CATANIA - Page 1358 - SkyscraperCity
 

forums map | news magazine | posting guidelines

Go Back   SkyscraperCity > European Forums > Forum Italiano > Discussioni locali > Sud e Isole

Sud e Isole Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna, Sicilia


Global Announcement

As a general reminder, please respect others and respect copyrights. Go here to familiarize yourself with our posting policy.


Reply

 
Thread Tools
Old July 11th, 2016, 02:04 PM   #27141
MercuryRevolution
Registered User
 
MercuryRevolution's Avatar
 
Join Date: Mar 2012
Posts: 181
Likes (Received): 135

Ma hanno completato di mettere i cordoli?
E' orrenda.
MercuryRevolution no está en línea   Reply With Quote
Sponsored Links
Advertisement
 
Old July 11th, 2016, 02:45 PM   #27142
picci88
Registered User
 
picci88's Avatar
 
Join Date: Mar 2009
Location: Milano
Posts: 625
Likes (Received): 110

Ma si può rintracciare il costo con le voci di capitolato di entrambe? Mi sembra strano che a parità di lunghezza (se non sbaglio) con un costo assimilabile (giusto?) la qualità sia così diversa.
__________________
Catania figghiozza do Patri Eternu
picci88 no está en línea   Reply With Quote
Old July 11th, 2016, 05:07 PM   #27143
Ducezio
Charlie Don't Surf User
 
Ducezio's Avatar
 
Join Date: Nov 2013
Location: Catania
Posts: 671
Likes (Received): 655

Quote:
Originally Posted by MercuryRevolution View Post
Ma hanno completato di mettere i cordoli?
E' orrenda.
No.
Però è stata inaugurata. L'importante è quello.

Quote:
Originally Posted by picci88 View Post
Ma si può rintracciare il costo con le voci di capitolato di entrambe? Mi sembra strano che a parità di lunghezza (se non sbaglio) con un costo assimilabile (giusto?) la qualità sia così diversa.
In realtà i costi non sono per niente assimilabili. Perché a parità di lunghezza (2 km) quella di Catania è costata molto più, 478mila euro, di quella di Marina di Ragusa, 250 mila.

Quote:
Originally Posted by brick84 View Post
A Marina di RG la pista ciclabile era in progetto da tempo, ben prima della giunta grillina che, semmai, ha il merito di averlo attuato.
Hanno solo il merito di averla realizzata.
Meglio le promesse elettorali, le finte scadenze, le voci di corridoio, i plastici e i vuoti annunci. O ancora i costosi aborti, come la pista ciclabile del sintoco bianco.

Last edited by Ducezio; July 11th, 2016 at 05:14 PM.
Ducezio no está en línea   Reply With Quote
Sponsored Links
Advertisement
 
Old July 11th, 2016, 11:16 PM   #27144
brick84
Registered User
 
brick84's Avatar
 
Join Date: Aug 2007
Posts: 47,330

A Catania la carta d'identità elettronica

Da agosto il documento sostitutivo del cartaceo. Il Comune: "Ripartiti dopo 4 anni di stop"


http://www.lasiciliaweb.it/articolo/...ta-elettronica
__________________
"Quello che facciamo per noi stessi,muore con noi quello che facciamo per gli altri e per il mondo rimane, ed e’ immortale" - Albert Pine.

Ponte sullo Stretto di Messina - Prima parte
Ponte sullo Stretto di Messina - Seconda parte
brick84 está en línea ahora   Reply With Quote
Old July 12th, 2016, 04:06 AM   #27145
jexx94
¿que vendrá después?
 
jexx94's Avatar
 
Join Date: Jun 2010
Location: wherever I want to be ;)
Posts: 1,532
Likes (Received): 103

Molto grazie per la informazione amico Sampei...
__________________
I've always thought that a perfect man is he who lives his dreams
jexx94 no está en línea   Reply With Quote
Old July 12th, 2016, 11:06 AM   #27146
alleggiu
Sono io!!
 
