SkyscraperCity banner
1 - 20 of 149 Posts

·
Registered
Joined
·
1,195 Posts
Discussion Starter · #1 ·
La rete viabilistica della provincia di Bergamo è in costante fase di ampliamento; ecco a grandi linee lo schema delle strade provinciali in fase di realizzazione:



In rosso le strutture già esistenti in azzurro quelle da realizzare
 

·
Registered
Joined
·
1,195 Posts
Discussion Starter · #2 ·
Bergamo, inaugurato da Cattaneo l'asse interurbano


25 novembre 2010

(Ln - Bergamo) Con l'apertura al traffico del tratto compreso tra la S.P. 166 a Terno e lo svincolo con la S.S. 342 a Mapello, è stato completato il 1° Lotto dell'Asse Interurbano di Bergamo. All'inaugurazione dell'opera, che si colloca nel quadro di riassetto della viabilità primaria della città di Bergamo, è intervenuto l'assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia Raffaele Cattaneo, insieme all'assessore regionale all'Ambiente, Energia e Reti Marcello Raimondi; presenti inoltre il vice ministro alle Infrastrutture Roberto Castelli, il vice presidente provinciale e assessore alla viabilità Giuliano Capetti, i sindaci dei Comuni interessati, il direttore centrale Nuove costruzioni dell'Anas Alfredo Bajo e il capo compartimento Anas Lombardia Claudio De Lorenzo.

"Dopo la conferma ai finanziamenti per la variante di Zogno, i lavori alla variante SS 42 da Albano Sant'Alessandro e Trescore e i finanziamenti alla Variante alla Sp 91 fino a Chiuduno - ha detto l'assessore Cattaneo - Regione Lombardia dimostra ancora una volta il proprio impegno e la propria attenzione al territorio bergamasco, pur in un momento difficile di tagli e di scarsità di risorse trasferite alle Regioni, favorendo la realizzazione di una viabilità più consona alle esigenze del territorio".

La nuova arteria stradale è totalmente in trincea e ha una lunghezza di circa 2,7 chilometri. In precedenza, nel 2005, era già stato aperto al traffico un primo tratto funzionale da Ponte San Pietro (svincolo di Treviolo) all'intersezione con la S.P. 155 nel Comune di Bonate Sopra e, nel 2007, un secondo lotto funzionale, dalla rotatoria sulla S.P. 155 (termine del lotto precedente) all'intersezione con la S.P. 166 in Comune di Presezzo.

L'assessore Cattaneo ha inoltre annunciato le tre priorità future per il territorio bergamasco: "la prima sarà la tangenziale sud di Bergamo, del valore di oltre 200 milioni di euro, che integra l'opera che inauguriamo oggi e completa il sistema di accesso alla città di Bergamo; la seconda è la variante di Zogno e la terza è il collegamento Lecco-Bergamo. Dopo tante parole sulle infrastrutture sono finalmente venuti i giorni della concretezza con la consegna e l'apertura dei cantieri".

Il costo complessivo di tutta la variante di Bergamo è stato di 53,4 milioni di euro circa, di cui 10,4 milioni per il tratto dalla S.P. 166 alla S.S. 342 inaugurato oggi.

"Va riconosciuto - ha detto Raimondi - che negli ultimi anni, grazie al pressing della Regione e delle forze politiche locali, Anas è riuscita a cambiare passo e a dare alle opere tempi più rispettosi delle esigenze delle comunità locali". "Ci impegneremo - ha concluso Raimondi - perché sia così anche per gli altri cantieri aperti".

(Lombardia Notizie)



 

·
Registered
Joined
·
1,195 Posts
Discussion Starter · #3 ·
Costa Mezzate - Chiuduno
Via ai lavori della nuova «s.p.»


Giovedì 13 maggio inizieranno i lavori per la realizzazione del secondo lotto da Costa Mezzate a Chiuduno della nuova SP 91 «Valle Calepio». Il tracciato, dell'importo pari a 6.369.371,77 euro, ha una lunghezza complessiva di 3.830 metri circa e interessa il territorio dei comuni di Bolgare, Gorlago e Chiuduno: parte dalla rotatoria sulla SP 89 e piega in direzione sudest attraversando il fiume Cherio sino ad intersecare la SP 88.



