SkyscraperCity Forum banner
21 - 40 of 490 Posts

· melior de cinere surgo
Joined
·
10,469 Posts
Discussion Starter · #21 ·
Piano risanamento. Lunga riunione per firmare la convenzione per la fase esecutiva

Corso Martiri, a un passo dal via

La firma darà il via libera alla fase progettuale e alle prime recinzioni in vista dell'apertura dei cantieri



Lunga riunione ieri pomeriggio in un ufficio notarile di Catania per definire l'ultimo passaggio del piano di risanamento di Corso Martiri. Presenti alla riunione i dirigenti comunali di Urbanistica e Lavori pubblici e sull'altro fronte i rappresentanti delle società «Istica», «Cecos» «Risanamento San Berillo» che hanno aderito alla chiusura del contenzioso con il Comune, lungo 60 anni, firmato il 17 novembre dello scorso anno e portato a compimento dal sindaco Stancanelli e dal meticoloso lavoro del compianto ex vicesindaco, prof Luigi Arcidiacono. La firma della convenzione non è stata ancora conclusa, ma sembrerebbe soltanto per cavilli procedurali collegati, in particolare, alle parcelle da riconoscere. Nessuna divergenza sarebbe emersa tra le parti e, quindi, l'avvio dell'iter conclusivo del risanamento sarebbe questione di pochi giorni.
Una volta apposta la firma i proprietari delle aree potranno richiedere le autorizzazioni singole agli uffici urbanistici e procedere all'elaborazione dei progetti sotto la direzione dell'Archistar Mario Cucinella. Contemporaneamente le società private potranno procedere alla recinzione delle aree. Tra l'altro nei mesi scorsi, subito dopo la presentazione del progetto in Comune, le società avevano cominciato le prime indagini geologiche del sottosuolo utili per poi procedere alla realizzazione delle opere sotterranee del piano di Cucinella, come i parcheggi che in alcuni punti saranno direttamente collegati con la nuova linea della metropolitana piazza Giovanni XXIII-Corso Sicilia.
Altra tappa fondamentale nel piano di risanamento sarà il reperimento delle risorse necessarie attraverso le banche, nella speranza che nel frattempo ci sia la ripresa economica. Il piano prevede infatti una spesa complessiva che si aggira sui 200 milioni. Una volta definita la convenzione scatterà contemporaneamente il piano dell'assessorato Servizi sociali per lo sgombero «morbido» delle aree di corso Martiri oggi occupate da nuclei comunitari che vi hanno costruito catapecchie di lamiere, legno e cartone. L'assessore ai Servizi sociali Carlo Pennisi, qualche mese fa ha smentito qualsiasi azione di forza nei confronti di questi disperati, ma piuttosto l'ipotesi di procedere a una raccolta fondi per permettere a chi vuole tornare in patria di acquistare il biglietto di ritorno.
Il risanamento di corso Martiri, secondo i piani di Cucinella, dovrebbe permettere l'assunzione nel primo anno di 500 tra tecnici e operai. I lavori saranno completati in 4 anni circa. Il progetto complessivo ha una cubatura di 240 mila metri cubi.

Fonte: http://giornaleonline.lasicilia.it/ (16/11/12)
 

· Registered
Joined
·
2,196 Posts
^^^^^^^^^^

C'é la FIRMA!!!!


Stancanelli: "Ora possono partire i lavori per rigenerare Catania”
Catania, 17/11/2012



Ieri sera in uno studio notarile è stato firmato anche l'ultimo fondamentale atto che impegna il Comune di Catania e le parti private a recuperare la vasta area di oltre 50 mila mq di Corso dei Martiri della Libertà e zone limitrofe, quasi sessanta anni dopo l'avvio delle opere di demolizione e completamento di Corso Sicilia, che hanno lasciato una grave ferita di degrado nel cuore della Città.
Una convenzione tra il Comune e i proprietari Ce. Co. S, Istica e Risanamento San Berillo che impegna le parti, sulla scorta dell'Accordo Quadro transattivo siglato esattamente un anno addietro davanti ai giudici del Tar Catania, a conformarsi nella fase realizzativa alle previsioni progettuali dell'architetto Mario Cucinella, approvate dai tecnici dell'Amministrazione e dalla Giunta comunale guidata dal sindaco Raffaele Stancanelli.

