Sicilia turistica - Page 4 - SkyscraperCity
 

forums map | news magazine | posting guidelines

Go Back   SkyscraperCity > European Forums > Forum Italiano > Discussioni locali > Sud e Isole

Sud e Isole Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna, Sicilia


Global Announcement

As a general reminder, please respect others and respect copyrights. Go here to familiarize yourself with our posting policy.


Reply

 
Thread Tools
Old June 16th, 2009, 04:07 PM   #61
Dalla contea
Italian User
 
Dalla contea's Avatar
 
Join Date: Apr 2008
Location: Ragusa
Posts: 11,188
Likes (Received): 6141

Quote:
Originally Posted by pollock64 View Post
però avrei preferito il colore della facciata esterna un pò più sobrio, nel contesto e veramente d'impatto questo rosso pompeano!
Concordo, dovrebbero usare colori più tenui.
Dalla contea no está en línea   Reply With Quote
Sponsored Links
Advertisement
 
Old June 16th, 2009, 06:59 PM   #62
mars76
Registered User
 
Join Date: Nov 2007
Location: Palermo
Posts: 5,648
Likes (Received): 1033

Ennesimo albergo di lusso nel centro storico: ieri passeggiando per corso Vitt Emanuele in direzione mare sulla destra, poco prima di piazza Marina ho visto un grande palazzo restaurato, sono entrato a piano terra e il capo cantiere mi ha detto che forse già a luglio dovrebbe aprire un grand hotel (in effetti ne avevo già sentito parlare tempo fa) dal nome "grand hotel Augustus", 4 o forse 5 stelle.
A piazza Borsa sono entrato dentro la ex cassa di risparmio e vi devo dire che è straordinaria, non immaginavo veramente che il chiostro fosse così bello, meglio dell'esterno in verità, e con una grande fontana antica al centro. Avevano quasi finito di smontare i ponteggi. E' già esistente un sito web www.piazzaborsa.com, ancora in allestimento.
Sarà davvero uno degli hotel più belli di Palermo, con apertura prevista in autunno.
mars76 no está en línea   Reply With Quote
Old June 17th, 2009, 03:04 PM   #63
Calò
European user
 
Calò's Avatar
 
Join Date: Apr 2008
Location: Novara
Posts: 17,045
Likes (Received): 1716

Gela, carabinieri scoprono sito archeologico sottomarino

CALTANISSETTA. I carabinieri del Comando provinciale di Caltanissetta e del Nucleo Tutela patrimonio culturale hanno individuato, al largo delle coste di Gela (Cl), un sito archeologico sottomarino e recuperato numerosi reperti archeologici di epoca romana, bizantina e greco-ellenistica.
Tra questi anche una patera di epoca bizantina con una colomba impressa, perfettamente conservata, dal valore inestimabile.
I reperti sono stati recuperati dai sommozzatori dell’Arma nel corso di una prima sommaria ispezione al sito e sono soltanto una piccola parte di quelle trasportate di una nave greca, romana o bizantina che i carabinieri stanno cercando di individuare nel Canale di Sicilia con l’impiego di sofisticate attrezzature tecniche.
__________________
Claudio
Calò no está en línea   Reply With Quote
Sponsored Links
Advertisement
 
Old June 18th, 2009, 12:58 AM   #64
brick84
Registered User
 
brick84's Avatar
 
Join Date: Aug 2007
Posts: 47,995

Quote:
Originally Posted by Calò View Post
Gela, carabinieri scoprono sito archeologico sottomarino

CALTANISSETTA. I carabinieri del Comando provinciale di Caltanissetta e del Nucleo Tutela patrimonio culturale hanno individuato, al largo delle coste di Gela (Cl), un sito archeologico sottomarino e recuperato numerosi reperti archeologici di epoca romana, bizantina e greco-ellenistica.
Tra questi anche una patera di epoca bizantina con una colomba impressa, perfettamente conservata, dal valore inestimabile.
I reperti sono stati recuperati dai sommozzatori dell’Arma nel corso di una prima sommaria ispezione al sito e sono soltanto una piccola parte di quelle trasportate di una nave greca, romana o bizantina che i carabinieri stanno cercando di individuare nel Canale di Sicilia con l’impiego di sofisticate attrezzature tecniche.

..e non è la prima volta!
Il patrimonio artistico-culturale di Gela sta venendo a poco a poco alla luce.
brick84 no está en línea   Reply With Quote
Old June 18th, 2009, 01:06 AM   #65
brick84
Registered User
 
brick84's Avatar
 
Join Date: Aug 2007
Posts: 47,995

Marina di Ragusa spiaggia più amata
La Sicilia stravince nella classifica dei vacanzieri di tutto il mondo stilata da Tripadvisor. Nella top ten anche Lampedusa, Pantelleria e Vulcano

ROMA - La palma d'oro delle spiagge più amate dai vacanzieri di tutto il mondo va a Marina di Ragusa. La classifica stilata da Tripadvisor, la più grande e rinomata community di viaggio al mondo, con oltre dieci milioni di utenti registrati, più di 25 milioni di visitatori mensili, premia la località balneare della Sicilia Sud-Orientale per i suoi lidi di sabbia dorata finissima e per la sua riviera popolata di locali notturni, pub, ristoranti e negozi.

