CATANIA | Riqualificazione di Corso Martiri della Libertà (Mario Cucinella) | U/C - SkyscraperCity
 

forums map | DMCA | news magazine | posting guidelines

Go Back   SkyscraperCity > European Forums > Forum Italiano > Architettura ed urbanistica in Italia > Progetti in corso


Global Announcement

As a general reminder, please respect others and respect copyrights. Go here to familiarize yourself with our posting policy.


Reply

 
Thread Tools
Old June 25th, 2012, 01:16 AM   #1
Sampei
melior de cinere surgo
 
Sampei's Avatar
 
Join Date: Dec 2005
Location: Catania
Posts: 6,457
Likes (Received): 2926

CATANIA | Riqualificazione di Corso Martiri della Libertà (Mario Cucinella) | U/C

Riqualificazione e pedonalizzazione di Corso Martiri della Libertà, a Catania, con innesto di residenze, gallerie commerciali, teatro, spazio espositivo-museale, cinema multisala, albergo e parcheggi ipogei, con ampio ricorso a spazi verdi attrezzati e tetti giardino.

Progetto del 2012 dell'Arch. Mario Cucinella.

Stato attuale



[IMG]http://i50.************/300chll.jpg[/IMG]

image hosted on flickr


image hosted on flickr


image hosted on flickr


image hosted on flickr


image hosted on flickr


image hosted on flickr


image hosted on flickr


image hosted on flickr


image hosted on flickr


image hosted on flickr


image hosted on flickr


image hosted on flickr


image hosted on flickr


image hosted on flickr


image hosted on flickr


Foto di ctzen Catania

Rassegna stampa:

Corriere della Sera

La Repubblica

adnkronos

Il nuovo Corso Martiri della Libertà di Catania è una macchia verde. Eppure lì dentro ci sono spalmati 240mila metri cubi di nuovi edifici. L’architetto Mario Cucinella ha diviso la grande ferita che Catania si porta dietro da cinquant’anni in tre zone: una residenziale più vicina a piazza della Repubblica, una culturale e commerciale ai lati del boulevard alberato che diventerà Corso dei Martiri della Libertà, infine una ricettivo-alberghiera che si affaccia su piazza Giovanni XXIII e la stazione centrale. Ci saranno un teatro, un museo, un albergo e piccole oasi d’acqua nel verde. La strada sarà solo pedonale e ciclabile, i parcheggi sotterranei. Non ci sarà nessun mercato coperto, almeno per ora, e nessun centro commerciale. Tre anni è il tempo di realizzazione previsto dall’architetto e dal sindaco Raffaele Stancanelli. Duecento milioni di euro l’investimento dei privati.

«Parola d’ordine: rigenerazione urbana, per mettere Catania in linea con il resto d’Europa». Ha esordito con queste parole l’architetto Cucinella alla conferenza stampa di presentazione del master plan stamattina nella sala giunta del Comune, affollata da giornalisti, assessori e varie associazioni. «Catania – ha spiegato il progettista – è una città densa dal punto di vista urbanistico e con un’importante movida creativa. Non aveva senso riempirla di nuovi edifici, ho pensato ad un grande giardino dove i catanesi possano ritrovarsi a passeggiare». Le diapositive che passano sullo schermo mostrano i cambiamenti avvenuti con ottimi risultati a Barcellona, Rio, Valencia, Madrid. L’idea di una rambla che unisca il cuore della città al mare torna spesso nei discorsi di Cucinella.

«Ho voluto mantenere l’attuale scivolamento della città da nord verso sud», spiega l’architetto. Così, dal lato di via Archimede, ci saranno delle terrazze su tre livelli che si affacciano sul viale. Sulla superficie superiore nascerà un giardino. Le gallerie, all’interno, saranno destinate a servizi e negozi. «Ma non un centro commerciale», ci tiene a precisare l’architetto. Le terrazze non supereranno l’altezza degli edifici vicini, così come tutte le altre costruzioni previste dal master plan. «Abbiamo prestato molta attenzione nel mantenere un rapporto equilibrato tra i volumi esistenti e quelli nuovi». Sarà quindi un lento degradare verso il boulevard centrale, destinato alle passeggiate di pedoni e ciclisti, dove sorgeranno anche delle piccole oasi d’acqua, altro «tema caro» a Cucinella.

