Skyscraper City Forum banner
1 - 20 of 77 Posts

·
Registered
Joined
·
211 Posts
Discussion Starter · #1 ·
Apro questa discussione, di cui ben intendo i limiti intrinsechi, per parlare degli elementi architettonici degli edifici (per lo più esterni, ma volendo anche interni, purché non di case di abitazione private), che più trovate brutti e turbativi dell'estetica. So che parlare in assoluto di elementi brutti è difficile perché tutto dipende dal contesto (in questo senso il titolo della discussione è già in sé limitante).
Tuttavia, magari cercando di contestualizzare almeno un pochino, credo sia possibile enucluare alcuni elementi ricorsivi che nell'edilizia (spessissimo in quella contemporanea egemone dal dopoguerra ad oggi) sono fonte di inestetismi e disarmonie più o meno turbanti.

Inizio dicendo puntando il dito contro i primi due elementi che trovo terribilmente anti-estetici e disarmonici: le serrande e i balconi senza mensola.

Le serrande sono uno schiaffo storico alla splendida ed equilibrata persiana che ha caratterizzata a lungo l'edilizia classica in Italia. Quasi tutti i palazzi moderni, per ragioni di praticità manutentiva, si sono dotati di serrande di plastica che a mio avviso deturpano in maniera tremenda le facciate. Ancor peggio poi quando, come spessissimo accaduto, si sono andate a sostituire negli edifici storici le serrande alle persiane.

I balconi, specie se molto sporgenti, senza mensole, sono un altro colpo nell'occhio. Nati come progresso tecnologico (non necessità di inserimento delle mensole), si sono imposti come canone normale in tutta l'edilizia dal dopoguerra in poi (e anche prima già dagli anni '30-'40). Si tratta di una disarmonia estetica mostruosa che, salvo in alcuni rari casi in cui si adatta allo stile, stravolge la compattezza architettonica di un edificio.


Per ora mi fermo qui, ma ho tanti altri esempi per la testa che inserirò prossimamente.

A voi la parola.
 

·
Dietrich von Welschbern
Joined
·
7,328 Posts
Iniziamo dalla base. Ancora prima di serrande e balconi che sono elementi davvero architettonici, che rimandano all'architetto.

La cosa che mi disturba di più sono le doppie finestre, cioé l' aggiungere l'infisso esterno (fuori dalla tapperelle) invece che comprare un vetrocamera.. Un vizio tutto italiano che è presente ovunque nell'edilizia popolare e non del dopoguerra, ma anche nelle ville e nelle case d'alta borghesia degli anni '70-'80.

A Milano si vedono anche sui palazzi storici, a volte.

Come uno possa pensare di mettere dei doppi vetri, soprattutto quelli con gli infissi ramati...bleah...Il simbolo dell'Italietta.

vivino a casa mia sono comparsi dei doppi vetri su una villetta monofamiliare da 500mila euro costruita nel 2006. Allora non c'è speranza, ho pensato.
 

·
Dietrich von Welschbern
Joined
·
7,328 Posts
In a word:

T A P P A R E L L E

(Comunque le chiamiate. Sta roba qui: )

http://www.metaledil.it/wp-content/uploads/2013/01/tapparelle_home.jpg[/IM][/QUOTE]

In centro d'accordo, ma anche in zone semicentrali metterei la firma per avere tutte le finestre tapparellate nello stato in cui è questa
 

·
Registered
Joined
·
13,048 Posts
La odio.

la veranda



Si può parlare di elemento architettonico anche nel caso delle verande? visto che vengono aggiunte successivamente alla costruzione dai singoli condomini?
Mi riferisco ovviamente alla versione peggiore, alla sua più orrenda manifestazione urbana, quella sui balconi. Vero cancro delle nostre città, a mio avviso ben peggiore delle tapparelle di plastica.
Solitamente, almeno dalle mie parti, sono tutte una diversa dall'altra nel disegno e nei materiali (perché figuriamoci se in un condominio ci si può mettere d'accordo per far realizzare da un unico fabbro delle verande tutte uguali). Sorvolo sul fatto che molto spesso non le si trovano solo sui prospetti rivolti verso i cortili. E a volte sono apparse anche sui palazzi storici.
 