Il nastro stradale prosegue poi, sempre in direzione sudest, fino in prossimità dell'autostrada A4, dove piega in direzione est per arrivare alla rotatoria già realizzata dal comune di Chiuduno per l'accesso alla nuova area industriale. Il progetto esecutivo era stato approvato dalla Giunta provinciale il 22 marzo scorso con delibera numero 77.

IL TRACCIATO DEL PERCORSO


 

·
Registered
Joined
·
1,195 Posts
Discussion Starter · #5 ·
Bergamo, effetto «alta velocità»
La Bassa guadagna nuove strade



Per la legge del contrappasso, sono pronte a passare dalla carta alle ruspe quattro strade (due nuove, altrettante da riqualificare) che consentiranno di tenere fuori dai centri abitati della Bassa il traffico in arrivo insieme alle grandi opere Tav e Brebemi.

Due nuove strade da 27 milioni di euro per collegare la Rivoltana all'autostrada Brescia-Bergamo-Milano, due riqualificazioni da circa 7 milioni per alleggerire gli abitati di Antegnate e Mozzanica. I progetti sono già pronti sui tavoli del settore Viabilità della Provincia, che a fine settembre ha firmato la convenzione con Rfi (Rete ferroviaria italiana) per l'attuazione delle opere e il cronoprogramma dei finanziamenti.

Un pacchetto da 36,4 milioni di euro, più 400.000 dalle casse del Comune di Mozzanica dov'è prevista la riqualificazione dell'ex statale 11 Padana superiore. I 36,4 milioni sono stati stanziati dal Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica), dove il 18 novembre è scattato il verde per il miliardo e 131 milioni di euro necessari a far partire il primo lotto dell'Alta velocità-Alta capacità ferroviaria Treviglio-Brescia.

La più costosa delle nuove strade progettate dalla Provincia è la variante alla provinciale 472 Bergamina, che collegherà la Rivoltana alla Brebemi con un nuovo asse da 17 milioni di euro tra Arzago e Casirate d'Adda.

A pochi chilometri verso est, una bretella lunga circa 4 chilometri aggancerà la Rivoltana, nei pressi di Misano, per attraversare il territorio di Calvenzano fino al futuro casello della Brebemi a Caravaggio.

A Mozzanica, dove finisce la strada Rivoltana, verrà messa in cantiere la riqualificazione dell'ex statale 11 Padana superiore. Un intervento da circa 4 milioni di euro, che prevede la realizzazione di due nuovi rondò all'inizio e alla fine del tratto, tra l'intersezione con la Rivoltana e quella con la Cremasca, che si collega a Nord con un altro casello della Brebemi nella zona di Bariano.

Stesso discorso per la nuova viabilità in arrivo tra Fontanella e Antegnate.

http://www.ecodibergamo.it/stories/Cronaca/358256/
 

·
Registered
Joined
·
2,982 Posts
Bergamo, effetto «alta velocità»
La Bassa guadagna nuove strade

Per la legge del contrappasso, sono pronte a passare dalla carta alle ruspe quattro strade (due nuove, altrettante da riqualificare) che consentiranno di tenere fuori dai centri abitati della Bassa il traffico in arrivo insieme alle grandi opere Tav e Brebemi.

http://www.ecodibergamo.it/stories/Cronaca/358256/
Ma la TAV non dovrebbe al contrario essa stessa alleggerire i centri della Bassa dal traffico, incentivando l'uso del treno anzichè dei mezzi su strada?
 

·
Registered
Joined
·
2,982 Posts
Ma non credo, non è quella la sua funzione. La TAV non passa mica per i paesini.
Non i paesini dal traffico locale, ma tutta la zona circostante dal traffico di attraversamento a lunga percorrenza, che non sempre passa esclusivamente dall'autostrada
 

·
Lord Kelvin
Joined
·
13,568 Posts
Non i paesini dal traffico locale, ma tutta la zona circostante dal traffico di attraversamento a lunga percorrenza, che non sempre passa esclusivamente dall'autostrada
Non saprei, può essere. Però il traffico di attraversamento non svuota il percorso attraversato, ma solo il traffico agli estremi.
 

