Skyscraper City Forum banner
1 - 20 of 1492 Posts

·
ain't one
Joined
·
2,857 Posts
Discussion Starter · #1 ·
L'aeroporto G.Marconi già da tempo necessitava un collegamento diretto e rapido con Bologna città, le soluzioni proposte dalla provincia suggerivano un utilizzo maggiore dell'infrastruttura ferroviaria esistente. Il comune ha deciso diversamente optando per questo mezzo.



Qui è possibile notare come il "Lazzaretto", nuovo ed immenso quartiere universitario in costruzione, ma con piani di espansione molto lenti, sarà ben collegato con la stazione grazie all'unica fermata intermedia che permette l'incrocio dei mezzi, pare che il prezzo del biglietto unicamente per il quartiere universitario sarà entro i 2 €

Qui sotto lo schema riassuntivo...



La fermata dell'aeroporto sarà direttamente collegata al terminal delle partenze...



e i renderings già la rendono quasi reale :)



In direzione Bologna C.le il peoplemover attraverserà il fiume reno...



La stazione del "Lazzaretto" che sarà piena di studenti?




Arrivando alla sospirata Bologna C.le...l'immagine a dx è proprio la non ben chiara Stazione AV sotterranea...



I mezzi proposti sono questi...



...e la mia preferenza va all'Hitachi di Tama...So 80's
 

·
Registered
Joined
·
1,401 Posts
Sono un po' perplesso... Una linea da 5 Km con una sola fermata intermedia e un solo binario (non nel senso che è monorotaia, ma nel senso che han una sola via di corsa...).

Ok, si prevede un treno ogni 8 minuti (che è una frequenza più che buona per andare all'aeroporto) e io non conosco la zona per dire se servano o meno altre fermate, ma francamente mi ricorda la Sassi-Superga, che è di fine '800... o, se proprio vogliamo andare sull'analogo, la fu monorotaia di Italia '61.

Tra l'altro dici che c'è già una ferrovia, non vedo quale sia il vantaggio ad usare questa soluzione invece di quella... Se facessero più fermate capirei, ma così... Da sempre le linee ad una sola via di corsa hanno dei limiti intrinsechi che spesso le fanno nascere già vecchie...
 

·
Registered
Joined
·
375 Posts
Penso che la logica di questo sistema di trasporto sia corretta in questi casi in cui le distanze da coprire non sono notevoli (poco più di 5 km), consente grande flessibilità d'uso e di frequenza. In più non è un intervento eccessivamente invasivo sul territorio.
Ritengo che la scelta dell'amministrazione bolognese sia stata migliore di quella di Bari di alcuni anni fa: infatti poteva benissimo applicarsi un sistema simile per la linea "metropolitana" del quartiere S. Paolo che invece prevede un tratto in superficie di circa 3 km, un viadotto di 2 km e poi un altro tratto interrato di meno di 2km. E' venuto fuori un "minestrone" di cose, definite pomposamente metropolitana, con i lavori fermi da almeno 2 anni.
Spero che il people mover di BO abbia sorti migliori
 

·
No More Italian Mod
Joined
·
39,869 Posts
Bene... ma a questo punto, visto che il tracciato è piuttosto lungo, invece di fare tre sole stazioni non sarebbe megglio aggiungerne qualcuna?

Inoltre in futuro si potrebbe ben prevedere l'estensione verso est

Complimenti a Bologna che mi pare si stia dando da fare parecchio per l'implementazione del suo TPU :applause:
 

·
No More Italian Mod
Joined
·
39,869 Posts
Sono un po' perplesso... Una linea da 5 Km con una sola fermata intermedia e un solo binario (non nel senso che è monorotaia, ma nel senso che han una sola via di corsa...).
Da che cosa deduci che ha una sola via di corsa?

Guardando com'è stato progettato il ponte sul Reno a me parrebbe che le vie di corsa siano due

 

·
Moderator
Joined
·
7,760 Posts
^^ Dal fatto che nella prima immagine del topic si parla di un unico punto di incrocio.
 