Il secondo posto se lo aggiudica la Sardegna, con la spiaggia della Pelosa (Sassari), seguita da Santa Teresa Gallura, in Costa Smeralda. Nella top ten dei lidi più desiderati dai vacanzieri del Belpaese figurano anche altre località siciliane. Al quarto gradino svetta il litorale dell’Isola di Lampedusa, lungo circa 26 chilometri, con le sue rocce scolpite dal tempo, spiagge dalle sabbie bianchissime, insenature, calette, anfratti, e fondali bassi, seguita dall’Isola d’Elba.

Al sesto posto troviamo di nuovo la Sicilia. Pantelleria, un'isola di origine vulcanica, caratterizzata da un paesaggio selvaggio, che offre ai turisti approdi rocciosi a ridosso del mare cristallino. Al settimo l'Isola di Vulcano (ME) che deve la sua esistenza alla fusione di quattro vulcani che hanno dato origine ad una costa rocciosa, con sfumature che variano dal rosso al giallo ocra.

Ribattezzata "la perla del Mediterraneo", questa piccola isola situata nel comune di Taormina, in provincia di Messina, conquista l'ottavo gradino nella graduatoria delle spiagge più amate d'Italia. Santa Maria di Leuca, in Puglia, si aggiudica il nono posto, all'estrema punta del Salento.

E fra le coste d’Italia a prova di tuffo secondo i turisti italiani non mancano alcune delle 113 località costiere che hanno ottenuto la prestigiosa certificazione della Foundation for environmental education (Fee) per l’eccellente qualità ambientale delle loro spiagge.


17/06/2009

www.lasiciliaweb.it

Si sono dimenticati delle spiaggie di POZZALLOOOOO!!!!
brick84 no está en línea   Reply With Quote
Old June 18th, 2009, 01:23 AM   #66
brick84
Registered User
 
brick84's Avatar
 
Join Date: Aug 2007
Posts: 47,995

TURISMO in Sicilia

Arriva il turismo nell’ultimo paradiso
Due approdi da 1.200 e da 600 posti barca a Portopalo, già ristrutturata la fortezza di Capo Passero

- L’investimento complessivo da parte di due diverse società per i due porticcioli turistici sarà di oltre 300 milioni di euro

- Cammisuli, il sindaco storico: «La fortezza sull’isolotto di Capo Passero diventerà un museo e uno straordinario luogo di convegni»


http://giornale.lasicilia.it/giornal...3/navipdf.html

[IMG]http://i40.************/35iogvd.jpg[/IMG]

Riqualificati 7 dei 42 approdi della Sicilia

PALERMO. La Regione Siciliana, attraverso il «Piano strategico di sviluppo della nautica da diporto» e con le risorse comunitarie messe a disposizione dal Por 2000-2006, ha già eseguito 7 interventi di
riqualificazione nei 42 approdi turistici dell’Isola. Si tratta dei porti di Balestrate, San Nicola l’Arena, Santa Maria Salina, Riposto, Marina di Ragusa,
Pantelleria, Lampedusa. Interventi di portualità turistica già programmati sono previsti anche a Palermo Sant’Erasmo e Porto Paolo Menfi (Agrigento),
che saranno realizzati entro il 2011. Nel 2001, anno in cui è stato approvato il Piano, il dato iniziale dei posti barca era di 10.844. Adesso, alla luce dei lavori eseguiti, se ne possono aggiungere circa 2.850. Il tutto per un costo complessivo che si attesta sui 100 milioni di euro circa. Senza considerare che non appena saranno eseguite le opere nei porti di Sant’Erasmo e Porto
Paolo Menfi (per un costo rispettivamente di 9.495.000 euro e 8.930.000 euro), ci saranno 500 posti barca in più.
Nel dettaglio, questi gli importi finanziati dei singoli approdi: Balestrate (11.362.051 euro), San Nicola L’Arena (5.920.000 euro), Santa Maria Salina
(11.293.921 euro per la darsena commerciale e 2.810.678 euro per la darsena turistica), Riposto (15.493.706 euro per il primo lotto e 11.100.000 di euro per il secondo lotto), Marina di Ragusa (34.258.184 euro), Pantelleria (912.000
euro per il completamento degli attracchi), Lampedusa (4.000.000 di euro).
«Dal 2002 a oggi – dice Mariella Antinoro, dirigente responsabile del servizio Portualità turistica della Regione Siciliana – sono stati fatti interventi di completamento e qualificazione della portualità turistica in varie località della Sicilia, isole minori comprese. Una seconda fase del piano della nautica ha previsto altri interventi, tra cui quello della Cala di Palermo (6.200.000 di euro,
ndc), la cui gara è stata già aggiudicata. La Regione Siciliana – aggiunge Antinoro – ha individuato il patrimonio esistente, le azioni di potenziamento
delle diverse strutture portuali espressamente dedicate al diporto, per realizzare una rete portuale in grado di consentire la circumnavigazione
completa dell’Isola».
Il «Piano di sviluppo della nautica da diporto della Regione Siciliana», approvato dall’assessorato regionale al Turismo con un decreto che risale
al 2001, modificato e aggiornato nel 2006, è lo strumento che ha consentito il coinvolgimento di tutto il territorio siciliano nel nuovo sviluppo turistico.
«Le scelte relative agli investimenti da realizzare – precisa la dirigente responsabile del servizio Portualità turistica – sono state effettuate avendo
ben presente che il porto turistico non è il punto di arrivo del diportista nautico, né il parcheggio della sua imbarcazione, bensì un’ulteriore porta di accesso al sistema turistico siciliano. Un punto di partenza di possibili itinerari di fruizione dell’offerta turistica immediatamente retrostante la costa». Al turista, infatti, viene offerta una "prospettiva" diversa di conoscenza del territorio siciliano, un angolo di osservazione complementare, quello di scoprire e ammirare i paesaggi proprio dal mare, andando al di là dei monti,
proponendo la fruizione integrata porto-territorio e considerando la risorsa mare un continuum con la risorsa natura-cultura. In Sicilia, secondo uno studio condotto dall’Ucina (Unione nazionale cantire e industrie nautiche
ed affini), si potrebbero ricavare in tutto altri 6.800 posti per natanti da diporto.