Il traffico delle auto verrà dirottato sulla cintura di strade già esistente che circonda Corso dei Martiri: via Archimede e via Marchese di Casalotto ai lati. «Rimarrà solo l’attraversamento di via Crispi», precisa l’architetto. Nella zona prossima a piazza della Repubblica verranno realizzate residenze per un totale di 40mila metri cubi. I palazzi dovrebbero raggiungere un’altezza di 25 metri per un totale di sette piani, «senza superare gli edifici esistenti». La zona residenziale finisce in corrispondenza di via Crispi.

Di fronte alla chiesa del Santissimo Crocifisso della buona morte è previsto un nuovo museo che si affaccerà su una piazza che, nelle idee di Cucinella, dovrebbe essere destinata ad «ogni tipo di evento artistico». Poco più avanti, dall’altra parte del viale, sorgeranno il teatro e un edificio destinato ad attività commerciali. Alle spalle del teatro una scalinata a gradoni porterà su via Marchese di Casalotto e piazza Falcone, da cui l’architetto ha ammesso si essere stato folgorato. «La piazza con la chiesa sono il pezzo più pregiato della zona, ho provato a recuperare quella qualità per le parti nuove tutto attorno». L’ultimo segmento del viale sarà destinato alle strutture ricettivo-alberghiere. Un hotel «di circa 10mila metri cubi per 4mila metri quadrati» dovrebbe nascere di fronte alla stazione ferroviaria. Anche in questo caso, promette Cucinella, l’altezza sarebbe coerente con quella degli edifici vicini già esistenti.

L’incarico affidato a Cucinella si ferma qui, ma l’architetto ha voluto lasciare al sindaco un progetto anche per piazza della Repubblica che Stancanelli ha affermato di tenere in grande considerazione. Previsti un parcheggio per 350 posti auto da 10mila metri cubi e il mercato coperto che servirebbe da ingresso per il nuovo San Berillo. In questo caso, spetterebbe interamente al Comune l’onere dei lavori. «La nostra ambizione – spiega Cucinella – non è soltanto quella di rifare il quartiere di San Berillo, ma di generare una nuova qualità urbana tutto intorno. Catania ha a disposizione una conquista secolare: affacciarsi sul mare con un parco urbano». Un’idea che esula dal progetto di competenza dell’architetto e che sta all’amministrazione comunale saper cogliere, portando il concetto di rigenerazione urbana fino alla stazione e a piazza Giovanni XXIII.

Fonte dell'articolo descrittivo: ctzen

A PAGINA 3 AGGIORNAMENTO DEL PROGETTO E DEL PLASTICO (dicembre 2013)
__________________

Aury88, balthazar liked this post

Last edited by Sampei; January 7th, 2014 at 05:53 PM. Reason: Aggiornamento
Sampei no está en línea   Reply With Quote
Sponsored Links
Advertisement
 
Old June 25th, 2012, 06:27 AM   #2
italiano_pellicano
BANNED
 
Join Date: Feb 2010
Location: Los Angeles , US / Cancun , MX
Posts: 16,689
Likes (Received): 2012

wow questo e un bellissimo progetto
__________________

balthazar liked this post
italiano_pellicano no está en línea   Reply With Quote
Old June 25th, 2012, 12:42 PM   #3
Euplio
Italian user
 
Euplio's Avatar
 
Join Date: Aug 2010
Location: around Catania
Posts: 4,513
Likes (Received): 1458

Quote:
Originally Posted by Sampei View Post
Riqualificazione e pedonalizzazione di Corso Martiri della Libertà, a Catania, con innesto di residenze, gallerie commerciali, teatro, spazio espositivo-museale, cinema multisala, albergo e parcheggi ipogei, con ampio ricorso a spazi verdi attrezzati e tetti giardino.
Per aprire un thread a parte presumo che ci siano novità positive.
__________________
Ciao fratello.

