Skyscraper City Forum banner
Status
Not open for further replies.
1 - 20 of 243 Posts

·
S.P.Q.R.
Joined
·
8,176 Posts
Discussion Starter · #1 ·
http://www.repubblica.it/2009/08/se...pliant/sicilia-depliant/sicilia-depliant.html

La brochere di una catena alberghiera. Lombardo: devono ritirare l'offesa
Rita Borsellino: Cosa nostra non è un'attrazione turistica. Consolo: una indecenza
Dépliant-shock in Sicilia
"E' la culla della mafia"

Il riferimento nelle copie in inglese e in tedesco, non c'è traccia in quelle in italiano

di ANTONIO FRASCHILLA e MASSIMO LORELLO


La brochure in tedesco e in inglese

PALERMO - "Sicilia. Il triangolo nel Mediterraneo, culla di Cosa nostra". La definizione è dei pubblicitari scritturati dalla NH Hotels, catena alberghiera di Madrid che da qualche tempo ha iniziato a investire nell'Isola.

Per invogliare i turisti stranieri, prima di citare Taormina e Siracusa, la Valle dei Templi e l'Etna, gli opuscoli in inglese e tedesco della NH ricordano che questa è la terra della mafia. Anzi, ne è "la culla".
"Chiederò subito a questi signori di ritirare le brochure - dice il governatore della Sicilia, Raffaele Lombardo - Verificheremo dove sono state distribuite. In ogni caso, anche se fossero in circolazione poche copie e solo in qualche città estera la circostanza non sminuirebbe la gravita del fatto in sé che offende una popolazione intera".

I depliant incriminati sono stati sicuramente distribuiti in Germania, ma le copie stampate in italiano non fanno alcun cenno a Cosa nostra né alla sua culla. "Siamo dispiaciuti per l'accaduto, tuttavia le brochure che distribuiamo direttamente noi non parlano di mafia", assicura la direzione dei due NH di Catania. La catena alberghiera spagnola negli ultimi mesi ha rilevato numerosi ex Jolly in Sicilia. La società con sede a Madrid è presente, oltre che a Catania, anche a Palermo, Messina e Marsala. Cinquantaquattro gli alberghi già inaugurati in Italia.

"È estremamente grave banalizzare la mafia e ridurla a un elemento di colore, a un'attrazione turistica - attacca Rita Borsellino, eurodeputata del Pd e sorella di Paolo, il magistrato assassinato nel '92 - Questo, come altri episodi che si verificano periodicamente, vedi i videogiochi o le magliette che inneggiano alla mafia, è il segnale di una disattenzione che preoccupa, si tratta di rigurgiti di una subcultura difficile da estirpare. Va bene stigmatizzare la mafia ridendoci sopra com'è accaduto con alcuni film che ne hanno fatto oggetto di derisione, ma non va affatto bene renderla un elemento di attrazione. La Sicilia è culla di civiltà, cultura e arte. La mafia invece è stata, è e rimane una minaccia alla libertà che frena il nostro sviluppo".

Sergio D'Antoni cita l'immagine della pistola sugli spaghetti, pubblicata nel 1977 dal settimanale tedesco Der Spiegel, per denunciare "il pesante e persistente pregiudizio sulla Sicilia che proprio non si riesce a estirpare". Il responsabile del Pd per le politiche del Mezzogiorno chiede alla NH di scusarsi: "Lo faccia per chi ha perso la vita combattendo contro la mafia e per chi rischia ogni giorno di perderla dando la caccia ai boss e ai loro patrimoni".

Si dice profondamente sorpreso dalla trovata di NH il presidente di Confindustria Sicilia Ivan Lo Bello, il primo a espellere dall'associazione gli imprenditori collusi con la mafia. "Fatico a credere che sia stata stampata una brochure del genere - afferma Lo Bello - Lo dico perché conosco il management di questa società: ha sempre dato prova di grande serietà e correttezza. Immagino ci sia stato un problema di mancato controllo. Cosa nostra non può e non deve essere un elemento di appeal turistico. Non si può pensare di trarre vantaggio sfruttando l'argomento mafia".

