Skyscraper City Forum banner
1 - 20 of 146 Posts

·
Banned
Joined
·
7,813 Posts
Discussion Starter · #1 · (Edited)
AGGIORNAMENTO PRIMO POST IN SEGUITO ALLA VITTORIA DEL PROGETTO PODRECCA IN DATA 24/02/2011
_________________________________________________________________________________________


Bolzano: il progetto dell'architetto austriaco Podrecca vince il concorso per l'areale ferroviario



BOLZANO. Il progetto dell'architetto austriaco Boris Podrecca è stata dichiarato vincitore nel concorso per la riqualificazione dell'areale ferroviario di Bolzano. Su 138 partecipanti totali, 10 hanno avuto la possibilità di sottoporre le loro visioni sul futuro urbanistico della città ad una giuria internazionale che ieri ha presentato i risultati.

Al secondo e terzo posto rispettivamente gli architetti Marchi e Boeri. Come da commento della giuria, il progetto di Podrecca propone lo spostamento del tracciato ferroviario a sud.

Ciò consente di creare a nord del nuovo tracciato aree edificabili collegate direttamente al centro storico esistente. Queste aree vengono occupate da edifici a blocco con corte interna adeguati al contesto del centro storico; tale soluzione permette di immaginare un'evoluzione senza interruzioni del centro stesso. Nella nuova area di edificazione a sud si crea una zona multifunzionale che si presta ad essere utilizzata in modi differenti.

Lo spazio libero che si crea tra il vecchio fabbricato viaggiatori ed il nuovo tracciato ferroviario viene considerato come una piazza cittadina, chiusa a nord-est da un edificio pubblico, dalla quale si arriva, attraverso ampie uscite, ad un largo seminterrato dal quale si possono raggiungere i binari ed al quale è al contempo collegata, mediante delle rampe, l'area edificata a sud.

Questo sottopassaggio viene supportato dal punto di vista formale da una copertura sopra i binari al di sotto della quale si trovano le due ampie uscite. La vecchia stazione diventa parte di quella nuova e convince sia dal punto di vista funzionale che da quello urbanistico. Con gli spazi in superficie e quelli sotterranei essa diventa un luogo con un'elevata presenza di attività commerciali.

''La prima parte è riuscita, ora dobbiamo andare avanti nelle trattative con Ferrovie italiane e con finanziatori privati, per non perdere questa occasione unica'': è quanto ha affermato il presidente della Provincia Luis Durnwalder. E' stato proprio Durnwalder a proclamare nell'aula magna della LUB il progetto firmato come capogruppo dall'architetto austriaco Boris Podrecca vincitore del concorso di idee. La proposta verrà ora illustrata ai due partner della Spa Areale Bolzano (composta al 50% ciascuno da Provincia e Comune di Bolzano), che dovranno decidere se concretizzarla o meno.

Durnwalder ha confermato - in una nota - che, verificato il piano di finanziabilità, bisogna procedere rapidamente con i prossimi passi obbligati: ''Trovato il vincitore, dobbiamo ora valutare nel dettaglio i costi effettivi, fare un progetto di massima dell'impegno finanziario e poi trattare con le Ferrovie italiane per un accordo definitivo.'' Il Presidente della Provincia ha invitato tutte le parti interessate ''a fare gioco di squadra, perché abbiamo a disposizione un'occasione unica di far crescere la città con una soluzione praticabile su un'area di 30 ettari".

Durnwalder ha ricordato i contatti costanti sul tema con l'ad di Ferrovie Mauro Moretti, che chiede la garanzia di veder realizzata una stazione adeguata e piani di autofinanziamento per l'intervento complessivo. ''Accanto alle esigenze delle Ferrovie dobbiamo lavorare sulle aree e gli spazi rimasti per capire come poter realizzare al meglio la combinazione urbanistica tra edilizia abitativa e pubblica, strutture per servizi e settori economici.''















-----------------------------------------------------------------------------------------




Georg Oberrauch e la scommessa dell'areale ferroviario di Bolzano

da qui.bz.it

Si sta giocando una partita importante sullo sviluppo dell'areale ferroviario. Assai raramente una città può acquisire un intero quartiere, in pieno centro, con una superficie di tutto rispetto.
L'urbanizzazione di quell'area diventa, quindi, una scommessa che coinvolge l'intera Bolzano per le ripercussioni che le decisioni future potranno determinare.

