A18 | Autostrada Messina - Catania - SkyscraperCity
 

forums map | DMCA | news magazine | posting guidelines

Go Back   SkyscraperCity > European Forums > Forum Italiano > Infrastrutture e Trasporti > Strade e Autostrade


Global Announcement

As a general reminder, please respect others and respect copyrights. Go here to familiarize yourself with our posting policy.


Reply

 
Thread Tools
Old October 3rd, 2009, 12:21 PM   #1
gibyct
W le Strade!
 
gibyct's Avatar
 
Join Date: Dec 2008
Location: Catania
Posts: 187
Likes (Received): 11

A18 | Autostrada Messina - Catania

A causa della tragedia del 1 Ottobre 2009 per il nubifragio nelle zone di Giampillieri Superiore, Scaletta Zanclea, Brighi, Molino, Scaletta Marina, ci sono state frane anche nell'autostrada A18 nel tratto da Roccalumera-Tremestieri Messina. Nei giorni scorsi il maltempo aveva creato frane, con chiusura al traffico per alcune ore dell'autostrada, per il tratto Taormina-Roccalumera.

La Protezione Civile e la Polizia Stradale ha comunicato a chi viaggia di non prendere A18, è consigliata uscita di Giardini Naxos. SS114 è chiusa al traffico, per mezzi di soccorso, la strada è a senso unico alternativo a causa di molte frane.

Un condoglio alle famiglie della tragedia che sta portando piu' di 20 morti, 35 dispersi e 500 sfollati.
gibyct no está en línea   Reply With Quote
Sponsored Links
Advertisement
 
Old October 3rd, 2009, 08:27 PM   #2
Sampei
melior de cinere surgo
 
Sampei's Avatar
 
Join Date: Dec 2005
Location: Catania
Posts: 6,457
Likes (Received): 2926

03/10/2009 – Quella che segue è la situazione della transitabilità viaria nella fascia della Sicilia orientale che include le località colpite dal disastroso nubifragio: Giampilieri, Nizza di Sicilia, Roccalumera, Messina. La situazione è aggiornata alle ore 08:33 di oggi sabato 3 ottobre 2009.

A18 Messina-Catania
entrata chiusa causa tratto chiuso - a Roccalumera (Km. 21) in entrambe le direzioni

A18 Messina-Catania
allagamenti, frana di materiale fangoso, detriti dispersi - tra Roccalumera (Km. 21) e Catania Nord (Km. 75,8) in entrambe le direzioni Procedere con prudenza

SS114 Orientale Sicula
strada chiusa al traffico causa frana - tra Giampilieri Marina (Km. 17,1) e Nizza Di Sicilia (Km. 25,7) in entrambe le direzioni dal km 15,000 al km 25,000 strada chiusa per allagamenti e frane. Dal km 25.000 al km 18.300 e'possibile il transito ai soli mezzi di soccorso. Dal km 18.300 al km 15.000 interdetto il transito

A18 Messina-Catania
tratto chiuso causa frana - tra Tremestieri-A20 e Roccalumera (Km. 21) in entrambe le direzioni

A18 Messina-Catania
tratto chiuso causa lavori - a Catania Nord (Km. 75,8) in direzione Siracusa dalle 07:00 del 08 ott 2009 alle 17:00 del 09 ott 2009 ATTENZIONE Tratta Siracusa-Gela (A18) chiusura del tratto dallo sv. di Avola allo sv. di Cassibile. Chi proviene da Rosolini ed è diretto a Siracusa deve uscire ad Avola e può rientrare a Cassibile.

SS114 Orientale Sicula
strada chiusa al traffico causa lavori - tra Catania/Simeto/Innesto Tangenziale Di Catania (Km. 109) e Primosole/Innesto Ss194 Ragusana (Km. 110,1) in entrambe le direzioni dalle 10:00 del 30 lug 2009 alle 00:00 del 10 set 2010 dal km 109.740 al km 110.010 in corrispondenza del ponte simeto.la viabilita' in entrambe le direzioni verra' garantita sul tratto dell'autostrada catania-siracusa tra la localita' passo martino lungo l'asse dei servizi della citta' di catania ed il km 9.000 della ss 194 ragusana.Scadenza non determinata.

