PALERMO - Page 1868 - SkyscraperCity
 

forums map | news magazine | posting guidelines

Go Back   SkyscraperCity > European Forums > Forum Italiano > Discussioni locali > Sud e Isole

Sud e Isole Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna, Sicilia


Global Announcement

As a general reminder, please respect others and respect copyrights. Go here to familiarize yourself with our posting policy.


Reply

 
Thread Tools
Old December 9th, 2019, 01:09 PM   #37341
stigghiolaro
Moderator
 
stigghiolaro's Avatar
 
Join Date: Jun 2007
Location: Palermo/Pistoia
Posts: 12,885
Likes (Received): 2774

Quote:
Originally Posted by peppe2994 View Post
Beh, certo. Chiedere una cosa fatta bene fin da subito è un impegno troppo grande per l'amministrazione...
Mancano anche altre possibilità di pagamento, così come non si possono acquistare gli abbinamenti.

C'è n'è di lavoro da fare. Anzi che si può acquistare il carnet da 20 biglietti.
Magari diciamo che la colpa è di AMAT, perchè sinceramente non ce lo vedo Orlando o il consiglio comunale a programmare un'app per smartphone...
__________________
Il paradiso lo preferisco per il clima, l'inferno per la compagnia - Mark Twain
stigghiolaro no está en línea   Reply With Quote
Sponsored Links
Advertisement
 
Old December 9th, 2019, 03:59 PM   #37342
kutra
Registered User
 
kutra's Avatar
 
Join Date: Sep 2015
Location: Palermo
Posts: 564
Likes (Received): 838

Senza volerlo ho avuto la necessità di spostarmi prima di pranzo verso un'area con zona blu. Ho testato la app, confermo che non salva i dati della carta, e questo effettivamente è un po fastidioso.
Ma tutto il resto va alla grande: selezioni l'area tariffaria (P1, P2, etc) e avvii la sosta, al ritorno accedi nuovamente e interrompi la sosta. Ti viene scalato il credito residuo e il dettaglio della sosta resta nello storico.
kutra no está en línea   Reply With Quote
Old December 10th, 2019, 12:20 AM   #37343
renard78
Registered User
 
Join Date: Dec 2010
Posts: 3,335
Likes (Received): 2071

ZTL serale dal 10 gennaio.

Link
renard78 no está en línea   Reply With Quote
Old December 10th, 2019, 12:49 AM   #37344
huge
Asymmetric poster
 
huge's Avatar
 
Join Date: Nov 2008
Location: Palermo-L'Ondhon (Ondra)
Posts: 14,189
Likes (Received): 7062

Quote:
Originally Posted by stigghiolaro View Post
Magari diciamo che la colpa è di AMAT, perchè sinceramente non ce lo vedo Orlando o il consiglio comunale a programmare un'app per smartphone...
Quindi dici che l'amministratore di AMAT non sia bravo a programmare?
__________________
Evviva Santo Patrono Huge il Siculo, siculo protettore delle attvita' illecite di cosa sicula (cit.)

U viri cà si bbestia!

Ultimi aggiornamenti fotografici: ilpassantedipalermo.wordpress.com
huge no está en línea   Reply With Quote
Old December 10th, 2019, 11:05 AM   #37345
stigghiolaro
Moderator
 
stigghiolaro's Avatar
 
Join Date: Jun 2007
Location: Palermo/Pistoia
Posts: 12,885
Likes (Received): 2774

Quote:
Originally Posted by huge View Post
Quindi dici che l'amministratore di AMAT non sia bravo a programmare?
Non ce lo vedo nemmeno a lui sinceramente.
__________________
Il paradiso lo preferisco per il clima, l'inferno per la compagnia - Mark Twain
stigghiolaro no está en línea   Reply With Quote
Old December 10th, 2019, 12:39 PM   #37346
giovannimi1976
Registered User
 
giovannimi1976's Avatar
 
Join Date: Apr 2007
Location: Bagheria
Posts: 18,617
Likes (Received): 7400

Altre buone notizie sul fronte sanità...

