Skyscraper City Forum banner
1 - 20 of 834 Posts

·
Николай
Joined
·
8,137 Posts
Discussion Starter · #1 ·
Jesolo (VE): Archivio 1

Progetti di Jesolo

Ho aperto questo thread per postare alcuni progetti della città di Jesolo, località balneare in provincia di Venezia, che in questi ultimi anni stà subendo diversi cambiamenti urbanistici e importanti opere di urbanizzazione.

Jesolo Lido Project - Richard Meier
in costruzione

The Jesolo Lido Project will be a landmark beachfront destination intended to draw guests to its residential and hotel components. The complex is comprised of Jesolo Lido Village (3 stories), set inland at the scale of the adjacent residential fabric, and three towers: Jesolo Lido Condominium Tower (23 stories), Jesolo Lido Residence Hotel Tower (13 stories), and Jesolo Lido Hotel Tower (13 stories) set on the ocean front. The Residence Hotel Tower will be oriented to afford the most luxurious apartments ideal distant views of Venice to the south. All of the high rise Towers are oriented on a north-south axis to maintain existing view corridors. The asymmetrically planned residential Village is accommodated to the east of this axis, thus the high-rise elements have been oriented so as to maintain views of the sea from the depths of the site.

Jesolo Lido Village
The low-rise, three-story residential Village consists of two parts: a long bar building containing 23 apartments with retail on ground floor, facing a plaza that would serve as the "heart" of the intervention, and houses arranged along either side of a swimming pool and park space. A typical residential module in the Village layout combines one-bedroom and two-bedroom units on three floors with a common external stair and small garden courts at grade. This freestanding residential module provides for an alternation of volumes and voids, with a brise-soleil system that runs continuously along the elevation facing the swimming pool. At dawn and dusk light will filter through the voids between the residential modules providing for particularly animated light conditions. A landscape "palette" of paved courts combining existing trees and new plantings creates a fluid and lyrical park that gravitates, through a series of formal spatial steps, to the lido front facing onto the Adriatic Sea.

Program:

Jesolo Lido Village 3 stories, 81 units, 3 retail shops
Jesolo Lido Condominium Tower 23 stories (approx. 110 units)
Jesolo Lido Residence Hotel Tower 13 stories (approx. 50 units)
Jesolo Lido Hotel Tower 13 stories (approx. 100 guest
rooms)













 

·
Николай
Joined
·
8,137 Posts
Discussion Starter · #3 ·
Torre Aquileila
in costruzione



Edificio Commerciale e Torre Aquileia
La relazione tra Torre Aquileia e gli spazi pubblici di Via Aleardi e Piazza Mazzini è mediata dalla creazione di una terza piazza, la “Nuova Piazza Aquileia” di 2000 mq; uno spazio privato, di alta qualità, dove si affacciano negozi, caffè e ristorante riuniti all’interno di un complesso commerciale a due livelli. L’edificio commerciale racchiude su tre lati la piazza e si apre verso Piazza Mazzini con l’ingresso al ristorante e solarium; l’andamento a linea spezzata della sua forma si avvolge intorno alla base della Torre e fa da sfondo unitario in contrasto con la varietà edilizia dell’intorno. La superficie complessiva per le attività commerciali al piano terra è di 1775 mq; la maglia strutturale consente flessibilità nella suddivisione delle unità.



Ogni negozio si affaccia sulla nuova piazza, mentre sul retro, lungo la fascia di verde, si trovano gli accessi di servizio e i depositi. Il progetto della Torre prevede la realizzazione di 84 appartamenti disposti su 22 piani, oltre al piano terra (a doppia altezza) in cui si trovano l’atrio, alcune attività commerciali e la caffetteria. L’edificio si sviluppa su pianta poligonale simmetrica, con al centro il nucleo distributivo delle scale e degli ascensori. La forma poligonale consente di avere molteplici angolazioni verso il panorama marino e lagunare ed ogni appartamento può guardare il mare, la laguna o entrambi i paesaggi; allo stesso tempo l’innovativa configurazione della pianta consente di mantenere la riservatezza dei singoli appartamenti, esaltando il rapporto esclusivo interno-esterno. Il particolare disegno delle facciate dà forma all’intreccio degli “spazi intermedi”: le terrazze sono concepite come proiezione dello spazio interno e mediazione dello spazio esterno.



La struttura della facciata è sospesa dalla copertura, costituita da un sistema di “vele” incrociate, che illuminate diventano un punto d’orientamento nella notte. Una maglia intrecciata scorrevole, appositamente pensata, protegge dal sole le terrazze e lascia intravedere le vetrate degli appartamenti, donando leggerezza alla Torre. La leggerezza è inoltre data dall’attacco a terra reso trasparente dalle pareti vetrate a doppia altezza dell’ingresso.