·
Registered
Joined
·
2,982 Posts
Non saprei, può essere. Però il traffico di attraversamento non svuota il percorso attraversato, ma solo il traffico agli estremi.
Su questo sono perfettamente d'accordo, ne sono consapevole... per questa parte di traffico (quello strettamente locale) ci si dovrebbe affidare al servizio ferroviario locale... ciò che intendevo dire io nel mio primo intervento è che non è certo colpa dell'alta velocità ferroviaria se aumenta il traffico su strada: se questa non lo sfoltisce, neppure dovrebbe aumentarlo... ci vuole un trasporto ferroviario integrato per cui i viaggiatori possono usare l'alta velocità per lunghe distanze come Milano - Brescia, poi magari trovare un efficiente servizio regionale in coincidenza che li porti nei vari paesini della provincia di Bergamo. In questo senso l'alta velocità può essere utile allo snellimento del traffico, anche se mi rendo conto che è una parte di traffico del tutto marginale rispetto al totale. Però quantomeno non dovrebbe peggiorare il problema.
La mia voleva essere una semplice risposta all'enunciato che affermava che l'ampliamento della viabilità locale della provincia di Bergamo sarebbe una sorta di "risarcimento" per il conseguente aumento dei volumi di traffico locale portati anche dalla TAV.
 

·
Fork in progress
Joined
·
437 Posts
Buongiorno,

segnalo l'avvio dei lavori per la variante s.s.42 Albano - Trescore. Sui media locali ci sono notizie in merito (alcune errate parlano di "appalto", in realtà sono stati consegnati i lavori).

Per quanto riguarda notizie dirette, ho visto diversi mezzi all'opera in zona Albano - S. Paolo d'Argon, e ci stanno dando dentro.

Sempre area Valle Cavallina, segnalo che i lavori della rotonda s.s.42-s.p.89 nel Comune di Trescore Balneario sono pressochè terminati. Manca solamente la posa del nuovo asfalto e poca altra roba.

A Borgo di Terzo, s.s. 42, la nuova rotonda con ponte sul fiume Cherio è in fase avanzata di realizzazione. Un'opera importante per gli abitanti dei paesi limitrofi e per chi viaggia sulla s.s.42, perchè eliminerà parte del traffico nel centro di Borgo di Terzo.

A Vigano, s.s.42 è ultimata la corsia d'immissione verso il paese. Anche qua manca giusto la posa del nuovo asfalto.

:cheers:
 

·
Registered
Joined
·
1,195 Posts
Discussion Starter · #12 ·
Buongiorno,

segnalo l'avvio dei lavori per la variante s.s.42 Albano - Trescore. Sui media locali ci sono notizie in merito (alcune errate parlano di "appalto", in realtà sono stati consegnati i lavori).

Per quanto riguarda notizie dirette, ho visto diversi mezzi all'opera in zona Albano - S. Paolo d'Argon, e ci stanno dando dentro.

:cheers:
Eccola:


http://www.ecodibergamo.it/stories/Cronaca/188852_la_variante_albano-trescore_anas_lavori_appaltati_alla_milesi/

Oggi stavo facendo un giro in bici e mi son trovata casualmente in mezzo al cantiere :D



C'erano diversi mezzi al lavoro
 

·
Registered
Joined
·
1,195 Posts
Discussion Starter · #16 ·
Anas, aggiudicato appalto per lavori Tangenziale sud Bergamo

(Adnkronos) - Il progetto definitivo e' stato redatto dalla Provincia di Bergamo; le spese di tale progettazione e l'importo dell'appalto, oltre 15 milioni di euro, sono totalmente finanziati con fondi del bilancio dell'Anas. ''Per la realizzazione dell'opera - ha proseguito l'Amministratore Pietro Ciucci - l'Anas ha investito complessivamente 33 milioni di euro, segno tangibile dell'attenzione dell'Azienda per il territorio bergamasco''.

Lo sviluppo complessivo di questo intervento e' di 4,2 km ad unica carreggiata, per una larghezza di 10,50 metri, formata da due corsie di marcia larghe 3,75 metri e 2 banchine laterali da 1,50 metri ciascuna. L'opera d'arte principale e' il viadotto Morla, lungo 105 metri, che sovrappassera' la strada provinciale 120 e la Roggia Morla.
...

...


(il pezzo che manca è quello tra stezzano e zanica)
 

·
Registered
Joined
·
1,195 Posts
Discussion Starter · #18 ·
Da Costa Mezzate a Chiuduno:
provinciale 91, aperto il 2° lotto

È stato aperto al traffico il secondo lotto della strada provinciale 91, da Costa di Mezzate a Chiuduno la cui realizzazione è costata 18,5 milioni di euro, 9 dei quali stanziati da Regione Lombardia. Un'opera importante per il caotico traffico della zona.



