SkyscraperCity banner

1 - 20 of 96 Posts

·
Registered
Joined
·
32 Posts
Discussion Starter #1 (Edited)
Avellino è una perla immersa nel verde







P.I.C.A.-Progetto integrato città di avellino.

http://www.comune.avellino.it/pica/home/index.php
http://www.comune.avellino.it/pica/contenuti/sindaco.php interessante video da vedere.

INTERVENTI P.I.C.A.
-Piazza Kennedy da vivere (p.za Kennedy)

Restituire la funzione ad una piazza, riscoprire un luogo d’incontro, questo l’obiettivo dell’intervento di riqualificazione di Piazza Kennedy, ormai liberata dallo stazionamento dei mezzi di trasporto pubblico
Uno spazio in cui si prevede la creazione di un’area verde di circa 30.000 mq per favorire la nascita nel centro cittadino di un polo attrattivo per il tempo libero. Verde attrezzato per bambini, giovani, anziani e per chiunque voglia passare del tempo all’aperto godendo della frescura degli alberi. E ancora, strutture per l’organizzazione di manifestazioni e di eventi.
La nuova piazza Kennedy sarà arricchita da punti ristoro, attività di svago per bambini (teatrino, giostre, noleggio bici, etc) e favorirà la rivitalizzazione del commercio della zona.






-Il sottopasso di Piazza Libertà Avellino ritrova la sua agorà (P.za Libertà)

Il progetto di realizzazione del sottopasso presentato dall’Amministrazione Comunale darà la possibilità di pedonalizzare la parte centrale della città limitando

l’accesso veicolare ai soli residenti e ai mezzi pubblici. Il sottopasso si svilupperà sotto il tracciato viario esistente, collegando Piazza Garibaldi a via San Leonardo: un by pass fondamentale per decongestionare il traffico nella zona.
L’opera sarà realizzata in parte in galleria e in parte fuori terra: due le carreggiate previste, ognunacon un marciapiede di servizio. Un progetto pensato per migliorare la qualità della vita, smaltendo il traffico veicolare e al tempo stesso garantendo una migliore fruizione pedonale del centro cittadino.








-Corso Vittorio Emanuele cambia volto (Corso Vittorio Emanuele)


Il “salotto buono della città”, il passeggio della domenica, dei giorni di festa: Corso Vittorio Emanuele è da sempre il biglietto da visita della città.
L’intervento consiste nella realizzazione di una nuova pavimentazione in pietra lavica con marciapiedi di tipo complanare, oltre ad un cavedio per i sottoservizi. Saranno realizzate, inoltre, fasce in pietra bianca lungo gli ampi camminamenti, questi ultimi in pietra naturale. L’opera darà la possibilità di pedonalizzare la strada principale del commercio cittadino. Il tutto nell’ottica di una migliore qualità urbana e di una migliore qualità della vita.
Il completamento dell’opera ridarà lustro alla città di Avellino, restituendo agli avellinesi la strada del passeggio elegante e degli acquisti importanti, un luogo di socializzazione e di partecipazione attiva alla vita cittadina.






-Il Castello Arte e cultura nell'antico maniero (Piazza Castello)


Quella del Castello di Avellino è una storia antica. Dalla fine del IX secolo ha visto il passaggio di Longobardi, Normanni, Angioini e Aragonesi, fino alla trasformazione in Palazzo Reale ad opera del principe Camillo Caracciolo e di Maria De Cardona che diede vita ad un magnifico parco con tanto di lago artificiale e riserva di caccia, diventando una delle meraviglie del Regno di Napoli. E’ poi cominciato il suo declino, fino al decadimento totale e solo dopo circa tre secoli, precisamente dopo il sisma del 1980, c’è stato un primo intervento sulle sue macerie.
L'intervento prevede il recupero delle mura, la riqualificazione del pianoro centrale e la ristrutturazione delle gallerie, il tutto per rendere accessibile e protetta l’area del castello e consentire la fruizione ed il godimento delle strutture riportate alla luce. La passeggiata archeologica inizia dall’attiguo Conservatorio Cimarosa e conduce ad un piccolo auditorium per eventi estivi.