PREVISTI CINQUE DIPARTIMENTI CLINICI
Ismett2 di Carini, Musumeci e Razza volano a Pittsburgh per preparare il polo d’eccellenza
di Redazione

10 Dicembre 2019

Sarà il primo grande cluster in grado di coniugare ricerca e immediata applicazione in ambito clinico, l’unico Polo d’eccellenza del Sud Europa che sorgerà a Carini grazie all’azione del governo regionale. La struttura avrà una capacità di 250 posti letto e si integrerà – ricalcando esattamente il modello americano – con il Centro Rimed i cui lavori per la costruzione saranno avviati già nel prossimo gennaio, seguendo una preciso crono-programma.

In quest’ottica si inquadra la visita a Pittsburgh del presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci e dell’assessore alla Salute, Ruggero Razza. Nella città americana, gli esponenti del governo hanno incontrato i vertici di Upmc (il Centro medico dell’università americana che si occupa dello sviluppo e gestione degli ospedali e degli istituti di medicina in Pennysilvania e nel mondo) per prendere visione, in alcuni ospedali statunitensi, del modello che verrà replicato in Sicilia all’interno dell’Imett2. Nel cluster di Carini, infatti, verranno realizzati cinque dipartimenti clinici: Patologie e trapianti cardiotoracici, Patologie e trapianti addominali adulti e pediatrici, Neuroscienze, Patologie muscolo scheletriche e Oncologia.

A ricevere la delegazione siciliana, il presidente Jeffrey Romoff, il vice Chuck Bogosta e il direttore Bruno Gridelli, questi ultimi già ospiti del presidente Musumeci, a Palazzo Orleans, nel giugno scorso, in occasione della firma del protocollo d’intesa con i rettori delle università dell’Isola. Quella della formazione, è una delle componenti previste nel rinnovo del partenariato (stipulato un anno fa) che legherà tutti gli attori coinvolti fino al 2028.

L’obiettivo comune, ribadito anche in occasione della visita del presidente Musumeci negli Usa, è quello di stringere i tempi al massimo affinché la fase di progettazione esecutiva dell’Ismett2 venga avviata per operare in continuità con il cantiere di Rimed, i cui lavori di costruzione sono stati affidati proprio nei giorni scorsi. Per Ismett2, la Regione Siciliana ha stanziato 156milioni di euro a cui si aggiungono ulteriori 20milioni di euro a carico della parte privata. Secondo le stime, l’investimento complessivo, con le opere di completamento per viabilità e trasporti, supererà il valore di 500 milioni di euro.

“La due giorni di Pittsburgh e l’incontro con il presidente Romoff – evidenzia il governatore Musumeci – ci lasciano la speranza che si possa procedere a un unico cantiere che coinvolga sia Rimed che Ismett2. C’è stato un diffuso apprezzamento per la tabella di marcia proposta dal governo siciliano e siamo pronti a un ulteriore incontro da tenere in gennaio. Sono questi grandi investimenti che consentono al nostro sistema-Regione di invertire la tendenza nella crescita economica. Ovviamente non abbiamo parlato solo di Rimed e Ismett. Allo studio ci sono anche altre iniziative, ma è presto per parlarne. La Sicilia può diventare protagonista nel Mediterraneo e ho colto in questo una visione comune con Romoff e Bogosta“.

Nel corso dell’incontro a Pittsburgh, a cui ha preso parte anche il direttore di Ismett, Angelo Luca, si è discusso del processo di riutilizzo dell’attuale sede che si trova all’interno dell’ospedale Civico di Palermo. La piena funzionalità del nuovo cluster Ismett-Rimed prevederà una dotazione organica di milleduecento risorse umane di Ismett (che già oggi conta 864 dipendenti) e seicento unità (di cui cinquecento ricercatori) di Rimed. E’ stato stimato, inoltre, che la struttura di Carini sarà in grado di generare altri duemila posti di lavoro dell’indotto e di migliorare il saldo della mobilità passiva per oltre cinquanta milioni di euro.

Musumeci e Razza hanno incontrato, tra gli altri, anche Robert Friedlander, il luminare della neurochirurgia che conduce il team che ha realizzato il braccio meccanico che si muove con il pensiero e Freddie Fu, che guida lo Sport medicine center, noto perché ha curato molti altleti, in ultimo il calciatore Zlatan Ibrahimovic.