A20 Messina-Boccetta
chiusura mezzi pesanti, lavori causa fondo stradale irregolare - a A20 Messina-Boccetta (Km. 8,9) Chiuso lo svincolo di Boccetta solo per mezzi pesanti. Chiusura a lungo termine.

fonte Ciss viaggiare informati: http://www.radio.rai.it/cciss/index.cfm
Sampei no está en línea   Reply With Quote
Old October 4th, 2009, 01:42 AM   #3
Sampei
melior de cinere surgo
 
Sampei's Avatar
 
Join Date: Dec 2005
Location: Catania
Posts: 6,457
Likes (Received): 2926

(AGI) - 3 ott. Dalle 19 è stata aperta l’autostrada Messina-Catania. Tutti i mezzi - pesanti e non - potranno percorrerla in entrambe le direzioni di marcia (da Messina verso Catania e viceversa). Da Messina a Roccalumera (e viceversa) si transita nella carreggiata valle (lato mare) con doppio senso di circolazione tra il km 4+166 ed il km 7+220). Tutti gli svincoli sono regolarmente raggiungibili. La Direzione del Consorzio autostrade siciliane invita gli utenti a circolare con la massima prudenza, soprattutto nelle aree in cui si sono verificate le frane con la conseguente chiusura della tratta. Sul posto sono stati collocati i dispositivi di segnalamento - con limitazione di velocità - per disciplinare in sicurezza la circolazione. (AGI)

fonte
Sampei no está en línea   Reply With Quote
Sponsored Links
Advertisement
 
Old October 10th, 2009, 01:05 PM   #4
Qtya
sensational
 
Qtya's Avatar
 
Join Date: Aug 2006
Location: Budapest - Brussels
Posts: 16,298
Likes (Received): 11466

Hey Guys!

Any news concerning the Messina Strait Bridge?
__________________
„A nemzet csak akkor remélhet egy jobb jövőben, ha polgárai képesek közös erőfeszítéssel felelősséget vállalni a közjóért.”

II. János Pál pápa
Qtya no está en línea   Reply With Quote
Old October 10th, 2009, 02:25 PM   #5
Sampei
melior de cinere surgo
 
Sampei's Avatar
 
Join Date: Dec 2005
Location: Catania
Posts: 6,457
Likes (Received): 2926



Of course: maybe the first works will start during the next months: https://www.skyscrapercity.com/showthread.php?t=969514
Sampei no está en línea   Reply With Quote
Old October 15th, 2009, 12:05 PM   #6
Sampei
melior de cinere surgo
 
Sampei's Avatar
 
Join Date: Dec 2005
Location: Catania
Posts: 6,457
Likes (Received): 2926

Frana sulla tangenziale di Catania
Causata dal maltempo: traffico in tilt

Una frana causata dalle piogge delle ultime ore ha parzialmente invaso la tangenziale di Catania. Lo smottamento si è verificato all'imbocco della galleria "Mirenda" in direzione di Siracusa. L'arteria non è stata chiusa, ma la circolazione si svolge a doppio senso sull'unica carreggiata rimasta aperta in quel tratto. La circolazione ha subito forti rallentamenti in un tratto che è tra le vie di accesso all'aeroporto di Fontanarossa.

Lo smottamento si è verificato all'imbocco della galleria "Mirenda" in direzione di Siracusa nelle vicinanze di Misterbianco. L'arteria non è stata chiusa, ma la circolazione si svolge a doppio senso sull'unica carreggiata rimasta aperta in quel tratto. La circolazione ha subito forti rallentamenti in un tratto che è tra le vie di accesso all'aeroporto di Fontanarossa. Le difficoltà sono accresciute dal cedimento della sede stradale, sempre a Misterbianco, della rotonda di snodo della zona commerciale. Il bivio è stato transennato in via cautelare. Una delle vie della zona commerciale, inoltre, è intransitabile per allagamenti. Il traffico è stato dirottato sulla ex strada statale 121, che si è rapidamente intasata con il formarsi di lunghe code.

Inverno in anticipo: problemi per i terremotati
Temperature in picchiata, neve sopra i mille metri, vento gelido come solo una volta negli ultimi dieci anni si era verificato: l'inverno è arrivato in anticipo sull'Italia, cancellando in meno di 24 ore gli ultimi scampoli d'estate. E per i prossimi giorni gli esperti prevedono un nuovo peggioramento, con le temperature che scenderanno ancora. A pagare il prezzo più alto di questo brusco cambiamento delle condizioni climatiche sono i circa seimila sfollati aquilani che sono ancora nelle tende.

