SkyscraperCity banner
1 - 20 of 89 Posts

·
DIABOLIKVS
Joined
·
39,374 Posts
Discussion Starter · #1 ·
Non è solo la bellezza l'unico pregio del treno MLX01, al suo primo viaggio di prova in Giappone. Si tratta di un convoglio elettrico a levitazione magnetica in grado di 'volare' a una velocità di 580 km orari, record riconosciuto anche dal Guinness. MLX01 non ha parti che ruotano, se non una serie di pneumatici su cui poggia quando è fermo o procede a bassa velocità. A farlo muovere è la spinta della differenza di polarità fra i magneti all'interno del 'binario' e quelli sul treno stesso, che dopo un avvio a 160 Km/h lo sollevano perché viaggi a circa dieci centimetri dal suolo: la sensazione è quella di volare, come su un aereo. Unico inconveniente, l'eccessivo rumore all'interno dell'abitacolo a causa dell'impatto con l'aria, meno rarefatta che in alta quota

















 

·
DIABOLIKVS
Joined
·
39,374 Posts
Discussion Starter · #2 · (Edited)
Anche noi in Italia abbiamo treni bellissimi.

Questo gioiello degli anni 20 in uso sulla Roma-Pantano ad es.





ALTRO CHE I MAGLEV GIAPPONESI!!

E questo invece era in servizio sulla Roma -Lido fino a pochi anni fa.



Poi hanno visto che i giapponesi, poverini, crepavano di invidia di fronte a questi capolavori ed allora, per meri scopi umanitari verso gli amici dagli occhi a mandorla, hanno deciso di sospendere siffatti gioielli dal servizio.

Solo sospendere però, non rottamare, chè, non si sa mai....a volte basta una bella ripulita....una "revampizzata"....ed il pendolare è servito!!
 

·
suburban bishop
Joined
·
7,768 Posts
La tecnologia a levitazione magnetica offre il vantaggio di una sicurezza intrinseca impossibile per i treni con le ruote. Il convoglio abbraccia il binario ed è impossibile che deragli. Vi ricordate l'incidente dell'ICE tedesco anni fa? Una singola ruota di una carrozza per un difetto deragliò trascinando vari vagoni a sfracellarsi contro il pilastro di un viadotto (abbattuto dal treno), con un'ottantina di morti mi pare.
L'inconveniente della levitazione magnetica credo che risieda nel pauroso consumo di corrente, per far levitare il treno e farlo correre a grandi velocità.
 

·
virtual
Joined
·
5,852 Posts
In Giappone la tecnologia a levitazione magnetica si basa su una guida "a U" con magneti montati lungo i bordi laterali del binario-canale guida. Il treno quindi viaggia tra due muretti di cemento e nella forma differisce di poco da un treno tradizionale, tanto che si sta vagliando l'ipotesi di far camminare i MagLev anche sulle tradizionali linee ferrate, rendendo più appetibile e più economico lo sfruttamento commerciale.
I Maglev giapponesi sono quelli che attualmente detengono il record di velocità sebbene non abbiano ancora alcuno sfruttamento commerciale.
http://linear.jr-central.co.jp/goods/qt/1_hight.mov



In Germania invece le infrastrutture e i treni sono diversi: una piattaforma-binario attorno alla quale si sviluppa la struttura del treno. Da un punto di vista meramente visivo l'impatto è superiore (l'infrastruttura sopraelevata e la forma dei treni, in special modo la forma del "carrello" che abbraccia il binario, conferiscono al MagLev tedesco una enorme spettacolarità) e, sebbene tali treni abbiano una adattabilità praticamente nulla (possono viaggiare solo sulle linee dedicate) hanno raggiunto una maturità tale da consentirne lo sfruttamento commerciale grazie alla enorme sicurezza, comfort ed efficienza dei treni.
La prima (e finora unica) linea MagLev ad alta velocità al mondo è infatti quella di Shanghai, costruita con tecnologia tedesca (come si vede benissimo nelle foto postate da Pavlvs), e la maggior parte dei futuri progetti di linee maglev si basano sul know-how teutonico (vedi linea Londra-Glasgow e forse anche SwissMetro).
 

·
virtual
Joined
·
5,852 Posts
marmox said:
Chissà come se la cavano con gli scambi.

