Skyscraper City Forum banner
1 - 20 of 229 Posts

·
Registered
Joined
·
59 Posts
Discussion Starter · #1 ·
Un televisore e altri elettrodomestici hanno preso fuoco in alcune abitazioni nella frazione Canneto di Caronia, in provincia di Messina, luogo già noto in passato per incendi inspiegabili di impianti elettrici e elettrodomestici.

Da anni ci si interroga sull'origine dei roghi che, senza alcuna spiegazione plausibile, si verificano dal 2003 nelle abitazioni della borgata.

Un incubo cominciato nel 2004. A farne le spese allora furono un centinaio di persone, costrette ad abbandonare le loro case e a rifugiarsi da parenti ed amici, riducendo così Canneto in una frazione fantasma.

Il sindaco Calogero Beringhi ha chiesto un intervento immediato al Presidente del Consiglio e al Presidente della Regione per cercare di indagare sui fenomeni che stanno interessando la zona. Da anni ci si interroga sull'origine dei roghi che, senza alcuna spiegazione plausibile, si verificano dal 2003 nelle abitazioni della borgata.

"Chiederemo di conoscere ufficialmente i risultati dello studio della commissione interministeriale che nel 2004 analizzo questi strani fenomeni, tutta la nostra comunità è di nuovo spaventata e disperata", dice il sindaco che da stamani si trova nelle case di alcuni suoi concittadini nella frazione di Canneto.

"Sono qui i tecnici della protezione civile, dell'Enel e i vigili del fuoco, e nessuno riesce a spiegare come una cesta con degli indumenti abbia preso fuoco. Tra l'altro si è incendiato uno dei nuovi impianti elettrici montati dai tecnici anni fa. Tutti ora temono di ripiombare nell'incubo del gennaio 2004 quando si ebbero decine di fenomeni di autocombustione".

"La commissione interministeriale - prosegue - non ci ha mai detto ufficialmente quali sono state le loro scoperte dal 2005 al 2007 adesso è giusto che la popolazione sappia cosa è accaduto e continua ad accadere". Solo in alcuni giornali furono pubblicate anni fa delle indiscrezioni sui risultati della commissione dove era emerso che Canneto di Caronia era stata colpita da fenomeni elettromagnetici di origine artificiale, capaci di generare una grande potenza concentrata, fasci di microonde ad altissima frequenza. Gli esperti si spinsero a ipotizzare la sperimentazione di un'arma militare.


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
 

·
Registered
Joined
·
6,567 Posts
La causa? Le esercitazioni che fanno gli americani con il loro.....laserone!!


 

·
Povero madonna user
Joined
·
11,156 Posts
Bah! Non so chi sia La Valle e se merita o no perculatio so però che quel problema pare reale.
Anche ammettendo che tutti si siano messi d'accordo è difficile che neanche uno decida di lasciarsi andare ad alcune esternazioni con qualcuno.
 

·
No More Italian Mod
Joined
·
39,869 Posts
Oltretutto si tratterebbe del primo caso di complottismo al contrario.
Cioè di quelli che di solito sono 'anticomplottisti' che credono a un complotto degli abitanti di quella zona; per cosa poi? per fare parlare di sè? Mah...

C'è qualcosa che non va, e bisogna indagarne le cause.

Che magari sono molto meno misteriose di quello che si creda
 

·
Registered
Joined
·
9,333 Posts
Bah! Non so chi sia La Valle e se merita o no perculatio so però che quel problema pare reale.
Anche ammettendo che tutti si siano messi d'accordo è difficile che neanche uno decida di lasciarsi andare ad alcune esternazioni con qualcuno.
:shifty::shifty:
 

·
Registered
Joined
·
9,333 Posts
Oltretutto si tratterebbe del primo caso di complottismo al contrario.
Cioè di quelli che di solito sono 'anticomplottisti' che credono a un complotto degli abitanti di quella zona; per cosa poi? per fare parlare di sè? Mah...

