: Sep 2008
Posts: 2,816
Likes (Received): 678

Avanzamento rimini nord parco del mare e potenziamento stradale

Post precedenti:

https://www.skyscrapercity.com/showp...postcount=2712
https://www.skyscrapercity.com/showp...postcount=2694
https://www.skyscrapercity.com/showp...postcount=2682
https://www.skyscrapercity.com/showp...postcount=2677
https://www.skyscrapercity.com/showp...postcount=2666

Post precedenti al 10 giugno 2019
https://www.skyscrapercity.com/showp...postcount=2640



Partiranno indicativamente a metà gennaio i lavori per il nuovo lungomare di Rimini nord, tra Rivabella e Torre Pedrera. In questi giorni si sta completando l’aggiudicazione dei lavori, dal cui esito si procederà anche per organizzare i vari stralci. Per poter usufruire dei fondi previsti c’è comunque l’obbligo di terminare i cantieri e rendicontare entro la fine del 2020, ragione per cui i lavori non si fermeranno in estate. Si cercherà comunque di modulare i cantieri per ridurre il più possibile i disagi nella stagione turistica: per Viserba, ad esempio, si dovrebbe partire subito con il tratto di lungomare centrale, quello tra via Dati e via Roma.

Altra partita collegata al nuovo assetto della viabilità di Rimini nord è quella del sottopasso ferroviario che da via Mazzini porterà al polo scolastico di via Missirini. A giugno è previsto il primo accantieramento, l’intervento vero e proprio partirà invece dopo l’estate. Un intervento che per dimensioni e complessità comporterà per alcuni mesi l’interruzione dei collegamenti ferroviari tra le stazioni di Viserba e Rimini sulla linea Rimini-Ravenna, che per il restante tratto funzionerà regolarmente. Durante il periodo interessato saranno studiati servizi sostitutivi per gli utenti del tratto Viserba-Rimini. Oltre al sottopasso carrabile che sfonderà su via Sacramora, ne sarà poi realizzato uno ciclopedonale tra via Morri e via Polazzi (dove oggi c’è un passaggio a livello che sarà superato). L’intervento per i sottopassi è finanziato per 5,5 milioni da RFI, stazione appaltante, e per 3,5 dal Comune di Rimini.
https://www.newsrimini.it/2019/11/lu...il-sottopasso/
robom1 no está en línea   Reply With Quote
Old December 1st, 2019, 12:59 AM   #2739
robom1
Registered User
 
Join Date: Sep 2008
Posts: 2,816
Likes (Received): 678

Masterplan stazione

Post precedenti:

https://www.skyscrapercity.com/showp...postcount=2718
https://www.skyscrapercity.com/showp...postcount=2718
https://www.skyscrapercity.com/showp...postcount=2699
https://www.skyscrapercity.com/showp...postcount=2680
https://www.skyscrapercity.com/showp...postcount=2676
https://www.skyscrapercity.com/showp...postcount=2668

Post precedenti al 4 maggio 2019
https://www.skyscrapercity.com/showp...postcount=2621

Documentazione relativa a 1a e 2a fase
https://drive.google.com/drive/folde...spappDRI9exaVj


Intervento 1a fase (i parcheggi sono esclusi dai render sotto indicati)




1a + 2a fase











Proseguono gli interventi propedeutici alla realizzazione della nuova piazza della stazione ferroviaria di Rimini, prima fase del protocollo di intesa per la riqualificazione e la trasformazione urbana dell’intera area sottoscritto tra Comune, Rfi e Regione Emilia Romagna. Ieri sera (venerdì 29 novembre) infatti si sono concluse le operazioni di spostamento del manufatto adibito alla biglietteria di Start Romagna, che è stato posizionato nelle vicinanze del fabbricato viaggiatori di fronte alle fermate del Trasporto Pubblico Locale. L'intervento è stato portato a termine attraverso la sinergia tra Comune, Start, Rfi, Sistemi urbani, Metropoli, Prm, Amr, Cooperativa Co.ta.ri., Cooperativa Metis, Anthea.
Il progetto, che porterà alla realizzazione di una grande piazza pedonale quale nuova porta di accesso alla città, ha un costo complessivo di oltre un milione e mezzo di euro a carico della Società RFI e prevede la caratterizzazione dello spazio pubblico attraverso una serie di “isole ambientali” e la realizzazione di opere complementari di arredo urbano (impianto di pubblica illuminazione, fontana, sedute, realizzazione di aree verdi). Il programma delle opere di riqualificazione dell’area si concentrerà ora sulla viabilità: è infatti in corso la procedura di gara per l'affidamento dei lavori di realizzazione dei nuovi collegamenti ciclopedonali su viale Cesare Battisti per la congiunzione con il Metromare.

https://www.altarimini.it/News128912...glietteria.php



****************************


Nel 2020, auspicabilmente nella prima parte dell’anno, cominceranno i lavori per il sottopasso della stazione che permetterà lo sfondamento lato mare. Il sindaco di Rimini Andrea Gnassi ha incontrato nei giorni scorsi Maurizio Gentile, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Rete Ferroviaria Italiana. Il sottopasso collegherà il sottopasso centrale, quello che porta ai binari, alla zona di piazzale Carso – via Monfalcone – via Trieste.