alleggiu's Avatar
 
Join Date: Jul 2006
Location: the most beautiful CT in the world
Posts: 3,571
Likes (Received): 663

Quote:
Originally Posted by brick84 View Post
A Catania la carta d'identità elettronica

Da agosto il documento sostitutivo del cartaceo. Il Comune: "Ripartiti dopo 4 anni di stop"


http://www.lasiciliaweb.it/articolo/...ta-elettronica
Io sono stato fortunato perché ce l'ho da 4 anni!
__________________
I LOVE MY CiTy
alleggiu no está en línea   Reply With Quote
Old July 13th, 2016, 08:14 PM   #27147
saveriolocastro
Registered User
 
Join Date: Apr 2013
Location: catania
Posts: 387
Likes (Received): 300

Quote:
Originally Posted by Ducezio View Post








Qualcuno dovrebbe prendere nota.

aldilà del colore diverso delle amministrazioni risulta evidente che dietro la pista ciclabile di ragusa c'è un progetto come si deve, la pista è stata "pensata" e successivamente realizzata come si conviene anche pensando all'estetica, tra l'altro li non si ci è limitati alla pista ma anche al lungomare (arredo urbano incluso). ed è proprio questo il problema della pista di catania, ho quasi l'impressione che si è proceduto senza un vero progetto, non è stato calcolato un numero sufficiente di cordoli, le fermate dell'autobus sembrano improvvisate, a qualche mese dall'inaugurazione c'hanno messo un dosso sopra , per non parlare che tutto il marciapiedi del lungomare necessita di manutenzione.
le aspettative della città erano alte, e sono state ampiamente disattese dando adito alle solite lamentele. personalmente credo che qualche mese in più di progettazione sarebbe stata utile.
tralasciando il fatto che l'appalto prevedeva di collegarla al viale kennedy, http://www.comune.catania.it/servizi...px?bando=66057mi sembra che la questione sia rimasta in sospeso..

la pista al lungomare adesso c'è, ma mi piacerebbe che la prossima volta si riparta da dei progetti degni di questo nome...
saveriolocastro no está en línea   Reply With Quote
Old July 14th, 2016, 06:13 PM   #27148
VulcanoEtna
Melior de cinere surgo
 
VulcanoEtna's Avatar
 
Join Date: May 2013
Location: Catania Palermo
Posts: 27
Likes (Received): 10

Non sono d'accordo

Non capisco che danno possa creare il sollevare un po' di sabbia , senza intaccare vegetazione o animali , dove un'esplosione sommitale sicuramente crea più danno , e la spazzatura lungo tutte le vie d'accesso al Vulcano sono vergognosamente piene dinmicrodiscariche? A me sembra adesso di esagerare , ci vuole un bilanciamento a tutto , altrimenti entriamo in un empass bstatico e non si crea più sviluppo , cosa che la pubblicizzazione del nostro Vulcano permette , che noi crediamo famoso , ci sentiamo al centro del mondo, ma io oggi che lavoro al nord Vi garantisco che siamo , come si direbbe dalle nostre parti , nuddhu ammiscatu cu nenti , ma purtroppo questa situazione cè la siamo creata noi , con anni di abbandono , scarse amministrazione , inquinamento , abusi edilizi dalle spiagge alla montagna , degrado delle città. Qui non è che la situazione sia rosea , il degrado ed anche tanto c'è pure al nord Italia , spazzatura nelle strade , pezzi di storia degradati ,ma almeno c'è un minimo di dignità , ed i servizi offerti sono ottimi , nonostante la natura non offre chissà cosa rispetto alla nostra Sicilia .
Quote:
Originally Posted by Wolf86 View Post
Scandaloso!!!!

Hanno deliberatamente violato il Parco dell'Etna... Durante le riprese, era stata anche mandata anche una pattuglia della Forestale per controllare che si attenessero alle regole: bassa velocità(20-30Km/h) e guida solo su sede stradale

La pattuglia non ha segnalato niente di irregolare...quindi

1) o la pattuglia mente..
2) hanno effettuato le riprese successivamente, all'oscuro delle autorità e al di fuori dei permessi concessi.

