SkyscraperCity Forum banner
6141 - 6160 of 20229 Posts

·
Registered
Joined
·
1,927 Posts
joga;82570471 (Non mi riferisco a quelle abominevoli stilizzate che si trovano ancor oggi alle fermate di alcuni autobus!).[/QUOTE said:
Vogliamo parlare di quelle con la piantina della citta "raddrizzata" per seguire
la linea che stanno mettendo al posto dello schema generale nelle nuove
pensiline :bash:
L.
 

·
666 User
Joined
·
2,432 Posts
Al di la se la colpa è di uno o dell'altro, da utente trovo stupido e idiota aver tolto il passante dalle mappe della metro. Non c'è scusa che tenga...in un sistema cosi integrato il passante dovrebbe essere l'ossatura, non essere un qualcosa che si toglie perché gestito da un'altra società. Non riescono proprio a pensare alla città e alla sua area metropolitana come un'unica cosa...trasportisticamente parlando togliere le linee S è un errore madornale, e di certo non aiuta il sistema S a diventare più familiare e usato. Spero si rimedi con le prossime mappe...:bash:
Q8

Si tratta di 20, di ben 20 stazioni su suolo comunale, per non parlare di quelle nei comuni limitrofi direttamente confinanti e di alta rilevanza come Rho-Fiera o Sesto per citarne alcuni.
Ovviament enon è possibile inserire e colorare tutte le S una per una, ma la grossa linea blu scuro di un tempo era più che suff per indicare che tale servizio funzionava, ai conti fatti, come una linea effettiva sul territorio urbano. Linea che di certo in futuro verrà tenuta di conto per nuovi scambi con nuove metro, vedi M4 e M5 che queste stazioni le vanno proprio a cercare.

Una pecca abbastanza grave la mancanza di tali linee.
Per lo schema di rete verticale, piuttosto lo dividerei in due sezioni, quella ovest in alto e quella est in basso, mantenendo le linee nella loro direzione e con i loro scambi.
 

·
Registered
Joined
·
1,107 Posts
Io stavo pensando di stamparmi una versione rimpicciolita della mappa di MSR Milano e farla plastificare, per tenerla nel portafogli, è un capolavoro.
 

·
Banned
Joined
·
11,430 Posts
Milanomia said:
Al di la se la colpa è di uno o dell'altro, da utente trovo stupido e idiota aver tolto il passante dalle mappe della metro. Non c'è scusa che tenga...in un sistema cosi integrato il passante dovrebbe essere l'ossatura, non essere un qualcosa che si toglie perché gestito da un'altra società. Non riescono proprio a pensare alla città e alla sua area metropolitana come un'unica cosa...trasportisticamente parlando togliere le linee S è un errore madornale, e di certo non aiuta il sistema S a diventare più familiare e usato. Spero si rimedi con le prossime mappe...:bash:

PS: un appunto sulla grafica delle insegne esterne di stazione, parlo dei pannelli posti sulle scale di discesa in strada...i nomi molto corti navigano letteralmente nel campo colorato, il carattere utilizzato mi sembra davvero misero (come dimensione e spessore delle lettere) in proporzione con il pannello...prendere "gioia" o "udine" per credere :bash:
Non sappiamo perchè sia stato tolto, io penso che ci sarebbe dovuto essere anche tutto il network ferroviario. Nessuno che puó scrivere due righe ad atm per toglierci questa curiositá?
 

·
Banned
Joined
·
11,430 Posts
pccvspw999 said:
Una delle cose che mi irritarono la prima volta che presi la metro a Roma erano proprio gli schemi di linea "sopra le porte" invertiti come nella foto di Bear110 (post #464) Stessa sensazione avuta nel vedere lo schema della linea 2.

Non so se è un criterio "naturale", ma a me lo sembra: se suddividiamo il piano di una linea con due assi cartesiani (con andamento N-S e O-E), scegliendo il centro opportunamente laddove l´andamento qualitativo della linea cambia in maniera sensibile (p.e.M1 San Babila, M2 Garibaldi, M3 Repubblica), la linea stessa cadrà, a seconda del suo andamento nei quattro quadranti.

Se devo rappresentare la linea tramite una retta orizzontale, tenderei a rappresentare a sinistra la porzione di linea che cade nel II e III quadrante e a destra quello che cadde nei quadranti I e IV.