Lo scrittore Vincenzo Consolo usa parole molto meno diplomatiche: "Attrarre turisti puntando sul fatto che in Sicilia è presente Cosa Nostra è un'indecenza - afferma - Con questo non dico che bisogna negare l'esistenza della mafia: ormai purtroppo tutto il nostro Paese è invaso dalle mafie. Ma utilizzare Cosa nostra per attrarre turisti stranieri è inaccettabile". Consolo riconosce, con rammarico, che la pubblicità di NH Hotels non è nemmeno una novità assoluta. "Con i romanzi di Mario Puzo e i film del "Padrino" - ricorda lo scrittore - è stata esaltata a dismisura l'immagine dei boss a vantaggio delle aziende di marketing che ci hanno costruito sopra un impero economico. Non si può giocare sulla mafia per fare soldi".

(10 agosto 2009)
 

·
Rosanero
Joined
·
2,729 Posts
Invece potrebbe essere una idea.

Finte rapine, finti omicidi, finte sparatorie, il percorso dei luoghi del Padrino 1,2 e 3.
Appunto, finte. Perchè se vuoi vedere quelle vere o torni indietro nel tempo di una ventina d'anni o ti rechi altrove. Non dico che oggi la mafia non esista più, ma sicuramente non è in Sicilia che si trova l'organizzazione criminale più "spettacolare".
 

·
Banned
Joined
·
61 Posts
"È estremamente grave banalizzare la mafia e ridurla a un elemento di colore, a un'attrazione turistica - attacca Rita Borsellino, eurodeputata del Pd e sorella di Paolo, il magistrato assassinato nel '92 - Questo, come altri episodi che si verificano periodicamente, vedi i videogiochi o le magliette che inneggiano alla mafia, è il segnale di una disattenzione che preoccupa, si tratta di rigurgiti di una subcultura difficile da estirpare. Va bene stigmatizzare la mafia ridendoci sopra com'è accaduto con alcuni film che ne hanno fatto oggetto di derisione, ma non va affatto bene renderla un elemento di attrazione. La Sicilia è culla di civiltà, cultura e arte. La mafia invece è stata, è e rimane una minaccia alla libertà che frena il nostro sviluppo".
Le brochure si rivolgono agli stranieri che non corrono il rischio di fare i mafiosi. Rita Borsellino non capisce che la subcultura difficile da estirpare non è questa, che c'è anche in Occidente, ma quella omertosa che c'è nella Sicilia di Lombardo e della Borsellino che si indignano per un'operazione che porta solo benefici alla Sicilia.
 

·
Banned
Joined
·
12,449 Posts
Le brochure si rivolgono agli stranieri che non corrono il rischio di fare i mafiosi. Rita Borsellino non capisce che la subcultura difficile da estirpare non è questa, che c'è anche in Occidente, ma quella omertosa che c'è nella Sicilia di Lombardo e della Borsellino che si indignano per un'operazione che porta solo benefici alla Sicilia.
La "Sicilia omertosa della Borsellino"??? :lol: :lol: :lol:

Molti di voi dovrebbero farsi vedere...
 

·
DIABOLIKVS
Joined
·
40,550 Posts
Sia come sia, il percorso del Padrino DEVE diventare un circuito turistico.

All'estero non c'è città che sia stata protagonista di una qualche iniziativa cinematografica che non proponga il circuito del film o dei films interessati.

Roba che a L.A giù di lì ti portano a vedere la villa dove Manson uccise la moje di Polanski!!!!

Ora, si dà il caso che il Padrino non sia un capolavoro, sia IL capolavoro.

Giudicato da pubblico votante su internet ed attenta giuria critica il miglior film sequel mai girato nella storia del cinema.

E francamente, almeno i primi due films, l'ho visti 30 volte e li rivedrei altri 30, un capolavoro non stanca mai.

