SkyscraperCity Forum banner
1 - 20 of 78 Posts

·
UdENTE REGISTRATO
Joined
·
6,047 Posts
Tremate, causa temperatura gradevole ho riiniziato i miei giri in bici nei quartieri del nord milano...
Piccolo aggiornamento sulla costruzione della fermata affori nord della M3 (tratto machiachini-comasina) in prossimità della stazione affori delle "nord" e delle linee S (anch'essa in costruzione) e del nuovo tunnel veicolare che permetterà di eliminare il passaggio a livello che segna il confine tra il quartiere di affori e quella di comasina...

]
belle foto,6 entrato nel cantiere?
Ah,gonfia le gomme alla bici ,2.1 davanti 2.0 dietro
 

·
UdENTE REGISTRATO
Joined
·
6,047 Posts
:lol: ma perché mi hai visto? Se le gomme erano un po giu di morale allora è facile che fossi io...la bici la uso tutti i giorni e la pressione cala in fretta, solo che sono dannatamente pigro e non mi ricordo mai di gonfiarle...cmq no, non mi sono addentrato più di tanto nel cantiere...:)
no,non t'ho visto,ma vedo dalle foto che ti stai sparando dei giri enormi in bici!:D
ah stamattina qualcuno fotografava l'area tra bresso e milano,giacca marrone occhiali,eri forse tu?
 

·
UdENTE REGISTRATO
Joined
·
6,047 Posts
La Stazione del Metrò di cadorna è spaventosa
la ridipintura beige-panna con zoccolo di circa 70 cm color cioccolato, la fa somigliare ad una sala d'attesa di una ASL di catanzaro negli anni '70, come ho già avuto modo di postare tempo fa a proposito di Conciliazione.
non l'ho ancora vista cadorna,ma ho un'idea la bella tonalità di colore che potrebbero aver messo,poi mi dite che è bicolore con zoccolo marrone,anch'io mi rivedo ascuola....!
in un colpo solo viene annullato un elemento fondamentale del design della MM (Albini, Helg, Piva),
in più non vedo alcun accordo di stile tra le piastrellone della pavimentazione grigio chiaro e la pitturazione panna: non c'entra nulla il colore, la texture superficiale, lo stile. Nulla di nulla.
Complimenti ad ATM
Penso che se atm avesse buona volontà l'azione più sensata da fare per mettere d'accordo stile,architettura,pulizia,praticità sia di mantenere invariati i colori Sostituendo però alcuni materiali e aumentando l'illuminazione.
AD ESEMPIO
L'intonaco polveroso delle pareti potrebbe essere cambiato con lastre(di materiali più nobili)scure ,effetto opaco:parte dell'illuminazione stessa potrebbe essere inglobata nelle pareti favorendo la luminosità senza aggiunta di file di neon
luce ad incasso sulla parete
 

·
UdENTE REGISTRATO
Joined
·
6,047 Posts
Ma io vi voglio credere ma mi spiegate cosa ci sia di moderno nella metropolitana milanese, pur se si tiene conto che è degli anni 60'? le stazioni sono scure (si sporche, ma anche perchè scure sono state pensate...come l'orrido pavimento nero o le pareti color cacca) e questo non aiuta. Non trasmettono l'allegria a piastrelle delle stazioni di Parigi (MOOOOOOOOOLTO più vecchie), la luminosità delle metro tedesco-austriache, la modernità delle metro iberiche. Non sono nulla di questo, e non perchè tenute male ma perchè pensate altrettanto male. Sa di architettura italiana democristiana, la stessa dei palazzi di giustizia, delle scuole medie, degli anonimi uffici sparsi in tutta italia. Ok, non avevamo soldi...ma anche con poco si può fare qualcosa che non sembra un antro oscuro a chiunque ci passi. Io non sono milanese, e Milano l'ho visitata dopo tante altre metro del mondo...e il primo acchitto è stato "che è stà merda?" il secondo "almeno la mia metro (M3) è meglio".

Si perchè sento spesso dileggiare la M3, ma come estetica e piacevolezza da le piste a quei due antri bui per sottoproletariato di città industriale che passano per M1 e M2, questa è l'opinione di chiunque (non architetto ovviamente) conosca...di Milano e sopratutto immigrato.

