Torino|Recupero e Rifunzionalizzazione Torino Esposizioni e aree limitrofe - Page 9 - SkyscraperCity
 

forums map | news magazine | posting guidelines

Go Back   SkyscraperCity > European Forums > Forum Italiano > Architettura ed urbanistica in Italia > Progetti in corso


Global Announcement

As a general reminder, please respect others and respect copyrights. Go here to familiarize yourself with our posting policy.


Reply

 
Thread Tools
Old October 16th, 2018, 04:22 PM   #161
fab76
Registered User
 
fab76's Avatar
 
Join Date: Sep 2016
Posts: 1,821
Likes (Received): 1149

Quote:
Originally Posted by dreaad View Post
RENDERING DELLE AULE NEL PARCHEGGIO SOTTERRANEO DEL VALENTINO



lastampa.
Sarebbe dove fanno natale in giostra?
fab76 no está en línea   Reply With Quote
Sponsored Links
Advertisement
 
Old October 16th, 2018, 05:09 PM   #162
Paolo98.To
Toret Proud User
 
Paolo98.To's Avatar
 
Join Date: Feb 2014
Location: Torino
Posts: 3,269
Likes (Received): 3931



Corretto.

Ho trovato questo piccolo rendering del progetto di riconversione proposto dallo Studio Pession Associato in partnership con l'architetto giapponese Kengo Kuma; non è il progetto vincitore (che ricordo essere quello di Rafael Moneo e compagnia) ma, dato che anche nel progetto vincitore pare verranno realizzate delle vetrate nella grande copertura per permettere un'illuminazione naturale più decente degli interni, credo possa dare una vaga idea di come potrebbe apparire dall'alto il Padiglione V una volta riconvertito...

__________________
Torino. Passion lives here
lll

Taut11, fabrik, mikyvilla liked this post
Paolo98.To está en línea ahora   Reply With Quote
Old October 16th, 2018, 07:06 PM   #163
cityto
Turin is My City
 
cityto's Avatar
 
Join Date: Mar 2007
Location: torino
Posts: 4,973
Likes (Received): 1822

Un idea di massima dall alto

__________________

Tavogreen, fabrik liked this post
cityto está en línea ahora   Reply With Quote
Old October 19th, 2018, 10:58 AM   #164
dreaad
Torino è elettronica!!
 
dreaad's Avatar
 
Join Date: Nov 2004
Location: TORINO[X]
Posts: 26,794
Likes (Received): 3987

«Entro il 2019 avvieremo i progetti esecutivi e nel 2020, al più tardi, partiranno i lavori».

Così il vicesindaco della città, Guido Montanari, in occasione del consiglio aperto della Circoscrizione 8 per discutere del futuro del parco cittadino.
Se tutto va come deve andare, i lavori dovrebbero durare un paio d`anni e i ragazzi del Poli potrebbero insediarsi nei nuovi spazi dal 2022.


cronacaqui.
__________________
I TO
http://www.youtube.com/watch?v=sBiL2VLPmFo

«Torino è la città italiana in cui negli ultimi anni si è costruito di più, un processo che riguarda tutte le città post-industriali, destinate a diventare città del divertimento. Il modello, anche se non esplicito, è Las Vegas» (Giuseppe Culicchia)

Zagreus liked this post
dreaad no está en línea   Reply With Quote
Old October 19th, 2018, 11:42 AM   #165
cityto
Turin is My City
 
cityto's Avatar
 
Join Date: Mar 2007
Location: torino
Posts: 4,973
Likes (Received): 1822

Quote:
Originally Posted by fab76 View Post
4 anni per riconvertire ad aule universitarie una struttura già esistente???
1 anno e mezzo

2020 cantieri , lezione 2022 (da ottobre). Il resto sono normali tempi tecnici
cityto está en línea ahora   Reply With Quote
Old October 19th, 2018, 12:04 PM   #166
fab76
Registered User
 
fab76's Avatar
 
Join Date: Sep 2016
Posts: 1,821
Likes (Received): 1149

Quote:
Originally Posted by cityto View Post
1 anno e mezzo

2020 cantieri , lezione 2022 (da ottobre). Il resto sono normali tempi tecnici
Quello che contesto io sono quello che tu definisci "normali tempi tecnici". 2 anni e mezzo di tempi tecnici per un progettino non mi sembra da paese evoluto
fab76 no está en línea   Reply With Quote
Old October 19th, 2018, 12:44 PM   #167
fab76
Registered User
 
fab76's Avatar
 
Join Date: Sep 2016
Posts: 1,821
Likes (Received): 1149

Quote:
Originally Posted by cityto View Post
di tempi di progettazione e bando di gara sono uguali nei diversi paesi e non comprimibili. La cosa che che differenzia L italia sta antecedentemente a questa fase, cioè dall idea al progetto esecutivo, li si che passano tra i 5 e i 10 anni per le diverse autorizzazioni , varianti, tavoli tecnici.