Il circuito del Padrino può diventare un'attrazione favolosa, alcune ambientazioni si potrebbero ricostruire, macchine d'epoca, figuranti, finti boss ciccioni col sigaro riveriti da finti picciotti....insomma uno spettacolo!!

Anzi, io dico di più: la mafia deve diventare un parco a tema.

MAFIALAND.

La casa degli omicidi, il trenino dell'assalto alla banca, quello della sparatoria, con un po' di fantasia si crea un percorso divertente.

Bisogna smitizzare la mafia.
La mafia si alimenta del proprio mito.

Invece i mafiosi, presi singolarmente e senza armi, sono degli ominicchi di merda, in genere del modello primate antropomorfo brachiforme, un metro e sessanta tarchiati senza collo e con 30 chili de panza, con un calcio in bocca gli stacchi la capoccia dal collo.

Questa gente qui va messa in berlina, roba da circo sono, ed al circo finiranno la loro carriera.
 

·
Banned
Joined
·
61 Posts
Infatti. No comment.
La Sicilia è culla di civiltà, cultura e arte. La mafia invece è stata, è e rimane una minaccia alla libertà che frena il nostro sviluppo".
Allora diciamo che la Borsellino è fuori dal mondo e quindi è un'incapace stupida che non sa fare il proprio lavoro. Un politico dovrebbe conoscere almeno i fatti del luogo che vorrebbe rappresentare. Nel mondo quando sentono Sicilia la prima cosa a cui pensano è alla mafia. Questi sono i fatti.

Quanto è fuori dal mondo la Borsellino per dire che la Sicilia è culla di civiltà, cultura, arte e invece non di Mafia... Omertosa nel senso che non riconosce una realtà.
 

·
Registered
Joined
·
1,475 Posts
Allora diciamo che la Borsellino è fuori dal mondo e quindi è un'incapace stupida che non sa fare il proprio lavoro. Un politico dovrebbe conoscere almeno i fatti del luogo che vorrebbe rappresentare. Nel mondo quando sentono Sicilia la prima cosa a cui pensano è alla mafia. Questi sono i fatti.

Quanto è fuori dal mondo la Borsellino per dire che la Sicilia è culla di civiltà, cultura, arte e invece non di Mafia... Omertosa nel senso che non riconosce una realtà.
Contic studia la Sicilia ed il sud prima di parlare, (soprattutto abbi rispetto di personaggi vittime dirette di mafia come la Borsellino...)poi se ti rimane tempo giralo, inoltre quando vuoi anche con un messaggio personale o anche in pubblico come ti pare, ci spiegherai tutto questo ardore e astio nei confronti della sicilia e del sud in generale, seguo da tempo i tuoi post che sembrano una continua accusa e morbosa ricerca di tutto quanto può servire a screditare il sud e la Sicilia!
p.s. Io sono il primo ad essere critico verso la mia regione lo faccio spesso anche su SCC, e penso che chi legge i miei post può damene atto, non difendo la Sicilia per partito preso!
 

·
Banned
Joined
·
61 Posts
Ha ragione.
Bella battuta ad effetto. Ma è tutta retorica quella della Borsellino e la tua. La Sicilia è pure la culla della mafia.

Anzi, nella percezione del mondo, anche escludendo i 5 milioni di siciliani (6 miliardi di persone meno 5 milioni, 6 miliardi contro 5 milioni, qual è l'opinione che conta di più?) la Sicilia è soprattutto la culla della mafia.

Nessuno o quasi nessuno dei 6 miliardi conosce l'arte della Sicilia, tutti conoscono la mafia e sanno che la Sicilia è terra della mafia. La Borsellino vuol far cambiare idea al mondo?

Se non le piace che la Sicilia venga considerata culla della mafia (quale è), piuttosto che dire che gli altri non devono considerarla culla della mafia deve capire che il problema è in Sicilia, non quello che scrivono fuori. Quello che avviene fuori è la conseguenza di quello che avviene in Sicilia, non il contrario.
 

·
Registered
Joined
·
22,165 Posts
Sia come sia, il percorso del Padrino DEVE diventare un circuito turistico.