Ne abbiamo parlato con Georg Oberrauch, promotore già nel passato di idee innovative, dedicate a quell'area, nello specifico dell'attività commerciale e dei servizi.


Sig. Oberrauch, nella prospettiva dello sviluppo della città di Bolzano, l'opportunità del recupero della zona ferrovia, come nuovo grande quartiere, rappresenta una grande sfida; quali scelte immagina per un sito così importante della Bolzano del futuro?

La fortuna di questo areale è quella di essere in pieno centro; unitamente a ciò vi è la disponibilità di grande spazio. Se questo spazio sarà sfruttato con oculatezza, si potranno creare un parco, uffici, servizi, un gran numero di abitazioni, realizzare un centro commerciale degno di questo nome, razionalizzare le infrastrutture indispensabili per i pullman e gli autobus, ecc.; a questo proposito è assai importante che i collegamenti tra treno, servizi pubblici e collegamenti interregionali siano semplificati al massimo e, nello stesso tempo - ma questo vale già per oggi - sarà necessario portare i tempi d'attesa degli autobus cittadini a non più di 10 minuti. Tutto ciò costerà inizialmente un certo investimento, ma la riscoperta prima e l'abitudine poi all'utilizzo del mezzo pubblico, darà i suoi frutti sul lungo termine.

Dunque ritiene importante la realizzazione di una sorta di centro del movimento che metta in sinergia perfetta treno, autobus e pullman.

Certo, un "polo della mobilità" che faciliti gli spostamenti e crei una sorta di punto d'incontro strategico; in quest'ottica, parallelamente, potrà sorgere anche un centro commerciale di tutto rispetto.

Come lo immagina un centro commerciale così congegnato?

Sarà necessario valutare più aspetti; Bolzano è storicamente deputata al commercio, però, purtroppo, in questi ultimi anni si sono perse quote di mercato. Ciò accade perché altrove si sono realizzati nuovi centri commerciali, come ad Affi oppure ad Innsbruck, capaci di attirare clientela anche dall'Alto Adige. Si tratta di organizzazioni snelle e moderne, mentre Bolzano è rimasta con i soli Portici.

[..]


la zona verde è l'attuale stazione di bolzano.. coem vedete il braccio (verde) avvolge interamente il quartierino dei piani che è, infatti, abbastanza bruttino e abbandonato nonchè ritrovo di donzelle che concedono prestazioni in cambio di qualche spicciolo.. :) Il rosso segna invece il futuro areale della stazione.. in questo modo la zona dei piani di bz si fonderebbe con il centro storico ritornando a splendere.. inoltre si libererebbero parecchhi ettari edificabili in una zona non prestigiosa.. ma molto di più! la più chiccosa che ci sia in città!! :lol: l'attuale stazione in quanto monumento storico rimarrebbe in piedi e verrebbe cmq usata come ingresso della galleria (200m circa) che dovrebbe portare alla nuova stazione (blu), e come piccolo centro commerciale o museo..

questo è il progetto che avevo visto sul giornale mesi fa... sul sito dei Verdi ho però trovato una variante che riporto con questo link in quanto .pdf

link: http://partei.gruene.bz.it/fileadmin/schulungsunterlagen/varie_entrata/BZ_Bahnhofareal_A3_5000.pdf

nel loro piano la vecchia stazione rimarebbe cmq una stazione ferroviaria/metro superficie da utilizzare come penultima fermata di un sistema che coinvolge tutta la bassa atesina

link: http://partei.gruene.bz.it/fileadmi...rie_entrata/Bolzano_-_fermate_ferroviarie.pdf
 

·
Banned
Joined
·
7,813 Posts
Discussion Starter · #2 ·

·
Banned
Joined
·
7,813 Posts
Discussion Starter · #4 ·
oggi sull'Alto Adige c'era IL VIA AL PROGETTO DELL'AREALE FERROVIARIO!! :banana:

non vedo l'ora di vedere i progetti :) sicuramente spunteranno nuovi torri sulla cinquantina di metri!! :banana:
 

·
Registered
Joined
·
76 Posts
ho dato un'occhiata al sito e alla documentazione.
mi interessa molto ... anche perchè ho fatto la tesi poprio su questo argomento :)

Mi manca un pò la percezione della scala dei premi. 100.000€ per il progetto vincitore... è tanto? Un bando così potrebbe attrarre anche architetti/studi grossi?
Ho cercato per esempio i premi per il concorso della stazione TAV Belfiore di Firenze, però non ho trovato nessun'indicazione sulle somme dei premi ecc.

