SkyscraperCity banner
Status
Not open for further replies.
1 - 20 of 32 Posts

·
Kunst um der Kunst willen
Joined
·
5,712 Posts
Discussion Starter · #1 ·
“LIBERO” (+71%) E “IL GIORNALE” (+16,1%) FANNO BOOM...

Sono stati pubblicati i dati relativi alla diffusione dei quotidiani italiani nel mese di marzo 2006 rispetto allo stesso mese del 2005. Il record di vendite spetta a "Libero" di Vittorio Feltri che nel mese scorso si è attestato sulle 122.374 copie (+71,1% rispetto a marzo 2005). Infatti, a marzo di un anno fa "Libero" vendeva appena 71.500 copie. "Il Giornale" di Maurizio Belpietro raggiunge le 229.548 copie (+16,1% rispetto alle 197.726 copie del marzo 2005). Il "Corriere della Sera" diretto da Paolo Mieli, che l'8 di marzo nel suo editoriale si è schierato a favore dell'Unione, ha avuto una crescita del 3,7%, salendo a 670.000 copie vendute rispetto alle 650.000 del marzo 2005. "La Repubblica" invece passa dalle 621.400 a 634.000 copie (+2%), "Avvenire" arriva a superare le 109.000 copie con un incremento dell'1,7% rispetto alle 107.304 del mese di marzo di un anno fa. "Il Sole 24 Ore" (+1,5%) si attesta sulle 352.332 copie (5.285 copie in più rispetto a un anno fa), mentre "Il Messaggero" (+1%) si attesta sulle 226.450 copie a marzo 2006. (Elmar Burchia)
 

·
Un genovese a Nord-Est
Joined
·
1,240 Posts
Il dato positivo è l'incremento generale di vendite dei quotidiani, cosa che non fa mai male. Certo che premiare certi giornali è parimenti preouccupante...
 

·
Go Turin!
Joined
·
283 Posts
Carletto said:
Il dato positivo è l'incremento generale di vendite dei quotidiani, cosa che non fa mai male. Certo che premiare certi giornali è parimenti preouccupante...
Credo che sia solo un dato congiunturale considerato che libero è un "quotidiano di opinione" e "il giornale" è un organo di partito...

Tutti i giornali politici negli ultimi due mesi sono cresciuti...

Repubblica.it ha fatto 1.400.000 lettori nel giorno successivo alle elezioni.

Fra 2 mesi tutto tornerà alla normalità, magari i due giornali riusciranno ad avere un 10-20% in più rispetto la media del 2006 ancora per qualche mese.

Best,

Peter
 

·
Rimini expat
Joined
·
408 Posts
PETER_WORLD said:
Credo che sia solo un dato congiunturale considerato che libero è un "quotidiano di opinione" e "il giornale" è un organo di partito...

Tutti i giornali politici negli ultimi due mesi sono cresciuti...

Repubblica.it ha fatto 1.400.000 lettori nel giorno successivo alle elezioni.

Fra 2 mesi tutto tornerà alla normalità, magari i due giornali riusciranno ad avere un 10-20% in più rispetto la media del 2006 ancora per qualche mese.

Best,

Peter
Sono pienamente d'accordo. Prendere il dato di un solo mese, specie quello precedente le elezioni più estremizzate degli ultimi 20 anni è fuorviante. È normale che l'elettorato di destra abbia cercato conferme nei due giornali che hanno dato più evidenza alla cavalcata elettorale di Berlusconi.

A fine anno i numeri saranno tornati nella media anche se in rialzo. Il giornale schierato vende da sempre meglio quando il proprio partito di riferimento è all'opposizione.
 