All'estero non c'è città che sia stata protagonista di una qualche iniziativa cinematografica che non proponga il circuito del film o dei films interessati.

Roba che a L.A giù di lì ti portano a vedere la villa dove Manson uccise la moje di Polanski!!!!

Ora, si dà il caso che il Padrino non sia un capolavoro, sia IL capolavoro.

Giudicato da pubblico votante su internet ed attenta giuria critica il miglior film sequel mai girato nella storia del cinema.

E francamente, almeno i primi due films, l'ho visti 30 volte e li rivedrei altri 30, un capolavoro non stanca mai.

Il circuito del Padrino può diventare un'attrazione favolosa, alcune ambientazioni si potrebbero ricostruire, macchine d'epoca, figuranti, finti boss ciccioni col sigaro riveriti da finti picciotti....insomma uno spettacolo!!

Anzi, io dico di più: la mafia deve diventare un parco a tema.

MAFIALAND.

La casa degli omicidi, il trenino dell'assalto alla banca, quello della sparatoria, con un po' di fantasia si crea un percorso divertente.

Bisogna smitizzare la mafia.
La mafia si alimenta del proprio mito.

Invece i mafiosi, presi singolarmente e senza armi, sono degli ominicchi di merda, in genere del modello primate antropomorfo brachiforme, un metro e sessanta tarchiati senza collo e con 30 chili de panza, con un calcio in bocca gli stacchi la capoccia dal collo.

Questa gente qui va messa in berlina, roba da circo sono, ed al circo finiranno la loro carriera.

Quoto....non a caso auspicherei la riconversione di una delle roccaforti simbolo della mafia...il carcere dell'ucciardone a Palermo ( che prima ancora che carcere e' un monumento storico di origine borbonica..molto pregevole) in un museo..moderno e interattivo dedicato proprio alla mafia..dove mettere dentro un po' tutto quello che dici tu..D'altronde questa cosa mi pare che in parte l'abbiano da tempo fatta in America..dove si e' trovato il modo di speculare economicamente..su Al Capone e soci...perche' non si potrebbe fare in Sicilia dove la mafia e' nata??...Unico problema Pavlus che tu pero' ignori sono i tempi e i modi per realizzare questa cosa..
Non so' se vi siete accorti..ma la mafia e' ancora ben lungi dall'essere considerabile come un fenomeno storicamente passato e debellato...Seppur con minore forza e violenza di un tempo..purtroppo e' un fenomeno ben radicato...per cui io penso che non si puo' andare a musealizzare..qualcosa che ancora esiste e che e' viva..Sta cosa la si potra' fare..e auspico che si fara' quando effettivamente avremo tutti la certezza che la mafia sara' stata debellata e azzerata...completamente estirpata..come un cancro che non si rigenera' piu' in seguito alle terapie per sconfiggerlo...Purtroppo ancora non siamo a questo punto...e sinceramente non so' se lo saremo mai a questo punto..pero' se dovessimo arrivarci un giorno...quello sarebbe un grande giorno..da festeggiare..anche e soprattutto ironizzando e prendendo in giro la mafia, divertendoci alle sue spalle..a Mafialand o in qualsiasi altra struttura creata per questo, ..ricordandola storicamente dentro musei..e attraverso tour dei luoghi simbolo...perche' anche le cose brutte e negative vanno comunque ricordate..perche' vuoi o non vuoi fanno parte della storia e della cultura di un popolo.. A quel punto che ben venga il museo..gli slogan, le recite in costume, i giullari vestiti da mafiosi e da killer, gli attentati simulati ..e tutto il resto..Oggi invece mi sembra solo la classica uscita di cattivo gusto, ed un modo per esternare per l'ennesima volta in questa calda estate tutta la propria ostilita'..verso la Sicilia..e i suoi abitanti..derisi e sfottuti oltre che costretti ancora chissa' per quanto tempo a convivere con la mafia..Questo ormai e' diventata una moda..senz'ombra di dubbio e' la moda dell'estate 2009...Un modo per specularci...e anche per sputare sul piatto in cui si mangia..perche' di questo si tratta visto..che prima il mondo ci sfotte, ci umilia e ci deride per questa e per altre cose..mentre poi pero' continua a venire e a invadere le nostre spiagge, le nostre isole, le nostre citta' d'arte e a gustare estasiati..la nostra cucina..E' di cattivo gusto tutto cio'...centomila volte peggio degli sologan della Nh Hotel e della Lega....ironizzare e speculare su una cosa..per la quale..molte persone ..hanno combattuto..e sono morte..e per la quale ancora oggi molta gente lavora e combatte in prima fila..rischiando la propria vita..