L’intervento rientra nel protocollo d’Intesa tra Comune di Rimini, Rete Ferroviaria Italiana S.p.A., FS Sistemi Urbani S.r.l. e Regione Emilia Romagna.
https://www.newsrimini.it/2019/11/so...enza-in-vista/
__________________

slear, City17, paolorsm, gruppofoschia liked this post
robom1 no está en línea   Reply With Quote
Old December 3rd, 2019, 02:11 PM   #2740
robom1
Registered User
 
Join Date: Sep 2008
Posts: 2,816
Likes (Received): 678

Rotatoria Valentini, Sottopasso di Via Portofino: parere favorevole la III Commissione consiliare allo sviluppo di due progetti strategici della Città

Rotatoria Valentini, Sottopasso di Via Portofino: parere favorevole la III Commissione consiliare allo sviluppo di due progetti strategici della Città

2 dicembre 2019

Compiono un balzo avanti due importantissimi interventi strutturali della città, quello legato all’intervento della terza parte della rotatoria in corso di realizzazione sulla SS16 in prossimità dello stabilimento Valentini e quello inerente al completamento del sottopasso di via Portofino a Marebello.
Hanno infatti registrato il parere favorevole della III Commissione consiliare permanente entrambi i progetti che ora potranno essere esaminati in Consiglio Comunale per la loro approvazione, ratificando così le conclusioni della Conferenza di servizi relativa al procedimento unico previsto dalla nuova normativa regionale del 2017.

Con l’approvazione in Consiglio della delibera esaminata quest’oggi si potrà portare dunque a termine il procedimento unico di variante urbanistica nonché giungere all’approvazione del progetto definitivo del cosiddetto intervento C che, con la realizzazione del prolungamento di via Tosca e della viabilità d’accesso in zona Padulli, andrà a completare intero intervento di realizzazione sulla statale 16 all’altezza degli stabilimenti Valentini.

E’ infatti previsto nel mese del prossimo febbraio la conclusione delle opere previste dagli interventi A e B che hanno visto già realizzata la nuova rotatoria su via Aldo Moro e in corso ultimo di realizzazione sia il nuovo ponte sull’Ausa, sia la nuova grande rotatoria sulla statale adriatica su cui si andrà ad innestare la nuova viabilità che con l’intervento C si andrà a realizzare.

In particolare via Tosca sarà prolungata con l’esecuzione di un nuovo ponte fino alla nuova rotatoria in corso di realizzazione attraverso cui si accederà in sicurezza alla circonvallazione. Accesso in sicurezza anche per il traffico merci e del personale in entrata e uscita dagli stabilimenti Valentini con una nuova bretella. Anche i percorsi dedicati ai pedoni e alle biciclette saranno ripristinati o realizzati ex novo sia con la costruzione di un nuovo marciapiede, sia la sistemazione del tratto che corre a fianco del Mavone. L’importo stimato di 2,3 milioni di euro sarà finanziato con le disponibilità del Piano Operativo Fondo Sviluppo e Coesione (FSC) - Infrastrutture 2014-2020.

Parere favorevole della III Commissione anche alla delibera per il completamento sottopasso via Portofino a Marebello, con cui, superato il voto del Consiglio, sarà approvata la localizzazione dell’opera, il progetto fattibilità tecnica ed economica/definitivo, nonché la variante urbanistica al RUE e le controdeduzioni alle osservazioni dei privati con apposizione del vincolo preordinato all’esproprio e dichiarazione di pubblica utilità.

“E’ un’opera - quella del sottopasso di via Portifino - che viene da lontano – è il commento dell’assessore al territorio Roberta Frisoni che col dirigente Alberto Dellavalle ha illustrato ai consiglieri le proposte all’ordine dei lavori – e che risente di tutto il peso negativo di vicende come questa nate prima della grande crisi di una decina di anni fa che ha sconvolto certezze e procedure nelle opere pubbliche a carico dei privati.

Ora con la ripresa del piano attuativo a monte della ferrovia, che tra i suoi impegni ha anche quello, oltre che di realizzare la rotatoria d’accesso, di riqualificare e sistemare il sottopasso realizzato da Rfi, si può procedere alla realizzazione della parte mare dell’infrastruttura con l’intervento diretto del Comune di Rimini per una spesa di 307.000 euro circa che rifunzionalizzerà l’attuale sede stradale di Via Portofino e la riorganizzazione dei flussi veicolari sul Viale Regina Margherita.

Su questo tema – ha detto l’assessore Frisoni – mi sono riservata di effettuare un approfondimento con gli uffici per verificare le soluzioni viabilistiche che andremo ad adottare a regolamentazione della viabilità specie nelle sue modalità d’ingresso su viale Regina Elena.”
https://www.comune.rimini.it/archivi...orevole-la-iii
robom1 no está en línea   Reply With Quote
Sponsored Links
Advertisement
 


Reply

Thread Tools

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off



All times are GMT +2. The time now is 12:54 PM.


Powered by vBulletin® Version 3.8.11 Beta 4
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions Inc.
vBulletin Security provided by vBSecurity v2.2.2 (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2019 DragonByte Technologies Ltd.
Feedback Buttons provided by Advanced Post Thanks / Like (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2019 DragonByte Technologies Ltd.

SkyscraperCity ☆ In Urbanity We trust ☆ about us