Skyscraper City Forum banner
481 - 500 of 538 Posts

·
Registered
Joined
·
4,263 Posts
Tra ville d’epoca e giardini amati dalle star, la Dolce Vita oggi è sul Lago di Como

«Incastonato tra le montagne, disseminato di piccoli borghi dal fascino antico delle case in sasso e arricchito da ville ottocentesche dove la nobiltà passava lunghi e oziosi periodi di vacanza, il lago di Como è il luogo dove oggi rivive la Dolce Vita italiana.


Villa Sola Cabiati

Tra giardini lussureggianti e dimore storiche, spesso case-museo, i 170 chilometri di costa che circonda il lago regalano atmosfere uniche e panorami imperdibili per una vacanza culturale ma rilassante, quello che cercano gli oltre tre milioni di turisti, la maggioranza stranieri, che ogni anno arrivano su queste sponde per replicare in chiave moderna (e breve) i Grand tour ottocenteschi dei viaggiatori provenienti da Inghilterra, Francia, Germania e persino dalla Russia degli Zar.

Oggi sono i personaggi famosi ad attirare i riflettori, da George Clooney, che nella sua Villa Oleandra trascorre buona parte dell’estate, a Jennifer Aniston, che la scorsa estate era sul lago per le riprese del film «Murder Mystery», fino al cantante John Legend in cerca di una dimora da acquistare. Il clima temperato invita a un (long) weekend in questo ultimo scampolo di estate per visitare una zona in fermento, capace di cogliere i nuovi trend, dove si susseguono le aperture di alberghi e ristoranti.


Grand Hotel Tremezzo

Ospitalità in fermento
Passeggiare tra i vicoletti di Cernobbio o di Moltrasio e sentire parlare inglese, francese e lingue anche più lontane è sempre più frequente. Nella città di Como, e nei suoi dintorni, si sono moltiplicati bed&breakfast e abitazioni adibite ad affitti brevi per soddisfare la domanda turistica in crescita, con conseguente pressione sui prezzi degli immobili in zona – che hanno tenuto anche nei lunghi anni della crisi immobiliare -, mentre aprono a ritmi incalzanti nuovi hotel.
Un soggiorno diventa visita culturale al Grand hotel Tremezzo, che prima dell’estate ha festeggiato 108 anni dall’inaugurazione, o nella vicina Villa Sola Cabiati (gestita dall’hotel) dove rivivono antichi arredi mixati a moderni pezzi di design.


Gianni Versace con un’ospite davanti a villa Le Fontanelle a Moltrasio, che acquistò negli anni Ottanta

[...]

https://www.ilsole24ore.com/art/mod...a-oggi-e-lago-como-122123.shtml?uuid=AEptlDFG
 

·
Registered
Joined
·
4,263 Posts
Lago di Como, paratie pronte. Dopo 32 anni

Ennesimo progetto anti esondazioni, i lavori ripartiranno nell’estate 2019



«Il nuovo lungolago di Como, con le paratie anti esondazione, costerà 15 milioni di euro (oltre ai quasi 11 spesi negli anni) e sarà pronto nella primavera 2022. Trentadue anni dopo la prima idea di innalzare un “muro” contro l’acqua.

Il progetto è stato presentato ieri al Pirellino di Como, alla presenza dell’assessore regionale Massimo Sertori. È la prima risposta alla decisione annunciata a fine 2016 dalla Regione di assumersi la responsabilità del completamento dei lavori definitivamente bloccati dall’indagine della Procura di Como e da una serie di intoppi amministrativi. Il progetto presentato è di fatto una prosecuzione di quello già predisposto dal Comune, e sarà realizzato a blocchi, senza interferire con la passeggiata e con il traffico. A lavori conclusi, la passeggiata si allargherà dagli attuali 6/8 metri a 24. Ieri è stato illustrato anche il cronoprogramma di avanzamento dei lavori, che prevede entro fine novembre la definizione del progetto esecutivo. Sarà quindi indetta la gara d’appalto con la previsione di avviare il cantiere a fine estate 2019 e di ultimare tutti i lavori nella primavera del 2022. Aperto nel 2008 - dopo 18 anni passati tra proposte e progetti - grazie ai fondi della Legge Valtellina del 1987, con l’intenzione di porre fine a un problema che si riteneva insormontabile, il cantiere paratie del lungolago è bloccato dal 19 dicembre 2012».

