SkyscraperCity Forum banner
4501 - 4520 of 19517 Posts

·
Registered
Joined
·
574 Posts
Speriamo solo che l'area metropolitana non sia solo una creazione di nuovi posti per politici & co. Non si inventassero altre cariche...Spenderemmo tantissimi euro per loro...
Speriamo sia qualcosa di concreto...Un ente attraverso il quale unire sul serio l'area, un'ente per ottenere più euro per il potenziamento dei collegamenti stradali, ferroviari, del lavoro...Insomma orizzonti un po più ampi rispetto al "comune"...
Speriamo...Certo se la proposta è accelerata dalla Lega, dovrebbe essere una cosa buona: insomma, loro sono i primi che predicano "-politici +euro nelle mani dei cittadini"...Vedremo poi se non saranno solo inutili parole...
 

·
From Franco's hill
Joined
·
5,749 Posts
"Basta con i soldi a Trenitalia"

I consumatori: la Regione tagli. E scatta la denuncia all´Ue
«Ora basta. La Regione deve chiudere i rubinetti a Trenitalia». Per Nico Romito, coordinatore di Federconsumatori Puglia, non c´è altra strada per fronteggiare il taglio degli Eurostar deciso dalle Ferrovie nel piano di razionalizzazione dei treni da Lecce e Taranto per Milano. Da domani, infatti, al posto degli Eurostar - il Taranto-Milano delle 5,34; il Milano-Lecce delle 11,05, il Milano-Taranto delle 13,05 e il Lecce-Milano delle 13,35 - debutteranno, si fa per dire, gli Eurostar City. «A preoccuparci di più - denuncia Federconsumatori - la qualità del materiale rotabile. Questi convogli sono Intercity "d´epoca", in una parola impresentabili, conservano ancora i sistemi degli scompartimenti vecchio stile e le tappezzerie sono letteralmente a pezzi, nemmeno rattoppate».

Così per il coordinatore di Federconsumatori l´ultima chance è una sola: «La Regione prenda subito posizione su questa vicenda, intervenendo sull´unica leva contrattuale possibile: tagliando o sospendendo, laddove sia evidente il disservizio qualitativo, i contributi per il trasporto regionale». E qui l´analisi di Romito si fa più radicale, invocando il diritto negato alla mobilità. È per questo che il 18 settembre, in occasione delle manifestazioni che Federconsumatori aveva già messo in cantiere contro il caro vita, avvierà anche una raccolta di firme indirizzata alla Commissione europea.

«Perché questo alto organismo dell´Ue verifichi - annuncia Romito - se gli scenari delineati prima dal piano della nuova Alitalia e ora da Trenitalia, che in entrambi i casi tagliano la Puglia non solo fuori dall´Europa ma dall´Italia stessa, rappresentano, così come nei fatti è, una violazione del diritto alla mobilità». Secondo Federconsumatori, in effetti, la posta in gioco è un diritto fondamentale non solo dei cittadini-utenti pugliesi ma di qualsiasi altro cittadino italiano ed europeo che si ritrovi ad aver necessità di attraversare la regione. «C´è di più che - insiste Romito - già si parla di un diritto sostanzialmente negato. Adesso le prospettive non potranno che essere disastrose: eliminare gli Eurostar non farà che peggiorare la situazione, aumentando ulteriormente sulle tratte più lunghe i tempi di percorrenza e compromettendo la qualità del servizi».



E se, di fatto, a essere penalizzata dalla rivoluzione di Trenitalia sarà un po´ tutta la dorsale adriatica Romito non esclude l´ipotesi di fare ricorso a un patto fra le regioni, dalle Marche e l´Abruzzo fino alla Puglia. «È una cosa - protesta - fuori dal mondo. Già oggi per andare da Bari a Lecce in treno s´impiegano oltre tre ore. Posso testimoniarlo personalmente. Di recente mi sono sottoposto a una levataccia, mi sono svegliato alle 6 e 30 del mattino per arrivare poi a Lecce con un´ora di ritardo a un impegno di lavoro. Ma la Regione dispone di uno strumento importante che prima non c´era: sanzionare la qualità del servizio scadente e dei ritardi. Quindi, da questo punto di vista, vanno aumentati i controlli regionali, e serve più protagonismo anche da parte degli utenti che devono essere immediati e incisivi nella segnalazione dei disservizi».