Se la devo rappresentare con una retta verticale metterei in alto ció che ricade in I e II, e in basso quello che cade in III e IV.
(la numerazione dei quadranti è quella del piano cartesiano).

Ció non é stato fatto con lo schema della M2, perchè?
Si voleva mettere lo schema orientato come i treni?
Due problemi:
- bisogna fare due schemi speculari da applicare sulle porte di dx e sx
- i treni non sono orientati sempre nella stessa direzione
Il primo non é tanto diffcile risolverlo, ma il secondo richiederebbe l´inversione degli schemi ad ogni cambio di orientamento. Ovvero, o i treni entrano ed escono dai depositi sempre nello stesso verso che equivale ad un irrigidimento operativo non giustificato, o gli schemi sono su pannelli variabili. E questa non sarebbe una cattiva idea: avere pannelli a messaggio variabile sopra le porte indicanti il senso di marcia, la prossima fermata e tutta la linea. Ma i costi?
Altri motivi?
Mettere le diramazioni sempre a sinistra? Peccato che M2 ne ha due adesso, ma anche ne avesse una, quale il motivo pratico?

No, lo schema M2 è errato, logicamente e praticamente, oppure per motivi imperscrutabili da una mente analitica:lol:

Per la mancanza del Passante (nello schema a fanco delle porte) sono neutrale. Ha senso mettere solo le linee M, se non altro per motivi di spazio, e per la grafica ho visto sicuramente di meglio. Invece sarei favorevole (per deformazione culturale:nuts:) allo schema completo M+S sul soffitto, avente tutte le linee (solo M e S) e le fermate, non uno schema parziale della porzione "milanese" del servizio.

P.S.: lo stesso schema "sul soffitto", lo metterei "gigantesco" tra i binari di stazione (laddove possibile, p.e. nello stesso posto degli schermi video) sia nella metro sia nel Passante, e magari anche nelle stazioni superificiali delle linee S. Sempre per deformazione culturale...
Anche per questo quesito sarebbe opportuno chiefere ad atm. Nessuno di voi è un "insider" o ha magari amici che vi lavorano? Sarebbe carino capire le ragioni di certe scelte per poterle analizzare meglio.
Comunque riguardo agli schemi di linea è una questione di abitudine (e di gusto personale credo). C'è chi trova assurdo il non considerare i punti cardinali (anche se approssimativamente) e chi se ne frega altamente perchè in quel contesto servono relativamente. Difficile porre la questione sul piano giusto/sbagliato ihmo.
 

·
Registered
Joined
·
10,383 Posts
^^ Di gusto personale o meno, se applichi una regola devi essere coerente e applicarla comunque. Non puoi fare duein un modo e la terza invertita.
L´essere umano è abitudinario e una cosa fuori dalle abitudini disturba. A volte è necessario rompere gli schemi, in questo caso no.

E una regola c´è sicuramente, e se non c´è, l´errore stà allora proprio nella sua mancanza.

Immagioni di conoscere il motivo: il grafico, una volta realizzata lo schema M1, si è limitato ad cambiare il colore, accorciare/allungare i due rami alla bisogna, per proi aggioranre gli altri dati. Fatto! 5 minuti risparmiati, giusto per una sigaretta o un caffè!
Poi, quando céra da aggiungere Assago, stessa solfa: 2 minuti per aggiungere il "rametto". Perchè adottare un criterio richiede tempo, e allore meglio essere "scriteriati" e farsi una pennica, ovvero pagare un precario alle prime armi.

Troppo cattivo?
 

·
Banned
Joined
·
11,430 Posts
^^ Di gusto personale o meno, se applichi una regola devi essere coerente e applicarla comunque. Non puoi fare duein un modo e la terza invertita.
L´essere umano è abitudinario e una cosa fuori dalle abitudini disturba. A volte è necessario rompere gli schemi, in questo caso no.

E una regola c´è sicuramente, e se non c´è, l´errore stà allora proprio nella sua mancanza.

Immagioni di conoscere il motivo: il grafico, una volta realizzata lo schema M1, si è limitato ad cambiare il colore, accorciare/allungare i due rami alla bisogna, per proi aggioranre gli altri dati. Fatto! 5 minuti risparmiati, giusto per una sigaretta o un caffè!
Poi, quando céra da aggiungere Assago, stessa solfa: 2 minuti per aggiungere il "rametto". Perchè adottare un criterio richiede tempo, e allore meglio essere "scriteriati" e farsi una pennica, ovvero pagare un precario alle prime armi.