-Il Parco del Teatro e l’Agorà Mercatini, eventi e verde attrezzato nel Centro Storico (Via Seminario)


Un nuovo parco impreziosisce la passeggiata tra i vicoli del centro storico. La sistemazione a verde attrezzato dell’area che congiunge il Duomo, la Casa della Cultura “Victor Hugo” ed il Teatro “Gesualdo”, restituisce un nuovo volto alla Collina della Terra che, da scoscesa e abbandonata, torna a nuova vita con una naturale sistemazione a gradoni. Interventi di ingegneria naturalistica e l’inserimento di essenze e piante autoctone lungo percorsi obbligati portano alle zone di sosta attrezzate partendo sia dal Teatro che da Piazza Duomo.

L’intervento viene completato dalla messa in sicurezza della restante parte della scarpata e del costone tufaceo, realizzando una grande piazza in corrispondenza della copertura del parcheggio del teatro.
Una zona utilizzabile per mercatini di antiquariato, modernariato, libri, per sfi late di moda così come per eventi sportivi.
Previsto, inoltre, un teatro all’aperto in continuità con la scena del "Gesualdo".






-Centro Congressi Si completa il Polo della Cultura (Piazza Castello)





-La Casina del Principe… e degli Artisti (Corso Umberto I)


La Casina del Principe, realizzata all’inizio del XVII secolo per volere dei
Caracciolo, un tempo foresteria per ospitare i principi durante i propri
soggiorni dedicati alla caccia, oggi si prepara a diventare luogo d’accoglienza
per le compagnie artistiche che si esibiscono nel vicino Teatro Comunale
"Carlo Gesualdo" e presso il Conservatorio "Domenico Cimarosa".
Lo storico edifi cio rivive così, nel cuore antico della città, con i suoi nuovi
ospiti che, come tutta la cittadinanza, potranno usufruire di una biblioteca
musicale, di una sala d’ascolto, di una piccola sala conferenze e di un grazioso
ristorantino.
Il restauro, realizzato con una tecnica sperimentale denominata “Codice
di Pratica”, restituisce ad Avellino un pezzo della sua storia, arricchita dal
patrimonio artistico della città.




-Convento di San Generoso Un campus di alta formazione tra cultura e nuove tecnologie (Via Francesco Tedesco)


L’intervento si pone come obiettivo la riqualifi cazione e, dunque, il riuso di un manufatto architettonico di considerevole prestigio, il Convento di San Generoso, che da comando di polizia municipale si trasformerà in un vero e proprio campus di alta formazione.

L’ex convento dei frati agostiniani, nato nel 1500, diventerà infatti un moderno complesso dedicatoalla didattica a distanza, grazie alle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione. Il campus sarà centro culturale e formativo nonché learning point e foresteria per gli studenti.









-Parco Urbano Santo Spirito Si respira aria di tempo libero (Largo S. Spirito)



Il grande Parco di Santo Spirito è il polmone verde di Avellino: 120.000 mq lungo il percorso del torrente Fenestrelle, tutti dedicati al tempo libero e alla fruizione totale di uno spazio sinora sottoutilizzato.
Tanto verde, piste ciclabili, un anfiteatro all’aperto, uno spazio giochi per bambini, una pista da jogging, un campo da tennis, calcetto, bocce ed un edificio adibito ai servizi. Non mancheranno dei punti di ristoro per la degustazione di prodotti tipici della tradizione irpina.

E poi, ancora, un maneggio e un itinerario a cavallo che, ricongiungendosi a quelli già tracciati sul Terminio e nel resto della regione, rappresenta una risposta ai desideri degli amanti dell’equitazione e della natura. Il percorso all’interno delle aree verdi del Parco urbano Santo Spirito, grazie anche alla presenza di aziende agrituristiche locali, si prepara ad accogliere i turisti che faranno tappa nel nuovo parco avellinese, proponendo degustazioni dei pregiati prodotti enogastronomici irpini.