DANIELE DITTA

La Sicilia
brick84 no está en línea   Reply With Quote
Old June 18th, 2009, 01:33 AM   #67
giovannimi1976
Registered User
 
giovannimi1976's Avatar
 
Join Date: Apr 2007
Location: Bagheria
Posts: 18,620
Likes (Received): 7403

Quote:
Originally Posted by brick84 View Post
Arriva il turismo nell’ultimo paradiso
Due approdi da 1.200 e da 600 posti barca a Portopalo, già ristrutturata la fortezza di Capo Passero

- L’investimento complessivo da parte di due diverse società per i due porticcioli turistici sarà di oltre 300 milioni di euro

- Cammisuli, il sindaco storico: «La fortezza sull’isolotto di Capo Passero diventerà un museo e uno straordinario luogo di convegni»


http://giornale.lasicilia.it/giornal...3/navipdf.html

[IMG]http://i40.************/35iogvd.jpg[/IMG]

Riqualificati 7 dei 42 approdi della Sicilia

PALERMO. La Regione Siciliana, attraverso il «Piano strategico di sviluppo della nautica da diporto» e con le risorse comunitarie messe a disposizione dal Por 2000-2006, ha già eseguito 7 interventi di
riqualificazione nei 42 approdi turistici dell’Isola. Si tratta dei porti di Balestrate, San Nicola l’Arena, Santa Maria Salina, Riposto, Marina di Ragusa,
Pantelleria, Lampedusa. Interventi di portualità turistica già programmati sono previsti anche a Palermo Sant’Erasmo e Porto Paolo Menfi (Agrigento),
che saranno realizzati entro il 2011. Nel 2001, anno in cui è stato approvato il Piano, il dato iniziale dei posti barca era di 10.844. Adesso, alla luce dei lavori eseguiti, se ne possono aggiungere circa 2.850. Il tutto per un costo complessivo che si attesta sui 100 milioni di euro circa. Senza considerare che non appena saranno eseguite le opere nei porti di Sant’Erasmo e Porto
Paolo Menfi (per un costo rispettivamente di 9.495.000 euro e 8.930.000 euro), ci saranno 500 posti barca in più.
Nel dettaglio, questi gli importi finanziati dei singoli approdi: Balestrate (11.362.051 euro), San Nicola L’Arena (5.920.000 euro), Santa Maria Salina
(11.293.921 euro per la darsena commerciale e 2.810.678 euro per la darsena turistica), Riposto (15.493.706 euro per il primo lotto e 11.100.000 di euro per il secondo lotto), Marina di Ragusa (34.258.184 euro), Pantelleria (912.000
euro per il completamento degli attracchi), Lampedusa (4.000.000 di euro).
«Dal 2002 a oggi – dice Mariella Antinoro, dirigente responsabile del servizio Portualità turistica della Regione Siciliana – sono stati fatti interventi di completamento e qualificazione della portualità turistica in varie località della Sicilia, isole minori comprese. Una seconda fase del piano della nautica ha previsto altri interventi, tra cui quello della Cala di Palermo (6.200.000 di euro,
ndc), la cui gara è stata già aggiudicata. La Regione Siciliana – aggiunge Antinoro – ha individuato il patrimonio esistente, le azioni di potenziamento
delle diverse strutture portuali espressamente dedicate al diporto, per realizzare una rete portuale in grado di consentire la circumnavigazione
completa dell’Isola».
Il «Piano di sviluppo della nautica da diporto della Regione Siciliana», approvato dall’assessorato regionale al Turismo con un decreto che risale
al 2001, modificato e aggiornato nel 2006, è lo strumento che ha consentito il coinvolgimento di tutto il territorio siciliano nel nuovo sviluppo turistico.
«Le scelte relative agli investimenti da realizzare – precisa la dirigente responsabile del servizio Portualità turistica – sono state effettuate avendo
ben presente che il porto turistico non è il punto di arrivo del diportista nautico, né il parcheggio della sua imbarcazione, bensì un’ulteriore porta di accesso al sistema turistico siciliano. Un punto di partenza di possibili itinerari di fruizione dell’offerta turistica immediatamente retrostante la costa». Al turista, infatti, viene offerta una "prospettiva" diversa di conoscenza del territorio siciliano, un angolo di osservazione complementare, quello di scoprire e ammirare i paesaggi proprio dal mare, andando al di là dei monti,
proponendo la fruizione integrata porto-territorio e considerando la risorsa mare un continuum con la risorsa natura-cultura. In Sicilia, secondo uno studio condotto dall’Ucina (Unione nazionale cantire e industrie nautiche
ed affini), si potrebbero ricavare in tutto altri 6.800 posti per natanti da diporto.

