SkyscraperCity banner

41 - 59 of 59 Posts

·
Registered
Joined
·
1,346 Posts
Discussion Starter #41
Solo una precisazione: la pista di fatto è sempre esistita, la nuova Vertigine Bianca è un collage di vari tratti di pista esistenti rinnovati e con nuovi raccordi. In particola la partenza sarà a Punta sant'Anna (peraltro molto scomodo per gli atleti visto che la seggiovia arriva molto più in basso, ma bisognava rispettare il dislivello minimo FIS e a valle il parterre è obbligato), poi si segue sulla Valòn di Pomedes per poi entrare nella "vera" Vertigine Bianca (risistemata nella parte alta) e uscirne tramite un nuovo raccordo (shuss) sul Canalone e tornare sugli ultimi metri della Vertigine (dove confluisce la Labirinti) e imboccare un nuovo tratto/raccordo che rientra sull'Olympia.

La pista è stata testata a fine stagione nel 2019 (mi sembra in occasione dei campionati italiani) e, nonostante non sia lunghissima per un DH, presenta tratti molto tecnici e un paio di salti tosti come il salto Vertigine e il salto Ghedina (sperando che non siano stati livellati).

Il cantiere a Rumerlo/Piè Tofana è assurdo perché sono 2 anni che sta così, con tubi e reti arancioni in mezzo visibili anche in inverno mentre si scia, un cantiere della durata di un'estate.
Lo scorso anno erano indietro anche a Colfiere con il parterre giusto abbozzato e molti movimenti di terra ancora da fare vicino all'intermedia della nuova cabinovia (per esempio il tratto finale della B è rimasto chiuso con i cumuli di terra in mezzo e si rientrava nella A a fine piste), anche la pista di rientro a Cortina (la Stries) non è stata rinnovata e risulta stretta e con 4-5 attraversamenti stradali, ci si aspettava una sistemata su questo fronte.
 

·
Registered
Joined
·
514 Posts
Solo una precisazione: la pista di fatto è sempre esistita, la nuova Vertigine Bianca è un collage di vari tratti di pista esistenti rinnovati e con nuovi raccordi. In particola la partenza sarà a Punta sant'Anna (peraltro molto scomodo per gli atleti visto che la seggiovia arriva molto più in basso, ma bisognava rispettare il dislivello minimo FIS e a valle il parterre è obbligato), poi si segue sulla Valòn di Pomedes per poi entrare nella "vera" Vertigine Bianca (risistemata nella parte alta) e uscirne tramite un nuovo raccordo (shuss) sul Canalone e tornare sugli ultimi metri della Vertigine (dove confluisce la Labirinti) e imboccare un nuovo tratto/raccordo che rientra sull'Olympia.

La pista è stata testata a fine stagione nel 2019 (mi sembra in occasione dei campionati italiani) e, nonostante non sia lunghissima per un DH, presenta tratti molto tecnici e un paio di salti tosti come il salto Vertigine e il salto Ghedina (sperando che non siano stati livellati).

Il cantiere a Rumerlo/Piè Tofana è assurdo perché sono 2 anni che sta così, con tubi e reti arancioni in mezzo visibili anche in inverno mentre si scia, un cantiere della durata di un'estate.
Lo scorso anno erano indietro anche a Colfiere con il parterre giusto abbozzato e molti movimenti di terra ancora da fare vicino all'intermedia della nuova cabinovia (per esempio il tratto finale della B è rimasto chiuso con i cumuli di terra in mezzo e si rientrava nella A a fine piste), anche la pista di rientro a Cortina (la Stries) non è stata rinnovata e risulta stretta e con 4-5 attraversamenti stradali, ci si aspettava una sistemata su questo fronte.
Ciao, preciso che:
1) la pista è sempre esistita come le Tofane sono sempre esistite
Per omologare un tracciato è necessario adempiere a vari requisiti richiesti dalla FIS, le caratteristiche della pista,larghezza minima, livellamento, cambi di diezione... i quali hanno comportato centinaia di migliaia di m3 di movimento terra
I requisiti di sicurezza, con i supporti per le reti di protezione, il sistema antivalanghe...
L' innevamento programmato con i suoi relativi impianti

Il valon di Pomedes, la vertigine, il canalone.. li ho fatti anche io fin da piccolo, come te e numerosi sciatori, ma da qui a dire che c'era una pista di discesa libera....

