SkyscraperCity banner
1 - 20 of 42 Posts

·
S.P.Q.R.
Joined
·
8,153 Posts
Discussion Starter · #1 ·
Il "terzo uomo" candidato alla segreteria del PD.

http://www.corriere.it/politica/09_...li_733ea066-6868-11de-86b2-00144f02aabc.shtml

IL PERSONAGGIO
Marino, «campione» dei laici
«Ma farò ancora il medico»

Oggi l’annuncio della candidatura del chirurgo al congresso: sui temi etici devono decidere gli iscritti


Ignazio Marino

ROMA — Più d’uno in questi giorni gli ha chiesto: «Se diventi segretario, che fai?». E lui, con un sorriso: «Chiederò di poter continuare a operare una volta alla settimana». Una battuta, ma fino a un certo punto. Ignazio Marino, il senatore-chirurgo, che oggi dovrebbe candidarsi ufficialmente alla segreteria del Pd, da quando è parlamentare va in ospedale a Verona la domenica, dorme lì, e poi torna il lunedì sera a Roma (questa settimana invece ha operato proprio ieri). E’ stata una delle condizioni che ha posto dopo che Massimo D’Alema, di cui è amico di famiglia, lo ha convinto a tornare in Italia, tre anni fa. Del resto, come ama spiegare lui, «in ospedale si sta a contatto con la vita normale: si parla con gli infermieri, i pazienti, i familiari, e così si capiscono i veri problemi della gente». Ma come mai un chirurgo di fama mondiale, un genio dei trapianti di fegato, un signore che ha collaborato con gli esperti di bioetica di Obama per la ricerca sulle staminali, decide all’improvviso di candidarsi alla guida di un partito in non eccellenti condizioni? Domanda obbligatoria. Risposta altrettanto obbligatoria (almeno per come la vede lui): «Io che non ho mai avuto una tessera di partito prima d’ora, che non vengo né dalla cultura della Margherita né da quella dei Ds nel Pd mi sento a casa mia, sono convinto che questa formazione possa imprimere una svolta al centrosinistra».

Prendere Marino per un ingenuo, però, sarebbe un errore marchiano. Il senatore-chirurgo è l’uomo che a un D’Alema furente con lui per la decisione di candidarsi ha risposto con queste parole: «Massimo, io sono anni che passo la mia vita tra fegati e sangue, pensi che possa avere ora paura di affrontare un confronto politico?». Che Marino non sia uno sprovveduto, nonostante non abbia mai fatto vita di partito, lo ha capito al primo incontro Goffredo Bettini: «Venne da me, che nel 2006 ero il capolista nel Lazio per il Senato, per prendere contatti. Gentilissimo, mi sembrò persino timido. Ma quando cominciò a parlare compresi subito che mi trovavo di fronte a una persona intellettualmente accorta e acuta, a un uomo che invece di usare tante frasi in politichese arrivava al cuore dei problemi con semplicità e facilità». Ecco, questo è il signore che ieri tutti gli ex democristiani, da Beppe Fioroni a Franco Marini, hanno criticato perché ancora ricordano la battaglia che ebbero con lui sul testamento biologico. A quell’epoca, Marino confidava a qualche senatore amico: «Quante volte le gerarchie ecclesiastiche mi hanno detto sui temi etici cose molto più coraggiose di quelle che vanno dicendo certi ex dc».

Già, perché il senatore-chirurgo, oltre a essere un cattolico (e un bravo scout da ragazzino) è anche in ottimi rapporti con le alte sfere della Chiesa. Sarà difficile, quindi, dipingerlo, nello scontro congressuale come una sorta di «Anticristo». E sarebbe sbagliato anche accusarlo di saper parlare solo di testamento biologico e di valori laici. E’ chiaro che a quei valori il senatore-chirurgo crede, ma ha delle idee ben precise pure sul Partito democratico che vorrebbe. Un partito che, magari, non potrebbe tener fuori dalla sua Direzione, come avviene adesso, un signore che offre le sue consulenze alla Casa Bianca. Perché, come dice uno dei pd che stanno lavorando alla sua candidatura, «sarebbe bene aprire sul serio alla società civile, anche e soprattutto a quella che non si fa cooptare». Marino sogna un Pd «senza correnti, che mescoli le culture e che faccia contare sul serio gli iscritti». Come? «Per esempio quando il partito, com’è accaduto sul testamento biologico, ha difficoltà a prendere una decisione, non riesce a scegliere, si deve affidare al dibattito tra gli iscritti. Possono decidere loro, con una consultazione».