Tra gli altri obiettivi, va ricordata la formazione di figure professionali che operano in Sicilia nel settore della salute, della ricerca biomedica, delle biotecnologie e della gestione ospedaliera che verrà attuata in sinergia con le università dell’Isola. Di fatto, a Carini, nascerà un vero e proprio cluster scientifico, rafforzando e consolidando quindi le attività cliniche e di ricerca. Proprio lo scorso 20 dicembre, la Regione ha rinnovato il rapporto di Partenariato con Upmc, Arnas Civico, Fondazione Rimed e Ismett. L’Accordo-quadro ha durata di dieci anni (2019-2028) per un valore complessivo di un miliardo di euro.

LA SCHEDA
ISMETT

Istituto nato nel 1997 da un progetto di sperimentazione gestionale tra Regione Siciliana, ospedali Cervello e Civico e Upmc. La proprietà dell’Istituto è oggi detenuta al 55 per cento dalla Regione Siciliana e per la restante parte dal socio privato, Upmc 42 per cento e Rimed 3 per cento.

FONDAZIONE RIMED

Fondazione costituita nel 2006 a seguito di un accordo siglato tra la presidenza del Consiglio dei ministri, Regione Siciliana, Upmc, Cnr, e Università di Pittsburgh. Scopo della Fondazione è promuovere programmi di ricerca nel campo della biotecnologie. La Fondazione ha programmato la costruzione su Carini di una sua nuova sede, che ha ricevuto un finanziamento dal governo centrale di circa 300 milioni di euro e per la quale a breve si avvieranno i lavori.

ISMETT II

Nuovo ospedale, in sostituzione dell’attuale sede, che si integrerà con la nuova sede Rimed presso lo stesso sito a Carini. La gestione sarà intestata alla partnership pubblico-privata tra la Regione Siciliana e Upmc.

IL CLUSTER DI CARINI

Il sito individuato per la realizzazione è nel territorio del Comune di Carini (circa 30mila metri quadrati), in una posizione strategica per i trasporti e l’accessibilità (pochi chilometri dall’aeroporto e dall’autostrada A29 Palermo-Trapani). Il Centro Rimed svilupperà un volume di circa 170mila metri cubi cui si aggiungerà la struttura dell’Ismett II (pari a 158mila metri cubi). I dipartimenti clinici saranno: Patologie e trapianti cardiotoracici; Patologie e trapianti addominali adulti e pediatrici; Neuroscienze; Patologie muscolo-scheletriche; Oncologia.

I posti letto (250) saranno distribuiti: 210 per ricovero ordinario, 20 per ricovero in day hospital e 20 per attività di riabilitazione. La dotazione organica del Cluster si prevede sommerà le 1.200 risorse umane di Ismett (che già oggi conta 864 dipendenti) e le 600 (di cui 500 ricercatori) di Rimed. E’ stato stimato, inoltre, che il Cluster Ismett-Rimed sarà in grado di generare altri duemila posti di lavoro dell’indotto, di migliorare il saldo della mobilità passiva di 50 milioni di euro, senza contare il valore prodotto dal trasferimento della proprietà intellettuale dei prodotti della ricerca, dei nuovi brevetti e delle nuove start up che il processo necessariamente farà nascere.

VALORE INVESTIMENTO

La Regione ha stanziato, a gravare sui fondi dell’articolo 20 legge 67\88, 156 milioni di euro, cui si aggiungono ulteriori venti milioni a carico della parte privata. Se sommiamo i trecento milioni del nuovo Centro Rimed, l’investimento complessivo, con le opere di completamento relative a viabilità e trasporti, supererà il valore di cinquecento milioni di euro.

RINNOVO ACCORDO QUADRO

Il 20 dicembre 2018 la Regione ha rinnovato il rapporto di partenariato con Upmc, Arnas Civico, Fondazione Rimed e Ismett. L’Accordo quadro ha durata di dieci anni per gli anni 2019-2028, con un valore complessivo di un miliardo di euro, tramite l’impegno della Regione di corrispondere a Ismett 100 milioni di euro ogni anno per lo svolgimento delle relative attività cliniche. Previsto l’aumento dei posti letto di quasi il 50 per cento (da 78 a 114) e almeno il 3 per cento del budget dovrà essere destinato alla formazione del personale sanitario regionale.

