SkyscraperCity banner

81521 - 81540 of 110152 Posts

·
milanès
Joined
·
641 Posts
corso sempione visto dell'arco della pace

sicuramente già passata (ma non la ritrovo), qua in formato più largo anche se....contaminato:

 

·
milanès
Joined
·
641 Posts
Caserma Luciano Manara, che utilizzava i chiostri di San Simpliciano, in zona Brera. Dalle divise si direbbe che siamo abbastanza vicini alla Prima Guerra Mondiale.
qualità leggermente migliore:



per confronto aggiungo questo dipinto di Giannino Grossi datato 1937 ("Milano, San Simpliciano dalla Caserma dei Bersaglieri")


 

·
milanès
Joined
·
641 Posts
dipinti di Giannino Grossi a confronto con foto (quasi) contemporanee

via Laghetto 1934





(foto del 1930, credits blog vecchiamilano)




Corso Vercelli







Corso Magenta angolo via Nirone 1934




nel 1870 circa in una foto di Pompeo Pozzi:

Palazzo Litta e corso Magenta



"Milano vecchia (a san Babila era così)", 1914





"Via Durini all'angolo di Corso Vittorio Emanuele - a destra di Via Montenapoleone", 1936






Piazza Sant'Ambrogio 1934



(per le ultime due purtroppo non ho trovato una vista più o meno contemporanea dallo stesso punto di vista)
 

·
Registered
Joined
·
974 Posts
Ghisa nel 1970

Bellissima foto di Gianni Berengo Gardin del 1970 (dal cartellone "Il presidente del Borgorosso Football Club" con Alberto Sordi) pubblicata pare soltanto nel lontano 2011 sul thread.
Si è scoperto dove è stata scattata?
 

·
Registered
Joined
·
974 Posts
Cascina Malpaga in viale Corsica 99, anni 70

Altra immagine dell'interno della Cascina Malpaga:



che fa il paio a quella postata qualche settimana fa:



OGGI

Fonte: FB Milano sparita da ricordare - Foto di Andrea Maria Luca Bonadei
 
R

·
Guest
Joined
·
0 Posts
Supplemento al numero di marzo 1943 della rivista mensile del comune "Milano"

Ho avuto talvolta la fortuna di raccogliere gli scarsi ricordi che qualche anziano ha voluto raccontarmi riguardo gli anni di guerra, ma solamente una volta un arruolato “classe 1910”, riservato alla contraerea di Milano, ha scambiato con me qualche parola intorno all’agosto 1943.

Forse qualcuno di voi avrà qualche altra storia da condividere.

Curiosamente, questo anziano soldato, nato in viale Bligny 42, scomparso nel lontano 1990, non aveva tuttavia un ricordo così tremendo di quegli avvenimenti; non poteva essere altrimenti, giacché la contraerea era situata all’esterno della città di Milano, dove si vedevano passare gli aerei e tornare indietro, sentendo i boati, ma non assistendo direttamente all’apocalisse che si realizzava.

Così mi raccontava del tentativo disperato di individuarli con i riflettori, di sparare alla massima altezza consentita dai cannoni e così via.
“E quanti aerei avete preso?”
“Nissun” mi replicava serafico, con un quieto sorriso sulle labbra.

Forse esagerava, ma in effetti la sensazione era effettivamente quella, di assoluta impotenza.

Riporto qui solo qualche immagine tratta da uno speciale della Rivista mensile del Comune di Milano, edito o nel luglio o nell’agosto 1943, ancora non mi è chiara la data esatta - è citato ancora il “duce” ma i bombardamenti peggiori furono nell’agosto...

EDIT: Supplemento al numero di marzo 1943 della rivista mensile del comune "Milano"

La rivista integrale la potete scaricare qui.
Solo qualche pagina bianca non è stata ricostruita.

Qui di seguito invece alcune foto tratte dalla rivista. Moltissime immagini ivi contenute sono di difficilissima localizzazione oggi...

L'edificio d'angolo tra via Festa del Perdono e Largo Richini.


Una strada che non ho ancora identificato...


Via Festa del perdono. A destra l'Ospedale Maggiore.
 

·
Streetcar Lover
Joined
·
14,520 Posts
Ho avuto talvolta la fortuna di raccogliere gli scarsi ricordi che qualche anziano ha voluto raccontarmi riguardo gli anni di guerra, ma solamente una volta un arruolato “classe 1910”, riservato alla contraerea di Milano, ha scambiato con me qualche parola intorno all’agosto 1943.



Forse qualcuno di voi avrà qualche altra storia da condividere.