Sul treno che lo riporta da Verona a Roma, però, Marino non vuole parlare della sua candidatura. Preferisce ricordare l’operazione che ha appena eseguito e smentire le voci malevole che lo vorrebbero in freddo con Umberto Veronesi per dissidi tra prime donne della medicina («È una persona verso cui provo un rispetto straordinario e lui per me ha una certa, come dire... tenerezza»). Comunque l’altro treno, quello che della sua candidatura è già partito. Il macchinista è il deputato romano Michele Meta, cui tocca il compito di organizzare l’operazione-Marino. Bettini guarda e sorride, dalla stazione: «Mi dipingono come uno che muove i fili di questa vicenda. Falsità. Chiunque lo conosce sa che la forza di Ignazio è Ignazio stesso». Da qualche giorno lo sa anche l’«amico» D’Alema: chi vive in sala operatoria, «tra fegati e sangue», acquista inevitabilmente la determinazione necessaria ad affrontare lo scontro con*gressuale.

Maria Teresa Meli
04 luglio 2009
 

·
S.P.Q.R.
Joined
·
8,153 Posts
Discussion Starter · #4 ·
Biografia

È il primogenito di tre fratelli (due sorelle oltre a lui), sposato con una figlia. Si è laureato in Medicina e Chirurgia a Roma, all'Università Cattolica. Ha lavorato nei centri trapianti di Cambridge (il Transplant Center dell'Università di Cambridge) e di Pittsburgh (il Pittsburgh Transplantation Institute dell'University of Pittsburgh).

Nel 1992 è stato nominato Direttore Associato del National Liver Transplant Center del Veterans Affairs Medical Center di Pittsburgh, l'unico dipartimento per trapianti d'organo appartenente al Governo degli Stati Uniti. Nel 1999 ha fondato l'ISMETT a Palermo, il primo centro trapianti di fegato in Sicilia - grazie a un rapporto di collaborazione fra l’University of Pittsburgh Medical Center e il governo italiano - di cui è stato il direttore e l'amministratore delegato.

Nel 2001 ha eseguito il primo trapianto italiano in un soggetto sieropositivo in terapia HAART. Nel 2002 ha lasciato la posizione di professore di chirurgia presso l'University of Pittsburgh ed è diventato professore di chirurgia presso il Jefferson Medical College di Filadelfia. Ha una casistica personale di oltre 650 trapianti ed è autore di 635 pubblicazioni e di 3 libri scientifici.

Nel 2005 ha pubblicato un saggio per la collana Le Vele di Einaudi intitolato Credere e curare, che tratta della professione di medico e dell’influsso che su questo mestiere ha la fede, intesa anche come credo religioso ma soprattutto come passione, solidarietà ed empatia verso gli altri. Nel 2007 ha pubblicato un saggio edito dalla fondazione Italianieuropei e intitolato “Sistema salute. Analisi e prospettive per il futuro della sanità italiana”. Nel 2008 ha pubblicato per la collana “I Mestieri della Scienza” di Zanichelli il libro “Idee per diventare chirurgo dei trapianti. Una corsa fra la vita e la morte”.

Nel 2005 fonda Imagine Onlus, un'organizzazione internazionale non-profit che opera nel campo della solidarietà internazionale con particolare attenzione alle tematiche della salute. Inoltre, è anche membro dell’Editorial Board di Transplantation, Liver Transplantation, Clinical Transplantation e di altre 9 riviste scientifiche internazionali. Nel marzo 2006 si è candidato come indipendente nelle liste dei Democratici di Sinistra per il Senato; nell’aprile 2006 è stato eletto Senatore della Repubblica Italiana e dal 6 giugno 2006 è stato presidente della XII Commissione Igiene e Sanità.

Rieletto a Palazzo Madama alle elezioni politiche del 2008 con il Partito Democratico, è attualmente presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sull'efficacia e l'efficienza del Servizio Sanitario Nazionale, e membro della Commissione igiene e sanità del Senato. Come medico e uomo politico Marino, di fede cattolica, afferma di avere una visione laica della politica e di mantenere sui temi etici una linea indipendente.