“Un momento di straordinaria importanza per Catania -ha commentato il sindaco Stancanelli- che con un atto concreto segna il cambiamento della nostra Città perché oggi si avvia finalmente dopo decenni di ritardi, illegalità e spreco enorme di tempo e risorse pubbliche, un'azione di rigenerazione urbana in un'area di fondamentale snodo perché quella zona segna il crocevia tra il mare, il centro storico e il perimetro urbano. Un piano -ha aggiunto il primo cittadino- che è da considerare il frutto nuovo che abbiamo voluto fin dall'inizio del mandato quando rivedemmo l'intesa stipulata nel giugno 2008, affinché fosse prevista una cubatura edificatoria inferiore e l'aumento delle zone destinate a urbanizzazione primaria come verde pubblico attrezzato e parcheggi, ma soprattutto il salvataggio del plesso scolastico Vespucci e il mantenimento del sedime stradale lungo quasi un chilometro di corso dei Martiri. Questa convenzione -ha conlcuso Stancanelli- che contiene modalità e tempi di esecuzione molto rigorosi su cui vigileremo constantemente, apre una fase nuova per Catania perché con la firma di ieri il progetto di risanamentio di fatto è al via, s'irradierà positivamente per tutta la Città e per quanto ci riguarda ci fa raggiungere uno degli obiettivi prioritari che ci eravamo dati nel nostro programma elettorale”.

A margine dell'importante intesa siglata che definisce compiutamente il rapporto esecutivo tra le parti, il sindaco Stancanelli ha voluto ricordare “il grande impegno dello scomparso professore Luigi Arcidiacono che come assessore all'urbanistica si è prodigato con impareggiabile competenza, ma anche i tecnici e i legali, comunali e privati, alcuni dei quali hanno inseguito con tenacia per oltre trentanni questo traguardo”.

Secondo le previsioni della convenzione le opere dovranno essere realizzate, con fondi tutti privati stimati in circa 200 milioni di euro, nell'arco di cinque anni, impiegando a regime un migliaio di addetti.
Tra le opere oggetto di cessione a standard pubblico (urbanizzazioni primarie e secondarie), si prevede un parcheggio pubblico interrato su 3 piani localizzato a sud di piazza della Repubblica con accessi carrabili su via Luigi Sturzo. Tale parcheggio avrà un ruolo cruciale nella nuova vita del quartiere San Berillo centralizzando i parcheggi pubblici e fungendo da fulcro nella logistica del nuovo centro di Catania.

Il verde pubblico è stato prevalentemente localizzato in tre aree all’interno della superficie oggetto dell’accordo.
La prima, corrispondente al sedime del parcheggio interrato, sarà completata e ceduta al comune con l’intento di creare l’inizio di un grande parco che si collegherà al nuovo sistema urbano. In secondo luogo si è data importanza all’attraversamento di via Fischetti e alla prosecuzione del tessuto a Nord, cedendo tale area al comune in modo da mantenere un collegamento pubblico tra la via Archimede e Corso dei Martiri in corrispondenza con la Chiesa del Santissimo Crocifisso della Buona Morte. Verso Est invece, è stata prevista un’area verde localizzata in prossimità della scuola Vespucci al fine di creare il giusto filtro tra la stessa e il suo contorno.