Immagino che non vedremo nessun progetto entro la fine dell'anno?
 

·
Banned
Joined
·
7,813 Posts
Discussion Starter · #7 ·
in verità il bando scade tra 17 giorni perciò il 10 giugno.. probabilmente per settembre dovremmo avere il risultato (3 mesi basteranno a valutare tutto spero) ...

deciso il vincitore vedremo il progetto grezzo e poi per il 2011 quello definitivo ed esecutivo.. secondo me ottimisticamente per l'estate 2011 potremmo vedere già i primi lavori.. si tratta di un intervento molto importante che per estensione è simile a porta nuova!

http://www.arbo.bz.it/index.php/it/dove/ambito-di-intervento
 

·
Banned
Joined
·
7,813 Posts
Discussion Starter · #9 ·
non so gli ettari ma dalle planimetrie si vede che il terreno edificabile sarà veramente ampio... secondo me siamo quasi sulla stessa superificie di porta nuova/garibaldi (senza varesine) .. essendo distante dall'aeroporto ed essendoci già 2-3 torri in costruzione o in progetto nell'area (40-50m), speriamo che salti fuori qualche proposta da 70/90 m :)
 

·
Banned
Joined
·
7,813 Posts
Discussion Starter · #10 ·
http://www.provincia.bz.it/usp/285.asp?redas=yes&aktuelles_action=4&aktuelles_article_id=331779

Daniel Libeskind, Sir Norman Foster, Zaha Hadid, Vittorio Gregotti: alcuni tra i maggiori esponenti dell’architettura internazionale figurano tra gli interessati al concorso di idee sul futuro dell’areale ferroviario di Bolzano. Sono complessivamente 143 le richieste di partecipazione giunte in risposta al bando di gara. Entro metà luglio saranno scelti i 10 finalisti ammessi al concorso di idee.



(Foto USP/Pertl)Da sinistra, Piller, Berger, Brandstätter, Dolmetta e Azzolini alla presentazione dei primi dati sul concorso per l’areale ferroviario di Bolzano (Foto USP/Pertl)

È scaduto venerdì 11 giugno il termine di presentazione delle domande di partecipazione al concorso di idee che ridisegnerà l'area attorno alla stazione ferroviaria di Bolzano, promosso dalla Areale ABZ Spa. Oggi (16 giugno) a Palazzo Widmann, davanti a un grande plastico della zona interessata, il Consiglio di amministrazione della società ha reso noto i risultati della prima fase: "Quantità e nominativi dei possibili partecipanti hanno superato ogni aspettativa", ha sottolineato il presidente del CdA Gerhard Brandstätter.

Tra i partecipanti - in gran parte consorzi temporanei formati da architetti, urbanisti e universitá di tutto il mondo - figurano studi con nomi famosi quali Daniel Libeskind, Sir Norman Foster, Zaha Hadid, Vittorio Gregotti, Coop Himmelb(l)au. Sono commplessivamente 143 le richieste di partecipazione al concorso di idee, dall'Italia al Giappone, dagli Stati Uniti alla Norvegia, dalla Francia alla Germania, dall'Austria alla Danimarca, dalla Spagna all'Islanda. Diversi anche gli architetti altoatesini che hanno risposto all'invito.

Entro metà luglio una giuria internazionale di 7 membri selezionerà i 10 candidati ammessi al concorso di idee, sulla base di elementi quali titoli, meriti, curricola, progetti pregressi. I partecipanti avranno poi 130 giorni di tempo per sviluppare le rispettive idee e visioni sul futuro dell'areale ferroviario del capoluogo. "A fine novembre la giuria si ritroverà per valutare le idee progettuali elaborate, possiamo contare di avere un vincitore entro gennaio 2011, che sarà sicuramente di qualità", ha ricordato Brandstätter. La proposta di progetto verrà quindi illustrata ai due partner della Spa (composta al 50% ciascuno da Provincia e Comune di Bolzano), "che alla fine dovranno decidere se il progetto verrà concretizzato oppure no", ha concluso Brandstätter.

