SkyscraperCity banner

4141 - 4160 of 4203 Posts

·
Registered
Joined
·
965 Posts
Ricevuto oggi da Bikemi :):
Cari Clienti,


in questo momento di difficoltà che ci coinvolge tutti, desideriamo mandarvi un messaggio di vicinanza da parte di tutto il team bikeMi.
Restare a casa è la priorità ma tra di voi ci sono coloro che hanno necessità di spostarsi per garantire a tutti noi i servizi necessari per proseguire la nostra quotidianità. Per voi che dovete uscire per necessità improrogabili, bikeMi non si ferma.
Il servizio resta dunque attivo ma per garantire la vostra sicurezza e quella dei nostri operatori, abbiamo adottato alcuni accorgimenti. Alla regolare pulizia di biciclette e stazioni è stato aggiunto un servizio di sanificazione con prodotti altamente igienizzanti. I nostri operatori, dotati di mascherine e guanti monouso, disinfettano accuratamente in particolare tutti gli elementi che necessariamente dovete toccare per usare il servizio: touch screen, manopole, leve dei freni, chiusura del sellino.
Per fermare il CoVid-19 c’è però bisogno della collaborazione di tutti, cogliamo quindi l’occasione per ricordarvi i corretti comportamenti da adottare utilizzando bikeMi e nella vita quotidiana.

• Lavati spesso le mani con acqua e sapone o con gel a base alcolica, ricordati di farlo sempre prima e dopo aver utilizzato le bikeMi.
• Mantieni la distanza di sicurezza di un metro dagli altri utenti.
• Non toccarti occhi, naso e bocca con le mani mentre stai pedalando o dopo aver usato la bici senza lavarti le mani.
• Copri bocca e naso con fazzoletti monouso quando starnutisci o tossisci. Se non hai un fazzoletto usa la piega del gomito.
• Se hai sintomi influenzali, resta a casa.

Sappiamo inoltre che molti di voi in seguito alle ultime disposizioni del Governo, hanno accolto l’invito a restare a casa e non sfrutteranno il proprio abbonamento nel corso del mese di marzo. Per questo motivo abbiamo deciso di posticipare la scadenza di tutti gli abbonamenti annuali di un mese, per darvi modo di recuperare questo mese di non utilizzo. Potete verificare la nuova data di scadenza nella sezione “Statistiche” della vostra area utente.
Come sempre tutta la squadra di bikeMi è a vostra disposizione per qualsiasi necessità o chiarimento.
Ci auguriamo di poter presto tornare a pedalare tutti insieme con serenità!