Curiosamente, questo anziano soldato, nato in viale Bligny 42, scomparso nel lontano 1990, non aveva tuttavia un ricordo così tremendo di quegli avvenimenti; non poteva essere altrimenti, giacché la contraerea era situata all’esterno della città di Milano, dove si vedevano passare gli aerei e tornare indietro, sentendo i boati, ma non assistendo direttamente all’apocalisse che si realizzava.



Così mi raccontava del tentativo disperato di individuarli con i riflettori, di sparare alla massima altezza consentita dai cannoni e così via.

“E quanti aerei avete preso?”

“Nissun” mi replicava serafico, con un quieto sorriso sulle labbra.



Forse esagerava, ma in effetti la sensazione era effettivamente quella, di assoluta impotenza.



Riporto qui solo qualche immagine tratta da uno speciale della Rivista mensile del Comune di Milano, edito o nel luglio o nell’agosto 1943, ancora non mi è chiara la data esatta - è citato ancora il “duce” ma i bombardamenti peggiori furono nell’agosto...



La rivista integrale la potete scaricare qui.

Solo qualche pagina bianca non è stata ricostruita.



Qui di seguito invece alcune foto tratte dalla rivista. Moltissime immagini ivi contenute sono di difficilissima localizzazione oggi...





Una strada che non ho ancora identificato...


Dalla posizione del binario tranviario e dall'aspetto dell'edificio sull'altro lato della piazza, che ne era quasi il gemello e che è tuttora esistente, potrebbe essere piazza Tricolore, lato nord.

Tra l'altro, quell'edificio venne distrutto per via di una bomba che si infilò nella canna fumaria (quando si dice sfiga...), i cui danni sarebbero compatibili con quelli della foto.
 

·
Hendrik Willem
Joined
·
10,038 Posts
Ho avuto talvolta la fortuna di raccogliere gli scarsi ricordi che qualche anziano ha voluto raccontarmi riguardo gli anni di guerra, ma solamente una volta un arruolato “classe 1910”, riservato alla contraerea di Milano, ha scambiato con me qualche parola intorno all’agosto 1943.

Forse qualcuno di voi avrà qualche altra storia da condividere.

Curiosamente, questo anziano soldato, nato in viale Bligny 42, scomparso nel lontano 1990, non aveva tuttavia un ricordo così tremendo di quegli avvenimenti; non poteva essere altrimenti, giacché la contraerea era situata all’esterno della città di Milano, dove si vedevano passare gli aerei e tornare indietro, sentendo i boati, ma non assistendo direttamente all’apocalisse che si realizzava.

[...]
Ti ricordi a quale contraerea fosse assegnato?
 

·
Registered
Joined
·
4,953 Posts
Una strada che non ho ancora identificato...
Dalla posizione del binario tranviario e dall'aspetto dell'edificio sull'altro lato della piazza, che ne era quasi il gemello e che è tuttora esistente, potrebbe essere piazza Tricolore, lato nord.

Tra l'altro, quell'edificio venne distrutto per via di una bomba che si infilò nella canna fumaria (quando si dice sfiga...), i cui danni sarebbero compatibili con quelli della foto.
Vero. Bravo. E come al solito il binario -qui quello verso corso Monforte, alle spalle- fornisce la soluzione. :eek:kay:

La parte crollata è quella della quarta finestra da viale Piave, prima dell'arco più grande presso il portone.

Due foto di piazzale Monforte / piazza Tricolore, da Milan l'era inscì:


Piazza Tricolore nel 1903 by Milàn l'era inscì Urbanfile, on Flickr


Piazza Tricolore by Milàn l'era inscì Urbanfile, on Flickr
 

·
Registered
Joined
·
2,996 Posts
Mio nonno era di stanza nella contraerea a Pioltello. Per mio papà bambino e per mia zia che era già ventenne era una festa quando potevano andarlo a trovare pedalando fin lì dalla Barona! Ho alcune loro foto in mezzo a campi fitti di pannocchie in una delle loro visite, dai quali naturalmente si attingeva a piene mani! 😊
 

·
Registered
Joined
·
13,217 Posts
^^ La data di costruzione (1929) farebbe pensare al villaggio degli spazzini alle Rottole.

EDIT: non avevo visto il messaggio di Xesar
 

·
Registered
Joined
·
136 Posts
^^ viale Toscana / via Pompeo Leoni: buona parte degli edifici a nord della ferrovia c'è ancora. ;)
https://it.pinterest.com/pin/295478425543359411/

Esattamente quello! Ho lavorato per quattro anni alla Fiat-OM che confinava con il medesimo e che mi auguro venga riutilizzato e non svenduto per abbatterlo e costruire al suo posto l'ennesimo grattacielo destinato all'acquisto di un fondo del Qatar o degli Emirati rimanendo poi di fatto, desolatamente e in larga misura vuoto (vedi zona Porta Nuova)
 
81521 - 81540 of 110152 Posts
Top