ILLUMINIAMO le metro 1 e 2! ma non come stanno a fà mò...che mi pare mettere una brutta pezza su un progetto triste. Smettiamola di difendere quanto c'è di triste e bigio a Milano o davvero ci meriteremo gli sterotipi della grigia città

Come ho detto prima, la metro è l'estetico contraltare dei tristi colori fino ad oggi dominanti dei palazzi di Milano...grigio topo e marrone cacchetta
Distinguiamo:
COME FUNZIONALITA' le stazioni DELLA linea1 SONO QUANTO DI PIU' semplice e funzionale esista(uscita sempre dallo stesso lato,indicazioni chiare....).
NON DIMENTICHIAMOCI,inoltre CHE, LA SEGNALETICA CON il NOME DELLA STAZIONE RIPETUTO ,e tutte le indicazioni poste semplicemente su una banda unica è un idea di BOB NOORDA(che ha disegnato loghi come quello della regione lombardia della feltrinelli.........)applicato per la prima volta sulla linea milanese ;una soluzione poi copiata da mezzo mondo nelle metropolitane.

COME ESTETICA lascia un pò a desiderare,ma questo lo si deve ai materiali poveri e solo in parte ai colori(che erano stati usati probabilmente per non far vedere lo sporco,diminuendo così la continua manutenzione)
SE si utilizzassero materiali di qualità superiore,(pietre ,graniti scuri opachi)e si aumentasse l'illuminazione il risultato cambierebbe.
L'intonaco marrone a buccia d'arancia effettivamente provoca un certo schifo anche a me. :D

Il fatto è che per quanto mi fanno schifo le stazioni della metro milanese non credo che basti una semplice "imbiancata"... :D
Bisogna proprio farci su un studio, investire molti più soldi e cambiare i materiali in maniera coerente... Inoltre bisognerebbe studiare un nuovo metodo d'illuminazione che migliori la percezione del tutto! Ora come ora è 100% funzionale e 0% estetica... I neon sono pure a vista... nemmeno nascosti dietro un vetro o qualcosa del genere...

Ci vorrebbero degli interventi radicali, che però sono lunghi, costosi e impegnativi da progettare... ;)
yes,intervenire mantenedo ciò che c'è di positivo ,e cambiare ciò che risulta ormai desueto(l'illuminazione)senza infilare lampadari di cristallo sbrilluccicosi,naturalmente :)
 

·
UdENTE REGISTRATO
Joined
·
6,047 Posts
E' bello come progetto, perché non è stato attuato?
Nella stazione di duomo è stato effettuato:i risultati sono però spesso mediocri,le piastrelle (bianco ghiaccio effetto opaco)necessitano di un'enorme manutenzione,si sporcano e si deteriorano facilmente.
L'illuminazione è buona ma il rifacimento della stazione generale(imo)non è completo
 

·
UdENTE REGISTRATO
Joined
·
6,047 Posts
M3... pavimenti chiari da sempre; nessuna critica... come si spiega? ;)

giusto per pignoleria :D ,:D da notare che le ultime stazioni della 3 aperte (zara e maciachini )non hanno più la pavimentazione fatta da piastrelle quadrate bianche ma lastre di marmo o serizzo(?)di tonalità tendenti al grigio,(buona soluzione ,IMO);non so se per motivi economici o ..........
 

·
UdENTE REGISTRATO
Joined
·
6,047 Posts
^^^^
aggiungere ad esempio politecnico a piola,la trovo una cosa giustisssima e che semplifica la vita a tutti coloro che non sono viaggiatori abituali.
Se per te amendola fiera potrebbe chiamarsi benissimo amendola,così per qualcun'altro il nome fiera dà(dava) un'indicazione importante.
La stessa indicazione può essere per alcuni INUTILE(coloro che già conoscono o utilizzano quella tratta)per alcuni UTILE(coloro i quali frequentano raramente quella tratta) per altri INDISPENSABILE(coloro i quali non frequentano la tratta)

Spesso ,chi affronta un nuovo tragitto pur essendo dotato di piantini/mappa/gps/cane da fiuto può trovarsi disorientato (soprattutto su un mezzo come la metropolitana dove mancano riferimenti spaziali);il nome della fermata(unica faro d'orientamento :D )se completa di nomi dei principali poli attrattori vicini può contribuire decisamente a dare sicurezza e conferma che proprio QUELLA stazione ,e non quella successiva o precedente è IL MIGLIOR accesso ad una data struttura..........

e' un'informazione in più ,non danneggia nessuno ,perchè non darla ? datela,no :D ??
 

