SkyscraperCity banner
Status
Not open for further replies.
1 - 20 of 154 Posts

·
ricercatore pampers
Joined
·
2,323 Posts
Discussion Starter · #1 ·


Turismo, il sorpasso cinese
l'Italia scende al quinto posto

La Francia mantiene la prima posizione, gli Usa in crescita dopo la crisi, la Spagna si mantiene stabile

LONDRA - La Grande muraglia e la Città proibita battono il Colosseo e la Torre di Pisa. Segnalando un altro passo indietro per il nostro paese e un nuovo progresso da parte della superpotenza asiatica, il rapporto annuale della World Tourism Organization rivela che nel 2004 la Cina ha superato l'Italia come quarta più popolare destinazione turistica del pianeta. Il numero dei visitatori stranieri in Cina è salito a 41 milioni e ottocentomila, con uno spettacolare aumento del 27 per cento rispetto all'anno precedente, mentre i turisti in Italia sono scesi a quota 37 milioni e 100 mila, un calo del 6 per cento rispetto a un anno prima. Nella graduatoria, compilata dall'agenzia per il turismo dell'Onu, nel 2003 l'Italia era al quarto posto e la Cina al quinto: nei dodici mesi seguenti i due paesi si sono scambiati posizione. E' l'unica novità di rilievo in una classifica che rimane per il resto immutata al vertice, con la Francia in testa quale meta numero uno del turismo mondiale con 75 milioni e 100 mila presenze (+ 0,1 per cento sul 2003), seguita dalla Spagna con 53 milioni e 600 mila (+ 3,4 per cento) e dagli Stati Uniti con 46 milioni e 100 mila (+ 12 per cento).
Il sorpasso cinese è ancora maggiormente evidenziato dalla settima posizione in classifica di Hong Kong, quest'anno entrata per la prima volta trai primi dieci, con un aumento del 4 per cento dei visitatori stranieri nel 2004 per un totale di 22 milioni di presenze. La World Tourism Organization pubblica la sua graduatoria da trent'anni, e ha continuato a calcolare separatamente i visitatori di Hong Kong e Cina anche dopo la riunificazione dell'ex-colonia britannica con Pechino nel 1999. Ma in effetti oggi quei turisti visitano il medesimo paese, per cui andrebbero sommati: di fatto, con 63 milioni di presenze, si dovrebbe dunque dire che la Cina non è la quarta destinazione preferita bensì la seconda, alle spalle della Francia, e potrebbe presto superare anche questa se il turismo continuerà a espandersi al ritmo attuale.
Quanto al declino turistico dell'Italia, il rapporto nota che in parte è il risultato del rafforzamento dell'euro rispetto al dollaro, che scoraggia gli americani a recarsi oltre Atlantico: ma ciò non sembra avere danneggiato allo stesso modo altri paesi dell'eurozona. L'impressione degli esperti è che la ragione del calo di presenze sia un insieme di prezzi troppo alti, servizi poco soddisfacenti, migliore qualità della concorrenza. Come che sia, il giorno dopo la copertina dell'Economist che ha assegnato all'Italia il titolo di "malato d'Europa", il Financial Times titola in prima pagina che la Cina ci sorpassa come numero di visitatori. La politica è un teatrino e l'economia va a rotoli, dicevamo una volta noi italiani, male che vada ci rimarrà sempre il primato del turismo: ma neppure questo, se continua così, è più sicuro.
 

·
Николай
Joined
·
8,137 Posts
beh...inutile lamentarsi che sia sceso il turismo, finch¨¨ qui in Italia i musei e le altre cagate continuano a costare un bordello....chi v¨¤ a spendere 15 euro per andare a vedere la cappella del giotto? il mio bagno ¨¨ pi¨´ bello......
 

·
Tutto il resto è fuffa.
Joined
·
4,123 Posts
Se l'Italia continua a crogiolarsi sul fatto di vivere di "rendita" senza apportare innovazione e diversificazione dell'offerta STIAMO tutti freschi...
 

·
Registered
Joined
·
1,243 Posts
A Paestum, come in molte località della costiera amalfitana/cilentana, una bottiglia d'acqua naturale da 2lt la vendono 1,50€...io al supermercato la pago 0,22€ ... ora questo è solo un piccolo esempio ma serve a capire quale sia la politica dei prezzi degli operatori del turismo italiani..personalmente preferisco sempre andare all'estero ...con gli stessi soldi di una settimana in italia di solo soggiorno ti fai una all-inclusive in qualche villaggio esotico...

capisco che la manodopera costi di meno, ma qui siamo veramente allo schifo totale...

antonio da salerno
 

·
Registered
Joined
·
1,243 Posts
capitan harlock said:
gulp la meta' della Francia:-0 !!!
incredibile e dire che in Italia abbiamo il piu' grande e piu' diversificato patrimonio artiistico-culturale del mondo!!
E' vero, abbiamo bellezze naturali a dir poco fantastiche...solo che vogliamo guadagnarci per 10 anni ogni anno...(non so se mi sono spiegato :) ).