C'è qualcosa che non va, e bisogna indagarne le cause.

Che magari sono molto meno misteriose di quello che si creda
:shifty::shifty::shifty:
 

·
Orto contorto
Joined
·
12,084 Posts
Oltretutto si tratterebbe del primo caso di complottismo al contrario.
Cioè di quelli che di solito sono 'anticomplottisti' che credono a un complotto degli abitanti di quella zona; per cosa poi? per fare parlare di sè? Mah...

C'è qualcosa che non va, e bisogna indagarne le cause.

Che magari sono molto meno misteriose di quello che si creda
Io se avessi un arma segreta (creatore di campo elettromagnetico, o micronde o simili) magari lo proverei una volta in un paese, ma di sicuro non due volte...
 

·
Registered
Joined
·
6,567 Posts
Però fa impressione!!!

 

·
Florentine User
Joined
·
481 Posts
La cosa strana è che nei roghi sono coinvolti materiali sì facilmente infiammabili, ma non sempre vi sono conduttori nelle vicinanze...avevo visto di un fon prendere fuoco e in quel caso poteva trattarsi benissimo di un'onda elettromagnetica, ma qui? Una cesta di vimini in un armadio diamine..
 

·
Registered
Joined
·
59 Posts
Discussion Starter · #18 ·
Segnalo questa inchiesta de L'Espresso

http://espresso.repubblica.it/palazzo/2007/10/26/news/e-t-parla-siciliano-1.5734

Scorrendo le pagine del documento, sembra quasi di leggere la trama di un episodio inedito della serie di 'X Files'. La missione, questa volta, si svolge nel basso Tirreno. Il contenuto del dossier è estremamente serio: è localizzata qui, probabilmente attorno alle isole Eolie, la misteriosa "emissione elettromagnetica focalizzata e concentrata", della durata di pochi nanosecondi che ha generato i fuochi di Caronia.

Ecco finalmente il principale sospettato per i fenomeni di autocombustione nelle case di decine di siciliani, registrati dal gennaio del 2004, che hanno condotto nell'isola scienziati di tutto il mondo a caccia della soluzione del 'giallo dei fuochi spontanei'. Che, dopo tre anni di studi e rilievi tecnologici non ha più segreti, ma due inquietanti ipotesi stampate nero su bianco nel quarto rapporto riservato consegnato un mese fa dal gruppo di studio interistituzionale creato dalla presidenza del Consiglio nel 2005.

Un fascicolo riservato, consegnato a Palazzo Chigi al vertice della Protezione civile: la causa sono "test militari segreti o esperimenti alieni". Le formule utilizzate sono quelle di un testo da guerra dei mondi: "Tecnologie militari evolute anche di origine non terrestre potrebbero esporre in futuro intere popolazioni a conseguenze indesiderate. Gli incidenti di Canneto di Caronia potrebbero essere stati tentativi di ingaggio militare tra forze non convenzionali oppure un test non aggressivo mirato allo studio dei comportamenti e delle azioni in un indeterminato campione territoriale scarsamente antropizzato". Fantascienza?

Per spiegare le ragioni di più di 180 roghi spontanei con elettrodomestici staccati dalla rete elettrica improvvisamente in fiamme, navigatori satellitari squagliati e cellulari impazziti, padre Gabriele Amorth, nel 2005, scomodò persino il diavolo, dopo che gli scienziati del Cnr, dell'Istituto nazionale di geofisica e di laboratori di mezza Europa avevano alzato bandiera bianca. Il governo Berlusconi ci volle vedere chiaro e creò una task force con tecnici di carabinieri, aeronautica e Marina militare, insieme agli esperti della Protezione civile e a un ricercatore della Nasa ingaggiato negli Usa. Risultato: l'estensione del campo di indagine a 309 strani episodi verificati lungo l'asse tirrenico, ma anche nel canale di Sicilia, per i quali, dopo tre anni, sono state escluse tutte le possibili cause naturali.