https://www.ilsicilia.it/ismett2-di-...b-A4-KSH4PglZQ
__________________

peppe2994 liked this post
giovannimi1976 no está en línea   Reply With Quote
Old December 10th, 2019, 04:58 PM   #37347
myth0s
sentinelese
 
myth0s's Avatar
 
Join Date: Jul 2013
Posts: 1,459
Likes (Received): 683





__________________
i.ibb.co/QDHQ9QS/2.jpg
myth0s no está en línea   Reply With Quote
Old December 10th, 2019, 06:14 PM   #37348
giovannimi1976
Registered User
 
giovannimi1976's Avatar
 
Join Date: Apr 2007
Location: Bagheria
Posts: 18,617
Likes (Received): 7400

Andamento della RD a Palermo negli ultimi anni..Il 2019?..

html image hosting
giovannimi1976 no está en línea   Reply With Quote
Old December 11th, 2019, 09:35 AM   #37349
renard78
Registered User
 
Join Date: Dec 2010
Posts: 3,335
Likes (Received): 2071

Quote:
Originally Posted by stigghiolaro View Post
La cacca dei cani, regolarmente chiusa nei sacchetti usa e getta, va proprio nei cestini.
Ti sbagli. Intervista a Norata, presidente RAP:

« Basta, togliamoli — dice Giuseppe Norata, amministratore unico della Rap — non assolvono alla loro funzione. Dovrebbero accogliere il tovagliolo del gelato, l’involucro della caramella, il fazzoletto di carta: gettare altro è improprio e sanzionabile » . Ecco perché le squadre della Rap, per svuotare i cestini, impiegano molto tempo. « Se in un itinerario devono esserne ripuliti 50 — dice Norata — arriviamo a svuotarne 30, preferendo alleggerirli un po’ tutti, visto che spesso non arriviamo a svuotarli. Non è un disservizio attribuibile all’operatore, ma all’inciviltà della gente. In tanti gettano nei cestini gli escrementi dei cani: invece andrebbero portati a casa e aggiunti all’indifferenziato. La gente non sa usare i cestini gettacarte. Ribadisco: meglio toglierli. Sono soltanto ricettacolo di discariche abusive. Vuol dire che chi produce rifiuti per strada li porterà a casa, mentre i turisti utilizzeranno i cestini messi a disposizione da bar e gelaterie».

Link
renard78 no está en línea   Reply With Quote
Old December 11th, 2019, 04:11 PM   #37350
stigghiolaro
Moderator
 
stigghiolaro's Avatar
 
Join Date: Jun 2007
Location: Palermo/Pistoia
Posts: 12,885
Likes (Received): 2774

Quote:
Originally Posted by renard78 View Post
Ti sbagli. Intervista a Norata, presidente RAP:

« Basta, togliamoli — dice Giuseppe Norata, amministratore unico della Rap — non assolvono alla loro funzione. Dovrebbero accogliere il tovagliolo del gelato, l’involucro della caramella, il fazzoletto di carta: gettare altro è improprio e sanzionabile » . Ecco perché le squadre della Rap, per svuotare i cestini, impiegano molto tempo. « Se in un itinerario devono esserne ripuliti 50 — dice Norata — arriviamo a svuotarne 30, preferendo alleggerirli un po’ tutti, visto che spesso non arriviamo a svuotarli. Non è un disservizio attribuibile all’operatore, ma all’inciviltà della gente. In tanti gettano nei cestini gli escrementi dei cani: invece andrebbero portati a casa e aggiunti all’indifferenziato. La gente non sa usare i cestini gettacarte. Ribadisco: meglio toglierli. Sono soltanto ricettacolo di discariche abusive. Vuol dire che chi produce rifiuti per strada li porterà a casa, mentre i turisti utilizzeranno i cestini messi a disposizione da bar e gelaterie».

Link
E permettimi ha detto una cagata mostruosa. La cacca dentro il saccetto è sigillata, andrebbe gettata nei cestini dedicati che non ci sono. In mancanza li getto nei cestini, e mi faccia vedere l'ordinanza comunale che dice il contrario, perchè l'intervista non vale da ordinanza. Al momento l'ordinanza prescrive unicamente di portare con se paletta/sacchetti per raccogliere le feci e di raccoglierle.

Portare a casa feci raccolte per strada è una buffonata, con un cane di grossa taglia vorrebbe dire 3 sacchetti di cacca al giorno (anche di più), per 2 settimane (la distanza tra un giorno e l'altro del differenziato) vuol dire oltre 40 cacche di cane, il che creerebbe in un appartamente un problema, SERIO, di igiene e sanità.