-Villa Amendola il futuro è di…vino (Via Due Principati)


Nel segno del vino rinasce Villa Amendola e trova casa la storia e il futuro di uno dei prodotti più pregiati d’Irpinia. Un’antica villa immersa nel verde al centro di Avellino sarà, infatti, il polo culturale enologico non solo della città, ma dell’intera provincia.
Ospiterà infatti il Museo dei mestieri legati al vino, una biblioteca comunale - anche multimediale - e l’enoteca comunale, custode dei gioielli irpini: Fiano di Avellino, Greco di Tufo e Taurasi, i grandi vini DOCG che rendono l’Irpinia una delle tre province italiane – insieme a Siena e Cuneo – a possedere ben tre denominazioni di origine controllata e garantita.
Le grotte di Villa Amendola, dal microclima ideale secondo i rappresentanti locali dall’Associazione Italiana Sommeliers, saranno la perfetta sede per una preziosa cantina.
Sarà possibile, inoltre, usufruire dell’annesso parco di circa 8.500 mq., ricco di piante di notevole valore botanico. La fruibilità del grande parco, con oltre 100 piante rare secolari, donerà ai cittadini un’ulteriore area verde.




-Il Mercatone Nasce il nuovo Centro Direzionale (Via Due Principati)



Il complesso è stato realizzato dopo il terremoto dell’80 per dare nuovo impulso al settore terziario che, proprio a seguito del sisma, soffriva la pesante carenza di strutture, specie nel centro storico e cittadino.
Col tempo il Mercatone ha perduto la sua vocazione commerciale, rendendo sempre più gravosa la gestione delle diverse attività da parte dei commercianti. Negli anni ‘90, infi ne, la chiusura di tutti gli esercizi ed il progressivo decadimento del complesso, parcheggi inclusi.
L’intervento di recupero voluto fortemente dall’Amministrazione Comunale, rientra in una strategia di risanamento e riqualifi cazione di una struttura fatiscente, posizionata nel centro cittadino.
Obiettivo principale del progetto previsto dal PICA, è quello di rendere l’opera rispondente alla nuova funzione di Centro Direzionale, attraverso una serie di interventi fi nalizzati alla realizzazione di uffi ci, della caserma dei vigili urbani e di nuovi parcheggi.




-Ex Complesso GIL Il Tempio del Cinema (Corso Europa)


La struttura, progettata dall’architetto Del Debbio nel 1933, riscopre la sua funzione di luogo di aggregazione, giovanile ma non solo, attraverso un ambizioso quanto creativo progetto: la realizzazione del tempio del cinema irpino.
Dopo l’acquisto e il restauro dell’edificio, l’obiettivo sarà la creazione di un Centro per la promozione e la valorizzazione della cultura del cinema: il progetto prevede una salacinematografica e teatrale, spazi aperti per le proiezioni estive, luoghi dedicati allo studio, videoteche, una biblioteca del cinema neorealista italiano ed un archivio storico dedicato al critico cinematografico Camillo Marino, fondatore del celebre premio cinematografico Laceno d’Oro.
Il Centro Camillo Marino, progettato sul modello delle più moderne sale nazionali, sarà punto di riferimento per la cultura cinematografica per l’intera provincia ma non solo, oltre ad essere culla del cinema d’autore e sperimentale con particolare riferimento alle produzioni italiane.
La gestione del complesso sarà affidata a cooperative, associazioni, enti con capacità ed esperienza nel campo del cinema d’autore. A completare la riqualificazione della zona, un’ampia piazza e un parcheggio interrato.