Cmq sul patrimonio artistico/paesaggistico non siamo inferiori a nessuno
 

·
suburban bishop
Joined
·
7,779 Posts
ELETRIX said:
Se l'Italia continua a crogiolarsi sul fatto di vivere di "rendita" senza apportare innovazione e diversificazione dell'offerta STIAMO tutti freschi...
Bravo concordo pienamente. Si noti poi il richiamo turistico di una città che non ha neanche un monumento antico ma solo edifici ipermoderni, dei quali tantissimi sono grattacieli anche giganteschi: Hong Kong, 22 mil di turisti.
Chissà perchè siamo convinti che il resto del Mondo sbavi dietro al nostro Paese e ci invidi tutte le cose antiche che abbiamo.

Noi sfoggiamo tutto ciò che hanno fatto gli italiani del passato, perchè se avessero avuto l'intraprendenza e lo spirito innovativo che abbiamo oggi vivremmo ancora nelle caverne. Se gli antichi Romani fossero stati in grado di realizzarlo non avrebbero perso trent'anni a decidere se fare o no il Ponte di Messina, e oggi ci cammineremmo ancora sopra ne sono sicuro.
 

·
Langbärten user
Joined
·
478 Posts
Il problema non sono solo i prezzi elevati ma è il servizio offerto.. il rapporto qualità prezzo! Le nostre strutture ricettive sono totalmente incapaci di offrire sistemazioni dignitose a prezzi adeguati. Credo che in Italia gli unici posti in cui esista una vera cultura dell'ospitalità sia nelle località dell'arco alpino e in particolar modo in Trentino e Sudtirolo. Provate a viaggiare ad esempio in Germania, paese non certo definibile "turistico". Le strutture ricettive tedesche sono tutte di buon livello, pulite, moderne e confortevoli.. e il tutto a prezzi accessibili.
La mentalità turistica italiana invece generalmente considera il turista non un ospite da coccolare ma un pollo da spennare! Non sopravvalutiamoci.. di posti belli il mondo è pieno!
 

·
Registered
Joined
·
786 Posts
taurus said:
Il problema non sono solo i prezzi elevati ma è il servizio offerto.. il rapporto qualità prezzo! Le nostre strutture ricettive sono totalmente incapaci di offrire sistemazioni dignitose a prezzi adeguati. Credo che in Italia gli unici posti in cui esista una vera cultura dell'ospitalità sia nelle località dell'arco alpino e in particolar modo in Trentino e Sudtirolo. Provate a viaggiare ad esempio in Germania, paese non certo definibile "turistico". Le strutture ricettive tedesche sono tutte di buon livello, pulite, moderne e confortevoli.. e il tutto a prezzi accessibili.
La mentalità turistica italiana invece generalmente considera il turista non un ospite da coccolare ma un pollo da spennare! Non sopravvalutiamoci.. di posti belli il mondo è pieno!
sono daccordo con la prima parte meno sulle ultime parole....
ho viaggiato molto e ti posso dire senza timore di smentite che l' Italia è uno dei paesi piu' belli del mondo...
è stata vantaggiata da molti fattori storici favorevoli e il risultato è che tre citta' belle come Roma , Firenze e Venezia nessuna nazione le puo' sfoggiiare tutte assieme
per non parlare del resto..
il fatto è che la Francia ha una legge sul Turismo molto efficiente e gli enti locali hanno un sacco di risorse per fare promozione , restaurare i monumenti , istiuire musei, eccetera eccetera,


la Spagna è il fenomeno turistico che tutti sappiamo, ma molto discutibile e discusso e sicuramente non è l' esempio da seguire,,,
infatti un dato molto imporatante riguardo al turismo oltre ai dati del numero turisti arrivati è quello del fatturato del comparto...

il fatto che la Cina ci sorpassi secondo me è fisiologico..
è un paese enorme con moltissime risorse e in piena espansione moltissimo popoloso , circondato e quindi facilmente fruibile da paesi molto popolosi loro volta anch'essi in espansionei...
non dimentichiamo poi 2 FATTORI che fino a qui non avete per nulla considerato : il turismo d' affari e gli immigrati -turisti..
inutile dire che il dato di Hong Kong è sicuramente composta da un gran numero di busimen in viaggio d' affari, e che molti di questi turisti non sono altro che cinesi emigrati in tutto il mondo( o discendenti) che vanno a visitare il loro paese di orgine..
altro fattore da voi trascurato è che da sempre i nostri maggiori clienti sono i tedeschi...
con la crisi nera che c'è in Germania è facile pensare che i milioni di turisti in meno per noi arrivino proprio da quella parte..... :sleepy:
 