Sarebbe gravissimo, come al solito i crucchi, si dimostrano assai rispettosi delle regole...ma solo a casa loro!!




Etna, nuovo spot Audi violerebbe le autorizzazioni
Angelini: «In zona A non si passa neanche a piedi
»


Etna e motori. Un coppia vincente a livello di marketing, ma che crea qualche dubbio sul rispetto dell'ambiente e della normativa. Perché la montagna etnea, specie nelle sue quote sommitali, viene scelta spesso dalle case di auto e moto per i propri spot promozionali. Ma non sempre le immagini mostrano quello che i nulla osta ottenuti dalle autorità prescrivono. Autorizzazioni che, tra l'altro, secondo Aurelio Angelini, docente di Sociologia dell'ambiente e direttore Unesco Sicilia, sarebbero in ogni caso nulle. La questione torna di attualità dopo che l'Audi ha presentato la sua nuova auto A4 allroad con il trailer, pubblicato online, del video girato proprio sul vulcano a fine giugno. Tra derapate e accelerazioni - pare anche fuori dal percorso prestabilito - nonostante fosse prevista una «velocità molto moderata».


Video e foto sono state pubblicate sulla pagina Facebook ufficiale di Audi Italia tra il 29 e il 30 giugno e hanno subito attirato l'attenzione degli amanti della montagna etnea. In un post è la stessa casa automobilistica a rendere noto di avere provato l'auto - lunga quasi cinque metri, con un peso di 1600 chili e 272 cavalli di potenza - in un «percorso offroad (fuoristrada, ndr) per raggiungere l'osservatorio vulcanologico Etna Nord a 2850 metri di altitudine». In zona A del parco dell'Etna, cioè riserva integrale, patrimonio Unesco e Sic (sito di interesse comunitario). La richiesta di Audi viene avanzata a fine maggio 2016 e due settimane dopo, il 6 giugno, arriva il provvedimento dell'ente parco che autorizza sei mezzi, più due di supporto, ad accedere alla strada che da Piano Provenzana porta a Piano delle Concazze. «Nel pieno rispetto dell'habitat naturale, degli eventuali escursionisti presenti» e «con una velocità moderata e in assolute condizioni di sicurezza sia in salita che in discesa». Nulla osta rilasciato dopo le delibere dei Comuni in cui ricade la strada interessata: Castiglione di Sicilia e Linguaglossa.

Le riprese sono state autorizzate dal 28 al 30 giugno, dalle 9 alle 11. E a vigilare sono stati chiamati anche gli uomini della Forestale che pare abbiano raccomandato alle auto una velocità intorno ai 20-30 chilometri orari. Prescrizioni che, dal video diffuso online, sembrano non essere state rispettate, così come il percorso stabilito. «Ho disposto che una pattuglia vigilasse sulle riprese e, mentre era lì, non è successo niente di anomalo - risponde Gianluca Ferlito, comandante del nucleo operativo provinciale del Corpo forestale - Ma ho già disposto accertamenti e se, come sembra dalle immagini, emergeranno degli illeciti, applicheremo delle sanzioni». Una vigilanza che non è casuale. «Dopo il caso Peugeot siamo molto attenti», ammette Ferlito. Il riferimento è a un altro spot automobilistico, datato marzo 2015, che ha fatto discutere per le evoluzioni verso il cratere compiute dal campione di rally Paolo Andreucci, con qualche fuoripista in più rispetto all'ultimo caso.