Freddo arriva dall'Est
La perturbazione proveniente dalla Russia non ha comunque risparmiato il resto d'Italia. A Porto Empedocle, dopo una notte di pioggia ininterrotta, è franato un costone di roccia e in Molise e' caduta la prima neve della stagione. Nevischio e grandine anche in Puglia, nel foggiano, nelle zone del Gargano e del subappennino Dauno. Il netto calo delle temperature ha riguardato invece tutta Italia e da domani, dicono del Centro Epson Meteo, ci sara' un ulteriore abbassamento di 5-6 gradi, soprattutto al centro-nord, con ulteriori nevicate.

Le minime notturne crolleranno, anche in pianura, fino a 3-5 gradi, con qualche punta vicino allo zero nelle regioni centrali e 7-8 gradi al Sud. Di giorno non farà più caldo, con la colonnina di mercurio che si fermera' sui 13-15 gradi, 5-7 gradi in meno della media media stagionale e 10 in meno rispetto a quelli registrati una settimana fa. Una situazione che dovrebbe mantenersi stabile fino a mercoledì prossimo e che è accaduta una sola volta negli ultimi 10 anni, dal 18 al 22 ottobre 2007, a causa di una discesa di aria fredda dal Nord Europa.

Fonte: TGCOM
Sampei no está en línea   Reply With Quote
Old October 15th, 2009, 10:20 PM   #7
DueMari
Registered User
 
DueMari's Avatar
 
Join Date: Jul 2007
Location: Messina
Posts: 1,968
Likes (Received): 85

Iniziativa da condividere e da sostenere...a causa della mancata mautenzione che si è avuta negli ultimi anni siamo arrivati al punto che per percorrere la Me-Ct occorre prima consultare il meteo!
E non si dica che l'alluvione del 1 ottobre è stato un evento straordinario perchè in questo l'ultimo mese l'A18 è stata chiusa per ore quasi ad ogni pioggia ed in diversi tratti...vi posso garantire che ad ogni acquazzone molti tratti si allagano con evidenti gravi pericoli e dopo l'inverno scorso sembrava un percorso ad ostacoli tra le buche!

Cas. Consumatori Associati prepara una causa collettiva contro il Consorzio, dalla Provincia la voce dei precari: Vogliamo la stabilizzazione


Consumatori Associati denuncia ancora una volta lo stato di abbandono in cui versa l'autostrada A18. Questa mattina, dopo una piccola frana nei pressi di Misterbianco, il Cas ha dovuto chiudere quel tratto dell'A18 creando disagi agli automobilisti, bloccati per ore, e danni per migliaia di euro.

L'Associazione chiede all'Assessore regionale ai lavori pubblici, Beninati, "di verificare se dopo i tragici eventi del nubifragio dell'1 ottobre, l'autostrada sia stata messa in sicurezza e chiederà che l'Anas revochi la concessione al Cas. Pronta la causa collettiva contro il consorzio autostrade per questo ed altri eventi, che si sono verificati nelle scorse settimane per la cattiva manutenzione delle autostrade".

"Ci sono danni per centinaia di migliaia di euro - proseguono i rappresentanti di Consumatori Associati - e molti cittadini sono rimasti bloccati perché persiste, nonostante i tragici eventi accaduti nelle settimane scorse, una cattiva manutenzione delle autostrade. Difatti, ogni qualvolta piove si verifica la chiusura della carreggiata sull’A18, per ore, per frane e piccoli smottamenti. Stamani, dopo un piccolo smottamento sulla A 18, nei pressi di Misterbianco, il Cas ha chiuso quel tratto autostradale e non ha segnalato l'accaduto come avrebbe potuto, prima di Acireale, costringendo gli automobilisti a rimanere bloccati".

L'associazione proporrà inoltre al deputato nazionale del Pdl, Vincenzo Garofalo, di farsi portavoce con le istituzioni preposte, "affinché l’Anas revochi la concessione al Consorzio Autostrade Siciliane, per la gestione disastrosa della manutenzione delle autostrade".

Consumatori Associati si offrirà infine "di patrocinare gratuitamente tutti i cittadini che vogliano chiedere il risarcimento dei danni e quindi invita tutti gli automobilisti a partecipare a questa causa contro il Cas".

Anche il Consigliere Provinciale, Antonino Calabrò (democratici autonomisti), fattosi portavoce dei precari, ha illustrato in consiglio provinciale, un documento sul consorzio autostrade siciliane, stipulato dal sindacato CUB trasporti.