DANIELE DITTA

La Sicilia
Mi sono accorto oggi dell'errore quando ho letto l'articolo sul sito de La Sicilia..e sono scoppiato a ridere..e continuo a farlo anche qui...Non e' Porto Paolo di Menfi...ma Portopalo...
giovannimi1976 no está en línea   Reply With Quote
Old June 19th, 2009, 01:40 PM   #68
Dalla contea
Italian User
 
Dalla contea's Avatar
 
Join Date: Apr 2008
Location: Ragusa
Posts: 11,188
Likes (Received): 6141

IL "TRENO BAROCCO" DA DOMENICA PROSSIMA ALLA STAZIONE DI IBLA

Per la visita nel centro storico dell'antico quartiere il "Treno
Barocco" giungerà tutte le domeniche, fino a settembre,
nella vecchia stazione ferroviaria


La stazione ferroviaria di Ragusa Ibla verrà riaperta in occasione dell'arrivo del "Treno Barocco" previsto per domenica 21 giugno, alle ore 14,20. Per l'occasione l'Amministrazione Comunale metterà a disposizione dei turisti tre pullman per trasferirli al centro dell'antico quartiere barocco per una visita guidata. Gli stessi mezzi ritrasferiranno, a fine escursione, alla stazione di Ibla i turisti che ripartiranno per Siracusa alle 16,40.

Ragusa 18/06/09

http://www.comune.ragusa.it/cgi/home...=2&i=11639
Dalla contea no está en línea   Reply With Quote
Old June 20th, 2009, 05:03 PM   #69
brick84
Registered User
 
brick84's Avatar
 
Join Date: Aug 2007
Posts: 47,995

da 24/06/2009 a 24/06/2009

Festa di San Giovanni Battista
--------------------------------------------------------------------------------

La Festa di San Giovanni Battista (Patrono di Pozzallo e Protettore dei Marinai e degli Emigrati) che ricorre il 24 Giugno, è un grande momento di devozione religiosa che apre l'Estate Pozzallese.
La festa religiosa si compone di due momenti: la processione a mare, che è un evento unico durante la quale numerose barche, con a bordo i fedeli, accompagnano il Simulacro del Santo e giorno 24 Giugno la processione per le vie della città.La serata viene conclusa con uno splendido spettacolo di fuochi d'artificio.
Inoltre durante la settimana viene svolta la Sagra del gelato......e lungo le vie cittadine, vengono allestiti stand fieristici e bancarelle varie.

http://www.nozio.com/it/Europa/Itali...i_Battista.htm

Vi invito a vedere la festa di San Giovanni Battista a Pozzallo
brick84 no está en línea   Reply With Quote
Old June 20th, 2009, 05:18 PM   #70
Myrdingar
Registered User
 
Join Date: Apr 2009
Location: Ragusa
Posts: 52
Likes (Received): 3

Quote:
Originally Posted by Dalla contea View Post
IL "TRENO BAROCCO" DA DOMENICA PROSSIMA ALLA STAZIONE DI IBLA

Per la visita nel centro storico dell'antico quartiere il "Treno
Barocco" giungerà tutte le domeniche, fino a settembre,
nella vecchia stazione ferroviaria


La stazione ferroviaria di Ragusa Ibla verrà riaperta in occasione dell'arrivo del "Treno Barocco" previsto per domenica 21 giugno, alle ore 14,20. Per l'occasione l'Amministrazione Comunale metterà a disposizione dei turisti tre pullman per trasferirli al centro dell'antico quartiere barocco per una visita guidata. Gli stessi mezzi ritrasferiranno, a fine escursione, alla stazione di Ibla i turisti che ripartiranno per Siracusa alle 16,40.

