SkyscraperCity banner

17101 - 17120 of 21746 Posts

·
Registered
Joined
·
5,694 Posts
Sono passato per Messina sabato e domenica, e la città mi ha stupito in positivo come al solito. Ho fatto foto che posterò al più presto
 

·
Registered
Joined
·
17,471 Posts
Taormina “sta con le donne”. Successo per la fiaccolata contro il femminicidio



Grande partecipazione per la prima manifestazione nazionale contro la violenza sulle donne, organizzata dagli uomini

di Emanuele Cammaroto -

Successo di partecipanti per la fiaccolata “Io sto con le donne”, la prima manifestazione nazionale organizzata dagli uomini contro il femminicidio, svoltasi ieri sera a Taormina. L’iniziativa, ideata dall’associazione culturale “TraOrmina Forum”, con il sostegno del Consiglio comunale della “Perla” e con il patrocinio di numerose associazioni ed enti ha dato un tangibile segnale collettivo nella lotta contro le violenza che ormai quotidianamente colpiscono nel modo più vile ed inaccettabile le donne di ogni parte d’Italia e del mondo.

La manifestazione. Il corteo ha preso avvio dalla terrazza del parcheggio Porta Catania e da lì ha attraversato il Corso Umberto e si sono quindi registrati gli interventi degli organizzatori in piazza IX Aprile per dire con determinazione “no” ai soprusi e alla crudeltà che si abbatte sulla vita delle donne, atti di violenza che non possono essere più tollerati in alcun modo e contro i quali si avverte forte la necessità di una giustizia esemplare. Un’iniziativa, quella di ieri sera a Taormina, contro la barbarie dei comportamenti di chi non rispetta la dignità delle donne, una fiaccolata volta a scuotere le coscienze di questo Paese per proteggere la libertà del genere femminile, sempre più frequentemente vittima di soprusi, offese ed umiliazioni di ogni tipo. Fiaccole accese lungo il centro storico della capitale del turismo siciliano per dire e dimostrare che i veri uomini stanno con le donne, le amano, le rispettano e non le aggrediscono brutalmente. Dalla Perla dello Jonio è partita la prima manifestazione contro il femminicidio organizzata da uomini di ogni età: studenti, padri, mariti e figli, impugnando luce e non armi, hanno tutti voluto essere voce unica e trasversale del dovere maschile di mettere fine alle violenze contro le donne. L’obiettivo evidenziato nel corso della manifestazione è stato quello di condividere una posizione netta, invitando per altro le donne ad allontanarsi dagli uomini violenti che in nome di un sentimento “malato”, che amore non è, umiliano, maltrattano ed arrivano ad assassinare mogli, compagne, fidanzate.

Taormina città simbolo. Al corteo ha preso parte anche il presidente dell’Assemblea Regionale, on. Giovanni Ardizzone, e al corteo c’erano anche i rappresentanti delle amministrazioni del comprensorio ionico (con in testa la Giunta taorminese rappresentata dal vicesindaco Mario D’Agostino e gli assessori Raneri e Cilona ) e di altri centri di varie province siciliane. «La manifestazione di oggi (ieri, ndr) – spiega il presidente del Consiglio comunale di Taormina, Antonio D’Aveni – rappresenta un importante punto di partenza in una battaglia che continuerà e che da questo momento vedrà Taormina come città simbolo d’Italia a difesa dei più deboli, delle donne e anche dei bambini. Il 18 settembre sarà una data da ricordare a Taormina e in tal senso proporrò al Consiglio comunale di denominare una via della nostra città “Via 18 settembre” per suggellare nel miglior modo il giorno di questa iniziativa. Taormina dovrà essere città simbolo del rispetto verso le donne e di chiunque altro».