Il progettino come lo definisci tu é di una certa complessità e di una certa dimensione non a caso sono coinvolti oltre una decina tra studi di architettura ed ingegneria per la progettazione. In fase di progettazione non tiri due righe su un foglio di carta ma definisci tutto, perfino i tasselli che dovrai andare ad utilizzare e questo vuol dire oltre 500 pagine di relazioni e calcoli e un centinaio di tavole in diverse scale dalla 1.100 alla 1.10 con abaco delle murature.

Quello non é un edificio esistente, ma seplicemente un involucro che dovrà ospitare un edificio completamente nuovo! Non a caso l intervento non prevede solo tramezzi un imbiacata e tirare qualche servizio tecnologico.... Non si tratta di ristrutturare un appartamento!

Tu non hai mai lavorato in uno studio di architettura vero? Non hai mai realizzato un progetto definitivo/esecutivo. Io per un po' ci ho avuto le mani in pasta e so che cosa vuol dire! Ora ho cambiato completamente settore
"tra i 5 e i 10 anni per le diverse autorizzazioni , varianti, tavoli tecnici"
poi 2-3 anni per il progetto esecutivo
poi parte l'appalto,
poi ti becchi il ricorso al TAR che blocca tutto per 1-2 anni
poi magari la ditta appaltatrice fallisce e sono altri 2-3 anni per decidere come ripartire

capisci che c'è qualcosa che non va nel processo?
E' possibile essere competitivi a livello internazionale con queste tempistiche?

Secondo me no

Last edited by fab76; October 19th, 2018 at 12:51 PM.
fab76 no está en línea   Reply With Quote
Old October 19th, 2018, 12:51 PM   #168
cityto
Turin is My City
 
cityto's Avatar
 
Join Date: Mar 2007
Location: torino
Posts: 4,973
Likes (Received): 1822

Quote:
Originally Posted by fab76 View Post
Ok, "tra i 5 e i 10 anni per le diverse autorizzazioni , varianti, tavoli tecnici" ti sembra da paese evoluto?
sta nella complessità della macchina italia, dove le norme sono contraddittorie e sono a libera interpretazione dell ente, il numero di enti coinvolti é superiore alla capienza di un palazzetti sportivo, una politica poco chiara che ogni 5 anni cambia direzione senza una vera continuità progettuale e non esiste una visione globale di cosa si vuole fare tramite stumenti di pianificazione chiari.
__________________

fab76, ToWolf74 liked this post
cityto está en línea ahora   Reply With Quote
Old October 25th, 2018, 06:48 PM   #169
dreaad
Torino è elettronica!!
 
dreaad's Avatar
 
Join Date: Nov 2004
Location: TORINO[X]
Posts: 26,794
Likes (Received): 3987

aspetta e spera!!

Cantiere per la riqualificazione di Torino Esposizioni, inizio lavori nel 2022.

Quote:
Potrebbero iniziare nei primi mesi del 2022 per la progressiva riqualificazione del compendio di Torino Esposizioni. Le tempistiche sono state illustrate oggi pomeriggio durante una riunione congiunta delle commissioni Urbanistica e Patrimonio, presiedute rispettivamente da Damiano Carretto e Antonio Fornari alla quale ha preso parte il vicesindaco Guido Montanari.

[...]

Il nucleo centrale del padiglione Nervi, al quale varranno aggiunti due piani sotterranei, dovrebbe in futuro ospitare la Biblioteca civica centrale.