Ma tanto, come detto, ha solo detto una cazzata.
__________________
Il paradiso lo preferisco per il clima, l'inferno per la compagnia - Mark Twain
stigghiolaro no está en línea   Reply With Quote
Old December 11th, 2019, 04:30 PM   #37351
giovannimi1976
Registered User
 
giovannimi1976's Avatar
 
Join Date: Apr 2007
Location: Bagheria
Posts: 18,617
Likes (Received): 7400

Quote:
Originally Posted by stigghiolaro View Post
E permettimi ha detto una cagata mostruosa. La cacca dentro il saccetto è sigillata, andrebbe gettata nei cestini dedicati che non ci sono. In mancanza li getto nei cestini, e mi faccia vedere l'ordinanza comunale che dice il contrario, perchè l'intervista non vale da ordinanza. Al momento l'ordinanza prescrive unicamente di portare con se paletta/sacchetti per raccogliere le feci e di raccoglierle.

Portare a casa feci raccolte per strada è una buffonata, con un cane di grossa taglia vorrebbe dire 3 sacchetti di cacca al giorno (anche di più), per 2 settimane (la distanza tra un giorno e l'altro del differenziato) vuol dire oltre 40 cacche di cane, il che creerebbe in un appartamente un problema, SERIO, di igiene e sanità.

Ma tanto, come detto, ha solo detto una cazzata.
Condivido. Stando così la situazione dei cestini, effettivamente non vedo perché dovrebbe essere proibito gettarvi la cacca di cani chiusa. Se tu ancora nel 2020 predisponi un cestino unico, invece dei cestini per la differenziata, come iniziano a vedersene un po' ovunque ( ad altre latitudini a dire il vero) è normale che sei cosciente che ciò che ci finirà dentro verrà ad essere indifferenziato..Mettimi invece qualcosa del genere:



o del genere:


A questo punto si può sanzionare chi non getta la cacca di cani nell'organico, la bottiglietta dell'acqua nella plastica, il pacchetto di sigarette nella carta..
giovannimi1976 no está en línea   Reply With Quote
Old December 12th, 2019, 12:11 PM   #37352
renard78
Registered User
 
Join Date: Dec 2010
Posts: 3,335
Likes (Received): 2071

Quote:
Originally Posted by stigghiolaro View Post
E permettimi ha detto una cagata mostruosa. La cacca dentro il saccetto è sigillata, andrebbe gettata nei cestini dedicati che non ci sono. In mancanza li getto nei cestini, e mi faccia vedere l'ordinanza comunale che dice il contrario, perchè l'intervista non vale da ordinanza. Al momento l'ordinanza prescrive unicamente di portare con se paletta/sacchetti per raccogliere le feci e di raccoglierle.



Portare a casa feci raccolte per strada è una buffonata, con un cane di grossa taglia vorrebbe dire 3 sacchetti di cacca al giorno (anche di più), per 2 settimane (la distanza tra un giorno e l'altro del differenziato) vuol dire oltre 40 cacche di cane, il che creerebbe in un appartamente un problema, SERIO, di igiene e sanità.



Ma tanto, come detto, ha solo detto una cazzata.
Perché se hai neonati che fai, non devi tenere i pannolini per giorni a casa? I cestini sono getta carta, se ci butti organico d'estate soprattutto hai presente gli odori e l'infrazione di insetti e scarafaggi?
renard78 no está en línea   Reply With Quote
Old December 12th, 2019, 12:28 PM   #37353
stigghiolaro
Moderator
 
stigghiolaro's Avatar
 
Join Date: Jun 2007
Location: Palermo/Pistoia
Posts: 12,885
Likes (Received): 2774

Quote:
Originally Posted by renard78 View Post
Perché se hai neonati che fai, non devi tenere i pannolini per giorni a casa? I cestini sono getta carta, se ci butti organico d'estate soprattutto hai presente gli odori e l'infrazione di insetti e scarafaggi?
No, se hai neonati/anziani esiste un servizio di raccolta pannolini:

Rap precisa di aver attivato un servizio dedicato ai cittadini per la raccolta mirata di pannoloni e pannolini dando la massima attenzione alle famiglie, agli anziani e ai bambini. “Per attivarlo basta richiederlo a Rap anche via mail ( [email protected]) indicando tutti i riferimenti ( esempio vie civico, contatti).

