Skyscraper City Forum banner
Status
Not open for further replies.
1 - 20 of 56 Posts

·
Italian utent
Joined
·
1,706 Posts
Discussion Starter · #1 · (Edited)
«Se sono amareggiato? Beh, mi pare il minimo. La decisione della Regione Piemonte, sempre che venga confermata, incrina il mio rapporto con la città. Ci ho lavorato cinque anni a quel progetto. L’idea di accantonarlo, adesso, non è soltanto un peccato per me, lo è per l’architettura e per Torino». E’ un fiume in piena, l’architetto Massimiliano Fuksas. Quel signore che con i suoi progetti vince le gare internazionali di mezzo mondo, e nella sua ultima conferenza pubblica a Torino ha riempito la facoltà di Architettura neanche si trattasse di una rockstar, ha appreso dai giornali che la Regione Piemonte, da pochi giorni presieduta da Mercedes Bresso, ritiene un po’ troppo onerosa l’ipotesi di accorpare tutti i suoi uffici nella futura sede del grattacielo trasparente di Spina 1, firmata appunto Fuksas. «Vi rendete conto? L’ho scoperto dalla rassegna stampa. neanche una telefonata, un appuntamento per discuterne. A questo punto c’è soltanto da augurarsi che non sia vero, perchè queste cose succedono davvero soltanto in Italia...». Fuksas è proprio incredulo. Si rimbocca le maniche della t-shirt nera e parla di tradimento: «Lavoriamo a quel progetto da cinque anni. Piaceva tantissimo anche al sindaco Chiamparino, che mi ha più volte detto che questo grattacielo era ciò che ci voleva per la città: un segno architettonico forte che caratterizzasse Spina 1. E adesso che succede? Cambia il presidente, e la Regione si accontenta di un paio di scarpe vecchie. O almeno così mi hanno detto: pare che stiano valutando l’acquisto dell’ex sede Fiat di corso Marconi». Prende fiato: «Ma non si rendono conto che non sarà mai la stessa cosa? Che un conto è un abito cucito su misura e un conto è uno rimaneggiato all’ultimo momento con poche possibilità di renderlo funzionale?». Bresso però parla di scelta economica. Infatti non ha mai detto che il nuovo grattacielo su Spina 1 sarebbe stato brutto, poco comodo o troppo ingombrante. Ha detto che le sembrava costoso, tutto lì, e magari la sua scelta piace alla maggior parte dei cittadini, dal momento che si tratta di denaro pubblico. Fuksas sta per arrabbiarsi sul serio: «Ma lo sa Bresso quanto verrebbe a costare il mio grattacielo? Circa 80 milioni di euro. E lo sa Bresso, quanto andrà a spendere per rimettere a nuovo o comunque cercare di rendere moderno un vecchio stabile, cui bisogna rifare daccapo l’ossatura delle utenze? Una cifra non molto distante da quella che si spenderebbe per una sede nuova». E aggiunge: «Con una piccola differenza, però: che la nuova sede è perfetta, disegnata allo scopo e riuscirà a contenere davvero tutti gli uffici regionali. Cosa che non avverrà per qualsiasi altro edificio di ripiego. Ripeto: una cosa è costruire un edificio e un’altra riadattarlo». Secondo l’architetto romano, che si dice già amareggiato «per le critiche sollevate qualche tempo fa dal suo intervento a Porta Palazzo» (la famosa «lampada di Aladino» al centro di piazza della Repubblica), ribadisce che questa nuova delusione può rovinare del tutto il suo rapporto con la città. «E’ triste constatare che ancora una volta l’amministrazione ha difficoltà a realizzare le architetture». Ed esaurita un po’ di rabbia, prende a volare alto. «Se fosse stato un committente qualsiasi, un privato, capisco. Ma dal momento che si tratta di un’amministrazione pubblica, mi pare ancora più grave che non si colga al volo l’occasione di trasformare attraverso un’opera simile Spina 1, una delle aree più significative della metamorfosi urbana che presto diventerà il nuovo centro di Torino». In quell’area Fuksas aveva già pensato di far «dialogare» la sua opera con gli interventi firmati Merz: «Sarebbe stata un’occasione di trasformazione d’alto livello. Ora il municipio dovrà inventarsi qualcos’altro». Poi torna a inveire: «Persino un personaggio come Formigoni, da uomo razionale qual è, ha optato per la soluzione del grattacielo. E’ un segno del progresso, un modo per adeguarsi ai tempi». Poi dice, con tono rassegnato: «Avevo vinto un concorso internazionale, battuto una concorrenza che più agguerrita non si può e, adesso, arrivati al 2005 non se ne fa niente. Non andiamo da nessuna parte con le chiacchiere...». Infine fa l’esempio della Francia, «dove, per fortuna, si lavora con tutt’altro metodo». E spiega: «Anche lì ho vinto un concorso per realizzare la nuova sede dell’archivio del ministero dei Beni culturali. In poco tempo siamo passati dalla carta al cantiere. Perchè questa è l’Europa, signori miei».