Il 16 gennaio aderisce all'appello lanciato dal Partito Radicale Transnazionale che, sull'esempio di quanto fatto negli Usa dal comitato inaugurale di Barack Obama, invita i cittadini italiani a dedicare un giorno di servizio alla propria comunità.

Il 3 luglio del 2009 annuncia l'intenzione di candidarsi alla segreteria del Partito Democratico.
 

·
Banned
Joined
·
16,224 Posts
il kirurgo komunista on s' era mai visto, prima d' ora.

proprio ciò che serve al Partito Disfattista: uno spostamento ancora più a sinistra ed un ritorno alla cosa rossa, eccellente :eek:kay:

intanto Rutelli ed i cattolici prendono giustamente (cosa mi tocca dire, sic..) le distanze.

è proprio un progetto fallimentare, nei fatti, nelle azioni, nelle piattaforme programmatiche e soprattutto nei risultati.

meglio così.
 

·
Banned
Joined
·
16,224 Posts
Inchiesta Bari: associazione a delinquere per ex manager Asl

Roma, 3 lug (Velino) - L’ex manager della Asl di Bari, Lea Cosentino, è accusata anche di associazione per delinquere e corruzione. L’ex direttrice generale dell’azienda sanitaria è stata infatti interrogata oggi dal pm Desirè Digeronimo, titolare della seconda inchiesta sulla sanità, diversa rispetto a quella condotta dal pm Pino Scelsi. Il pm Digeronimo infatti coordina un’inchiesta della direzione distrettuale antimafia del capoluogo pugliese. L’ex direttrice della Asl, indagata per turbativa d’asta nell’indagine condotta da Scelsi, è stata invece interrogata oggi dall’altro magistrato inquirente che le ha contestato i reati di associazione per delinquere e corruzione. Sospesa dal servizio nei giorni scorsi in seguito alle iniziative avviate dal presidente della giunta regionale Nichi Vendola per “arginare” le conseguenze politiche dell’inchiesta su appalti e forniture nel settore della sanità pugliese, nei confronti di Lea Cosentino la regione ha avviato un procedimento di decadenza dall’incarico.

Nei giorni scorsi i due pubblici ministeri, Scelsi e Digeronimo, in seguito ad una riunione operativa con il procuratore capo Emilio Marzano, hanno avviato la procedura di coordinamento tra le rispettive inchieste, come previsto dall’ordinamento giudiziario in caso di indagini collegate. Nell’inchiesta condotta da Scelsi, i reati ipotizzati nei confronti di Lea Cosentino si riferiscono ad appalti assegnati ai fratelli Gianpaolo e Claudio Tarantini, anche loro indagati, tra il 2008 e il 2009. Gli inquirenti, in particolare, contestano all’ex direttrice generale Asl la conoscenza e la frequentazione dei fratelli Tarantini. Gli investigatori hanno accertato che la Cosentino ha anche soggiornato, per un periodo, in Sardegna dove i Tarantini avevano preso in affitto una villa. A questo proposito però i legali della direttrice generale hanno precisato che il soggiorno in Sardegna è avvenuto interamente a spese della dirigente.

Mentre l’inchiesta della Dda riguarda la Techno Hospital e la Global System Hospital, due società dei fratelli Tarantini che secondo il pm Digeronimo sarebbero coinvolte in un giro di tangenti in cambio di appalti per forniture sanitarie a diverse strutture pubbliche, il pm Scelsi, dal canto suo, ha invece interrogato l’imprenditore Enrico Intini, anch’egli indagato per turbativa d’asta in “concorso” con l’ex manager Lea Cosentino. Secondo l’accusa Intini avrebbe tentato di “pilotare” un appalto per il servizio di pulizia nell’azienda sanitaria. Un appalto poi mai affidato. Per questa vicenda sono indagati inoltre, per lo stesso reato, uno dei due fratelli Tarantini, Gianpaolo, e il titolare di un’azienda si servizi, Cosimo Catalano. Ma questo troncone d’inchiesta coinvolge anche, per vicende diverse, il primario della seconda cilinca ortopedica del Policlinico di Bari Vittorio Patella e la direttrice del centro di riabilitazione “Corbero”, Ilaria Tatò.

