SkyscraperCity banner
1 - 15 of 15 Posts

·
Torino è elettronica!!
Joined
·
29,235 Posts
Discussion Starter · #1 ·
se siete a casa mettete su rai 3 che c'è Gaia.hanno parlato del tunnel ferroviario in svizzera di quasi 60 km (altro che italia) e dell'andrea doria (il transatlantico per chi non lo sapesse).
parleranno delle olimpiadi e di altre grandi opere.

SINTONIZZATEVI!
 

·
DIABOLIKVS
Joined
·
39,324 Posts
Beh, se non sbaglio il tunnel appenninico ferroviario tra Firenze e Bologna sarà di circa 70 Km!
 

·
Torino è elettronica!!
Joined
·
29,235 Posts
Discussion Starter · #5 ·
Pavlvs said:
Beh, se non sbaglio il tunnel appenninico ferroviario tra Firenze e Bologna sarà di circa 70 Km!

no, sono tanti tunnel assieme, la più lunga è la galleria fiorenzuola di 15,2 km.
è già una buona cosa comunque.
quello che volevo sottolineare io con "altro che italia" è il fatto che in svizzera oltre quello del gottardo, ce n'è un altro di 36 km del Lotschberg, mentre noi quello in val di susa di 52 km forse non lo vedremo mai per la testardaggine di qualcuno (visto che tanto "non serve a niente":rant: ).

ciao
 

·
No More Italian Mod
Joined
·
39,862 Posts
E' una notizia triste... ma in Svizzera sul Gran San Bernardo, sulla strada che porta al tunnel stradale che porta in Italia, un pulman è uscito di strada volando in una scarpata per 150 metri
I morti accertati per ora sono 6 ma si teme che siano di più

Uso (e un po' me ne vergogno) questa brutta notizia di cronaca per far notare che la strada che porta al tunnel del San Bernardo in Svizzera è una strada statale normalissima che nell'ultimo tratto costeggia dirupi (a volte senza neanche una barriera di protezione), con tornanti allucinanti...
Dalla parte italiana, invece, si arriva al tunnel in superstrada: da Aosta fano all'imbocco del tunnel del San Bernardo completamente su strada a due carreggiate, senza tornanti mancanza di parapetti e robe del genere (in realtà anche qualche anno fa quando la superstrada ancora non c'era il tratto di strada italiano era di gran lunga migliore di quello svizzero: e comunque l'ultimissima tratta era di superstrada in modo che attraverso amplissimi tornanti auto, camion e pulman percorressoro in tutta sicurezza un percorso che, molto scosceso e direttamente roccioso, se fosse stato costruito "normalmente" sarebbe stato molto tortuoso e pericoloso)
La stessa cosa avviene per gli altri due grandi trafori transalpini: quello del Monte Bianco e quello del Frejus
In Italia si arriva ai due tunnel in autostrada 8addirittura quella che arriva al Frejus la stanno attualmente ampliando) quando si è dall'altra parte, in Francia, bisogna percorrere decine di chilometri di strade di montagna prima di trovare un'autostrada

Queste sono cose che dovrebbero andare a nostro merito: è giusto notare che gli svizzeri stanno facendo il più lungo tunnel ferroviario del mondo (cui, però va detto, è stata data un'accellerata nell'iter dopo l'incidente mortale nel tunnel stradale del Gottardo) ma poi, come anche i francesi, non pensano a fare delle strade adeguate che portino ai trafficatissimi trafori alpini
Cosa che l'Italia ha invece fatto da anni...
 

·
Registered
Joined
·
136 Posts
Sempre in ambito Tv, mi hanno detto che stasera a Report (rai tre prima serata) parlano della metropolitana milanese in confronto a quella di NY Ahahahahahahahahahaha :eek2: Spero sia vero e non abbia capito male io :sleepy:
 

·
Registered
Joined
·
81 Posts
Si, solo che si parlerà non solo della metro, ma di tutti i servizi di trasporto di massa tra quello italiano e quello americano (in particolare credo che si parlerà di Milano vs. NY)... su www.report.rai.it spiegano i temi della puntata di oggi...non perdetevela! ;)
 

·
Tutto il resto è fuffa.
Joined
·
4,123 Posts
REPORT, puntata di stasera.