-Chiesa del Carmine Matrimonio tra sacro e cultura (Vicolo Clausura)



La Chiesa del Carmine rappresenta l’unica testimonianza di un vasto complesso affidato alle monache Carmelitane che, dal 1924 sino al sisma del 1980, accolse tra le sue mura l’orfanotrofio irpino.
Essa sorge in uno dei luoghi più antichi della città, la storica via Clausura, ai piedi della Collina della Terra, ove ebbe origine l’Avellino medioevale.
La Chiesa è ricca di un’importante memoria storica: in passato rappresentava il sacrario della famiglia Caracciolo.
Il progetto di riqualificazione mira a salvaguardare l’edificio attribuendogli nuove funzioni.
L’intento è, infatti, quello di destinarlo a centro museale, sala convegni, luogo di incontri e di manifestazioni. La città sarà dotata,così, di un ulteriore polo di aggregazione per la promozione culturale




-"Asilo" Patria e Lavoro Il recupero della storia (Via Terminio)
Dopo 25 anni dal suo abbandono, fi nalmente riprende vita lo storico edifi cio che per lungo tempo ha ospitato l’asilo Patria e Lavoro, strappato
a sterpaglie e ad immeritato degrado attraverso una precisa opera di recupero e valorizzazione.
L’intervento è fi nalizzato, infatti, al restauro e
all’adeguamento funzionale dell’edifi cio ubicato in via Terminio.
Prevista, inoltre, la realizzazione di un parcheggio sotterraneo e di un'area a verde attrezzata




-San Ciro Una Piazza Sagrato (Viale Italia)



Con il piano di riqualificazione della piazza di San Ciro, l’Amministrazione Comunale intende realizzare una “piazza sagrato”, che contenga in sé una traslazione verso l’esterno delle attività religiose, pur fondendosi con i più comuni aspetti sociali della vita urbana.
In particolare, l’obiettivo è quello di riqualificare una zona centrale della città che attualmente presenta un’assenza d’identità architettonica ed urbana. Il piazzale antistante la Chiesa di San Ciro è oggi nient’altro che un parcheggio per la sua intera superficie, con auto che arrivano addirittura a ridosso dell’edificio di culto.
L’intervento prevede la pavimentazione dell’intero isolato della chiesa, per una superficie complessiva di 2900 mq, prestando la dovuta attenzione al superamento delle barriere architettoniche. E’, inoltre, prevista la realizzazione di una fontana in pietra locale, sottoservizi, arredo urbano ed un impianto di illuminazione che impiegherà sistemi di energia alternativi.
La creazione della nuova piazza, oltre a rappresentare la giusta cornice di una chiesa che da sempre è parte integrante della vita cittadina, soddisfa la forte domanda di spazi socio-culturali attrezzati e dotati di servizi alla persona.




-Collegamento P.zza Perugini-via Zigarelli Meno auto in centro e traffico più fluido (Piazzetta Perugini)



L’intervento previsto dall’Amministrazione punta da un lato a migliorare la rete cinematica cittadina, favorendo il deflusso della circolazione veicolare, dall’altro a riallacciare il rapporto della città con il nuovo Parco del Fenestrelle.



Entrando nel dettaglio, le azioni previste dal progetto viario includono:
a] l’ampliamento della viabilità esistente che si innesta dalla Variante 7 bis;
b] l’allargamento del tratto esistente di via Zigarelli, nel tratto compreso da Corso Europa fino al Torrente Fenestrelle;
c] la realizzazione di una rotatoria all’interno del Parco del Fenestrelle;
d] la realizzazione ex novo di una rampa per il raggiungimento di Piazza Perugini dal Parco del Fenestrelle;
A supporto di questo intevento, e con altro finanziamento, è prevista la realizzazione di un parcheggio di interscambio che potrà ospitare circa 480 auto e che in superficie darà vita ad una nuova piazza che si affaccia sul parco.