·
Registered
Joined
·
561 Posts
capitan harlock said:
gulp la meta' della Francia:-0 !!!
Non vorrei sbagliarmi, ma da qualke parte avevo letto ke molti dei "turisti" registrati in francia sono in realta' dei turisti "di passaggio", soprattutto northern european (tedeschi, scandinavi, british,...) diretti verso il sud (spagna/portogallo), ke anke passando una notte in qualke motel, vengono registrati come turisti in Francia.

In ogni caso, sono d'accordo ke il turismo in Italia va rilanciato!! :bash: Ma spero ke il ns turismo nn diventi mai un turismo di massa come quello ke si vede sulle coste spagnole!! :puke:
 

·
Tutto il resto è fuffa.
Joined
·
4,123 Posts
Mr_Beat said:
Bravo concordo pienamente. Si noti poi il richiamo turistico di una città che non ha neanche un monumento antico ma solo edifici ipermoderni, dei quali tantissimi sono grattacieli anche giganteschi: Hong Kong, 22 mil di turisti.
Chissà perchè siamo convinti che il resto del Mondo sbavi dietro al nostro Paese e ci invidi tutte le cose antiche che abbiamo.

Noi sfoggiamo tutto ciò che hanno fatto gli italiani del passato, perchè se avessero avuto l'intraprendenza e lo spirito innovativo che abbiamo oggi vivremmo ancora nelle caverne. Se gli antichi Romani fossero stati in grado di realizzarlo non avrebbero perso trent'anni a decidere se fare o no il Ponte di Messina, e oggi ci cammineremmo ancora sopra ne sono sicuro.
Sottoscrivo in TOTO. Il tursmo architettonico è in piena ASCESA e di esempi in Europa ne abbiamo a tempesta: Valentia, Barcellona, Lille.
L'Italia si adagia sulle sue bellezze classiche e senza tempo ma la CONCORRENZA è sfrenata e se non rincorri i tempi sei FUORI. Anche il turismo dei "divertimenti", il turismo BY NIGHT per intenderci andrebbe stimolato, INNOVATO, diversificato. La nomea di cui gode oggi la Spagna, la Grecia con le sue isole si traduce in soldoni e in capitale d'immagine. E non è poco, anzi.
Bisogna creare sistema. Competitività nei FATTI.

Concordo con Taurus per quanto riguarda la (il)logicità italica del "spenniamo il turista" e portiamo a casa la stagione.....
 

·
Not cool
Joined
·
3,712 Posts
Se avete 50 minuti di tempo libero e volete capire meglio il problema del turismo in Italia, vi consiglio di guardare questa puntata di Passepartout:

mms://media.fastweb.it/WM9/raiclick/FMVRAI04000001018169.wmv

Il conduttore, Philippe Daverio e' un mostro di conoscenza, e mi sorprende che conduca un programma televisivo (per pochi adepti, tra l'altro) invece di essere alla sovrintendenza o al ministero della cultura. Al contrario, Renato Mannheimer, uno degli ospiti in trasmissione, e' pessimo.. Si capisce fin da subito che non e' interessato al dibattito (decisamente piu' interessato, lo e' al vino, che sbevazza per tutto il tempo), vista la superficialita' e banalita' dei suoi interventi.
Bellissima la battuta in chiusura, che va un po' alla radice del problema. Guardatevelo!
 

·
Registered
Joined
·
18,173 Posts
Rispetto alla Spagna ed alla Francia paghiamo dazio per un semplicissimo motivo.
da noi gli stranieri visitano al 99% solo metà Italia.
da Roma compresa in su.
pochi sono quelli she si spingono sino a Pompei.
oltre, più a Sud, il turista straniero non va.
per la cattiva fama del Mezzogiorno, per la carenza effettiva di strutture turistiche (ce ne sono pochissime di ottimi livello, tante di pessimo livello e poche di medio livello), pagano per il malcostume di depredare il turista visto non come portatore di ricchezza, ma come polo da spennare.
regioni meravigliose come la Sicilia e la Puglia hanno meno turisti di Milano, Roma o Firenze....che sono città!
al contrario regioni come Veneto ed Emilia fanno l'en-plein di turismo pur avendo un mare decisamente brutto e strutture turistiche che puntano quasi esclusivamente sul basso livello.