sciarrone.eng liked this post
Euplio no está en línea   Reply With Quote
Sponsored Links
Advertisement
 
Old June 25th, 2012, 01:06 PM   #4
mndtms
Registered User
 
Join Date: Feb 2011
Location: Shanghai
Posts: 372
Likes (Received): 7

è un masterplan presentato attorno al 7 giugno (2012) .. quindi presumo che la novità positiva sia il fatto che sia stato presentato!
poi vediamo se farà seguito anche qualcosa o rimarrà un bel progetto (profumatamente pagato visto che si parla di cucinella) o si farà davvero qualcosa (con le dovute modifiche rispetto questa proposta)
mndtms no está en línea   Reply With Quote
Old June 25th, 2012, 02:44 PM   #5
picci88
Registered User
 
picci88's Avatar
 
Join Date: Mar 2009
Location: Milano
Posts: 612
Likes (Received): 96

Quote:
Originally Posted by mndtms View Post
è un masterplan presentato attorno al 7 giugno (2012) .. quindi presumo che la novità positiva sia il fatto che sia stato presentato!
poi vediamo se farà seguito anche qualcosa o rimarrà un bel progetto (profumatamente pagato visto che si parla di cucinella) o si farà davvero qualcosa (con le dovute modifiche rispetto questa proposta)
sul sito di cucinella non compare ancora niente
__________________
Catania figghiozza do Patri Eternu
picci88 no está en línea   Reply With Quote
Old June 25th, 2012, 02:52 PM   #6
alby_85
In racing we trust
 
alby_85's Avatar
 
Join Date: Feb 2008
Location: Torino
Posts: 2,341
Likes (Received): 73

Non vorrei dire che sia brutto, ma mi sa così tanto tardi '60 che se lo facessero oggi tra 10 anni avrebbe già l'aria vecchia.
Bah, non saprei.
Sicuramente meglio comunque della situazione attuale, ma ci vuol poco.
__________________
alby_85 no está en línea   Reply With Quote
Old June 25th, 2012, 03:23 PM   #7
Euplio
Italian user
 
Euplio's Avatar
 
Join Date: Aug 2010
Location: around Catania
Posts: 4,513
Likes (Received): 1458

Quote:
Originally Posted by mndtms View Post
è un masterplan presentato attorno al 7 giugno (2012) .. quindi presumo che la novità positiva sia il fatto che sia stato presentato!
Nel thread su Catania si era detto che fino almeno all'approvazione del Comune entro i 45 giorni dalla presentazione ufficiale "per scaramanzia" non avremmo parlato del progetto nel thread dei progetti approvati. Vedere un thread aperto in merito può significare solo due cose:

1. La tensione che abbiamo un po' tutti di fronte ad una possibile svolta epocale per la città di Catania ci spinge a parlarne comunque, perché in effetti è un nodo importante: che si faccia o meno.
2. Che ci sia qualche novità dalla famosa illustrazione del progetto Cucinella. Novità positiva.

Personalmente spero il secondo punto, in particolare mi piacerebbe sapere che il Comune abbia approvato il progetto e che ad autunno partano davvero coi lavori.
Di ottimismo magari ci si ferisce, ma non se ne muore!
__________________
Ciao fratello.
Euplio no está en línea   Reply With Quote
Old June 25th, 2012, 03:24 PM   #8
Hecmar
Registered User
 
Hecmar's Avatar
 
Join Date: Oct 2007
Location: Catania
Posts: 2,346
Likes (Received): 697

IL NUOVO CORSO MARTIRI DELLA LIBERTA'

In un art. del giornale La Sicilia del 24 Giugno 2012 (Cronaca di Catania, pag. 32) è scritto che: "Spetta al Comune imporre la pedonalizzazione della spina verde che, viceversa, potrebbe tornare ad essere una normale strada a scorrimento veloce".
Ciò significa che la chiusura al traffico di Corso Martiri è ancora da decidere?