-Piazza Perugini Una città sempre verde (p.za Perugini)



Il progetto di riqualifi cazione della Piazza Perugini interessa un ampio spazio del centro cittadino: circa 3.627 mq, con aree a verde per circa 1.500 mq e marciapiedi per 1.022 mq.
Punto centrale del recupero dell’area è l’utilizzo di materiali identifi cativi del territorio.
Con il gioco delle pavimentazioni saranno individuati percorsi, create focalizzazioni e scorci prospettici, relazionando la nuova piazza con Corso Europa.
La realizzazione dell’intervento risponde all’esigenza di ampliare gli spazi verdi a disposizione dei cittadini con l’intento di innalzare il livello della qualità della vita cittadina.



-Ex Distretto Militare Un Centro Polifunzionale al servizio della città (Via Colombo)


Dall’amministrazione militare ai cittadini, per la creazione di un centro polifunzionale al servizio della città.
L’ex Distretto Militare, dopo un adeguato restauro dell’edificio, è destinato, infatti, all’erogazione di servizi per gli anziani e per i bambini.
La struttura ospiterà uffici e sarà la casa per le associazioni del Terzo Settore, a conferma della volontà dell’Amministrazione Comunale di dare spazio alle associazioni e organizzazioni che operano sul territorio.
Un punto di ristoro e il parco che circonda l’edificio, inoltre, daranno il benvenuto a tutti coloro che vorranno godere di un’isola di verde attrezzato nel cuore della città.
L’intervento, nel suo complesso, ha dunque lo scopo di offrire finalmente agli avellinesi uno spazio nel centro cittadino con funzioni sociali, culturali e ricreative.



-Ex Eca Luogo di incontro per giovani e anziani (Via Tagliamento)

L’intervento è fi nalizzato al completamento e all’adeguamento funzionale di un fabbricato comunale i cui lavori di ristrutturazione, per varie vicissitudini, sono rimasti a lungo fermi all’indomani del sisma del 1980.

L’Ex Eca, situato in via Tagliamento, é già utilizzato come sede della VI Circoscrizione,
della Misericordia e come luogo adibito ad attività socio-ricreative, con servizi annessi.
Attualmente é in corso un intervento per la sistemazione degli spazi esterni e la realizzazione di un piccolo anfi teatro per restituire all'Ex Eca la sua funzione socio culturale e colmare così il bisogno della collettività di avere una struttura polifunzionale di cui il quartiere era fi nora sprovvisto.




per altre foto di avellino http://www.skyscrapercity.com/showthread.php?t=594110
 

·
Registered
Joined
·
32 Posts
Discussion Starter #2
per conoscere meglio la città e la sua provincia ricca di paesaggi incontaminati,di arte,manifestazioni,sagre posterò link di associazioni,di enti che promuovono il territorio

programma edizione 2008
Terra Mia presenta Irpinia in Viaggio
ATRIPALDA (Avellino) – Con Terra Mia alla scoperta della provincia di Avellino. Dopo il grande successo della scorsa edizione, ritorna Irpinia in Viaggio, la sezione itinerante di Terra Mia. Domenica 13 maggio, nell’ambito della rassegna enogastronomica in programma dall’11 al 14 maggio, ci sarà una spettacolare escursione in treno e in autobus alla scoperta della Valle dell’Ofanto e d’Ansanto, tra Sant’Angelo dei Lombardi, Rocca San Felice e Nusco.
Ma non è tutto.
Da quest’anno l’Associazione Terra Mia ha predisposto per i suoi ospiti degli speciali pacchetti, offerti a prezzo speciale, per chi vuole fermarsi in Irpinia per due o tre giorni durante il periodo della rassegna.
Per informazioni e prenotazioni delle escursioni o dei pacchetti è possibile contattare l’Info Line Irpinia in Viaggio 347/7207523 o consultare il sito Internet www.terramia.av.it.

