SkyscraperCity Forum banner

L'Italia è davvero un paese ricco?

12628 Views 839 Replies 50 Participants Last post by  alex81
L'Italia è sempre:

1) il fanalino di coda, insieme alla Grecia, in tutte le classifiche "positive" relative ai paesi dell'Unione Europea (numero di laureati, salari lavoratori, spesa per l'istruzione, infrastrutture, servizi sociali ecc.)
2) in testa a tutte le classifiche "negative" relative ai Paesi dell'Unione Europea (bollette, costo della vita, evasione fiscale, corruzione, numero di automobili, salario porci ecc.)

In Italia ci sono tasse alte, salari bassi e servizi insufficienti. E' un paese capitalista ma non ci sono i capitali.

Viene definito "paese ricco", "paese sviluppato". Ma dove sono i soldi? Come fa ad essere ricco e a non avere i soldi? Ricco di che cosa?
In virtù di cosa è considerato il settimo paese più ricco al mondo? Dov'è questa ricchezza?

Invece in molti paesi in via di sviluppo i soldi ci sono, ma non vengono definiti paesi ricchi. Perchè questa roba succede solo in Italia?
1 - 20 of 24 Posts
i soldi la gente ce li ha ma si lamenta di non averne così può evadere.
Lo stato i soldi ce li ha ma non può pagare infrastrutture faraoniche perchè il costo del lavoro degli operai è molto più alto di quelli brasiliani e cmq i nostri politici sono occupati a buttarli nel cesso o a intascarseli.
Se la gente non avesse veramente soldi come se in spagna la disoccupazione fosse veramente al 20% ci sarebbe la guerra civile, il sommerso è ENORME.

In ogni caso meglio wikipedia inglese (più aggiornato e completo): http://en.wikipedia.org/wiki/List_of_countries_by_GDP_(nominal)_per_capita

e cmq consiglio una classifica un filo più attendibile:
http://en.wikipedia.org/wiki/List_of_countries_by_Human_Development_Index
Allora.. l'Italia sarebbe ricca perchè sono ricchi gli Italiani (ma quando mai?)
Cioè il risultato di il PIL diviso 60.000.000 dovrebbe essere alto (21 posto non è alto)
Però i soldi non ci sono mai. Non li ha il popolo. Non li ha lo stato per pagare i servizi.
Il Brasile non è considerato un paese ricco. Ha un PIL pro capite basso. Però ha i soldi per fare le infrastrutture faraoniche.
e poi, ugolino, se l'italia fosse veramente così povera e decrepita, perchè ci vivrebbero ancora 60 MILIONI di persone?!? Non dovremmo superare i 10, e invece...
questo è quello che ti dicono tutti perchè nell'arte della lamentazione siamo sicuramente i migliori al mondo. Ma non è vero per nulla che non funziona nulla.
Io non sono esterofilo. Cmq è ovvio che gli altri paesi hanno gli stessi problemi nostri, ma in quantità minore o almeno bilanciata. Noi li abbiamo tutti, e tutti al massimo della gravità! Non ci sta una cosa che funziona bene!
La verità è che non c'è corrispondenza tra il dato numerico e la realtà. E non capisco cosa generi questa contraddizione.
Mafia Spa
Faccio un esempio: perchè la Spagna (paese meno ricco dell'Italia) ha più km di ferrovia ad alta velocità? Ha più soldi? I lavoratori costano di meno? Boh
io invece li evito come la peste! Già ci devo vivere insieme, ci manca solo trovarli in giro quando ti puoi disintossicare.
P.S: Mila2o gli italiani all'estero li riconosci perché, in confronto agli altri, sono i meglio vestiti e anche i più simpatici e il bello è che se all'estero incontri un'altro italiano e come se incontrassi un fratello o un vecchio amico.
Adesso capisco perchè quando sono in giro all'estero nessuno capisce da dove vengo! Ne vado molto orgoglioso! :D
Gli italiani all'estero solitamente parlano al cellulare, ad alta voce, e raccontando futilità che potrebbero benissimo raccontare con calma al loro ritorno. Li riconosco da questo ancora prima che dai vestiti. Negli aeroporti, in attesa del volo, mentre tutte le altre nazionalità leggono, conversano, si riposano, gli italiani parlano al cellulare. Appena viene annunciato il volo poi si ammassano tutti all'imbarco, sempre parlando al cellulare, e un battibecco su chi c'era prima non ce lo toglie mai nessuno.
Chiari sintomi di nevrastenia.