"Il Consorzio Autostrade Siciliane utilizza - come si legge nel documento - una forza lavoro costituita da circa 240 precari come noi, impiegata per soli 90 giorni l'anno (molti tra questi da oltre 20 anni) ed invece di stabilizzarci con l'assunzione a tempo indeterminato (come dalle esigenze del servizio), il C.A.S. preferisce forzare il personale di ruolo in organico ad espletare la propria attività con straordinario programmato".

"In questo modo si calpestano gli interessi di noi precari, ancora alla ricerca del lavoro vero (età media 45 anni), mentre la politica (che ha notevole influenza dentro il CA.S.) fa tutto il possibile per non sbloccare la situazione in modo da poter continuare a servirsi del nostro attuale status quale comodo serbatoio di voti durante le fasi elettorali. Lo spropositato utilizzo - hanno dichiarato i lavoratori di autostrade siciliane - del lavoro straordinario, limita i bisogni dei lavoratori stabili, che si vedono obbligati a rinunciare alle ferie e dei riposi fisiologici obbligatori determinati dai turni ravvicinati".

"Più volte abbiamo chiamato il Governatore - concludono i precari - a intervenire contro questa palese ingiustizia, ma ha avuto orecchie sorde alla nostra esigenza di stabilizzazione del lavoro, anzi ogni suo atto in materia và in senso contrario a quanto promesso in campagna elettorale. Il Governatore Lombardo ha assunto degli impegni sul versante dell'occupazione e noi siamo qui oggi a ricordarglielo: non è con la politica delle clientele, ancora sovrana, che si risolvono i drammi della povera gente".

fonte: 98cento.it
DueMari no está en línea   Reply With Quote
Old October 16th, 2009, 09:37 AM   #8
DueMari
Registered User
 
DueMari's Avatar
 
Join Date: Jul 2007
Location: Messina
Posts: 1,968
Likes (Received): 85

Come volevasi dimostrare...altra pioggia, altri disagi sulla A18...che vergogna!

Il maltempo continua a fare paura. Frane e allagamenti tra Taormina e Santa Teresa di Riva

Tanta apprensione ma situazione sotto controllo nei centri colpiti dalla forti piogge, immediato l'intervento di cinque suqadre dei vigili del fuoco

I temporali che nelle ultime ore stanno flagellando la Sicilia continuano a non risparmiare la provincia di Messina. Investiti da forti piogge che hanno causato frane e allagamenti (nelle primissime ore della mattinata) i centri del versante Jonico nella fascia compresa tra Taormina e Santa Teresa di Riva.

Le zone che hanno destato maggiore preoccupazione sono state quelle a ridosso del torrente San Giovanni, a Giardini Naxos, la zona mercato nel Comune di Santa Teresa di Riva e contrada Sirina di Taormina, dove sorge l'ospedale San Vincenzo e dove qualche autovettura e' rimasta intrappolata dalla fanghiglia. Non si segnalano però feriti.

Non va meglio sulla A/18 Messina-catana dove si circola sulla corsia di sorpasso: all’imbocco del casello di Giardini, uno smottamento ha infatti ostruito e reso in parte inagibile la carreggiata, mentre la galleria Taormina in direzione Catania è rimasta allagata. Non è stato però necessario bloccare la circolazione, i tecnici stanno lavorando per ripristinare la completa normalità. Le piogge non hanno fortunatamente interessato le zona già colpite dall’alluvione ma la paura e l’allerta tra Scaletta e Giampilieri rimane alta.

fonte: tempostretto.it
DueMari no está en línea   Reply With Quote
Old October 18th, 2009, 05:57 PM   #9
Calò
European user
 