I membri della Spa hanno ribadito oggi che il concorso di idee è stato bandito senza limitazioni né indicazioni: "Non siamo vincolati a nessuna delle precedenti proposte e abbiamo caratterizzato il bando con tutti i dati e gli elementi necessari, come le esigenze della città e dei pendolari, la connessione con il sistema della mobilità." Alla presentazione erano presenti anche i membri del CdA Hermann Berger e Carlo Azzolini, il resposnabile unico del procedimento Wolfgang Piller e il coordinatore del bando Luca Dolmetta.
 

·
Registered
Joined
·
76 Posts
Ribadiscono comunque che era solo un concorso di idee e non un concorso progettuale...
bolzano diventerà una meta per il turismo architettonico!?
 

·
Banned
Joined
·
7,813 Posts
Discussion Starter · #12 ·
speriamo!! :)

già con la salewa e presto si spera col magnetone non scherziamo :)

sull'alto adige dicono 30 ettari!


Bolzano, da Zaha Hadid a Norman Foster
Le archistar in corsa per l'Areale

La progettazione dei 30 ettari dell'Areale ferroviario nel capoluogo altoatesino ha suscitato l'interesse dei grandi nomi dell'architettura mondiale: Libenskind, Gregotti, Hadid, Foster, Kengo Kuma sono in lizza per aggiudicarsi l'opera
di Valeria Frangipane


BOLZANO. Le star dell’architettura mondiale scendono in campo per inventare i 30 ettari dell’Areale. Il più grosso intervento urbanistico-edilizio che Bolzano sopporterà nei prossimi decenni vede confrontarsi in una sfida colossale 143 studi. Tra i big Daniel Libeskind (progettista di Ground Zero), Sir Norman Foster, Kengo Kuma e Vittorio Gregotti.
E ancora Zaha Hadid (architetto irachena che ha disegnato il Maxxi), Luigi Snozzi, Boris Podrecca, Cino Zucchi, Oriol Bohigas, Antonio Ortiz, Joan Busquets e gli studi Metrogramma (Boschetti con la partecipazione di Kurt Baumgartner), Cinque più uno, Mecanoo e Ove arup.
Tra gli altoatesini si fa il nome di Claudio Lucchin e di studi associati di Brunico e della Venosta. Superprofessionisti italiani, giapponesi, americani, norvegesi, francesi, tedeschi, austriaci, danesi, spagnoli, islandesi che hanno fatto domanda per partecipare al concorso di idee sul futuro dell’Areale ferroviario, i cui termini sono scaduti a mezzogiorno dell’11 giugno.
Gerhard Brandstätter, presidente del consiglio di amministrazione della Società Areale Abz Spa (costituita da Comune e Provincia) parla di un risultato incredibile: «Come vedete nonostante le difficoltà andiamo avanti alla grande. Speravamo timidamente di raccogliere al massimo una settantina di studi, mai ci saremmo aspettati una partecipazione così importante con un numero così elevato di archistar. Possiamo puntare al massimo perché abbiamo a disposizione consorzi temporanei formati da architetti, urbanisti e università di tutto il mondo che ci offriranno soluzioni di assoluto prestigio e qualità. Il bando ha lasciato loro libertà completa, penso che interpreteranno l’Areale al meglio». E spiegheranno nel concreto come supportare l’intera operazione finanziaria. Quindi i tempi, scanditi da date precise. «Entro la metà di luglio - riprende Brandstätter - una giuria internazionale di altissima qualità composta di sette membri sceglierà i dieci nomi che saranno ammessi al concorso di idee. Attenzione perché saranno valutati in base a titoli, meriti, curricola e progetti preesistenti. I partecipanti avranno poi 130 giorni di tempo per sviluppare idee e visioni concrete sul futuro dell’areale ferroviario del capoluogo. A fine novembre la giuria si ritroverà per valutare le idee elaborate e credo senza apparire eccessivamente ottimistico che possiamo contare di avere il vincitore entro gennaio 2011. La proposta di progetto verrà quindi illustrata ai due partner della Spa (composta al 50% ciascuno da Provincia e Comune di Bolzano), che alla fine dovranno decidere in totale libertà se il progetto verrà concretizzato oppure se non se farà nulla».
Insieme a Brandstätter anche i membri del cda Hermann Berger, Carlo Azzolini, il responsabile unico del procedimento Wolfgang Piller ed il coordinatore del bando Luca Dolmetta. Tutti insieme hanno sottolineato come il concorso di idee sia stato bandito senza limitazioni né indicazioni: «Non siamo vincolati a nessuna proposta precedente e abbiamo caratterizzato il bando con tutti i dati che servivano: dalle esigenze della città e dei pendolari alla connessione con il sistema della mobilità».
 