Last edited by Hecmar; July 6th, 2012 at 01:18 AM.
Hecmar no está en línea   Reply With Quote
Old June 25th, 2012, 04:34 PM   #9
Hecmar
Registered User
 
Hecmar's Avatar
 
Join Date: Oct 2007
Location: Catania
Posts: 2,346
Likes (Received): 697

L'albergo [dal plastico dell'arch. Cucinella]


Uploaded with ImageShack.us
Hecmar no está en línea   Reply With Quote
Old June 25th, 2012, 11:39 PM   #10
Sampei
melior de cinere surgo
 
Sampei's Avatar
 
Join Date: Dec 2005
Location: Catania
Posts: 6,457
Likes (Received): 2926

Quote:
Originally Posted by Euplio View Post
Nel thread su Catania si era detto che fino almeno all'approvazione del Comune entro i 45 giorni dalla presentazione ufficiale "per scaramanzia" non avremmo parlato del progetto nel thread dei progetti approvati. Vedere un thread aperto in merito può significare solo due cose:

1. La tensione che abbiamo un po' tutti di fronte ad una possibile svolta epocale per la città di Catania ci spinge a parlarne comunque, perché in effetti è un nodo importante: che si faccia o meno.
2. Che ci sia qualche novità dalla famosa illustrazione del progetto Cucinella. Novità positiva.

Personalmente spero il secondo punto, in particolare mi piacerebbe sapere che il Comune abbia approvato il progetto e che ad autunno partano davvero coi lavori.
Di ottimismo magari ci si ferisce, ma non se ne muore!
La giornalista Leocata, persona vicina (da un punto di vista intellettuale oltre che per mandato professionale) alle vicende urbanistiche cittadine, non ultima quella riguardante il raddoppio ferroviario, si è "sbilanciata" scrivendo che a giorni verrà apposta la firma definitiva al progetto da parte del Comune di Catania.

A prescindere dal buon esito, in cui spero e credo, è un progetto di una portata tale da meritare una vetrina più importante in questo forum all'interno di questa sezione, perché comunque espressione alta di un professionista di massimo livello. Mi ricordo quando all'università studiavo progetti che, pur mai realizzati, rimanevano e rimangono testimonianze importanti dell'evoluzione dell'architettura e dell'urbanistica attraverso gli artefici ed i luoghi. Quale luogo migliore di un forum come questo per lasciare questa traccia? Naturalmente continuando ad auspicare fortemente che al plastico seguano ruspe e gru.

Quote:
Originally Posted by Hecmar View Post
E spetta al Comune imporre la pedonalizzazione della spina verde che, viceversa, potrebbe tornare ad essere una normale strada a scorrimento veloce. Insomma, come sostiene Cucinella, «spetta alle forze politiche difendere la parte culturale e pubblica del progetto e mitigare l'opportunità speculativa». Come dire che bisognerà vigilare perché questo progetto non diventi la foglia di fico per una mera speculazione immobiliare.
Quest'aspetto è importante e conferma quanto avevo sentito dire in Comune: la pedonalizzazione di Corso Martiri della Libertà non rientra nell'accordo con i privati, dev'essere un atto successivo da parte dell'amministrazione comunale. Spero che quest'ultima non freni su quest'aspetto, previa un attento studio della viabilità alternativa all'attuale asse. Certamente è prematuro discuterne e bisogna anche vedere quale amministrazione ci sarà quando questo progetto (tocchiamo ferro) vedrà la luce.
Sampei no está en línea   Reply With Quote
Old June 26th, 2012, 12:19 AM   #11
Sampei
melior de cinere surgo
 