L’escursione di quest’anno si chiama “I sapori della storia”.
Partendo da Avellino in treno, i viaggiatori di Terra Mia percorreranno la gloriosa tratta ferroviaria Avellino-Rocchetta Sant’Antonio e arriveranno alla stazione di Lioni.
Da qui proseguiranno in autobus per raggiungere Rocca San Felice per godere del meraviglioso centro storico e soprattutto dello splendido panorama che si può ammirare dal castello.
Ci si sposterà poi a Nusco, altro borgo affascinante e caratteristico di questa porzione di Irpinia fresca e incontaminata.
E’ qui, presso il Palazzo Vescovile, che i viaggiatori di Terra Mia troveranno ristoro, gustando alcuni piatti della cucina locale e assaporando con calma le tante emozioni di una giornata diversa.

Ultima tappa sarà l’Abbazia del Goleto, uno dei luoghi più suggestivi e ricchi di storia dell’intera provincia, per poi ritornare nuovamente in treno nel capoluogo irpino.

Il costo dell’escursione è di 15 €, per partecipare è necessario prenotarsi all’Info Line Irpinia in Viaggio 347/7207253.
I biglietti potranno essere ritirati presso la biglietteria di Terra Mia nei giorni precedenti oppure direttamente presso la stazione di Avellino.
E’ comunque consigliabile ritirare i biglietti presso il Centro Servizi di Atripalda (via San Lorenzo) venerdì 11 o sabato 12, dalle ore 18 alle ore 23.30.

Tanti sono i motivi per scoprire l’Irpinia: i vini e le materie prime dell’agroalimentare in provincia di Avellino si distinguono sempre di più non solo per gli elevati standard qualitativi, ma anche per una loro schietta personalità.
Un carattere saldo e riconoscibile che è insito nel territorio stesso, nella sua conformazione orografica, nei suoi aspetti climatici, nei suoi riferimenti storici e sociali.
Non si possono apprezzare a pieno i prodotti della provincia di Avellino se non si familiarizza con la genuina ospitalità della gente irpina.
Non si può godere fino in fondo di profumi e sapori se non ci si trova faccia a faccia con la bellezza della terra dei lupi.
Una bellezza diversa, non stereotipata, apparentemente poco disponibile, ma tutta da scoprire e soprattutto da viaggiare.

Il Programma

ore 10:00 Avellino, Partenza in treno per Lioni dalla stazione ferroviaria di via Francesco Tedesco
ore 11,15 Rocca San Felice (AV), visita al Centro Storico e al Castello
ore 13,00 Nusco (AV), visita al Palazzo Vescovile con degustazione di piatti e prodotti tipici
ore 15,00 Sant’Angelo dei Lombardi (AV), visita guidata all’Abbazia del Goleto
ore 17:00 Ritorno ad Avellino, stazione F.S. di via Francesco Tedesco
ore 18,00 Apertura Stands di Terra Mia

Un’altra importante sezione, quindi, della sesta edizione di Terra Mia, la più ricca e completa rassegna enogastronomica della provincia di Avellino, che si terrà ad Atripalda (AV) presso il Centro Servizi di via San Lorenzo da venerdì 11 a lunedì 14 maggio prossimi, ideata ed organizzata dall’associazione Terra Mia, in collaborazione con i principali enti locali e alcuni partner privati.

Gli stand saranno aperti al pubblico durante la rassegna tutti i giorni, dalle 18:00 alle 23:30. Il costo del biglietto è di 7 €. L’elenco completo delle aziende partecipanti verrà comunicato prossimamente e pubblicato sul sito Internet www.terramia.av.it

Informazioni Utili

Info Line Terra Mia e Incontri del Gusto: 339/7496202
Info e Prenotazione Ristorante Terra Mia: 339/7468431
Info e Prenotazione Irpinia in Viaggio 347/7207523
Sito Internet: www.terramia.av.it
Ufficio Stampa: Paolo De Cristofaro 328/0651252
Diana Cataldo 320/4332561
Email: [email protected]
Organizzazione BianchIrpinia Raffaele Del Franco 349/2675984
Email: [email protected]

http://www.madeinirpinia.net/ ottimo sito per conoscere affondo l'irpinia dei sapori,dell'artigianato
http://www.eptavellino.it/index.php per conoscere le bellezze artistiche,naturali..
 