·
UdENTE REGISTRATO
Joined
·
6,047 Posts
Metrò, si timbra anche all'uscita
"E presto diventerà obbligatorio"


. All´estero, prendere la metropolitana senza pagare è tutt´altro che facile. Gli ingressi sono protetti da barriere anti-intrusione e superarli richiede una grande abilità.

Non solo. C´è la barriera anche in uscita.(14 maggio 2009)

http://milano.repubblica.it/dettaglio/metro-si-timbra-anche-alluscita-e-presto-diventera-obbligatorio/1633185
Tanto per mettere i puntini sulle i all'articolo ^^^^di repubblica
a BERLINO e a MONACO (estero quindi :D ),tanto per dire, in metropolitana non ci sono tornelli,si oblitera alle macchinette e si passa tranquillamente,da quello che ho visto io personalmente non è richiesta"nessuna grande abilità per superare le barriere"^^^^poichè non sono presenti barriere............

comunque ,come avete scritto già, QUI finchè non mettono tutti i biglietti extraurb magnetici non serve a niente.
 

·
UdENTE REGISTRATO
Joined
·
6,047 Posts
Anche se non sembra.... qualcosa si muove nei tempi geologici della ristrutturazione della Stazione Loreto

il colore immagino anch'io sia una prova, bella, piace...........un design per nulla banale e soprattutto un ottimo intervento che risolve il problema della triste illuminazione solita.

Si dessero una mossa però a montarle!!
 

·
UdENTE REGISTRATO
Joined
·
6,047 Posts
Non capisco perche' fare 'ste vaccate che cadono 'letteralmente' dal cielo, invece di pensare a qualcosa di differente nelle tre linee in costruzione.
Sono sicuro che tra vent'anni 'sta stronzata verra' considerata come superfetazione e pertanto rimossa.
concordo pienamente che le linee future dovrebbero pensare a qualcosa di nuovo sotto il profilo "architettura nelle stazioni" (e la linea 5 da quel che si è visto NON lo fa )

NOn concordo sul fatto che si debba pensare solo alle linee nuove.
IO VEDO POSITIVAMENTE il fatto di provare a modernizzare ALCUNE stazioni della linea 1 e 2, già sperimentare in campo pubblico è difficile ......(la parola sperimentazione in Italia assume un significato spesso negativo a priori)

Manteniamo, ok alcune stazioni vincolate al design originale(rivedendo però anche in queste l'illuminazione) ; ma nelle altre(e soprattutto le stazioni di connessione) proviamo qualcosa di nuovo.
POI potranno venire bene o male,(e piccolo appunto GARIBALDI ,IMO è decisamente migliorata) ma almeno si sperimenta, è uno spunto per iniziare a cambiare un pò la mentalità media del cittadino;mentalità tipica in cui la città viene vista come immobile, in cui niente cambia e se cambia peggiora.

A LORETO la stazione fa ca...are, è uno snodo fondamentale eppure sembra l'ultima delle stazioni, migliorare l'illuminazione e nel frattempo inserirla in un disegno che abbia un minimo di studio grafico dietro pare decisamente un passo avanti: un segno che AIUTa a CAMBIARe LA percezione della gente almeno nelle stazioni(che almeno avrà di che (s)parlare aspettando la metro) :D
 

·
UdENTE REGISTRATO
Joined
·
6,047 Posts
Io trovo che rossa e verde siano belle cosi' come sono: essenziali, funzionali, facili, e figlie dei tempi in cui furono progettate (non da 'geometri', ma da architetti!).
erano belle,ora causa cattiva manutenzione o alcuni materiali scadenti o stile,non se ne percepisce più la bellezza originaria
Certo vanno mantenute (!), pulite, meglio illuminate sicuramente, ma non stravolte con ghirigori modaioli che lasciano il tempo che trovano.