Io ho entrambe le cose a casa, bambino con pannolini e cane. I pannolini li chiudi e li butti nel mangiapannolini, mica raccogli la cacca del bambino dal marciapiede e te la riporti in abitazione. Odori, con i sacchetti sigillati e svuotamento regolare (1 volta a settimana) non se ne sente e nemmeno scarafagi. Non parliamo di organico. L'alternativa è posizionare cestini per feci di animali quasi ad ogni angolo, in mancanza di quelli il signor Norata si attacca... al tram.
__________________
Il paradiso lo preferisco per il clima, l'inferno per la compagnia - Mark Twain
stigghiolaro no está en línea   Reply With Quote
Old December 12th, 2019, 01:38 PM   #37354
renard78
Registered User
 
Join Date: Dec 2010
Posts: 3,335
Likes (Received): 2071

Pare finalmente in dirittura d'arrivo il regolamento sui dehors.


Palermo, niente più musica e tv nei dehors. Ecco la bozza dell'accordo, oggi il voto

Le pedane di legno e gli ombrelloni dei locali e dei pub non potranno ospitare musica e nemmeno le tv, dove si proiettano le partite di calcio. Nessun cliente comunque potrà transitarvi dopo la mezzanotte, o l’una di notte nei weekend e nei festivi. Ma, come chiedono da mesi gli esercenti, i cosiddetti dehors non dovranno essere smontati e rimontati ogni giorno, ma potranno restare al loro posto. E se dovessero occupare una porzione della strada, dove insistono le zone blu di parcheggio gestite dall’Amat, i commercianti dovranno ottenere un nulla osta dalla stessa società partecipata, cui pagheranno direttamente la tassa suolo pubblico.

Sono questi i punti più importanti dell’intesa tra i gruppi politici del consiglio comunale per approvare il tanto atteso regolamento sui dehors, scaduto da due anni. Da stamattina, la bozza approderà in aula per essere approvata, secondo i buoni propositi fissati dai capigruppo, al massimo la settimana prossima.

Ma questa volta l’impasse, che tiene banco da mesi, sembra alle spalle. I consiglieri di maggioranza e opposizione hanno trovato una soluzione tecnica per non penalizzare l’Amat, che gestisce gli stalli delle strisce blu, che in centro storico, valgono una decina di euro per ciascuna auto ogni giorno. I commercianti che vogliono montare una pedana che occupa una porzione di strada non solo dovranno ottenere dall’Amat un nulla osta, ma a questa dovranno pagare una tassa per l’occupazione del suolo pubblico.

Ma ci sono altri punti sui quali c’è già un’intesa. Dall’estensione delle autorizzazioni per montare i dehors nelle cosiddette strade E ed F, cioè quelle secondarie, alla disciplina della stessa definizione di dehors: una pedana di legno con tavoli e sedie, che potrà essere sormontata al massimo da un ombrellone, ma dove non saranno autorizzati in alcun modo coperture fisse, teloni e gazebo.

Non c’è ancora accordo unanime sul divieto di montare i dehors all’interno del perimetro Ztl, in particolare nel Cassaro e in via Maqueda, dove, a onor del vero, non esistono pedane, ma la maggior parte degli esercenti ricorre a sedie e tavolini. Di sicuro, per ragioni di sicurezza, non ci saranno i dehors nelle strade strette delle isole pedonali del centro storico, perché si dovranno garantire un minimo di tre metri di carreggiata.

Link
renard78 no está en línea   Reply With Quote
Old December 12th, 2019, 03:19 PM   #37355
kutra
Registered User
 
kutra's Avatar
 
Join Date: Sep 2015
Location: Palermo
Posts: 564
Likes (Received): 838

Il comune sempre in prima fila nella lotta contro le attività commerciali notturne.

Stabilito che i dehors possono rimanere sempre allo stesso posto, qual è il motivo per cui non ci debba essere una copertura con teloni o gazebo a maggiore tutela degli agenti atmosferici, soprattutto di inverno?