anni fa qualcuno parlò di trasformare la Puglia nella California d'Italia...poi qualcun'altro parlò del Sud come della Florida d'Italia.
campi da golf, megalberghi, spa, congressi....
siamo alle solita...non si è combinato niente.
tolta Taormina e Pompei il Sud nel resto del mondo NON è una luogo ove passare le vacanze per gli stranieri.
Francia e Spagna al contrario hanno l'intera loro superficie "aperta" ai turisti.

ma d'altronde come far andare i signori Smith o i signori Muller o i signori Gustavsson a Napoli per esempio se per 100 giorni all'anno ci sono le strade invase dalla monnezza e ci sono più omicidi per strada che a Saigon?
come far cambiare idea agli Americani dopo il fattaccio del bimbo ammazzato sulla Salerno Reggio?
come cambiare l'intera pessima immagine che il Sud da 50 anni fornisce all'intero mondo?

per di più il Turismo cala....il che vuol dire che anche le Regioni del Centro-Nord che in questi anni hanno rappresentato il 90% del turismo Italiano segnano il passo.
anche lì è subentrata l'idea di spennare e fottere il turista.
le strutture sono sovente vecchie di decenni, la famigliola Tedesca che andava a passare 2 settimane nella Pensione Miramare e a fare il bagno nel fango di Rimini...ora va in Spagna e spende meno e il mare almeno come colori è decente.
gli inglesi non comprano più in Toscana, dopo che i furbi Toscanacci gli venedevano ruderi a prezzi da attici sull 5° Avenue.
gli Americani viaggiano meno, i Giapponesi continuano a fare i loro minitour da 5 giorni.....e i Cinesi....i Cinesi...abbiamo l'Alitalia che quasi NON vola in Cina e che non lascia liberi gli slot di Malpensa....e i Cinesi vanno a Parigi.

ciaopep!
 

·
Tutto il resto è fuffa.
Joined
·
4,123 Posts
Gruber sempre catastrofico eh?:) Cmq in parte quello che dici è VERO.
Però ci sono luoghi nel sud che fanno il pienone estivo (Taorina, SR, AMALFI, ISCHIA, POSITANO, Capri) e hai rimosso la SARDEGNA che d'estate registra perennemente il tutto esaurito e forse è l'unica che concilia prezzi buoni (forse ESOSI) però con uno standard qualitativo più che dignitoso.
Sai cosa fanno i tori quando quando si aprono le porte del recinto?...ognuno corre per i fatti suoi....alla cieca. Gli operatori del turismo italico non fanno SISTEMA, "BRANCO" e cmq non si lavora per migliorare l'immagine di alcune zone del nostro paese, sud in testa. Insomma la solfa è sempre la stessa e i nostri POLITICANTI cadono nello stesso errore, da decenni ormai.
 

·
Registered
Joined
·
1,243 Posts
Non sono assolutamente d'accordo con Gruber. da uomo del sud mi sento di dire che la realtà non la conosci...non puoi dire che al sud il turista non viene perchè un bimbo è stato ammazzato oppure perchè a napoli c'è la spazzatura per strada. sono problemi occasionali che non penso possano incidere sul turismo. inoltre le strutture qualitativamente scarse sono anche al centro-nord...quello che ha in più ad esempio la costa riminese è l'organizzazione che qui al sud forse manca e come dice eletrix ognuno va per i fatti suoi. mi sembra che gli omicidi , la corruzione e quant'altro sia anche al nord in misura uguale al sud...il vero problema è che noi ITALIANI (da aosta a trapani etc...) vogliamo sempre e cmq guadagnare molto offrendo poco...(hai mai preso un caffè seduto a venezia? secondo te è normale pagare 20€ per un caffè ed un cornetto? o pagare l'acqua più di quanto la si paga alle maldive che importa tutto?)
 

·
Tutto il resto è fuffa.
Joined
·
4,123 Posts
Assessa però dobbiamo riconoscere che l'immagine di cui gode il SUD all'estero e soprattutto nel territorio nazionale non è delle migliori. Volendo sorvolare sulla monnezza o un omicidio accaduto sulla RC-SA più di 10 anni fa (che non incide affatto sul turismo perchè allora dovremmo calcolare gli omicidi che avvengono all'ordine del giorno in qualsiasi altro posto del mondo) il problema principale riguarda quel PICCOLO gap tra qualità dei servizi e costi e ci aggiungo anche insufficienti controlli. C'è una frattura ingiustificabile. I Tedeschi l'estate scorsa alla riviera romagnola le hanno regalato una pernacchia e arrivederci e danken. A questo bisogna aggiungere la mancanza di innovazione e gli interventi attuati in questi anni di certo non hanno coperto lo spazio che ci sta sempre più allontanando dalle concorrenti europee e mondiali.
 
1 - 20 of 154 Posts
Status
Not open for further replies.
Top