"Oggi abbiamo aperto al traffico un'opera importante non solo per la provincia di Bergamo, ma anche nel contesto degli investimenti che Regione Lombardia sta favorendo per potenziare la mobilità in questa parte del nostro territorio". Lo ha detto l'assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Raffaele Cattaneo, intervenendo all'apertura.

"Si tratta di un altro fatto concreto - ha proseguito Cattaneo - che fa seguito al completamento del primo lotto dell'asse interurbano di Bergamo e all'apertura dei lavori per la realizzazione della variante di Zogno. È il segno che non è vero che la politica pensa solo a se stessa: questa politica risponde alla crisi con i fatti, con i cantieri aperti e conclusi, che contribuiscono in maniera decisiva al rilancio della nostra economia".

L'OPERA
La strada inaugurata si attesta, a ovest, sulla rotatoria a Costa di Mezzate e, a est, sulla rotatoria di Chiuduno. Lungo la tratta si raccorda con una nuova rotatoria, con la SP 88 ed interessa i Comuni di Gorlago, Bolgare e Chiuduno.



MENO SMOG
"Si tratta di un intervento strategico per il territorio bergamasco, che permette di rendere la circolazione più scorrevole, liberando di molto i paesi circostanti dal traffico e dalle lunghe code, fonte di inquinamento, che fino a ieri sopportavano. In modo particolare l'apertura di questo tratto della statale è un tassello importante nella mobilità della Val Cavallina per raggiungere il Lago di Endine e l'Alto Sebino, a tutto vantaggio sia della qualità dell'aria sia dell'accessibilità turistica della zona". Lo ha sottolineato l'assessore regionale all'Ambiente, Energia e Reti Marcello Raimondi intervenuto all'inaugurazione insieme al presidente della Provincia di Bergamo Ettore Pirovano e all'assessore provinciale alla Viabilità e Trasporti Giuliano Capetti.

...continua
 

·
Registered
Joined
·
443 Posts
L’impresa è travolta dalla crisi
Stop al cantiere della Zanica-Stezzano


Stop al cantiere della Tangenziale Sud, nel tratto in costruzione tra Zanica e Stezzano. Da oltre due mesi i lavori per la creazione dei 4,2 chilometri che dovranno unire i due Comuni proseguendo il progetto dell’anello stradale a Sud di Bergamo, sono infatti bloccati in quanto l’impresa vincitrice dell’appalto indetto dall’Anas risulta in concordato preventivo: è la Carena di Genova che aveva già avuto problemi durante la Seriate-Nembro-Cene .

La brutta notizia è confermata anche dalla Provincia che spiega che i lavori del secondo dei tre lotti dell’anello stradale a Sud di Bergamo sono fermi proprio per i problemi finanziari dell’appaltatrice. L’opera, soprattutto per gli automobilisti che transitano da Stezzano, appare già una cattedrale nel deserto, con i due piloni che dovranno sostenere il sovrappasso sulla statale 42 che si ergono imponenti in mezzo alla desolazione totale: da parecchie settimane non si vede muovere alcun mezzo o operaio all’interno del cantiere.

Nel territorio di Zanica, invece, si possono vedere ruspe al lavoro lungo la massicciata della nuova arteria stradale ma questo movimento non deve trarre in inganno: si tratta infatti di un lavoro collaterale, realizzato dalla «Snam rete gas» per lo spostamento del metanodotto che interferisce sul tracciato. L’infrastruttura è completamente bloccata, lasciando a bocca asciutta non solo le amministrazioni comunali e gli automobilisti che da decenni aspettano di bypassare l’intasatissimo Asse interurbano immettendosi sul nuovo anello che collegherà senza semafori Treviolo e la Valle Seriana, ma anche le imprese subappaltatrici che hanno eseguito già lavori e fornito materiali: alcune attendono di essere pagate anche con cifre a sei zeri. La Carema, infatti, ha subappaltato una parte degli interventi (l’importo complessivo del lotto è di oltre 12 milioni di euro) a quattro aziende: Sogelma srl, Geometra Sergio Milesi srl, Bonifiche ambientali waste & works srl e Aveco srl. «Siamo molto preoccupati – spiega il responsabile di una delle ditte – e ancora in attesa di avere risposte sia dall’Anas che dalla Carena. Nessuno di noi è stato ancora pagato per il lavoro svolto in questi mesi e, nonostante sia già stato fatto molto, l’opera è appena ad un quinto dell’intervento totale. L’appaltante ha già preso i soldi dall’Anas, avendo fatto lo stato di avanzamento dei lavori, ma noi subappaltatori non abbiamo ancora visto un centesimo. I materiali sono stati forniti, la massicciata è già stata realizzata, come pure qualche tombinatura e canalizzazione irrigua. Ma prima dell’asfaltatura mancano ancora i sovrappassi e le intersezioni, le rotatorie, gli impianti e le fognature».