Il Team bikeMi
 

·
Never stop dreaming
Joined
·
534 Posts
estrapolato da Corriere della Sera

[Rassegna stampa] Il futuro imminente della mobilità post Covid potrebbe davvero essere rappresentato dai monopattini elettrici. Gli incentivi all’acquisto previsti dal governo e la comodità di questi mezzi per effettuare spostamenti di breve distanza anche nelle zone in cui si è impossibilitati ad accedere con l’auto potrebbero davvero convincere i cittadini a investire sul futuro della micromobilità.
Torna così in auge anche il vituperato monopattino elettrico, che tante contestazioni aveva sollevato solo pochi mesi fa. Oggi sono circa 45.000 sul territorio nazionale, numero destinato ad aumentare esponenzialmente. Il primo marzo sono entrate in vigore le nuove regole sulla circolazione che li equiparano alle biciclette. Il bonus mobilità inserito nell’atteso decreto Maggio prevede, secondo l’annuncio del ministero dell’ambiente, un incentivo fino a 500 euro per l’acquisto di bici, e-bike e monopattini elettrici fino al 70 per cento del prezzo d’acquisto. E tutte le città puntano ad ampliare lo sharing. A Milano, ad esempio, i monopattini in condivisione passeranno da 2.250 a seimila unità. «Il monopattino è un’alternativa innovativa e valida alle bici per il cosiddetto “ultimo miglio” e se di proprietà è anche più facile da trasportare», dice Luca Studer, responsabile del Laboratorio di mobilità e trasporti del Politecnico di Milano, che minimizza i rischi della coabitazione: «Serve educazione e tolleranza. Andare sui marciapiedi non è accettabile, sia in bici che in monopattino o motorino. Le velocità autolimitate a 25 km/ h non differiscono così tanto dalle bici, e dal lato della sicurezza, un monopattino su cui ho i piedi a cinque centimetri da terra è molto meno pericoloso di altri mezzi, anche se chi lo utilizza resta un utente vulnerabile. Una soluzione sono le zone 30: quando le velocità sono più lente, le gerarchie cambiano, il rispetto reciproco è maggiore e non c’è la necessità di corsie ciclabili». Gli ostacoli più rilevanti oggi sono i costi ancora elevati (che il bonus governativo risolve parzialmente) e il disordine che provocano in città i monopattini in sharing. Può un mezzo amato finora da hipster e turisti trasformarsi in una priorità? Di sicuro può colmare temporaneamente le lacune causate dal coronavirus, tenuto conto che il 65% degli spostamenti urbani sono brevi. Quando tornerà la normalità, vedremo se avrà conquistato i cittadini. […]
 

·
Never stop dreaming
Joined
·
534 Posts
LAINATE
In due sul monopattino contromano e senza casco finiscono contro taxi: grave 16enne, è in Rianimazione

Protagoniste due ragazze di 15 e 16 anni. È accaduto tre giorni fa a Lainate, nel Milanese: in seguito le condizioni della giovane «passeggera» si sono aggravate e gli atti sull’incidente sono arrivati in Procura
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Nessuna criminalizzazione e poi non conosco l'intero contesto, ma non sono a bordo di un giocattolo. Speriamo che queste ragazze si riprendano prima di adesso, ma le regole si rispettano, sopratutto se sei su un mezzo debole nella graduatoria dei mezzi a movimento autonomo
 

·
Never stop dreaming
Joined
·
534 Posts

Monopattini elettrici, boom e rischi: slalom tra corse, bravate e incidenti
Viaggi in due (e anche in tre), marciapiedi contesi ai pedoni. Ogni giorno un piccolo scontro con richiesta di aiuto al 118. «Nessuno usa il caso». I proprietari: allarme furti ai semafori

....................Oggi a Milano (come nelle grandi metropoli europee) lo usano tutti. E qui nasce il problema di fondo. Dato che molti non lo sanno nemmeno guidare. Il monopattino tecnicamente è equiparato alle leggi (della strada) della bici. Solo che è molto più complesso da portare in giro anche perché viaggia rasoterra. Così è esploso il problema di sicurezza. .......
 

·
Registered
Joined
·
631 Posts
Che articolaccio...

La cosa che effettivamente mi preoccupa a Milano è l'uso sul pavé.

Per il resto basta avere sale in zucca (e quello serve su ogni mezzo, anzi con mezzi più pesanti gli imbecilli fanno ancora più danni) e un po' di coordinazione.
 

·
Never stop dreaming
Joined
·
534 Posts
Rivoluzione coronavirus: i vigili di Milano in monopattino - Vaielettrico

Rivoluzione coronavirus: i vigili di Milano in monopattino

Pattuglieranno ciclabili e aree pedonali

............L’iniziativa è sperimentale e prende avvio dalle zone 1, il centro, e 8 con quattro monopattini elettrici per i vigili di quartiere. A bordo dei veicoli leggeri i vigili urbani di Milano controlleranno soste irregolari sulle corsie preferenziali e sorveglieranno il corretto utilizzo delle piste ciclabili. In dotazione al Comando Decentrato 1 e 8 sono stati assegnati 4 veicoli che circoleranno su due turni mattina e pomeriggio...................
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Coronavirus o no, prima o poi doveva succedere
 