Troppo cattivo?
il problema è che non si sà quale sia stata la regola seguita, ma sembrate tutti invece sapere esattamente quale sia stata.
Io almeno ammetto la mia ignoranza, non ero presente alle riunioni tra inarea ed atm e non ho mai letto i termini del loro accordo, quindi evito di scambiare mie supposizioni per verità oggettive.
Il problema è che mancano le linee fs da alcune mappe e che lo schema di linea di una linea sarebbe invertito rispetto a quello precedente.
Sono due soluzioni che possono essere ritenute giuste o sbagliate a seconda degli occhi con le quali si guardano e le trovo considerazioni assolutamente rispettabili (entrambe)
Come si fa però a dire se qualcosa sia oggettivamente giusto o sbagliato se non sappiamo le motivazioni che hanno portato ad una scelta piuttosto che ad un'altra?
A Roma c'è chi ha trovato ridicolo smettere di fare stazioni che non avessero come colore predominante quello della linea, credendolo un errore, credendo che la gente "si sarebbe confusa". Credo siate concordi con me nel dire che è un punto di vista e ne esiste uno contrario e condivisibile allo stesso modo.
Ho capito però che la conoscenza dell'idea che sta dietro ad un progetto ti da la chiave di volta per comprendere le scelte che hanno portato a quel risultato, specialmente se all'inizio sembrano scelte sbagliate. Tutto qui.
Almeno su questo punto si può essere tutti d'accordo?

Conoscendo un pò le realizzazioni dell'inarea (basta andare sul loro sito), dubito che la motivazione sia stata quella della pigrizia.
Quanto a dipendenti precari invece, anche secondo me ne sono pieni (come anche molte altre aziende del settore), ma precari che sanno quel che fanno e che secondo me ricontrollano 100 volte il proprio lavoro sperando nel rinnovo contrattuale.
Di solito chi vuole tenersi il lavoro fa attenzione a quello che fa.
 

·
Banned
Joined
·
11,430 Posts
BECCATI!!!


Due studenti taggari, di buona famiglia, sgamati ad imbrattare la metropolitana milanese nello scompartimento mentre era in opera una squadra di sorveglianza nascosta. Le riprese vengono effettuate durante la flagranza o atteggiamenti sospetti ai fini della tutela del patrimonio e della sicurezza dei trasporti e dei passeggeri.
 

·
Registered
Joined
·
10,383 Posts
Neghi la possibilità di formarsi una proprisa opinione mediante la deduzione e/o l'induzione, ovvero applicando la logica.
Non è necessario conoscere sempre i motivi per i quali si è arrivati ad un risultato: se il risultato è sbagliato lo è a prescindere. I motivi possono al massimo far capire come evitare l'errore una prossima volta o giustficare l'operato, ma questo non cambia l'esito.

Ovviamente non nego la possibilità che errore non ci sia e lascio, personalmente, il beneficio del dubbio a chi ha fatto una determinata scelta. Ma fino a prova contraria mi baso sulle mie conoscenze e osservazioni, per avere una opinione.

Precari: il punto non è la diligenza dello stesso, ma il bagaglio di esperienza mancante. A questo dovrebbe sopperire il "capo", ma se questo latita...
 

·
Banned
Joined
·
11,430 Posts
Neghi la possibilità di formarsi una proprisa opinione mediante la deduzione e/o l'induzione, ovvero applicando la logica.
Non è necessario conoscere sempre i motivi per i quali si è arrivati ad un risultato: se il risultato è sbagliato lo è a prescindere. I motivi possono al massimo far capire come evitare l'errore una prossima volta o giustficare l'operato, ma questo non cambia l'esito.

Ovviamente non nego la possibilità che errore non ci sia e lascio, personalmente, il beneficio del dubbio a chi ha fatto una determinata scelta. Ma fino a prova contraria mi baso sulle mie conoscenze e osservazioni, per avere una opinione.