Uniti contro la violenza. Dopo la fiaccolata si è tenuto un dibattito seguito con attenzione dalla gente in piazza IX Aprile, con un momento di approfondimento del tema, al quale hanno preso parte i rappresentanti delle varie associazioni. Alessandro Cardente, presidente di “TraOrmina Forum”, ha evidenziato che “la fiaccolata di Taormina e’ un segnale forte che viene lanciato da Taormina e vuole sensibilizzare l’opinione pubblica italiana contro queste inaccettabili violenze”. È’ stata sottolineata nel corso dell’evento quanto sia fondamentale la diffusione della cultura di genere, nel contrasto verso ogni forma di discriminazione e violenza morale e psicologica e verso anche le molestie sessuali. Un messaggio accorato e significativo quello lanciato da “Io sto con le donne”, che ha unito i cittadini e i vari rappresentanti di oltre sessanta associazioni e movimenti, ed anche le scuole e molti comuni che hanno aderito all’iniziativa per dire in modo unanime “no” alla odiosa sequenza quotidiana di violenze contro le donne.
http://www.blogtaormina.it/2016/09/...ne-successo-la-fiaccolata-femminicidio/229886
 

·
Registered
Joined
·
17,471 Posts
Taobuk chiude con Clara Sánchez e Alberto Angela: un’edizione con oltre 100 ospiti e 70 eventi

Scrittori, intellettuali, giornalisti, artisti esponenti della società civile e politica si sono confrontati su “Gli Altri”. L'edizione 2017 anticiperà la sua programmazione al mese di giugno

di Giusy Bottari

Pupi Avati, Marc Levy, Clara Sánchez e Alberto Angela. Un gran finale per la sesta edizione di Taobuk – Taormina International Book Festival. Dopo 9 giornate di programmazione, oltre 100 ospiti e 70 appuntamenti accolti da una grande affluenza di pubblico si chiude la sesta edizione di Taobuk – Taormina International Book Festival. Scrittori, intellettuali ed esponenti della società civile e politica, sia italiani che internazionali, dall’autore americano Michael Cunningham alla food writer siriana Barbara Abdeni Massaad, dall’antropologo francese Marc Augé e alla scrittrice spagnola Clara Uson, si sono confrontati un tema fortemente attuale: “Gli Altri”.

Il ragazzo in soffitta. Fedele all’incrocio di espressioni artistiche diverse, a Taobuk si intrecciano il linguaggio del cinema e quello della letteratura. Così il regista Pupi Avati ha portato al festival il suo primo romanzo “Il ragazzo in soffitta”. «Ho deciso di scrivere un libro per trasmettere ciò che non è possibile trasmettere con la pellicola». E i temi sono quelli cari al regista: la tremenda iniquità con cui la vita distribuisce successi e dolori. Il libro racconta la metamorfosi da uomo a orco: «Più racconti il mostro, il diverso, più lo capisci: è questo il pericolo – spiega Pupi Avati – Quello che manca alle persone “disturbate” è l’ascolto». Dopo oltre cinquanta film sceglie la scrittura: «La vita sul set è ormai confusa con la mia vita reale» e sorridendo aggiunge «Il set fa così parte della mia vita che guardando mia moglie penso: la inquadro da destra o sinistra?». Infine, racconta l’incontro con Lucio Dalla: «Con lui ho scoperto cos’è il talento».

Umorismo e amore in Marc Levy. «Ci si può innamorare dell’apparenza di una persona, ma poi ci innamoriamo di lei e della sua luce». Lo scrittore francese che ha venduto 35 milioni di copie rispolvera i suoi personaggi d’esordio, Paul e Mia, per parlare di identità. Lui è uno scrittore americano, che vive a Parigi in attesa che il successo bussi alla sua porta. Lei è un’attrice inglese scappata a Parigi da una vita che non la soddisfa più. «Queste persone cambiano identità – ha raccontato lo scrittore francese – per l’impatto che hanno sull’altro, per lo sguardo degli altri». Lui è solare, disinvolto, allegro nel parlare della sua commedia disseminata di humour, equivoci e malintesi. «Il privilegio dello scrittore è quello di poter andare incontro a più identità – ha spiegato Marc Levy– ma io cerco di farlo con humor, perché si possono trattare anche argomenti seri non perdendo la leggerezza. Un grande esempio è il film “La vita è bella”».