Per quanto riguarda le urbanizzazioni secondarie, come già prescritto nell’”Accordo Transattivo”, è stata confermata l’area tra piazza Grenoble, piazza della Repubblica e via Maddem come area per il Mercato Pubblico. Il masterplan prevede anche due destinazioni d’uso: Attrezzature e Servizi (Commerciale, Hotel, Teatro, Multisala e Museo) previsti in una realizzazione unitaria ed integrata sul piano attuativo e funzionale col resto, nonché Residenziale con unità immobiliari di medie e piccole dimensioni.

Fonte: Ufficio Stampa Comune di Catania
http://www.comune.catania.it/informazioni/cstampa/default.aspx?cs=28177

:cheers:
 

· melior de cinere surgo
Joined
·
10,469 Posts
Discussion Starter · #23 · (Edited)

· langhe
Joined
·
18,551 Posts
In bocca al lupo, vedo degli spunti molto interessanti nel plastico... Il museo si sa già a cosa verrà destinato?
 

· Italian user
Joined
·
4,535 Posts
^^

A quanto sappiamo il progetto Cucinella è in pratica la linea direttrice: ci potranno essere cambiamenti, ma non particolarmente evidenti.
Per il Museo leggevo da qualche parte che dovrà essere di Arti Contemporanee con spazi riservati a gallerie per dare visibilità ai nomi emergenti del territorio.
 

· Registered
Joined
·
69,992 Posts
Catania - Duecento milioni di euro in 5 anni con gli investimenti dei privati
di Melania Tanteri

Nei giorni passati è stato siglato l’accordo che impegna i firmatari a recuperare la vasta area. Dai lavori in corso Martiri della libertà una boccata d’ossigeno per l’economia etnea



CATANIA - Corso Martiri della Libertà vicino al risanamento. La ferita aperta oltre 50 anni fa nel centro storico di Catania potrebbe molto presto venir sanata e la città cambiare il suo volto.

La settimana scorsa, infatti, in uno studio notarile è stato firmato l'ultimo atto che impegna il Comune e i privati a recuperare la vasta area di oltre 50 mila metri quadrati, insieme alla zone limitrofe. Si tratta di una convenzione tra Palazzo degli Elefanti e i proprietari delle aree, Ce. Co. S, Istica e Risanamento San Berillo, che dà seguito all’Accordo quadro transattivo siglato un anno addietro davanti ai giudici del Tar Catania, e potrebbe presto portare all’apertura dei cantieri e alla realizzazione del progetto dell’architetto Mario Cucinella.

Un vero e proprio evento, atteso in città per oltre mezzo secolo, che per il sindaco Stancanelli, apre una nuova fase per Catania.
“È un momento di straordinaria importanza – ha infatti commentato il primo cittadino – per un piano che è da considerare il frutto nuovo che abbiamo voluto fin dall'inizio del mandato, quando rivedemmo l'intesa stipulata nel giugno 2008 affinché fosse prevista una cubatura edificatoria inferiore e l'aumento delle zone destinate a urbanizzazione primaria come verde pubblico attrezzato e parcheggi, ma soprattutto il salvataggio del plesso scolastico Vespucci e il mantenimento del sedime stradale lungo quasi un chilometro di corso dei Martiri”.

La convenzione contiene modalità e tempi di esecuzione rigorosi e definisce compiutamente il rapporto esecutivo tra le parti: secondo le previsioni, le opere dovranno essere realizzate, con fondi tutti privati stimati in circa 200 milioni di euro, nell'arco di cinque anni, impiegando a regime un migliaio di addetti. Tra le opere oggetto di cessione a standard pubblico (urbanizzazioni primarie e secondarie), si prevede un parcheggio pubblico interrato su tre piani localizzato a Sud di piazza della Repubblica, altri posti auto e verde pubblico, prevalentemente localizzato in tre aree all’interno della superficie oggetto dell’accordo. Previsto anche il Mercato pubblico e servizi come un teatro, un cinema e un museo, oltre che edifici destinati alla ricezione turistica e palazzine per uso abitativo.