2) Il cantiere di Rumerlo è un lavoro imponente, il problema è che sono iniziati tardi i lavori

3)Colfiere
Il parterre di arrivo è ancora tutto da fare, non so e non ho visto il progetto ma mi pare che c'è uno spazio molto rosicato

4)la Stries
Non ho mai saputo che ci sono dei progetti per i mondiali 2021
 

·
Registered
Joined
·
514 Posts
campana
antivalanga
IMG_20200613_134058.jpg


sono attive 20 campane radiocomandate, conosciute come daisybell: si tratta di esploditori a gas - un mix di idrogeno e ossigeno - installati su supporti di acciaio, attivabili da valle senza impiego di elicottero, che proteggeranno da valanghe ed accumuli nevosi le piste di sci della Tofana, come la Vertigine bianca, il Canalone, Valon, Pomedes e Cacciatori. La nuova tecnologia, già utilizzata in molte località dell’arco alpino, è stata realizzata con un investimento di 3 milioni e si inserisce nel quadro di ammodernamento del comprensorio per i Mondiali 2021.

IMG_20200613_134400.jpg


Ogni campana è provvista di 5 piccoli pannelli fotovoltaici collegati ad una batteria che permette tramite comando radio l' innesco della carica esplosiva
Vengono posizionate con l'elicottero in punti di ancoraggio fisso, mediamente a 2 -3 metri sopra il manto nevoso all' inizio dell' inverno, per poi essere recuperate in primavera.
Questo sistema permette il totale controllo delle capsule tramite il dispositivo da remoto senza l' ausilio dell' elicottero come si faceva fino a pochi anni fa

Distacco di valanga con campana su elicottero
VIDEO:
 

·
Registered
Joined
·
1,346 Posts
Discussion Starter #45
Ciao, preciso che:
1) la pista è sempre esistita come le Tofane sono sempre esistite
Per omologare un tracciato è necessario adempiere a vari requisiti richiesti dalla FIS, le caratteristiche della pista,larghezza minima, livellamento, cambi di diezione... i quali hanno comportato centinaia di migliaia di m3 di movimento terra
I requisiti di sicurezza, con i supporti per le reti di protezione, il sistema antivalanghe...
L' innevamento programmato con i suoi relativi impianti
Non voglio sminuire il lavoro ma non parliamo certo di una pista ex novo, i lavori non sono nemmeno 1/4 di quanto fatto nella vicina Sesto per il collegamento tra la Croda Rossa e il Monte Elmo.
L'innevamento era già presente su tutti i settori di pista (tranne la Vertigine), mentre i sistemi antivalanghe fissi dovevano essere installati da un bel po' visto che ogni volta che nevica devono uscire con l'elicottero e il Daisy Bell e se nevica per più giorni consecutivi è un problema per l'accumulo eccessivo.


2) Il cantiere di Rumerlo è un lavoro imponente, il problema è che sono iniziati tardi i lavori
Imponente quanto vuoi ma a memoria i primi lavori sono iniziati nell'estate 2018 (e ben visibili nell'inverno 18-19) con il completamento del parterre e primi lavori sulla strada, possibile che siano in alto mare? Nelle valli vicine in un'estate rivoluzionano un'intera zona, qui non si riesce a spostare un pezzo di strada?

3)Colfiere
Il parterre di arrivo è ancora tutto da fare, non so e non ho visto il progetto ma mi pare che c'è uno spazio molto rosicato
Colfiere sta così perché i lavori lo scorso anno sono iniziati molto tardi e ha fatto un novembre estremamente nevoso, mancava un mese di lavori di movimento terra per completare i raccordi finali delle piste e livellamento del parterre per montare gli spalti.

4)la Stries
Non ho mai saputo che ci sono dei progetti per i mondiali 2021
Troppe sono le mancanze della skiarea nemmeno previste per i mondiali... ad ogni modo come ricorderai la Stries partiva dalla partenza della ex biposto mentre adesso con la nuova intermedia è stata riaperto un tratto in disuso da decenni che si collega poco dopo a quella vecchia. Ma visto che il pendio lo permette e che ora c'è un bell'impianto comodo ci si aspettava la realizzazione di una pista vera e non uno stradino dove ti obbligano a togliere gli sci 4-5 volte per attraversare la strada. Non si meravigliassero poi che la gente va a Socrepes a parcheggiare dove ha una pista di rientro sci ai piedi (nonostante lo stato imbarazzante del parcheggio in pendenza e con il fango...).
 