Calò's Avatar
 
Join Date: Apr 2008
Location: Novara
Posts: 17,048
Likes (Received): 1716

PRIMO PASSO VERSO IL NUOVO SVINCOLO SULL’A18

E' stato compiuto il primo passo
verso la realizzazione dello
svincolo autostradale dalla Val
d’Agrò, che dovrebbe sorgere alla foce
del torrente, che separa S. Teresa di Riva
da S. Alessio Siculo.
La Giunta dell’Unione dei Comuni
Valli Joniche dei Peloritani ha, infatti,
approvato all’unanimità la realizzazione
dello studio di fattibilità e del progetto
preliminare dell’importante bretella.
E’ il primo atto propedeutico alla redazione
del progetto esecutivo e alla richiesta
dei finanziamenti. Con l’approvazione
della delibera, al presidente dell’Unione
- il sindaco di Savoca, Nino
Bartolotta - è stato dato mandato di avviare
le procedure inerenti la realizza-
zione dell’infrastruttura, richiesta a gran
voce della popolazione.
Bartolotta, in sostanza, dovrà avviare
la concertazione con il Consorzio autostrade
siciliane. Al tempo stesso si dovranno
acquisire i pareri e i nullaosta
propedeutici alla predisposizione della
necessaria variante agli strumenti urbanistici
dei comuni interessati. Poi si passerà
alla fase esecutiva con la ricerca
dei finanziamenti necessari per la realizzazione
dell’opera. «In seno all’Unione
- spiega il presidente Bartolotta - è
emersa, in maniera unanime, la necessità
e l’indifferibilità della realizzazione
dello svincolo della Val d’Agrò, area baricentrica
tra il casello di Taormina Nord
e Roccalumera, un territorio ad alta densità
di popolazione e dalle forti potenzialità
economiche e turistico-ricettive.
Inoltre, lo svincolo sarebbe da considerarsi,
in caso di calamità naturali, l’unica
e sola via di fuga alternativa alla
statale 114, nonché - conclude Bartolotta
- valida soluzione alla problematica
relativa alla presenza del casello ferroviario
di Sant’Alessio Siculo, il cui sottopassaggio
oltre a rallentare la viabilità,
non consente, per le ridotte dimensioni
strutturali, il passaggio di ambulanze e
di automezzi di soccorso».
La delibera della Giunta sarà adesso
trasmessa al Consiglio dell’Unione per la
relativa presa d’atto.
__________________
Claudio
Calò no está en línea   Reply With Quote
Old October 18th, 2009, 10:00 PM   #10
brick84
Registered User
 
brick84's Avatar
 
Join Date: Aug 2007
Posts: 45,090

Quote:
Originally Posted by DueMari View Post
Iniziativa da condividere e da sostenere...a causa della mancata mautenzione che si è avuta negli ultimi anni siamo arrivati al punto che per percorrere la Me-Ct occorre prima consultare il meteo!
E non si dica che l'alluvione del 1 ottobre è stato un evento straordinario perchè in questo l'ultimo mese l'A18 è stata chiusa per ore quasi ad ogni pioggia ed in diversi tratti...vi posso garantire che ad ogni acquazzone molti tratti si allagano con evidenti gravi pericoli e dopo l'inverno scorso sembrava un percorso ad ostacoli tra le buche!

Cas. Consumatori Associati prepara una causa collettiva contro il Consorzio, dalla Provincia la voce dei precari: Vogliamo la stabilizzazione


Consumatori Associati denuncia ancora una volta lo stato di abbandono in cui versa l'autostrada A18. Questa mattina, dopo una piccola frana nei pressi di Misterbianco, il Cas ha dovuto chiudere quel tratto dell'A18 creando disagi agli automobilisti, bloccati per ore, e danni per migliaia di euro.

L'Associazione chiede all'Assessore regionale ai lavori pubblici, Beninati, "di verificare se dopo i tragici eventi del nubifragio dell'1 ottobre, l'autostrada sia stata messa in sicurezza e chiederà che l'Anas revochi la concessione al Cas. Pronta la causa collettiva contro il consorzio autostrade per questo ed altri eventi, che si sono verificati nelle scorse settimane per la cattiva manutenzione delle autostrade".

"Ci sono danni per centinaia di migliaia di euro - proseguono i rappresentanti di Consumatori Associati - e molti cittadini sono rimasti bloccati perché persiste, nonostante i tragici eventi accaduti nelle settimane scorse, una cattiva manutenzione delle autostrade. Difatti, ogni qualvolta piove si verifica la chiusura della carreggiata sull’A18, per ore, per frane e piccoli smottamenti. Stamani, dopo un piccolo smottamento sulla A 18, nei pressi di Misterbianco, il Cas ha chiuso quel tratto autostradale e non ha segnalato l'accaduto come avrebbe potuto, prima di Acireale, costringendo gli automobilisti a rimanere bloccati".

L'associazione proporrà inoltre al deputato nazionale del Pdl, Vincenzo Garofalo, di farsi portavoce con le istituzioni preposte, "affinché l’Anas revochi la concessione al Consorzio Autostrade Siciliane, per la gestione disastrosa della manutenzione delle autostrade".

Consumatori Associati si offrirà infine "di patrocinare gratuitamente tutti i cittadini che vogliano chiedere il risarcimento dei danni e quindi invita tutti gli automobilisti a partecipare a questa causa contro il Cas".

Anche il Consigliere Provinciale, Antonino Calabrò (democratici autonomisti), fattosi portavoce dei precari, ha illustrato in consiglio provinciale, un documento sul consorzio autostrade siciliane, stipulato dal sindacato CUB trasporti.

