SkyscraperCity Forum banner

Italiano diventa quarta lingua più studiata al mondo.

14492 Views 646 Replies 59 Participants Last post by  picard_bs
Status
Not open for further replies.
1 - 19 of 19 Posts
Mah, mi pare strano che sia addirittua la quarta.
Comunque il tedesco, OGGETTIVAMENTE, fa cacare.

È una lingua sgraziata e cacofonica, non capirò mai chi la considera una bella lingua.
M'è diventata neutra: né caldo né freddo..
Se vuoi sentire qualche lingua europea brutta ti consiglio cose come il danese (già dalla grafia uscirai pazzo), l'olandese dei Paesi Bassi piú "stretto" (ma non il fiammingo) o qualche lingua slava come il bulgaro (non il russo che non è male)
:bash:

Il tedesco è una lingua bellissima, parrà sgraziata ai semplicioni che non la sanno parlare.

E' una lingua che sa essere forte e delicata allo stesso tempo, capace di esprimere dolcezza, emozioni, sensazioni con sfaccettature tali che in altre lingue non trovano un corrispondente nemmeno concettuale.
Ma semmai queste sono le sensazioni che il tedesco provoca a te. A me esprime tutt'altro che dolcezza. Lingua delicata poi...

Una cosa che ho sempre notato nei "fan" del tedesco, è che appena gli fai notare che è una brutta lingua da ascoltare, vanno su di giri.

Se non ti piace è perché sei un sempliciotto, provinciale, ignorante :lol:

Premettendo che fortunatamente siamo in un paese democratico, quindi a ognuno può piacere o non piacere quel che cavolo gli pare, io studio lingue, e discussioni del genere le affronto ogni giorno (purtroppo), tanto che ci ho rinunciato.

Ma ho goduto particolarmente quel giorno in cui il mio lettore di tedesco mi diede ragione :lol:

Fa cacare anche a chi la insegna, figurarsi.
Il volgo :lol:

Perdona DC, lui non ha una laurea in lingue come te, è un ignorante, un provincialotto.
"Dialetto del tedesco": queste parole mettono in mostra l'abuso che viene fatto dal volgo di certi termini linguistici
  • Like
Reactions: Lucio and Ampsicora
Io non sto perculando.
Alex, io parlo proprio dell'impressione che fa all'orecchio e stop. Sei tu che parli dei contenuti, per farci vedere che la sai più lunga, ma non c'entra nulla.

Sto parlando di estetica del suono. Il fatto che renda possibile esprimere concetti con più precisione che in altre lingue non la rende bella all'orecchio.

Sei tu che parli di cose che non conosci forse.
Il punto è che parli di qualcosa che non conosci.

Un conto è l'impressione che ti fa a orecchio, altro è esprimere giudizi di valore sul contenuto.

Già per la sola struttura grammaticale permette di esprimere concetti con una precisione che l'italiano si sogna.

Non a caso è la lingua della filosofia, e per molto tempo è stata la lingua della scienza in generale.
Bellissimo. Mi da proprio sensazioni di dolcezza.
Ich schreibe gerade o ich bin beim schreiben, o la forma composta: ich bin gerade beim schreiben.
È un comportamento inopportuno, se non lo capisci amen.
E da quando non fa parte del dizionario italiano? Non era un attacco diretto verso DC ma un attacco verso la società e l'istruzione che ignorano o utilizzano male termini come lingua, dialetto
Non mi sto ponendo sopra a nessuno ma avrò pure il diritto di criticare certe terminologie errate in un campo a cui sono appassionato; esempio: non capisco nulla di medicina e non mi permetterei di fare giudizi affrettati della minchia ; se lo facessi accetterei una critica
Il tedesco oggi non è molto più utile dell'italiano, a meno che tu non voglia vivere/lavorare in Germania.

La differenza è che la lingua italiana è molto più gradevole, piace all'estero e la si impara volentieri nonostante sia oggettivamente inutile, il tedesco invece fa cagare ai piú (i provincialotti, ignoranti e dementi) ed è anche inutile.