Ragusa 18/06/09

http://www.comune.ragusa.it/cgi/home...=2&i=11639
E' buono per dare più tempo ai turisti di poter visitare Ibla, però è un peccato non poter percorrere in questo modo in treno le vallate che attraversano Ragusa, fino a poter godere del meraviglioso panorama di Ragusa quando ci si avvicina alla stazione di Ragusa.
Myrdingar no está en línea   Reply With Quote
Old June 21st, 2009, 12:35 PM   #71
Calò
European user
 
Calò's Avatar
 
Join Date: Apr 2008
Location: Novara
Posts: 17,045
Likes (Received): 1716

Reperti romani ed ellenistici recuperati di fronte la costa di Gela

Frammenti di anfore che vanno dall’epoca classica all’ellenistica e romana, un pezzo di colonnina in pietra del XVIII secolo, un piatto in ceramica bizantina sono alcuni dei 27 reperti che i carabinieri hanno recuperato nei giorni scorsi nelle acque di fronte alla contrada Bulala, a circa 50 metri dalla costa orientale di Gela. La scoperta è stata presentata oggi al Museo Archeologico di Gela dall’assessore regionale ai Beni culturali, Gaetano Armao, e dal soprintendente del Mare, Sebastiano Tusa. Quest’area ha visto approdo e naufragi in diversi periodi. Basti ricordare il relitto 1 di Gela, una nave greca del V sec. a.C, recuperata anni fa: attualmente sta per essere terminato il restauro nei laboratori di Portsmouth in Inghilterra. Nello stesso tratto sono stati segnalati almeno altri tre relitti.
__________________
Claudio
Calò no está en línea   Reply With Quote
Old June 22nd, 2009, 12:35 AM   #72
brick84
Registered User
 
brick84's Avatar
 
Join Date: Aug 2007
Posts: 47,995




Che bella notizia.
brick84 no está en línea   Reply With Quote
Old June 22nd, 2009, 09:01 PM   #73
neeuq71
IN THE LAP OF THE GODS
 
neeuq71's Avatar
 
Join Date: Jun 2008
Location: Bouville
Posts: 708
Likes (Received): 78

TURISMO: Da oggi è attivo a Catania lo "sportello del turista" di Confconsumatori

Da oggi è attivo a Catania lo "sportello del turista", un servizio messo in campo da Confconsumatori nella propria sede della città sicula che fornirà per tutto il periodo estivo informazioni, consulenza e assistenza per disservizi e problematiche del settore del turismo. In particolare sarà fornita assistenza su:

PACCHETTI TURISTICI, cioè i viaggi, le vacanze o i circuiti "tutto compreso". Questi devono comprendere il trasporto; l'alloggio e i servizi turistici non accessori al trasporto o all'alloggio, che costituiscono parte significativa al pacchetto turistico, come ad esempio visite ed escursioni. Il consumatore ha diritto al risarcimento del danno in caso di mancato o inesatto adempimento da parte dell'organizzatore (tour operator) o del venditore (agenzia di viaggi). Il consumatore deve contestare ogni mancanza nell'esecuzione del contratto e sporgere reclamo a mezzo raccomandata a.r.
VIAGGI AEREI:

RIFIUTO ALL'IMBARCO, il cosiddetto OVERBOOKING. Ricorre questa ipotesi quando il numero di passeggeri supera i posti disponibili.
CANCELLAZIONE DEL VOLO. Il passeggero resta libero di scegliere tra il rimborso del biglietto (con volo gratuito fino al punto iniziale di partenza) o un altra forma di trasporto fino alla destinazione finale.
RITARDI. Anche in questi casi sono previsti rimborsi in base alle ore di ritardo. La compagnia aerea e' tenuta ad offrire il rimborso del biglietto e il volo gratuito che riporti il passeggero al punto iniziale di partenza. Ai passeggeri in virtù del regolamento Comunitario 261/2004 devono essere comunque garantiti assistenza e indennizzi a partire da €. 250,00.
BAGAGLI. Risarcimento per distruzione, danneggiamento, perdita o ritardata consegna del bagaglio su un volo operato da una compagnia aerea dell'UE in qualsiasi parte del mondo. La richiesta di risarcimento deve essere inoltrata entro 7 giorni in caso di danneggiamento ed entro 21 giorni per la ritardata consegna.
VIAGGI IN TRENO. In caso di ritardi e disservizi è possibile chiedere il risarcimento in virtù delle norme introdotte dal Codice del Consumo.

VIAGGI IN AUTOSTRADA. L'automobilista ha diritto di richiedere alla società autostradale competente i seguenti risarcimenti: per i danni causati da insidia e trabocchetto per la presenza di oggetti sulla carreggiata o per cavi pendenti in galleria; per i danni causati dalla presenza sulla carreggiata di liquido oleoso o similare; per i danni causati da tempi di percorrenza superiori rispetto al normale, come ritardi o soste prolungate.