Al momento mancano i fondi, per cui la progettazione terrà conto della possibilità che le due parti del progetto, quello del campus universitario (il Politecnico ha maggiori disponibilità finanziarie) e quello della biblioteca civica, procedano con tempi diversi. In attesa dell’allestimento a biblioteca, il padiglione Nervi – dopo alcuni interventi – potrebbe essere utilizzato come sede espositiva e per eventi, come è avvenuto per decenni. L’idea di fondo è comunque quella di realizzare un vero e proprio campus della cultura, aperto alla città nel suo complesso.

Ultimato lo studio di fattibilità, è stato spiegato in commissione da esponenti del Politecnico e del raggruppamento temporaneo di ICIS Srl, le prossime fasi prevedono a partire dai primi mesi del 2019 una serie di sondaggi geologici e geotecnici, oltre alle verifiche delle strutture, che hanno ormai più di mezzo secolo di vita: i risultati dovrebbero aversi intorno a maggio dello stesso anno. L’individuazione dei progettisti e la stesura del progetto porteranno presumibilmente a fine 2010, inizio 2021. Per affidare i lavori, il cui importo dovrebbe ammontare a 40 milioni di euro (in parte ancora da reperire) occorrerà una gara a livello europeo. Alla fine, l’inizio del 2022 dovrebbe vedere l’apertura del cantiere.
http://www.comune.torino.it/cittagor...-nel-2022.html
__________________
I TO
http://www.youtube.com/watch?v=sBiL2VLPmFo

«Torino è la città italiana in cui negli ultimi anni si è costruito di più, un processo che riguarda tutte le città post-industriali, destinate a diventare città del divertimento. Il modello, anche se non esplicito, è Las Vegas» (Giuseppe Culicchia)

Last edited by dreaad; October 26th, 2018 at 12:25 PM.
dreaad no está en línea   Reply With Quote
Old October 25th, 2018, 10:16 PM   #170
Fisherozzo
Registered User
 
Join Date: Aug 2012
Location: Torino
Posts: 1,023
Likes (Received): 1126

Thread aperto nel 2014. Dopo 4 anni, si parla di inizio dei lavori nel 2022. Dai che in 10-11 anni, nel migliore dei casi, si potrà dire RIQUALIFICATO Torino Esposizioni. Ritardi ulteriori, crolli, disastri naturali, guerre e apocalissi permettendo, ovviamente
Un saluto al me del futuro che rileggerà questo post: Tu, lo so che nel 2022 non sarà ancora iniziato nulla, ma ricorda che nel 2018 eri ancora ottimista.
Fisherozzo no está en línea   Reply With Quote
Old October 26th, 2018, 12:24 PM   #171
dreaad
Torino è elettronica!!
 
dreaad's Avatar
 
Join Date: Nov 2004
Location: TORINO[X]
Posts: 26,794
Likes (Received): 3987

la serie continua...

Il campus di Architettura a Torino Esposizioni slitta di altri tre anni
Dopo il crollo di Genova verifiche sul padiglione progettato da Morandi: la trasformazione in aule e laboratori sarà completa entro il 2025

Quote:
In principio era l’inizio del 2022. Ora è diventato il 2025, anno in cui gli studenti di Architettura dovrebbero entrare nel nuovo campus del Politecnico, nel complesso di Torino Esposizioni. Tre anni di ritardo, che si spiegano (anche) con i carotaggi e gli approfondimenti geologici da effettuare sui 19 mila metri quadri del Padiglione Morandi, dove aprirà il campus di Architettura.


Verifiche accurate

La storica struttura, anche per via del nome che porta (lo stesso progettista del viadotto crollato a Genova) ha bisogno di verifiche accurate, che il Politecnico affiderà a una società esterna. Ci vorranno almeno sei-sette mesi da quando l’incarico verrà assegnato. E non si potrà partire prima di febbraio, visto che il Comune ha assegnato l’area agli organizzatori del Natale in Giostra. Una volta finite le indagini, poi, si dovrà valutarne l’esito: il padiglione è di proprietà del Comune e il Politecnico lo rileverà pagando di tasca sua i 57 milioni necessari secondo il piano finanziario da poco approvato dall’ateneo.
Ma se dalle verifiche dovessero emergere seri problemi strutturali, invece, tutto tornerebbe in discussione e il Politecnico si aspetta che la città - in quanto proprietaria - si occupi dei consolidamenti.