Infine, c’è da registrare una “new entry” nell’inchiesta della Dda, quella del pm Digeronimo, che conta complessivamente 15 indagati tra i quali l’ex assessore regionale alla Salute, Alberto Tedesco, dimessosi a febbraio scorso in seguito al suo coinvolgimento. Proprio in riferimento alla posizione dell’ex assessore è stato iscritto nel registro degli indagati, con l’accusa di false dichiarazioni al pm, il direttore generale del Policlinico di Bari Vitangelo Dattoli. Secondo il pm avrebbe rivelato, nei mesi scorsi, all’allora assessore Tedesco l’esistenza di un’indagine nei suoi confronti. La circostanza sarebbe emersa nel corso di una telefonata intercettata dagli investigatori. Convocato dal pm Digeronimo come testimone su tale circostanza, avrebbe reso dichiarazioni false e perciò la sua posizione si è “trasferita” nel registro degli indagati.

http://www.ilvelino.it/articolo.php?Id=892684



ora però c' è il kirurgo :eek:kay:
 

·
Banned
Joined
·
12,449 Posts
Questo qui secondo me sta aspettando che Silvio si accorga di lui e gli offra la direzione del Tg4 al posto dell'ormai 78enne Fede, oppure mira a diventare il maggiordomo di Arcore. Non si spiega diversamente tanta devozione e tanto astio nei confronti della sinistra. In questo batte anche Fede. Veramente da Guinness dei primati, un troll ormai istituzionalizzato. Uno di quei personaggi che vorresti incontrare di persona per chiedergli un autografo... :lol:
 

·
L'Imperatore Perverso
Joined
·
4,173 Posts
Se fanno le primarie prenderò seriamente in considerazione di votare per Ignazio Marino.
Condividevo in pieno tutto quanto diceva durante la vicenda di Eluana Englaro. Si annuncia anche un ticket
 

·
Downtown User
Joined
·
2,056 Posts
il kirurgo komunista on s' era mai visto, prima d' ora.
peggio, molto peggio! é un Kattivo Kirurgo Katto Komunista Kon Krudeltà Krushovian-Klerikale!! attento, le nostre libertà fondamentali sono in serio pericolo, le bollirà con i bambini e userà le ceneri per i suoi oscuri riti medico-liturgici da intellettualoide elitario e snob che porteranno ad un inevitabile aumento delle tasse.
...menomalechesilvioc'è

:eek:hno::eek:hno:


ora il commento serio
interessante il fatto che si tratti non tanto di un esponente apartitico, ma di uno esterno alle oramai obsolete diatribe DL-DS che sostiene l'idea del PD come un polo riformista.
sicuramente sul fattore personale vale molto più degli altri due, bisogna vedere però se sa dimostrare il carisma necessario a guidare il PD.
non so quante possibilità avrà di farcela, in base a come si comporterà durante l'estate vedrò se dargli il mio voto alle primarie.
comunque sia complimenti per il coraggio della scelta e per il profilo personale eccellente.
 

·
Banned
Joined
·
4,952 Posts
il kirurgo komunista on s' era mai visto, prima d' ora.
pensa ad essere operato da uno così.

io proporrei, anche per i chirurghi, oltre che per i magistrati, una prova psico-attitudinale, un test psico-ideologico dal quale risulti l'assoluta idoneità ad operare di un soggetto che ha la vita di una persona tra le proprie mani.

menomalechesilvioc'è.
 

·
Banned
Joined
·
16,224 Posts
Questo qui secondo me sta aspettando che Silvio si accorga di lui e gli offra la direzione del Tg4 al posto dell'ormai 78enne Fede, oppure mira a diventare il maggiordomo di Arcore. Non si spiega diversamente tanta devozione e tanto astio nei confronti della sinistra. In questo batte anche Fede. Veramente da Guinness dei primati, un troll ormai istituzionalizzato. Uno di quei personaggi che vorresti incontrare di persona per chiedergli un autografo... :lol:
ma come, non eri "non di sinistra"? e poi? chi critica un personaggio di sinistra è "troll"?
dritto da Genius, nemmeno meriti risposta :)

Smettila di trollare e leggiti la biografia.

Laureato in Medicina e Chirurgia a Roma, all'Università Cattolica.
anche te? il solito, democratico pensiero che "chi non la pensa come me, è troll"?

il troll sei te che non favorisci il dissenso altrui.

pensa ad essere operato da uno così.

io proporrei, anche per i chirurghi, oltre che per i magistrati, una prova psico-attitudinale, un test psico-ideologico dal quale risulti l'assoluta idoneità ad operare di un soggetto che ha la vita di una persona tra le proprie mani.

menomalechesilvioc'è.
te hai già provato?
 