Sampei's Avatar
 
Join Date: Dec 2005
Location: Catania
Posts: 6,457
Likes (Received): 2926

Il plastico del futuro Corso Martiri della Liberà, da giorni esposto nella corte di Palazzo degli Elefanti, è meta di un continuo pellegrinaggio di cittadini che vogliono sapere, vedere, capire. Si tratta di un master plan di tipo amministrativo nel quale vengono delineate le proprietà pubbliche e private e le cubature. La progettazione vera e propria avverrà in un secondo momento, intanto è possibile avere un'immagine d'insieme del nuovo volto che l'arch. Cucinella vuole dare ai luoghi.
Si tratta di uno spazio caratterizzato da un ampio corridoio centrale verde, lungo lo stesso asse dove oggi corre il viale. Un corridoio pedonale ai cui lati si aprono vari tipi di attività. La porta d'ingresso a questo parco urbano è quella da piazza Giovanni XXIII dove, dal lato opposto del grande edificio oggi esistente, si alzerebbe un albergo in vetro che guarda da un lato il mare e dall'altro il parco e sul quale si arrampica un giardino pensile in continuazione delle «ramblas» in cui si articola lo spazio a verde sottostante.
Lungo lo stesso asse, quello che prospetta su via Archimede, proseguendo in direzione di piazza della Repubblica, si sviluppa l'area commerciale articolata su tre livelli disegnati da rampe verdi che fanno allo stesso tempo da tetto ai volumi sottostanti e da terrazze-giardino per quelli a livello. Per articolare meglio gli spazi, e renderli più gradevoli, i negozi, i ristoranti e le eventuali botteghe artigiane si aprono e degradano come la cavea di un teatro su ampie aree ovali, le «oasi d'acqua» che Cucinella pensa come elemento di arredo urbano e, allo stesso tempo, come biopiscine che ripropongano in questo nuovo spazio urbano l'antico tema dell'acqua scomparso dalla memoria di una città pure attraversata da decine di fiumi sotterranei. Più avanti è previsto uno spazio museale aperto ad esposizioni e ad accogliere laboratori artistici che potrebbero essere tenuti dagli ospiti dell'Accademia di Belle Arti che trascorrono un periodo in città lavorando con gli allievi e le cui opere potrebbero restare come omaggio a Catania costituendo, nel tempo, una collezione d'arte contemporanea. Ancora avanti, in prossimità di piazza Della Repubblica è prevista tutta una zona residenziale. Dal lato opposto del grande viale centrale a verde, a fianco della chiesa del Crocifisso della Buona Morte, è previsto un teatro e poi un edificio dedicato al commercio.







fonte
__________________
«La lotta alla mafia dev'essere innanzitutto un movimento culturale che abitui tutti a sentire la bellezza del fresco profumo della libertà che si oppone al puzzo del compromesso morale, dell'indifferenza, della contiguità e quindi della complicità».

Paolo Borsellino
Sampei no está en línea   Reply With Quote
Old June 26th, 2012, 11:16 AM   #12
Euplio
Italian user
 
Euplio's Avatar
 
Join Date: Aug 2010
Location: around Catania
Posts: 4,513
Likes (Received): 1458

Quote:
Originally Posted by Sampei View Post
La giornalista Leocata, persona vicina (da un punto di vista intellettuale oltre che per mandato professionale) alle vicende urbanistiche cittadine, non ultima quella riguardante il raddoppio ferroviario, si è "sbilanciata" scrivendo che a giorni verrà apposta la firma definitiva al progetto da parte del Comune di Catania.

A prescindere dal buon esito, in cui spero e credo, è un progetto di una portata tale da meritare una vetrina più importante in questo forum all'interno di questa sezione, perché comunque espressione alta di un professionista di massimo livello. Mi ricordo quando all'università studiavo progetti che, pur mai realizzati, rimanevano e rimangono testimonianze importanti dell'evoluzione dell'architettura e dell'urbanistica attraverso gli artefici ed i luoghi. Quale luogo migliore di un forum come questo per lasciare questa traccia? Naturalmente continuando ad auspicare fortemente che al plastico seguano ruspe e gru.
Pinella la conosco da tempo ed ha sempre lavorato e sofferto per Catania. Spesso si è fatta portavoce di denunce nei confronti degli sfregi operati in città, immagino che lei - come tutti, credo - sia entusiasta dalla possibilità di vedere qualcosa di concreto. E valido.