 

·
Николай
Joined
·
8,137 Posts
Discussion Starter · #4 ·

PARCO COMMERCIALE "I GIARDINI DI JESOLO"

LOCALIZZAZIONE DELL'INTERVENTO

Il "Parco Commerciale I Giardini di Jesolo" è situato all'interno del Comune di Jesolo, in prossimità del centro urbano di Jesolo Paese e in adiacenza ai due assi viari principali (SP 43 "Jesolana" e Via Piave Vecchio) che mettono in collegamento le stazioni balneari di Jesolo con il resto dell'entroterra veneto.

ILLUSTRAZIONE DEL PROGETTO

Scelte architettoniche

Il progetto nasce dalla lettura del luogo.
Il luogo é qui inteso come un'entità dinamica, nella quale si incrociano e interagiscono realtà distinte: il contesto naturale, paesaggio originale dalle caratteristiche eccezionali, e il contesto culturale, prodotto delle diverse attività umane. Tali realtà si sono intrecciate e influenzate mutuamente nel corso del tempo.
Nella laguna di Venezia, area prevalentemente selvaggia e protetta o occupata da coltivazioni agricole estensive, questa relazione si stabilisce ancora con molta serenità ed equilibrio. Il paesaggio, invariabilmente orizzontale, é ricoperto prevalentemente da un manto vegetale praticamente continuo nel quale configurazioni e sfumature variano in funzione delle specie coltivate e delle stagioni dell'anno. Qualche rara costruzione punteggia leggermente il territorio, rafforzando il carattere stesso del paesaggio.
Il progetto si costruisce con il luogo.
Visto alla luce della macro-scala, il "Parco Commerciale I Giardini di Jesolo" appare come una grande piattaforma, stabilita ad un'unica e nuova quota e coperta da un manto vegetale. Questo piano, che corrisponde alla copertura dell'intervento, cerca un accordo con il terreno e con il suo intorno: sia reale, tramite l'introduzione di piani inclinati nel perimetro esterno, sia simbolica attraverso il rivestimento d'edera nei piani verticali.
La copertura, che rappresenta la parte più visibile dell'intervento, é pertanto uno spazio di decompressione e distensione, il risvolto di una realtà opposta dominata dalla fretta delle attività commerciali.
Tutti i negozi si trovano, infatti, al livello del piano terra, sei metri e mezzo sotto la copertura verde. Si distribuiscono lungo un sistema urbano di spazi esterni, esclusivamente pedonali. Questo sistema si organizza a partire da una grande piazza centrale, dove confluiscono tutte le possibili vie di accesso che partono dall'esterno o dal parcheggio interrato. Vicino a questa piazza si aggregano ancora altre piazze di minore dimensione e gli accessi alla copertura. Ogni negozio ha un vetrata che si affaccia sullo spazio pubblico, protetta dagli agenti meteorologici tramite lo sbalzo della copertura. Il retro di ogni negozio, invece, é completamente opaco e serve esclusivamente alle installazioni tecniche e ai rifornimenti. Intorno all'involucro dell'edificio si trova pertanto un percorso di servizio in circuito continuo, perfettamente dissimulato e interrotto giusto dagli attraversamenti pedonali.
Se l'occupazione della copertura riprende le condizioni del suolo agrario, questa trama inferiore di differenti percorsi e spazi, pubblici e privati, rappresenta il sistema acquifero che é la fonte della sua vita. I nuovi flussi sono quelli delle persone, dell'intensa comunicazione e della permanente transazione di servizi, beni e informazioni che l'operazione promuoverà.

Viabilità

Uno degli elementi determinanti nella progettazione è stata la definizione della viabilità interna e dei relativi rapporti con quella esistente.
Innanzitutto si è preso atto dei punti di immissione della viabilità interna di progetto in quella esistente costituita da via Tiziano Vecellio.
Sono state tenute appositamente separate le viabilità dei veicoli e dei cicli e motocicli dalla viabilità dei mezzi pesanti che andranno a servire le zone di carico e scarico sul retro delle erigende attività.
I punti di collegamento con la viabilità interna sono costituiti da tre incroci:
il primo in corrispondenza con di via Tiziano Vecellio caratterizzato da sola uscita verso Porte Grandi e ingresso proveniente da Jesolo Paese.
Il secondo verso l'abitato di Jesolo Paese con corsie di immissione e ingresso sia nella direzione di Porte Grandi e che di Jesolo Paese.
Il terzo, mediante creazione di bretella di collegamento tra l'attuale rotonda e via Tiziano Vecellio, sia in ingresso che in uscita.