LaStampa 30-04-2005
 

·
Italian utent
Joined
·
1,706 Posts
Discussion Starter · #2 ·
Parole dure come macigni.
Che vergogna!
Cioè, era daccordo anche Chiamparino, ma vi rendete conto? E lo considerava fondamentale per il futuro di Torino!
A questo punto il sindaco se avesse le palle, dovrebbe per lo meno chiedere chiarezza, perchè pur essendo politicamente schierato con la Bresso, non può coprirsi gli occhi davanti a questo scempio!
Inoltre Fuksas conferma le nostre supposizioni sul prezzo dei due progetti: praticamente lo stesso!
Solo che uno è un gioiello e l'altro come dice l'architetto romano è un paio di "scarpe vecchie".
E poi anche venisse a costare qualche soldino in più, con tutte le cavolate che stanno finanziando, la Regione non sarebbe certamente "fallita".


La Regione non ha più scuse.
Ora è palese il volersi distaccare dalla politica dell'amministrazione precendente.

Si attende la risposta della Bresso.
 

·
Italian utent
Joined
·
1,706 Posts
Discussion Starter · #3 ·
E la risposta della Bresso, palesemente in imbarazzo è arrivata sulla stampa di oggi:


LA POLEMICA. LA NEOELETTA PRESIDENTE DELLA GIUNTA PIEMONTESE: COME AMMINISTRATORE PUBBLICO HO IL DOVERE DI RENDERE COMPATIBILI I DESIDERI CON LE POSSIBILITÀ DI SPESA
«Il grattacielo della Regione si può fare»
Bresso replica a Fuksas: prima vediamo il progetto, quanto costa e le disponibilità finanziarie




Mi viene da ridere (prima vediamo il progetto......??).
Comunque le parole di Fuksas a quanto sembra sono servite a qualcosa.
 

·
Registered
Joined
·
2,152 Posts
Ma come fai a giudicare qualcosa ignorandolo del tuto,è come quando hanno bocciato il grattacielo (120)di evergreen a Trieste,definito:un quadrilatero di Melara sulle rive!!Santa pazienza!
 

·
Николай
Joined
·
8,137 Posts
Io spero che lo approvino il progetto, anche perchè mi dispiace per Fuksas, se no avrebbe sprecato inutilmente il suo tempo. Ma vedo che la Bresso ha subito cambiato idea quando Fuksas si è incazzato, guarda caso.....
 

·
Italian utent
Joined
·
1,706 Posts
Discussion Starter · #7 ·
Sulla stampa di oggi si è dato ampio spazio a questa vicenda. Domani potrò postare l'articolo completo.
La Bresso ha anche detto "nessuna decisione è stata presa, vogliamo solo fare le opportune verifiche. Questa è la posizione ufficiale. Ne parlerò con Fuksas".


E intanto si informa per una nuova sede in corso Marconi......



Un altra cosa : al giorno d' oggi la Regione Piemonte paga
12 milioni di euro d'affitto all'anno per le sue sedi!

In otto anni recupererebbero il costo della torre.
 

·
ricercatore pampers
Joined
·
2,323 Posts
Sonic from Padova said:
Io spero che lo approvino il progetto, anche perchè mi dispiace per Fuksas, se no avrebbe sprecato inutilmente il suo tempo.
Poi ci si chiede perchè gli architetti bravi non vengano a lavorare in Italia. Speriamo che l'amministrazione regionale torni sui suoi passi.
 

·
No More Italian Mod
Joined
·
39,869 Posts
therock said:
E la risposta della Bresso, palesemente in imbarazzo è arrivata sulla stampa di oggi:


LA POLEMICA. LA NEOELETTA PRESIDENTE DELLA GIUNTA PIEMONTESE: COME AMMINISTRATORE PUBBLICO HO IL DOVERE DI RENDERE COMPATIBILI I DESIDERI CON LE POSSIBILITÀ DI SPESA
«Il grattacielo della Regione si può fare»
Bresso replica a Fuksas: prima vediamo il progetto, quanto costa e le disponibilità finanziarie




Mi viene da ridere (prima vediamo il progetto......??).
Comunque le parole di Fuksas a quanto sembra sono servite a qualcosa.
Che persona ridicolmente ideologica, che alla prova dei fatti non aveva neanche fatto i conti... :sleepy:

Grande Fuksas, invece (ormai, sono convinto: inizierò a fare una raccolta di fondi per costruirgli un monumento), intervista fuori dai denti come sa fare lui
Mi piace la sua irruenza, anche quando dice o fa cose che non condivido: e stavolta ha avuto anche un effetto positivo; speriamo che serva per "rimettere in carreggiata" il progetto
ha pure avuto parole di approvazione per il progetto del grattacielo della Regione Lombardia: quest'intervista dovrebbe essere letta dal comitato del "Bosco di Gioia"
 

·
Registered
Joined
·
267 Posts
E io che l ho pure votata!!!! Vediamo il progetto?????? :runaway:
si candida a presidente della regione e nn ha neanche visto il progetto???
Io nn ho parole, dobbiamo fare qualcosa, chesso' una raccolta di firme, volantinaggio per informare tutti i cittadini e manifestare contro sta cret....
 

·
Italian member
Joined
·
146 Posts
Secondo me è una bella lezione di vita per Fuksas, così si rende conto finalmente di che cos'è la sinistra italiana, ripeto italiana, buona sola a fare comizi e feste all'aperto con concerti e salamelle, mentre le sinistre europee come quella di Gonzales o Mitterand hanno modernizzato la Spagna e la Francia.

P.S.: per Fuksas, "la prossima volta non ti vergognare di andare alle inaugurazioni, l'interesse nazionale deve prevalere su qualsiasi appartenenza ideologica, si chiama atteggiamento bipartisan (forse in Italia non lo capiamo perchè è un termine inglese... )".
 

·
ricercatore pampers
Joined
·
2,323 Posts
Tarchon said:
Secondo me è una bella lezione di vita per Fuksas, così si rende conto finalmente di che cos'è la sinistra italiana
Mah...semmai la stupidità di dar per forza contro a qualsiasi cosa abbia fatto il predecessore. Lo stesso Fuksas a Roma ha tre progetti approvati dal Comune, il grattacielo della Regione Piemonte era stato autorizzato da Chiamparino.
E poi, non per difendere la Bresso che ha fatto una pessima figura dimostrando di non sapere neanche di cosa sta parlando, ma il grattacielo di Fuksas non è stato mai approvato/finanziato dal precedente consiglio regionale proprio perchè era troppo costoso.
 

·
Mediolanense User
Joined
·
452 Posts
^ man
come ripetevamo agli amici dei comitati nel thread sul grattacielo della regione lombardia, esiste una forma democratica per esprimere il proprio apprezzamento per il lavoro di una determinata amministrazione, si chiama "elezioni"..
questa è l'unica forma realmente incidente che la popolazione può esprimere nei giochi di potere. le firma non contano nulla. come dicevamo, se uno vota una persona lo fa perchè approva le sue idee e le sue proposte, se questa persona vince è più che giustificata a fare quello che crede. come ho ripetuto per una settimana dopo le elezioni, noi italiani abbiamo voluto dare in massa il nostro appoggio al centrosinistra, sapendo perfettamente cosa voleva dire, perchè abbiamo avuto già parecchie giunte sinistrorse, quindi l'abbiamo voluto. ogni eventuale rimpianto non fa che farmi ridere. avevo previsto che avremmo pagato tutto e caramente. questo è successo, più velocemente di quanto mi aspettassi, quindi non serve a niente lamentarsi, se poi si continua a non imparare la lezione! le prossime elezioni saremo tutti delusi del lavoro della sinistra, ma quando la destra tornerà al potere, grazie al lavoro dell'imparzialissimo corriere saremo ancora tutti lì a dare contro a quei sindaci e governatori che hanno portato alla stessa torino un buon numero di nuovi progetti e soprattutto le olimpiadi, dando nuovo vigore all'intera regione, così come è stato per la lombardia. se non si impara si paga! poche balle! è giusto così!

@ tarchon
pur spiacendomi per i torinesi, godo incredibilmente per quella grandissima testa di c***o che è il signor fuksas! la definizione "portafoglio a destra e cuore a sinistra" è perfetta! perchè le giunte del despota berlusconi, quello che "se c'è lui all'inaugurazione io non ci vado" hanno sborsato un sacco di soldi per realizzare il suo progetto, ed il suo portafoglio si è ben riempito dei soldi da loro stanziati! lui era in pratica un dipendente, ed aveva un dovere morare di presenziare a quel giorno di festa che è stata l'inaugurazione della nuova fiera! vedere che la sua stessa amatissima sinistra gli nega un lauto pagamento e gli annulla il progetto mi fa godere come pochi! nient'altro si merita!


p.s.
tranquilli torinesi, visto l'andazzo siamo tutti nella stessa merda..!
 