Lo stupore di una notte di luce. Un’altra anteprima nazionale nell’ultima giornata di festival con la scrittrice spagnola best seller Clara Sánchez e il suo romanzo “Lo stupore di una notte di luce”, in libreria dal 12 settembre, seguito de “Il profumo delle foglie di limone”, una storia di amore e speranza, una storia sulla forza delle scelte e il coraggio di non tradirle, sull’impossibilità di dimenticare il male e sulle colpe che devono essere punite. «“Lo stupore di una notte di luce” nasce da una mia storia vera – ha raccontato l’autrice – Sandra mi assomigliava molto, viveva le mie esperienze. Julian, invece, somiglia a mio padre, è la forza di superare la fragilità dell’invecchiamento». Non si risparmia in aneddoti e dettagli, stimolata dalla domande della giornalista Lucia Gaberscek: «Quando raccontavo queste cose stavo bene perché mi stavo liberando» e aggiunge «Ci sono tante cose che racconto ai mie lettori e che non racconterei ad un’amica bevendo un caffè». L’attrice Isabella Ragonese ha accompagnato la presentazione dando voce ai brani più emozionanti del libro.

I Segreti e le meraviglie di San Pietro. Si chiude con la bellezza della Basilica di San Pietro l’ultima giornata del Festival Internazionale del libro di Taormina. Con Alberto Angela, il paleontologo più conosciuto della tv, ci si è immersi nella storia millenaria della basilica romana partendo da suo ultimo libro “San Pietro. Segreti e meraviglie in un racconto lungo duemila anni”. «Il libro – ha raccontato Alberto Angela – è il risultato di tanti anni di lavoro, di scoperta della basilica. Sotto San Pietro ci sono segreti custoditi da secoli». Il prossimo anno l’appuntamento con Taobuk sarà anticipato a giugno.
http://www.blogtaormina.it/2016/09/...-unedizione-oltre-100-ospiti-70-eventi/229883
 
  • Like
Reactions: MercuryRevolution

·
Registered
Joined
·
17,471 Posts
 

·
Registered
Joined
·
6,213 Posts
Alla fine il tempo è galantuomo e restituisce sempre la verità. Ora o L'ing. capo del Genio Civile, Leonardo Santoro, è un incosciente che gioca con la vita dei cittadini oppure l'ex capo del Genio Civile Sciacca è stato partecipe del gioco per non dare un vantaggio politico a Buzzanca che avrebbe inaugurato gli svincoli al completo. Nel frattempo ci sono andati di mezzo i messinesi che per 4 anni non hanno usufruito degli svincoli. Cosi è per il Ponte, cosi è per la spazzatura e per tutto il resto. Oggi la verità!

Il Genio Civile autorizza i giunti temporanei. Santoro: "Lo svincolo Giostra può aprire subito"
Il dirigente dell'Ufficio tecnico regionale già tempo fa aveva sostenuto la tesi della possibilità di installare dei giunti temporanei per l'apertura immediata dello svincolo di Giostra. Visto che la nuova rampa di collegamento potrebbe essere realizzata nei prossimi sei mesi, Santoro ha dato l'autorizzazione per installare subito i giunti.
http://www.tempostretto.it/news/pro...antoro-svincolo-giostra-pu-aprire-subito.html
 

·
Registered
Joined
·
17,471 Posts
Vorrei solamente ricordarti che Buzzanca non ha perso nessuna elezione, si è dimesso da sindaco per partecipare alle elezioni regionali
 
  • Like
Reactions: Qelle

·
Registered
Joined
·
17,471 Posts
Il distributore è stato installato in piazza Stazione da una ditta per conto del Comune

Scaletta, attivata la Casa dell’acqua: "Meno plastica e più risparmio"



Arriva anche a Scaletta Zanclea la Casa dell’acqua. Da alcuni giorni è stato infatti attivato il distributore di acqua potabile installato nell’angolo lato Messina di piazza Stazione, in seguito alla convenzione stipulata tra il Comune e la “Soluzioni ecologiche Srl” di Messina, che regola la gestione del distributore automatico denominato “Acqua viva”, fornito gratuitamente dalla ditta che si occuperà del servizio per un periodo di nove anni. Al costo di 5 o 6 centesimi di euro sarà possibile acquistare acqua naturale e gassata sottoposta ad un trattamento di filtrazione, refrigerazione con aggiunta di anidride carbonica e disinfezione mediante un sistema a raggi ultravioletti. Il pagamento da parte degli utenti avverrà tramite tessera ricaricabile, acquistabile presso la farmacia cittadina o tramite l'inserimento di monete che vanno da 5 centesimi ai 2 euro. Gli incassi dei proventi derivanti dalla vendita dell’acqua andranno interamente alla “Soluzioni ecologiche Srl”. Il Comune si è invece impegnato a non installare sul territorio scalettese, per il periodo di durata della convenzione, altri distributori di acqua potabile. La Casa dell’acqua è inoltre dotata di uno schermo lcd su cui prossimamente verranno proiettati filmati informativi riguardanti i servizi comunali.