·
Mediolanense User
Joined
·
452 Posts
che in tempi di elezioni le vendite aumentino un po' per tutti i quotidiani credo che non ci sia dubbio, ma ho la netta impressione che le vendite di alcuni quotidiani "di destra" non sia roba da un mese e amici come prima.
prendo i tre quotidiani più "famosi" di quest'area politica:
il giornale: era da parecchio che cresceva, pur dicendo esplicitamente di essere di destra. tanti elettori di quest'area però preferivano lo stesso il corriere, illudendosi riguardo la sua neutralità. la sparata di mieli ha dato il colpo definitivo. adesso il giornale è di destra. il corriere è di sinistra. non c'è più lo scontro impari tra un giornale di parte ed uno che si pone sopra tutti. il giornale è inoltre l'unico grande quotidiano nazionale di cronaca.
libero e il foglio: crescita ancora più grande, merito soprattutto dei direttori e dei giornalisti, il cui consenso cresce decisamente negli ultimi tempi. hanno preso anche loro una parte degli ex-lettori del corriere, ma essendo quotidiani d'opinione hanno tirature per forza di cose minore. difetti? libero: prima metà del quotidiano spettacolare, davvero ben fatta. seconda parte: il nulla più assoluto..! il foglio: impaginazione ridicola..! va bene volere usare 4 paginette, va bene limitare le figure, ma si fa una fatica a leggerlo clamorosa..!
 

·
Николай
Joined
·
8,137 Posts
Io leggo sempre il Mattino di Padova, oppure il Gazzettino. Penso che più o meno siano due giornali che raccontano l'informazione in maniera abbastaza "imparziale".

Tuttavia la maggior parte dei quotidiani in circolazione racconta l'informazione in base alle scelte politiche, una cosa che trovo assurda. Leggendo due articoli su Prodi, tratti o dal Corriere della Sera, o dal Giornale, non si capisce un cazzo : su uno lo descrivono come un angelo sacro, su un altro lo descrivono come un vecchio rincoglionito.
Inoltre sono odiosi quei giornalisti che "svendono" le pagine di giornale, a banchieri, direttori di aziende grosse italiane, per scrivere "cazzate" sulla situazione di queste società. Ho un parente che lavora alla Antonveneta, e mi ha raccontato che i direttori delle banche non esitavano ad aquistare una pagina di giornale per scrivere delle coglionate, fingendo che andasse tutto bene. Come se la gente non ne fosse al corrente.

Sinceramente sarei un pò stanco. Vorrei che l'informazione mi arrivasse vera. Anche perchè leggere che "tutto va bene" non mi rende affatto felice, anzi, mi fà incazzare ancora di più.

L'Italia è uno dei paesi peggiori per la libertà di stampa. Nel mondo.
Ma non perchè non cè la libertà di aprire un nuovo quotidiano o di leggere particolari tipi di giornali. Nulla di tutto ciò.
L'informazione arriva al ricevente male, contorta, e sopratutto, FINTA!
Perchè è sempre modificata, raccontata male; oppure il giornalista di destra racconta la notizia, mischiandoti immezzo la sua opinione prettamente di destra. Stessa cosa per il giornalista di sinistra. Ormai è tutto così.
Io vorrei invece un'informazione più imparziale e più vera.
I giornalisti sono scomparsi in Italia, lo diceva pure Beppe Grillo, ma purtroppo è vero, si sono trasformati in opinionisti.

Ma allora se voglio l'opinionista mi vado a leggere il DiPiù, oppure l'Oggi o il Grazia, e vaffanculo!
Ma non mi devono rompere i coglioni con le loro opinioni sui giornali di cronaca!
 

·
Mediolanense User
Joined
·
452 Posts
^^

1) è così in tutto il mondo..
2) ci sono scandali legati alla stampa ben più gravi, purtroppo..
3) beh, fino a grillo potevo anche condividere, ma se sento che queste cose le dice lui, la persona più di parte della penisola.. beh, lasciamo stare..
 

·
No More Italian Mod
Joined
·
39,863 Posts
Sonic from Padova said:
Ma allora se voglio l'opinionista mi vado a leggere il DiPiù, oppure l'Oggi o il Grazia, e vaffanculo!
Ma non mi devono rompere i coglioni con le loro opinioni sui giornali di cronaca!
Io ai giornali di cronaca preferisco quelli di opinione: schierati dichiaratamente e quindi non "ipocriti"
Ed anche sui giornali di cronaca se devo leggere di politica (ormai anche internazionale) leggo direttamente i corsivi a margine della notizia

La cronaca mi fa due palle così: me la posso leggere su una qualsiasi agenzia di stampa, o sul Metro alla mattina

Le opinioni, la analisi anche schierate, invece, hanno sapore... e sono più "oneste" della fredda ( :hilarious ) cronaca
 

·
Mediolanense User
Joined
·
452 Posts
GENIUS LOCI said:
La cronaca mi fa due palle così: me la posso leggere su una qualsiasi agenzia di stampa, o sul Metro alla mattina
beh, diciamo che metro non riporta esattamente la "fredda cronaca".. molti articoli sono leggermente conditi rispetto alle notizie ansa. così come la scelta delle prime pagine e dei layout. e così come pure gli opinionisti che ci sono eccome..
 

