Skyscraper City Forum banner
Status
Not open for further replies.
1 - 20 of 39 Posts

·
Valpolicella abuser
Joined
·
2,609 Posts
Discussion Starter · #1 ·
Volevo sapere, secondo voi tutte queste compere e fusioni bancarie (come quella di queste ore di Unicredit su Capitalia o BPM e BPEM) favoriscono o pregiudicano la concorrenza e il libero mercato?

Secondo me la pregiudicano perchè in Italia tra pochi anni ci ritroveremo con 3-4 banche medio-grosse (unicredit, intesa san paolo, banco popolare e mps) e niente più diminuendo la possibilità di scelta di dove investire. In teoria per far funzionare il sistema ci dovrebbero essere le banche straniere che entrano nel mercato italiano ma abbiamo visto quante difficoltà hanno avuto BNP Paribas e Abn Amro (a sua volta soggetta ad opa) ad avere la meglio su BNL e Antonveneta. Ormai anche a livello territoriale le banche popolari, le casse rurali etc. stanno tutte per essere inghiottite da altri gruppi medio piccoli che a sua volta vengono inghiottiti dai giganti.

Cosa ne pensate?
 

·
Registered
Joined
·
13,461 Posts
tante piccole banche non aiutano di sicuro a far abbassare i prezzi, se è come intendi tu.

E' più facile che una banchetta ti faccia pagare i suoi servizi di più, dato che ha risorse finanziarie minori.

Tutto dipende da come vengono regolamentate le attività bancarie a livello governativo.

Tutto queste fusioni sono la base di un sistema bancario solido. L'Italia è palesemente indietro. Non dico paesi come Germania, Francia o UK(solo per citare banche europee), ma gli stessi Paesi Bassi, hanno da soli 2 gruppi bancari che se magnano la nostra UniCredit e IntesaSanPaolo.

Ripeto Paesi Bassi, realtà decisamente più piccola a livello demografico, sia a livello di economia.

Poi altra cosa fondamentale, le banche in tutto il mondo sono la base per i grandi investimenti. Funzianano così le cose, Banca più grandi, finanziamenti più facili per i grandi investitori. (...e non parlo del Signor Brambilla che apre un negozio e vuole un finanziamento, parlo di GRANDI manovre economiche.)
 

·
Valpolicella abuser
Joined
·
2,609 Posts
Discussion Starter · #3 ·
tante piccole banche non aiutano di sicuro a far abbassare i prezzi, se è come intendi tu.

E' più facile che una banchetta ti faccia pagare i suoi servizi di più, dato che ha risorse finanziarie minori.
non ne sarei così sicuro, son convinto che hanno anche costi maggiori, pubblicità etc.

Tutto dipende da come vengono regolamentate le attività bancarie a livello governativo.

Tutto queste fusioni sono la base di un sistema bancario solido. L'Italia è palesemente indietro. Non dico paesi come Germania, Francia o UK(solo per citare banche europee), ma gli stessi Paesi Bassi, hanno da soli 2 gruppi bancari che se magnano la nostra UniCredit e IntesaSanPaolo.

Ripeto Paesi Bassi, realtà decisamente più piccola a livello demografico, sia a livello di economia.
non è assolutamente vero, la realtà olandese la conosco bene. Abn Amro è soggetta a opa (doppia) propio in questi giorni. Il gruppo belga-olandese Fortis invece non mi sembra che sia così grosso da dettar legge a Unicredit, hsbc, rbs e compagnia, infatti è partecipato propio da rbs e santander. La Germania invece, in questo settore, è più indietro dell'Italia (leggi Handesblatt e te ne accorgerai).

Poi altra cosa fondamentale, le banche in tutto il mondo sono la base per i grandi investimenti. Funzianano così le cose, Banca più grandi, finanziamenti più facili per i grandi investitori. (...e non parlo del Signor Brambilla che apre un negozio e vuole un finanziamento, parlo di GRANDI manovre economiche.)
vero, speriamo tu abbia ragione.
 

·
Registered
Joined
·
3,020 Posts
Secondo me il livello dei prezzi dei servizi bancari non è strettamente collegato al numero e alla dimensione delle banche. Dipende molto da quanta concorrenza si fanno gli operatori, da quanto è aperto il mercato, quali accordi sottobanco ci sono ecc...
Sintetizzando: sono le autorità di vigilanza (Banca d'Italia, Consob, Antitrust) che devono assicurare che il mercato funzioni in maniera corretta. Per il resto una banca di dimensioni maggiori è più efficiente, ha margini maggiori, può sostenere finanziariamente aziende più grandi, può fare più acquisizioni all'estero, insomma è "più meglio assai".
 