In quell'occasione - così come risulta per Audi - pare che a mancare fosse la valutazione di incidenza ambientale, documento necessario per le attività da svolgere in un'area Sic. «Ma la zona A di un parco è una riserva integrale, non può passare nemmeno un umano», chiarisce Aurelio Angelini, docente di Sociologia dell'ambiente e direttore Unesco Sicilia. Un problema che si pone spesso anche per le escursioni. Secondo la legge regionale che istituisce parchi e riserve, in quell'area sono previste solo «attività scientifiche da parte di personale autorizzato - continua il professore - e, al massimo, attività sportive non invasive». Il tutto per tutelare «le specie che ci vivono e che non devono essere sottoposte ad alcun turbamento». «Noi abbiamo dato tutte le prescrizioni del caso, così come nelle altre occasioni - ribatte Tiziana Lucchesi, nuova direttrice dell'ente Parco dell'Etna - e se, come pare, non sono state rispettate, significa che in futuro dovremo essere più restrittivi e controllare di più». «Ma lì non può passare nessuno, a prescindere dalle autorizzazioni. Le leggi si applicano sempre - conclude Angelini -, Sicilia inclusa».
__________________

Tanus84 liked this post
VulcanoEtna no está en línea   Reply With Quote
Old July 14th, 2016, 09:33 PM   #27149
Gio512
Catania caput mundi
 
Gio512's Avatar
 
Join Date: Apr 2010
Location: Catania
Posts: 659
Likes (Received): 257

Quote:
Originally Posted by Rana Metropolitana View Post
La cosa scandalosa è che a me ricorda addirittura gli anni 50 ...
Quote:
Originally Posted by istant View Post
ma neanche a Fondachello costruiscono più degli obbrobri del genere!complimenti al geom. Rapicavoli per la sua grande vena artistica!

Al massimo una palazzina del genere la potrebbero fare in via gelso bianco,non in via etnea!!!

Almeno avessero scelto dei colori e delle finiture diciamo un pò più moderni,invece no,il solito noiosissimo giallino casa popolare style!
Quote:
Originally Posted by MercuryRevolution View Post
Sembra davvero un edilizia del passato
Quote:
Originally Posted by Ducezio View Post
Di un orrendo passato aggiungerei.
Magari fosse solo del passato.

Un aggettivo che userei è "nauseabonda"
Quote:
Originally Posted by simon79 View Post
Magari gli appartamenti saranno già venduti sulla carta. Ovviamente a gente di buon gusto....

Comunque, vedendo anche quei palazzacci attorno (ripeto), si fa presto a realizzare che oltre metà del patrimonio immobiliare del centro è da risanare.
Quote:
Originally Posted by topoestivo View Post
Dai, ha un gusto vintage, da edilizia popolare del ventennio fascista.
Quote:
Originally Posted by istant View Post
mi pare che il geometra si chiami Benito Rapicavoli.....
Quote:
Originally Posted by LorenzoCT View Post
Naaa... propenderei per l'edilizia economica degli anni '50-'60

O hanno rispolverato qualche vecchio progetto che ammuffiva nel cassetto da una trentina d'anni o hanno trovato provato a pasticciare con qualche tutorial di Autocad....
Ora io dico, hai un lotto di terreno sulla via Etnea, sicuramente fuori dalle aree sottoposte a vincolo... sforzati di fare qualcosa di più accattivante, osa con qualche soluzione più ardita... (avrei visto bene uno di questi palazzi recenti rivestiti tutti in travertino o similare) .... e no! Giallino e persiane da case a schiera in cooperativa...

Mi ricorda una ditta della quale non faccio il nome che nel giro di alcuni anni ha costruito in varie zone della città (Del Bosco, Duca Abruzzi, Orto Limoni, zona Galatioto, ecc, Nazionale per Acicastello) delle palazzine tutte simili: stessi infissi, stessi portoncini, stesso rivestimento in mattonelle di pietra, stessi balconi con parapetto in cemento...
Lieto di sapere di non esser l'unico a pensarla così!
Gio512 no está en línea   Reply With Quote
Old July 15th, 2016, 12:26 AM   #27150
brick84
Registered User
 
brick84's Avatar
 
Join Date: Aug 2007
Posts: 47,330

Catania, così cambierà il centro storico

Il sindaco Bianco presenta la variante al Prg: previsto il nuovo campus universitario, l'abbattimento della cintura del porto e la riqualificazioni edilizia delle aree degradate