Qualcuno dice di cambiare i 'neon' a vista. Perche'? Se i tubi fluorescenti sono tra i simboli di quell'epoca e restano ancora la sorgente luminosa a piu' alta efficienza?
i tubi fluorescenti possono anche rimanere ma l'illuminazione con i soli neon è da un punto di vista funzionale decisamente carente
e da un punto di vista estetico è un illuminazione oggettivamente triste

JLP concordo - sono mesi che postiamo le varie opinioni sul "restyling" Linea 1.... mi auguro che a poco a poco ci si accorga delle vaccate che si stanno facendo (a pezzi) sulla Linea 1, buttando via quattrini per costruire roba che non c'entra nulla con la struttura esistente, senza nessun coordinamento... e dire che la Linea 1 ai tempi aveva ispirato il metro' di San Paolo. E dire che sono stai spesi soldi per pagare il progetto di restyling a Antonio Citterio che e' stato applicato solo al mezzanino della stazione Duomo.
che si sia proceduto a spizzichi e bocconi non c'è dubbio,però il progetto di CITTERIO sul mezzanino visto che è stato in parte realizzato era giusto COMPLETARLO
(e comunque il progetto di citterio resta IMO l'unico progetto con una certa unità che è stato capace di reinterpretare bene il progetto originario)

Continuo a pensare che i metro' piu' belli del mondo sono quelli le cui linee mantengono una forte identita'. Vedi BART a San Francisco, Metrorail a Washington DC, Metro do Porto (Portogallo), Metro de Bilbao (Spagna).
spesso costruiti in epoca più recente e meglio mantenuti

La linea 1 (e per estensione, la linea 2) sono esempi di architettura sociale di prim'ordine con una pulizia grafica che ancora oggi è più che valida.

Purtroppo, la manutenzione nel corso degli anni è stata carente e oggi i materiali sembrano più vecchi e poveri di quanto non siano in realtà.
Poi, sono cambiati i "gusti" e si è evoluto il concetto di illuminazione (favorendo l'illuminazione diffusa piuttosto che quella diretta).

Devo dire che poter pensare e progettare una ristrutturazione delle linee 1 e 2 sarebbe davvero una sfida interessante, partendo dal progetto originale di Albini-Noorda e cercando di attualizzarlo nei colori e nelle luci, piuttosto che nei materiali.
son perfettamente d'accordo che la pulizia formale di questi progetti sia idealmente ancora valida,ma molti dei materiali e dell'illuminazione non più.


In fondo, ciò che manca veramente in questo tentativo di ATM di modernizzare alcune stazioni, è un vero progetto di base, unitario e coerente con l'esistente.

non dimenticate lo scempio eseguito a Cadorna (un restyling senza capo né coda con un mix di colori e materiali orripilante) e la precedente sostituzione dei pannelli rossi opachi della linea 1 con un modello lucido che va a scapito della leggibilità (con il tipo di illuminazione diretta a neon).
si cadorna è pessima:piuttosto che modificare un pezzettino tanto valeva prendere ripensarla complessivamente
Tra Garibaldi e tutte le altre... io preferisco di gran lunga lo stile di Garibaldi.
Soprattutto mi piace il fatto che la stazione sia molto luminosa.
oggettivamente è migliorata

Difendo il caro vecchio tubo fluorescente perche' e' molto di piu' di una semplice lampada.
E' emblema di una intera stagione progettuale ed ha un'indiscutibile valenza estetica. Oltre ad essere una sorgente lineare, che quindi rappresenta al meglio l'idea di dinamismo di una 'linea' della metropolitana, e' infatti non solo un punto luminoso, ma una forma luminosa nello spazio.
Non dimentichiamoci l'intuizione di Fontana, che negli stessi anni in cui si costruiva la metro, realizzava in Triennale la famosa scultura al neon.