·
Orto contorto
Joined
·
12,084 Posts
Volevo sapere, secondo voi tutte queste compere e fusioni bancarie (come quella di queste ore di Unicredit su Capitalia o BPM e BPEM) favoriscono o pregiudicano la concorrenza e il libero mercato?

Secondo me la pregiudicano perchè in Italia tra pochi anni ci ritroveremo con 3-4 banche medio-grosse (unicredit, intesa san paolo, banco popolare e mps) e niente più diminuendo la possibilità di scelta di dove investire. In teoria per far funzionare il sistema ci dovrebbero essere le banche straniere che entrano nel mercato italiano ma abbiamo visto quante difficoltà hanno avuto BNP Paribas e Abn Amro (a sua volta soggetta ad opa) ad avere la meglio su BNL e Antonveneta. Ormai anche a livello territoriale le banche popolari, le casse rurali etc. stanno tutte per essere inghiottite da altri gruppi medio piccoli che a sua volta vengono inghiottiti dai giganti.

Cosa ne pensate?
Ammessa la mia ignoranza sull'argomento, vorrei sapere se attualmente ci sono delle leggi che regolano l'ingresso delle banche estere nei paesi EU. Penso ci siano regole legali che impongono magari di avere sedi, depositi e assicurazioni nel paese dove operano.

Io spero restino poche banche italiane grosse che possano competere con quelle estere, che queste entrino e ci siano le stesse condizioni in tutta europa.

Magari, quelle Inglese hanno condizioni diverse essendo i rapporti con gli USA privilegiati, ma magari dico stronz..e.
 

·
Registered
Joined
·
3,020 Posts
A proposito di fusioni bancarie: Unicredit - Capitalia sembra fatta, domenica ci saranna i cda straordinari per approvare il progetto di fusione.
 

·
Valpolicella abuser
Joined
·
2,609 Posts
Discussion Starter · #8 ·

·
DIABOLIKVS
Joined
·
39,820 Posts
@Falcon
E' la concorrenza delle chiacchiere.
10 anni fa è cominciato il processo di fusione bancaria.
All'epoca avevamo servizi bancari carissimii, attenzione per il cliente nulla, nessuna propensione al rischio, pretese bancarie allucinanti per la concessione del minimo prestito.

Oggi, portato quasi al termine il processo di fusione, forse è migliorata la situazione?

Solo chiacchiere.

E colossi bancari di dimensioni preoccupanti, che capitalizzano più di quanto un Paese come l'Ungheria o la Repubblica Ceca produca di Pil.
 

·
Registered
Joined
·
401 Posts
Con la fusione Unicredit - Capitalia, in che posizione si troverebbe rispetto alle altre banche europee?
il nodo più complicato riguarda le quote di controllo che hanno in mediobanca e generali, oltre ad essere un colosso bancario il nuovo gruppo rischia di controllare entrambe.
 

·
Valpolicella abuser
Joined
·
2,609 Posts
Discussion Starter · #13 ·
Viva la concorrenza. A sto punto che si comprino anche intesa sanpaolo così facciamo un bel monopolista. Poi la Banca d'Italia bloccherà le opa dall'estero e siamo apposto.
 

·
Registered
Joined
·
3,282 Posts
ma si sa già il nome di capitalia+unicredit?
UnItalia?
CapiCredit?

Mah, secondo me rimarrà Unicredit Group, scomparirà Capitalia, mentre resisteranno i marchi Banca di Roma e Banco di Sicilia sotto l'insegna di Unicredit Group.

Dopotutto non è certo una fusione alla pari, viste le proporzioni...
 

·
Rossonero User
Joined
·
13,327 Posts
Mah, secondo me rimarrà Unicredit Group, scomparirà Capitalia, mentre resisteranno i marchi Banca di Roma e Banco di Sicilia sotto l'insegna di Unicredit Group.

Dopotutto non è certo una fusione alla pari, viste le proporzioni...
...perdonami non avevo letto il tuo post, ho pensato proprio le stesse identiche cose ;)

Ma a parte il nome, gli utenti romani come vedono questa fusione, insomma qualche parere :)
 

·
DIABOLIKVS
Joined
·
39,820 Posts
Geronzi cercava una fusione italiana prima di subire una scalata straniera.
Per il cosiddetto sistema Paese tutto sommato è una buona operazione, per i consumatori italiani è un disastro, come lo è stato Intesa San Paolo, e le varie recenti fusioni tra popolari.

Le banche non tendono a fare cartello, le banche sono un cartello.
 
1 - 20 of 39 Posts
Status
Not open for further replies.
Top