Parcheggi

Il progetto prevede alcune aree a parcheggio pubblico, di varie dimensioni, distribuite su tutto l'ambito di intervento.
Le aree a parcheggio prevedono posti riservati rispettivamente alle auto, ai motocicli e ciclomotori e ai cicli.
La superficie a parcheggi totale sarà pari a 24.451 mq circa, equivalente a 1160 posti auto.
Le superfici a parcheggio del piano interrato saranno trattate con calcestruzzo lisciato dello spessore di cm 10, Le superfici a parcheggio a raso saranno trattate con grigliato in calcestruzzo con effetto a prato verde.

Strutture e materiali

Il “Parco Commerciale I giardini di Jesolo” utilizzerà sostanzialmente tre soli materiali: il calcestruzzo a vista; il vetro; l’erba.
La struttura portante - travi e solai - sarà prefabbricata in calcestruzzo armato precompresso, mentre i pilastri saranno in c.a.p.
Le fondazioni, a plinto, verranno gettate in opera e saranno in calcestruzzo armato, con particolari prescrizioni riguardo alle normative Europee (Eurocodici) nei riguardi della durabilità.
Date le caratteristiche geotecniche del terreno, i plinti di fondazione poggeranno su pali prefabbricati, che arriveranno a sedersi sullo strato di sabbia esistente in profondità.
Le pareti esterne di tamponamento, a piano terra saranno in pannelli di calcestruzzo armato prefabbricati, con trattamento superficiale a vista, coibentate internamente con 10 cm di polistirolo espanso.
La copertura verrà impermeabilizzata con guaina barriera vapore, guaine impermeabilizzanti, pannelli coibenti, e strato superficiale in terreno vegetale inerbito.
Il solaio di copertura sarà parzialmente pedonale (spazio pubblico) e le parti percorribili saranno separate dalle parti non praticabili da parapetto in vetro, a norma di sicurezza, antisfondamento.
Le scale di accesso al piano copertura verranno realizzate in calcestruzzo.
I serramenti dell'intero complesso privilegeranno il vetro a vista, con vetrocamera, antisfondamento, con minime parti in profilati in lega di alluminio verniciati, che avranno un sopraluce alettato in alluminio, e coibentato internamente per garantire gli scambi impiantistici interno/esterno, secondo necessità.
I marciapiedi esterni e la viabilità pedonale saranno in calcestruzzo a vista, con disegno formato da tagli geometrici; i percorsi carrabili verranno finiti parte in asfalto, parte in calcestruzzo. Le zone a verde saranno perimetrate da cordonata in calcestruzzo, e seminate con erba.
Saranno posizionate sotto il livello pavimentato esterno, le reti tecnologiche di adduzione e scarico di acque potabili, nere, bianche, gas, enel, telecom, antincendio, illuminazione pubblica.
I negozi avranno pavimentazione industriale corazzata, in calcestruzzo con indurente minerale, dello spessore medio di 15 cm, su sottostante vespaio in ghiaione e stabilizzato dello spessore di almeno 30 cm. Sarà posta in opera anche una guaina impermeabilizzante per le suddette pavimentazioni.
Tale tipo di pavimentazione sarà idonea a ricevere il pavimento definitivo, che verrà posto in opera a discrezione, cura e spese dell'acquirente, in ragione delle scelte progettuali e delle finiture degli interni della singola unità.
I servizi igienici saranno forniti completi di pavimenti, posati su massetti di calcestruzzo alleggerito tipo Isocal dello spessore medio di 10 cm e successivo allettamento in sabbia cemento, e rivestimenti con piastrelle in monocottura, sanitari di primaria marca tipo "Dolomite" o similari.
Rimangono esclusi gli impianti elettrici con i corpi illuminanti, gli impianti di riscaldamento, i controsoffitti, i pavimenti, le pitture, i battiscopa, e quant'altro non specificato nella presente descrizione.
 

·
Николай
Joined
·
8,137 Posts
Discussion Starter · #5 ·
Ampliamento del parco tematico "Aqualandia"
approvato



Aqualandia sta per compiere un importante passo verso il prossimo futuro. Nel 2006 inizieranno i lavori per realizzare quello che diventerà il parco a tema acquatico più grande d'Europa.