  • Like
Reactions: ocia87

·
Dietrich von Welschbern
Joined
·
7,328 Posts
^^ Ecco bravo, dopo i doppi vetri arriva la veranda, che ne è la conseguenza naturale. Detestabile. Nel mio condominio c'è divieto assoluto. Siamo in causa da anni con uno che le ha messe.

Doppie finestre con gli infissi del colore di cui sopra e verande sono il simbolo del menefreghismo piccolo borghese italiano, secondo me.

Magari il problema fossero le tapparelle, magari.
 

·
Registered
Joined
·
211 Posts
Discussion Starter · #8 ·
Iniziamo dalla base. Ancora prima di serrande e balconi che sono elementi davvero architettonici, che rimandano all'architetto.

La cosa che mi disturba di più sono le doppie finestre, cioé l' aggiungere l'infisso esterno (fuori dalla tapperelle) invece che comprare un vetrocamera.. Un vizio tutto italiano che è presente ovunque nell'edilizia popolare e non del dopoguerra, ma anche nelle ville e nelle case d'alta borghesia degli anni '70-'80.

A Milano si vedono anche sui palazzi storici, a volte.

Come uno possa pensare di mettere dei doppi vetri, soprattutto quelli con gli infissi ramati...bleah...Il simbolo dell'Italietta.

vivino a casa mia sono comparsi dei doppi vetri su una villetta monofamiliare da 500mila euro costruita nel 2006. Allora non c'è speranza, ho pensato.

D'accordissimo Fab! Infisso esterno terrificante. Specie se in alluminio :picard::picard::eek:hno:
In Molise, ad esempio, anche in moltissimi borghi molto graziosi e caratteristici hanno devastato le facciate con gli infissi esterni rigorosamente in alluminio dorato. Una roba devastante!!!!!!

Comunque tornando a serrande e balconi senza mensole, secondo me, la serranda in plastica (o tapparella come la volete chiamare) andrebbe proprio abolita per legge!! E' una roba oscena. Penso che chiunque potrebbe concordare con questo assunto.

Con i balconi me la prendo soltanto se smisurati rispetto all'edificio e soprattutto se costruito senza la grazia delle mensole di supporto. Le mensole sono tutto ragazzi. Basta quattro ricci in ferro battuto o in pietra o in stucco per cambiare completamente l'aspetto di un balcone.
 

·
Registered
Joined
·
211 Posts
Discussion Starter · #9 ·
Concordo anche con la veranda, un vero abominio, specie se in alluminio. Fa eccezione il Mirador spagnolo che è una sorta di veranda di antica origine che caratterizza tutta l'edilizia spagnola (essendone forse in assoluto il tratto più tipico che accomuna nord-sud-est e ovest della Spagna).
In quel caso però è l'edificio stesso che viene pensato per contenere il mirador, quindi si armonizza benissimo e non appare come un'aggiunta casuale e disordinata. Ovviamente poi i materiali, come sempre, giocano il ruolo di spicco. I miradores nel 90% dei casi sono in legno o in ferro (a parte le squallide riproduzioni moderne nello stramaledettissimo alluminio dorato).
 

·
Registered
Joined
·
13,048 Posts
L'alluminio dorato fa così anni '70, andrebbe bandito dalle nostre città, e andrebbe fustigato chi ancora tiene in catalogo roba di questo colore!!!
 

·
Dietrich von Welschbern
Joined
·
7,328 Posts
ma il fatto che una possa solo pensare ad una soluzione del genere...
 

·
Unità
Joined
·
10,358 Posts
Vediamo:
1) Finestre in metallo anodizzato. Infatti sono vietate a Venezia, ma ci metteranno un bel po' a sostituirle tutte


True colours * di Daisuke Ido, su Flickr

2) Veneziane (sono tendenzialmente vietate anche quelle a Venezia, nonostante il nome :lol:)


Intervallo... From my window di (il meo), su Flickr

3) Piastrelle di klinker. A Venezia non ci sono, a Milano deturpano la città


IMG_2375 di icofederico, su Flickr

4) Tendine verdi alle finestre


Tende da sole abitazione 1 di EasyGTLine.it & Gruppotenda.com, su Flickr

5) Grondaia di rame sulla facciata


Vico del Gargano, via dott. Mastromatteo, il baldacchino in legno a vista, con grondaia e canalina discendente in rame, non fa parte della tradizione vichese. di giannidemaso, su Flickr

6) Balcone di calcestruzzo a vista, soprattutto se rotondi. Ecco, immaginateveli sulle villette a schiera in Veneto!