CATANIA - "Si tratta di una vera e propria rivoluzione di rigenerazione urbana per Catania che darà lavoro al comparto dell'edilizia ma anche a tanti artigiani. E' un grande progetto per la città e sono contento che tutti lo abbiano a colto come un fatto positivo". Così il sindaco di Catania Enzo Bianco ha aperto la conferenza stampa di presentazione dello "studio di dettaglio delle tipologie edilizie in Centro Storico” in variante alle norme di attuazione del Piano Regolatore Generale.

Oltre al sindaco Bianco erano presenti l'assessore all'Urbanistica e al Decoro Urbano Salvo Di Salvo, la Soprintendente ai BB.CC. di Catania Maria Grazia Patanè, il Capo Genio Civile di Catania Gabriele Ragusa, Presidente della 4^ Commissione Consiliare "Urbanistica" Rosario Gelsomino, i consiglieri Nuccio Lombardo e Elisabetta Vanin, il Presidente della 1^ Circoscrizione Salvatore Romano; i rappresentanti di CISL - Filca Edilizia, CGIL - Fillea Edilizia, UIL - Fenea Edilizia, SICET, SUNIA, UNIAT; il presidente dell'Ordine degli Agronomi della Provincia di Catania Corrado Vigo, il presidente dell'Ordine Architetti della Provincia di Catania Giuseppe Scannella, il presidente dell'Ordine Regionale dei Geologi Giuseppe Collura, il presidente dell'Ordine dei Geometri della Provincia di Catania Paolo Nicolosi, il presidente dell'Ordine Ingegneri della Provincia di Catania Santi Cascone; il presidente di Ance Catania - Giuseppe Piana, i rappresentanti dell'Ente Scuola Edile di Catania, il Presidente Italia Nostra sezione Catania - Tania Paternò.

Con questa variante l'Amministrazione comunale utilizza la legge regionale 10 luglio 2015, n. 13, con la quale sono state promulgate le Norme per favorire il recupero del patrimonio edilizio di base dei centri storici, con la finalità di semplificare le procedure, favorire la valorizzazione e la rivitalizzazione economica e sociale dei centri storici, incentivare la rigenerazione delle aree urbane degradate. Un percorso iniziato nel mese di dicembre 2014 che è stato condiviso dall'amministrazione comunale con tutte le realtà competenti sul territorio attraverso tavoli, incontri, confronti, dibattiti che alla fine hanno condotto alla realizzazione di un studio condiviso.

"Alle parole seguono i fatti - ha dichiarato il sindaco Enzo Bianco -. Mi ero impegnato prima della mia elezione a sindaco a varare il nuovo regolamento edilizio che da sessanta anni Catania non aveva più, a fare una variante del centro storico della città e poi ad iniziare un percorso di città metropolitana con un Prg per tutto il suo territorio e infine il Prg della città di Catania. Oggi il secondo di questi impegni, la variante, è stato onorato. Abbiamo censito in questi mesi la quasi totalità degli immobili dei centri storici della città: di quello settecentesco, di quello ottocentesco, di quello novecentesco, di quello di San Giovanni Galermo, ed anche quello di zone degradate come San Cristoforo e piazza Palestro. Completato questo censimento abbiamo classificato gli immobili. Tutto questo comporta una rigenerazione urbana di straordinario livello, in piena sintonia con la Soprintendenza, il Genio Civile e gli ordini professionali".

"Quando fu varata la legge regionale - ha aggiunto Bianco - noi eravamo già in fase avanzata di progettazione perché avevamo anticipato i tempi. E infatti siamo in primi in Sicilia ad avere intrapreso questo percorso".

"Una rigenerazione senza cementificazione ma che punta alla qualità degli immobili, con il recupero del centro Storico - ha detto l'assessore Di Salvo -. Grazie alla partecipazione attiva di tutte le componenti sane della città si è potuto concretizzare un risultato importante. Gli uffici dell’Urbanistica hanno svolto un lavoro straordinario".