Rimane il problema di sgomberare le aree, attualmente occupate da una baraccopoli dove abitano centinaia di persone e per le quali i Servizi sociali sono già all’opera per pianificare lo sgombero soft e individuare soluzioni alternative per le persone che abitano nelle “fosse”, ma occorrerà intervenire preventivamente sugli altri insediamenti abusivi della città, primo fra tutti il campo rom di zia Lisa, oltre a quello di Fontanarossa, di fronte l’aeroporto internazionale.

In ogni caso, la firma dell’accordo rappresenta senz’altro un passo in avanti per la riqualificazione di corso Martiri della libertà, anche se non tutti in città sono favorevoli a quanto posto in essere dall’amministrazione. Come Orazio Licandro, leader dei Comunisti italiani, secondo cui l’intera operazione sarebbe “insulsa propaganda”.
“Il sindaco ha avuto cinque anni di tempo – ha spiegato Licandro - che lo faccia a cinque mesi dal voto, dopo aver fallito tutti gli obiettivi, appare come una genuflessione ai poteri forti da parte di un sindaco in caduta libera di consensi che aspira a un secondo mandato".

21 novembre 2012
http://www.qds.it/11289-duecento-milioni-di-in-5-anni-con-gli-investimenti-dei-privati.htm
 

· Registered
Joined
·
694 Posts
da "la sicilia" di oggi.
il sindaco, in un intervista, assicura l'inizio dei lavori di corso dei martiri subito dopo le festività agatine.

"Quanto ai tempi oggi posso dire con certezza che l’avvio del risanamento comincerà subito dopo la festa di S. Agata. Le ditte hanno garantito che provvederanno a recintare le aree e ad avviare i primi lavori di sbancamento con le ruspe"
 

· melior de cinere surgo
Joined
·
10,469 Posts
Discussion Starter · #30 ·
il sindaco, in un intervista, assicura l'inizio dei lavori di corso dei martiri subito dopo le festività agatine.

"Quanto ai tempi oggi posso dire con certezza che l’avvio del risanamento comincerà subito dopo la festa di S. Agata. Le ditte hanno garantito che provvederanno a recintare le aree e ad avviare i primi lavori di sbancamento con le ruspe"
Oggi ho incontrato il sindaco insieme con thinkct e i ragazzi di Catania di Facebook. Le notizie sono confermate e abbiamo ulteriori dettagli: i lavori di sgombero e recinzione delle aree cominceranno il prossimo 7 febbraio.

Sul blog i dettagli: http://www.urbanfilecatania.blogspot.it/2013/01/corso-martiri-della-liberta-via-ai.html
 

· Registered
Joined
·
386 Posts

· Registered
Joined
·
69,992 Posts

· Registered
Joined
·
386 Posts

· Registered
Joined
·
386 Posts
Salve a tutti,

ho letto qualche giorno fa sul sito de La Sicilia che è stata finalmente sgomberata la baraccopoli (http://www.lasiciliaweb.it/index.ph...a-la-fossa-dei-martiri-&template=lasiciliaweb).

Si hanno notizie circa l'inizio dei lavori per la riqualifica di Corso Martiri della Libertà?
a quanto pare la settimana prossima ci saranno delle ruspe, probabilmente per smaltire le tonnellate di rifiuti che si sono accumulate col tempo, ecco un pezzo dell'intervista su sestarete in merito ad una domanda su corso dei martiri: "Finalmente dopo tanti miliardi spesi e tante controversie create, il Comune ha chiuso questa pagina vergognosa della città, trovando un accordo con i privati. La prossima settimana le ruspe inizieranno i lavori senza alcun onere per l’amministrazione. Con i cantieri ben 3000 persone potranno lavorare nel giro di circa quattro anni. Da elemento di degrado Corso Martiri diventerà così centro di attrazione per l’edilizia"
 
21 - 40 of 490 Posts
Top