SkyscraperCity banner

29761 - 29780 of 29898 Posts

·
Milan e poeu pu
Joined
·
7,013 Posts
Discussion Starter #29,762
Elettrotreno ETR 470 di Cisalpino (meglio nota come "Cessoalpino"...) alla stazione Centrale, 29 marzo 2000. A fianco un treno composto da carrozze "Eurocity" delle FFS (foto T. Keller, da Eisenbahn Journal Special n° 4/2001, p. 24).

Beh, Cessoalpino. L'ho usato più volte, di cui almeno un paio su Ginevra per lavoro, e devo dire che non era male dal punto di vista del passeggero, anche se la media oraria su quella linea era nettamente inferiore alle potenzialità di questo treno.
Dal punto di vista tecnico ha avuto diversi problemi soprattutto nella messa a punto.
 

·
Registered
Joined
·
201 Posts
...correttamente definita come cabina ACE.

Il che ogni volta mi porta a chiedere per quale motivo Fondazione FS -che ha un sito, canali social e tutto l'interesse a promuoversi anche verso appassionati oltreconfine- non abbia fin qui mai pensato di installare un paio di webcam per esempio sulla cabina C o anche solo sul tetto della Squadra Rialzo, inquadrante magari pure la cintura.
Oltre ad essere nota come poche in tutto il mondo, come numero e varietà di treni inquadrabili la stazione centrale di Milano non credo sia seconda a nessuno!

Costa troppo? C'è qualche oscuro Regio Decreto di centoepassa anni fa che lo impedisce? O è solo una mia fissa?
Sarebbe un'ottima idea, anche se non sono molto d'accordo sulla varietà, fatta ormai praticamente solo di ETR, coradia e 464...
 

·
Registered
Joined
·
4,732 Posts
La tua approvazione mi fa ovviamente piacere... ma nella tua replica ci leggo pure una conferma che la webcam non c'è perchè "voi a Milano" semplicemente non vi rendete conto.
Perchè nel resto del mondo provinciale cosa pensate che passi?
Le Frecce? Italo? Gli ETR internazionali? Gli IC Notte? TiLo? Trenord? Da me neanche Vivalto, Pop e Rock - gli ultimi due che infatti non ho ancora mai visto dal vivo.

La varietà è quindi relativa, peraltro anche all'estero dove i "nostri treni di tutti i giorni" restano comunque molto particolari agli occhi degli appassionati stranieri, ai quali Fondazione FS non si farebbe certo del male a farsi conoscere. E da fermodellista mancato, anche solo per i movimenti, la stazione Centrale è in pratica un gigantesco plastico ferroviario, quasi ipnotizzante se osservato dall'alto.

Insomma, pubblicità gratis! Forse pure per Milano: perchè con una doppia visuale dalla cabina C verso la stazione con la città ed i grattacieli sullo sfondo e verso le Alpi dall'altro lato... io le webcam le metterei pure nel circuito dei siti meteo. Se serve una colletta per il termometro...
529233

529216
 

·
Registered
Joined
·
8,301 Posts
La quantità di movimenti di Milano Centrale rende relativa ogni scarsezza di varietà, che poi non è nemmeno così scarsa. È maggiore che altrove dove mancano i servizi internazionali.
 

·
MilanoTrasporti
Joined
·
14,904 Posts
La tua approvazione mi fa ovviamente piacere... ma nella tua replica ci leggo pure una conferma che la webcam non c'è perchè "voi a Milano" semplicemente non vi rendete conto.
Perchè nel resto del mondo provinciale cosa pensate che passi?
Le Frecce? Italo? Gli ETR internazionali? Gli IC Notte? TiLo? Trenord? Da me neanche Vivalto, Pop e Rock - gli ultimi due che infatti non ho ancora mai visto dal vivo.

La varietà è quindi relativa, peraltro anche all'estero dove i "nostri treni di tutti i giorni" restano comunque molto particolari agli occhi degli appassionati stranieri, ai quali Fondazione FS non si farebbe certo del male a farsi conoscere. E da fermodellista mancato, anche solo per i movimenti, la stazione Centrale è in pratica un gigantesco plastico ferroviario, quasi ipnotizzante se osservato dall'alto.

Insomma, pubblicità gratis! Forse pure per Milano: perchè con una doppia visuale dalla cabina C verso la stazione con la città ed i grattacieli sullo sfondo e verso le Alpi dall'altro lato... io le webcam le metterei pure nel circuito dei siti meteo. Se serve una colletta per il termometro...
View attachment 529233
View attachment 529216
se volete godere di un po' di varietà a livello fotografico, potete sfogliare il mio album dedicato ...

 

·
Registered
Joined
·
4,732 Posts
^^ eh, lo so... altro che mancanza di varietà: mi basterebbero solo gli ETR.
Anche perchè l'AV negli altri paesi -se ce l'hanno- si limita a pochi treni della stessa famiglia o operatore.
Qui invece hai preso quasi tutto, persino un 470 svizzero (quindi ormai demolito) purtroppo solo dall'alto. Adesso (da appena un mese) ti manca però il Giruno (501), magari accanto ad un 503 o un nostro 610.
Per inciso, di questi ultimi, l'unico che hai fotografato nella carrellata dello scorso 5 settembre è proprio un 610 (treno 4) e non un 600 Frecciargento, che a Milano non dovrebbe nemmeno arrivare. ;)
FS ETR.600 e Trenord TSR by MilanoTrasporti, on Flickr