Va bene tutto il resto, niente tv o musica all'esterno, ma se voglio incontrarmi pacificamente con i miei amici e piove da matti, che male fa un gazebo?
kutra no está en línea   Reply With Quote
Old December 12th, 2019, 04:47 PM   #37356
giovannimi1976
Registered User
 
giovannimi1976's Avatar
 
Join Date: Apr 2007
Location: Bagheria
Posts: 18,617
Likes (Received): 7400

Quote:
Originally Posted by renard78 View Post
Pare finalmente in dirittura d'arrivo il regolamento sui dehors.



... alla disciplina della stessa definizione di dehors: una pedana di legno con tavoli e sedie, che potrà essere sormontata al massimo da un ombrellone, ma dove non saranno autorizzati in alcun modo coperture fisse, teloni e gazebo.
Non sapevo che attualmente i dehors venissero smontati e rimontati, anzi mi pare di essere certo che in tanti non lo facciano..

Riguardo quanto scritto sopra direi ottimo, l'estetica di molte piazze e strade del centro ne guadagnerà notevolmente. Basta solo piazza Olivella, con quella sfilza di dehors chiusi da teloni e gazebo, che danno l'effetto di una serie di serre dove si coltivano peperoni e zucchine..Mai viste al nord Italia o nel nord Europa robe del genere. E dire che lì il clima è più rigido e ce ne potrebbe pure essere bisogno. A loro bastano le stufe a fungo e basta. Nella nordica e polare Palermo invece si deve chiudere per forza tutto..
giovannimi1976 no está en línea   Reply With Quote
Old December 12th, 2019, 04:49 PM   #37357
giovannimi1976
Registered User
 
giovannimi1976's Avatar
 
Join Date: Apr 2007
Location: Bagheria
Posts: 18,617
Likes (Received): 7400

Quote:
Originally Posted by kutra View Post
Il comune sempre in prima fila nella lotta contro le attività commerciali notturne.

Stabilito che i dehors possono rimanere sempre allo stesso posto, qual è il motivo per cui non ci debba essere una copertura con teloni o gazebo a maggiore tutela degli agenti atmosferici, soprattutto di inverno?

Va bene tutto il resto, niente tv o musica all'esterno, ma se voglio incontrarmi pacificamente con i miei amici e piove da matti, che male fa un gazebo?
Kutra, un fattore estetico e la cosa secondo me non fa una piega visto che parliamo di locali spesso ubicati a pochi metri da monumenti e palazzi settecenteschi. Questi teloni hanno un effetto bruttissimo essendo spesso sporchi e impolverati. Vai a dare una occhiata in piazza Olivella..
giovannimi1976 no está en línea   Reply With Quote
Old December 12th, 2019, 05:43 PM   #37358
renard78
Registered User
 
Join Date: Dec 2010
Posts: 3,335
Likes (Received): 2071

Quote:
Originally Posted by giovannimi1976 View Post
Non sapevo che attualmente i dehors venissero smontati e rimontati, anzi mi pare di essere certo che in tanti non lo facciano..



Riguardo quanto scritto sopra direi ottimo, l'estetica di molte piazze e strade del centro ne guadagnerà notevolmente. Basta solo piazza Olivella, con quella sfilza di dehors chiusi da teloni e gazebo, che danno l'effetto di una serie di serre dove si coltivano peperoni e zucchine..Mai viste al nord Italia o nel nord Europa robe del genere. E dire che lì il clima è più rigido e ce ne potrebbe pure essere bisogno. A loro bastano le stufe a fungo e basta. Nella nordica e polare Palermo invece si deve chiudere per forza tutto..
Quasi tutti non li smontano, ma sono soggetti a multa.
__________________

giovannimi1976 liked this post
renard78 no está en línea   Reply With Quote
Old December 12th, 2019, 07:40 PM   #37359
kutra
Registered User
 