Lo studio di fattibilità, realizzato dalla cordata Icis, c’è: è stato presentato ieri in Comune. Ora si tratta di rispettare il nuovo programma illustrato ieri da Gianpiero Biscant, responsabile area edilizia dell’ateneo:
gara per la progettazione definitiva ed esecutiva a inizio 2020, gara d’appalto un anno dopo, cantieri aperti tra fine 2021 e inizio 2022 e infine 36-40 mesi di lavori. A quel punto, il Quinto Padiglione diventerà una «piazza» con aule, sale studio, laboratori, atelier e uffici, sovrastati da una copertura in vetro.

[...]
http://www.lastampa.it/2018/10/26/cr...AP/pagina.html
__________________
I TO
http://www.youtube.com/watch?v=sBiL2VLPmFo

«Torino è la città italiana in cui negli ultimi anni si è costruito di più, un processo che riguarda tutte le città post-industriali, destinate a diventare città del divertimento. Il modello, anche se non esplicito, è Las Vegas» (Giuseppe Culicchia)
dreaad no está en línea   Reply With Quote
Old October 26th, 2018, 09:34 PM   #172
Zagreus
Registered User
 
Join Date: Dec 2012
Posts: 590
Likes (Received): 264



Sbaglio o fino adesso di questa entrata di 57 milioni per il Comune non si era ancora parlato? Di per sé basterebbero per completare il trasferimento della Civica centrale a Torino Esposizioni (sempre che non servano per far quadrare i conti).
Zagreus no está en línea   Reply With Quote
Old November 24th, 2018, 11:06 AM   #173
fabrik
Registered User
 
Join Date: Jan 2005
Posts: 19,212
Likes (Received): 5678

Il rettore Saracco dimostra interesse per gli edifici che Unito
lascerà in via Giuria “Ottimi per le lezioni”


Quote:
[...] Il Politecnico [...] continua a guardare a un’espansione in città e punta agli spazi che l’Università lascerà vuoti in via Giuria. [...] «Gli edifici come quelli di via Pietro Giuria che saranno svuotati dall’Unito nei prossimi anni per il trasferimento dei dipartimenti scientifici a Grugliasco ci interessano molto [...] Per loro non andavano più bene perché vogliono spazi dove fare ricerca ed esperimenti, ma per fare lezioni frontali sono ancora adatti. Per noi sarebbero perfetti soprattutto perché vicini al nuovo asse del Valentino che vogliamo costruire» dovrà essere aperta una trattativa con il Demanio visto che l’Unito punta a restituire le strutture allo Stato da qui al 2022 [...]
(Repubblica)
__________________
.
fabrik no está en línea   Reply With Quote
Old November 24th, 2018, 12:16 PM   #174
Oscaruzzo
Registered User
 
Oscaruzzo's Avatar
 
Join Date: Sep 2011
Posts: 7,272
Likes (Received): 4705

Quote:
Originally Posted by fabrik View Post
Il rettore Saracco dimostra interesse per gli edifici che Unito
lascerà in via Giuria “Ottimi per le lezioni”




(Repubblica)

Io proprio non mi riesco a capacitare che la Città si lasci scappare un generatore di economia come l'Università, probabilmente con l'unica vera motivazione che i terreni edificabili a Grugliasco costano meno che a Torino. Io glieli regalerei, i terreni, pur di tenermeli a Torino. Boh.
__________________

fabrik, Nick07 liked this post
Oscaruzzo no está en línea   Reply With Quote
Old December 16th, 2018, 09:26 AM   #175
fabrik
Registered User
 
Join Date: Jan 2005
Posts: 19,212
Likes (Received): 5678

Quote:
[...] il progetto definitivo per il Polo dell’Architettura sarà esecutivo entro il 2020.[...] Entro settembre 2019 dovrebbe essere poi pubblicato il bando per i servizi di ingegneria e progettazione, per un valore di cinque milioni di euro, mentre i lavori (il costo stimato è attorno ai 40 milioni di euro) potrebbero slittare all’inizio del 2022.
(Repubblica)
__________________
.
fabrik no está en línea   Reply With Quote
Old May 20th, 2019, 09:26 AM   #176
fabrik
Registered User
 