Precari: il punto non è la diligenza dello stesso, ma il bagaglio di esperienza mancante. A questo dovrebbe sopperire il "capo", ma se questo latita...
Non nego nulla, sono il primo a dire che tutto è opinabile, quindi sbagli a fare questo discorso a me. Critico solo chi cerca di far passare un'opinione per qualcosa di oggettivo.
Ad esempio, nel nostro caso, che un risultato sia sbagliato è una tua opinione, non è un dato oggettivo misurabile in modo certo e inequivocabile. Sbagliato rispetto a che cosa? Allo stesso modo potrebbe essere corretto perchè segue altre linee guida che per te sono meno importanti ma lo sono per ATM. Tutto è opinabile e visibile da più punti di vista a 360°.
Questo è il punto del discorso. Il mio intento era quello di postare (e quindi condividere con voi) qualcosa che potesse dare una visione più ampia su alcuni interventi in corso sulla vostra rete metropolitana, come al solito tutto si è trasformato in polemica addebitando ad inarea colpe che a mio avviso non possiamo attribuirle con certezza, chissà come mai.
Ribadisco, però, che non conosco nessuno che ci lavori, non me ne può fregare nulla dell'azienda in sè, volevo solo condividere qualcosa che credevo potesse interessare a qualcuno per approfondire magari i termini della nuova identity, non mi sarei mai aspettato che si sarebbe trasformato tutto in un processo alle intenzioni del progetto.
Comunque mi spiace per la polemica creatasi ed i diversi punti di vista oramai sono chiari. Magari cerchiamo di andare oltre adesso, sennò ci si fossilizza su un punto oramai irrilevante per il 3d.
 

·
Registered
Joined
·
10,383 Posts
Per carità, tutto è opinabile. Ma le opinioni vanno ascoltate! Io ho solo argomentato la mia opinione su un oggetto di discussione. E tale opinione È oggettiva nel momento stesso che viene argomentata, frutto di analisi. Che poi sia incompleta e/o rivedibile con l'apporto di ulteriori argomenti, questo è normale in una normale dialettica.
Nel caso di specie, mi riesce difficile credere ad argomenti validi a negare l'errore, come ho detto: imperscrutabili ad una mente analitica. Se poi ci sono, meglio.
 

·
Banned
Joined
·
11,430 Posts
Per carità, tutto è opinabile. Ma le opinioni vanno ascoltate! Io ho solo argomentato la mia opinione su un oggetto di discussione. E tale opinione È oggettiva nel momento stesso che viene argomentata, frutto di analisi. Che poi sia incompleta e/o rivedibile con l'apporto di ulteriori argomenti, questo è normale in una normale dialettica.
Nel caso di specie, mi riesce difficile credere ad argomenti validi a negare l'errore, come ho detto: imperscrutabili ad una mente analitica. Se poi ci sono, meglio.
Errore sarebbe se una delle stazioni sulla mappa avesse il nome Termini, stazione che a Milano non esiste e quindi errore oggettivo.
Nel caso della mancanza delle linee ferroviarie sulla mappa e del rispetto dei punti cardinali nello schema di linea, sono due fattori che posso essere considerati errori oppure no in base al criterio con il quale sono stati creati.
Qual'era lo scopo che ATM voleva dare loro? Una volta risposto a questa domanda in mono inequivocabile, si può fare una valutazione oggettiva sulla presenza o meno di errori.
L'atm non vuole altre linee che non siano metropolitane sulla sua mappa schematica? Allora il lavoro richiesto da ATM è stato ben fatto. Era come l'aveva richiesto e non sussiste (dal punto di vista di ATM) errore.
Siccome a noi manca questo input, come facciamo a dire se nel caso specifico quello creato da inarea sia un errore o lo scrupoloso perseguimento delle direttive date dal committente?
Questo è quello che non capisco. Spacciare un punto di vista per oggettività solo perchè qualcosa non ci piace, o non ne capiamo a pieno il senso.
Anche io penso che tutte le linee su ferro debbano essere presenti sulla mappa, però il fatto che non ci siano non lo reputo come un errore, ma una evidente scelta precisa da parte di ATM di privilegiare alcune informazioni rispetto ad altre.
Dissento da quella scelta scelta, ma riconosco che il mio punto di vista non è per forza quello giusto.
 

·
Registered
Joined
·
10,383 Posts
Io mi riferisco solo allo schema di linea "sopra le porte", invertito rispetto alle altre due linee e rispetto all'orientamento geografico reale.
Per il resto concordo che si tratta di valutazioni più soggettive.
 