"La Casa dell'acqua, oltre a rappresentare un risparmio per le casse dei cittadini, punta a diminuire il consumo di plastica sul territorio” – spiega l’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Gianfranco Moschella. Il servizio è mirato infatti a valorizzare l’acqua potabile distribuita dalla rete pubblica ma consentirà allo stesso tempo di ridurre notevolmente la produzione di rifiuti in plastica da parte dei cittadini, che avranno la possibilità di rifornirsi al distributore anziché acquistare acqua in bottiglia.
http://www.sikilynews.it/attualit/s...dell-acqua-meno-plastica-e-piu-risparmio/4515
 

·
Registered
Joined
·
6,213 Posts
Vorrei solamente ricordarti che Buzzanca non ha perso nessuna elezione, si è dimesso da sindaco per partecipare alle elezioni regionali
"Quando il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito!". Di Buzzanca non me ne frega nulla ma le bugie proprio non le digerisco perchè hanno fatto il gioco sporco sulla pelle dei messinesi e continuano a giocare sporco!
 

·
Registered
Joined
·
17,471 Posts
"Quando il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito!". Di Buzzanca non me ne frega nulla ma le bugie proprio non le digerisco perchè hanno fatto il gioco sporco sulla pelle dei messinesi e continuano a giocare sporco!

Grazie per lo stolto! Ma hai appena scritto che Buzzanca è stato vittima del gioco di non dargli un vantaggio politico e io ti ho semplicemente ricordato che Buzzanca non ha partecipato a nessun elezione a sindaco ma si è dimesso prima per sua scelta. Quindi di che gioco politico stai parlando???
 

·
Registered
Joined
·
6,213 Posts
Grazie per lo stolto! Ma hai appena scritto che Buzzanca è stato vittima del gioco di non dargli un vantaggio politico e io ti ho semplicemente ricordato che Buzzanca non ha partecipato a nessun elezione a sindaco ma si è dimesso prima per sua scelta. Quindi di che gioco politico stai parlando???
Ma perchè le regionali cosa sono?
 

·
Registered
Joined
·
17,471 Posts

·
Registered
Joined
·
17,471 Posts
Premio Bastelli per la Fattoria didattica della Fondazione Lucifero



Non è stata ancora inaugurata ma la Fattoria didattica della Fondazione Lucifero riceve apprezzamenti. Il progetto dello studio NextBuild di Milazzo ha ricevuto un premio alla IV edizione del Premio Simonetta Bastelli. A ritirarlo l’architetto Giovanni Fiamingo. La premiazione si è svolta lo scorso 17 settembre, a San Venanzo in Umbria. Lo studio ha ricevuto un secondo riconoscimento nella categoria Giovani per Giovanna Russo selezionata con il progetto “La Baia_Riqualificazione sostenibile a Capo Milazzo”.

La nuova fattoria, realizzata interamente in legno, pietra e “verde”, è caratterizzata dall’ideale sollevamento di una striscia di prato, che definisce un tetto giardino sotto cui ospitare i ricoveri degli animali.

Il progetto della fattoria didattica è stato finanziato nell’ambito del PSR Sicilia 2007/2013, (Misura 313). L’opera si inserisce nell’ambito di un più vasto disegno di valorizzazione e riqualificazione ambientale di Capo Milazzo, promossa dalla Fondazione “Lucifero” (nella qualità di Ente proprietario) e dall’Associazione “Il Giglio” (nella qualità di partner), al fine di ampliare l’offerta educativo-didattica dell’Ente, peraltro già ricca per la presenza di un orto biologico e di due frutteti.

Il progetto dell fattoria ha ricevuto in passato altri riconoscimenti come il 3° premio ex aequo al “Premio Nazionale di Architettura Mauro Rostagno” e la II edizione Parco Archeologico di Selinunte.
http://www.oggimilazzo.it/2016/09/2...fattoria-didattica-della-fondazione-lucifero/
 

·
Registered
Joined
·
17,471 Posts
  • Like
Reactions: giovannimi1976
17101 - 17120 of 21746 Posts
Top