·
Registered
Joined
·
514 Posts
VIDEO - Lavori in corso in attesa dei Mondiali di sci 2021
Stanno procedendo i lavori in vista dei Mondiali di sci del 2021. A Gilardon si sta costruendo nel prato di fianco al villaggio una strada di ghiaia provvisoria per bypassare la zona abitata e permettere i lavori di allargamento della strada principale nella parte che attraversa le case. Nel tratto superiore in direzione Rumerlo si sta già lavorando per allargare la strada.
A Col Fiere è ben visibile, ora che non c'è più la neve, il grande intervento fatto per la nuova cabinovia, l'area del traguardo dello slalom speciale, l'allargamento della pista A e il bypass sotto la strada principale.
Proseguendo, si arriva a Rumerlo, dove sono già pronti dallo scorso inverno il tratto stradale nuovo che passa sotto al ristorante Caminetto e la finsh area.
 

·
Registered
Joined
·
514 Posts
il logo dei campionati mondiali di sci alpino 2021
Logo-Cortina-2021_imagefull.jpg


20171122_195732_6677D22D.jpg


la MASCOTTE si chiama Corty
IMG_20191101_122537-e1572619540490-477x420.jpg

Il pupazzo è prodotto da Trudi, brand del gruppo Giochi Preziosi.
 

·
Registered
Joined
·
514 Posts
Mercoledì la decisione su Cortina 2021 o 2022: è il countdown mondiale più inaspettato

...
Sabato 27 Giugno, 14:55.
Il consiglio FIS si esprimerà il prossimo 1° luglio sulla richiesta italiana di rinvio: il "no" degli atleti e l'appoggio invece di varie federazioni, la decisione è in bilico.

Tempo di lettura: 4 minutiContinua a leggere

Sarà Cortina 2021 o Cortina 2022?
Per ora, la perla delle Dolomiti ha la certezza solo dei Giochi Olimpici 2026 che, proprio mercoledì scorso, hanno festeggiato un anno di “nascita”.
Mercoledì prossimo, 1 luglio, ecco invece che Fondazione Cortina 2021 e tutti gli enti legati al comitato organizzatore dei prossimi campionati del mondo, dalla Regione Veneto alla stessa FISI, giocheranno un'altra partita fondamentale. In ballo c'è la decisione, da ratificare nel consiglio FIS previsto in video conferenza, se spostare di un anno o meno l'evento iridato che tornerà in Italia 16 (o 17) anni dopo Bormio 2005.
La situazione è nota: la richiesta italiana piombata negli uffici FIS a fine maggio è quella di disputare il Mondiale nel marzo 2022, appena dopo i Giochi Olimpici di Pechino, per tutte le incognite legate alla pandemia che, in caso soprattutto di seconda ondata da Covid-19 nel prossimo autunno, potrebbe portare alla cancellazione (e non solo alla disputa a porte chiuse, già parecchio dannosa) che a quel punto varrebbe altri milioni di euro di perdite per Fondazione Cortina 2021, dopo aver perso le finali di Coppa del Mondo lo scorso marzo.

Il partito dei “no” è formato da alcune federazioni, ma soprattutto dagli atleti, per la verità sempre poco considerati da mamma FIS; conteranno ben di più i pareri delle televisioni e di altre federazioni di peso, vedi la stessa Svizzera che ha aperto la porta in tal senso per la soluzione 2022, attraverso la voce del direttore del settore sci alpino, Walter Reusser.
Tutto aperto, quindi, come in merito alla gestione della stagione intera: si attendono novità anche in tal senso, seppur allo stato attuale delle cose si andrà verso la conferma del calendario di Coppa del Mondo. Da rivalutare a fine settembre, nel successivo congresso autunnale di Zurigo.
 