Join Date: Jan 2005
Posts: 19,212
Likes (Received): 5678

Al Comune 12 milioni per avviare il restyling di Torino Esposizioni

ANDREA ROSSI
Quote:
[...] Il Comune [...] avrà a disposizione 12 milioni per cominciare la ristrutturazione di una porzione di Torino Esposizioni [...]. Merito dei fondi post olimpici [...] L’ultimo stralcio [...] approvato pochi giorni fa [...] serviranno a mettere in sicurezza il padiglione Agnelli [...] L’intenzione [...] è sistemare un edificio che strutturalmente ha bisogno di interventi radicali per potergli dare un uso temporaneo: fiere e mostre. Insomma, farlo tornare almeno ai livelli di due anni fa, ultima edizione di Paratissima a Torino Esposizioni. Un piccolo passo in avanti in attesa di tempi migliori e soprattutto di soldi, senza i quali il progetto di riqualificazione di Torino Esposizioni non può decollare. [...] Il Politecnico la sua parte l’ha fatta: ha stanziato 30 milioni per la parte di propria competenza e potrebbe partire con i lavori già il prossimo anno. Il problema, [...] risiede a Palazzo Civico: per la biblioteca, gli archivi e gli uffici servono 45 milioni; altri 5,5 sono necessari al Teatro Nuovo. La Città, di tasca propria, al momento non ha stanziato un euro o quasi, e nell’ultimo piano triennale delle opere pubbliche approvato con il bilancio del 2019, di Torino Esposizioni non c’è traccia. Difficile che arrivino altri fondi dalla gestione post olimpica; in ogni caso non sarebbero sufficienti. La speranza è un aiuto dal governo. [...]
(La Stampa)
__________________
.
fabrik no está en línea   Reply With Quote
Old July 13th, 2019, 07:29 PM   #177
fabrik
Registered User
 
Join Date: Jan 2005
Posts: 19,212
Likes (Received): 5678

CAMPUS ARCHITETTURA




Quote:
Il Campus Valentino, con la storica sede del Castello del Valentino e il complesso del Galileo Ferraris e di via Morgari, sarà oggetto di progettualità che determineranno la nascita di un vero e proprio insediamento metropolitano di valenza territoriale, interno al Parco del Valentino e affacciato sull’asse del Po.

Il Castello del Valentino è il nucleo storico del Campus. Originariamente "maison de plaisance" cinquecentesca, l'edificio fu trasformato da Maria Cristina di Francia a partire dal 1620-21, sotto la direzione di Carlo ed Amedeo di Castellamonte. Trasformato nel 1858 in sede di Esposizione Industriale, dal 1859 il Castello diventa sede della Regia Scuola di Applicazione per gli Ingegneri e, nel 1906, vede la nascita del Politecnico di Torino. Il Campus ora accoglie gli uffici dei Dipartimenti afferenti al campo dell’architettura, del design e del territorio, oltre ad aule e alle sale di rappresentanza, in cui ospitare convegni, mostre ed esposizioni.

Il Campus espande i suoi spazi nelle aule di Via Morgari e in alcuni spazi dell’Istituto Elettrotecnico Nazionale Galileo Ferraris, sviluppando un asse lungo il Parco del Valentino che si arricchirà, nei prossimi anni, degli interventi su Torino Esposizioni disegnando, con il nuovo uso del Padiglione 5 – il padiglione Morandi, ipogeo e dalla forte valenza storica, che sarà ampliato con aule e servizi anche sotterranei. Anche il Padiglione 3, sul retro di Torino Esposizioni, farà parte dell’intervento, contribuendo alla creazione di un campus di ampie proporzioni che permetterà di sviluppare al meglio didattica e ricerca in forme tradizionali e innovative, anche in sinergia con la nuova Biblioteca Civica prevista sotto la volta del padiglione 2 progettato da Pier Luigi Nervi.
http://www.masterplan.polito.it/scen...li_interventi2
__________________
.
fabrik no está en línea   Reply With Quote
Old July 13th, 2019, 07:35 PM   #178
fabrik
Registered User
 
Join Date: Jan 2005
Posts: 19,212
Likes (Received): 5678

TORINO ESPOSIZIONI


regions bank near me


Quote:
Il progetto del complesso Torino Esposizioni è un intervento di riqualificazione e restauro di uno spazio pubblico e culturale di somma importanza. L’intervento mira ad arricchire gli spazi del Campus Architettura e a creare una nuova Biblioteca Civica, ripensata secondo i più evoluti modelli europei. Arricchendo così non solo il Politecnico ma l’intero sistema universitario cittadino: collocato in posizione baricentrica nel sistema dei poli universitari metropolitano, tra il distretto umanistico (a Nord) e quello medico scientifico (a Sud), Torino Esposizioni si pone infatti come luogo ideale per l’incontro di studenti di tutte le sedi. Il Campus è perciò concepito come uno spazio aperto alla città e alla molteplicità dei suoi fruitori: cittadini, turisti, giovani, anziani, studenti di diversi atenei e famiglie.