Secondo gli esperti coordinati da Francesco Mantegna Venerando, il coordinatore regionale del comitato della Protezione civile siciliana, Canneto di Caronia è stata colpita da fenomeni elettromagnetici di origine artificiale, capaci di generare una grande potenza concentrata. Fasci di microonde a 'ultra high frequency' compresi nella banda tra 300 megahertz e alcuni gigahertz. Per produrre una simile quantità di energia una macchina dovrebbe raggiungere una potenza tra i 12 e i 15 gigawatt.
Dov'è posizionata la sorgente, però, non si sa. Una rete composta da decine di sensori, da due anni, dà la caccia all'impulso madre proveniente dal mare, un compito quasi impossibile dal momento che l'emissione dura lo spazio di qualche nanosecondo. E che la rete di monitoraggio si potrebbe spegnere presto: la direzione regionale della Protezione civile (ed è lo stesso Venerando a sottolinearlo) non ha ancora potuto rinnovare i contratti di manutenzione alle ditte incaricate di tenerli in efficienza.

C'è un triangolo delle Bermude a largo dell'isola? Difficile crederlo. Ma nel dossier sono finiti una serie di episodi senza alcuna spiegazione scientifica, accaduti negli ultimi anni nell'area del basso Tirreno. A partire dalla strana e gigantesca impronta, di forma rettangolare, lunga 40 metri e larga 15, ritrovata a pochi chilometri da Caronia, in un campo. Spiega Venerando: "Si erano bruciati a intervalli regolari solo i cespugli di ampelodelmos, una pianta a foglia larga che può aver fatto da recettore di onde. Le bruciature delle radici erano uguali a quelle trovate sui fili elettrici delle abitazioni, con i segni delle fiamme presenti in una sequenza dettata dai multipli del 4".

Il verdetto dei tecnici: segni compatibili con le emissioni di onde elettromagnetiche. Così come misteriosa è rimasta la causa che ha improvvisamente acceso il motore di un tir parcheggiato nel garage della motonave Toscana in navigazione da Palermo a Cagliari la notte tra il 18 e il 19 dicembre del 2005: ne è scaturito un incendio a bordo, il rientro della nave in Sicilia e numerose concitate telefonate tra la guardia costiera di Palermo e l'ufficio della Protezione civile che si occupa a tempo pieno dei misteri.

E nell'X File siciliano un posto di rilievo è dedicato alle foto impressionanti degli squarci su tre delle quattro pale dell'elicottero Sikorsky della Protezione civile in volo sul basso Tirreno, costretto a un atterraggio di emergenza senza avere apparentemente urtato contro nulla. Riferisce Venerando: "Nella casistica degli incidenti agli elicotteri non è mai successo un caso simile".

Potevano mancare gli Ufo? Eccoli infatti. Nel dossier gli avvistamenti siciliani sono numerosi, con le relative fotografie. Alcuni scatti sono talmente precisi che gli studiosi del gruppo interistituzionale hanno sviluppato, e allegato al dossier consegnato a settembre di quest'anno, dei grafici in rendering con la descrizione degli oggetti volanti. Così come le dichiarazioni degli abitanti di Caronia che giurano, da due anni, di ricevere la visita non gradita di oggetti volanti luminescenti ai quali in molti addebitano le fiamme comparse improvvisamente tra tende e materassi. Gli esperti costretti a fare la classifica dei misteri non si sbilanciano. Ma nel copione di X Files gli Ufo sono al secondo posto: seguono l'ipotesi della tecnologia militare segreta nella classifica delle potenziali sorgenti dell'onda che brucia. E pensare che proprio in Sicilia un tal Archimede si inventò gli specchi ustori. Che l'enigma sia ancora più antico?



Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk
 
1 - 20 of 229 Posts
Top