·
Never stop dreaming
Joined
·
534 Posts
Articolo di carattere generale


Monopattini: gli incentivi prima della sicurezza Assicurazioni in arrivo ma non è tutto facile

.....
In ogni caso la mobilità urbana sta cambiando molto velocemente e a Milano sono ben seimila i monopattini disponibili in sharing. Vedremo se le scelte dei cittadini unite a quelle delle amministrazioni comunali porteranno a un miglioramento. In ogni caso cresce l’utilizzo di monopattini elettrici e biciclette a pedalata assistita. Una trasformazione nelle abitudini che apre scenari inediti sul fronte della convivenza urbana e, soprattutto, della sicurezza.
Certo la sicurezza è importantissima ed è un elemento che preoccupa, come ha sottolineato Umberto Guidoni, direttore Business di Ania (l’Associazione nazionale tra le imprese assicuratrici) durante una audizione in Commissione al Senato, incentrata sulla mobilità elettrica.
......l rischio c’è e l’assicurazione? Una interessante inchiesta del mensile In Sella di giugno si era occupato della questione concludendo che la maggior parte delle Compagnie davano la possibilità ai clienti di tutelarsi con una polizza di Responsabilità Civile generale.
......Con una normativa ancora da affinare è nata in questi giorni la prima polizza in Italia che tutela i conducenti di bici, e-bike e monopattini: si chiama Multimobility ed è un’idea della milanese 24hassistance, associata a Confindustria ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori) e specializzata in soluzioni per le due ruote, che opera nel campo dell’intermediazione assicurativa. L’idea è nata da un sondaggio tra i loro 200 mila clienti lanciato da Matteo Fossati, fondatore e amministratore delegato di 24hassistance durante il lockdown per sapere quali sarebbero stati i mezzi di trasporto usati maggiormente per gli spostamenti in città. E il 63% ha indicato come preferenza i monopattini elettrici, le e-bike e altre alternative come hoverboard, monowheel e segway”.

Articolo completo:
 

·
Never stop dreaming
Joined
·
534 Posts
E un altro.
Io ho provato il monopattino di un amico mesi fa. sarei intenzionato anche a comprarne uno, ho già visto in giro. Ma la gente pensa di condurre un giocattolino che può portare come e dove vuole. E si fanno prendere dalla velocità, poi , magari,il mezzo comincia un po a traballare, basta un leggero sobbalzo e ti ritrovi a terra. Essendo a livello quasi strada, molti pensano di avere un controllo assoluto, e invece proprio no. A me, ad un certo punto, mi aveva vibrato il manubrio e mi sono spaventato, devo dirlo, ho frenato e mantenuto una velocità inferiore, e su quella velocità sono rimasto

Milano, ancora un incidente in monopattino: 36enne cade e sbatte la testa
Ancora un incidente in monopattino a Milano: un uomo di 36 anni, di nazionalità tunisina, è caduto alle 3.45 in via Vitruvio e ha battuto violentemente la testa mentre stava guidando uno dei mezzi elettrici disponibili in sharing. Secondo una prima ricostruzione della Polizia Locale, l'uomo avrebbe perso il controllo del monopattino senza l'intervento di altri mezzi o senza alcuna anomalia del manto stradale.
Articolo:
 

·
Registered
Joined
·
464 Posts
E aggiungiamo anche questa

Milano, in due sul monopattino: ghisa aggrediti
Controllo in Porta Lodovica, vigile buttato a terra: due costole fratturate e 30 giorni di prognosi
sempre detto che le forze dell'ordine dovrebbero avere la facoltà di sparare alle gambe
vedi come a molti passa la voglia di fare i fenomeni
 