·
Tutto il resto è fuffa.
Joined
·
4,123 Posts
Benvenuto Lupoverde e grazie per condividere con noi questi (inaspettati) progetti su Avellino:)

I link che hai postato mi sono molto familiari;) Sto lavorando ad un progetto di marketing territoriale sull'Irpinia, magari ti chiedo qualche info:)

CIAO!
 

·
Registered
Joined
·
32 Posts
Discussion Starter #4 (Edited)
ah certo se posso esserti utile mi fa piacere.
la mia è una passione immensa x avellino e la sua provincia
sono interessato a questo progetto appena puoi mi piacerebbe sapere a cosa stai lavorando
ciao a presto
 

·
Registered
Joined
·
5 Posts
ciao

se volete vi posso aiutare in quantosono spesso ad avellino con un conoscente che va matto per l'irpinia... insomma per foto o altro non "esitate" a contattarmi ok? sia per lupoverde che per eletrix :)
 

·
la manica di fetenti
Joined
·
2,073 Posts
la pedonalizzazione del corso mi ha molto deluso...il grigio la fa da padrone,poteva essere l'occasione per donare un pò di colore ad una città che non ne è poi tanto ricca

il tunnel che bypassa il centro...ba,da quel che ha capito mezza città,l'opera serve più che altro ad accedere ad un parcheggio sotterraneo...ricordiamo che la stessa amministrazione ha gia costruito anni fa un parcheggio sotterraneo sotto il carcere borbonico,inagibile pk gli accesso sono troppo bassi! questa è stata la soluzione partorita per limitare il traffico da attraversamento di chi esce dall'autostrada allo svincolo avellino ovest e raggiunge il centro...be,c'era un altra soluzione,meno invasiva,più economica,più razionale: costruire uno svincolo intermedio fra quelli est ed ovest,che permettesse ai residenti di raggiungere le proprie abitazioni senza attraversare mezza città; inoltre,avellino ha la fortuna di possedere due viali abbastanza larghi che attraversano tutta la città,che si presterebbero benissimo ad una linea tramviaria o filoviaria,ma l'amministrazione rimanda ancora questa (inevitabile) soluzione
 

·
Registered
Joined
·
32 Posts
Discussion Starter #10
ciao,
le foto forse non rendono giustizia alla pedonalizzazione del corso xkè è molto carino adesso.
per quanto riguarda la tramvia è in progetto solo che non ho notizie in merito.
si il tunnel serve per raggiungere un parcheggio sotteraneo,ma anche a pedonalizzare piazza libertà e col tunnel raggiungere l'area del mercatone,futuro centro direzionale.
non so se conosci avellino,ma di certo non manca nè il verde pubblico,nè i colori..
la soluzione che hai trovato dello svincolo in città sarebbe l'ideale,magari anche prolungando la bretella autostradale sa-av fino all'a16 in modo da liberare la variante,e xkè no mettere mano a dei lavori di ampliamento facendola diventare una sorta di tangenziale sud..
 

·
Registered
Joined
·
32 Posts
Discussion Starter #11
mi correggo non si parla di metrotranvia ma piuttosto di filovia che colleghi " l'area metropolitana avellinese" partendo da mercogliano ,passando per avellino e giungendo ad atripalda 11 km..
 