Si può giudicare il livello di efficientismo di un Paese da come tratta i propri pendolari, ovvero la propria forza lavoro che dalle periferie raggiunge la città con i mezzi pubblici? Sì, se si parte dal presupposto che un sistema di trasporto efficiente è alla base di una nazione economicamente avanzata.
Sappiamo che il sistema dei trasporti di terra (prevalentemente pubblici) italiano funziona a macchia di leopardo. Ma una valutazione è più semplice quando si fa un paragone con un altro Paese e Report lo ha fatto con il sistema dei trasporti degli Stati Uniti.
La comparazione è stata fatta tra le due capitali economiche (Milano e New York), e tra Roma e Bologna e due città del Texas, Houston e Dallas.
Milano non ha nulla da invidiare all’efficientismo di New York. Purtroppo il sistema ferroviario italiano, contrariamente a quello americano, penalizza tutti i pendolari, inclusi quelli lombardi.
Ovviamente un pessimo sistema ferroviario incentiva all’uso dell’automobile, congestionando il traffico, gravando sul portafoglio e sulla salute dell’ambiente.
Ed è su questo punto che l’Italia ha un punto di contatto con il Texas, lo stato del Sud patria delle multinazionali del petrolio dove – ovviamente - l’auto è il mezzo di eccellenza, dove i parcheggi sfigurano le città e i mezzi pubblici scarseggiano.
Consola soltanto in parte scoprire che il Texas può essere paragonato a Roma, la capitale, che penalizza fortemente i lavoratori e tutti coloro che vorrebbero un sistema di trasporti in linea con un paese civile. Ma Roma è una capitale di un paese avanzato con un sistema di mezzi urbani da Terzo mondo. Un paese, però, senza differenze quando deve aspettare (a lungo) un taxi. Il taxi infatti è un sistema di trasporto pubblico che, a differenza degli Stati Uniti, da noi è elitario e spesso inaccessibile. A New York l’amministrazione ha recentemente venduto seicento nuove licenze di taxi e non c’è stato alcun blocco del traffico o rivendicazione di piazza. Il sistema è competitivo e i prezzi più economici.
Infine: quanto sono civili gli italiani quando devono parcheggiare?
Mentre negli Stati Uniti (perfino in Texas) non si vede mai un’auto parcheggiata in prossimità di una fermata di un autobus, in Italia invece… Si sa
 

·
DIABOLIKVS
Joined
·
39,324 Posts
Stasera Report non me lo perdo!!!

Comunque voglio dire una cosa ex ante:
Questa storia che Roma avrebbe un sistema di trasporti "da terzo mondo" mi comincia a stare sui cogl.....
Mi sa tanto di luogo comune, a Milano c'è la nebbia, a Londra lo smog, a L.A. le gangs, a Rio le ballerine, a Roma un sistema di trasporti da terzo mondo!!

Ora, lungi da me voler sostenere che il sistema romano di trasporti sia adeguato alle esigenze, tutt'altro!!
Ce n'è da fare e da costruire!
Però mi chiedo quante città del terzo mondo abbiano 37Km di metropolitana, 470 Km di ferrovie metropolitane, 50 km di tram, 1 linea di filobus, 1600 autobus di cui 50 elettrici, 1600 pullmann regionali e persino una linea di bateau mouche.
 

·
Registered
Joined
·
2,154 Posts
Roma,a parer mio,ha un sistema di bus che fa paura e che NESSUNA altra città ha:il servizio è capillare,economico e i bus comodi e moderni.Poi,facile dire che non ha metrò.voglio vedere quante città hanno il sottosuolo di Roma!!!Nella capitale scavi 2000 anni di storia.Poi le ferrovie metropolitane sono bellissime e il nuov tram è veramente efficiente.A mio avviso non si può giudicare il sistema di trasporto di una metropoli semplicemente basandosi sulla estensione delle sue linee metropolitane,perchè,all'infuori di quelle,Roma ha tutto!
 