Il progetto prevede l'ampliamento e l'evoluzione del parco acquatico esistente, attualmente distribuito su 80.000 metri quadrati, in un parco tematico di nuova concezione in cui l’acqua resterà sempre l’elemento fondamentale, ma che sarà in grado di offrire relax ed emozioni per 356 giorni all'anno.



Gli elementi principali che caratterizzano questo progetto sono da guinnes. Il nuovo Aqualandia ospiterà un’area coperta con una cupola di cristallo di 8.000 metri quadri di superficie, unica nel suo genere, al cui interno sorgeranno un centro benessere, un’area giochi con scivoli acquatici, cascate, vasche a idromassaggio.

Il tema principale sarà quello che già oggi caratterizza così fortemente Aqualandia: i tropici. Sorgerà poi un hotel-resort di 15 piani, con 300 camere di categoria 5 stelle. A fianco del hotel-resort si leverà una torre girevole alta 170 metri, che sarà la più alta d’Italia. Sulla sommità della torre, suddivisi su quattro piani, verranno inseriti un lussuoso ristorante e un esclusivo bar in cui gli ospiti godranno del panaroma mozzafiato: Venezia e le coste della Croazia. All'esterno, sulla sommità della torre, sarà installata una piattaforma per il bunjee jumping da cui ci si potrà lanciare con l'elastico da oltre 150 mt. Sarà la piattaforma più alta del mondo da cui poter praticare questo sport.



Su una superficie di 30.000 metri quadri sarà costruita la prima vasca al mondo in cui saranno ricreate artificialmente onde oceaniche alte oltre 3 metri. Le onde si potranno cavalcare con tavole da surf, e ai margini della vasca sarà possibile rilassarsi sulla scintillante sabbia bianca caraibica e divertirsi in diversi locali, disco-bar e ristoranti aperti giorno e notte.

L'investimento previsto per la realizzazione della struttura supera i 100 milioni di euro, e l'obiettivo è quello di realizzare una vera oasi del divertimento, in cui ogni visitatore possa trovare uno spazio per sé lungo tutto il corso dell'anno.



----------------------------------------------------------------------
Foto del parco tematico.















 

·
Registered
Joined
·
2,152 Posts
Progetti fin troppo chiccosi per Jesolo!Cmq riqualificheranno decisamente la città,che ,a mio avviso,è veramente orrenda!Bella soprattutto la torre,ma è vicino a piazza Drago?
 

·
Николай
Joined
·
8,137 Posts
Discussion Starter · #7 ·
Si, dev'essere vicino a Piazza Drago.
Sabato scorso sono andato a Jesolo. Ho visto che era in costruzione e c'era il cantiere con il rendering.

Hai ragione sul fatto che Jesolo sia decisamente brutta. Del resto la maggior parte degli edifici sono stati costruiti tra gli anni 60 e 70, quando Jesolo incominciò a diventare una grande località balneare.
Oggi stà subendo diversi cambiamenti, e diversi hotel sono stati ristrutturati.
 

·
Николай
Joined
·
8,137 Posts
Discussion Starter · #8 · (Edited)
Altre info sul piano regolatore di Jesolo.

Nuovo Piano Regolatore Generale
La variante di adeguamento al PALAV

Dal 21 settembre 2000 è diventata esecutiva la variante di adeguamento al Piano di Area della Laguna di Venezia (PALAV), che punta a normare gli interventi nelle zone non urbane (sostanzialmente, quindi, quelle agricole e vallive).

Il nuovo PRG

Con l'esame delle osservazioni presentate al nuovo Piano Regolatore Generale si è conclusa l'ultima fase relativa al programma di rinnovamento dello strumento urbanistico comunale. Alla fine del 1999 il PRG è stato trasmesso agli uffici della Regione Veneto per la definitiva approvazione. Si è così concluso l'iter di competenza comunale iniziato con il conferimento dell'incarico allo studio Kenzo Tange Associates per la realizzazione del Master Plan della Città, poi presentato ufficialmente dal prof. Kenzo Tange il 2 ottobre 1997. Successivamente l'Amministrazione Comunale ha affidato il lavoro di traduzione del Master Plan in Piano Regolatore Generale ad un gruppo di progettazione costituito da tecnici comunali in conformità a quanto dettato dalla legge Bassanini. Si è voluto in questo modo valorizzare la professionalità e la competenza degli uffici comunali. Si è trattato, infatti, di un progetto ambizioso ma anche estremamente laborioso che ha previsto, tra l’altro, il verificarsi di frequenti contatti tra l'Ufficio Tecnico, che si occupa della realizzazione dell'opera, e la Regione Veneto, per assicurarsi che il lavoro svolto dagli incaricati fosse sempre e comunque conforme alle normative vigenti. Sempre in quest'ottica, gli uffici comunali si sono confrontati spesso con alcuni enti sovracomunali come la Sovrintendenza ai Beni Archeologici ed Ambientali, il Consorzio di Bonifica, il Gruppo della Forestale e la Capitaneria di Porto.