[...]

https://www.ilgiorno.it/como/cronaca/paratie-lago-1.4230258
 

·
Registered
Joined
·
798 Posts
IPER ed UNIEURO anno avviato una collaborazione per gestire i reparti di elettronica ed elettrodomestici apertura forse per novembre

sono in corso ottimi sconti nel reparto elettronica in particolare segnalo smartphone, tv ed altro

A Grandate, ma anche da altre punti vendita: Busnago, Cremona, Montebello della Battaglia, Solbiate come indicato qui

https://www.iper.it/landing-unieuro-by-iper.php?id=2
 

·
Registered
Joined
·
4,263 Posts
Il lago di Como ispira le fragranze Intertrade

«Con la sua caratteristica forma a Y rovesciata, il suo paesaggio bellissimo e senza tempo il lago di Como è stato fonte di ispirazione per i più grandi poeti e musicisti, tra cui Alessandro Manzoni, Stendhal, George Gordon Byron e Franz Liszt. Negli ultimi dieci anni, inoltre, il turismo della zona è cresciuto in modo esponenziale, attraendo da tutto il mondo celebrità e visitatori amanti della cultura.



Il lago di Como è anche l’ispirazione di Celso Fadelli che, con il suo team, ha creato Como Lake, la nuova collezione di profumi di nicchia di Intertrade Group.
Il packaging moderno e contemporaneo è legato alle caratteristiche uniche del lago. Le sfumature blu-verdi della boccetta in vetro somigliano alle sfumature multicolore dell'acqua, più scure sul fondo per richiamare le profondità del lago, per poi diventare sempre più chiare salendo verso l'alto. Le incisioni circolari sul tappo evocano i cerchi nell'acqua, mentre la forma distintiva del lago di Como decora, in un raffinato color oro, la parte superiore del tappo.

[...]

https://www.ilsole24ore.com/art/mod...trade-163407.shtml?uuid=AEGKWzUG&refresh_ce=1
 

·
User
Joined
·
11,213 Posts
Ieri è stata aperta l'unica busta presentata al concorso per l'affidamento in concessione del piroscafo Patria.
L'idea è di farlo tornare a navigare e utilizzarlo per attività culturali, la società che ha presentato la proposta è stata creata ad hoc da due imprenditori, Giorgio Porta ed Enrico Guggiari, tra l'altro presidente e vicepresidente dell'aeroclub

https://www.laprovinciadicomo.it/st...ti-culturali-e-tornera-a-navigare_1292787_11/
 

·
Registered
Joined
·
4,263 Posts
Helsinki, la biblioteca del futuro affida il libro al made in Italy

«L’allievo ha superato il maestro, in casa sua. Il design made in Italy ispirato alle forme del minimalismo scandinavo fa scuola, da protagonista, nel cuore della Finlandia, a Helsinki, dove oggi sarà inaugurata la nuova Central Library. I visitatori - a regime saranno 100mila al giorno - che saliranno fino al «Paradiso del libro», l’ultimo piano della biblioteca cittadina «Oodi» progettata dallo studio Ala Architects, troveranno 351 moduli di librerie italiane. Oltre 2.800 metri lineari di scaffali, in moduli fatti per l’85% di alluminio nati dalla matita del designer Dante Bonuccelli, personalizzati su disegno dei progettisti e assemblati in loco dagli artigiani di UniFor, azienda del gruppo Molteni con sede a Turate, in provincia di Como. Una commessa da 630mila euro, che per UniFor ha un valore simbolico ben più elevato.



«Per noi questa fornitura sarà una porta di ingresso in un mercato dove vogliamo crescere», spiegano in Molteni, con l’orgoglio di chi ha “vinto” nella culla del design minimale con un progetto interamente italiano. «Quando abbiamo deciso di candidarci eravamo certi che il nostro prodotto sarebbe stato accolto e apprezzato da quella cultura. E così è stato», ricorda l’ingegner Carlo Molteni, figlio di Piero e nipote del fondatore Angelo, e direttore generale di UniFor.

Ma non è stato semplice. Dopo essersi candidata, UniFor ha inviato una campionatura e ha iniziato un lungo lavoro di confronto, a stretto contatto con i progettisti dello studio Ala Architects. «La prima sfida progettuale che abbiamo dovuto affrontare è stata quella di integrare una luce a Led». Per questo a Turate hanno dovuto ridisegnare il cappello della libreria CF, forgiando l’alluminio in modo che potesse accogliere la richiesta del committente. Poi è stato il turno dell’integrazione dei passaggi per l’aria condizionata. «Abbiamo centrato anche questo obiettivo. Solo a quel punto i Finlandesi si sono convinti e hanno firmato l’ordine».