VIAGGI A BORDO DI NAVE. Il passeggero che ha subito danni in occasione delle operazioni di imbarco e sbarco in e da una nave, in caso di mancata partenza del traghetto o di ritardo, potrà agire nei confronti dell'armatore o del vettore.

Lo sportello resterà aperto il Lunedì, Mercoledì e Venerdì dalle ore 9.00 alle 12.00 e il Lunedì, Martedì, Mercoledì, Giovedì e Venerdì dalle ore 16.30 alle ore 19.30. Sarà comunque attivo un servizio di assistenza telefonica (095/2500426) e via e-mail ([email protected]).

"Non si tratta di una novità - ha commentato l'avv. Carmelo Calì, Presidente di Confconsumatori Sicilia - già in passato abbiamo attivato questo servizio, che ha riscosso notevole successo. Con l'arrivo dell'estate vogliamo garantire ai turisti, e non solo, un'assistenza immediata in un periodo particolare affinché qualcuno non ne approfitti per calpestare i loro diritti".

HELPconsumatori
neeuq71 no está en línea   Reply With Quote
Old June 22nd, 2009, 10:33 PM   #74
brick84
Registered User
 
brick84's Avatar
 
Join Date: Aug 2007
Posts: 47,995

BENI CULTURALI la polemica

«I cercatori d’oro non profanino un nostro cimitero di guerra»
Tusa: «L’Italia si opponga al saccheggio del piroscafo Ancona e del suo tesoro»

http://giornale.lasicilia.it/giornal...6/navipdf.html
brick84 no está en línea   Reply With Quote
Old June 24th, 2009, 04:44 PM   #75
Calò
European user
 
Calò's Avatar
 
Join Date: Apr 2008
Location: Novara
Posts: 17,045
Likes (Received): 1716

Filicudi, recuperate in mare
cinque anfore romane


Cinque anfore romane del I secolo d.C., forse appartenenti a un relitto naufragato a breve distanza dal punto del rinvenimento, sono state recuperate dai Carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale della Sicilia, unitamente a quelli del Comando Provinciale e del Nucleo Subacquei di Messina. Il ritrovamento è avvenuto grazie a segnalazioni di un'attività di scavo clandestino nello specchio di mare antistante l'isola di Filicudi, località Capo Graziano.

Le anfore erano state spostate dal loro sito d'origine, ovvero erano state prelevate dal relitto giacente ad una quota più profonda e portate in un punto meno profondo, occultate in un anfratto naturale ed, evidentemente, pronte per essere trafugate e immesse sul mercato clandestino dei reperti archeologici di provenienza marina.
Tutti i reperti sono poi stati consegnati alla Soprintendenza del Mare per lo studio e la futura musealizzazione.

Il recupero si colloca nell'ambito di una più vasta azione di tutela e monitoraggio svolta dall'Arma in difesa dell'immenso patrimonio culturale sommerso che, recentemente, ha portato al ritrovamento di altri importanti reperti archeologici dai fondali di Gela. (24 giugno 2009)
__________________
Claudio
Calò no está en línea   Reply With Quote
Old June 24th, 2009, 10:18 PM   #76
Calò
European user
 
Calò's Avatar
 
Join Date: Apr 2008
Location: Novara
Posts: 17,045
Likes (Received): 1716

SICILIA: A PALERMO IN VENDITA LO STORICO PALAZZO RUDINI' AI QUATTRO CANTI

Palermo, 24 giu. - (Adnkronos) - Affari immobiliari da 45 mila a 3 milioni di euro, per diventare proprietari di un baglio a Siracusa o addirittura dello storico Palazzo di Rudini', ai Quattro Canti, appartenuto ad una delle piu' importanti famiglie nobiliari della Sicilia. Lo scenario del mercato immobiliare nell'isola resta vivace e con una gamma di offerte ad ogni livello, dalle case private alle dimore storiche, appartamenti e ville, ritiri di campagna e castelli sul mare. Per orientarsi fra le proposte, torna in edicola da venerdi' 26 'I love Sicilia', il mensile che traccia una mappa degli affari al momento piu' allettanti nell'Isola. E' un viaggio nella Sicilia del Real Estate che parte dalle Eolie, con una splendida villa a Salina e un residence di nuova costruzione a Lipari, e prosegue con il barocco di Modica, i bagli di Siracusa e di Catania, i casali del Trapanese e gli storici palazzi del Palermitano. Molte anche le offerte di locazione, da Cefalu' a Marsala, da Siracusa a Modica, da Acireale a Taormina.
Ma 'I love Sicilia' si propone come mappa per orientarsi nel mondo del lavoro: e' infatti iniziato il piano recruiment per il primo Outlet village della regione che sorgera' nel marzo 2010 nell'Ennese (600 le assunzioni previste), mentre Ryanair, che ha scelto Trapani come base operativa per il Sud d'Italia, e Airgest hanno in cantiere oltre mille assunzioni.
(Ter/Ct/Adnkronos)
__________________
Claudio
Calò no está en línea   Reply With Quote
Old June 24th, 2009, 10:34 PM   #77
brick84
Registered User
 
brick84's Avatar
 
Join Date: Aug 2007
Posts: 47,995

IL MINISTRO LA RUSSA

«Un casinò per Regione ma prima Taormina»