Il tassello di Tangenziale Sud tra Zanica e Stezzano si deve collegare al già esistente tratto Treviolo–Stezzano e al futuro tracciato Treviolo-Paladina, già appaltato alla Fabiani costruzioni di Dalmine che dovrebbe partire nei primi mesi del nuovo anno.

http://www.ecodibergamo.it/stories/...al-cantiere-della-zanica-stezzano_1037028_11/
 

·
Registered
Joined
·
774 Posts
L’impresa è travolta dalla crisi
Stop al cantiere della Zanica-Stezzano


Stop al cantiere della Tangenziale Sud, nel tratto in costruzione tra Zanica e Stezzano. Da oltre due mesi i lavori per la creazione dei 4,2 chilometri che dovranno unire i due Comuni proseguendo il progetto dell’anello stradale a Sud di Bergamo, sono infatti bloccati in quanto l’impresa vincitrice dell’appalto indetto dall’Anas risulta in concordato preventivo: è la Carena di Genova che aveva già avuto problemi durante la Seriate-Nembro-Cene .

La brutta notizia è confermata anche dalla Provincia che spiega che i lavori del secondo dei tre lotti dell’anello stradale a Sud di Bergamo sono fermi proprio per i problemi finanziari dell’appaltatrice. L’opera, soprattutto per gli automobilisti che transitano da Stezzano, appare già una cattedrale nel deserto, con i due piloni che dovranno sostenere il sovrappasso sulla statale 42 che si ergono imponenti in mezzo alla desolazione totale: da parecchie settimane non si vede muovere alcun mezzo o operaio all’interno del cantiere.

Nel territorio di Zanica, invece, si possono vedere ruspe al lavoro lungo la massicciata della nuova arteria stradale ma questo movimento non deve trarre in inganno: si tratta infatti di un lavoro collaterale, realizzato dalla «Snam rete gas» per lo spostamento del metanodotto che interferisce sul tracciato. L’infrastruttura è completamente bloccata, lasciando a bocca asciutta non solo le amministrazioni comunali e gli automobilisti che da decenni aspettano di bypassare l’intasatissimo Asse interurbano immettendosi sul nuovo anello che collegherà senza semafori Treviolo e la Valle Seriana, ma anche le imprese subappaltatrici che hanno eseguito già lavori e fornito materiali: alcune attendono di essere pagate anche con cifre a sei zeri. La Carema, infatti, ha subappaltato una parte degli interventi (l’importo complessivo del lotto è di oltre 12 milioni di euro) a quattro aziende: Sogelma srl, Geometra Sergio Milesi srl, Bonifiche ambientali waste & works srl e Aveco srl. «Siamo molto preoccupati – spiega il responsabile di una delle ditte – e ancora in attesa di avere risposte sia dall’Anas che dalla Carena. Nessuno di noi è stato ancora pagato per il lavoro svolto in questi mesi e, nonostante sia già stato fatto molto, l’opera è appena ad un quinto dell’intervento totale. L’appaltante ha già preso i soldi dall’Anas, avendo fatto lo stato di avanzamento dei lavori, ma noi subappaltatori non abbiamo ancora visto un centesimo. I materiali sono stati forniti, la massicciata è già stata realizzata, come pure qualche tombinatura e canalizzazione irrigua. Ma prima dell’asfaltatura mancano ancora i sovrappassi e le intersezioni, le rotatorie, gli impianti e le fognature».

Il tassello di Tangenziale Sud tra Zanica e Stezzano si deve collegare al già esistente tratto Treviolo–Stezzano e al futuro tracciato Treviolo-Paladina, già appaltato alla Fabiani costruzioni di Dalmine che dovrebbe partire nei primi mesi del nuovo anno.

http://www.ecodibergamo.it/stories/...al-cantiere-della-zanica-stezzano_1037028_11/
cvd..... anni e anni per fare 4km di strada tutta dritta e in mezzo ai campi!!!!!! SIAMO IN ITALIA PAESE SEMPRE PIU' DI .....
 
1 - 20 of 149 Posts
Top