·
Registered
Joined
·
464 Posts
E un altro.
Io ho provato il monopattino di un amico mesi fa. sarei intenzionato anche a comprarne uno, ho già visto in giro. Ma la gente pensa di condurre un giocattolino che può portare come e dove vuole. E si fanno prendere dalla velocità, poi , magari,il mezzo comincia un po a traballare, basta un leggero sobbalzo e ti ritrovi a terra. Essendo a livello quasi strada, molti pensano di avere un controllo assoluto, e invece proprio no. A me, ad un certo punto, mi aveva vibrato il manubrio e mi sono spaventato, devo dirlo, ho frenato e mantenuto una velocità inferiore, e su quella velocità sono rimasto
quoto ogni tua singola parola, ma tu sei provvisto di una testa funzionante; in giro invece ci sono tanti (troppi) fenomeni che pensano che le strade (e i marciapiedi soprattutto) siano piste di F1
 

·
IN VINO VERITAS
Joined
·
3,287 Posts

·
Never stop dreaming
Joined
·
534 Posts
Un intervento forse necessario e che, sempre forse, potrebbe generare maggiori livelli di sicurezza. Non sarà certo compito dei giudici, ma forse, un'azione dopo l'altra potrebbe indurre chi di dovere ad obbligare l'impiego di una targhetta per risalire ai proprietari o agli utilizzatori, una polizza che potrebbe essere anche una estensione della RC auto, se c'è, o altrimenti in forme studiate secondo l'impiego del mezzo. Il casco (over 14) resterà facoltativo credo, anche se io lo renderei obbligatorio per tutti, cominciano ad essere tanti (oggi a Milano, mi pare un altro incidente di quelli che vengono almeno segnalati)



Milano, incidenti con i monopattini: la Procura in campo
Richiesti alla polizia locale gli atti di tutti i sinistri e le sanzioni che li coinvolgono

Milano, 23 luglio 2020 - La procura di Milano accende un faro su tutti gli incidenti stradali rilevati a partire dallo scorso primo maggio in cui sono coinvolti monopattini elettrici. È quanto emerge in una lettera inviata dal dipartimento tutela della salute, dell’ambiente e del lavoro, guidato dal Procuratore aggiunto Tiziana Siciliano e indirizzata alla Polizia Locale con cui si chiede di trasmettere i documenti relativi a scontri, frontali, investimenti di pedoni e altro avvenuti con il mezzo a due ruote che in questo periodo è molto diffuso nel capoluogo lombardo in pratica.
La richiesta di atti è stata inoltrata nell’ambito dell’indagine esplorativa appena aperta per fare un monitoraggio della situazione in quanto in città si continuano a registrare incidenti anche gravi: l’ultimo si è verificato oggi. I pm hanno anche chiesto al comando di Piazza Beccaria di trasmettere mensilmente l’elenco delle sanzioni amministrative per violazioni del Codice della Strada comminate a conducenti di monopattini elettrici relativi ai mesi di maggio e giugno scorsi. Dall’analisi di tutti i dati raccolti, qualora dovessero emergere fatti di rilievo penale, questi ultimi verrebbero stralciati per formare un’indagini separate
 

·
Registered
Joined
·
631 Posts
Ma alla redazione del giorno hanno in corso una crociata contro i monopattini?

Ma hanno idea di quanto guidino male gli automobilisti milanesi? E di quanto chiunque parcheggi a vanvera? E di come la segnaletica orizzontale e in particolar modo la delimitazione delle corsie sia in condizioni ridicole in questa città? Per non parlare del manto stradale e/o del pavé...

Mah!

Piuttosto, stasera sono rimasto sconvolto dal fatto che il bikemi chiuda alle 24 durante questi weekend estivi: oltre al mobike, esistono altri servizi di bike sharing operanti in città? Qualcuno sarebbe in grado di consigliare alternative (anche occasionali)?
 

·
ex-unregistered user
Joined
·
6,804 Posts
credo sia rimasto solo il mobile...e i monopattini.
gli anni scorsi bikemi estivo chiudeva alle 2. probabilmente anche loro hanno dovuto fare i conti col covid.
 
4141 - 4160 of 4203 Posts
Top