·
DIABOLIKVS
Joined
·
39,324 Posts
sts said:
Roma,a parer mio,ha un sistema di bus che fa paura e che NESSUNA altra città ha:il servizio è capillare,economico e i bus comodi e moderni.Poi,facile dire che non ha metrò.voglio vedere quante città hanno il sottosuolo di Roma!!!Nella capitale scavi 2000 anni di storia.Poi le ferrovie metropolitane sono bellissime e il nuov tram è veramente efficiente.A mio avviso non si può giudicare il sistema di trasporto di una metropoli semplicemente basandosi sulla estensione delle sue linee metropolitane,perchè,all'infuori di quelle,Roma ha tutto!

Il sistema autobus di Roma è trai più vasti d'Europa.
Ovvio: non avendo metro adeguati nè tram, in qualche modo si deve supplire!!

Gli autobus di Roma sono economici, anche troppo.
Infatti se vuoi pagare paghi, altrimenti nessuno ti dice nulla ed il servizio diventa gratis (i controllori sono come le mosche bianche).
Questo, ovviamente, comporta problemi di sovraffollamento.
Negli orari di punta sugli autobus di Roma si sta come le sardine nelle scatole: uno sull'altro.
Spesso, in prossimità delle scuole, si vedono intere comitive di ragazzetti prendere d'assalto il mezzo.
Se qualcuno si prendesse la briga di chiedere loro il biglietto, certi assalti di ragazzetti probabilmente non li vedremmo e forse gli autobus sarebbero molto meno affollati.

I tram sono validi.
Ciononostante il nuovo jumbo-tram, del tipo in uso anche a Milano, soffre di una difettosità impressionante.
Alla fine sia a Roma che a Milano benediciamo tutti i tram vecchio modello, scomodi, antiquati, ma robusti come trattori diesel, sempre in corsa e che non si sfasciano mai.

Alcune linee di FM sono valide, altre sono una schifezza, alcune sono una vera merda, scusate il francesismo.
Anche qui, ci vorrebbero più controlli.
Sulla FM2, quella che dall'Abruzzo, passando per Guidonia e Tivoli, porta a Roma Tiburtina, alla Stazione Salone salgono in carrozza gli zingari del vicino campo nomadi, uno dei più grossi d'Italia.
Anche loro, come i più perfetti pendolari, tutte le mattine vanno a "lavorare" al centro, cioè a chiedere l'elemosina, a rubare nelle cassette dell'elemosina delle chiese, a fare piccoli furtarelli nei supermercati ed a taccheggiare i turisti stranieri.
Immaginate voi la scena: un treno di pendolari già pieno, dove ad un certo punto entrano tutti insieme 150/200 tra zingari, zingaroni, zingarelle con il "pupo" in braccio, zingarone ciccione con 7 gonne per nascondere meglio la refurtiva e via dicendo...
Tutti notoriamente lindi e puliti come sanno essere i nomadi, e soprattutto assolutamente restii a "frugare" nelle tasche altrui in cerca di portafogli.
E guai a sostenere il contrario.
Il pendolare che, insudiciato e derubato, osasse sostenere il contrario, verrebbe come minimo tacciato di razzismo.

Ovviamente la situazione in breve tempo è diventata incandescente.
Operai che potevano essere di Rifondazione Comunista, intervistati sul problema, rilasciavano dichiarazioni degne del Ku Klux Klan.
Oneste madri di famiglia devotissime alla Madonna del Carmine, intervistate sul problema, auspicavano "soluzioni finali" e "deportazioni di massa".

Invece la soluzione è lì, semplice semplice: un cazzo di controllore, magari affiancato da un paio di agenti della Polfer.
E chi paga dentro, chi non paga resta fuori.
Ma forse la soluzione è troppo facile per essere anche presa in considerazione.
 
1 - 15 of 15 Posts
Top