SkyscraperCity banner
Status
Not open for further replies.
1 - 20 of 22 Posts

·
Un genovese a Nord-Est
Joined
·
1,240 Posts
Discussion Starter · #1 ·


«Libro blasfemo». E Ceccano brucia il Codice
Rogo in piazza del romanzo di Dan Brown nel paese reso famoso da Fabiano Reffe, concorrente nel Grande Fratello edizione 2006

CECCANO (Frosinone) - Sabato alle 12 in piazza del Municipio a Ceccano - paese portato recentemente alla ribalta da uno dei concorrenti dell'ultimo Grande Fratello, Fabiano Reffe (che nel corso del programma ha rivendicato sempre e orgogliosamente le sue origini ciociare) - nel corso di una manifestazione pubblica, sarà bruciata una copia del libro Il Codice da Vinci, giudicato «un volume blasfemo che offende gravemente Gesù Cristo».

«LIBRO BLASFEMO» - L'iniziativa è stata assunta da un comitato civico coordinato dai consiglieri comunali di minoranza Stefano Gizzi della Democrazia cristiana e Massimo Ruspandini di Alleanza nazionale. I promotori della manifestazione, in una nota, segnalano la necessità che «i cristiani reagiscano con forza e convinzione a questo orribile attacco alla persona santissima di Gesù Cristo» e denunciano il «tentativo operato dal libro e dal film di negare alla radice, con menzogne spudorate, i dogmi della nostra fede, riducendo il messaggio cristiano ad un thriller hollywoodiano».

«MESSAGGIO PESTIFERO» - La pubblica manifestazione di Ceccano, con la messa al rogo del libro di Dan Brown, vuole rifiutare il «messaggio pestifero che viene dal mondo del cinema, secondo cui si possono far soldi - e molti - oltraggiando Dio e la Sua santissima vita con calunnie irrepetibili».

Corriere.it

Ora io non ho letto il Codice Da Vinci, non credo che lo leggerò e dubito che andrò a vedere il super-pompato film sullo stesso, se non per mera curiosità cinefila. Ma leggere certe notizie mi deprime e mi fa davvero tornare il pensiero ai tempi di Adolfo... certo non sono preoccupato per il ritorno di ideologie naziste, sono preoccupato per l'assenza totale di idee e di cervello, se non riguardanti il Grande Fratello di turno... e poi ci si lamenta (giustamente) degli estremisti islamici, ecco che poi ci sono cattolici (sigh) che si comportano nello stesso, cieco, modo. Potenza dell'ignoranza.
 

·
Registered
Joined
·
2,693 Posts
ok il rogo del libro è una str.. basterebbe semplicemente boicottarlo..

resta il fatto che il codice da vinci sia un insulto non solo alla chiesa ma anche al genio di leonardo proprio quel genio e quell'istituzione su cui si fonda la nostra cultura..
 

·
fcom1
Joined
·
1,530 Posts
2000? questi sarebbero da rispedire nel medioevo, altrochè islam... Ma sarà libera una persona di dire quello che vuole? Poi sta alle persone decidere se crederci o no, non può una comunità di persone dare quest'immagine di chiusura verso le idee nuove, verse o false che esse siano....
 

·
...
Joined
·
61 Posts
Perché la Chiesa ce l'ha tanto su con un ROMANZO??
Se sono storielle, cose inventate, perché tanta paura??
Intanto così se ne parla e il suo successo aumenta....

Secondo il ragionamento di queste persone nel libro ci sono falsità, la gente è totalmente stupida e leggendolo crederebbe a tutto ciò che c'è scritto....
...io non sarei tanto d'accordo....

Mi pare strano non abbiano deciso di bruciare anche qualche copia di Harry Potter....
 

·
ricercatore pampers
Joined
·
2,323 Posts
Rhoy said:
resta il fatto che il codice da vinci sia un insulto non solo alla chiesa ma anche al genio di leonardo proprio quel genio e quell'istituzione su cui si fonda la nostra cultura..
Non resta nessun fatto! Organizzare i roghi in piazza è grave se si bruciasse Novella 2000 come se si bruciasse il Don Chisciotte!
 

·
DIABOLIKVS
Joined
·
39,324 Posts
Mah!
Se scrivere cavolate blasfeme è lecito, è lecito pure bruciare 'ste cavolate.

Poi, la differenza trai roghi di Hitler e quelli di Mao ed il dare alle fiamme UNA copia di un libro contestato mi pare solare.

Personalmente, essendo un tipo d'acqua, odio le fiamme.
Però, semmai un giorno scarseggiasse la carta da culo in casa mia, non esiterei ad avvalermi della preziosa morbidezza delle pagine di questo Danqualcosa, ammesso e non concesso che un suo volume possa un giorno, per ventura, trovarsi in casa mia.
 

·
Registered
Joined
·
1 Posts
..tutte le baruffe sul Codice da Vinci sono mosse pubblicitarie e in Italia abbiamo abboccato in pieno.. è un film punto e basta! Anche secondo me sono cavolate (ed è già stato ampiamente dimostrato anche se non necessario) ma anche quelle di Mission Impossible ma mica abbiamo fatto tutta sta cagnara..
 