PS- Illuminazione diffusa (indiretta?)?
E' pressoche' impossibile illuminare indirettamente stazioni marroni con pavimenti neri.
io comprendo la necessità di non taroccare l'originale,e di lasciare pure i neon ok, ma soprattutto nelle stazioni più importanti queste stazioni hanno bisongo di qulacosa di più
il problema è che se si aggiunge un'illuminazione ulteriore in una stazione che si vuole mantere originale si snatura per forza l'originale
altrimenti si tiene l'illuminazione e si cambiano i materiali:non più il nero opaco ma lucido,non più il marrone ma il grigio o l'azzurro (vedi stazione fiera)ma anche in questi casi si snatura il progetto originario.
Che si fa quindi,si lascia tutto così? si dice di aumentare la manutenzione e basta?

Penso che alcune stazioni tra cui cadorna Loreto vista l'importanza che ricoprono (incroci tra più linee traffico...)e le necessarie modernizzazioni a cui andrebbero sottoposte (ascensori,atrezzature antiincendio,informazioni video.......)meriterebbero un ripensamento e una rivisitazione totale.
REINTERPRETARE lo stile originale in alcune stazioni(CAMBIANDO PERò MOLTO e lasciare ALTRE stazioni intonse (MA PULENDOLE ) non potrebbe essere la soluzione?????
ALTRIMENTI comunque si agisca si farebbe un torto o all'originalità o alla funzionalità


^^Sulla poesia del Neon (cmq posteriore a Fontana). Dan Flavin.



Macteo, JLP è un light designer, for the record.
bello,ma la stazione media della metro non dà le sensazioni di questo spazio
Infatti... non è facile.
Il punto è se si vuole fare un intervento di semplice manutenzione oppure riammodernare le stazioni mantenendone l'impianto ma, ove necessario, utilizzare nuovi materiali.

Quindi, mi chiedo, si vuole "salvaguardare" il colore nero del pavimento o l'utilità dello stesso (ovvero che è di gomma, facilmente pulibile e mantenibile)?
Così come si vogliono mantenere a tutti i costi i pannelli di "graniglia" rossastri, i montanti così come sono o, magari, è possibile su quell'impianto utilizzare tipologie di pareti differenti?
E anche le luci, al di là della "querelle" sulla storicità del neon o delle difficoltà dell'illuminazione diffusa, si vuole mantenere una tonalità fredda, con zone d'ombra, oppure pensare un sistema di illuminazione più confortevole?

Sono solo domande che ci si dovrebbe porre se si volesse veramente intervenire sull'esistente, senza rifare da capo l'arredo delle stazioni.
E sono le solite domande che ci si pone quando si restaura un edificio vecchio e/o storico...

Personalmente, ritengo che sia importante salvaguardare il concetto alla base del progetto di Albini-Noorda, quindi organizzazione degli spazi, grafica semplice e leggibile, giochi di materiali chiaro-scuri ma soprattutto questi rivisti in chiave moderna con materiali e colori in grado di creare un ambiente più "caldo".
si,anche per me la soluzione è questa: rivisitare in chiave moderna soprattutto i nodi più importanti(quelli dove è necessario garantire standard di illuminazione e manutenzione più elevati)e mantenere altre staizoni con lo stile originario


... non disputandum esse ...

Personalmente:
1) Manterrei l'attuale forma, "grafica" progettazione del 90% delle stazioni M1 e M2, in quanto storiche, di identità Milanese se possiamo così dirlo. Ciò non toglie che aumentare l'illuminazione (rimanendo fedeli ai neon) e l'accessibilità della metro stessa a tutti, sopratutto ai disabili, son cose che si possono e si devono fare con un occhio al passato.
2) Le restanti 10% sono quelle di forte impatto PAX, ovvero quelle di interscambio fra le varie linee. Loreto sarebbe da rifare completamente, allargare di molto, ristrutturare i vari piani, allora si avrebbe senso anche cambiarne lo stile, anche se in quanto a funzionalità, quello vecchio è veramente pulito, lineare e pratico, vedi P.ta Venezia che era stata pensata come iniziale scambio fra la 1 e la 2 ed è ampia, lineare, molto luminosa rispetto alle altre.
3) Forse quello che veramente può esser cambiato è l'esterno delle stazioni M1 e M2 periferiche, un esterno freddo, vedi Lampugnano, oppure ormai troppo brutto e poco pratico, come quelle in Palmanova o Cologno.
concordo ristrutturare e mantenere alcune originarie ma cambiare le principali(dove molto spesso anche a causa di interventi recenti e non)dello stile originale,pulito pratico troviamo solo accenni