Nell'idea dell'Amministrazione il centro storico deve diventare propulsore economico, sociale e culturale e polo di attrazione turistica. Un centro che deve essere riconsegnato alla città divenendo sicuro, fruibile e abitabile in modo che i catanesi tornino ad occupare i circa 20 mila vani che da anni sono disabitati. Altro punto qualificante, vale in particolare per San Berillo, è che una volta definiti gli interventi di recupero degli edifici si passi ad una vera e propria rigenerazione sociale. "Un lavoro svolto in sinergia - ha dichiarato Grazia Patanè -, il metodo giusto per ottenere buoni risultati. Garantisco il mio impegno personale e quello della Soprintendenza affinché si cambi passo rispetto al passato, non consentirò ritardi o comportamenti che possano rallentare qualsiasi cosa già fatta".

"Il Genio Civile - ha aggiunto l'ingegnere Ragusa - è e sarà sempre a fianco dell'amministrazione comunale in particolare in questi momenti di grande importanza". Plauso e soddisfazione è stata espressa dagli ordini professionali, in particolare con le parole dell'ingegnere Santi Cascone che ha espresso "grande apprezzamento per il lavoro svolto dall'amministrazione comunale" ed ha sottolineato l'esigenza di coniugare la salvaguardia del centro storico con la normale attività quotidiana "unendo la conservazione della memoria storia alla sicurezza sismica".

Il sindaco Bianco ha poi ricordato che le due grandi strutture ospedaliere presenti nel centro storico, il Vittorio Emanuele e il Santa Marta, diverranno rispettivamente il più grande campus universitario del Meridione d'Italia e un importante centro di servizi sociali; per il Santa Marta si prevede l'abbattimento dell'opera in cemento che da anni copre l'edificio storico. Altro importante aspetto del progetto generale sarà l'abbattimento del muro doganale e dunque la completa apertura del porto alla Città.

I DETTAGLI. Con legge regionale 10 luglio 2015, n.13, sono state promulgate le Norme per favorire il recupero del patrimonio edilizio di base dei centri storici, con la finalità di semplificare le procedure riguardanti il recupero del patrimonio edilizio esistente, favorire la valorizzazione e la rivitalizzazione economica e sociale dei centri storici, incentivare la rigenerazione delle aree urbane degradate. La legge 13/2015 definisce le diverse tipologie edilizie presenti nel centri storici siciliani in relazione ai loro caratteri architettonici, dimensionali e strutturali, individuando, in via esemplificativa, otto tipologie: edifici qualificati – tipologie Tc, Td; edifici monumentali – tipologie Te, Tf; edifici non qualificati Ta, Tb, Tg, Th. La stessa legge prescrive che i comuni individuino, in maniera oggettiva, con apposito Studio di dettaglio, con effetti costitutivi, l’appartenenza degli edifici alle suddette tipologie edilizie.

Ad ogni tipologia edilizia la legge fa corrispondere gli interventi ammessi, manutenzioni, ristrutturazioni o sostituzioni, consentendo quest’ultima, con demolizione e ricostruzione, esclusivamente per gli edifici non qualificati: Ta, Tb, Tg, Th. Lo Studio di dettaglio deve essere approvato con deliberazione del consiglio comunale, previo parere reso in conferenza di servizi, dalla Soprintendenza e dall’Ufficio del Genio Civile.