Per il resto sono pienamente d'accordo, cui aggiungo un personale apprezzamento nei confronti di Cucinella che ha dimostrato con questo progetto di avere una mente creativa e brillante. Checché se ne possa dire o pensare è indubbiamente un progetto notevole.
__________________
Ciao fratello.
Euplio no está en línea   Reply With Quote
Old June 26th, 2012, 09:17 PM   #13
italiano_pellicano
BANNED
 
Join Date: Feb 2010
Location: Los Angeles , US / Cancun , MX
Posts: 16,689
Likes (Received): 2012

wow bellissimo
italiano_pellicano no está en línea   Reply With Quote
Old July 19th, 2012, 04:16 PM   #14
Euplio
Italian user
 
Euplio's Avatar
 
Join Date: Aug 2010
Location: around Catania
Posts: 4,513
Likes (Received): 1458

Segnalo:
Quote:
Originally Posted by picci88 View Post
http://www.mcarchitects.it/project/san-berillo

sul sito di cucinella il masterplan
__________________
Ciao fratello.
Euplio no está en línea   Reply With Quote
Old July 19th, 2012, 04:43 PM   #15
Euplio
Italian user
 
Euplio's Avatar
 
Join Date: Aug 2010
Location: around Catania
Posts: 4,513
Likes (Received): 1458

Quote:
Originally Posted by Hecmar View Post
IL NUOVO CORSO MARTIRI DELLA LIBERTA'

In un art. del giornale La Sicilia del 24 Giugno 2012 (Cronaca di Catania, pag. 32) è scritto che: "Spetta al Comune imporre la pedonalizzazione della spina verde che, viceversa, potrebbe tornare ad essere una normale strada a scorrimento veloce".
Ciò significa che la chiusura al traffico di Corso Martiri è ancora da decidere?
Esatto. E in ogni caso è il Comune che stabilisce la viabilità, non l'architetto.
__________________
Ciao fratello.
Euplio no está en línea   Reply With Quote
Old July 26th, 2012, 01:21 AM   #16
Sampei
melior de cinere surgo
 
Sampei's Avatar
 
Join Date: Dec 2005
Location: Catania
Posts: 6,457
Likes (Received): 2926

Consegnato in Comune il masterplan aggiornato definitivo

Quote:
Originally Posted by La Sicilia

Corso Martiri della Libertà, depositato il master plan definitivo

La fase successiva è la presa d'atto della Giunta e la stipula della convenzione urbanistica per regolare tutte
le procedure


Il «masterplan» di Corso dei Martiri della Libertà è stato consegnato formalmente all'Ufficio urbanistica del Comune nella tarda mattinata di martedì. Un passaggio previsto dall'accordo transattivo firmato - il 7 novembre 2011, davanti al presidente del Tar - dai proprietari delle aree e dall'amministrazione Stancanelli.
Il «masterplan» è un progetto di massima, preliminare, nel quale sono fissati i parametri principali del progetto sui quali sarà sviluppata la progettazione esecutiva. I privati ne avevano già presentato una prima versione a metà giugno, ma i responsabili dell'ufficio urbanistica, dopo averlo esaminato, hanno fatto dei rilievi e chiesto delle modifiche al progettista, arch. Mario Cucinella. Adesso è stata presentata la nuova versione e gli uffici, in base all'accordo, hanno 40 giorni di tempo per approvarla. Ma il tempo necessario sarà di sicuro di gran lunga più breve dal momento che i privati, informalmente, avevano già presentato la nuova bozza agli uffici che hanno avuto modo di constatare che risponde alle modifiche richieste. Il direttore dell'ufficio del piano arch. Gabriela Sardella esaminerà la nuova documentazione insieme all'avv. Gullotta e stenderà i relativi atti.
Superata questa fase, così come prevede l'accordo del novembre 2011, il «master plan» andrà in Giunta per una presa d'atto. Si tratta di un passaggio meramente politico e conoscitivo. Non sono previsti, infatti, possibili interventi. Infine, si procederà alla stipula della convenzione urbanistica per la quale, sempre secondo l'accordo, gli uffici hanno 30 giorni di tempo.
La convenzione urbanistica disciplina tutta una serie di passaggi, dal trasferimento delle aree, alla realizzazione delle opere di urbanizzazione, ai vari scenari che si possono presentare dal momento che sono tre i soggetti (Istica, Cecos, e Risanamento San Berillo) che possono chiedere le concessioni edilizie e possono farlo autonomamente e in momenti diversi. L'ufficio del piano, dunque, deve garantire l'acquisizione delle opere di urbanizzazione, le modalità dello scomputo degli oneri concessori, dal momento che alcune opere di urbanizzazione sono realizzate a scomputo degli oneri concessori dovuti dai privati al Comune. Insomma, la convenzione dà regole precise a tutta l'operazione. Gli avvocati della proprietà ci hanno già lavorato e, proprio ieri, hanno inviato una versione informale all'ufficio urbanistica che nei prossimi giorni, studiate le carte insieme al responsabile del Patrimonio, valuterà se quando proposto concorda con le proprie idee o va modificato. Il tempo per l'approvazione dipenderà anche da questo, ma l'arch. Sardella assicura che anche questo passaggio sarà espletato entro settembre e che, per quanto la riguarda, i tempi potrebbero essere ancora più brevi.