kutra's Avatar
 
Join Date: Sep 2015
Location: Palermo
Posts: 564
Likes (Received): 838

Quote:
Originally Posted by giovannimi1976 View Post
Kutra, un fattore estetico e la cosa secondo me non fa una piega visto che parliamo di locali spesso ubicati a pochi metri da monumenti e palazzi settecenteschi. Questi teloni hanno un effetto bruttissimo essendo spesso sporchi e impolverati. Vai a dare una occhiata in piazza Olivella..
Ok Giovanni, se piazzano una porcheria inadeguata al contesto sono d'accordo, non piace neanche a me la cerata da campeggio di fronte alla cattedrale.
Hai citato giustamente piazza Olivella, dove i venditori di kebab da anni propongono questi orrendi teli e le sedie basiche in alluminio, onestamente la piazza meriterebbe uno squarcio migliore.
Ma se il tema è l'estetica si potrebbe fare molto di più, definire determinati criteri di compatibilità con l'area circostante, piuttosto che ridurli ad una semplice "ombrellonata". Ci sono molti luoghi di incontro serale che trovo molto carini organizzati in dehors, penso anzi che sostituirli con ombrelloni, oltre alle considerazioni di prima, darebbe un aspetto molto più brutto a tante strade.
Penso anche a molti locali adiacenti a via Libertà, dove alcune di queste strutture sono ben armonizzate al contesto.

E infine c'è un discorso economico legato a queste attività. Che piacciano o meno, che facciano simpatia o meno, ci sono persone che hanno investito in un'attività in centro, e non tutti sono evasori o inquinatori acustici. Molti di questi locali hanno spazi interni limitati, la concessione dell'area esterna in condizioni fruibili anche di inverno è la discriminante tra sopravvivere e fallire.
Politiche eccessivamente restrittive (questa o altre) non eliminano la componente umana della movida, semplicemente la fanno migrare verso zone più periferiche, presso le quali è più facile accedere ad un locale più grande o avere meno limitazioni.

Anche la burgheria FUD, ad esempio, che in questo forum molti hanno giudicato positivamente in termini di qualità, non è altro che un grosso dehor.
__________________

giovannimi1976 liked this post
kutra no está en línea   Reply With Quote
Old December 12th, 2019, 10:10 PM   #37360
giovannimi1976
Registered User
 
giovannimi1976's Avatar
 
Join Date: Apr 2007
Location: Bagheria
Posts: 18,617
Likes (Received): 7400

Si condivido il tuo discorso, però anche Fud secondo me poteva realizzare qualcosa di meno pesante e invasivo. Una struttura di ferro che più che un dehors sembra una vera e propria veranda, circoscritta da muretti invece che da piante. Ecco, secondo me basterebbe questo ombrelloni di un certo tipo, tavolini di un certo tipo e colore, e dei vasi fioriti a delimitare lo spazio riservato. D'inverno esistono le stufe a gas a fungo, quindi secondo me davvero non occorre chiudere con i teloni di nylon..A piazza Olivella c'è di tutto, in una parte ci sono gazebo e teloni, in un'altra parte dei dehors secondo me più rispettosi del luogo..

La prima in ferro battuto è di Fud..per me oscena, troppo pesante! Lo spazio glielo concederei sempre, però quella struttura dovrebbe essere diversa imho. Ovvio Fud adesso è l'ultimo dei problemi di questa città, anzi fossero tutti come loro. Basterebbe andare in strade vicine, tipo via dell'Orologio o Bara all'Olivella per vedere la situazione che c'è. Da mettersi le mani in testa..Li la situazione è davvero sfuggita di mano



Qui il brutto effetto ''serra'' di cui parlavo prima..





Qui ombrelloni senza teloni..Il bianco credo che sia il colore imposto dalla sovrintendenza e dal regolamento comunale e sinceramente non mi dispiace affatto..Come dici tu si può e si deve migliorare, andare avanti, andando tutti nella stessa direzione. Inutile farsi la guerra, o vivere le cose come una imposizione. Il decoro urbano bisognerebbe capire che avvantaggia tutti..

pictures hosting site

Last edited by giovannimi1976; December 12th, 2019 at 10:16 PM.
giovannimi1976 no está en línea   Reply With Quote
Sponsored Links
Advertisement
 


Reply

Tags
italia, italy, palermo, sicilia, sicily

Thread Tools

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off



All times are GMT +2. The time now is 02:31 PM.


Powered by vBulletin® Version 3.8.11 Beta 4
Copyright ©2000 - 2020, vBulletin Solutions Inc.
vBulletin Security provided by vBSecurity v2.2.2 (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2020 DragonByte Technologies Ltd.
Feedback Buttons provided by Advanced Post Thanks / Like (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2020 DragonByte Technologies Ltd.

SkyscraperCity ☆ In Urbanity We trust ☆ about us