·
ain't one
Joined
·
2,857 Posts
Discussion Starter · #8 ·
^^A quanto pare, le infrastrutture pesanti come il ponte e brevi tratti sotterreanei saranno costruiti pensando anche ad un eventuale raddoppio. Infatti più verso sud che verso est è previsto un piccolo business center in prossimità dell'aeroporto e il peoplemover poterbbe collegarlo, ma in merito non ho trovato nulla di preciso e definitivo
 

·
pic related
Joined
·
4,830 Posts
Bel progetto! Complimenti ai bolognesi.
L'iter burocratico a che punto è? Il Progetto esecutivo è già stato approvato?
 

·
Registered
Joined
·
1,401 Posts
Penso che la logica di questo sistema di trasporto sia corretta in questi casi in cui le distanze da coprire non sono notevoli (poco più di 5 km), consente grande flessibilità d'uso e di frequenza.
Scusa, non per smontare una bella idea per una infrastruttura ma mi spiegheresti in cosa consiste la "grande flessibilità d'uso e frequenza"? No, perché a me queste frasi sanno sempre un po' troppo di marketing e non sempre rispecchiano la realtà.

Se c'è una cosa che mi pare una linea del genere non abbia è la "flessibilità".

Flessibilità d'uso? Impossibile: le fermate sono 3, in pratica la usi esclusivamente per andare all'aeroporto o all'università dalla stazione e viceversa. Nessun'altro uso è possibile, perchè servirebbero più fermate intermedie.

Flessibilità di frequenza? Ancor più impossibile. Il fatto che abbia una sola via di corsa con un solo incrocio obbliga a mantenere in esercizio solo e soltanto 2 convogli con orari ben vincolati (all'incrocio, nella fattispecie) non di più.
Puoi ovviamente metterne solo uno invece che due, ma non la definirei esattamente "flessibilità": in caso di sovraccarico pesante e permanente non si può semplicemente "mettere un treno in più", occorre riprogettare l'infrastruttura. Senza considerare che le frequenze sono per forza uguali a qualsiasi ora: di punta o meno non importa...



Incidentalmente, poi, io credo che 5 Km per una infrastruttura di trasporto pubblico siano una distanza notevole. In 5 Km una metrotranvia "all'italiana" fa almeno 15-20 fermate (pure troppe), una metropolitana leggera come il VAL di Torino da 5 a 10 (dipende se in periferia o in centro), una ferrovia suburbana da 2 a 4.


Ripeto: non voglio smontare un progetto interessante, che tral'altro non mi riguarda in quanto non abitante a Bologna, solo alzare qualche legittimo dubbio su alcuni aspetti. Se poi chi ha ideato l'infrastruttura ha già risposto a questi dubbi tanto meglio.
 

·
Registered
Joined
·
375 Posts
^^ Da quello che ho potuto assimilare leggendo su SSC, mi sembra che il people mover sia un sistema teleguidato.
Per "flessibilità d'uso e di frequenza" intendo per esempio il poter gestire questo sistema di trasporto senza l'impiego di personale a bordo, poter realizzare in futuro altre fermate, poter variare la frequenza di convogli quasi in tempo reale in base alla quantità di utenza, per esempio in una determinata fascia oraria intensificando le corse in una certa tratta e diradandole nell'altra, come mi hanno detto avviene per la metro di Lille.
Mi si obetterà che tutto ciò non è possibile poichè verrà realizzata a singolo binario. Non so se è effetivamente così (mi sa che questa è solo la deduzione di qualche forumer), e comunque per investimenti del genere è il caso di pensare le cose per bene e non all'italica maniera.
Riguardo l'obiezione delle sole 3 fermate leggo che per ora attraverserà aree a bassa velocità di sviluppo, e dunque saranno praticamente senza utenza nell'immediato futuro. Non penso che per questo tipo di mezzo sia preclusa la possibilità di realizzare altre fermate o di estendere la linea verso est.
Ma queste sono speculazioni di un forumer che non ha mai visto un people mover :) ...però sono stato a Lille e ho fatto vari viaggi in metro :lol:
Ciao :wave:
 

·
Banned
Joined
·
634 Posts

·
ain't one
Joined
·
2,857 Posts
Discussion Starter · #16 ·
ma scusate,la ferrovia è vicinissima,fare una bretella di collegamento no?
Non so esattamente, ma è possibile che costasse di più mantenere e costruire il servizio ferroviario piuttosto che costruire il people mover.