A facilitare il lavoro ha contribuito, comunque, il valido ausilio del Sistema Informativo Territoriale comunale. E' infatti già disponibile al prezzo di L. 150.000 un fornitissimo cd-rom, grazie al quale, cliccando sull’area interessata, è possibile ottenere le più diverse informazioni relative all’area in questione. Non si tratta, quindi solo di un semplice lavoro di zonizzazione ma di un'opera che permette di poter vedere la città intera anche dal punto di vista dell'architettura, così come è stato fatto per il Master Plan. Molto importante, poi, è mettere in evidenza come, a permettere la traduzione del Master Plan in PRG è stato anche il valido apporto dato all'Amministrazione Comunale da parte di cittadini e privati con i quali si è proceduto alla cosidetta Concertazione Urbanistica. Con una serie di incontri, infatti, tra gli operatori del settore e gli imprenditori, si è definita la concertazione degli interventi, da attuare verificandone la fattibilità. Nel caso l'intervento si riveli realizzabile, il privato si impegna con una dichiarazione unilaterale ad eseguire quelle opere precedentemente stabilite.

 

·
Николай
Joined
·
8,137 Posts
Discussion Starter · #11 ·
Nuovo Palazzo del turismo di Jesolo
completato



Il Palazzo del Turismo è situato nel centro di Jesolo, nel cuore della costa veneziana, gioiello del turismo balneare con una cornice di mare e spiagge dorate tutto.
Una struttura avveniristica in acciaio, vetro e luce distribuita in oltre 15.000 mq articolati in ampi spazi e flessibili, completi di ogni servizio, attrezzati per attività specifiche o per lo svolgimento di più eventi contemporanemente.



E' un contenitore per tutte le iniziative, una realtà unica in Italia per dimensioni e flessibilità, che può accogliere congressi, meeting, esposizioni, conventions, manifestazioni sportive, concerti, eventi culturali.

 

·
Николай
Joined
·
8,137 Posts
Discussion Starter · #12 ·
Progetto di urbanizzazione nella vicina area di Piazza Mazzini
(approvato)

E' stato approvato un progetto che prevede la costruzione di due torri residenziali di 25 piani. L'area è stata liberata dalle precedenti costruzioni, ma purtroppo, non ci sono rendering sul progetto.
Appena verranno fuori ve li postero. :)
 

·
...
Joined
·
61 Posts
Molto bella la Torre Aquileila.... bella anche l'Arcuri ad Aqualandia....
 

·
Николай
Joined
·
8,137 Posts
Discussion Starter · #17 ·
^^
La torre Aquileila credo sia alta tra i 75, 80 metri.
Doveva essere il grattacielo più alto del nord-est, ma l'ha sorpassato il Net Center.

Ad ogni modo la torre girevole verrà costruita senz'ombra di dubbio.
E quella, fino a prova contraria, sarà la struttura più alta del Nord-Est.

Ma la torre Aquileila non sarà il grattacielo più alto di Jesolo.
Bensi, 2 torri direzionali e residenziali, attualmente in costruzione vicino a Piazza Mazzini se non erro.
Hanno già sgomberato l'area, le torri avranno 25 piani ciascuna. Purtroppo non riesco a trovare altri rendering. Sarebbe bello che qualcuno da Jesolo potesse iscriversi e aggiornarci un pochino con qualche foto.

Secondo me, le torri si aggireranno su un'altezza intorno ai 90 metri.
Per il resto, ci sono alcuni nuovi hotel in costruzione da 12/14 piani.
E opere di lottizzazione e urbanizzazione.
 

·
The Transporter
Joined
·
3,342 Posts
Jesolo Lido FA SCHIFO! E' uno dei posti piu' tristi e piatti che abbia mai visto, quasi batte Mestre...

Fortuna che con questi progetti dovrebbe rinfrescarsi un po'... io mi chiedo uno che non vada in certa di figliole che cosa ci trovi.

Il mare e' un brodo velenoso.
L'architettura e' deprimente.
Non esistono svaghi che non siano estremamente ripetitivi.

Io poi ho visto una delle immagini peggiori che un essere umano possa incontrare: Jesolo Lido d'INVERNO! :sleepy: :lol:

Preferisco Jesolo paese... almeno e' tipica!
 
1 - 20 of 834 Posts
Top