·
Banned
Joined
·
11,430 Posts
Io mi riferisco solo allo schema di linea "sopra le porte", invertito rispetto alle altre due linee e rispetto all'orientamento geografico reale.
Per il resto concordo che si tratta di valutazioni più soggettive.
anche su questo punto ho espresso perchè a mio avviso non si possa parlare di errore oggettivo. Però comprendo al 100% che quando si è abituati in un modo è difficile cambiare.
Ecco perchè magari te magari è importante una corrispondenza geografica nello schema di linea ed io non ci ho nemmeno mai fatto caso.
Comunque tu che frequenti più i 3d milanesi, non c'è nessuno di voi un pò "insider" che ha magari parenti o amici che lavorano ad atm e che potrebbero magari approfondire questo aspetto (e magari carpire anche se ci sono altre ristrutturazioni programmate per le linee "storiche")
Giusto per curiosità, poi se nessuno riesce a sapere nulla pazienza.
 

·
Utonto
Joined
·
10,388 Posts
BECCATI!!!

siPk71nefJk

Due studenti taggari, di buona famiglia, sgamati ad imbrattare la metropolitana milanese nello scompartimento mentre era in opera una squadra di sorveglianza nascosta. Le riprese vengono effettuate durante la flagranza o atteggiamenti sospetti ai fini della tutela del patrimonio e della sicurezza dei trasporti e dei passeggeri.
La cosa triste è che invece di fargli pulire con la lingua le loro schifezze e quelle lasciate sui treni da tutti i loro compari al massimo si beccheranno una pacca sulle mani, o peggio ancora i complimenti! :eek:hno:
 

·
Registered
Joined
·
1,368 Posts
anche su questo punto ho espresso perchè a mio avviso non si possa parlare di errore oggettivo. Però comprendo al 100% che quando si è abituati in un modo è difficile cambiare.
Che il nord vada in alto e il sud in basso è OGGETTIVO, non abitudine!! E le mappe invertite non possono avere NESSUNA GIUSTIFICAZIONE. Dove può stare il vantaggio di farle rovesce???
 

·
Registered
Joined
·
16,433 Posts
Errore sarebbe se una delle stazioni sulla mappa avesse il nome Termini, stazione che a Milano non esiste e quindi errore oggettivo.
Nel caso della mancanza delle linee ferroviarie sulla mappa e del rispetto dei punti cardinali nello schema di linea, sono due fattori che posso essere considerati errori oppure no in base al criterio con il quale sono stati creati.
Qual'era lo scopo che ATM voleva dare loro? Una volta risposto a questa domanda in mono inequivocabile, si può fare una valutazione oggettiva sulla presenza o meno di errori.
L'atm non vuole altre linee che non siano metropolitane sulla sua mappa schematica? Allora il lavoro richiesto da ATM è stato ben fatto. Era come l'aveva richiesto e non sussiste (dal punto di vista di ATM) errore.
Siccome a noi manca questo input, come facciamo a dire se nel caso specifico quello creato da inarea sia un errore o lo scrupoloso perseguimento delle direttive date dal committente?
Questo è quello che non capisco. Spacciare un punto di vista per oggettività solo perchè qualcosa non ci piace, o non ne capiamo a pieno il senso.
Anche io penso che tutte le linee su ferro debbano essere presenti sulla mappa, però il fatto che non ci siano non lo reputo come un errore, ma una evidente scelta precisa da parte di ATM di privilegiare alcune informazioni rispetto ad altre.
Dissento da quella scelta scelta, ma riconosco che il mio punto di vista non è per forza quello giusto.
Pienamente d'accordo.
 

·
Registered
Joined
·
1,368 Posts
Peccato che io non stessi parlando di mappe.
:eek:hno:
Ah no? E i punti cardinali dove altro li trovi? :eek:hno:

Nel caso della mancanza delle linee ferroviarie sulla mappa e del rispetto dei punti cardinali nello schema di linea, sono due fattori che posso essere considerati errori oppure no in base al criterio con il quale sono stati creati.
 

·
Milanese Minneapolitano
Joined
·
5,241 Posts
oggi durante le ore di punta hanno messo dei treni straordinari sulla M2, tutti Gessate (quando non mi serve non ne arriva uno, ma due, quando serve lo attendo 30 minuti :bash:)
 
6141 - 6160 of 20229 Posts
Top