Il progetto è bello e pronto, bisogna solo aspettare i soldi, ma ci sono buoni segnali visto che sarà praticamente di costruzione e gestione privata.

Per quanto riguardo il premetro...aspettiamo i soldi dal buon DiPietro... sono anni che Bologna aspetta, è scandaloso! Promesse, bocciature, polemiche inutili e progetti megalomani vedi il "metrochevorrei"
 

·
Registered
Joined
·
1,401 Posts
Per "flessibilità d'uso e di frequenza" intendo per esempio il poter gestire questo sistema di trasporto senza l'impiego di personale a bordo, poter realizzare in futuro altre fermate, poter variare la frequenza di convogli quasi in tempo reale in base alla quantità di utenza, per esempio in una determinata fascia oraria intensificando le corse in una certa tratta e diradandole nell'altra, come mi hanno detto avviene per la metro di Lille.
Già, ma per l'appunto questa linea non ha nessuna di queste caratteristiche, mentre la metro di Lille (che è un VAL) si.

Mi si obetterà che tutto ciò non è possibile poichè verrà realizzata a singolo binario. Non so se è effetivamente così (mi sa che questa è solo la deduzione di qualche forumer)
Più che una deduzione è un dato di fatto per come è concepita la linea sui documenti che sono stati postati. Su un unica via di corsa il treno può andare in una unica direzione, e visto che i punti di incrocio si riducono ad uno, i treni contemporanei sulla linea sono due. Nè più, nè meno in qualsiasi condizione (e infatti si parla di 2 soli treni anche nei documenti postati, più uno di scorta).

e comunque per investimenti del genere è il caso di pensare le cose per bene e non all'italica maniera.
Perfettamente d'accordo. E' da lì che vengono i dubbi.
 

·
°Made in Italy°
Joined
·
1,289 Posts
Scusate ma quale flessibilità? Poi manco stessimo parlando di Fiumicino.... Per favore.... prima si parlava di metropolitana, poi mò il prémetro (cosa sarebbe poi? non lo sanno bene manco i bolognesi, un inutile ibrido) e mò questa bella quanto inutile people-mover, che sarà predisposto ad un allargamento e/o allungamento che si renderà necessario quasi subito, verosimilmente....
Questro sistema va bene se si decide di non costruire più niente in città , ma visto ke si vuole realizzare un'altra infrastruttura per il trasporto pubblico su ferro, allora tanto vale farla passare per l'aereoporto, e non creare due cose distinte e separate. Ripeto: Bologna alla fine non ha mica il traffico passeggeri di Roma, Milano o Napoli!

Cofferati ma ke combini....
 

·
ain't one
Joined
·
2,857 Posts
Discussion Starter · #20 ·
Il progetto ci sta benissimo, la critica che si può fare alla giunta è di non aver fatto molto per smuovere i poteri forti e soprattutto i soldi per iniziare i lavori della metrotranvia, o prémetro per usare un francesismo...e non è per niente un ibrido, prima di sparare a zero sui trasporti pubblici sarebbe bene informarsi! Inizia consultando www.urbanrail.net la maggior parte delle città tedesche o olandesi di medie dimensioni hanno ottimi sistemi metrotranviari e per questo ci [email protected]#o in testa!

Il Marconi ha 4.000.000 di passeggeri l'anno, non sono pochi. Il people mover non è un mezzo pesante! E' estremamente leggero ed adatto a percorsi brevi, servirà essenzialmente per collegare l'aeroporto con la stazione AV (scusate s'è poco!) in mezzo ci sarà il nuovo polo universitario dove verrà trasferita buona parte di Ingegneria, ottima fermata intermedia per gli utenti dell'aereo e del treno...

Oltre a tutto ciò Bologna ha bisogno della conclusione dei lavori per l'Alta Velocità per attivare il servizio ferroviario metropolitano che sarà sulla falsa riga di quello milanese. Nel tratto urbano nelle ore di punta sul "passante" ci saranno treni ogni 7 min che collegeranno le stazioni di porta in costruzione ad EST Bologna S.Vitale e ad OVEST Bologna Prati di Caprara
 
1 - 20 of 1492 Posts
Top