Gli altri popoli, comunque, quando si incrociano all'estero reagiscono piuttosto freddamente, quando non si dimostrano chiaramente scocciati. Gli italiani solo gli unici che fanno festa.
ma infatti prendere a modello l'america per un sacco di cose è l'errore più grosso che si possa fare.
Chi ha subito in maniera più esponenziale il modello americano è il resto del continente americano, dove vieni ucciso per un cellulare con facilità enorme.
Poi mi chiedono perchè ho paura ad andare in centro-sudamerica mentre negli altri continenti giro senza problemi...
probabilmente sarà che non starò simpatico, ma in quasi tutti gli aeroporti dove sono atterrato e ho preso taxi mi hanno spesso fatto pagare di più del dovuto. Mi sembra quindi esagerato dire che solo i nostri tassisti sono ladri.
In compenso in quasi tutte le città civili i taxi hanno prezzi legali accessibili, a milano è impossibile anche solo avvicinarsi ad un taxi senza spendere miliardi.
cellulari, ipod, scarpe, catenine etc... tutto ciò che ha un valore.
In Centrosudamerica e in Africa la vita di un uomo vale meno della merda dei cani e farmi ammazzare a 24 anni non mi garba più di tanto.
Carneficine per dei cellulari? Apperò...
a lagos già solo per il fatto che sono un bianco me la sarei cercata :D

Cmq quando in un paese normalmente la gente va in giro coi soldi arrotolati tra le dita dei piedi nelle scarpe per paura non c'è bisogno di sventolare nulla.
Se vai in giro per un ghetto di Lagos sventolando Ipod, scarpe firmate, catenine etc te la sei cercata.
io andrei di corsa in quei posti perchè ho un desiderio nella vita che è visitare tutto il mondo e trovo posti come Rio fantastici, altro che metterci mai piede! Il mio è un enorme cruccio infatti!
Se poi, nel caso sudamericano, oltre alla paura ci sono anche i prezzi proibitivi dei voli che stroncano ogni mia minima velleità, in alcuni paesi dell'africa avrei già un biglietto in mano senza problemi se non avessi una paura fottuta di quei luoghi.
La mia opinione deriva da cronache nere su ciò che subiscono i turisti in quei luoghi (nonostante io stesso consideri siti come ViaggiareSicuri da prendere con le pinze) e sulle statistiche che parlano di un numero di omicidi e aggressioni impressionanti rispetto al resto del mondo.
Attualmente non mi sento pronto e non ho l'esperienza necessaria per andare a rischiare la pelle per vedere alcuni luoghi, infatti i paesi che ho visitato sono tra i più "sicuri" per un turista.
Van bene i 24 anni...ma non capisco come tu ti sia fatto questa opinione.
Ovvero: visto che dichiari (ab initio) che mai metteresti piede laggiù...come fai a sostenere che il peso locale di una vita umana è "meno della merda dei cani"?
Beh è chiaro, senno tutti i voli a/r sarebbero solo andata! :D
Però ci sono mille modi di viaggiare: se io andassi in questi luoghi per lavoro, in tour organizzato, con contatti fidati locali etc... non avrei certo la paura che ho ad andarci da solo senza il minimo appiglio di emergenza. Ma purtroppo io queste condizioni non le ho attualmente.
Secondo me esageri. Conosco persone, talmente bianche da potersi scottare con la luce del frigo, che sono andate in Rwanda, Senegal, Camerun, Nigeria e Sudamerica (Argentina e Brasile), con tanto di giro nella Boca e partita allo stadio del Juniors e sono tornate indietro intere. Altre, invece, sono state corcate di botte per una sigaretta in piazza Bodoni a Torino. Dipende tutto dalla sfiga, e da come ci si pone.
con quello che combinavi da giovane erano gli argentini ad avere paura di te!:lol::lol:
Io non ho la scaltrezza e l'esperienza di chi ha vissuto le peggiori periferie milanesi degli anni 80 :D
Cmq, a parte gli scherzi, se fossi cresciuto in posti come le banlieue, a scampia, a compton etc... non avrei paura di visitare nessun luogo del mondo per il fatto che avrei la scaltrezza, l'esperienza e i trucchi per saper sopravvivere e affrontare ogni situazione
Quoto

Ho avuto l'ufficio alla Boca, proprio di fronte allo Stadio. Per poco piu' di un anno. Mai avuto un problema. Basta applicare un pochino di buon senso, IMHO
sei andato a qualche sparatoria tra tifosi?? :D :D

Magari si menassero come dio comanda anche qui tra ultras nel derby, sarebbe bello menare qualcuno della curva nord, peccato che ormai c'è troppa mafia di mezzo e si rischia di farsi troppo male.
:lol::lol:

Che sei matto? Buono per il rimorchio ma e' un posto da fighetti!

Il mio bar alla Boca era il ritrovo della "Doce", insomma degli ultras del Boca.

Al muro c'era una foto di Pele', solo a testa in giu', e quando c'era il derby con il River la gente preparava le galline spennate.