Non mi sorprende che l'italiano sia davanti al tedesco, mi sorprende che sia davanti a Cinese, Russo e Giapponese.
Chi studia l'italiano prima del tedesco dev'essere un po' demente (almeno che non abbia ragioni piú "serie") IMO
Quanti cliché..
Quindi il tedesco è utile per parlare con i tedeschi.

Ma dai? :lol:
Ma io il loro punto di vista lo capisco anche.

"Prova a lavorare nel turismo nel nord-est"..."prova a farti assumere da un'azienda nel nord-est". Certo, i legami economici tra quell'area del paese e la Germania sono enormi , chi lo mette in dubbio, ma il mondo non è mica il nord-est dell'Italia.

Io per esperienza diretta, posso assicurarvi che le lingue più ricercate oggi da chi vuole assumere sono russo e cinese, ma di gran lunga, oltre ovviamente all'inglese che è dato per scontato.
con austriaci e svizzeri, circa 120 milioni di persone nella parte più produttiva dell'europa. Più una certa influenza regionale sull'europa centro-orientale e scandinava.
Soliti pregiudizi e autoconvinzioni italiane, scusa se te lo dico.

La Germania è ai vertici mondiali per appeal, è fra i Paesi più attrattivi. E' il sinonimo, molto spesso, di tecnologia e manifattura di qualità. Efficienza. Rispetto delle regole. Ma anche Gemütlichkeit, se conosci il termine.

Per molti extra-europei, la Germania attrae anche per le sue tradizioni popolari (birra, feste popolari, eventi, calcio ecc).

Ai mondiali di calcio in corso vedi soprattutto i nuovi tedeschi sventolare entusiasti le bandierine tedesche: loro sono felicissimi di essere tedeschi, è il Paese che li accolti offrendo loro buoni salari, alto standard della vita, rispetto degli orari lavorativi, ecc.

E poi è un Paese pieno di cose da vedere, non mozzafiato come la Francia o l'Italia, ma il turismo in Germania fa numeri pazzeschi.

Guarda il thread fotografico della Germania su SSC e vedi se il numero di like è inferiore a quello dell'Italia.

Non si capisce allora come mai sia meno studiato dell'italiano.
Sarà, ma io invece ci vedo un complesso nei confronti del mondo germanico grosso come una casa.
Ti sforzi proprio a passare per provincialotto, ignorante ecc.
La Germania credo ovunque nel mondo sia sinonimo di successo, in primis in campo economico. Tecnologicamente poi spaccano il culo al pianeta intero. Sono un po' il Giappone d'Europa (ecco, mica come la Spagna...).

L'Italia vive un po' di stereotipi: a' pizza, o' mare, brava gente, città d'arte, buon cibo, bel clima, belle migne. Ma per il resto, stendiamo un velo pietoso.
non devi convincere me fab, se la germania è un brand di successo, l'Italia è un mostro di successo. Mai stato in un paese fuori dall'ue, tranne svizzera e sfigaz simile, dove ho avuto la percezione che la germania fosse un brand più popolare.
Ma anche la costiera amalfitana è molto famosa.
Ah, non la Sardegna.
Tu la solita cazzata su Napoli devi sempre dirla eh.

I dati del turismo a Napoli, specialmente post-crisi rifiuti, dicono proprio il contrario.

I turisti americani sono fra quelli con le più alte percentuali di crescita. Per non parlare di quelli che si riversano nelle località circostanti: Sorrento, Costiera, Pompei, Capri, Ischia.

Basterebbe farsi un giro per Napoli in questi giorni per rendersene conto.
Non ho contato gli ammerigani che mi hanno detto:

"I have been to Italy! I did a tour with Rome, Florence, Venice and Cinque Terre"

Praticamente meta obbligata, non so perchè. Batte tutto il resto in Italia: Milano, Torino, Napoli, quel che ti pare.

Napoli non ci mettono oramai piede neanche a pagarli
Appunto, si parlava dei madrelingua, e non arrivano nemmeno a 100.
Ma prendilo a pugni sto cogl1, un po' di crea e vedi come lo fai nero.
Ragioni come la sora carmela del secondo piano.
1 - 19 of 19 Posts
Status
Not open for further replies.
Top