SCUSATe il post lungo,ma la vicenda del rinnovo stazioni oltre a essere molto interessante è anche molto complicata:)
 

·
UdENTE REGISTRATO
Joined
·
6,047 Posts
Oltre ad essere invasiva e a non c'entrare nulla col preesistente, ci mancava solo la citazione " IN GIRUM IMUS NOCTE...." da liceale 20enne.
l'idea di rivestire i pilastri ci stava anche, la forma irregolare di questi forse,i colori decisamente no

Intelligente uso del colore per preparati committenti.
Fossimo in una capitale del design............... :)
,quoto
 

·
UdENTE REGISTRATO
Joined
·
6,047 Posts
questo per dimostrare come basta poco per migliorare le nostre stazioni!
l'impianto originale è ottimo, vanno solo rivisti i materiali e l'illuminazione.

la fascia bicolore, ad esempio, è un elemento distintivo che, come suggerivo, andrebbe posta in rilievo, magari staccandola dal filo dei muri di quel tanto che basta per poterci posizionare dietro delle luci (quell'effetto bagliore che si vede nel fotomontaggio) e "incorniciare" meglio la fascia.
innanzitutto complimenti per averci fatto vedere la tua idea, mi piace l'idea di staccare la linea continua e di posizionare parte dell'illuminazione dietro,
ciò permetterebbe di aumentare la luminosità senza intaccare troppo lo stile
però come dice anche milanomia sotto e ribadisco anch'io bisogna decidersi :
-ristrutturare in modo conservativo (però è certo che alcuni materiali andranno inevitabilmente cambiati,il problema è quali e come)evitando aggiunte belle adesso e meno tra dieci/venti trent'anni

-ripensare ad un qualcosa di totalmente differente(modello nuove stazioni di monaco)

FORSE si potrebbe decidere per un compromesso
-ristrutturare in maniera conservativa alcune delle stazioni meno frequentate e meglio conservate(cercando di migliorare la percezione di luce e pulizia senza variare troppo)
-ripensare totalmente le grandi stazioni(mantenendo solo alcune idee originarie come la segnaletica continua,ma rivisitando totalmente forme colori materiali illuminazione


Mamma mia...che roba posticcia..poi con dietro i vecchi pannelli mimetici sono ancora peggio...delle aggiunte incomprensibili...secondo me le vie sono due, o si fa una ristrutturazione seria che va nella direzione degli esempi (bellissimi) postati qui sopra oppure si fa un restiling conservativo e migliorativo di quello che c'è..che senso ha aggiungere pezzi in questo modo? Che schifo..
ok,concordo o uno o l'altro,però anche nel caso di restauro conservativo,qualche materiale va aggiornato (il difficile sapere cosa toccare)
l'idea della luce nascosta dietro la segnaletica ad esempio mi sembra uno di quegli elementi che si potrebbero aggiungere senza creare l'effetto di elemento posticcio
 

·
UdENTE REGISTRATO
Joined
·
6,047 Posts
Anche a Repubblica c'erano questi buchi, ma non ho verificato se li hanno 'tappati' perchè ora esco sempre dall'altro lato della piazza
anche a sondrio qualche settimana fa hanno sistemato e, ora ,
si nota ancora di più lo sporco che si accumula su queste superfici, bell'effetto quando sono appenna rifatte, meno purtroppo a distanza di 20 anni
 

·
UdENTE REGISTRATO
Joined
·
6,047 Posts
A proposito di rumorosità, chi è riuscito a viaggiare su un Meneghino sulla M3 è riuscito a notare una netta differenza? Si sente effettivamente meno rumore?
si, il rumore è diminuito, decisamente!
non so però se sia solo grazie la fatto che i vetri sono tutti chiusi o grazie al fatto di avere un isolamento maggiore
 
1 - 20 of 78 Posts
Top