Allo stesso tempo, il Politecnico di Torino intende da un lato riaggregare nel Campus Valentino gli spazi relativi alla didattica dei corsi di laurea in Architettura, Pianificazione e Design, che contano una popolazione studentesca di circa 3.500 presenze giornaliere. Nel Campus le aule, gli spazi collettivi e quelli di connettivo rappresenteranno un unico sistema di luoghi in cui si insegna, si studia, ci si incontra, si fa cultura. L’insegnamento del progetto potrà svolgersi in spazi flessibili nella dimensione e nell'allestimento: aule modulari, comunicanti e interconnesse.

Il processo di trasformazione di Torino Esposizioni parte con il “Masterplan Polo della Cultura e Campus dell’Architettura e del Design (Torino Esposizioni)”, a cura di Città di Torino - Politecnico di Torino, del 2014. Nel 2015 c’è stato l’avviso di gara con procedura ristretta e nel 2017 l’affidamento d’incarico all'RTP di ICIS S.r.l. con Rafael Moneo, Isolarchitetti S.r.l, Tecnimont Civil Construction S.p.a., Onleco S.r.l, Iren Servizi e Innovazione S.p.a, Giovanni Battista Quirico e Marta Colombo. Da qui nasce, nel 2018, un primo studio di fattibilità che esplora tre ipotesi rispetto all’uso degli spazi e delle opere necessarie. Nello Scenario A, è previsto un intervento sul Padiglione Morandi (senza ulteriori scavi) e su Padiglione 3B (piano terra e piano primo). Nello Scenario B è previsto un intervento sul Padiglione Morandi (solo scavo interrato) e su Padiglione 1 (piano terra, ammezzato e primo). Infine nello Scenario C è previsto un intervento sul Padiglione Morandi (con scavo laterale per liberare più spazi e scavo piano secondo interrato).

Il Masterplan Team ha poi dato alcune indicazioni di massima sull'organizzazione degli spazi della didattica innovativa, individuando una serie di case studio e best practices. Esplorando così Spazi flessibili (moduli, pareti mobili), Spazi "delimitati" (team work, meeting, workshop), Spazi per lezioni, auditorium, team work e approfondendo il tema delle Attrezzature (armadi, lavandini, materiali didattici, banchi mobili), delle Presentazioni e Organizzazione eventi, del Connettivo e della Socialità.
http://www.masterplan.polito.it/prog...no_esposizioni
__________________
.
fabrik no está en línea   Reply With Quote
Old July 18th, 2019, 12:15 PM   #179
dreaad
Torino è elettronica!!
 
dreaad's Avatar
 
Join Date: Nov 2004
Location: TORINO[X]
Posts: 26,794
Likes (Received): 3987

La Getty Foundation di Los Angeles: "Il padiglione Nervi di Torino Esposizioni tra i capolavori dell'architettura '900"

E assegna al Politecnico 200 mila dollari per studiarne nuovi utilizzi

https://torino.repubblica.it/cronaca...00_-231469818/
__________________
I TO
http://www.youtube.com/watch?v=sBiL2VLPmFo

«Torino è la città italiana in cui negli ultimi anni si è costruito di più, un processo che riguarda tutte le città post-industriali, destinate a diventare città del divertimento. Il modello, anche se non esplicito, è Las Vegas» (Giuseppe Culicchia)
dreaad no está en línea   Reply With Quote
Sponsored Links
Advertisement
 


Reply

Tags
torino

Thread Tools

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off



All times are GMT +2. The time now is 04:48 PM.


Powered by vBulletin® Version 3.8.11 Beta 4
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions Inc.
vBulletin Security provided by vBSecurity v2.2.2 (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2019 DragonByte Technologies Ltd.
Feedback Buttons provided by Advanced Post Thanks / Like (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2019 DragonByte Technologies Ltd.

SkyscraperCity ☆ In Urbanity We trust ☆ about us