SkyscraperCity banner
Status
Not open for further replies.
1 - 2 of 2 Posts

·
Venetian User
Joined
·
4,065 Posts
Discussion Starter · #1 ·
www.ilgazzettino.it

25/05/2006

COSSIGA: Sì all'Autodeterminazione del Sud Tirolo / Südtirol

SUDTIROLO Cossiga atteso a Dobbiaco dopo la sua proposta salutata con favore dagli indipendentisti
L'autodeterminazione fa discutere

Bolzano
Francesco Cossiga è atteso sabato a Dobbiaco dove sarà testimone di nozze della campionessa azzurra dello sci Natalie Santer che sposerà l'asso norvegese Ole Einar Bioerndalen. E non c'è dubbio che sarà al centro dell'attenzione, dopo la sua proposta di legge per consentire ai sudtirolesi di esercitare il diritto all'autodeterminazione.

La proposta dell'ex presidente della Repubblica prevede quattro scelte: restare con l'Italia, diventare stato sovrano, chiedere l'annessione all'Austria o alla Germania. Si tratta di uno dei temi bollenti, ciclicamente, nella politica locale dove la tensione tra i gruppi linguistici è sempre in agguato. Poche settimane fa erano scoppiate polemiche, con intervento anche del governo Berlusconi e critiche di Prodi, la cui Unione è alleata della Volkspartei, per il fatto che i sindaci di lingua tedesca e la Svp avevano inviato un appello al Parlamento austriaco per inserire nella futura Costituzione di quel paese la tutela della minoranza in Italia e il riconoscimento del principio del diritto al'autodeterminazione.
Un principio che è anche nello statuto della Svp, che inizialmente ha reagito all'iniziativa di Cossiga pensando ad uno scherzo o ad una provocazione, almeno prima della presentazione formale del disegno di legge. Ora il presidente della Provincia Luis Durnwalder si è ritrovato «senza parole», non nascondendo un certo imbarazzo, con una reazione che è «con il cuore» positiva ma che diventa problematica nel concreto: una questione che comunque va studiata attentamente. Stesse reazioni dal presidente Svp Elmar Pichler Rolle che invita comunque a tenere i nervi saldi e a non mettere a rischio i buoni rapporti tra i gruppi linguistici. Mentre esulta Eva Klotz, la pasionaria che da sempre è per l'autodeterminazione insieme agli Schtzen - molto negative sono le reazioni dal centrodestra che rappresenta la maggioranza della minoranza italiana del Sudtirolo.

Per An, Cossiga è una «scheggia impazzita», persona ormai «indesiderata e indesiderabile in Alto Adige». Gianclaudio Bressa, leader dell'Unione, dichiara che «l'Alto Adige non è il Montenegro» e quella di Cossiga è una proposta «fuori dalla storia». Per i Ds si tratta invece di «una spacconata» del senatore a vita.
 

·
Registered
Joined
·
147 Posts
Conosco molto bene la realtà dell'Alto Adige perché ci vado da moltissimi anni.
Sinceramente questa sparata di Cossiga nn la capisco proprio; i rapporti tra gruppi linguistici non sono certo idilliaci, ma in confronto a 15-20 anni fa sono rose e fiori.
Anche perché lo status quo conviene a tutti, con la montagna di soldi e finanziamenti che lo Statuto speciale concede. Con la conseguenza che se fossero uno dei tanti Laender austriaci (o tedeschi) non avrebbero neppure la metà di quegli stanziamenti (peraltro utilizzati in modo ineccepibile e ammirevole).
Se invece diventassero uno Stato autonomo e indipendente dovrebbero gestirsi tutto. Certo, se ce la fa il Montenegro, ce la fa sicuramente anche l'Alto Adige che come risorse e reddito è avanti anni luce, però.....
 
1 - 2 of 2 Posts
Status
Not open for further replies.
Top