·
Un genovese a Nord-Est
Joined
·
1,240 Posts
Discussion Starter · #9 ·
Forse qualcuno non ha ancora capito che Il Codice Da Vinci è un romanzo, e non un libro di storia o un trattato di teologia... no perché non vorrei che tra un po' dessero fuoco anche a tutte le copie di Brian di Nazareth dei Monty Python in quanto palesemente falso e blasfemo! :D (peraltro è casualmente l'unico film dei MP ancora non uscito in DVD nel nostro Paese...)

Da cattolico praticante (e sempre più perplesso), ribadisco la mia preoccupazione...
 

·
Back. Stronger.
Joined
·
2,436 Posts
Bravo carletto!
Il romanzo comunque mi rimanda la mente ai tempi dell'inquisizione... e mi ricorda un film, FARENHEIT 451 :)
 

·
DIABOLIKVS
Joined
·
39,324 Posts
^^
Già, ma il problema è che i trattati di teologia non li legge nessuno mentre le fesserie vanno a ruba.
E, diffuse dai media, rischiano di venir prese per verità dagli ignoranti che, lo ricordo, sono sempre la stragrande maggioranza della popolazione mondiale.

Soprattutto in posti come gli Usa, paese nel quale una scimmia ammaestrata ha certamente più cultura dei giovani preparati nelle scuole pubbliche.

A tal proposito, giusto l' altro giorno sulla sezione europea di questo sito c'era un ragazzino americano che chiedeva lumi, per una sua ricerca scolastica, sulla musica hip hop o roba del genere suonata in Europa.

E poichè generalmente l'età minima in cui ci si iscrive in un forum come questo è sui 15/16 anni, ne ho concluso che all'età in cui io mi spendevo sulle traduzioni di Luciano e di Seneca, gli amici d'oltreatlantico "affrontano" i testi di Snoopy Doggy Dog.

Concludo: sono felice che il film sia stato accolto tra sbadigli e sghignazzi a Cannes.
Del resto la scena in cui una allampanata Audrey Tautou si sente dire
- Tu sei la discendente di Cristo e di Maria Maddalena -
deve essere meglio di una gag di Woody Allen.

Chi crede di essere questa Tautou?
Berlusconi?
 

·
Registered
Joined
·
15,480 Posts
Il Codice di Charlie Brown, Padre Brown o come si chiama, è una immensa boiata, esattamente come molta della letteratura che produce il paese da cui viene. Si può criticare, deridere, boicottare, ed io sono contento quando vedo o sento qualcuno che lo fa.

Però organizzare un rogo del libro proibito è una cosa diversa. Va al di là delle opinioni, al di là della dialettica: è un atto di intolleranza soverchia, e sarebbe meglio evitare. Subito dopo vengono la messa all'indice e la persecuzione di chi osa disobbedire. Credo che alla Chiesa cattolica, e più ai livelli alti che a quelli bassi, farebbe bene un bel bagno di tolleranza verso chi osa non adeguarsi alla sua visione del mondo, che non è l'unica concepibile. C'è una celebre frase di Voltaire che recita "odio quello che dici, ma difenderò fino alla morte il tuo diritto di dirlo". Molti si dichiarano entusiasti sostenitori del principio, dimenticando poi che non vale per frasi del tipo "oggi prendo l'ombrello" o "stasera non torno per cena". Vale sempre, senza deroghe. Anche per i blasfemi.
 

·
ricercatore pampers
Joined
·
2,323 Posts
Pavlvs said:
^^
E, diffuse dai media, rischiano di venir prese per verità dagli ignoranti che, lo ricordo, sono sempre la stragrande maggioranza della popolazione mondiale.
Le religioni (tutte) sono le prime a campare sull'ignoranza della gente. E sia chiaro che questo non significa che reputi ignorante chi crede e segue i dettami di una qualsiasi religione in quanto tale.
La letteratura da supermercato non verrà di certo sconfitta giustificando roghi di piazza.
 

·
Back. Stronger.
Joined
·
2,436 Posts
Pavlvs said:
^^
Soprattutto in posti come gli Usa, paese nel quale una scimmia ammaestrata ha certamente più cultura dei giovani preparati nelle scuole pubbliche.

A tal proposito, giusto l' altro giorno sulla sezione europea di questo sito c'era un ragazzino americano che chiedeva lumi, per una sua ricerca scolastica, sulla musica hip hop o roba del genere suonata in Europa.

E poichè generalmente l'età minima in cui ci si iscrive in un forum come questo è sui 15/16 anni, ne ho concluso che all'età in cui io mi spendevo sulle traduzioni di Luciano e di Seneca, gli amici d'oltreatlantico "affrontano" i testi di Snoopy Doggy Dog.
Berlusconi?
Traduco i Dialoghi dei Morti, vengo qui e si parla del buon Luciano :)
E' veramente indecente la cultura degli americani e la preparazione che vien loro data. Non sanno veramente nulla, e nella cultura generale fanno acqua da tutte le parti.
E me ne accorgo di come cambio registro linguistico quando parlo con gli americani o con i miei connazionali.
E gli inglesi non sono meglio. Davo lezioni d'italiano ad un coetaneo inglese a Londra, questo simpatico ragazzo mi chiedeva che cosa diavolo fosse un PRONOUN o che cosa significasse "To Derive".
 

