SkyscraperCity banner
Status
Not open for further replies.
1 - 20 of 62 Posts

·
Registered
Joined
·
15,489 Posts
Discussion Starter · #1 ·
Il Parlamento di Lisbona approva il progetto: si adegua la lingua agli standard dell'ex colonia

RIO DE JANEIRO - È la lingua degli enigmi di José Saramago, o sussurrata al suono struggente del fado, ma è soprattutto quella urlata dalle mulatte di Jorge Amado e resa bossa nova da Vinicius de Moraes. Solo una decina di milioni di persone parlano portoghese là dove la lingua nacque, mentre nel resto del mondo sono ben 220, in gran parte brasiliani: era abbastanza scontato che chi dovesse soccombere nel processo di unificazione della lingua fosse proprio il Portogallo, e così è avvenuto. Non senza una certa fatica, venerdì il Parlamento di Lisbona ha approvato un accordo ortografico tra gli otto Paesi al mondo dove si parla portoghese. Oltre a Portogallo e Brasile, ci sono le ex colonie di Angola, Mozambico, Capo Verde, Timor Est, Guinea-Bissau e São Tomé e Principe. Nulla di davvero radicale — i cambiamenti riguardano solo una parte dell'ortografia — ma il Portogallo ci ha messo una decina di anni per cedere. Quasi tutte le modifiche spostano le regole verso l'uso brasiliano della lingua, assai semplificato da secoli.

Alla capitolazione si sono opposti fino all'ultimo i puristi dell'idioma, che hanno consegnato una petizione di 33.000 firme ai deputati di Lisbona affinché bocciassero la riforma. Ma non c'è stato niente da fare. Anni fa, quando una commissione fissò le nuove regole, venne deciso che l'applicazione sarebbe scattata con l'approvazione di soli tre Paesi, tra i quali non necessariamente il Portogallo. Poi, però, si è ritenuto doveroso aspettare il suo sì: «Siamo i padri della lingua portoghese, non i suoi padroni », ha detto il deputato Nuno Melo al momento di votare. In Brasile, con un certo orgoglio, si è commemorata la svolta ricordando che cade nell'anno del 200esimo anniversario dello spostamento della Corte reale da Lisbona a Rio de Janeiro, in fuga da Napoleone nel 1808. La colonia che diventava impero. Le modifiche ortografiche riguardano soprattutto accenti e trattini e l'eliminazione di lettere che nella pronuncia corrente sono andate perdute. Un esempio su tutti è la parola «selezione », che si scriverà ovunque «seleção», come i brasiliani chiamano tra l'altro le proprie squadre nazionali. Chi cambia di più è il Portogallo, con l'1,4 per cento delle parole contro appena lo 0,4 del Brasile. Su alcuni vocaboli, in mancanza di accordo, le differenze sui due lati dell'Atlantico verranno mantenute. Così come, ovviamente, sulla lingua di tutti i giorni, che differisce assai di più che quella ortografica. Probabile che traduzioni e doppiaggi di film restino separati, come già avviene adesso.

Nella tv, invece, l'egemonia della telenovela brasiliana non lascia scampo: già da decenni i portoghesi si sono abituati all'accento cantato dell'ex colonia, sui teleschermi per diverse ore al giorno. I fautori della riforma sostengono che i benefici saranno notevoli: dall'uniformità nelle ricerche via Internet al linguaggio giuridico internazionale. Una antica aspirazione lusofona è quella di vedere la propria lingua tra quelle ufficiali all'Onu (attualmente sono sei: inglese, mandarino, arabo, francese, russo e spagnolo). Chi invece non pare appassionarsi al tema e non vuole polemizzare è proprio José Saramago: «Io continuerò a scrivere come sempre - ha detto - Poi sarà un problema dei correttori di bozze».

Rocco Cotroneo
18 maggio 2008

http://www.corriere.it/esteri/08_ma...ua_938f6b64-24a5-11dd-80ae-00144f486ba6.shtml
 

·
Porta Ticinese User
Joined
·
172 Posts
nessuno scherzo, cosa c'è di strano?
 

·
suburban bishop
Joined
·
7,767 Posts
Gli Inglesi non parleranno Americano nemmeno fra mille anni.
 