Il centro storico di Catania – zona omogenea “A” - è composto da quattro sottozone denominate “A”, “B”, “A1”, e San Cristoforo che sono ampie rispettivamente 241 ettari la Zona "A", 40 la "B", 49 la "A1" S.G. Galermo e 26 San Cristoforo. Stante la grandissima estensione del centro storico di Catania e l’elevatissimo numero di unità edilizie da esaminare (circa 6.000) è stata intanto predisposto uno stralcio dello Studio di dettaglio previsto dalla l.r. 13/2015 relativo solo alle zone denominate “A” e “B” del P.R.G. vigente. Lo Studio relativo alla zona di San Giovanni Galermo e San Cristoforo è in corso di predisposizione. Lo Studio di dettaglio già predisposto, a seguito di attenta ricognizione e verifica di tutti gli isolati e dei singoli immobili (5487), e trasmesso al consiglio comunale, previa acquisizione dei pareri previsti, cataloga gli edifici come richiesto dalla L.r. 13/15: 3.399 edifici qualificati – tipologie Tc, Td pari al 62% del totale; 264 edifici monumentali –tipologie Te, Tf n. 264 pari al 5%; 1651 gli edifici non qualificati Ta, Tb, Tg, Th, pari al 30%.

Il 67% degli edifici risulta qualificato o monumentale proprio perché il centro storico di Catania, grazie alle norme restrittive finora vigenti, risulta particolarmente integro, motivo per cui l’Unesco lo ha dichiarato Patrimonio dell'umanità, per la qualità del tessuto urbanistico e del patrimonio edilizio che per loro omogeneità, effetto della contemporanea ricostruzione dopo il terremoto, rappresentano un’eccezionale testimonianza culturale. Tuttavia gli edifici non qualificati sostituibili, dopo l’approvazione dello Studio, risultano comunque una quantità (quasi il 30%) rilevante, in particolare in termini di volumetrie pari a circa 3.630.000 di mc, e capace di attivare meccanismi rigenerativi del nostro centro storico e di innescare processi economici apprezzabili. Inoltre lo Studio di dettaglio, individua le parti delle zone “A” e “B” di P.R.G. interessate da degrado da riqualificare mediante interventi di ristrutturazione urbanistica.
http://www.lasiciliaweb.it/articolo/...centro-storico
__________________
"Quello che facciamo per noi stessi,muore con noi quello che facciamo per gli altri e per il mondo rimane, ed e’ immortale" - Albert Pine.

Ponte sullo Stretto di Messina - Prima parte
Ponte sullo Stretto di Messina - Seconda parte

Gio512, deadp0et, adslblu, sEdivad liked this post
brick84 está en línea ahora   Reply With Quote
Old July 15th, 2016, 01:15 AM   #27151
Gio512
Catania caput mundi
 
Gio512's Avatar
 
Join Date: Apr 2010
Location: Catania
Posts: 659
Likes (Received): 257

Sarebbe bellissimo se quanto esposto nell'articolo trovasse concreta applicazione.
__________________

deadp0et, brick84 liked this post
Gio512 no está en línea   Reply With Quote
Old July 15th, 2016, 07:58 PM   #27152
deadp0et
Pinkfloyder
 
deadp0et's Avatar
 
Join Date: Aug 2007
Location: Chinatown, Catania
Posts: 2,435
Likes (Received): 814

TARI (domanda per tutti i residenti nel Comune di CT)

Ragazzi ma voi il bollettino di pagamento della TARI l'avete già ricevuto?

Perché io (zona piazza Carlo Alberto) ancora no. Mi chiedevo se in giro è già arrivata...
deadp0et no está en línea   Reply With Quote
Old July 16th, 2016, 10:23 AM   #27153
Hecmar
Registered User
 
Hecmar's Avatar
 
Join Date: Oct 2007
Location: Catania
Posts: 2,404
Likes (Received): 891

Il saldo della TARI dovrebbe essere pagato a settembre . Ad oggi non ho ricevuto il bollettino postale del Comune.
Hecmar no está en línea   Reply With Quote
Old July 16th, 2016, 12:30 PM   #27154
deadp0et
Pinkfloyder
 
deadp0et's Avatar
 
Join Date: Aug 2007
Location: Chinatown, Catania
Posts: 2,435
Likes (Received): 814