[...]

https://www.ilsole24ore.com/art/imp...a-libro-made-italy-145510.shtml?uuid=AEwtzosG
 

·
Registered
Joined
·
4,263 Posts
Il tessile di Como prova a ripartire

«A confortare è solo il trend più recente, quella crescita del 4,8% dei valori di vendita registrata nel primo semestre dell’anno. Inversione di rotta quanto mai gradita per il tessile di Como, che in effetti nella fotografia scattata dalle 27esima edizione dell’Osservatorio del distretto locale stenta ancora a trovare la strada del rilancio sistematico.



Dall’esame dei bilanci delle aziende, analisi su 150 realtà locali effettuato dall’ufficio studi di Intesa Sanpaolo, emerge infatti una pericolosa stasi sia nei ricavi che nei margini, pur in presenza di un’ampia dispersione dei risultati.

Il fatturato 2017, stimato in 1,78 miliardi di euro, si è ridotto infatti lo scorso anno dello 0,2%, terzo anno consecutivo in “rosso” dopo le frenate più consistenti del biennio precedente. Una prima dispersione è evidente già qui, con le migliori realtà a sviluppare crescite vicine al 13% mentre il decile peggiore cede oltre 14 punti di vendite. A soffrire in modo particolare sono le torciture (-5,8%) mentre i risultati migliori sono per tintorie e stamperie, dove tre aziende su quattro crescono. L'aumento generalizzato dei costi che ha caratterizzato il 2017 si è traslato in una lieve erosione della marginalità e della redditività operativa. L’Ebitda è così in frenata per il terzo anno consecutivo e ancora sistematicamente inferiore rispetto alla media nazionale di settore».

[...]

https://www.ilsole24ore.com/art/imp...rtire-162051.shtml?uuid=AE2poctG&refresh_ce=1
 

·
User
Joined
·
11,213 Posts
Landriscina ordina un divieto per gli artisti di strada in centro fino all'epifania, perchè creerebbero, con la gente ferma a guardarli, un pericolo per il vie di fuga in caso di emergenze



SicurezzaNuovo regolamento “anti caos”, in vigore fino all’Epifania

Le esibizioni di piazza dei saltimbanchi intralciano eventuali vie di fuga


https://www.laprovinciadicomo.it/st...l-sindaco-li-allontana-dal-centro_1297552_11/

a me sembra una puttanata col botto

tra l'altro dal testo che riportano sembra ci sia scritto: "laddove, in caso di emergenze, le vie di fuga potrebbero essere inopinatamente intralciate dall’occupazione del pubblico che assiste all’esibizione», "
quindi mi sembra che alla lettera intenda che si debba valutare caso per caso.
comunque in caso di emergenza la gente si sposta, come succede in tutto il pianeta, le strade di Como mica sono così affollate rispetto ad altre città e non sono uno scantinato dove se c'è un pericolo la gente fa fatica a defluire.
 

·
User
Joined
·
11,213 Posts
su "la Provincia" di alcuni giorni fa, versione cartacea, c'era un interessante articolo sul cosiddetto "castello" dei Pietrasanta di Cantù.
Interessante perchè dice che al suo interno ci sono affreschi probabilmente di Andrea Appiani e stucchi di Giocondo Albertolli. Il palazzo è in stato di abbandono e da alcuni anni non riesce a trovare un compratore
 

·
User
Joined
·
11,213 Posts
L'archivio del moderno, oggi a Mendrisio, che l'università della Svizzera Italiana era interessata a spostare a Como, nel palazzo razionalista situato dietro alla Casa Del Fascio, sembra che invece finirà a Varese, dove sono stati più svelti a decidersi e ad offrire una ex caserma

https://www.comozero.it/attualita/v...-moderno-minghetti-al-sindaco-adesso-spieghi/

una cosa che non capisco è perchè non hanno proposto anche a Como l'ex caserma cittadina, allora, visto che c'erano problemi sull'altro palazzo.
Como mi pare sarebbe il posto più appropriato per un archivio dedicato al razionalismo, visto che ne è stata la culla italiana

edit in effetti il fondo si chiama "del moderno" ma in riferimento all'epoca, non al movimento, e i fondi non sono prevalentemente sul razionalismo (anzi la maggior parte ci ha anche poco a che fare)
Vanno dalla fine del 700 in poi,
http://www2.arc.usi.ch/index/fondi_archivistici.htm

forse la stessa notizia andrebbe postata come positiva nel thread di Varese, ma evito per partigianeria :D

tra l'altro non ho idea di quale sia il motivo per cui dovrebbero spostare in Italia quell'archivio, cioè l'edificio attuale sarà inadatto per questioni di spazio, ma perchè cercare posto all'estero? Immagino ci sia qualche convenzione, ma non so di che si tratta.
 
481 - 500 of 538 Posts
Top