fonte

Scattano dunque nuovi 40 giorni di attesa (probabilmente meno, da quanto si legge) per il benestare del Comune al progetto che, a quanto pare, deve aver subito qualche ritocchino. Avanti così!
Sampei no está en línea   Reply With Quote
Old September 7th, 2012, 12:23 AM   #17
Sampei
melior de cinere surgo
 
Sampei's Avatar
 
Join Date: Dec 2005
Location: Catania
Posts: 6,457
Likes (Received): 2926

Nuovo Corso Martiri della Libertà, possibili ruspe già in autunno

Per liberare le aree dagli abusivi il Comune potrebbe chiedere ai privati una donazione in denaro






«È ormai questione di qualche settimana. Al massimo entro la fine di settembre firmeremo la convenzione col Comune e l'Urbanistica». Così ha risposto a una precisa domanda sui tempi dell'iter sul risanamento di corso martiri l'ing. Aldo Palmeri, rappresentante di «Istica», la società che insieme alle altre società «Cecos» e «Risanamento San Berillo» realizzerà l'avveniristico boulevard del nuovo corso Martiri della Libertà. Ma cosa accadrà dopo la firma della convenzione e che tempi ci vorranno per vedere aperti i primi cantieri-manna per l'edilizia in crisi? Tutto dipenderà da alcuni fattori. Innanzitutto, dopo la firma, i privati procederanno all'elaborazione dei progetti, sotto la direzione dell'archistar, Mario Cucinella, per i quali man mano saranno chieste le concessioni all'assessorato Urbanistica del Comune.
Intanto, già nei mesi scorsi, le società proprietarie hanno avviato le prime indagini geologiche delle aree con l'utilizzo di alcuni grossi mezzi meccanici. I sondaggi i cui risultati sono in elaborazione sono utili per pianificare la realizzazione delle opere sotterranee, come i parcheggi che in alcuni punti saranno direttamente collegati con la linea della metropolitana che passerà da piazza Giovanni XXIII e il corso Sicilia. Altra tappa fondamentale sarà il reperimento delle risorse attraverso le banche alle quali saranno chiesti i finanziamenti, nella speranza che nel frattempo arrivi la tanto attesa ripresa. Il progetto prevede una spesa complessiva che secondo i programmi si aggirerebbe sui 200 milioni di euro.
Terzo atto sarà quello di preparare le aree in vista dell'apertura dei cantieri che daranno lavoro a centinaia di maestranze. Su questo fronte, che è quello più immediato nel tempo, le notizie che arrivano dalle società private dicono che entro settembre o al massimo nelle prime settimane di ottobre si procederà alla recinzione delle aree, alla messa in sicurezza della zona e all'avvio delle prime opere di urbanizzazione. Contemporaneamente partirà l'opera di bonifica e di pulizia delle aree che tra l'altro è da tempo costantemente richiesta dagli abitanti del quartiere che quasi ogni giorno lanciano l'allarme sulle condizioni di degrado delle buche e soprattutto sulla qualità di vita impossibile per un centinaio di persone che vivono all'interno delle aree in mezzo ai rifiuti.
Giocoforza bisognerà procedere a liberare queste aree dagli abitanti abusivi che vi hanno realizzato piccoli quartieri di baracche.
La palla passerà alle dirette competenze del Comune e in questo caso dell'assessorato ai Servizi sociali che dovrà trovare una soluzione per consentire ai titolari dei cantieri di lavorare in sicurezza.
Il piano di sgombero delle aree nei mesi scorsi è stato al centro di numerosi incontri all'assessorato Servizi sociali. Non ci sarà alcuna azione di forza, ma si procederà con uno sgombero morbido. «La proposta che è emersa - spiega l'assessore Carlo Pennisi - è quella di proporre ai proprietari delle aree di procedere con una donazione al conto corrente attivato del Centro servizi di volontariato, in modo da consentire alle ronde della solidarietà e ai centri di assistenza di utilizzare questi fondi per trovare una sistemazione idonea agli abitanti delle baracche di corso Martiri oppure per comprare i biglietti necessari per coloro che intenderanno rientrare nella loro patria di origine. Nei prossimi giorni - aggiunge l'assessore - parlerò col sindaco di questa proposta e vedrò di incontrare i privati per formulare la richiesta».
L'assessore ha fatto anche una stima di quanti soldi servirebbero per consentire questa operazione che riguarderà all'incirca un centinaio di persone, bulgare e romene, quindi tutte comunitarie. «Siamo nell'ordine dei ventimila euro per portare a termine il piano e consentire al presidio leggero della solidarietà di condurre in porto questa operazione che va, però, pianificata per tempo».

