Skyscraper City Forum banner
Status
Not open for further replies.
1 - 1 of 1 Posts

·
ad mos maiorum
Joined
·
3,945 Posts
Discussion Starter · #1 ·
2007-06-05 16:58 (ANSA)

LA GENETICA RISCRIVE LA STORIA D'AMERICA

ROMA - La genetica riscrive la storia d'America. Grazie al Dna, infatti, le discussioni fra genovesi e spagnoli sulla nazionalità di Cristoforo Colombo stanno per finire. Inoltre, secondo uno studio condotto sui polli, non sarebbero stati gli europei i primi a toccare il continente americano ma i polinesiani.

Le analisi sui presunti discendenti di Colombo sono quasi ultimate. "Siamo riusciti a restringere il campo fra catalano o italiano - conferma Olga Rickards, antropologa molecolare dell'università di Tor Vergata di Roma e coordinatrice della ricerca - e fra breve dovremmo risolvere in maniera definitiva il mistero".

I ricercatori, che lavorano al problema da circa due anni, sono già riusciti a stabilire che i veri resti di Colombo sono quelli sepolti a Siviglia, e non nella Repubblica Dominicana come ritenuto da alcuni ricercatori. Ora analizzando il Dna di decine di persone di cognome Colombo a Genova e Colòn in Spagna stanno cercando di stabilire l'esatta provenienza del navigatore.

"Questo tipo di analisi, che sfrutta le caratteristiche del codice genetico, sta diventando sempre più importante per scrivere la storia - continua Rickards - anche perché grazie alle tecniche moderne è sempre più preciso e credibile. Ormai si arriva ad analizzare con successo Dna vecchio di 500mila anni". Fra le scoperte recenti di questa branca dell'antropologia c'é anche ad esempio il fatto che gli etruschi sono stati originati da una popolazione dell'Asia Minore.

"Noi adesso stiamo verificando, con analisi sul Dna di popolazioni del Mediterraneo, com'é avvenuto il popolamento dell'Europa meridionale - continua la ricercatrice - anche in questo caso ci sono due teorie contrapposte, se sia avvenuto repentinamente, quindi per conquista, o gradualmente, per civilizzazione".

Uno studio apparso sulla rivista Proceedings of the National Academy of Science afferma che i resti di alcuni polli polinesiani, arrivati a seguito dei navigatori che arrivavano da quell'area dell'Oceano Pacifico, sarebbero stati trovati in Cile. I ricercatori dell'università di Auckland hanno analizzato delle ossa di pollo fossile trovate nella penisola di Arauco, in Cile.

Dalla datazione al carbonio 14 è risultato che i polli sono sbarcati in America tra il 1321 e il 1407. Confrontando il loro Dna con quello di polli risalenti allo stesso periodo questo è risultato uguale a quello di pennuti delle isole di Tonga e Samoa, e molto simile a quello di polli dell'isola di Pasqua. Altri ricercatori avevano trovato evidenze indirette dello sbarco dei polinesiani in Sudamerica: "Ma questa è la prima prova scientifica - fa notare Elizabeth Matisoo-Smith, che ha condotto lo studio - mentre le altre si basano su similarità nelle lingue o in alcuni artefatti".
 
1 - 1 of 1 Posts
Status
Not open for further replies.
Top