IMPAGABILE!
come Ivan, il tifoso/delinquente di professione! E come i black bloc!
E sembra pure in aumento il trend, evidentemente pagano bene! :D
Senza contare che poi tutti i gemellaggi e rivalità comportano l'obbligo dell'invio di rappresentanti di tifoserie in partite dove la propria squadra nemmeno gioca. Per cui a un Triestina-Piacenza (sono le prime due squadre a caso che mi sono venute in mente) ci possono essere tifosi di 10 squadre diverse mischiati agli ultras locali.
La cosa strana e che ignoravo completamente e' che esiste una specie di internazionale delle tifoserie, o tifosi professionisti da esportazione. Insomma sto' bar era frequentato da ultra' del Boca di cui almeno un paio non potevano venire in Italia per condanne legate alla violenza da stadio, furti etc.

Insomma uno faceva l'Ultra' dell'Ascoli e l'altro non mi ricordo. Dico, ma che ci va a pensare che uno espatria per fare il tifoso/delinquente full time?

Ma che cazz!
Il problema è che non so se io attualmente sarei in grado di girare da solo per posti come Los Angeles. (ai tempi ci sono andato coi miei e in tour)
Per quanto riguarda l'europa è facile girare perchè tanto basta rimanere in zone centrali e 99 su 100 sei tranquillo, mentre la concezione delle città fuori dall'europa fa si che non esista un centro ma si parli di zone dove puoi andare e zone dove puoi essere ucciso quasi sicuramente (modello zoning stupido americano). Il problema è che spesso i confini tra le varie zone sono molto labili e, cmq, per raggiungere certi posti capita che devi transitare per altri pericolosi e cosi via...
Inoltre, nel caso particolare latinoamericano, si legge spesso anche di pericoli seri nelle zone più turistiche delle varie città.
Quindi, considerando che uno ci va in vacanza, passa la voglia di visitare questi luoghi se poi si deve andare in giro con la stessa ansia di come se fossi in afghanistan a vedere i vari posti. E per chi, come me, punta a visitare tutti i paesi del mondo, è veramente deprimente, considerando che finora ho visto esclusivamente nazioni civili e che non manca moltissimo a finirle...
Vero e falso.

Che i rischi di furti e rapine siano sicuramente più alti a quelli a cui sei abituato è vero verissimo.
Dare credito a leggende e stereotipi da "film" però è sbagliato e si ha un'idea falsa.

Ovviamente non si va "alla cazzo" e con la macchina fotografica al collo.
Girerai nei posti sani e nelle aree in cui sai di poter andare, allo stesso modo in cui se vai a Parigi eviti certi ghetti della cintura urbana.
Se hai il "coraggio" di andare a Los Angeles non vedo perché devi avere timore di visitare Rio de Janeiro.

Di certo non si va a caso, i posti pericolosi ci sono veramente.
ma infatti le zone di gang operano sul modello mafioso, quindi loro non mi fanno paura poichè si ammazzano tra di loro, di certo da me non vogliono niente!:D

Cmq nella lista c'è citta del capo dove volevo andare, mannaggia!! :lol:
Ciudad Juarez non e' da evitare perche' e' pericolosa, IMHO.

E' da evitare perche' e' ORRIBILE.

In ogni caso il narco e' talvolta un gentiluomo. Ho visto una signora ringraziarli in TV locale perche' si era trovata in mezzo ad un agguato ed il narco testualmente le ha detto " Signora si abbassi que' vamos a rafagar (rafficare, sparare a raffica)". Una volta sventagliato ed abbattuto il malcapitato prima di andarsene hanno aggiunto "Senora, ahora esta' seguro".

Dico, se non e' divertente tutto cio', e' inutile andare al Luna Park!
io sono dello Stadera Rulez!! ahaha
Case Rosse Bronx!
Stadera rulez!
Ponte Lambro connection!

E naturlich...Bresso, Cinisello, Affori e Bruzzangeles...

http://vids.myspace.com/index.cfm?fuseaction=vids.individual&videoid=100530893
ahahah:lol:
Non è vero sappiamo che sei stato in qualche posto in più :D :D

A me ne manca qualcuno meno dai!:banana::banana:
Pure io ...pure io !! :banana:

Me ne mancano circa 190!!!
quindi teoricamente una volta finito di ammazzarsi questi la situazione dovrebbe essere migliore?
Oggi, rapine di strada a parte, la delinquenza sta facendo il salto.

"I bambini" sono cresciuti, diventando cartelli mafiosi che controllano lo smercio del narcotraffico nei ghetti urbani e si sparano tranquillamente o tra gruppi rivali o contro la polizia.

La stragrande maggioranza dei morti sono le guerre del narcotraffico.

E' finita l'era del ragazzino da strada che improvvisa.
Tra l'altro oggi i ragazzi vanno a scuola tutti.
1 - 20 of 24 Posts
This is an older thread, you may not receive a response, and could be reviving an old thread. Please consider creating a new thread.
Top