E se non dovesse bastare? Federconsumatori rimette la palla nelle mani della giunta Vendola. «La Regione dovrà comunque difendere, costi quel che costi, i nostri interessi e soprattutto intervenire per la liberalizzazione di alcune rotte ferroviarie. Penso anche alla Bari-Roma: potrebbe essere messa a concorso, ci sono direttive europee che prevedono che da tempo sia liberalizzato il trasporto. In Francia funziona già così: se vuoi andare da Parigi a Bruxelles sei tu a scegliere il vettore. È il monopolio di Trenitalia ad aver ucciso il servizio».
http://bari.repubblica.it/dettaglio/Basta-con-i-soldi-a-Trenitalia/1509744
 

·
Forza Bari!!!!
Joined
·
481 Posts

·
From Franco's hill
Joined
·
5,749 Posts
^^I tempi di questa città sono biblici. :fiddle:

Se non ricordo male, l'anno scorso il park and ride per la fiera riscossero un grande successo. O sbaglio?



Fonte: "ilbari" di oggi.

Rimane il fatto che la fiera del levante è penosa.
 

·
Forza Bari!!!!
Joined
·
481 Posts
sicuramente pensa che l'azienda di famiglia dopo 19 anni , nn si presenta più alla campionaria per il costo elevato , il prox anno comunque è previsto il padiglione più grande d'europa delle fiere campionarie
 

·
From Franco's hill
Joined
·
5,749 Posts
Ma guarda...io abbaterei tutto e la rifarei completamente. Le struture sono penose. Si potrebbe fare come Milano o Roma. Si vendono i terreni attuali rendendoli edificabili per altri fini e si sposta la fiera da un'altra parte.

Ne approfitto per ribadire l'invito alla prossima baricena. Ramloc, markcode ci siete?
 

·
Forza Bari!!!!
Joined
·
481 Posts
Ma guarda...io abbaterei tutto e la rifarei completamente. Le struture sono penose. Si potrebbe fare come Milano o Roma. Si vendono i terreni attuali rendendoli edificabili per altri fini e si sposta la fiera da un'altra parte.

Ne approfitto per ribadire l'invito alla prossima baricena. Ramloc, markcode ci siete?
ma a milano fuskas ha costruito di sana pianta la fiera a rho!!!:eek:hno::eek:hno:
 

·
Registered
Joined
·
263 Posts
Sulla Repubblica.it sono state pubblicate le foto del nuovo colore del Petruzzelli:

http://bari.repubblica.it/multimedia/home/2919115
Bene, anche se comunque qualcosa si intravedeva già da corso Cavour, vicino alla cupola

C'è una news interessante dal sito del comune:

DISSEQUESTRATO IL CANTIERE DI PIAZZA CESARE BATTISTI

Il 12 settembre 2008 i sostituti procuratori della Repubblica Renato Nitti, Roberto Rossi e Lorenzo Nicastro hanno disposto d’ufficio il dissequestro del cantiere di piazza Cesare Battisti, con prescrizione relativamente all’esecuzione della condotta necessaria per il deflusso delle acque di falda dallo scavo.

Ora tocca al Comune rilasciare la nuova autorizzazione tecnica per la ripresa dei lavori del cantiere, in osservanza delle prescrizioni formulate in sede di V.I.A. (Valutazione d’impatto ambientale), formalizzate con determina dirigenziale dalla Regione Puglia lo scorso 4 agosto. Gli uffici tecnici del Comune - ha assicurato l’assessore ai Lavori Pubblici Simonetta Lorusso - sono già al lavoro per questo.

La ditta DEC, dal canto suo, si è detta pronta a riaprire il cantiere in una settimana non appena ricevuta l’autorizzazione. Dal momento della ripresa dei lavori il tempo necessario al completamento del parcheggio di piazza Cesare Battisti è di circa un anno e due mesi.

Il sindaco di Bari Michele Emiliano, nel ringraziare la Magistratura per il lavoro svolto in tempi record (tempi giudiziari, s’intende), ha ritenuto che il risultato odierno rappresenti “il minimo conforto per tutte le persone che hanno subito enormi danni in ragione del blocco del cantiere. In primo luogo i commercianti, ma anche i residenti”.

“Quello che chiederemo alla ditta - ha dichiarato Emiliano - è di compiere ogni sforzo per accelerare al massimo i lavori di realizzazione dell’opera. Anche lavorando di notte, qualora i residenti del quartiere ce lo consentano. Il nostro obiettivo è restituire serenità e certezza dei tempi ai cittadini”.


Incrociamo le dita!!!
 
4501 - 4520 of 19517 Posts
Top