In questa foto mi sebra di vedere la zona di un probabile scambio:
[omissis]
Forse richiede il movimento rotatorio di tutta l'area?
In effetti è proprio uno scambio. I due tratti di tracciato più scuro (in alto a sinistra e in basso a destra) infatti non sono in cemento bensì sono delle strutture modulari in acciaio. Quattro elettromotori permettono il movimento del segmento mobile deformandolo, ed altri cinque elettromotori ne assicurano l'ancoraggio col segmento fisso.

Ecco ad esempio uno scambio sul test track tedesco.


Lo stesso scambio di prima ma visto dal basso:
Zoom
Zoom
 

·
virtual
Joined
·
5,852 Posts

·
suburban bishop
Joined
·
7,768 Posts
^^
rispetto ad una ferrovia tradizionale è un'operazione molto più complessa, un linea MagLev dovrebbe ridurre al minimo il numero di scambi credo.
 

·
No More Italian Mod
Joined
·
39,863 Posts
Bhè, se in linea teorica le linee Maglev raggiungessero un'estensione paragonabile a quella delle linee su ferro tradizionali, il moltiplicarsi del numero degli scambi, dei nodi e quant'altro sarebbe normale

In linea teorica esiste una soluzione tecnica, invece, per due linee di Maglev che si incrociano a raso?
 

·
Moderator
Joined
·
7,748 Posts
Del primo messaggio di Pavlvs, ovviamente solo la seconda foto mostra uno dei prototipi giapponesi, gli altri sono tutti Transrapid (circuito di prova di Emsland o linea commerciale di Shanghai).

Un incrocio a raso tra due Transrapid è impossibile, a meno di non usare lo stesso principio degli scambi (un binario che ruota). Nel sistema giapponese neanche, se non a bassa velocità quando corre su binari più o meno tradizionali.

Se i giapponesi riuscissero veramente a far correre un maglev su binari tradizionali, sarebbe sicramente un grande vantaggio per la diffusione di tali sistemi.
 

·
Registered
Joined
·
1,235 Posts
Ma difronte a queste nuove tecnologie che senso ha la TAV o il TGV. Ammodernandoci resteremo indietro.
 

·
No More Italian Mod
Joined
·
39,863 Posts
^^
Io penso invece che non abbia senso fare il maglev: è una rete del tutto diversa da quella tradizionale, con costi di realizzazione e gestione impossibili
E una competitività tutta da dimostrare rispetto all'aereo o all'Alta Velocità tradizionale

E' certo affascinante, ma credo che stenterà a decollare in tutti i paesi per questioni tecniche e di costo (a meno che, come ipotizzava Coccodrillo, non si trovi un modo per rendere il maglev compatibile con le vecchie reti, anche con delle modifiche alle stesse...)
 

·
suburban bishop
Joined
·
7,768 Posts
^^
Strabiliante! Ma in Giappone è l'anno 2006?
 

·
Registered
Joined
·
691 Posts
CAESARS-PALACe said:
filmato del Maglev MLX01 in Giappone :clown: :clown:



http://video.google.com/videoplay?docid=2926400396387878713&q=maglev



.

Non ho parole ... Le riprese esterne del treno in corsa (soprattutto quella che viene ripetuta tre volte) sono allucinanti .. Anche il rumore del treno in corsa è sorprendente, ricorda vagamente l'aereo :drool:

Vi immaginate, ad esempio, una linea cosi' torino- Milano?

Tempo stimato : 15 minuti ..

Giappone sto arrivando :goodbye:
 

·
Николай
Joined
·
8,137 Posts
Io l'ho preso il Maglev train a Shanghai.

Devo dire che è fantastico. In 5 minuti fai 20 Km, dal Pudong Airport di Shanghai, fino ad una delle fermate della metropolitana (linea verde).
E comodo, veloce, silenzioso, ma anche costoso. Io ho speso 5 Euro li per fare il tragitto, che per i cinesi in Yuan sono una pura follia, difatti lo prendevano solo i turisti.

E stata comunque una mossa saggia costruire il Maglev li. La gente che arriva per lavoro dall'aereoporto prende il Maglev e va direttamente nel quartiere finanziario (Pudong appunto) prendendo la linea verde e senza complicarsi tanto la vita chiedendo in giro informazioni.

Un'ottimo mezzo di trasporto quindi.
Secondo me dovrebbe essere realizzato solo per brevi tratte, anche se nella stessa Cina si stà pianificando da diversi anni la realizzazione di una linea Shanghai-Hangzhou.
 

·
suburban bishop
Joined
·
7,768 Posts


Italia e Giappone, due mondi a confronto.

 
1 - 20 of 89 Posts
Top