"Il Consorzio Autostrade Siciliane utilizza - come si legge nel documento - una forza lavoro costituita da circa 240 precari come noi, impiegata per soli 90 giorni l'anno (molti tra questi da oltre 20 anni) ed invece di stabilizzarci con l'assunzione a tempo indeterminato (come dalle esigenze del servizio), il C.A.S. preferisce forzare il personale di ruolo in organico ad espletare la propria attività con straordinario programmato".

"In questo modo si calpestano gli interessi di noi precari, ancora alla ricerca del lavoro vero (età media 45 anni), mentre la politica (che ha notevole influenza dentro il CA.S.) fa tutto il possibile per non sbloccare la situazione in modo da poter continuare a servirsi del nostro attuale status quale comodo serbatoio di voti durante le fasi elettorali. Lo spropositato utilizzo - hanno dichiarato i lavoratori di autostrade siciliane - del lavoro straordinario, limita i bisogni dei lavoratori stabili, che si vedono obbligati a rinunciare alle ferie e dei riposi fisiologici obbligatori determinati dai turni ravvicinati".

"Più volte abbiamo chiamato il Governatore - concludono i precari - a intervenire contro questa palese ingiustizia, ma ha avuto orecchie sorde alla nostra esigenza di stabilizzazione del lavoro, anzi ogni suo atto in materia và in senso contrario a quanto promesso in campagna elettorale. Il Governatore Lombardo ha assunto degli impegni sul versante dell'occupazione e noi siamo qui oggi a ricordarglielo: non è con la politica delle clientele, ancora sovrana, che si risolvono i drammi della povera gente".

fonte: 98cento.it
Ma con quale coraggio chiedono la stabilizzazione??? Roba da matti!

Li mandassero tutti a casa e lo scogliessero sto' cazzo di CAS!!

__________________
"Sicilia rovina d'Italia e del forum" (cit.)


"Quello che facciamo per noi stessi,muore con noi quello che facciamo per gli altri e per il mondo rimane, ed e’ immortale" - Albert Pine.

Ponte sullo Stretto di Messina - Prima parte
Ponte sullo Stretto di Messina - Seconda parte
brick84 no está en línea   Reply With Quote
Old October 18th, 2009, 11:53 PM   #11
gc200000
Registered User
 
Join Date: Oct 2008
Posts: 1,197
Likes (Received): 118

Quote:
Originally Posted by brick84 View Post
Ma con quale coraggio chiedono la stabilizzazione??? Roba da matti!

Li mandassero tutti a casa e lo scogliessero sto' cazzo di CAS!!
Beh non mi pare che la colpa sia dei dipendenti...

La colpa è dei dirigenti che negli ultimi anni si sono mangiati milioni.
gc200000 no está en línea   Reply With Quote
Old October 19th, 2009, 09:08 AM   #12
DueMari
Registered User
 
DueMari's Avatar
 
Join Date: Jul 2007
Location: Messina
Posts: 1,968
Likes (Received): 85


Non è certo colpa dei dipendenti, ma se si assumono centinaia di persone solo per assistenzialismo e clientele varie è chiaro che i soldi si spenderanno solo per stipendi e mancheranno per le manutenzioni ed altro. Vedi l'ATM di Messina con 700 dipendenti e 30 autobus in circolazione...
DueMari no está en línea   Reply With Quote
Old October 19th, 2009, 10:47 AM   #13
gc200000
Registered User
 
Join Date: Oct 2008
Posts: 1,197
Likes (Received): 118

Quote:
Originally Posted by DueMari View Post

Non è certo colpa dei dipendenti, ma se si assumono centinaia di persone solo per assistenzialismo e clientele varie è chiaro che i soldi si spenderanno solo per stipendi e mancheranno per le manutenzioni ed altro. Vedi l'ATM di Messina con 700 dipendenti e 30 autobus in circolazione...
Vero... Però ti assicuro che gran parte degli ammanchi del Cas sono dovuti al fatto che si sono mangiati milioni negli anni scorsi, credo ci sia anche un'inchiesta.

L'Atm, fortunatamente, ha aumentato a una sessantina i bus in circolazione E 200 dipendenti sono gli ausiliari del traffico...
gc200000 no está en línea   Reply With Quote
Old October 19th, 2009, 11:37 AM   #14
DueMari
Registered User
 
DueMari's Avatar
 
Join Date: Jul 2007
Location: Messina
Posts: 1,968
Likes (Received): 85

Quote:
Originally Posted by gc200000 View Post
Vero... Però ti assicuro che gran parte degli ammanchi del Cas sono dovuti al fatto che si sono mangiati milioni negli anni scorsi, credo ci sia anche un'inchiesta.