·
Porta Ticinese User
Joined
·
172 Posts
si tratta di piccoli cambiamenti ortografici. tutto qui
 

·
moser user
Joined
·
8,129 Posts

·
virtual
Joined
·
5,852 Posts
Gli Inglesi non parleranno Americano nemmeno fra mille anni.
Peccato, la parlata britannica non è proprio il massimo. :(
 

·
ricercatore pampers
Joined
·
2,323 Posts
Peccato, la parlata britannica non è proprio il massimo. :(
Ma come?!? :bash:
Comunque spero che la Real Academia Española segua lo stesso esempio, il castigliano che parlano in Spagna nun se pò sentì :eek:hno:
 

·
Banned
Joined
·
1,308 Posts
Se il Portogallo non accettava la riforma ortografica sarebbe rimasto sempre più culturalmente isolato dal mondo lusofono.
Poi la quasi totalità delle produzione culturale in lingua portoghese è brasiliana.

Il Portogallo è soltanto una decina di milioni di persone qualche cosa come il 4% della popolazione di lingua portoghese ed ha una propria variante di lingua che man mano che il tempo passa diventa sempre meno comprensibile per gli altri lusofoni.

L'esempio con il Regno Unito non vale, resta pur sempre un paese di 60 milioni di persone con una produzione culturale fortissima e poi tra le due lingue inglesi la distanza è minore di quella che si sta (o stava) rischiando di creare tra le due lingue portoghesi.
 

·
virtual
Joined
·
5,852 Posts

·
YES
Joined
·
9,809 Posts
coccodrao, bisciao, la collaningya di sao pietru, saudaggge (saudade) obbrigado , sarò come falcao, obbrigado!!! :D
 

·
Ich bin Blau
Joined
·
3,025 Posts

·
Registered
Joined
·
9,901 Posts
Anche in Austria hanno fatto qualcosa di simile anni fa. Una cagata pazzesca!
 

·
Not cool
Joined
·
3,712 Posts
Peccato, la parlata britannica non è proprio il massimo. :(
Occhio! Sono molto sensibile al tema... ;)



:cry::cry::cry:
:bash::bash::bash:





:cheers:

che poi da Centro a Centre, ci si impiega un attimo. Perché andarsi ad impelagare in uno stronzo di center... Un po' di dignità! :D
 

·
Registered
Joined
·
915 Posts
Ma come?!? :bash:
Comunque spero che la Real Academia Española segua lo stesso esempio, il castigliano che parlano in Spagna nun se pò sentì :eek:hno:
Ormai ci sono delle regole commune; esiste una buona politica globale di cordinazione; comunque, che cadenza linguistica e ortografica deve tenersi conto?

Messicana
Colombiana
Argentina
Spagnola
Peruviana
Boliviana
Cilena.............etc,etc...perchè sono molto differenti...

E addiritura ci sono variazioni regionali all´ interno di ogni stato. A volte non capisco quello che parlano in Andalusia, per essempio...
 

·
Banned
Joined
·
228 Posts
Se il Portogallo non accettava la riforma ortografica sarebbe rimasto sempre più culturalmente isolato dal mondo lusofono.
Ehhh fijo mio sarebbe stata una traggedia...
voglio dire prima o poi tutti si separano , anche l'inglese d'Australia fra 400 anni sarà diventato incomprensibile all'inglese di Nottingham (sempre che esista ancora l'inglese di Nottingham) che senso ha voler mantenere un legame linguistico , oltretutto abortendo la propria parlata per scegliere quella del paese più popolato?
 

·
Porta Ticinese User
Joined
·
172 Posts
Ehhh fijo mio sarebbe stata una traggedia...
voglio dire prima o poi tutti si separano , anche l'inglese d'Australia fra 400 anni sarà diventato incomprensibile all'inglese di Nottingham (sempre che esista ancora l'inglese di Nottingham) che senso ha voler mantenere un legame linguistico , oltretutto abortendo la propria parlata per scegliere quella del paese più popolato?

ripeto: è solo una riforma ortografica, ossia vengono eliminati alcuni accenti per semplificare la lingua scritta. ciò non cambierà assolutamente niente ai fini della pronuncia che in portogallo continuerà a rimanere la stessa.
 

·
ain't one
Joined
·
2,846 Posts
^^ un esempio comparando il nuovo col vecchio? sono proprio curioso
 
1 - 20 of 62 Posts
Status
Not open for further replies.
Top