(ehm... e a destra non è un TSR, ma una composizione di Vivalto)
 

·
Registered
Joined
·
4,732 Posts
^^ Vedo ora che la foto da me "commissionata" è già reperibile su Instagram. 😀
Fra l'altro, l'Astoro è qui il von Goethe "trinazionale" - treno (RABe 503 022) unico per la sua pellicolatura con le sagome dello skyline di Milano, Basilea, Francoforte e Lucerna. Secondo la didascalia, quel giorno era però in servizio su Ginevra e non da/verso la Germania. Bella foto, pur sempre "storica" per quanto riguarda il nuovo Giruno:
534231

rail_screen su Instagram
 

·
Streetcar Lover
Joined
·
14,185 Posts
era passata anche in formato più godibile ... ;)

View attachment 539538


datata 1955
Le due di coda sono rimorchiate Breda del 1935, coordinate con le motrici 110-115, mentre la prima è una OEFT del 1937, coordinata con le motrici 116-123, come attestato dal profilo delle porte rispetto a quello dei finestrini. Da notare, poi, l’angolo superiore dei vetri delle porte, arrotondato - cosa poi persa con la sostituzione delle porte a fine anni 50.
La motrice pare di un modello più vecchio - trattandosi del capolinea del Monza e del Crescenzago forse una Carminati 72-83, dato che non si scorgono i tiranti nel sottocassa che ne farebbero una Breda 60-69.
Non credo, francamente, che quelle rimorchiate siano agganciate alla motrice o che siano destinate al medesimo servizio, visto che quelle rimorchiate erano generalmente trainate da motrici più recenti e comunque sul Monza, non sul Crescenzago, che invece aveva motrici più vetuste e ad aderenza parziale, cosa che avrebbe reso quel traino estremamente oneroso per quel tipo di motrici.
Può anche darsi che quella motrice le abbia trainate vuote fino al capolinea in attesa dell’ora di punta da uno dei depositi (Spontini, Borgazzi, o Molino Nuovo), per poi formare convogli al traino di motrici più nuove e potenti (Breda/OEFT, OMS, o Stanga) alla volta di Sesto-Monza. Non vedo, tra l’altro un equipaggiamento tale sull’imperiale da far pensare che per quel traino si sia utilizzato un locomotore bitensione (OM o Costamasnaga, considerando la “silhouette” del mezzo, con i vestiboli ai lati). In ogni caso, sono solo ipotesi, il punto di scatto è troppo lontano per saperlo con certezza.
 

·
Streetcar Lover
Joined
·
14,185 Posts
ho l'originale da cui uno scan potente, si nota che anche la prima della fila è lei una rimorchiata (forse una vecchia Costamasnaga) e a me pare agganciata, forse messa last minute, come rinforzo pur non essendo pendant con le altre ;)
Grazie. Ha molto più senso, in effetti. Evidentemente utilizzavano il binario più a sinistra durante i periodi di morbida per la sosta temporanea di rimorchiate che poi sarebbero servite nell’ora di punta del tardo pomeriggio verso Monza (o anche Crescenzago, verso cui sarebbe presumibilmente andata la prima rimorchiata), mentre i binari più a destra venivano utilizzati per le corse in partenza durante l’arco del giorno ma in composizione più leggera.
 

·
Streetcar Lover
Joined
·
14,185 Posts
Sono andato a fare un giro sul sito dell'ACT e ho trovato quest'immagine - che fa incazzare, se chiedete a me, visto che almeno UNA la si poteva salvare - di due 5000 (la prima e' la 5051, della seconda si capisce solo che e' un'altra 5000, dai finestrini e dal deflettore frontale) in attesa della fiamma ossidrica. Foto di Alessandro Muratori, Deposito di Desio, 30 novembre 1974.
 

·
Registered
Joined
·
446 Posts
Sono andato a fare un giro sul sito dell'ACT e ho trovato quest'immagine - che fa incazzare, se chiedete a me, visto che almeno UNA la si poteva salvare - di due 5000 (la prima e' la 5051, della seconda si capisce solo che e' un'altra 5000, dai finestrini e dal deflettore frontale) in attesa della fiamma ossidrica. Foto di Alessandro Muratori, Deposito di Desio, 30 novembre 1974.
Le 5000 furono accantonate una prima volta a Baggio e Messina nel 1970 a seguito della contrazione della rete tranviaria dovuta al''adozione della tariffa oraria. La 5003 fu venduta a Napoli in vista di una possibile cessione di tutte le altre, ma non se ne fece niente perché la loro sagoma non era compatibile con la rete napoletana. Nell'inverno 1973, a causa della crisi energetica, rientrarono in servizio a Leoncavallo sulle linee 4-20-23-24 limitatamente.alle ore di punta e ai festivi. Due o tre vetture furono accantonate a Desio, probabilmente quelle più in cattivo stato, le altre, dotate di pantografo e obliteratrice, rimasero in servizio fino all'orario estivo del 1976: erano in consegna le 4900.
 

·
Registered
Joined
·
28 Posts
...erano in consegna le 4900.
Questo fu uno dei principali motivi di accantonamento a Desio di '28, prime le APN, e delle 5000, ATM doveva fare posto nei depositi per le cento (!) 4900, avendo anche rinunciato al deposito Vittoria. Mancava, ma dico una cosa nota, la cultura della conservazione di vetture a scopo museale o comunque di memoria storica.
 
29761 - 29780 of 29898 Posts
Top