·
S.P.Q.R.
Joined
·
8,153 Posts
Discussion Starter · #14 ·
anche te? il solito, democratico pensiero che "chi non la pensa come me, è troll"?
Sei andato OT più volte postando articoli che non hanno nulla a che vedere con Ignazio Marino con il solo intento di provocare. Questo è trollare, non vedo perchè non dovrei fartelo notare.
 

·
Banned
Joined
·
16,224 Posts
Sei andato OT più volte postando articoli che non hanno nulla a che vedere con Ignazio Marino con il solo intento di provocare. Questo è trollare, non vedo perchè non dovrei fartelo notare.
allora ti audodefinisci troll in quanto nel Thread del Governo posti roba totalmente OT, solo che la tua arroganza deve essere sempre ben accetta. parlar male degli altri va sempre bene, ma guai a chi tocca Marino: egli è Troll.

che dire..un altro bel copia-incolla a chi so io, così...per gradire :)
 

·
S.P.Q.R.
Joined
·
8,153 Posts
Discussion Starter · #16 ·
allora ti audodefinisci troll in quanto nel Thread del Governo posti roba totalmente OT
Posto articoli che riguardano il Capo del Governo, e sono perfettamente IT.
Mi spieghi cosa c'entra l'inchiesta di Bari con la candidatura di Ignazio Marino alle primarie per la segreteria del PD? E la folle accusa a Marino di voler insabbiare la sanità pugliese, secondo te come va presa se non come una provocazione?
 

·
Banned
Joined
·
16,224 Posts
L' Invincible Armada:

Segreteria Pd, Marino: «Mi candido»

http://www.corriere.it/politica/09_...1de-86b2-00144f02aabc.shtml?fr=box_primopiano

Pd: Donzel (Vda) appoggia candidatura Franceschini

http://www.ansa.it/site/notizie/regioni/valledaosta/news/2009-07-04_104386472.html

PD: FIORONI, CON FRANCESCHINI PERCHE' E' IL NUOVO

http://www.libero-news.it/adnkronos/view/148585

PD: RUTELLI, BASTA LEADER SOLITARI E SONO PREOCCUPATO PER IL CONGRESSO

http://www.adnkronos.com/IGN/News/Politica/?id=3.0.3507441400

Pd, il duello D'Alema-Veltroni allontana il dibattito sulle riforme

http://www.ilsole24ore.com/art/Sole...e9-11de-bb24-784de86f3209&DocRulesView=Libero

:lol:
 

·
Banned
Joined
·
16,224 Posts
Tangenti petrolio: chiusa inchiesta

Tra gli indagati deputato del Pd Salvatore Margiotta

Il pm di Potenza ha chiuso le indagini preliminari su presunte irregolarita' negli appalti per le estrazioni petrolifere in Basilicata. Nell'indagine sono coinvolte 35 persone e una decina di societa'. Tra gli indagati, alcuni dirigenti della Total Italia Esplorazione e produzione (concessionario pubblico per una parte dei giacimenti), il deputato del Pd Salvatore Margiotta e l'imprenditore Francesco Rocco Ferrara, ritenuto dall'accusa personaggio chiave dell'inchiesta.

http://www.ansa.it/site/notizie/awnplus/topnews/news/2009-07-04_104386254.html
 

·
Banned
Joined
·
12,449 Posts
ma come, non eri "non di sinistra"? e poi? chi critica un personaggio di sinistra è "troll"?
dritto da Genius, nemmeno meriti risposta :)
E' da condannare il modo, non quello che dici.

Ma poi che significa "dritto da Genius"? Niente niente credi che chiunque non parli il tuo linguaggio sia da mandare in brig list?

Ma poi, dicci di più: com'è la tua giornata? Possibile che stia 24 ore davanti a quel computer a copiare dai giornali, a scrivere critiche sulla sinistra (ma pure fosse la destra sarebbe la stessa cosa), a rispondere puntualmente a tutti... non c'è altro da fare dalle tue parti? C'era un film di Tognazzi in cui c'era un personaggio simile a te, ma non ricordo se era "il commissario Pepe" oppure "venga a prendere un caffè da noi". Forse era il primo...
 
1 - 20 of 42 Posts
Top