·
DIABOLIKVS
Joined
·
39,324 Posts
Se per ignoranza intendi ignoranza dell' Assoluto, sono con te.

Per il resto le religioni "campano" sul bisogno di spiritualità - che è ricerca di risposte - della gente.
 

·
No More Italian Mod
Joined
·
39,862 Posts
Non ci crederete, ma i paesi dove il Codice da Vinci (il film) verrà censurato saranno paesi come il Libano, la Giordania, forse l'Egitto ed altri paesi del Medio Oriente
In molti di questi anche il libro è stato censurato (e anche il film Passion di Mel Gibson)

Motivazione, offesa alla religione Cristiana o alla figura di Cristo (che è un Profeta per i Musulmani)

Ovviamente non credo che sia giusto censurarlo (o bruciare il libro), ma il fatto che dei paesi a maggioranza musulmana pensino di farlo mi incuriosisce e mi diverte

Comunque mi ricordo un film (di molto meno successo) con Banderas in cui trovavano in Terra Santa le spoglie di Gesù Cristo, alchè se ne deduceva che la religione Cristiana e Cristo risorto erano una palese "truffa", e lungo tutto il film loschi figuri prezzolati del Vaticano tentavano di fare la pelle agli scopritori della tomba con le spoglie mortali di Cristo al fine di non propalare la notizia

Come minimo gli autori di questo film dovrebbero chiedere il risarcimento per plagio a quel furbone di Dan Brown :)

P.S.
Aspetto con ansia che qualcuno si metta a scrivere uno psicothriller sulla vita di Maometto che metta in dubbio l'autenticità della religione islamica

Come diceva Jannacci, per vedere di nascosto l'effetto che fa... :D
 

·
ricercatore pampers
Joined
·
2,323 Posts
@ Pavlvs
Le tue osservazioni rientrano nell'ambito della spiritualità delle persone, e io in quell'ambito non mi permetto di mettere bocca. Il mio discorso non voleva essere così elevato, come non lo era, di fatto, la tua parziale giustificazione del rogo dei libri.
 

·
melior de cinere surgo
Joined
·
6,783 Posts
Mah!

Se facessi parte dell'istituzione Chiesa, non farei tanto clamore. È un romanzo come ce ne sono tanti. Credo proprio che lo ignorerei, così gli si dà troppa importanza.

Ho letto il libro in tempi che definiremmo "non sospetti" e l'ho trovato avvincente per il ritmo del racconto. Tuttavia, da cristiano, non sento minimamente minata (scusate l'allitterazione) la mia fede.

Quanto al rogo, lo trovo assurdo. E pensare che siamo nel 2006!
Il problema è che la gente crede troppo facilmente a tutto ciò che viene detto o scritto da qualche parte. Questo è un problema che andrebbe sociologicamente affrontato.
 

·
Registered
Joined
·
2,693 Posts
pampero said:
Non resta nessun fatto! Organizzare i roghi in piazza è grave se si bruciasse Novella 2000 come se si bruciasse il Don Chisciotte!
il rogo è stata una stronzata e l'ho detto li leggi i post?.. RESTA IL FATTO che sia un'offesa al genio di Lonardo e alla chiesa!
 

·
DIABOLIKVS
Joined
·
39,324 Posts
Comunque sia noto che si tende troppo a "superlativizzare" i fatti.

Un libro uno dato simbolicamente alle fiamme è diventato un rogo.

L'iniziativa di due consiglieri comunali dell'imprescindibile comune di Ceccano in provincia di Frosinone nientemeno che la posizione della Chiesa.

Posizione della Chiesa che, a chi interessi, è questa.

" Il Codice da Vinci? Una grande «occasione di catechesi».
Con un'uscita a sorpresa il presidente della Conferenza episcopale italiana, cardinale Camillo Ruini, ha citato il film evento dell'anno in apertura della 56ma assemblea generale della Cei, che vede riuniti i vescovi italiani dal 15 al 19 magggio a Roma.
Le mode editoriali e cinematografiche, e tra queste il Codice da Vinci, ha sottolineato il porporato nel discorso di apertura «mostrano a loro volta la necessità e offrono l'occasione di un'opera capillare di catechesi, e prima ancora di informazione storica, che, usufruendo anche delle attuali tecniche e metodologie di comunicazione, aiuti la gente a distinguere con chiarezza i dati certi delle origini e dello sviluppo storico del Cristianesimo dalle fantasie e dalle falsificazioni, che hanno primariamente uno scopo commerciale ma costituiscono anche una radicale e del tutto infondata contestazione del cuore stesso della nostra fede, a cominciare dalla croce del Signore».
 
1 - 20 of 22 Posts
Status
Not open for further replies.
Top