·
Registered
Joined
·
76 Posts
NOVITA' dal sito del concorso:

http://www.arbo.bz.it/index.php/it/news

07/07/2010

Oggetto: Concorso di Idee, a procedura ristretta con preselezione su curricula, per l'Areale ferroviario di Bolzano "ARBO"



Con riferimento al Concorso di Idee "ARBO" a procedura ristretta con preselezione su curricula, si comunica, ai sensi dell'art. 79 c.5 lett.a) del D. Lgs. 163/06 e s.m.i., che con Delibera della Società Areale ABZ S.p.A. del 05/07/2010 è stata approvata la graduatoria di seguito riportata dei soggetti da ammettere alla Fase del Concorso individuati dalla Commissione Giudicatrice a conclusione dei lavori terminati in data 03/07/2010.



A) Elenco nr. 10 candidati da invitare alla fase del concorso Arbo

01) Nr. 15 - DPA Dominique Perrault Architecture s.a.r.l.;

02) Nr. 32 - Bernard Franciscus Van Berkel, UNSTUDIO VAN BERKEL;

03) Nr. 89 - Arch. BORIS PODRECCA;

04) Nr. 57 - Arch. Giulio Marchi, STS Servizi Tecnologie Sistemi SPA;

05) Nr. 102 - CECCHETTO & ASSOCIATI srl;

06) Nr. 128 - Stefano Boeri Architetti;

07) Nr. 129 - CINO ZUCCHI Architetti srl;

08) Nr. 97 - CRUZ Y ORTIZ Arquitectos S.L.P.;

09) Nr. 99 - STUDIO DANIEL LIBESKIND;

10) Nr. 68 - Prof. Kees Christiaanse, KCAP Architects & Planners



B) Elenco nr. 5 riserve da ammettere in caso di defezioni dei soggetti di cui all'elenco A)

11) Nr. 95 - GMP Generalplanungsgesellschaft mbH;

12) Nr. 40 - Vittorio Gregotti, Gregotti Associati International s.r.l.;

13) Nr. 114 - ARGE AURELIO GALFETTI, LVL Architettura srl;

14) Nr. 49 - Adj. Prof. STIG L.ANDERSSON;

15) Nr. 53 - MIRALLES TAGLIABUE EMBT.



Distinti saluti.
Il Responsabile Unico del Procedimento

Arch. H. Wolfgang Piller
 

·
Banned
Joined
·
7,813 Posts
Discussion Starter · #16 ·
ecco l'articolo sull'alto adige :)

Progetto Areale ferroviario di Bolzano
Dieci finalisti, in gara anche le archistar


BOLZANO. Ha suscitato l'interesse di numerose archistar il progetto di ridisegnare una parte di Bolzano, quella dei 30 ettari dell'areale ferroviario a due passi dal centro storico.

Completata la preselezione, la giuria internazionale ha scelto, fra le circa 140 domande presentate, i dieci concorrenti ammessi al concorso di idee. Tra loro risultano lo Studio Daniel Libeskind, il viennese Boris Podrecca, Cruz y Ortiz Arquitectos di Sevilla e gli italiani Stefano Boeri Architetti; Cino Zucchi Architetti Srl. Saranno invitati a elaborare una proposta di progetto anche gli studi Dpa Dominique Perrault Architecte; Unstudio Van Berkel; arch. Giulio Marchi Sts Servizi tecnologie sistemi Spa; Cecchetto & Associati Srl e Prof. Krees Christiaanse Kcap Architects & Planners Zurigo.

A fine novembre, la giuria si ritroverà per valutare le idee progettuali elaborate, in modo da poter determinare un progetto vincitore entro gennaio 2011.
 

·
Registered
Joined
·
76 Posts
speriam bene, dai.
Questi "grandi" studi, hanno partecipato a qualche concorso per stazioni AV in italia? o per altri stazioni?
 
1 - 20 of 146 Posts
Top