L'Atm, fortunatamente, ha aumentato a una sessantina i bus in circolazione E 200 dipendenti sono gli ausiliari del traffico...
Si so dell'inchiesta in corso...e purtroppo non mi aspetto grandi risultati...in definitiva emerge che i mali di queste "aziende" sono dovuti in parte ai soldi che finiscono chissà dove (...) ed in parte ai troppi stipendi da erogare...
DueMari no está en línea   Reply With Quote
Old October 19th, 2009, 02:12 PM   #15
gc200000
Registered User
 
Join Date: Oct 2008
Posts: 1,197
Likes (Received): 118

Quote:
Originally Posted by DueMari View Post
Si so dell'inchiesta in corso...e purtroppo non mi aspetto grandi risultati...in definitiva emerge che i mali di queste "aziende" sono dovuti in parte ai soldi che finiscono chissà dove (...) ed in parte ai troppi stipendi da erogare...
Rispettivamente nella misura indicativa dell'80 e del 20 %...
gc200000 no está en línea   Reply With Quote
Old October 20th, 2009, 09:53 AM   #16
DueMari
Registered User
 
DueMari's Avatar
 
Join Date: Jul 2007
Location: Messina
Posts: 1,968
Likes (Received): 85

Mi sembra una buona notizia...speriamo solo di non cadere dalla padella nella brace!

Il nubifragio assassino Mentre il Cas nega che ci siano pericoli per la stabilità del pilone del viadotto Racinazzi, l'Anas ribadisce le accuse di inerzia

A18 a rischio, verso la revoca al Consorzio

Buzzanca rassicura: «Gli sfollati non resteranno tutto l'inverno in albergo. Penso a case in affitto»

Mauro Cucè
«Nessun pericolo per la stabilità del pilone del viadotto "Racinazzi" di Scaletta Zanclea, colpito violentemente da un grande masso staccatosi dalla montagna per le conseguenze del nubifragio». Gli uffici tecnici del.....

fonte: gazzettadelsud.it
DueMari no está en línea   Reply With Quote
Old March 11th, 2010, 04:04 PM   #17
DueMari
Registered User
 
DueMari's Avatar
 
Join Date: Jul 2007
Location: Messina
Posts: 1,968
Likes (Received): 85

Torna il maltempo e tornano di attualità i problemi della Messina-Catania, "autostrada" ormai in più tratti ridotta ad un colabrodo e che ad ogni pioggia abbondante subisce delle frane....

A18. Garofalo scrive a Ciucci: "Gentile Presidente... ecco tutte le carenze della 'sua' autostrada"

Non le manda a dire il deputato nazionale del Pdl, Vincenzo Garofalo, che in un'interrogazione politically correct ma decisa scrive al Presidente dell'Anas, Pietro Ciucci, chiedendo interventi provvidenziali per la A18, il cui stato, secondo l'ex presidente dell'Autorità Portuale, versano in condizioni difficili da mesi.

Garofalo segnala a Ciucci tutte le criticità e le carenze della Messina-Catania. Ecco la sua lettera:


"Gentile Presidente, desidero richiamare la Sua attenzione sull’attuale condizione dell’autostrada A18 (Messina-Catania) che, come certamente Lei sa bene, svolge un ruolo fondamentale nella viabilità della provincia di Messina e soprattutto per la zona jonica che da tempo soffre a causa di frane e smottamenti che interessano la Strada Statale 114 che attraversa e collega tutti i centri abitati.

Non credo che i recenti appalti di manutenzione ordinaria per la pavimentazione riusciranno a risolvere i problemi causati da un manto stradale che non necessita più di un normale intervento “ordinario” ma di attività ben più radicali e straordinarie.

Penso che, nonostante l’azione del Commissario Zapparrata, ci voglia un impegno ben più importante per risolvere le carenze attuali e che, almeno in parte, provo aelencare:

- il manto stradale presenta evidenti segni di ammaloramento ed addirittura in prossimità degli svincoli di Messina e Catania, ci sono ormai solchi che provocano seri rischi di incidente;

- la segnaletica orizzontale è quasi scomparsa nei tratti Messina-Taormina e viceversa;

- le gallerie presentano condizioni di illuminamento non in linea con le attuali norme risultando assai pericolose;

- le barriere laterali di protezione sono spesso danneggiate e avvolte dalla vegetazione oltre ad essere ormai quasi prive di catarifrangenti;

- la vegetazione è scarsamente curata e in tanti tratti ingombra parte delle carreggiate creando seri problemi di sicurezza.