ROMA. «Continuerò a battermi perchè ogni regione d’Italia abbia
il suo casinò
». Sono le parole del ministro della Difesa, Ignazio La
Russa che ha definito «un’anomalia assurda che ce ne siano solo quattro (Sanremo, Saint Vincent, Venezia, Campione d’Italia, ndr) e quindi solo in
alcune regioni. Ognuna dovrebbe avere invece il suo casinò capace di
essere una notevole risorsa turistica per essere competitivi con l’offerta che nel campo propongono le altre nazioni europee». «Stop ai falsi moralismi -
ha affermato il ministro - piuttosto è giusto che siano introdotti nei
nuovi casinò opportuni correttivi e regolamentazioni. Penso a limitazioni all’affluenza per i residenti, lasciando invece porte aperte per i turisti». Tra le città possibili sedi di casinò La Russa pensa a «Taormina, dove era già
presente una casa da gioco». La sollecitazione di La Russa trova
riscontro in Parlamento dove sono 9 le proposte di legge per l’apertura di nuove case da gioco che aspettano l’avvio dell’iter legislativo. Prima fra tutte quella per la riapertura del casinò di Taormina, attiva dal 1961 al 1965,
e che potrebbe essere tra le prime ad aprire i battenti. Ed è l’auspicio
dell’assessore regionale al turismo Titti Bufardeci, secondo il quale
«prima di pensare all’apertura di una casa da gioco in ogni regione,
va risarcita Taormina»

La Sicilia di oggi
brick84 no está en línea   Reply With Quote
Old June 24th, 2009, 10:37 PM   #78
Calò
European user
 
Calò's Avatar
 
Join Date: Apr 2008
Location: Novara
Posts: 17,045
Likes (Received): 1716

Quote:
Originally Posted by brick84 View Post
«Un casinò per Regione ma prima Taormina»

ROMA. «Continuerò a battermi perchè ogni regione d’Italia abbia
il suo casinò
». Sono le parole del ministro della Difesa, Ignazio La
Russa che ha definito «un’anomalia assurda che ce ne siano solo quattro (Sanremo, Saint Vincent, Venezia, Campione d’Italia, ndr) e quindi solo in
alcune regioni. Ognuna dovrebbe avere invece il suo casinò capace di
essere una notevole risorsa turistica per essere competitivi con l’offerta che nel campo propongono le altre nazioni europee». «Stop ai falsi moralismi -
ha affermato il ministro - piuttosto è giusto che siano introdotti nei
nuovi casinò opportuni correttivi e regolamentazioni. Penso a limitazioni all’affluenza per i residenti, lasciando invece porte aperte per i turisti». Tra le città possibili sedi di casinò La Russa pensa a «Taormina, dove era già
presente una casa da gioco». La sollecitazione di La Russa trova
riscontro in Parlamento dove sono 9 le proposte di legge per l’apertura di nuove case da gioco che aspettano l’avvio dell’iter legislativo. Prima fra tutte quella per la riapertura del casinò di Taormina, attiva dal 1961 al 1965,
e che potrebbe essere tra le prime ad aprire i battenti. Ed è l’auspicio
dell’assessore regionale al turismo Titti Bufardeci, secondo il quale
«prima di pensare all’apertura di una casa da gioco in ogni regione,
va risarcita Taormina»

La Sicilia di oggi
Anche per Palermo si parla di un casinò a Mondello.
__________________
Claudio
Calò no está en línea   Reply With Quote
Old June 24th, 2009, 10:46 PM   #79
brick84
Registered User
 
brick84's Avatar
 
Join Date: Aug 2007
Posts: 47,995

ARCHEOLOGIA. Nuovo importante rinvenimento della Soprintendenza nissena

Trovati i resti di villa ellenistica a strapiombo sul mare di Gela
Ieri come oggi era una zona ambita per la posizione