·
Registered
Joined
·
514 Posts
Cortina 2021: rinviata al 2. luglio riunione Fis
Vittorio Savio di Vittorio Savio

Clicca sulla foto per ingrandire
Cortina 2021
Foto: Cortina 2021
Cortina 2021
commenti 0 Commenti
icona rss
E' slittata di un giorno, dal mercoledì 1 luglio a giovedì 2 luglio, la riunione del Council della Fis che dovrà decidere per lo spostamento dei Mondiali di Cortina 2021 di un anno a causa dei problemi sanitari derivanti dal Coronavirus.
Dunque giovedì 2 luglio si conoscerà se il Mondiale di Cortina d'Ampezzo, previsto in calendario dal 8 al 21 febbraio 2021, andrà in scena regolarmente, con eventuali limitazioni per quanto riguarda l'accesso del pubblico, visto che paiono ormai scongiurate le porte chiuse, o se slitterà a marzo 2022 dopo l'Olimpiade di Pechino.
Nei corridoi Fis l'orientamento pare essere quello della conferma della data del 2021, ma naturalmente sarà necessaria una unanimità di voto. Al momento gli Usa e qualche altra nazione, cosiddetta minore, paiono essere orientate per un rinvio, mentre quasi tutti gli atleti sarebbero contrari a questa ipotesi di rinvio, fatta salva qualche eccezione come l'elvetico Daniel Yule.
 

·
Registered
Joined
·
514 Posts
Dopodomani la decisione, qualcosa inizia a trapelare
Mondiali Sci a Cortina, resta aperta la data del 2021
Fis potrebbe non accogliere richiesta Italia rinvio al 2022

Resta aperta la possibile conferma dei Mondiali di Sci di Cortina nel 2021, dopo che la istituzioni dello sport italiano ne avevano chiesto lo spostamento al 2022, causa coronavirus. Nulla è deciso, ma fonti vicine al dossier spiegano che la Fis - che si riunirà il 2 luglio - potrebbe non accogliere la richiesta di rinvio di un anno, confermando l'evento nel 2021. La macchina organizzativa a Cortina non si è mai fermata, e in diverso occasioni gli organizzatori avevano detto di essere comunque pronti.




 

·
Registered
Joined
·
514 Posts
D'Incà,Cortina 2021? Governo pronto a sostenere scelta
Compatibilmente con il Covid non ci sono ragioni per il rinvio
 

·
Registered
Joined
·
514 Posts
Sci, Mondiali di Cortina 2021 confermati. Niente rinvio al 2022

La scelta è stata fatta perché la volontà è quella di guardare avanti con fiducia. Per questo motivo la Fis - per la prima volta nella sua Stiria - si è esposta con una garanzia di 10 milioni di franchi svizzeri nel caso di cancellazione dell’evento dovuta a una eventuale pandemia.
 

·
Registered
Joined
·
514 Posts
IL MONDIALE DI CORTINA SI FARÀ NEL FEBBRAIO 2021.
Il Consiglio FIS, riunito oggi in videoconferenza, ha confermato che i Campionati Mondiali di Sci Alpino di Cortina si terranno come da programma originario dal 9 al 21 febbraio 2021.
Nell’ultimo mese e mezzo è stata strettissima la collaborazione fra tutti gli attori coinvolti, a partire dalla Federazione internazionale (FIS), per proseguire con la Fondazione Cortina, Infront, Governo, le autorità regionali e comunali, e le categorie imprenditoriali del territorio: tutti disposti a rendersi parte attiva per portare a compimento una grande edizione del Mondiale italiano.
Il segnale trasmesso da tutte le realtà è che il Mondiale si faccia quest’anno e che possa essere il primo, grande evento internazionale post-Covid, disputato cioè nella massima sicurezza, ma con le forme tradizionali.
Sia da FIS, che da altri stakeholders sono arrivate garanzie a supporto dell’evento italiano, che potranno aiutare gli organizzatori e la Federazione Italiana a celebrare un evento di alto livello, ottimizzando gli investimenti già fatti e quelli che ancora restano da ultimare.
“La FISI, come è sempre stato negli ultimi cinque anni, ha raccolto le volontà di tutte le realtà interessate al Mondiale di Cortina – ha detto il Presidente Flavio Roda – e ha registrato una forte spinta a realizzare l’evento nel 2021 e a mettere a disposizione risorse perché tutto si possa fare al meglio. La Federazione si è dunque fatta interprete di queste volontà ed ha espresso al Consiglio FIS l’esigenza italiana di avere l’opportunità di un rilancio importante, un segnale per tutto il Paese”.
“FIS ha deciso di sostenere finanziariamente la Federazione italiana per un massimo di 10 milioni di franchi svizzeri – ha detto il Presidente della FIS, Gian Franco Kasper – in caso di cancellazione dei Mondiali per un ritorno dell’epidemia da Covid. E’ una forma di garanzia che la Federazione ha voluto dare all’Italia, auspicando che non ce ne sia bisogno e che il Mondiale si disputi regolarmente”.
“Siamo molto felici per la soluzione trovata per i Mondiali del 2021 a Cortina – ha proseguito Kasper – e che le gare possano rimanere nelle date originali. Il Mondiale sarà l’evento principale della stagione. Ringrazio tutti coloro che hanno collaborato ad assumere questa decisione e lo spirito collaborativo dell’intera famiglia dello sci alpino, senza il quale non si sarebbe raggiunto un risultato così importante”.
 