Chiedo pertanto di conoscere quali sono le azioni programmate o che programmerete per eliminare i problemi sopra indicati aggiungendo che sarà altrettanto importante sorvegliare che i lavori affidati vengano condotti da imprese con adeguati mezzi e personale in modo da contenere gli interventi nei tempi più rapidi possibili.

fonte: 98cento.it
DueMari no está en línea   Reply With Quote
Old March 17th, 2010, 07:56 PM   #18
DueMari
Registered User
 
DueMari's Avatar
 
Join Date: Jul 2007
Location: Messina
Posts: 1,968
Likes (Received): 85

Autostrade. Piano straordinario da 24 milioni per la messa in sicurezza di A18 ed A20

Il CAS ha consegnato all’Assessorato Infrastrutture e Mobilità della Regione Siciliana i progetti esecutivi - deliberati dal Commissario Straordinario arch. Matteo Zapparrata - riguardanti
• La segnaletica verticale (tratte Messina-Palermo e la Messina-Catania)
• Le opere in verde (tratta Messina-Catania)
• La sostituzione degli impianti di esazione (tratta Messina-Catania)
• La sostituzione di barriere di sicurezza (tratte Messina-Palermo e la Messina-Catania)
riferiti al piano straordinario per la messa in sicurezza delle autostrade Messina Catania e Messina Palermo.

Tutti i lavori sono stati finanziati – per 18 milioni 850 mila euro - dal Governo della Regione Siciliana su proposta dell’allora Assessore ai LL.PP. on. Nino Beninati.

Il CAS ha – invece - cofinanziato con propri fondi di bilancio le opere in verde della ME CT, la sostituzione degli impianti di esazione delle due tratte e le barriere di sicurezza della ME CT mettendo a disposizione 4.987.680,26 euro.

Tutte le progettazioni e le Direzioni dei Lavori sono state assegnate, dal Commissario Straordinario, a tecnici dell’ente.

Il CAS si è impegnato a comunicare con cadenza semestrale all’Assessorato Regionale - dal prossimo luglio e per il tramite dei RUP - notizie relative alla attività di informazione, sorveglianza, monitoraggio e controllo dell’attuazione dei suddetti progetti.

fonte: 98cento.it
DueMari no está en línea   Reply With Quote
Old March 17th, 2010, 09:19 PM   #19
Ing.T
Registered User
 
Ing.T's Avatar
 
Join Date: Oct 2009
Location: Catania
Posts: 136
Likes (Received): 4

La A18 avrebbe bisogno di un serio intervento di ammodernamento, non di queste briciole , ormai l'autostrada non è più a norma, dai guardrail alla illuminazione delle gallerie. Non sarebbe il momento di muoversi nella direzione di un pesante restyling per elevare gli standard di sicurezza?? Ovviamente per il momento non ci resta che accontentarci ed aspettare!
Ing.T no está en línea   Reply With Quote
Old March 18th, 2010, 02:15 AM   #20
DoppioBinarioSicilia
Registered User
 
DoppioBinarioSicilia's Avatar
 
Join Date: Oct 2009
Location: sicilia-milano
Posts: 822
Likes (Received): 75

ci son passato recentemente,facewndo molise-sicilia,ed è stata di gran lunga la strada peggiore,con tutto che in calabria c'era stata un alluvione.fondo stradale indecente,grossissime buche,qui si rischia il morto ogni ora,soprattutto tra i motociclisti.
DoppioBinarioSicilia no está en línea   Reply With Quote
Sponsored Links
Advertisement
 


Reply

Tags
a18, autostrada, catania, messina, sicilia

Thread Tools

Posting Rules
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is On
Smilies are On
[IMG] code is On
HTML code is Off



All times are GMT +2. The time now is 11:39 PM.


Powered by vBulletin® Version 3.8.11 Beta 4
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions Inc.
vBulletin Security provided by vBSecurity v2.2.2 (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2019 DragonByte Technologies Ltd.
Feedback Buttons provided by Advanced Post Thanks / Like (Pro) - vBulletin Mods & Addons Copyright © 2019 DragonByte Technologies Ltd.

SkyscraperCity ☆ In Urbanity We trust ☆ about us