·
Mediolanense User
Joined
·
452 Posts
sà, vi dò alcuni dati ufficiali riguardo la tiratura dei maggiori quotidiani italiani, gli ultimi reperibili per i non addetti ai lavori, ossia la media mobile da feb 05 a gen 06..

tolti i quotidiani sportivi i primi cinque sono, nell'ordine:

1) corriere 840707
2) repubblica 791704
3) stampa 426473
4) sole24ore 425855
5) messaggero 319948

i primi 5 quotidiani nazionali per tiratura sono tutti di sinistra..!!!

ma berlusconi nega la libertà di stampa, sissì..

tant'è che il giornale, il primo quotidiano di destra nell'elenco, è solo sesto:

6) il giornale 303425

per arrivare infine ad un altro quotidiano di destra, di cui si parlava appunto in questo thread, libero, il cui direttore non è certo un berlusconiano. feltri è di destra, ma non ha mai mancato pungenti critiche al governo berlusconi, essendo il quotidiano assolutamente indipendente e lontano dalle pressioni editoriali. tiratura: 163385

bene, spero che dati alla mano sia evidente a tutti la sproporzione dell'occupazione mediatica dei due schieramenti. e spero anche di non dover più leggere che in italia manca la libertà di stampa per colpa di berlusconi.. o che non è vero che la grande stampa sta schierata a sinistra.. se no si cade nel ridicolo..!
 

·
ricercatore pampers
Joined
·
2,323 Posts
Damon, a parte che si potrebbe discutere sulla definizione di "giornale di sinistra", ma ti ha mai costretto qualcuno a comprare un giornale? Un giornale non è come la tv, dove alla casalinga promettono Stranamore e poi mandano in onda l'intervista fiume a Berlusconi. La sola Rete4 nella serata media ha più ascoltatori dei lettori di Repubblica e Corriere messi insieme.
 

·
Николай
Joined
·
8,137 Posts
Damon, non ho colpevolizzato Berlusconi perchè manca la libertà di stampa.
Parlo di informazione raccontata "male" nei giornali in generale, un problema che secondo me in Italia cè da molti anni, e che non dipende assolutamente da Berlusconi, ma da chi gestisce ogni giornale.

Tutto qui. Mancherà la libertà di stampa anche con Prodi, dato che i giornali monteranno le notizie a loro piacimento, e i giornalisti si venderanno per scrivere delle balle.
Sono pochi i VERI giornali che raccontano la verità in modo imparziale.
 

·
Rimini expat
Joined
·
408 Posts
Il Sole 24 Ore non ha criticato il governo Berlusconi perché è un giornale di sinistra.

Lo ha criticato perché le politiche economiche del governo Berlusconi sono state nel complesso una cagata pazzesca, indegne di un paese del Terzo Mondo.

L'Economist le ha derise, il Wall Street Journal le ha derise, il New York Post, Le Monde, il Washington Post le hanno derise. Tutti ovviamente giornali di sinistra.

Quando ero in Thailandia persino gli editorialisti del Bangkok Post le prendevano per il culo. Ricordo un articolo dive si leggeva che "con lo scandalo Thaksin (il Primo Ministro thailandese accusato di aver modificato le leggi dello stato per favorire i suoi interessi personali) la Thailandia rischia una deriva simile a quella dell'Italia di Berlusconi".

Con Berlusconi non leccare le chiappe del padrone qualunque cosa dica o faccia vuole automaticamente dire essere di sinistra.
 

·
Mediolanense User
Joined
·
452 Posts
@ sonic

tranquillo, non c'era alcuna connessione tra il mio ultimo messaggio ed il tuo! :)
era per stare in tema.