fonte
Sampei no está en línea   Reply With Quote
Old September 7th, 2012, 04:01 AM   #18
italiano_pellicano
BANNED
 
Join Date: Feb 2010
Location: Los Angeles , US / Cancun , MX
Posts: 16,689
Likes (Received): 2012

nessuna novità ?
italiano_pellicano no está en línea   Reply With Quote
Old September 7th, 2012, 08:55 AM   #19
Euplio
Italian user
 
Euplio's Avatar
 
Join Date: Aug 2010
Location: around Catania
Posts: 4,513
Likes (Received): 1458

Quote:
Originally Posted by italiano_pellicano View Post
nessuna novità ?
Il Comune ha approvato il progetto e ad ottobre dovrebbero iniziare i lavori.
Tuttavia prima c'è bisogno di effettuare lo sgombero dei nomadi accampati nelle aree abbandonate.
__________________
Ciao fratello.
Euplio no está en línea   Reply With Quote
Old October 27th, 2012, 09:00 AM   #20
simo4
Registered User
 
simo4's Avatar
 
Join Date: Jan 2012
Location: Catania
Posts: 332
Likes (Received): 151

news?

Nessuna nuova notizia di alcun genere? Ruspe..operai..anche solo i nastri per delimitare la zona... non sarò mica troppo ottimista?
__________________
Di Mungibeddu tutti figghi semu
terra di focu, di canti e d'amuri
st'aranci sulu nui li pussidemu
e la Sicilia bedda si fà onuri
simo4 no está en línea   Reply With Quote
Sponsored Links
Advertisement
 


Reply

Tags
catania

Thread Tools

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off



All times are GMT +2. The time now is 11:34 PM.


Powered by vBulletin® Version 3.8.11 Beta 4
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions Inc.
vBulletin Security provided by vBSecurity v2.2.2 (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2019 DragonByte Technologies Ltd.
Feedback Buttons provided by Advanced Post Thanks / Like (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2019 DragonByte Technologies Ltd.

SkyscraperCity ☆ In Urbanity We trust ☆ about us