Mi limito a dire questo..e a non commentare certi commenti..che fanno rabbrividire..perche' se no capendo l'andazzo, mi sa' che verrei prontamente ribbanato...Anche perche' ormai ho capito che solo a certi forum qui e' consentito il diritto di replica..:eek:hno:
 

·
DIABOLIKVS
Joined
·
40,550 Posts
A me sembra geniale l'idea del carcere dell'Ucciardone.
Un grande museo interattivo della mafia

Ma il cuore dell'iniziativa la farei a Corleone, anche per il nome evocativo della saga del Padrino.

Corleone "sprizza" mafia da tutti i pori, arrivi a Corleone e la sensazione, qualcosa che ti prende alla gola, qualcosa che ti porti addosso, è di essere finito nel cuore stesso della mafia.

Credo sia autosuggestione, Corleone non è un paese normale e non lo sarà per i prossimi decenni, per cui l'idea sarebbe di sfruttare a proprio vantaggio questa anormalità.

La saga di Corleone e dei corleonesi, con decine di figuranti in costume colla lupara finta, il coltello di gomma e lo scacciapensieri :lol:

L' Hotel il Padrino, l'Hotel Mafia, cazzo c'è gente che paga per andare a dormire nel ghiaccio in Norvegia.....ma sai i soldi con un parco a tema sulla mafia a Corleone?

Coi giovani corleonesi trasformati in attori e figuranti, si mantengono agli studi recitando per i turisti, se il parco va bene il Paese diventa quasi ricco e la mafia un ricordo per ambientazioni in costume!!!
 

·
Banned
Joined
·
61 Posts
Non so' se vi siete accorti..ma la mafia e' ancora ben lungi dall'essere considerabile come un fenomeno storicamente passato e debellato...Seppur con minore forza e violenza di un tempo..purtroppo e' un fenomeno ben radicato...per cui io penso che non si puo' andare a musealizzare..qualcosa che ancora esiste e che e' viva..Sta cosa la si potra' fare..e auspico che si fara' quando effettivamente avremo tutti la certezza che la mafia sara' stata debellata e azzerata...completamente estirpata..come un cancro che non si rigenera' piu' in seguito alle terapie per sconfiggerlo...Purtroppo ancora non siamo a questo punto...e sinceramente non so' se lo saremo mai a questo punto..pero' se dovessimo arrivarci un giorno...quello sarebbe un grande giorno..da festeggiare..anche e soprattutto ironizzando e prendendo in giro la mafia, divertendoci alle sue spalle..a Mafialand o in qualsiasi altra struttura creata per questo, ..ricordandola storicamente dentro musei..e attraverso tour dei luoghi simbolo...perche' anche le cose brutte e negative vanno comunque ricordate..perche' vuoi o non vuoi fanno parte della storia e della cultura di un popolo.. A quel punto che ben venga il museo..gli slogan, le recite in costume, i giullari vestiti da mafiosi e da killer, gli attentati simulati ..e tutto il resto..Oggi invece mi sembra solo la classica uscita di cattivo gusto, ed un modo per esternare per l'ennesima volta in questa calda estate tutta la propria ostilita'..verso la Sicilia..e i suoi abitanti..derisi e sfottuti oltre che costretti ancora chissa' per quanto tempo a convivere con la mafia..Questo ormai e' diventata una moda..senz'ombra di dubbio e' la moda dell'estate 2009...Un modo per specularci...e anche per sputare sul piatto in cui si mangia..perche' di questo si tratta visto..che prima il mondo ci sfotte, ci umilia e ci deride per questa e per altre cose..mentre poi pero' continua a venire e a invadere le nostre spiagge, le nostre isole, le nostre citta' d'arte e a gustare estasiati..la nostra cucina..E' di cattivo gusto tutto cio'...centomila volte peggio degli sologan della Nh Hotel e della Lega....ironizzare e speculare su una cosa..per la quale..molte persone ..hanno combattuto..e sono morte..e per la quale ancora oggi molta gente lavora e combatte in prima fila..rischiando la propria vita..