·
Registered
Joined
·
2,974 Posts
Scelta obbligata rinunciare all'idea dello slittamento al 2022. Tutte le federazioni più potenti erano contrarie con in testa l'Austria ed addirittura la Svizzera con Zermatt era pronta a sostituire Cortina per svolgere i Mondiali nel 2021.
 

·
Registered
Joined
·
514 Posts
Scelta obbligata rinunciare all'idea dello slittamento al 2022. Tutte le federazioni più potenti erano contrarie con in testa l'Austria ed addirittura la Svizzera con Zermatt era pronta a sostituire Cortina per svolgere i Mondiali nel 2021.
Come ho sempre detto si tratta solamente di motivazioni economiche.
Questa è stata una mossa molto astuta ! dopo l' annullamento delle finali di coppa a marzo e la possibilità di vedersi annullato il mondiale del 2021, il comitato organizzatore e la FISI hanno giocato d' anticipo, passando la palla alla FIS e hanno ottenuto ciò che volevano:

Il Mondiale nel 2021 con il cento per cento dei ricavi da parte di INFRONT ( nel 2022 dopo le olimpiadi i diritti televisivi sarebbero stati più bassi) e in caso di annullamento, delle garanzie di rimborso ecoonomiche e la possibilità di disputare alcune gare o una finale di coppa nei prossimi anni
Sono giochi politici, da una parte il comitato organizzatore non vuole prendersi tutti gli oneri di spesa per colpe non sue, dall' altra parte le varie federazioni pensano solamente ai loro interessi, così ci sono gli sciacalli come gli svizzeri di Zermatt (ma sono covid free questi svizzeri???).....
 

·
Registered
Joined
·
514 Posts
IL COMUNICATO UFFICIALE DELLA FIS

FIS Alpine World Ski Championships 2021 in Cortina confirmed

brand.jpg


FIS Alpine World Ski Championships 2021
Share
top news
02 Jul 2020

In a conference call meeting today, the FIS Council confirmed that the FIS Alpine World Ski Championships in Cortina (ITA) will take place as originally scheduled from 9th-21st February 2021.
At the last FIS Council meeting on 25th May 2020, the Italian Winter Sport Federation (FISI) submitted a request to postpone the World Championships until the 2022 season as a consequence of the host region suffering tremendous impact from the Covid-19 outbreak. The town of Cortina and the Veneto region of Italy was one of the earliest and hardest hit, causing unprecedented financial implications for the local and national business community and the general population.
Since the request, the majority of the FIS Family came together to support the Italian Winter Sport Federation, actively collaborating to find a solution that the Cortina 2021 World Championships could be staged as originally scheduled.
“We are happy that we could find a solution that the Cortina 2021 FIS Alpine World Ski Championships will be staged in during the originally planned period in February 2021 to take their place as one of the highlights of the FIS winter season calendar,” said FIS President Gian Franco Kasper. “The last month of efforts to come to this solution demonstrates the strong collaborative spirit of the ski family and stakeholders involved to enable this important decision to be reached”
"FISI has worked the last five years in close collaboration with all the stakeholders involved in the World Championships in Cortina,” said FISI President Flavio Roda. “It was clear after speaking to them in the last weeks, there was a strong desire to carry out the event in 2021 and to put all resources available to ensure that the World Championships are carried out at the highest level. Based on this feedback and the clear commitment of all parties, FISI expressed to the FIS Council the importance of these World Championships to be staged in 2021 as a positive signal for the entire country of Italy.”
The FIS Alpine World Ski Championships are a very important Event for the International Ski Federation and the member National Ski Associations during the two-year cycle, as well as numerous stakeholders. This applies to the promotion for the sport and the athletes and the financial aspects, visibility and National Ski Association sponsors, in addition to the Championships broadcast right holders, sponsors and partners.
 
41 - 59 of 59 Posts
Top