·
Registered
Joined
·
2,294 Posts
cerchiamo di non fare il gioco di chi cerca di strumentalizzare tutto in chiave politica. i grattacieli non sono né di destra né di sinistra. tirare sempre in ballo la politica serve solo a buttare benzina sul fuoco e in tal modo portare acqua al mulino di chi ha interesse a bloccare questo e quel progetto. i politici sono maestri nello sfruttare opportunisticamente certi atteggiamenti emotivi. fin'ora per vari motivi la sinistra italiana si è schierata spesso con i vari Comitati per bloccare progetti che a) li vedevano all'opposizione a livello locale o nazionale, oppure b) ledevano gli interessi dei gruppi industriali o finanziari che la appoggiano. questo atteggiamento opportunistico non è assolutamente tollerabile, ma viene alimentato anche dalla tendenza a politicizzare le opere. se ciò non accadesse, sarebbe molto più difficile convincere la gente a firmare petizioni che non sono nel loro interesse...
mi ricordo solo del baccano che si era creato attorno al "metodo Di Bella", e a come un cocktail di farmaci era diventato di destra...e in questo modo invece di lasciar decidere un gruppo di medici professionisti circa la validità del metodo, ci si intromise la politica che non aveva nessun diritto di dire la sua!!! e tutto a danno dei pazienti...
 

·
Mediolanense User
Joined
·
452 Posts
infatti secondo me le grandi opere non sono nè di destra nè di sinistra, semplicemente per esperienza diretta posso rilevare l'ottimo lavoro delle giunte regionale e comunale milanesi riguardo questo aspetto tra gli altri e per esperienza riportata dalle notizie apprese da questo forum della ex-giunta regionale torinese.
come dici tu, anche se un candidato pro-grandi opere della sinistra andasse al potere non potrebbe mai portare a termine i suoi progetti. perchè gran parte dei voti li prende dai vari sindacati, dai vari comitati, dalle varie fazioni di sinistra spinta. una volta vinte le elezioni non può rischiare di perdere il loro appoggio (come farebbe la sinistra senza gli scioperi?!). rifondazione non vuole i progetti. rifondazione la appoggia. se lei vince deve fermare i progetti. mi sembra abbastanza logico.. io non voglio farne un discorso politico, semplicemente vi ricordo quanto scrivevo prima che succedesso tutto questo.. o sono un mago o era tutto incredibilmente prevedibile..!
tutti sapevamo quello che sarebbe successo e l'abbiamo voluto, quindi adesso che sta succedendo non serve a nulla lamentarsi. la colpa è solo nostra!
 

·
ricercatore pampers
Joined
·
2,323 Posts
Epicurion said:
mi ricordo solo del baccano che si era creato attorno al "metodo Di Bella", e a come un cocktail di farmaci era diventato di destra...e in questo modo invece di lasciar decidere un gruppo di medici professionisti circa la validità del metodo, ci si intromise la politica che non aveva nessun diritto di dire la sua!!! e tutto a danno dei pazienti...
Scusa ma quel caso è la dimostrazione che succede lo stesso a parti invertite. La destra appoggiò il dottor Di Bella solo per tornaconto politico. La "cura" Di Bella s'è poi dimostrata essere fuffa e nient'altro e i fatti mi pare abbiano quindi dato ragione all'allora ministro.
 

·
ricercatore pampers
Joined
·
2,323 Posts
damon milan said:
mi sembra abbastanza logico.. io non voglio farne un discorso politico, semplicemente vi ricordo quanto scrivevo prima che succedesso tutto questo.. o sono un mago o era tutto incredibilmente prevedibile..!
Ribadisco quanto detto più volte: leggiti gli sticky di Roma, Napoli, Genova, Torino, Verona, Padova, ecc e dimmi se sono città immobili dove qualsiasi progetto viene bloccato dalla giunta appoggiata dalla sinistra radicale. Guardati il thread sull'Alta Velocità e dimmi se il finanziamento dei primi tratti e l'avvio dei primi cantieri fu bloccato dall'allora governo.
E' vero che tendenzialmente ci sono certi ambienti della sinistra che sono contro a priori. Ma è ancora più vero che poi al momento di governare entrambe le parti fanno e l'elenco di cui sopra mi pare lo dimostri ampiamente. Il caso della sede della regione Piemonte ci fa vedere che una signora ha bocciato, probabilmente per motivi politici, un progetto mai approvato ne finanziato...e la bocciatura viene giustificata con la stessa ragione che aveva portato la giunta precedente a tenere il grattacielo in standby. Grattacielo che invece andava bene ad un signore che di cognome fa Chiamparino.
Le cose bisogna dirle per intero perchè il mondo non è tutto o bianco o nero.
 
1 - 20 of 56 Posts
Status
Not open for further replies.
Top