ç pampero
vuoi un altro esempio di utilizzo a mio modo di vedere poco corretto dell'informazione?
a milano vengono distribuiti ogni giorno ovunque tre quotidiano gratuiti: metro, city e leggo.
bene, tutti e tre si spacciano per "giornali che riportano le notizie ansa". l'unico che anche nella forma si avvicina di più ad un quotidiano normale (nel senso che gli articoli sono generalmente più lunghi) è il leggo. gli altri due fanno di tutto per dimostrare di riportare e basta le notizie ufficiali.
bene, ho iniziato a dubitare del metro quando ha iniziato a dar spazio ai vari sacerdoti e amici del bosco di gioia. poi col tempo e soprattutto con le elezioni ho avuto la conferma di quanto anche questo giornale abbia una precisa linea editoriale. l'ordine degli articoli, i titoloni, gli articoli nascosti, i commenti, le interviste..
poi anche il city ha iniziato ad appoggiare le imprese di sacerdoti. e cosa scopro? che è di proprietà rcs..
rimane il leggo che, nonostante la forma più da giornale classico, continua a sfuggire dal mio incasellamento.. gli articoli lunghi, e non in forma ansa, riportano sempre i pareri di entrambi gli schieramenti (in campagna), i commenti sono rari, e generalmente equilibrati.

bene, hai idea di quale possa essere la tiratura di questi giornali?! a quanto ricordo (stava scritto su questi stessi) supera il milione nella sola città di milano! praticamente tutti li leggono! quasi tutti credono nella favola dei giornali ansa. hai idea di quanto possano influenzare?! un'idea così bella dei quotidiani ad alta diffusione gratuiti che si scopre meschina come poche mi fa davvero incazzare..! ma vabbè..
 

·
Mediolanense User
Joined
·
452 Posts
Camaway said:
Il Sole 24 Ore non ha criticato il governo Berlusconi perché è un giornale di sinistra.

Lo ha criticato perché le politiche economiche del governo Berlusconi sono state nel complesso una cagata pazzesca, indegne di un paese del Terzo Mondo.

L'Economist le ha derise, il Wall Street Journal le ha derise, il New York Post, Le Monde, il Washington Post le hanno derise. Tutti ovviamente giornali di sinistra.

Quando ero in Thailandia persino gli editorialisti del Bangkok Post le prendevano per il culo. Ricordo un articolo dive si leggeva che "con lo scandalo Thaksin (il Primo Ministro thailandese accusato di aver modificato le leggi dello stato per favorire i suoi interessi personali) la Thailandia rischia una deriva simile a quella dell'Italia di Berlusconi".

Con Berlusconi non leccare le chiappe del padrone qualunque cosa dica o faccia vuole automaticamente dire essere di sinistra.
il sole è dei vertici di confindustria, ovvero montezemolo, tronchetti, della valle, moratti, ecc. questi, legati tra l'altro a corriere, repubblica, ecc sono più del 50% della forza del centrosinistra. essere di sinistra non significa per forza esserepostcomunisti (il restante meno del 50%).
 

·
...
Joined
·
61 Posts
A proposito di quotidiani vi consiglio di guardare Report domenica alle 21.30 su Rai3 in cui si parlerà dei finanziamenti pubblici ai quotidiani http://www.report.rai.it/
 

·
The drunk boy
Joined
·
162 Posts
si vede che i destroidi hanno smesso di leggere il secolo d'italia e si sono buttati su quei 2, cmq viva il corriere! :D
 

·
Registered
Joined
·
438 Posts
Ha ragione Damon il "corriere della sera" che si è sempre spacciato per giornale imparziale si è finalmente tolto la maschera e molta gente che voleva continuare a sperare nella sua imparzialita' si e' tolta il prosciutto dagli occhi ed e' andata a comprare altri giornali mi rifersico a persone di elettorato moderato magari UDC o anche Forza Italia hanno scelto il Giornale o giornali più schierati come Libero diretto da Feltri che e' sicuramente il direttore piu' onesto ed in gamba d'Italia
 
1 - 20 of 32 Posts
Status
Not open for further replies.
Top