Mi limito a dire questo..e a non commentare certi commenti..che fanno rabbrividire..perche' se no capendo l'andazzo, mi sa' che verrei prontamente ribbanato...Anche perche' ormai ho capito che solo a certi forum qui e' consentito il diritto di replica..:eek:hno:
Proprio perchè la mafia ancora controlla la Sicilia, dimostrazione ne è Lombardo che guarda caso critica l'iniziativa da PURO libero mercato della catena alberghiera straniera, bisogna incoraggiare le occasioni di sviluppo non mafiose. Turismo evocativo mafioso può fare solo bene alla Sicilia se gestito da soggetti estranei alla mafia, come presumo sia quella catena straniera di alberghi e creare nuove opportunità per la Sicilia, togliendo spazio alla mafia. Condivido i post di Pavlvs sullo sfruttamento virtuoso che la Sicilia potrebbe e dovrebbe fare di questo tema.

La percezione che si ha all'estero della Sicilia culla di mafia è romantica, non ha intenti dispregiativi nei confronti dei siciliani.

Noi sappiamo che la mafia fa schifo ma non è male sfruttare l'immagine che i boccaloni stranieri hanno della mafia epica, per creare ricchezza per la Sicilia e quindi contribuire a sconfiggere la mafia.
 

·
BANANED
Joined
·
9,046 Posts
Sia come sia, il percorso del Padrino DEVE diventare un circuito turistico.

All'estero non c'è città che sia stata protagonista di una qualche iniziativa cinematografica che non proponga il circuito del film o dei films interessati.

Roba che a L.A giù di lì ti portano a vedere la villa dove Manson uccise la moje di Polanski!!!!

Ora, si dà il caso che il Padrino non sia un capolavoro, sia IL capolavoro.

Giudicato da pubblico votante su internet ed attenta giuria critica il miglior film sequel mai girato nella storia del cinema.

E francamente, almeno i primi due films, l'ho visti 30 volte e li rivedrei altri 30, un capolavoro non stanca mai.

Il circuito del Padrino può diventare un'attrazione favolosa, alcune ambientazioni si potrebbero ricostruire, macchine d'epoca, figuranti, finti boss ciccioni col sigaro riveriti da finti picciotti....insomma uno spettacolo!!

Anzi, io dico di più: la mafia deve diventare un parco a tema.

MAFIALAND.

La casa degli omicidi, il trenino dell'assalto alla banca, quello della sparatoria, con un po' di fantasia si crea un percorso divertente.

Bisogna smitizzare la mafia.
La mafia si alimenta del proprio mito.

Invece i mafiosi, presi singolarmente e senza armi, sono degli ominicchi di merda, in genere del modello primate antropomorfo brachiforme, un metro e sessanta tarchiati senza collo e con 30 chili de panza, con un calcio in bocca gli stacchi la capoccia dal collo.

Questa gente qui va messa in berlina, roba da circo sono, ed al circo finiranno la loro carriera.
Pensa che bello! Il giro turistico nelle carceri dove sono rinchiusi i mafiosi,con i turisti che tirano le noccioline ai riina e provenzano, altro che 41bis, questa si che sarebbe umiliazione pura.......
 
1 - 20 of 243 Posts
Status
Not open for further replies.
Top