·
Registered
Joined
·
32 Posts
Discussion Starter #12
nuove foto di avellino...
zona mercatone-comune





fontana di bellerofonte













corso garibaldi che collega piazzale kennedy a piazza libertà dove oggi sono in corso i lavori per il sottopasso



piazza libertà







la torre dell'orologio,simbolo della città





piazza castello e il teatro san gesualdo





il castello,ora in riqualificazione





 

·
Registered
Joined
·
19,149 Posts
...Beh e' bello che si sia acceso un dibattito sui queste importanti opere che interessano Avellino., il confronto e i pareri contrastati fanno sempre bene..Io non entro nel dettaglio delle opere...Conosco i luoghi...per averci trascorso tre mesi della mia vita...So' soltanto che grazie ad Avellino, alla sua bellezza, al suo verde accecante e intenso (piu' colore di questo...) e alla sua piacevole tranquillita' ho sentito poco la nostalgia di casa nei primi mesi del servizio militare..che dovrebbero essere i piu' duri, ma che per me sono statyi i piu' piacevoli. Mi ricordo che gia' allora Avellino fosse una citta' vivibilissima, poche auto, tanta pulizia, un ambiente di incomparabile bellezza e tanta civilta' dei suoi onesti e laboriosi abitanti...Mi e' rimasta nel cuore..nonostante ritengo non abbia chissa' quali grossi monumenti e attrattive...purtroppo grazie anche al terribile terremoto..Ma la vera attrattiva di Avellino e' la sua gente, la sua genuinita', la tranquillita'.gli enormi platani frondosi di corso Italia..,la visione di Montevergine..Mi ricordo che bastava entrare in un bar...che gia' entravi in sintonia con la gente del posto..molto calorosa e familiare..

Adesso di questi lavori mi limito a giudicare positivamente quello di piazza knnedy, che ricordo era un piazzale squallido pieno di autobus che avevano li' il loro capolinea..nei pressi del jolly Hotel. Che ben venga del nuovo verde..la citta' ne' ha gia' tanto..ma in questo caso il troppo non guasta affatto. Piazza Liberta'...se non erro dovrebbe essere quella con le fontane allla fine di corso vittorio Emanuele, una sorta di spartiacque tra la citta' nuova e quel che rimane della vecchia.. e sinceramente non ho compreso bene l'intervento..e sopratutto non ho capito bene dove si sta' facendo questo sottopasso

Invece mi incuriosisce sapere che fine ha fatto il carcere che ricordo si trovava proprio in mezzo alla citta'..Gia' allora sarebbe stato auspicabile spostarlo per ridare quell'enorme spazio centrale alla citta' e ad usi piu' appropriati..

Per la pedonalizzazione , bella o brutta che sia , sara' in ogni caso utile ad innalzare ulteriormente la qualita' della vita di questa citta' che non sembra appartenere al sud Italia..:)
 

·
Registered
Joined
·
32 Posts
Discussion Starter #14
ciao...è vero,avellino è tutto questo.
il carcere di cui parli è quello borbonico che ora è adibito ad uffici e a museo il carcere vero è proprio è parecchio lontano dal centro,si trova sulla variante.
il tunnel parte da piazzale kennedy(il vecchio terminal ora è stato spostato e a breve entrerà in funzione il nuovo terminal alle spalle del corso vittorio emanuele)e arriva alle spalle del mercatone e serve a raggiungere un parcheggio sotteraneo a piazza libertà e pedonalizzare il centro.
piazza kennedy andava riqualificata,ma prima non era poi così squallida o pericolosa,andava fatto comunque.
 

·
Registered
Joined
·
32 Posts
Discussion Starter #15
piazza castello-teatro san gesualdo e castello


il carcere borbonico di cui si parlava...ma nn è attivo è sede di qlk ufficio e museo..



corso umberto



il corso dei platani-corso italia



il corso vittorio emanuele oggetto di pedonalizzazione e la villa comunale-la pavimentazione è un lastricato lavico



piazza kennedy-il tunnel inizia nei pressi della rotonda-


la zona che preferisco..ci sono delle ville maga-galattiche immerse nel verde.



il tunnel sbucherà nei pressi di quel parcheggio che si vede pavimentato in rosso terra..

 

·
Registered
Joined
·
32 Posts
Discussion Starter #19
ecco i dintorni di avellino...montevergine









san Guglielmo da vercelli protettore dell'irpinia e fondatore del monastero






19 dicembre 2007





 
1 - 20 of 96 Posts
Top