Concrete balconies di quinn.anya, su Flickr

7) Curtain wall di vetro riflettente/dorato, a volte con elementi architettonici postmoderni



8) Rivestimenti di pietra sprecati, che il palazzo starebbe molto meglio senza


L'inverno dei palazzi di Luca Di Ciaccio, su Flickr

9) Condizionatori e parabole sulla facciata


Degrado di fe_pop on&off, su Flickr
 

·
Dietrich von Welschbern
Joined
·
7,328 Posts
A me lo stile dell'Antonveneta a Padova non dispiace. Pacchiano, ma è storia ormai.

Sede Axa a Boitsfort, Belgio

 

·
Dietrich von Welschbern
Joined
·
7,328 Posts
Le piastrelle di Klinker sono uno degli elementi che ti dicono quando entri in Lombardia, insieme ai condomini con l'ultimo piano mansardato. Entrambe queste caratteristiche compaiono a Brescia e trovano a Milano, soprattutto zona Lambrate, la loro apoteosi.

Qualcuno sa dirmi come mai?
 

·
Nerd Immunity
Joined
·
18,482 Posts
A me i condomini klinker non dispiacciono (tranne quelli visibili in treno dopo Lambrate), di solito erano riservati a condòmini di classe media medioalta, gli edifici infatti hanno un buon capitolato, ma sono tutti immancabilmente risalenti agli anni 70-80, con qualche precursore anni 60.

Odio quasi tutte le realizzazioni moderne e contemporanee in mattoni invece.
 

·
Nerd Immunity
Joined
·
18,482 Posts
I balconi esterni in muratura!!!

A partire da inizio anni zero sono diventati lo standard di tutte le ville, e di molti condomini.

Inguardabili. Appesantiscono in maniera invereconda qualsiasi volume.

 

·
Registered
Joined
·
617 Posts
Io quando vedo roba del genere giuro che sto male... questo pseudo neo-classicismo di colonne, colonnine e timpani che cozza con elementi architettonici squadrati lo trovo di una bruttezza delirante.

 

·
Registered
Joined
·
455 Posts
avete passato in rassegna un bel po' di elementi che ho sempre profondamente odiato :D mi sento più compreso. Alle varie verande abusive, antenne, piastrelle lucide, aggiungo che odio in particolare:
le TAPPARELLE BLU;
i Balconi IN GENERALE. specialmente quelli CONTINUI lungo tutto il perimetro dell'edificio (e qui in sicilia se ne trovano!) sia in muratura che in ringhiera; :eek:hno:
...Le strette cornici di marmo di certe finestre anni 50 / 60 (comunissime in campania), poste di taglio;

per finire preferirei che usassimo finestre piu verticali anzicché le solite aperture quadrate, insomma odio l'abbondanza del muro hehe

invece i vetri sul colore ambrato non mi dispiacciono, ma gli infissi pesanti che spesso li incorniciano sono da panico!
 

·
User
Joined
·
11,213 Posts
per me oscene le piastrelle (klinker e non solo) usate sugli esterni come se fossero le pareti di un cesso (cioè quasi sempre, fossero messe meglio in certi casi non sarebbero nemmeno male). E le fette di sasso più o meno levigato appiccicate alle pareti, sia quando ricoprono indiscriminatamente tutto un edificio, sia quando vengono usate solo per la zoccolatura, in contrasto totale col resto.
Ah, e a livello di disegni i timpani e le colonnine "in stile" semplificato, che siano in un edificio residenziale di medio livello del ventennio o in qualche riedizione di epoche successive (anche se dipende dal posto, in mezzo al deserto del Nevada può pure andare)
 
1 - 20 of 77 Posts
Top