Quote:
Originally Posted by Hecmar View Post
Il saldo della TARI dovrebbe essere pagato a settembre . Ad oggi non ho ricevuto il bollettino postale del Comune.
Ma io parlavo dell'acconto...
deadp0et no está en línea   Reply With Quote
Old July 17th, 2016, 08:34 AM   #27155
Hecmar
Registered User
 
Hecmar's Avatar
 
Join Date: Oct 2007
Location: Catania
Posts: 2,404
Likes (Received): 891

Quote:
Originally Posted by deadp0et View Post
Ma io parlavo dell'acconto...
L'acconto TARI l'ho pagato in unica soluzione (con bollettino postale precompilato dal Comune) nel mese di marzo 2016. L'acconto poteva essere rateizzato.
Hecmar no está en línea   Reply With Quote
Old July 17th, 2016, 11:16 AM   #27156
deadp0et
Pinkfloyder
 
deadp0et's Avatar
 
Join Date: Aug 2007
Location: Chinatown, Catania
Posts: 2,435
Likes (Received): 814

Quote:
Originally Posted by Hecmar View Post
L'acconto TARI l'ho pagato in unica soluzione (con bollettino postale precompilato dal Comune) nel mese di marzo 2016. L'acconto poteva essere rateizzato.
Minchia sono in leggero ritardo allora...
deadp0et no está en línea   Reply With Quote
Old July 18th, 2016, 11:37 PM   #27157
Metrolavico
Registered User
 
Join Date: Dec 2014
Posts: 374
Likes (Received): 260

Ma qualcuno ha informazioni circa l'interporto? Non si è saputo più nulla, non ho capito nemmeno se è in minima parte in funzione
Metrolavico no está en línea   Reply With Quote
Old July 20th, 2016, 05:44 PM   #27158
brick84
Registered User
 
brick84's Avatar
 
Join Date: Aug 2007
Posts: 47,330

Quote:
Originally Posted by Metrolavico View Post
Ma qualcuno ha informazioni circa l'interporto? Non si è saputo più nulla, non ho capito nemmeno se è in minima parte in funzione
--> https://www.skyscrapercity.com/showpo...postcount=3199
__________________
"Quello che facciamo per noi stessi,muore con noi quello che facciamo per gli altri e per il mondo rimane, ed e’ immortale" - Albert Pine.

Ponte sullo Stretto di Messina - Prima parte
Ponte sullo Stretto di Messina - Seconda parte
brick84 está en línea ahora   Reply With Quote
Old July 20th, 2016, 09:48 PM   #27159
Rana Metropolitana
Registered User
 
Rana Metropolitana's Avatar
 
Join Date: May 2007
Location: Italy
Posts: 1,556
Likes (Received): 831

Basterebbe un po' di verde...

https://www.facebook.com/CentroStoricoPedonale/?fref=nf

__________________

roberto159, Euplio liked this post
Rana Metropolitana no está en línea   Reply With Quote
Old July 21st, 2016, 01:11 PM   #27160
alleggiu
Sono io!!
 
alleggiu's Avatar
 
Join Date: Jul 2006
Location: the most beautiful CT in the world
Posts: 3,571
Likes (Received): 663

Le due nuove attrazioni acquatiche di Etnaland:

Colossum
https://www.youtube.com/watch?v=pwjXZLjHE-Y

Super Red Cannon
https://www.youtube.com/watch?v=zQFxqxUdLpw
__________________
I LOVE MY CiTy
alleggiu no está en línea   Reply With Quote
Sponsored Links
Advertisement
 


Reply

Tags
area metropolitana, catania, italia, italy, metropolitana, progetti, projects, sicilia, sicily

Thread Tools

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off



All times are GMT +2. The time now is 10:55 AM.


Powered by vBulletin® Version 3.8.11 Beta 4
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions Inc.
vBulletin Security provided by vBSecurity v2.2.2 (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2019 DragonByte Technologies Ltd.
Feedback Buttons provided by Advanced Post Thanks / Like (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2019 DragonByte Technologies Ltd.

SkyscraperCity ☆ In Urbanity We trust ☆ about us