MARIA CONCETTA GOLDINI
GELA. I resti murari di una lussuosa villa di età ellenistica (fine IV inizi del III secolo a.C) ed alcuni reperti in ceramica usati per feste e banchetti sono stati portati alla luce dalla Soprintendenza di Caltanissetta
diretta dalla dott. Rosalba Panvini nel corso di alcuni saggi propedeutici
alla costruzione di un’abitazione privata in via Ettore Romagnoli , un costone
prospiciente al mare al quartiere Caposoprano, lo stesso che ospita le mura di
fortificazione timoleontee. Ieri come
oggi quel costone è la zona più ambita
per la sua posizione scenografica.
Nell’ antichità, ed in particolare nell’
età ellenistica, in quell’ area sorgeva
il quartiere delle abitazioni di
lusso, le case del relax della città siceliota
con una bellissima vista sul
porto commerciale che, lo ricordiamo,
fu realizzato a Caposoprano a
partire dal IV secolo.
Proprio in via Ettore Romagnoli sono
state rinvenute in passato tracce del complesso
abitativo di età ellenistica. Ora sono
affiorati i resti o meglio le cucine di
quella che doveva essere una lussuosa
villa. «I resti murari messi in luce - ha detto
il soprintendente di Caltanissetta dott.
Rosalba Panvini - definiscono un’area
probabilmente destinata a usi domestici
peraltro fortemente interessata da tracce
di bruciato e concotto. A nord, un muro
formato da pietre e calce, infatti, fa ipotizzare
la presenza di un forno per uso quotidiano
». In quella villa si tenevano feste
e banchetti. Le pratiche conviviali dovevano
svolgersi all’interno di un vano limitrofo,
a pianta quadrangolare perchè lì
sono stati trovati numerosi reperti mobili
da mensa, quali frammenti di piatti a
vernice nera, teste di tanagrine, parte di
un louterion decorato con palmette, un
oscillum, una fuseruola e vari strumenti
metallici da taglio.
Nella zona meridionale dell’area sono
stati inoltre ritrovati estesi lembi di battuto
pavimentale connessi a muri che
originariamente dovevano essere arricchiti
da una sontuosa decorazione. A
questi appartenevano, infatti, numerosi
frammenti di raffinati intonaci in colore
rosso, blu e crema, talvolta con modanature
a rilievo, probabilmente riferibili ad un
porticato che delimitava la villa sul versante
prospiciente il mare. «L’eccezionalità dei
rinvenimenti - continua la dott. ssa Panvini
- è legata anche alla presenza di strutture
più antiche sulle quali si sono innestati
quelle della villa ellenistica, documentando
una precedente frequentazione dell’area
riferibile ad almeno un secolo prima».

La Sicilia

brick84 no está en línea   Reply With Quote
Old June 25th, 2009, 11:56 AM   #80
tiziana75
Forza Sicilia
 
tiziana75's Avatar
 
Join Date: May 2007
Posts: 2,135
Likes (Received): 0

Case: i 40 affari da non perdere
Viaggio nella Sicilia del Real Estate


Case private e dimore storiche, appartamenti e ville, ritiri di campagna e castelli sul mare. Per chi ha voglia di acquistare una casa I love Sicilia, il mensile di stili, tendenze e consumi in edicola da venerdì 26 giugno, propone una mappa degli affari al momento più allettanti nell’Isola. Con richieste che vanno da 45 mila a 3 milioni di euro, il viaggio nella Sicilia del Real Estate parte dalle Eolie, con una splendida villa a Salina e un residence di nuova costruzione a Lipari, e prosegue con il barocco di Modica, i bagli di Siracusa e di Catania, i casali del Trapanese e gli storici palazzi del Palermitano. Nel capoluogo, ad esempio, è in vendita Palazzo di Rudinì, ai Quattro Canti, appartenuto ad una delle più importanti famiglie nobiliari della Sicilia. E per chi non ha intenzione di acquistare un immobile, ma non vuole comunque rinunciare ad una vacanza di charme, le offerte di locazione non mancano di certo, da Cefalù a Marsala, da Siracusa a Modica, da Acireale a Taormina.

In questo numero anche la storia di un gruppo catanese, i Metatrone, che canta di Dio attraverso l’heavy metal e la cui musica ha fatto il giro del mondo. E ancora, un’intervista alla messinese Graziella Attanasio, la medium che asserisce di parlare con le anime dei trapassati e che tra i suoi conversatori conta illustri defunti come Indro Montanelli e Luciano Pavarotti; una conversazione con la scrittrice Dacia Maraini che ripercorre gli anni della sua giovinezza nell’Isola.

E intanto continua il viaggio di I love Sicilia nel mondo del lavoro: è iniziato il piano recruiment per il primo Outlet village della regione che sorgerà nel marzo 2010 nell’Ennese (600 le assunzioni previste), mentre Ryanair, che ha scelto Trapani come base operativa per il Sud d’Italia, e Airgest hanno in cantiere oltre mille assunzioni.




P.s. in Sicilia bisogna investire, investire...investire..investire...investire..investire....investire....investire..investire..
tiziana75 no está en línea   Reply With Quote
Sponsored Links
Advertisement
 


Reply

Tags
catania, palermo, sicilia, turismo

Thread Tools

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off



All times are GMT +2. The time now is 11:33 AM.


Powered by vBulletin® Version 3.8.11 Beta 4
Copyright ©2000 - 2020, vBulletin Solutions Inc.
vBulletin Security provided by vBSecurity v2.2.2 (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2020 DragonByte Technologies Ltd.
Feedback Buttons provided by Advanced Post Thanks / Like (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2020 DragonByte Technologies Ltd.

SkyscraperCity ☆ In Urbanity We trust ☆ about us